Scommesse Wimbledon

Wimbledon è il torneo di tennis più antico tra tutte le competizioni che attualmente si disputano nei circuiti ATP (maschile) e WTA (femminile). La tradizione legata a questa manifestazione è consolidata non solo nel paese che la ospita, l’Inghilterra, ma anche in tutto il resto del mondo: gli appassionati di tennis attendono ogni anno il mese di luglio per ammirare i giocatori più talentuosi in circolazione.

Il torneo di Wimbledon è una delle 4 manifestazioni ufficiali che costituiscono il Grande Slam, insieme a Roland Garros, U.S. Open e Australian Open. Ha una durata di due settimane ed è l’unico torneo dello Slam a giocarsi sui campi erbosi: peculiarità che rende Wimbledon il vero punto di riferimento internazionale per il tennis su erba.

I colpi e le giocate spettacolari di Wimbledon sono su SNAI.it, che propone un’ampia offerta di quote e scommesse relative alle sfide del torneo inglese: un’intera sezione dedicata alla grande magia del tennis su erba, con notizie e aggiornamenti su tutti i protagonisti della manifestazione.

Wimbledon: quote e pronostici

Wimbledon è un’istituzione per chi considera ancora il tennis come uno sport elegante e raffinato, dove la cura del dettaglio fa sempre la differenza. In questo contesto la classe sopraffina e le qualità tecniche del singolo giocatore si esaltano: non a caso sono tennisti di eccelsa qualità tecnica come Roger Federer e Pete Sampras ad aver conquistato il maggior numero di titoli.

Con SNAI è possibile seguire l’intero torneo di Wimbledon, consultando le quote elaborate per ogni singolo incontro, in ottica scommesse. Per giocare online è necessario procedere alla registrazione del proprio account e aprire un conto gioco personale: così potrai esprimere il tuo pronostico sulle sfide della competizione inglese e su qualsiasi altro avvenimento sportivo presente sul portale.

realizza le tue scommesse da pc, smartphone, tablet e da tutti i dispositivi elettronici, scaricando agevolmente l’applicazione ufficiale dalla sezione Mobile del sito del gestore. Non perderti neanche un punto delle sfide emozionanti di Wimbledon: seleziona la tipologia di scommessa che preferisci e gioca con SNAI.

Wimbledon edizione 2021: riepilogo e risultato

L’edizione 2021 di Wimbledon, terza prova stagionale dello Slam, si è disputata fra il 28 giugno e l’11 luglio 2021 e ha compreso tornei di singolare maschile e femminile e di doppio maschile, femminile e misto. Dopo l’interruzione nel 2020 a causa della pandemia mondiale da Covid-19, si torna sui campi d’erba inglesi per scrivere la storia, e si può dire che anche stavolta gli appassionati di tennis non saranno rimasti delusi: le emozioni e le sorprese sono state numerose e significative. L’ultima competizione, risalente al 2019, aveva visto trionfare Novak Djokovic per il singolare maschile e Simona Halep per il singolare femminile.

Il giocatore serbo conferma le sue doti fuori dall’ordinario e anche nel 2021 conquista la medaglia d’oro. Si tratta del ventesimo trionfo in uno Slam per Djokovic, che ha raggiunto i 20 successi di Federer e Nadal, ai quali al momento è senza dubbio assimilabile, come testimoniano i suoi risultati record. Fra i dibattiti più accesi fra gli appassionati, c’è infatti la disputa su chi sia il più forte, ma quel che è certo è che tutti e tre i campioni sono entrati nella storia del tennis. Ma se la vittoria di Djokovic nel torneo di Wimbledon poteva essere in qualche modo prevista, giudicando i risultati precedenti, è stato sicuramente più sorprendente scoprire chi avrebbe affrontato il serbo in finale: si tratta di Matteo Berrettini, primo giocatore italiano ad arrivare così in alto a Wimbledon. Classe 1996, Berrettini ha conquistato le simpatie di numerosi tifosi e ha giocato un torneo in maniera magistrale, riuscendo a dire la sua anche in finale. Nulla ha potuto, tuttavia, contro il potere di Djokovic, che anche in questa occasione non ha mancato di dimostrare la sua incredibile resistenza fisica: la partita termina con un 6-2 6-1, ma al momento della premiazione lo stesso Berrettini, seppure perdente, è visibilmente emozionato e si è detto felice del successo ottenuto per sé e per il proprio paese.

Per quanto riguarda il torneo femminile, alza la coppa al cielo, dopo una lunga serie di prestazioni coraggiose e convincenti, Ashleigh Barty. Una partita lunga e non scontata quella fra l’australiana e Karolína Plíšková, che dura tre set e in più di un’occasione sembrava destinata a subire un ribaltamento. Alla fine ce l’ha fatta Barty, che ottiene la seconda vittoria in uno Slam dopo Parigi 2019 e vince il suo primo Wimbledon in carriera. La tennista aveva già trionfato nel torneo londinese da Junior, nel 2011, mentre nelle ultime edizioni disputate aveva subito due dolorose sconfitte. Sicuramente le saranno servite per crescere e maturare la convinzione necessaria per conquistare questo titolo, che avviene a cinquant’anni dal primo trionfo a Wimbledon di Evonne Goolagong, suo grande idolo.

Wimbledon edizione 2020: edizione annullata

Il torneo di Wimbledon nel 2020 è stato annullato, fatto che si è ripetuto solo 3 volte nella lunga storia del torneo. Le condizioni di gioco sono state rese impossibili dalla pandemia da coronavirus che è esplosa con violenza in Europa a partire da marzo 2020. Purtroppo fin da subito è apparso chiaro ai tennisti e a tutti gli addetti ai lavori che non sarebbe stato possibile competere, visto anche l’impossibilità di allenarsi nel periodo precedente al torneo. Quindi l’ente organizzatore ha preso una decisione a suo modo storica, in 134 anni di storia infatti è successo solo tre volte che questo Slam fosse annullato: prima guerra mondiale, seconda guerra mondiale, pandemia da coronavirus.

Ovviamente la notizia ha lasciato attoniti i tifosi e molto delusi i tennisti, soprattutto coloro che avrebbero giocato per la vittoria. Su tutti il più dispiaciuto è sicuramente Roger Federer che a Wimbledon è di casa e nel 2021 sarà un anno più vecchio per tentare l’ennesima vittoria del torneo. Chiaramente tutti gli atleti sono stati concordi nell’affrontare la questione mettendo al primo posto la salute pubblica. Inoltre anche il tentativo di spostare il torneo in autunno è stato vano, considerato soprattutto che i campi d’erba degli impianti inglesi, all’aperto, non avrebbero permesso il regolare svolgimento del torneo a causa del clima. La consolazione per i vari partecipanti, oltre 600, è stata la paga di un indennizzo da parte dell’organizzazione. La tennista che l’ha presa meglio è Simona Halep, vincitrice del 2019, che ha visto in questo evento la possibilità di detenere il titolo un anno in più.

Wimbledon edizione 2019: risultati e resoconto

Il torneo di Wimbledon 2019 è stata l’edizione numero 133 dei Championships. Questo campionato tennistico si gioca sull'erba e rappresenta la terza prova dello Slam 2019. Novak Djokovic era il campione uscente del singolare maschile, Angelique Kerber del singolare femminile. Il serbo si conferma campione del singolare maschile, mentre il singolare femminile viene conquistato dalla rumena Simona Halep.

Il torneo include il singolare (maschile, femminile, ragazzi e ragazze), il doppio (maschile, femminile, ragazzi e ragazze) e il doppio misto. Il torneo comprende anche il singolare e il doppio sia maschile che femminile in carrozzina.

In questa edizione del torneo di Wimbledon, per la prima volta, sono stati disputati il quad singolare e il quad doppio. Tra le altre novità della stagione vi è l’introduzione del tie-break anche nel set decisivo, che si giocherà esclusivamente nel caso di 12 giochi pari.

Il torneo si è giocato dal primo al 14 luglio 2019 su 19 campi dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club. L’evento si svolge nell’arco di due settimane ed è suddiviso in 13 giornate. Nella prima domenica è consuetudine non giocare, questo giorno è chiamato Middle Sunday.

Wimbledon: storia, svolgimento e curiosità

Il torneo di Wimbledon nasce nel lontano 1877 in Inghilterra, fondato dall’All England Lawn Tennis and Croquet Club, un’associazione sportiva britannica. Sin dalle prime edizioni, la manifestazione ospita campioni di alto livello come, ad esempio, due nomi che trovano il successo prima in ambito sportivo e in seguito nel settore della moda: si tratta del francese René Lacoste, due volte vincitore a Wimbledon negli anni Venti e fondatore della casa di moda che tuttora porta il suo nome; negli anni Trenta è il tennista inglese Fred Perry a monopolizzare la competizione con tre titoli conquistati tra il 1934 e il 1936.

Nel Dopoguerra Wimbledon diventa un appuntamento imperdibile della stagione tennistica internazionale. Dagli anni ’70 iniziano a crescere talenti di grande livello, che daranno luogo a finali molto combattute e faranno nascere accesissime rivalità ormai proverbiali. Dal 1974 fino al 1984 tre atleti si danno battaglia quasi ogni stagione per alzare il trofeo della manifestazione: Jimmy Connors e John McEnroe dagli Stati Uniti e Björn Borg dalla Svezia. In questi dieci anni Connors trionfa in due occasioni, nel 1974 e nel 1982, perdendo 4 volte in finale; McEnroe riesce ad alzare il trofeo in tre occasioni (1981, 1983, 1984), uscendo sconfitto per due volte nella finalissima; Borg domina invece per 5 anni di fila, dal 1976 al 1980, perdendo un’unica volta in finale contro McEnroe nel 1981.

La seconda metà degli anni Ottanta e l’inizio dei Novanta sono appannaggio del fortissimo tedesco Boris Becker, re di Wimbledon per tre volte (1985, 1986, 1989) e finalista perdente per 4 volte tra il 1988 e il 1995. In questi anni l’unico tennista a confrontarsi alla pari con il tedesco sembra essere lo svedese Stefan Edberg, vincitore del torneo nel 1988 e nel 1990.

Nel corso dell’intero decennio degli anni Novanta, il vero dominatore della manifestazione è l’americano Pete Sampras: dal 1993 al 2000 conquista in ogni stagione il trofeo inglese, eccetto nel 1996 per la vittoria dell’olandese Richard Krajicek. Uno dei tennisti più talentuosi di tutti i tempi, Andre Agassi, riesce a vincere Wimbledon solo in un’occasione, nel 1992, superando in finale il fortissimo croato Goran Ivanisevic. Nel 1999 Agassi si gioca il torneo contro Sampras in una finale memorabile, in cui si assiste a una netta vittoria per 3-0 del secondo, al suo sesto successo complessivo nello Slam inglese.

Gli anni Duemila sono dominati da uno dei talenti più cristallini della storia del tennis mondiale, Roger Federer. Per lo svizzero Wimbledon sembra il palcoscenico perfetto per mettere in mostra le proprie qualità sopraffine: battuta potente e precisa, rovescio a una mano efficace ed esteticamente apprezzabile, dritto letale ed eccelsa abilità nel “serve and volley”, fondamentale decisivo sui campi in erba come Wimbledon. Per diversi anni Federer non sembra avere avversari competitivi, vincendo per cinque anni di fila, dal 2003 al 2007. Ma un giovane spagnolo di 22 anni, di nome Rafael Nadal, dopo aver dominato per 5 anni sui campi di terra rossa di tutto il mondo, inizia allenamenti specifici per migliorare il proprio gioco sull’erba. Nel 2008, con due finali perse alle spalle contro Federer, Nadal riesce a battere lo svizzero, dando inizio a una rivalità che sarebbe durata per molto tempo. Nel 2017, all’età di 36 anni, Roger Federer batte agevolmente in finale il croato Cilic e supera il record di 7 vittorie di Sampras nel torneo: un risultato difficilmente raggiungibile da altri giocatori, che lo fa entrare di diritto tra i tennisti più talentuosi e vincenti di tutti i tempi.

Dal 2011 è il serbo Novak Djokovic a monopolizzare la competizione britannica: tre titoli conquistati in 4 anni e una finale persa con lo scozzese Andy Murray nel 2013. Il tennista balcanico può vantare una vittoria su Rafa Nadal nel 2011 e ben due trionfi in finale contro il fenomeno svizzero nel 2014 e nel 2015. La gara contro Roger Federer del 2014 è indelebile nell’immaginario degli appassionati di questo sport: quasi 4 ore di gioco entusiasmante per decretare la vittoria del titolo da parte del serbo.

Wimbledon edizione 2019: risultati e resoconto

Il torneo di Wimbledon 2019 è stata l’edizione numero 133 dei Championships. Questo campionato tennistico si gioca sull'erba e rappresenta la terza prova dello Slam 2019. Novak Djokovic era il campione uscente del singolare maschile, Angelique Kerber del singolare femminile. Il serbo si conferma campione del singolare maschile, mentre il singolare femminile viene conquistato dalla rumena Simona Halep.

Il torneo include il singolare (maschile, femminile, ragazzi e ragazze), il doppio (maschile, femminile, ragazzi e ragazze) e il doppio misto. Il torneo comprende anche il singolare e il doppio sia maschile che femminile in carrozzina.

In questa edizione del torneo di Wimbledon, per la prima volta, sono stati disputati il quad singolare e il quad doppio. Tra le altre novità della stagione vi è l’introduzione del tie-break anche nel set decisivo, che si giocherà esclusivamente nel caso di 12 giochi pari.

Il torneo si è giocato dal primo al 14 luglio 2019 su 19 campi dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club. L’evento si svolge nell’arco di due settimane ed è suddiviso in 13 giornate. Nella prima domenica è consuetudine non giocare, questo giorno è chiamato Middle Sunday.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita sistema

Min: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino.max | dropDigits | number: 2}} €

Vincita sistema con Bonus

Min: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino.max | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.
Min. Win bonus non disponibile {{q_min_ticket| dropDigits | number: 2}} €
Max. Win bonus non disponibile {{q_max_ticket| dropDigits | number: 2}} €
bonus applicato {{ticketPercBonus}}

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.