Scommesse Serie D

La Serie D rappresenta il quarto livello del campionato di calcio italiano, nonché il torneo dilettantistico semiprofessionale più prestigioso. L'organizzazione del campionato di Serie D viene gestita dalla Lega Nazionale Dilettanti. Il torneo si svolge ogni anno, da settembre a giugno, e nella formula moderna coinvolge 162 società calcistiche, suddivise in base a criteri di vicinanza geografica in 9 gironi. Ciascuna formazione affronta le altre 17 dello stesso girone in un match di andata ed in uno di ritorno; a fine stagione, la prima squadra classificata di ciascun girone ottiene automaticamente la promozione in Serie C, oltre alla possibilità di partecipare allo Scudetto Serie D ed aggiudicarsi il titolo di Campione d'Italia della Lega Nazionale Dilettanti.

Con SNAI, puoi scommettere online su tutte le gare della Serie D: consulta il calendario degli eventi, scopri le tante modalità di gioco proposte e piazza la tua puntata in modo semplice, veloce e sicuro, anche da smartphone e tablet.

Pronostici e quote sulla serie D

Su SNAI.it trovi le migliori quote del web per mettere a segno le tue scommesse online su tutte le partite della Serie D: registra la tua utenza, attiva il conto gioco e consulta il calendario dei prossimi eventi per iniziare subito a mettere a segno le tue puntate.

Alle classiche modalità di scommessa – 1X2 FINALE, UNDER/OVER 2,5, GOL/NOGOL – SNAI.it aggiunge tante tipologie di gioco innovative, come le entusiasmanti scommesse Live, ovvero realizzate durante lo svolgimento dei match, sulla base di quote in costante aggiornamento.

Risultati e riepilogo stagione 2019/20

Anche il campionato dilettanti ha subito uno stop a causa dell’emergenza sanitaria in corso. Come tutte le competizioni sportive italiane anche per la serie D non si conosce ancora la data di ripresa del campionato, nel frattempo andiamo a vedere qual è la situazione dei vari gironi.

Girone A - Questo girone è fermo alla 25esima giornata. La Lucchese guida la classifica con 48 punti, insegue il Prato a 47, più staccate Casale e Seravezza Pozzi a 43, chiude la zona playoff la Carronese a 42 punti.

Girone B – Dopo 27 partite disputate la classifica vede in testa il Pro Sesto a 54 punti inseguito dal Legnano a 50. Il gruppo delle prime 5 prosegue con Scanzorosciate a 46, Arconatese a 44 e Folgore Caratese a 43.

Girone C – Il Campodarsego guida la classifica con 54 punti e 5 di vantaggio sulla Legnano Salus. Il vantaggio sembra sostanzioso anche se la capolista viene da due sconfitte consecutive. Terza l’Ambrosiana a 48 punti, l’Union Clodiense a 47 e il Mestre a 45.

Girone D – Questo girone ha il suo padrone: il Mantova che domina con 51 punti e 7 di vantaggio sul Fiorenzuola. Inseguono Correggese e Calvina a 41, Fanfulla e Lentigione a 40.

Girone E – Lotta serrata tra Grosseto a 52 punti e Monterosi FC a 50. Più staccato il Grassina a 46, Albalogna a 45 e Montevarchi a 40.

Girone F – Dopo 26 giornate guida la classifica il Matelica a 55 punti seguito da Campobasso e S.N. Notaresco a 52. Quarta la Recanatese a 48 punti, chiude la zona playoff l’ASD Pineto a 43.

Girone G – Nel primo dei gironi del sud primeggia, al momento, la Turris con 61 punti, più staccato Ostia Mare a 57. Sarà lotta tra queste due formazioni visto che tra seconda e terza (Torres) corrono 6 punti.

Girone H – Serratissima lotta per le prime posizioni: Bitonto primo a 55 punti, Foggia secondo a 54, Sorrento terzo a 50, Audace Cerignola quarto a 49. Chiude la zona playoff più staccato il Casarano a 42 punti.

Girone I – Ingombrante presenza quella del Palermo, ripartito dalla D, primo a 63 punti. Secondo il Savoia a 56 punti, unica a poter insidiare i rosanero visto che la terza, il Calcio Giugliano, è a 47 punti. Chiudono il quintetto di testa FC Messina e Troina, entrambe a 46 punti.

Serie D: Resoconto Stagione 2018/19

Che stagione è stata quella della serie D 2018/19? Nel girone A il Lecco ha stradominato il campionato lasciando le briciole agli altri, a seguirlo in C sarà l’incredibile Inveruno, ultima squadra ad aver colto il treno per i playoff. Nel gruppo B alla fine l’ha spuntata il Como, che va in C insieme al Pro Sesto con grande delusione dello sconfitto Mantova. Nel gruppo C sale l’Arzignano insieme al Campodarsego, nel girone D la vetta spetta a Modena e Pergolettese, nel gruppo E vince la Pianese e va in C attraverso i playoff il Ponsacco.

Nel gruppo F vince il Cesena ma l’anno d’oro è del Matelica, che vince i playoff e in bacheca mette anche la Coppa Italia di categoria. Nel girone G salgono Avellino e Lanusei Calcio, Nell’H Picerno e Audace Cerignola, infine nel gruppo I stravince il campionato il Bari e sale in C attraverso i playoff la Turris.

Serie D: storia, regole e curiosità

La prima edizione del campionato di calcio di Serie D risale alla stagione 1959/60, quando la nuova formula del torneo semiprofessionistico, allora gestito dalla Lega di Firenze, sostituisce la IV Serie, a sua volta evoluzione del campionato di Promozione Interregionale. Partecipano alla stagione di debutto della Serie D 108 società calcistiche italiane, suddivise in sei gironi. Come da regolamento, i club vincitori di ciascun girone conquistano la promozione in Serie C, mentre gli ultimi tre classificati retrocedono nel rispettivo torneo di Prima Categoria regionale. Ad imporsi, al termine di quella prima stagione della Serie D, sono l'Entella, il Saronno, il Cesena, il Viareggio, il Bisceglie ed il San Vito Benevento.

Il numero dei club che prendono parte al campionato di Serie D viene portato a 162 nella stagione 1968/69 e cresce di conseguenza anche il numero dei gironi, che diventano nove. La formula viene mantenuta solamente per nove edizioni ed in occasione del campionato 1978/79 le squadre ammesse al torneo tornano ad essere 108. A partire da quella stessa edizione, la Serie D assume il ruolo di quinto livello del campionato di calcio italiano, scalzata dalla riforma della Serie C, ora suddivisa in Serie C1 e Serie C2.

Dopo tre annate, la Serie D assume la nuova denominazione di Campionato Interregionale, ampliando il numero delle formazioni partecipanti a 192 e quello dei gironi a dodici. Nelle annate comprese tra il 1988 ed il 1991, il torneo tocca il record di club ammessi, raggiungendo quota 216 squadre. Poi, dalla stagione 1992/93 a quella 1999/00, la formula della ex-Serie D viene nuovamente modificata: il neonato Campionato Nazionale Dilettanti ammette 162 squadre, suddivise in 9 gironi da 18 partecipanti ciascuno.

L'edizione 2000/01 del quinto livello del campionato calcistico italiano segna il ritorno ufficiale della Serie D: il regolamento del torneo viene mantenuto, nonostante nelle stagioni a seguire in più di un'occasione il numero dei club ammessi superi quello regolamentare.

Con la riunificazione della Lega Pro Prima Divisione e della Lega Pro Seconda Divisione (evoluzioni della Serie C1 e della Serie C2) nella nuova Lega Pro, nell'annata 2014/15 la Serie D torna a corrispondere al quarto livello del campionato, esattamente come avvenuto fino alla stagione 1977/78. Le prime squadre a conquistare il passaggio diretto al terzo livello del campionato, aggiudicandosi la vittoria nei rispettivi gironi, sono il Cuneo, il Rimini, la Maceratese, la Lupa Castelli Romani, la Fidelis Andria, il Monopoli e l'Akragas, mentre il Siena conquista anche la vittoria dello Scudetto di Serie D.

Nel corso delle oltre 70 edizioni disputate a partire dall'annata 1948/49 (quando si tiene l'allora Campionato di Promozione), sono oltre 1.000 i club calcistici italiani che prendono parte alla Serie D, con rappresentanze da ogni regione e la presenza persino di una squadra straniera, il San Marino. Tra le formazioni che vantano il maggior numero di presenze, spiccano il Cuneo, il Sestri Levante, il Seregno, il Trento, il Pordenone, il Riccione, la Sansepolcro, la Fermana, la Città di Castello, il Campobasso, la Puteolana, la Vigor Lamezia, il Ragusa ed il Calangianus.

La prima formazione a conquistare il titolo di Campione del quarto livello del campionato italiano è il Catanzaro, che al termine della stagione 1952/53 si aggiudica la vittoria dello Scudetto IV Serie. In seguito, con la fondazione della Serie D, lo Scudetto non viene più assegnato, fino a quando nella stagione 1987/88 viene reintrodotta una poule finale tra le squadre giunte prime in classifica nei gironi di appartenenza, valida per l'assegnazione del Trofeo Jacinto. Dal 1992 al 1999, viene invece istituito lo Scudetto Dilettanti e, infine, a partire dalla stagione 1999/00, lo Scudetto di Serie D.

Tra i club che vantano il maggior numero di partecipazioni consecutive al campionato di Serie D, è possibile citare il Borgomanero, che gioca nel torneo per 23 annate, dal 1961 al 1984. La Pro Vercelli, il Siena ed il Venezia sono tra le poche squadre ad aver militato sia nella Serie A che nella Serie D nel corso della loro storia. Le tre squadre, peraltro, vantano tutte la vittoria del trofeo messo in palio dal campionato.

Diverse le compagini che, nel corso degli anni, centrano l'obiettivo della conquista del girone e della promozione senza subire neppure una sconfitta in campionato: tra le altre, si ricordano il Brindisi ed il Licata nell'annata 1981/82 e, più recentemente, la Maceratese in quella 2014/15 ed il Parma in 2015/16.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita per colonna

Min: {{sistemino[1] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino[2] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Vincita per colonna con Bonus

Min: {{((sistemino.betQuotaBonusMin*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{((sistemino.betQuotaBonusMax*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.