Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Serie B 26 giornata

La settima giornata del girone di ritorno della Serie B è un crocevia interessante per il campionato. Solitamente questo match si gioca a marzo e apre, di fatto, la fase primaverile del torneo. Da cui in poi infatti mancheranno poco più di dieci gare alla fine della competizione, scontri fondamentali per decidere l’ordine di piazzamento che si avrà nel finale.

Con SNAI rimani aggiornato sull’esito di tutte le gare e sui risultati della Serie B rivivendo da protagonista le emozioni dei turni decisivi della stagione. Tenta di pronosticare l’esito delle prossime sfide in calendario, visita la sezione dedicata alle scommesse sulla Serie B e scopri tutte le formule di giocata possibili. SNAI non solo ti offre le quote sempre aggiornate sul campionato cadetto, ma ti fornisce anche un’ampia serie di statistiche e informazioni utili per realizzare le tue puntate con pochi, semplici click.

La 26esima giornata del campionato di Serie B si apre con la decisiva vittoria della Sampdoria per 2-1 sul campo del Cosenza. La prima metà del match è equilibrata, con ritmi frenetici e confusione. Entrambe le squadre hanno occasioni, ma la Sampdoria sblocca il punteggio al 23' con un gol di Darboe, poi raddoppiato da De Luca. Il Cosenza accorcia le distanze con un gol di Frabotta nella ripresa, ma non riesce a pareggiare. Nel secondo match della giornata tra Feralpisalò e Ascoli, entrambe le squadre si battono duramente per ottenere i tre punti. L'Ascoli conquista un vantaggio grazie a Masini, ma la Feralpisalò non si arrende e continua a lottare. Il loro impegno viene premiato quando Manzari segna il gol del pareggio al 94', garantendo così un punto prezioso per la sua squadra. La partita tra Brescia e Reggiana si conclude con un pareggio senza gol. Le condizioni meteorologiche avverse hanno sicuramente influenzato il gioco, rendendo difficile per entrambe le squadre creare occasioni da rete significative.

La sfida tra Cremonese e Palermo si presenta completamente diversa, con ben quattro gol segnati. Brunori apre le marcature dopo 18 minuti, seguito dal raddoppio di Ranocchia prima dell'intervallo. Nella ripresa, nonostante la Cremonese sia in inferiorità numerica, Castagnetti e Coda riescono a pareggiare il punteggio, portando il risultato sul 2-2. La partita tra Cittadella e Catanzaro viene ribaltata nella seconda metà del tempo. I calabresi si portano in vantaggio al 19' con un gol magnifico di Iemmello, ma il Cittadella risponde dopo dieci minuti con il pareggio di Baldini. Nella ripresa, è ancora Iemmello a segnare, assicurando così la vittoria al Catanzaro. Il Sudtirol esce vittorioso dal match contro il Bari grazie a un rigore trasformato da Casiraghi al minuto sessanta. La squadra di casa dimostra concretezza mettendo in difficoltà gli avversari pugliesi, che continuano a vivere un periodo di forma negativo, senza riuscire a reagire.

Nella partita tra Como e Parma, assistiamo a un confronto di alto livello. Il Parma prende il comando con un gol di Benedyczak, dopo un'azione brillante di Mihaila. Ma al 24', il Como pareggia il punteggio grazie a Da Cunha e Verdi, sfruttando un errore difensivo del Parma. Gli emiliani guidati da Pecchia continuano la loro corsa verso la Serie A, mentre il Como resta in lizza per il secondo posto. Venezia-Pisa vede gli arancioneroverdi prendere il sopravvento al 17' con Pohjanpalo, ma il Pisa risponde al 23' con Bonfanti. Il gol decisivo arriva al 2' di recupero con Olivieri, portando il Venezia in vantaggio. Ternana e Lecco terminano in parità 0-0, deludendo i tifosi di entrambe le squadre. Il Lecco si porta al livello della FeralpiSalò a quota 21 punti, mentre la Ternana si unisce all'Ascoli al quartultimo posto con 26 punti. Modena e Spezia registrano lo stesso risultato, ma dimostrano più determinazione. Esposito, Santoro, Abiuso e Oukhadda tentano la rete, ma Zoet si dimostra sempre attento.

Serie B 2023/2024 26a giornata: risultati esatti

  • Cosenza - Sampdoria 1 - 2
  • FeralpiSalò - Ascoli 0 - 1
  • Brescia - Reggiana 0 - 0
  • Cremonese - Palermo 2 - 2
  • Cittadella - Catanzaro 1 - 2
  • Sudtirol - Bari 1 - 0
  • Como - Parma 1 - 1
  • Pisa - Venezia 1 - 2
  • Ternana - Lecco 0 - 0
  • Modena - Spezia 0 - 0

I match della 26esima giornata si aprono con Pisa e Perugia. Gli umbri segnano al 39’ con l’occasione del rigore assegnato alla squadra che trasforma Casasola. Durante il secondo tempo però i toscani giocano in maniera più incisiva e infatti si portano a casa due gol. Uno al 51’ di Morutan e l’altro al 58’ di Marin. Il Pisa quindi si porta a casa la giornata per 2 a 1 contro il Perugia. Frosinone e Parma regala grandi emozioni invece ai tifosi. I Ducali segnano il primo gol al 6’ con Vazquez e consolidano al 21’ con Ansaldi. Per i Ciociari invece risponde Caso al 25’ ma Zanimacchia al 35’ chiude le reti del primo tempo, portando il Parma sul 3 a 1. Al secondo tempo Mulattieri regala un altro punto al Frosinone al 48’ seguito poi da quello di Moro al 71’. L’impegno dei Ciociari però non basta perché a chiudere la serie di gol c’è di nuovo Vazquez al 73’ che decide la vittoria del Parma per 4 a 3. Si chiude a reti inviolate invece Venezia – Cagliari. Le due formazioni provano a farsi avanti ma nessuna delle due riesce ad arrivare alla conclusione. 0 a 0 è il punteggio finale della partita tra queste due squadre.

Pareggio anche per Sudtirol e Palermo. Gli altoatesini e i siciliani concludono il match sull’1 a 1. Le reti sono di Cissé al 5’ per il Sudtirol e di Soleri al 48’ per il Palermo. Vittoria schiacciante del Como invece che si scontra con il Cosenza. I Lariani segnano al 12’ con Gabrielloni ma poi Marras risponde al 26’ per i Lupi della Sila. A chiudere le reti del primo tempo c’è poi il rigore messo dentro da Cutrone al 45’+3’ per il Como. I Lariani però ricevono un punto dagli avversari con l’autorete di D’Orazio che fa arrivare la squadra a quota 3. Il Como però consolida ancora e al 71’ conquista per altre due volte la porta avversaria, una al 71’ con Ioannou e l’altra al 76’ con Gabrielloni. La partita quindi viene vinta dal Como per 5 a 1. Tra Ternana e Cittadella ad avere la meglio sono i veneti. A segnare per primi però sono gli umbri al 32’ con Diakite ma poi la doppietta di Crociata ribalta il risultato. Il giocatore segna al 67’ e poi al 90’+3’ chiudendo il match sul 2 a 1 per il Cittadella.

Tra Brescia e Bari si portano a casa la giornata i pugliesi che concludono la partita con un bel 2 a 0. Ad arrivare al gol sono Benedetti al 21’ e poi Scheidler al 90’+3’. La Reggina invece conquista la vittoria in casa contro il Modena. Al 26’ Pierozzi porta i calabresi in vantaggio ma Tremolada per i Canarini riequilibra il risultato al 39’. Sancisce il vantaggio definitivo della Reggina la rete di Strelec al 59’ che chiude la gara sul 2 a 1. Gli incontri di 26esima giornata continuano con Genoa – Spal. Gli estensi non ce la fanno a contrastare per bene gli avversari che quindi conquistano la giornata per 3 a 0. Per i liguri vanno a segno Dragusin al 77’, Gudmundsson al 90’+3’ e poi Salcedo al 90’+7’. Ascoli – Benevento si chiude invece sullo 0 a 0. I marchigiani giocano in maniera più incisiva ma comunque non riescono ad arrivare alla conclusione mentre gli Stregoni affrontano la partita carichi di tensione. Questi i risultati e gli highlights delle partite giocate per la 26esima giornata di Serie B.

Serie B 2022/2023 26a giornata: risultati esatti

  • Pisa - Perugia 2 - 1
  • Frosinone - Parma 3 - 4
  • Venezia - Cagliari 0 - 0
  • Sudtirol - Palermo 1 - 1
  • Como - Cosenza 5 - 1
  • Ternana - Cittadella 1 - 2
  • Brescia - Bari 0 - 2
  • Reggina - Modena 2 - 1
  • Genoa - Spal 3 - 0
  • Ascoli - Benevento 0 - 0

Si chiude con la 26esima giornata il febbraio della Serie B, un mese denso di appuntamenti che ha visto numerosi turni infrasettimanali. Interessanti le partite di questa giornata, che hanno causato qualche spostamento degli equilibri preesistenti. Spicca, ad esempio, il passo falso del Brescia contro il Como: con questo pareggio i lombardi hanno dovuto cedere il comando della classifica a Lecce e Cremonese, vittoriose rispettivamente contro Monza e Ternana. A Como è finita 1-1: i padroni di casa passano in vantaggio nel primo tempo con Cerri, il Brescia fa più fatica del previsto a rispondere. Ci riesce nella seconda frazione di gioco con Ayé; nel rocambolesco finale le due squadre vedono annullarsi un gol ciascuna. Ottimo successo della Cremonese, che ha battuto la Ternana in una gara densa di emozioni. Il primo tempo si è concluso a reti inviolate, ma nel secondo è successo di tutto. Baez porta in vantaggio i suoi con un destro da fuori area, pochi minuti dopo la Ternana pareggia con Mazzocchi, infine torna avanti la Cremonese grazie a un tiro potente di Gaetano da fuori area. Il big match tra Monza e Lecce non è stato da meno, anche qui tante emozioni ma un solo gol: basta la rete su rigore di Coda per decidere le sorti della gara. Ma nell'arco dei 90 minuti è successo di tutto, e anche nel recupero: al 93' viene annullato un gol al Lecce per un fuorigioco di Rodriguez, mentre al 96' Gytkjær calcia su Gabriel che para con i piedi e salva il risultato. Al termine della 26esima giornata, dunque, la vetta della classifica appare così: Lecce e Cremonese in testa con 49 punti, seguite dal Brescia a quota 48.

A scendere, troviamo Benevento e Pisa con 46 punti. Con la differenza che i campani hanno vinto, mentre i toscani hanno subito una battuta d'arresto. Il Benevento è infatti andato in trasferta a Perugia, dove ha strappato la vittoria grazie alla rete di Forte su calcio di rigore. Il Perugia ha lottato nel secondo tempo, sfiorando il gol con De Luca che ha colpito la traversa con un gran colpo di testa, gli umbri hanno anche pagato l'espulsione di Kouan per doppia ammonizione. Al Granillo il Reggina batte il Pisa, agguantando la terza vittoria consecutiva. Decide il gol di Jeremy Menez, concesso da Nagy con un assist involontario all'interno della propria area di rigore. Protagonista assoluto dell'incontro è stato il portiere amaranto, che ha custodito il vantaggio eseguendo interventi magistrali sugli attaccanti avversari.

Nella zona pericolosa della classifica ha un certo peso il successo del Vicenza contro il Pordenone, in quello che era uno scontro salvezza a tutti gli effetti. I veneti sono passati grazie al grande tiro a giro di Da Cruz, che ha infilato il pallone all'incrocio dei pali. Gli ospiti hanno cercato di rimediare, ma il loro assalto si è svolto principalmente sul piano fisico, mentre su quello tattico sono risultati imprecisi. Nuova sconfitta anche per il Crotone, battuto dall'Ascoli settimo in classifica. Eppure la vittoria dei bianconeri si è concretizzata all'ultimo, con i rossoblù in vantaggio fino all'84'. Il Crotone, infatti, trova il vantaggio al 54' con Kone, ma tra l'84' e il 90' viene raggiunto e superato: prima Falasco pareggia i conti, poi Maistro batte un calcio di rigore addosso al portiere, ma si avventa sulla ribattuta e ripara il danno ribadendo la palla in rete. Infine, termina 3-0 Cittadella - Frosinone: a punire i ciociari sono stati i gol di Beretta (20'), Tounkara (25') e ancora Beretta (42'). Il Frosinone resta in zona playoff, ma incassa la terza sconfitta nelle ultime cinque partite.

Serie B 2021/2022 26a giornata: risultati esatti

  • Parma - Spal 4 - 0
  • Vicenza - Pordenone 1 - 0
  • Ternana - Cremonese 1 - 2
  • Cosenza - Alessandria 2 - 1
  • Como - Brescia 1 - 1
  • Perugia - Benevento 0 - 1
  • Cittadella - Frosinone 3 - 0
  • Ascoli - Crotone 2 - 1
  • Monza - Lecce 0 - 1
  • Reggina - Pisa 1 - 0

In questa prima giornata di inizio primavera, si gioca a inizio marzo e con una temperatura mite su tutti i campi, comincia ad allungarsi la classifica della serie B. L’Empoli infatti, che è stata capolista per più di metà stagione, vince sul campo della Reggina, con autorevolezza. Le contendenti invece ciccano la loro opportunità di stare al passo e mancano quasi tutte la vittoria. Le uniche, tra le squadre posizionate nei playoff, a trionfare sono il Venezia e il Chievo Verona, parte di una quota veneta che caratterizza con un certo peso questa stagione. La formazione veronese supera con una prestazione importante uno spento Pordenone, squadra che si avvia pericolosamente verso gli inferi della classifica. I ramarri rimpiangono il loro bomber Diaw, che si è perso nella panchina del Monza, spesso frequentata. Il Chievo invece risulta pratico e, per una volta, cinico. Vince la partita 3 a 0 e rosicchia qualcosa a Salernitana, Monza e Spal. Il Venezia da par suo supera una Reggiana difficile, addirittura brillante per 20 minuti. Al Venezia, andato sotto al 20’, è servita la rimonta guidata da Aramu per avere ragione degli emiliani. La squadra della laguna continua a palesare risorse che non pareva potessero appartenergli.

Stesso discorso per la Salernitana, in generale. Rispetto al match con la Spal, invece, questi 90 minuti si andranno a iscrivere nella lista delle occasioni perse di questa stagione. Speriamo che alla fine non risulti fatale la traversa che Di Tacchio colpisce all’89’ su calcio di rigore. Intanto la Spal esulta tirando un sospiro di sollievo. Non vanno oltre il pari anche Monza e Frosinone, che impattano 2 a 2. La squadra di Nesta ha un moto d’orgoglio e tiene testa ai brianzoli che vorrebbero farne un sol boccone. Infatti al primo gol di Iemmelo gli uomini di Brocchi reagiscono prontamente e ribaltano con Paletta e Gytkjaer. A inizio ripresa però Salvi realizza il due pari e saggiamente il Frosinone conduce in porto un punto importante. Va peggio al Lecce che invece domina il match contro la Virtus Entella, ma termina a pareggiare 0 a 0. I salentini fanno la partita e concludono spesso in porta, ma l’Entella (e soprattutto il suo giovane portiere) fanno buona guardia.

Fuori dalla rosa di quelle che sognano la post season vanno segnalate tre vittorie importanti. La prima è quella del Vicenza contro la Cremonese. Non solo perché avvicina la Lanerossi alla salvezza, ma anche per l’autorevolezza di questo 3 a 1. La stessa con la quale il Pisa vince con l’Ascoli 2 a 0 e il Brescia batte il Cosenza con il medesimo score. I toscani si avvicinano alla zona playoff e lasciano l’Ascoli terzultimo. Le rondinelle invece prendono respiro e continuano a beneficiare della cura Clotet. I calabresi continuano a non vincere e questo per ora li relega in zona plyout.

Serie B 2020/21 26a giornata: risultati esatti

  • Vicenza – Cremonese 3 - 1
  • Ascoli – Pisa 0 - 2
  • Brescia – Cosenza 2- 0
  • Chievo – Pordenone 3 - 0
  • Cittadella – Pescara 0 - 1
  • Lecce – Entella 0 - 0
  • Reggina – Empoli 0 - 3
  • Salernitana – Spal 0 - 0
  • Frosinone – Monza 2 - 2
  • Venezia – Reggiana 2 - 1