Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Scommesse Napoli - Real Madrid

Due squadre molto diverse tra loro, con storie radicalmente diverse. Da una parte c’è il Real Madrid, la squadra più titolata del mondo, con innumerevoli trofei nazionali e internazionali. Dall’altra il Napoli con il suo passato tribolato, fatto di due scudetti e tanti periodi bui, e con un presente fatto di bel gioco e buoni risultati.

Si prospetta un match divertente, equilibrato, tra due formazioni che hanno stima l’una dell’altra e con rose ricche di giocatori importanti. Il Real Madrid è certamente favorito, saprà il Napoli ribaltare lo sfavore del pronostico?.

A grandi partite corrispondono lunghi elenchi di quote, è questo il servizio che SNAI assicura ai propri iscritti. Per una partita di cartello come questa il bookmaker italiano mette a disposizione tutte le possibili soluzioni di pronostico per scommettere in piena libertà su ogni aspetto del match. Una possibilità che SNAI attiva per ogni partita di Champions League.

Non dimenticare inoltre che su SNAI potrai scommettere anche in modalità live approfittando della continua evoluzione delle quote durante il match. Tutto quello che devi fare per usufruire di questi servizi è iscrivere un regolare account su SNAI.it.

Entrambe le squadre hanno preso parte all’edizione 2019/20 della Champions League. Nel girone A il Real Madrid ha dovuto vedersela con Paris Saint Germain, Galatasaray e Club Brugge. Al Napoli invece, nel girone E, sono toccate Liverpool, Salisburgo e Genk.

I madrileni hanno avuto grosse difficoltà soprattutto con i parigini, ai quali hanno strappato solamente un punto. Ciò nonostante le altre squadre si sono rivelate piuttosto abbordabili per il livello del Madrid, che è riuscito a qualificarsi secondo. Agli ottavi è capitato il Manchester City, la squadra allenata dal rivale catalano Pep Guardiola. All’andata il Real ha perso in casa per 2 a 1, al ritorno servirà una prestazione davvero perfetta per riuscire a superare il turno.

Piuttosto simile è il percorso del Napoli, anch’esso qualificatosi secondo nel girone alle spalle del Liverpool. Ai partenopei tocca affrontare nella fase a eliminazione diretta il Barcellona, storica rivale del Real. All’andata il Napoli ha pareggiato 1 a 1 al San Paolo, il ritorno al Camp Nou sarà per gli azzurri uno scoglio davvero difficile da sormontare.

Ai partenopei manca ancora un’affermazione storica contro il forte Real Madrid. I blancos sono da sempre una delle squadre più forti del panorama calcistico mondiale e così nelle prima 4 sfide tra le due formazioni il Napoli ha strappato solo un pareggio. La prima sfida è avvenuta in Coppa dei Campioni nel 1987, con il Napoli fresco vincitore dello scudetto. I partenopei pareggiarono all’andata 1 a 1 e il ritorno terminò 2 a 0 per le merengues.

In tempi più recenti invece le due squadre si sono incontrate nuovamente nel 2017, sempre in Champions League. Si giocavano gli ottavi di finale, un Napoli arrembante non riuscì a superare uno dei Madrid più cinici e performanti della storia, che riuscì a vincere per 3 a 1 sia all’andata che al ritorno. Era il Real Madrid che vinse ben 3 Champions League consecutive.

La storia di Napoli e Real Madrid si intreccia in tempi recenti attraverso il passaggio di diversi calciatori da una parte all’altra. Non solo, tra le fila di questi ex c’è anche un allenatore che, in un modo o nell’altro, è entrato nel racconto recente di queste due formazioni. Stiamo parlando di Carlo Ancelotti. Il tecnico emiliano ha allenato il Real Madrid dalla stagione 2013 a quella del 2015. È stato un periodo di reciproca soddisfazione, siglato dalla vittoria della Champions del 2014: la decima per il Real, la quinta per il tecnico (2 vinte da calciatore). Nel 2018 Ancelotti è passato sulla panchina del Napoli ma è stato esonerato a metà della stagione successiva.

Uno dei primi calciatori a vestire le due casacche è stato Freddy Rincon, centrocampista colombiano. Prima al Napoli nel 94/95, poi al Real nella stagione successiva. In tempi più recenti l’asse si è decisamente ribaltato, il Real ha infatti fornito al Napoli alcuni dei calciatori più importanti della sua storia recente: Raul Albiol, centrale difensivo titolare al Napoli dal 2013 al 2019 (ex Real Madrid dal 2009 al 2013, acquistato per 12 milioni di €); José Callejon, ala del Napoli dal 2013, uno dei giocatori più presenti nelle formazioni del Napoli nelle ultime stagioni (ex Real Madrid dal 2011 al 2013, acquistato per 10 milioni di €); Gonzalo Higuain, punta di spicco del Napoli dal 2013 al 2016, record di gol in una sola stagione di A con 36 reti nel 2016 (ex Real Madrid dal 2007 al 2013, acquistato per 40 milioni di €).