Scommesse Fiorentina - Milan

Milan e Fiorentina sono due importanti squadre di calcio italiane, entrambe protagoniste del calcio professionistico nostrano. Le partite tra la formazione milanese e quella fiorentina sono da sempre molto accese ed appassionate, anche per via dei dissapori che caratterizzano il rapporto tra le tifoserie e che vengono alimentati dalle numerose polemiche che spesso ruotano intorno ai match tra Fiorentina e Milan.

La grande rivalità tra le tifoserie delle due formazioni sembra aver avuto inizio da uno specifico episodio sportivo risalente alla prima giornata di campionato dell'edizione 1979/80: il match, disputato presso lo stadio San Siro di Milano, termina con la vittoria dei rossoneri per 4 a 1. Al termine dell'incontro, complice la rabbia per la scottante sconfitta, i tifosi viola in trasferta si rendono protagonisti di scontri e atti di violenza sugli spalti che causano anche dei feriti. In seguito a quanto accaduto quel giorno, l'antagonismo tra le due squadre si acuisce inesorabilmente sia in campo sia nelle curve delle rispettive tifoserie, ma anche nelle operazioni di calciomercato.

A tale riguardo, è possibile citare il trasferimento di Riccardo Montolivo dalla Fiorentina al Milan al termine della stagione 2011/12: il centrocampista lascia la maglia viola per quella rossonera, ma, non avendo firmato il precedente contratto di rinnovo con la società viola, Montolivo era in quel momento senza alcun ingaggio. Il suo trasferimento al Milan non produce quindi alcun guadagno per la Fiorentina, che vive il gesto di Montolivo come un vero e proprio torto verso la squadra. Questo episodio ha inesorabilmente contribuito ad aggravare l'astio già esistente tra Fiorentina e Milan.

Il club viola e quello rossonero sono protagonisti di un numero eccezionale di match in Serie A, sfide caratterizzate dall'accesa rivalità di cui sopra, ma anche divenute appuntamenti molto attesi in ragione del grande spettacolo offerto dalle due formazioni e dall'esito tutto fuorché scontato delle gare. Non a caso, Milan - Fiorentina rappresenta una delle classiche del campionato italiano, una gara capace di tenere con il fiato sospeso le opposte tifoserie, ma anche gli amanti delle scommesse calcistiche, sempre pronti a misurarsi con i pronostici più complessi. Su SNAI.it, puoi mettere a segno le tue giocate su Milan - Fiorentina con pochi, semplici click; in più, hai dalla tua il grande archivio di dati e statistiche creato da SNAI, dove trovi tantissime informazioni sui precedenti storici tra le due squadre e sulle loro performance in campionato.

Risultati e commenti su Fiorentina - Milan

Scopri tutti i risultati delle sfide di Serie A 2020/2021 tra Fiorentina e Milan con la cronaca tecnica di SNAI.

Risultato e commento Fiorentina – Milan 20/11/2021

Tante le reti e gli episodi da discutere nella gara tra Fiorentina e Milan della 13esima giornata di campionato di Serie A. I viola giocano in casa contro un avversario di tutto rispetto, i rossoneri sono infatti in vetta alla classifica e hanno tutta l'intenzione di proseguire la corsa andando a conquistare i tre punti a Firenze. Si scalda subito la partita, al 5' Guida annulla un gol ai rossoneri che dopo qualche minuto subiscono la prima rete per merito di Duncan, che contro ogni pronostico fa guadagnare ai suoi il vantaggio contro i primi in classifica. Sta per terminare il primo tempo quando la Fiorentina trova il raddoppio con Saponara: il portiere rossonero non può nulla di fronte al tiro a giro sotto il palo lungo dell'attaccante viola. Anche nella seconda frazione di gioco la squadra di Italiano, incoraggiata dal vento favorevole, crea problemi all'avversario. Al 60' arriva il gol del 3-0 firmato Vlahovic, che con un rapido dribbling supera Tatarusanu e scarica in porta. A questo punto i ragazzi di Pioli tirano fuori la grinta e provano a riprendere in mano la partita, grazie a due reti di Ibrahimovic al 62' e al 67', che non bastano: ecco ancora Vlahovic che con un tiro dal limite dell'area buca la porta avversaria e distanzia nuovamente i rossoneri. La partita riserva ancora emozioni con un guizzo finale della squadra ospite, che ottiene la terza rete, ma soltanto grazie a un autogol di Venuti. Al fischio finale il verdetto è un 4-3, un risultato scoraggiante per il Milan di Pioli che ha perso un'ottima occasione per allungare sul Napoli.

Risultato e commento Fiorentina – Milan 21/03/2021

Il Milan si porta in vantaggio al Franchi contro la Fiorentina grazie a Ibrahimovic, che segna dopo 9 minuti. La squadra di Prandelli pareggia al 17' con Pulgar, poi raddoppia a inizio ripresa grazie a una rete di Ribery. Il Milan reagisce e rimonta pesantemente: prima fa 2-2 grazie a un tap-in di Brahim Diaz, poi acciuffa il vantaggio con una bellissima conclusione di Calhanoglu. I viola partono bene, le due squadre si rispondono a vicenda, colpo su colpo, poi i rossoneri si portano in vantaggio con Ibra che, lanciato in profondità da Kjaer, batte Dragowski. La Fiorentina reagisce, Pulgar sorprende Donnarumma con una bella punizione e accorcia, poi Pezzella colpisce l'incrocio dei pali. La risposta rossonera è affidata sempre a Ibra che tutto solo davanti a Dragowski colpisce la traversa. Nella ripresa, la Fiorentina affonda con il sinistro di Ribery che fa il 2-1. Il Milan appare in difficoltà, ma trova la spinta sugli sviluppi di un angolo: Kjaer di schiena serve Brahim Diaz che di sinistro fa 2-2. L'entusiasmo scuote il Milan che inizia ad attaccare con insistenza: Tomori recupera palla, Kessié la passa a Calhanoglu che calcia e sorprende Terracciano, in porta al posto di Dragowski nella ripresa. Assalto dei viola nel finale, con Prandelli che si gioca tutti gli uomini offensivi, ma il Milan resiste e porta a casa una vittoria importantissima per l'atto finale del campionato. I rossoneri allungano a +4 sulla Juve e accorciano a -6 sull'Inter, mentre c'è grande delusione da parte della Fiorentina, che ha disputato un'ottima partita ma senza punti.

Risultato e commento Milan – Fiorentina 29/11/2020

Il Milan torna ad affermarsi in classifica imponendosi contro la Fiorentina per 2-0 nel match valido per la nona giornata di Serie A. La sblocca Romagnoli al 17', poi Kessie firma il 2-0 su rigore dieci minuti dopo, per il secondo ko di fila per la formazione di Prandelli. Dopo il gol del vantaggio, il Milan rischia di subire il gol del pareggio, ma Donnarumma salva. La partita è, per buona parte, un monologo rossonero che annienta pian piano la squadra di Prandelli: solamente Ribery riesce a mettere pensiero a Donnarumma con un pallonetto, ma Gigio è abile a metterci la mano, poi interviene Romagnoli ad allontanare la pericolosa palla. Sempre Donnarumma salva le sorti rossonere verso la fine, quando Pezzella gli fa fare gli straordinari con un colpo di testa pericoloso. Il Milan difende, crea occasioni, ma Dragowski è bravo a disorientare Kessie sul secondo rigore della serata, concesso per una trattenuta di Caceres in area su Hernandez: Kessie dal dischetto, ma stavolta Dragowski nega la gioia al centrocampista rossonero. A nemmeno mezz'ora dall'inizio della partita, il Milan è già sul 2-0. Nella ripresa, i rossoneri ci provano in due occasioni prima con Calhanoglu da fuori area, poi con Tonali: il primo centra il palo, mentre il secondo calcia nelle mani di Dragowski. Ribery sfiora il gol al 54' con un pallonetto, ma Donnarumma nega alzando la mano. Il Milan riprende spazio e ci prova con Calhanoglu e Kessie, i ragazzi di Prandelli smettono di crederci, ottengono due cartellini gialli (Biraghi e Amrabat), poi il resto del match vede i rossoneri difendere il doppio vantaggio, dimostrando di sapersela cavare anche senza Ibrahimovic.

Milan - Fiorentina: gli incontri più significativi

Fiorentina e Milan si sono sfidate in più di 150 occasioni sui campi della Serie A e della Coppa Italia. La partita di esordio della formazione viola nel campionato di calcio di massima serie risale al 20 settembre del 1931, proprio contro il Milan: il match termina in parità per 1 a 1, sancendo il principio di una rivalità che passerà alla storia.

Il testa a testa tra la squadra di Firenze e quella di Milano si fa ancora più acceso negli anni '50, quando entrambe le squadre si trovano spesso a gareggiare per i primi posti nella classifica del campionato di Serie A. Nell'edizione del 1955/56, la Fiorentina conquista il primo Scudetto della sua storia, seguita dal Milan che ottiene il secondo posto.

Nelle annate seguenti, in un paio di occasioni, i rossoneri si aggiudicano il Tricolore per pochissimi punti in più rispetto ai viola: nel campionato di massima serie 1956/57, il Milan supera di soli 6 punti la Fiorentina e si aggiudica il suo sesto titolo. La squadra viola si ritrova nella medesima situazione due anni dopo, nell'edizione 1958/59 del torneo di Serie A che vede il Milan vincere il suo settimo Tricolore a soli 3 punti di distanza dalla Fiorentina.

L'occasione di rivincita dei toscani arriva nell'edizione 1974/75 della Coppa Italia: sul campo dello stadio Olimpico, la sera del 28 giugno 1975, Fiorentina e Milan disputano la rocambolesca finale di Coppa che vede il trionfo dei viola per 3 a 2 dopo una combattuta partita al cardiopalma. La formazione di Firenze si trova in un momento storico caratterizzato da una rosa giovane ma affermata. È il giocatore Casarsa a centrare la prima rete per i viola su calcio di rigore a soli 14 minuti dall'inizio della partita. Il pareggio rossonero non tarda ad arrivare con una rete di Bigon al '20 e, nei primi 9 minuti della ripresa, Guerini riporta i viola in vantaggio. Al '65 arriva il gol dell'ex viola Chiarugi che sorprende Superchi, lo anticipa e deposita la palla in rete. È di nuovo pareggio, ma per poco: Paolo Rosi firma il trionfo dei viola realizzando la rete del 3 a 2.

Fiorentina e Milan tornano a sfidarsi nel 1996, in occasione della partita valevole per la vittoria della Supercoppa italiana: la finale, giocata a fine agosto nello stadio Meazza del capoluogo lombardo, vede la formazione di Firenze imporsi su quella di Milano per 2 a 1 grazie alla doppietta dell'argentino Batistuta. Sarebbe impossibile tentare di riportare in parole la commozione e la gioia dei giocatori viola, che riescono ad espugnare il forte meneghino sovvertendo ogni pronostico: il Milan era chiaramente il club favorito per la vittoria, poiché veniva dalla conquista del suo quindicesimo Tricolore.

In anni più recenti, è possibile ricordare uno dei match con la maggiore differenza reti, ovvero quello che Fiorentina e Milan si trovano a disputare nel mese di gennaio del 2001 sui campi della Serie A: presso lo stadio di Firenze, la squadra di casa riesce ad imporsi perentoriamente sulla formazione ospite infliggendole un pesante 4 a 0. Al 14' di gara, Nuno Gomes, lasciato solo nell'area rossonera, realizza un gol di testa su punizione di Rui Costa. Il raddoppio arriva al primo minuto della ripresa su passaggio di Torricelli per Cois, che controlla la palla e la scaglia perentoriamente nella porta avversaria. Al 25', i tifosi assistono al contropiede dei gigliati che raggiungono l'area di rigore rossonera, lasciata sguarnita, e vanno a segno con Chiesa. È il 3 a 0, ma la partita non è ancora finita: al 41', Rui Costa aggancia la palla su passaggio di Bressan, la controlla e si fa beffa del portiere del Milan con un potente calcio rasoterra che termina in rete. La partita termina 4 a 0 per i viola.

Nel Campionato 2004/05, è il Milan a vincere sulla Fiorentina per 6 a 0 grazie ad un trionfo di doppiette ad opera di Crespo, Seedorf e Shevchenko. Quest'ultimo torna a casa con un Pallone d'oro, ma è festa anche per Seedorf che realizza due gol e per Kakà che appare grintoso e scatenato. Crespo contribuisce guadagnando una rete, mentre la formazione di Firenze appare priva di difesa e vulnerabile.

Nella stagione 2018/19, viola e rossoneri tornano a sfidarsi in occasione dei gironi di andata e di ritorno del campionato di Serie A. Per le due squadre si tratta di un'annata quasi diametralmente opposta: se da un lato il Milan è protagonista di una stagione positiva, anche se non brillante, che termina con un quinto posto in classifica e con la qualificazione per l'Europa League 2019/20 (che tuttavia sarà successivamente annullata dal TAS), la Fiorentina si trova a fare i conti con un buon avvio di campionato, a cui però segue un lento tracollo nel corso del girone di ritorno, che culmina con un sedicesimo posto in classifica, ad un passo dalla zona retrocessione.

La gara di andata tra la compagine rossonera guidata dal tecnico Gennaro Gattuso e quella viola allenata da Stefano Pioli si svolge il 22 dicembre 2018, presso lo stadio Giuseppe Meazza di Milano. Nel primo tempo, le forze delle due squadre sembrano equivalersi: entrambe le formazioni faticano a creare vere occasioni gol e le scarse azioni concluse dai meneghini devono fare i conti con la difesa impenetrabile del portiere viola Lafont. I primi 45 minuti di gioco scorrono senza grandi colpi di scena e così l'intervallo giunge quando ancora il risultato è fermo sullo 0 a 0. Nella ripresa, il ritmo della gara sembra aumentare, con un paio di occasioni interessanti per entrambi le squadre che si susseguono nell'arco di pochi minuti. Poi, come un fulmine a ciel sereno, al 73' arriva la rete di Chiesa per la Fiorentina, che spiazza il giovane Donnarumma con un potente tiro di destro. La restante parte del match prosegue tra attacchi dei rossoneri e pronti interventi di Lafont, che all'85' para con maestria un colpo di testa di Rodriguez. La partita di andata tra Milan e Fiorentina si chiude così con un'importante vittoria dei i viola per 1 a 0 in casa dei meneghini.

L'atteso appuntamento con il match di ritorno va in scena l'11 maggio 2019, a sole tre giornate dalla fine del campionato, quando la Fiorentina è alle prese con un netto crollo in classifica. La sfida, che si tiene nella cornice dello stadio Artemio Franchi di Firenze, vede i toscani, ora guidati da Vincenzo Montella, intenzionati a vender cara la pelle: sin dai primi minuti di gioco, l'attacco rossonero tenta di travolgere gli avversari, vedendo sfumare due importanti occasioni di gol al 20 ed al 24', sempre grazie a provvidenziali interventi del portiere viola. Nei minuti successivi, i meneghini continuano ad incalzare la formazione dei padroni di casa, costringendola sempre più nella sua metà campo; poi, al 35', ecco arrivare il gol di testa di Calhanoglu, su assist di Suso. Nella ripresa, Fiorentina e Milan sembrano a tratti tornare a fronteggiarsi ad armi pari, ma nonostante la lotta strenua dei gigliati l'incontro si conclude senza ulteriori reti, con i rossoneri che di conseguenza si aggiudicano il match per 1 a 0.

Fiorentina - Milan: i grandi nomi in comune

Oltre all'episodio del trasferimento di Montolivo dalla Fiorentina al Milan, vi sono altri giocatori che nel corso della loro carriera hanno militato sia in maglia viola sia in maglia rossonera: Alessio Cerci è stato in forze dal 2010 al 2012 presso la Fiorentina e nel Campionato 2015/16 presso il Milan. Davide Astori, che inizia la sua carriera calcistica nelle giovanili del Milan, dove gioca dal 2001 al 2006, per poi trasferirsi presso la Fiorentina nel 2015. Per quanto riguarda gli allenatori che hanno militato in entrambe le formazioni, si ricorda Sinisa Mihajlovic, responsabile della panchina viola nell'annata 2010/11 e di quella rossonera nel 2015/16.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita per colonna

Min: {{sistemino[1] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino[2] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Vincita per colonna con Bonus

Min: {{((sistemino.betQuotaBonusMin*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{((sistemino.betQuotaBonusMax*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.