Scommesse sportive sul Campionato di serie A

Campionato di Serie A

È la principale competizione calcistica tenuta in Italia e assegna, al termine di ogni stagione, il titolo di CAMPIONE D’ITALIA, ossia lo scudetto. È anche il più importante evento sportivo che, ogni anno, si disputa in Italia e quello che raccoglie il maggior numero di puntate per quanto concerne le scommesse serie A, sia nei punti vendita sia per quanto concerne il betting online, grazie ai vari bonus scommesse senza deposito che SNAI mette a disposizione dei propri giocatori.

La storia della formula

Dopo una serie di edizioni svolte con formule variabili, tra cui la divisione delle squadre in gironi di matrice geografica, a partire dalla stagione 1929-30, il campionato è stato strutturato come un girone unico che dà vita a un torneo all’italiana in cui ogni squadra incontra le avversarie per due volte, una sul proprio campo, l’altra in trasferta. Il calendario viene tradizionalmente diramato nell’ultima settimana di luglio e si compone di due fasi: il girone di andata, in cui ogni squadra incontra tutte le avversarie, alternando partite in casa e in trasferta, e il girone di ritorno, che replica la sequenza di incontri dell’andata, a campi invertiti. Chi, alla fine del girone d’andata è in testa alla classifica, viene insignito del titolo, dal valore simbolico, di “campione d’inverno”.

Il numero delle squadre

Il primo campionato italiano di calcio venne vinto dal Genoa Football & Cricket Club, nel 1898: la società genovese, fondata da inglesi, è stata la prima grande dominatrice della scena nazionale, cui si affiancò ben presto, negli anni Dieci e Venti del secolo passato, l’italianissima Pro Vercelli. La Serie A conta, attualmente, di venti squadre partecipanti, numero che, nella storia è variato notevolmente: nel 1929-30 furono 18 a prendere parte al primo campionato disputato con la formula attuale, per subire la riduzione a 16 (secondo il disegno originario) già nel 1934. Nel 1988-89 il numero delle squadre fu portato nuovamente a 18, per salire ulteriormente a 20 in occasione del campionato 2004-05.