Scommesse Calciomercato

Con SNAI hai davvero la possibilità di scommettere su tutto, anche sul calciomercato. Hai mai avuto una brillante intuizione sul passaggio di un giocatore da una squadra all'altra? Sei sempre stato più interessato agli aspetti economici che al calcio giocato? In questa pagina di SNAI.it puoi scommettere sul calciomercato. Come? Ti proponiamo la quota relativa a un calciatore che ha delle possibilità di essere ceduto, sta poi a te intuire se quel campione resterà una bandiera della sua squadra o deciderà di correre verso nuovi lidi. Inoltre grazie all'app nativa di SNAI, il cui download è disponibile dal sito di SNAI, potrai stare al passo del rincorrersi delle notizie, seguire tutte le ultime novità e piazzare in qualunque momento la tua puntata. Sarai tu il prossimo re del calciomercato?

Pronostici e quote sul Calciomercato

Crescere seguendo il calcio, il campionato di Serie A piuttosto che i più svariati tornei d'Europa e del mondo, avere una quasi intimità con quell'universo pallone che da sempre ci affascina, crescere in questo contesto significa anche sapere di calciomercato. Se ne parla al bar, durante la pausa caffè in ufficio, a scuola, in famiglia, il calciomercato è una materia che tutti finiscono per conoscere, almeno per osmosi, anche quelli che non sanno spiegare la regola del fuorigioco. Un vezzo moderno, a dirla tutta, che nasce di pari passo con l'aumento di ingaggi e cessioni, un exploit che nel calcio moderno corrisponde a cambi di casacca continui per cifre fuori dalla quotidiana comprensione, ma che non è sempre stato così.

Nel 1948 Valentino Mazzola, capitano del Grande Torino comunemente riconosciuto come uno dei più forti numeri 10 della storia del calcio italiano, ricevette all'apice della sua carriera un'offerta dall'Inter per 10 milioni di lire; non volendo lasciare Torino, ma chiedendo un adeguamento del contratto, la situazione si risolse con i suoi compagni di squadra che convinsero il presidente a raddoppiare lo stipendio del campione (l'unico della squadra che avrebbe cominciato a guadagnare di più) felici e convinti del fatto che lo meritasse. Nel 2017 il calciatore brasiliano Neymar, in quell'anno stabilmente tra i 10 attaccanti più forti del mondo, è stato ceduto dal Barcellona al Paris Saint Germain per 222 milioni di euro segnando il record, fino a quel momento, di cessione/acquisto più caro della storia del calcio.

Il calcio è cambiato davvero molto, ma se sei rimasto al passo coi tempi e segui attentamente le mosse dei procuratori più quotati allora le scommesse SNAI sul calciomercato saranno pane per i tuoi denti. Puoi scegliere un giocatore tra quelli che hanno più mercato e possibilità di essere ceduti, e scegliere se è più probabile che sia ceduto entro la chiusura della finestra di mercato piuttosto che restare nella sua squadra. Dicono che non ci sono più bandiere nel calcio, i fatti lo dimostrano, ma le scommesse di SNAI sul calciomercato non sono mai state così divertenti.

Bombe del calciomercato 2021

Nell’estate 2021 il calciomercato ha visto protagoniste soprattutto le squadre inglesi e il Paris Saint Germain, tra le poche formazioni a potersi permettere l’onere di trasferimenti importanti. Dopo un anno in cui le società di tutta Europa hanno dovuto fare a meno degli introiti portati dall’afflusso dei tifosi allo stadio le casse sono entrate in rosso, tranne quelle delle società con le società più ricche. Purtroppo l’Italia è stato uno dei campionati più depredati e in questa sessione di mercato 2021 sono volati via alcuni campioni di rilievo del campionato dei campioni d’Europa.

Partendo proprio dalla Serie A, l’acquisto più oneroso effettuato nel mercato italiano è quello di Tammy Abraham dal Chelsea alla Roma, trasferimento pagato 40 milioni di euro. Un acquisto molto utile alla squadra capitolina allenata da Mourinho, come i tifosi hanno già avuto modo di apprezzare nelle prime uscite dei giallorossi. Sempre su quella fascia di prezzo abbiamo il passaggio di Manuel Locatelli, campione d’Europa, dal Sassuolo alla Juventus. Un passaggio che però ha diverse particolarità: metà del pagamento sarà effettuata solo il prossimo anno, il resto sarà spalmato in più stagioni e con un’oscillazione legata ai bonus. Ben più ricco il piatto delle partenze: l’Inter ha deciso di far cassa lasciando partire Romelu Lukaku per 115 milioni di euro al Chelsea. Il bomber dello scudetto ha preso questa decisione a metà agosto lasciando i tifosi profondamente delusi dall’addio. Prima ancora c’era stata la partenza di un altro grande protagonista dello scudetto ovvero Achraf Hakimi, pagato 60 milioni di euro dal Paris Saint Germain. Chiudiamo l’estate italiana degli addii con i saluti di Gianluigi Donnarumma al Milan, preso a parametro zero dai parigini con l’impegno di uno stipendio a doppia cifra. Via anche Cristiano Ronaldo dalla Juventus, affare concluso in extremis con il Manchester United. Il portoghese ha espresso la sua volontà di andar via ed è stato presto accontentato.

L’acquisto più caro dell’ultima parentesi di mercato è stato quello di Jack Grealish dall’Aston Villa al Manchester City. Giocatore inglese dalle enormi capacità, gran corsa e visione di gioco, fortemente voluto da Guardiola e pagato ben 117,5 milioni di euro. Il City avrebbe cercato anche Harry Kane, ma l’affare non si è concluso. Sulla sponda United invece gli alti movimenti interessanti sono stati l’arrivo di Jadon Sancho per 85 milioni e Raphael Varane per 40. A fare notizia è stato l’addio di Messi dal Barcellona per accasarsi al Paris Saint Germain, la squadra che probabilmente ha accumulato più campioni nell’ultimo periodo. Il Barca ha detto addio anche ad Antoine Griezmann che è passato in prestito all’Atletico per 10 milioni di euro, farà coppia con l’altro ex Suarez.

Bombe del calciomercato 2020

Il calcio europeo e il mondo intero sono stati sconvolti dalla pandemia da coronavirus che da fine febbraio 2020 ha incominciato a propagarsi per il vecchio continente. La conseguenza è stata in primi il lockdown di marzo durato circa tre mesi, un periodo in cui ovviamente sono state sospese tutte le competizioni sportive. Poi dopo questa prima chiusura i vari campionati sono ripartiti, ma senza pubblico sugli spalti. Quindi si è aperta la stagione 2020/21 che è passata già alla storia per quella che non vedrà pubblico sugli spalti in nessuna parte del mondo. Tutto ciò ovviamente ha causato un tracollo delle entrate per i grandi club che sono entrati tutti in difficoltà a livello finanziario. Chiaramente il mercato è stato uno degli elementi che più ne ha risentito, non più spese folli ma tanti prestiti. Il covid-19 ha messo il calciomercato in stand by.

Ciò nonostante i top club non sono rimasti proprio con le mani in mano e qualche colpo di livello c’è comunque stato. Uno di questi è l’acquisto di Thomas da parte dell’Arsenal che lo ha pagato 50 milioni all’Atletico Madrid. Questi milioni, più altri 6, sono serviti ai colchoneros per riscattare Morata dal Chelsea e girarlo in prestito alla Juventus. Si è fatta vedere l’Inter con i 40 milioni per Hakimi pagati al Real Madrid. Una delle squadre che ha investito di più in Europa è a sorpresa una neopromossa della Premier League, il Leeds del presidente Radrizzani che ha investito oltre 100 milioni per comporre una squadra all’altezza della categoria. Tra gli acquisti più cari invece c’è il passaggio di Arthur dal Barcellona alla Juventus, attenuato però dallo scambio con Pjanic. Infine sono da segnalare gli acquisti di altre due inglesi: il Manchester City prende Akè per 45 milioni dal Bournemouth e Ferran Torres dal Valencia per 23 milioni; al Chelsea invece va l’acquisto più oneroso, quello di Kai Harvetz dal Leverkusen per 80 milioni di euro. Vanno però aggiunti quelli di Timo Werner dal Lipsia per 53 milioni di euro, Hakim Ziyech dall’Ajax per 40 milioni, Ben Chilwell dal Leicester per 50,2 milioni. In tutto il Chelsea ha speso quasi 250 milioni di euro, per il patron Abramovich la crisi non esiste.

Bombe del calciomercato 2019

La grande protagonista del calciomercato 2019 è stata la Liga spagnola che si è aggiudicata i 3 pezzi più costosi della finestra di mercato estiva. Il giocatore più pagato è stato Joao Felix che è passato dal Benfica all’Atletico Madrid per 126 milioni di euro. Al secondo posto c’è Antoine Griezmann che ha lasciato proprio l’Atletico per muoversi al Barcellona per 100 milioni di euro. Chiaramente le due operazioni sono legate tra loro, visto che con i soldi di Griezmann i colchoneros hanno acquistato Joao Felix. Al terzo posto c’è il Real Madrid con l’acquisto di Eden Hazard dal Chelsea per 100 milioni di euro.

Non si dica però che ha far spalancare i portafogli siano solo gli attaccanti, infatti nell’ultima parentesi di mercato ci sono stati gli acquisti più cari nella storia dei difensori. Primo tra tutti Harry Maguire, ex centrale dello Sheffield United passato al Manchester United per 87 milioni di euro. Segue Mattijs de Ligt: 85,50 milioni di euro per il passaggio dall’Ajax alla Juventus. Merita una citazione anche il colpo del calciomercato invernale operato dal Borussia Dortumund. I renani si sono aggiudicati il prospetto Erling Haland, il nuovo fenomeno del calcio europeo pagato 30 milioni di euro al Salisburgo. Un affare portato a casa con grande intelligenza e promettendo al giovanissimo (19 anni) un posto da titolare inamovibile. Il norvegese ha ripagato l’investimento cominciando a segnare a raffica anche con i gialloneri.

Com’è andata la finestra di calciomercato nel 2018

Il calciomercato del 2018 ha avuto un colpo più grande degli altri, un colpo tutto francese fatto dal Paris Saint Germain che ha speso circa 175 milioni di euro per Kylian Mbappé, giovanissimo bomber campione del Mondo con la Francia di Deschamps. Questo è stato un colpo che guarda soprattutto al futuro considerata la giovane età e il mostruoso talento del calciatore. Mentre il colpo della Juventus è stato rivolto all’immediato presente: Cristiano Ronaldo per circa 95 milioni di euro. Molti non credevano che il portoghese potesse mai atterrare a Torino per giocare in serie A e invece è andata proprio così.

Molto particolare è il dato che terzo e quarto acquisto più oneroso del mercato 2018 sono stati Kepa Arrizabalaga e Allison, due portieri. Il primo è passato dall’Athletic Bilbao al Chelsea per 77 milioni di euro mentre Allison ha lasciato la Roma e si è accasato al Liverpool per ben 70 milioni di euro. Insomma, nel costante mutare del calcio moderno resiste ancora il vecchio adagio che “non si vincono campionati se non si ha una grande punta e un ottimo portiere”.

Calciomercato: cessioni e acquisti record

Non verrà mai il giorno in cui un tappeto di erba verde con due porte e un pallone che corre lungo le linee bianche smetterà di essere una fonte inesauribile di emozioni, di romanticismo spudorato e storie destinate alla leggenda. Ma questa è solo essenza nascosta di uno sport che è andato via via patinandosi, almeno nelle sue manifestazioni di prim'ordine, consegnandosi senza troppa convinzione alle ragioni del mercato. Ed è così che nelle ultime decadi il crescendo di acquisti e cessioni a prezzi sempre più esorbitanti ha equiparato l'importanza delle gesta sportive, pagate a peso d'oro.

In un calcio di patron, uomini dal patrimonio certamente riguardevole ma soprattutto molto legati alla propria squadra, o di soci finanziatori (come nella Liga spagnola), l'entrata in scena dei magnati e dei petrodollari (così ribattezzati i proventi del petrolio) ha fatto saltare il piatto. Le ingenti risorse economiche di questi mecenati del pallone, unite all'aggressivo modo di operare sul mercato con spregiudicatezza e proposte indecenti, ha alzato l'asticella della spesa media per cessioni e acquisti vertiginosamente.

Menzione speciale per Roman Abramovich, magnate del petrolio russo che è stato il primo tra tutti i milionari a comprare un club calcistico nel panorama europeo. Acquistò la squadra inglese del Chelsea nel 2003, una squadra che era in ripresa da un lungo percorso di anonimato tra le leghe inglesi, ma che di lì a poco sarebbe diventata una delle squadre più titolate dell'intero panorama calcistico grazie alle diverse vittorie in campionato e in FA Cup, l'affermazione in Champions Leaugue e in Coppa Uefa, mancando di fatto tra tutti i titoli nazionali e internazionali solo la Coppa del mondo per clubs.

Un calcio, quelli all'inizio del nuovo millennio, dove lo sforzo economico sembrava ancora proporzionale all'effettivo guadagno che produceva l'avere in squadra queste stelle, la vittoria dei trofei, la vendita dei biglietti e qualche cessione per far quadrare il bilancio. Le imprese del calciomercato moderno hanno invece fissato dei tetti economici molto più alti, difficilmente accessibili anche a quella fortunata élite di presidenti benestanti e ben disposti verso gli investimenti per la propria squadra. Le cifre, come quella di Neymar sopracitata, non lasciano troppo spazio alle possibilità delle outsider e sembrano aver sottratto potere alle società per darne ai procuratori dei campioni (che ad oggi fatturano molto di più di singole squadre). In questo rebus si aggiungono anche i nuovi mercati orientali: il calciomercato asiatico apre nella parentesi invernale e sta crescendo esponenzialmente in termini di acquisti dall'Europa. Ma i giocatori non bastano, investitori con gli occhi a mandorla hanno acquistato quote o per intero squadre quali: Milan, Inter, Manchester City, West Bromwich Albion, Aston Villa, Birmingham, Wolverhampton, Atletico Madrid, Espanyol, Granada, Sochaux, Auxerre, Nizza, Lione.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita per colonna

Min: {{sistemino[1] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino[2] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Vincita per colonna con Bonus

Min: {{((sistemino.betQuotaBonusMin*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{((sistemino.betQuotaBonusMax*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.