Scommesse Torino – Juventus

Juventus e Torino sono due società e squadre di calcio italiane, entrambe rappresentative del capoluogo piemontese. L'incontro tra Juventus e Torino costituisce il derby di Torino, la stracittadina calcistica più antica d'Italia. La sfida tra le due formazioni è detta anche Derby della Mole, con una nomenclatura che si riferisce alla Mole Antonelliana (emblema della città).

La sfida tra Torino e Juventus rappresentava, nel dopoguerra, l'opposizione di due distinte classi sociali: la borghesia cittadina si avvicinò alla Juventus anche in seguito al legame della società con la famiglia Agnelli (1923), mentre la classe operaia divenne affine al Torino. Durante il Novecento, la sfida calcistica tra le due squadre di Torino fu vissuta come un confronto tra le due differenti personalità della città.

Negli anni '60 e '70, le correnti migratorie verso Torino trasformarono gli assetti cittadini, la Juve si accaparrò le simpatie degli immigrati diventando un club di fama nazionale con un numero illimitato di sostenitori in tutta Italia e, nei decenni seguenti, in tutto il globo. Al contrario, il Torino rimase strettamente radicato al proprio territorio e continuò a rappresentare lo spirito cittadino.

Oggi, le sfide tra Torino e Juventus sono tra le più intense ed emozionanti del panorama calcistico nostrano, attese con trepidazione da tifosi, amanti del grande calcio ed appassionati di scommesse sportive, poiché l'antica rivalità tra i due club è ancora molto sentita, sebbene sia ormai slegata dalla questione relativa alle classi sociali.

SNAI offre l’opportunità di seguire le dirette dei match, i risultati, le classifiche della Serie A e le statistiche relative alle formazioni per realizzare i pronostici utili per le scommesse sul Derby della Mole e sulle Big della massima serie di calcio italiana.

Risultati e commenti su Juventus – Torino

Rimani aggiornato sui risultati del derby della Mole in Serie A 2021/2022 tra Juventus e Torino.

Risultato e riepilogo Torino - Juventus 18/02/2022

Finisce in parità il derby della Mole, in questo anticipo di venerdì valido per la 26esima giornata di Serie A. Si tratta di una sfida che nel corso della storia ha regalato diverse emozioni, e per entrambe le squadre è un appuntamento importante e particolarmente sentito. La partita comincia e le due formazioni fanno subito girare palla in maniera veloce, andando a caccia del vantaggio. Prima ci prova Rabiot in corsa in seguito a un contropiede, il francese lanciato da Zakaria si inserisce in area e incrocia con il sinistro, ma il pallone finisce a lato per poco. Ma dopo pochi minuti arriva il vantaggio bianconero: corner battuto lungo, De Ligt di fisico stacca il suo avversario e buca la porta con un colpo di testa. Dopo il vantaggio è la Juve a gestire il gioco e al 23' ci riprova con un doppio tentativo: prima Dybala va alla conclusione e il portiere respinge, poi Morata calcia da fuori ma Milinkovic-Savic blocca. Verso la mezz'ora il Toro torna a proporsi in avanti e costruisce soprattutto su calci da fermo, la Juve aspetta e custodisce il vantaggio.

Nel secondo tempo la Juve non la chiude e al 62' viene raggiunta: Brekalo crossa per Belotti dalla sinistra, l'attaccante granata si gira al volo e spedisce in rete la palla dell'1-1: non segnava contro la Juventus dal 2016. La partita si fa molto agguerrita e i ritmi si alzano, è soprattutto la Juve a insistere nel finale. Finisce così una gara intensissima, dal gusto amaro per i bianconeri di Allegri: pur trovandosi ancora al quarto posto, vengono raggiunti dall'Atalanta con una partita in meno.

Risultato e riepilogo Torino - Juventus 02/10/2021

Il derby della Mole tra Torino e Juventus, valevole per la settima giornata di Serie A, si è concluso con il punteggio di 0-1 sul campo dell’Olimpico Grande Torino. Decisiva la rete di Locatelli nel finale su assist di Chiesa. La squadra di Allegri é venuta fuori nella ripresa, ma il match è rimasto in equilibrio fino al novantesimo, giocato a viso aperto da entrambe le formazioni. Primo tempo di stampo europeo per il Toro, che, all’intervallo, sembra aver disputato la miglior partita della stagione. Il Torino gioca con furore, cuore e fluidità, con Brekalo che prova ad accendere la scintilla in attacco. La Juventus di Allegri è costretta a subire il gioco del Torino, che lo costringe nella propria metà campo per i primi 40 minuti. Le chance della Juve arrivano su due errori che permettono alla Juve di fuggire in contropiede, ma Kean e McKennie non centrano il bersaglio. Il Toro riparte in fretta, Mandragora ci prova dalla distanza ma non inquadra lo specchio, poi Singo tenta con un sinistro potente, ma senza successo. Al 22’, Lukic sfiora la rete, poi il tiro di Brekalo finisce in curva. Due minuti dopo, Szczesny salva sul bolide di Mandragora. Zero a zero all’intervallo. Nella ripresa, la Juve ha le sue migliori chance, con Milnkovic-Savic costretto a un intervento super per sventare il colpo di testa di Alex Sandro. Cinque minuti dopo, il portiere del Toro si invola per respingere una conclusione di Cuadrado. Al 14’, contatto tra Pobega e Cuadrado in area, ma l’arbitro lascia proseguire senza assegnare il penalty. Locatelli ha una chance, ma la sua botta dal limite dell’area finisce alta sulla traversa. A tre minuti dal novantesimo, Locatelli trova il colpo preciso sul quale Milinkovic non può nulla. Nel recupero, la Juventus fugge via con Kulusevski che centra il palo.

Risultato e riepilogo Juventus – Torino 03/04/2021

Il derby di Torino ha sempre due aspetti a cui bisognerebbe badare: uno è quello relativo all’orgoglio che comporta la vittoria di una gara cittadina, lo sfoggio dei tre punti che garantisce la supremazia (seppur da rinnovare costantemente) della città sabauda. Un altro aspetto è quello relativo all’impatto pratico che la vittoria o la sconfitta comportano sulla classifica di Juventus e Torino, e probabilmente in questa gara di ritorno della Serie A questo aspetto ha nettamente prevalso sull’altro. Si consideri infatti che i bianconeri venivano da una sconfitta con il Benevento, è molto probabile che cederanno il titolo di campioni d’Italia e devono lottare per il posto in Champions, che negli ultimi 10 anni è stata una pura formalità per la Juventus. Il Torino invece è al diciassettesimo posto e deve lottare con Cagliari e Parma per non retrocedere. Quindi questo match non sarebbe stato un semplice confronto tra due squadre che si conoscono fin troppo bene, ma anche un’assegnazione di punti importantissima per lo svolgimento della stagione di entrambe le squadre.

Conscia dell’importanza della missione la Juventus parte subito bene e insidia la porta da Sirigu prima con Morata e poi con Chiesa, ottimo il portiere granata in entrambe le occasioni. Il Torino ci prova con Izzo ma senza successo, quindi la Juventus riesce a sbloccare il risultato con Chiesa al 13’ che si infila in area servito da Morata e infila Sirigu sotto le gambe. Il match sembrerebbe già indirizzato ma il Torino pareggia qualche minuto dopo: al 27’ Mandragora tira dalla distanza, Szczesny respinge malamente e Sanabria accompagna in porta di testa. Malissimo il portiere bianconero che incappa in una delle prestazioni più negative della propria stagione. A inizio secondo tempo, 46’, Sanabria approfitta di una cattivo disimpegno e ruba palla, si incunea in area e tira da posizione defilata, l’intervento del portiere è maldestro e finisce per respingere il pallone nella propria porta regalando il vantaggio al Toro. La Juventus fatica ma al 79’ trova il pareggio col suo uomo migliore: su calcio d’angolo Chiellini allunga col destro cercando la porta, il pallone fa una parabola e Ronaldo, in posizione regolare, spinge in porta di testa. Nel finale c’è gloria per Sirigu che sventa due buone conclusioni della Juventus, ma anche Szczesny si riscatta parzialmente con due parate che salvano almeno il pareggio.

Risultato e riepilogo Juventus – Torino 05/12/2020

Una Juventus sottotono nella prima frazione di gioco si scuote dopo l'intervallo e vince il derby della Mole per 2-1 nell'anticipo della decima di campionato. Juve a -3 dal Milan, Toro al terzultimo posto in classifica. La formazione granata si porta in vantaggio al minuto 8 con Nkoulou che va a segno su corner di Ansaldi, tocco di tacco di Meité e destro vincente del difensore granata. La Juventus accorcia al 58' con Cuadrado, ma il Var review annulla la rete per posizione irregolare di Bonucci. Il pareggio bianconero arriva al 77', con McKennie che la infila su assist di Cuadrado. All'88', la squadra di Pirlo completa la rimonta: altro cross di Cuadrado per Bonucci che, da posizione favorevole, la insacca in rete e regala tre punti preziosi ai suoi.

Risultato e riepilogo Juventus – Torino 04/07/2020

La Juventus conquista il derby della Mole e non arresta la sua marcia verso la testa della classifica, distanziando la Lazio. La formazione bianconera si impone su quella granata per 4-1 con reti di Dybala, Cuadrado e una punizione di Ronaldo. Chiude l'incontro l'autogol di Djidji nel finale. Inutile il penalty di Belotti nel finale della prima frazione di gioco.

Per la Juve in porta c'è Buffon, che stabilisce il record assoluto con la sua 648esima presenza in campionato (italiano). L'incontro si fa subito movimentato, con la Juve che ci mette appena due minuti per portarsi in vantaggio: Dybala supera Lyanco, poi affronta Izzo e calcia, poi, grazie anche a una fortunata deviazione, la palla diventa imparabile per Sirigu.

Il Torino reagisce e aumenta il ritmo del pressing, ma senza rendersi offensivo. La Juve scatta in contropiede al 29' e raddoppia con Cuadrado che, servito da Ronaldo, dribbla in diagonale e fulmina il portiere granata. Nel finale del recupero, Verdi calcia da fuori area, colpisce il braccio di De Ligt e per Maresca è rigore: Belotti dal dischetto accorcia le distanze.

Nella ripresa, il Toro scende in campo scatenato, mette in difficoltà i bianconeri e segna il gol del pareggio che viene, però, annullato per fuorigioco di Belotti. La Juve approfitta della disfatta del Toro e Cristiano Ronaldo firma il 3 a 1 su punizione mandando la palla sotto la traversa. La Juve incassa il giallo di Dybala, ammonito per simulazione con successiva squalifica, poi il Torino cala il ritmo, complice il dominio bianconero e la stanchezza. All'87', su cross di Douglas Costa, Djidji sorprende il proprio portiere e sigla il 4-1 regalando definitivamente il derby alla Juve.

Precedenti del Derby della Mole

Molte le emozioni nei numerosi Derby che coinvolgono le due squadre: momenti di predominanza granata, come succedeva negli anni '70, altri di dominio bianconero, ad esempio il ventennio passato, sfide sempre entusiasmanti, mai scontate e spesso caratterizzate da un Torino inferiore qualitativamente ma in grado di tenere testa agli avversari, dando vita a gare epiche e rimonte che resteranno per sempre nella storia del Derby della Mole.

Il primo incontro che ha visto Torino e Juventus come protagonisti risale al 13 gennaio 1907 e si svolge presso il campo del Velodromo Umberto I: la partita sancì l'esordio calcistico del Toro, che ne uscì vittorioso per 2 a 1. Il match evidenziò immediatamente la grande rivalità tra le due formazioni, originata anche dalla fondazione della società granata per mano di alcuni dissidenti della Juve, tra i quali vi era l'ex presidente juventino Alfred Dick. In seguito a quel primo match si diffuse la leggenda secondo la quale Alfred Dick fu chiuso a chiave negli spogliatoi e fu così costretto a supporre l'andamento del match in base ai commenti del pubblico.

Dopo quel primo, mitico incontro, Torino e Juventus si sono affrontate in molteplici circostanze, sia in campionato sia nelle competizioni di Coppa Italia. Nonostante la Juventus sia una delle squadre più titolate del Paese, il Torino ha dato del filo da torcere ai bianconeri mostrando un carattere che in molte occasioni gli ha permesso di ribaltare gli esiti delle partite.

Uno dei derby dalle grandissime emozioni risale al 14 ottobre 2001, quando la Juve chiude il primo tempo con 3 gol di vantaggio sul toro, il quale rientra in campo disputando il secondo tempo della vita: la ripresa si svolge con gli stessi ritmi incalzanti del primo tempo, ma questa volta è il Torino a tenere testa ad una Juventus irriconoscibile, che subisce un'incredibile rimonta. Al fischio finale, il risultato è di 3 a 3, il Torino di Camolese festeggia la conquista, mentre la Juve di Lippi può solamente mordersi le mani per la disfatta.

Un'altra partita che resterà sempre impressa nella mente dei tifosi risale al marzo 1983 quando, in occasione del derby numero 100 disputato in massima serie, il toro riesce a ribaltare completamente l'esito del match in soli tre minuti, aggiudicandosi la vittoria. Comincia il match e la Vecchia Signora si porta subito in vantaggio con il gol di Rossi e il successivo raddoppio di Platini su calcio di rigore al 65'. Il toro accusa il colpo, ma riesce lo stesso ad accorciare le distanze prima con il gol di Dossena al 71', poi con il raddoppio di Bonesso ed infine con la rete della vittoria siglata da Torrisi. Il match si conclude 3 a 2 per il Torino.

Un'annata indimenticabile nonché una delle più gloriose per il Toro fu quella del 1912/13, quando Juve e Torino si affrontarono nel girone piemontese di Prima Categoria. In quell'occasione, i granata conquistarono dei risultati incredibili vincendo entrambi i derby, sia quello di andata sia quello di ritorno: il primo match si concluse con un sonoro e umiliante 8 a 0 per i tori, e il derby di ritorno terminò 8 a 6 sempre per la formazione granata. In sole due partite, il Torino mise a segno ben 16 reti conquistando risultati destinati ad entrare nella storia. Al termine di quella stagione, in un'amichevole tra Juventus e Torino, quest'ultimo inflisse ai cugini bianconeri un pesantissimo 11 a 1.

Anche la Juve ha inflitto ai cugini torinesi pesanti e schiaccianti sconfitte, basti pensare ai 3 incontri vinti grazie ai gol realizzati a meno di un minuto dal fischio finale (succedeva nel 2007, nel 2014 e infine nel 2015). Vi è poi un episodio rimasto nella storia: quello dell'allora bianconero Maresca, autore del gol del 2 a 2 al 90', che esulta portando gli indici delle mani sopra la testa ad imitare le corna in segno di scherno verso i granata.

Tra i precedenti che hanno coinvolto entrambe le formazioni piemontesi ricordiamo la finale di Coppa Italia 1937/38, la prima finale di Coppa a coincidere con un derby stracittadino: l'incontro fu vinto dalla Juventus che si portò a casa il suo primo trofeo.

Un punto a testa per il derby della Mole 2019. Il Toro conquista i vantaggio grazie a Lukic, che approfitta di una disattenzione di Pjanic per infilare la palla in rete. La Juventus emerge nella ripresa, un cross serve Ronaldo che buca la porta di Sirigu.

In questo caso, la disattenzione è nella marcatura di Bremer su Ronaldo, che va a segno indisturbato. Finisce 1-1 il Derby della Mole 2019.

Nel Derby di andata, giocato nel dicembre del 2018, Cristiano Ronaldo trasforma il penalty e dal dischetto decide la stracittadina segnando il gol numero 5000 della Vecchia Signora in massima serie.

In avvio partita è la Juventus a rendersi offensiva, ma Sirigu è attento e non regala nulla all’attacco bianconero. Poco dopo, Sirigu si infortuna e lascia la porta a Ichazo, che, pochi minuti prima del termine dalla prima frazione di gioco, para un colpo di testa di Chiellini.

Nella ripresa, due bianconeri vengono ammoniti, Pjanic ed Emre Can, poi il Toro chiede un calcio di rigore per un fallo su Zaza, ma per l’arbitro è tutto regolare. Al 70', Ichazo si rende protagonista di un gesto falloso in area di rigore, che costa ai granata un penalty. Ronaldo dal dischetto, il portiere intuisce ma non intercetta. Dopo tre minuti, la Juventus raddoppia con Mandzukic, ma il gol viene annullato per un fuorigioco millimetrico. La Juve soffre fino al fischio finale, ma si aggiudica tre punti in un match mai semplice come il derby.

Juventus - Torino: doppi ex condivisi

Torino e Juventus sono due club calcistici con una grandissima storia e, nonostante l'astio e la rivalità storica, le due società hanno condiviso nel tempo molti giocatori. Uno di questi è Silvio Piola, in maglia granata per la stagione 1944 nella quale segnò 27 reti, e poi in uniforme bianconera dal 1945 al 1947 dove mise a segno 26 gol. Uno dei protagonisti del grande toro fu Guglielmo Gabetto che arrivò al Torino nel 1941 proprio dalla Juventus, insieme a Borel e Bodoira. Gabetto fu uno dei tre giocatori ad aver vinto il titolo italiano con entrambe le squadre di Torino, prima in bianconero e poi in granata, mettendo a segno circa 80 reti in massima serie con le due squadre e diventando una leggenda del toro in seguito, quando morì insieme ai suoi compagni nel disastro di Superga. Un altro giocatore che ha giocato in entrambe le squadre in tempi più recenti è Pasquale Bruno, il quale trascorre tre stagioni in bianconero per poi passare al Torino nel 1990.

Altri giocatori che hanno militato sia nella Juve che nel Torino sono Federico Balzaretti, Ciro Immobile, Fabio Quagliarella, Amauri, Cristian Molinaro, Antonio Nocerino ed Emiliano Moretti.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita sistema

Min: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino.max | dropDigits | number: 2}} €

Min per combinazione: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Vincita con Bonus

Min: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino.max | dropDigits | number: 2}} €

Min per combinazione: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.
Min. Win bonus non disponibile {{q_min_ticket| dropDigits | number: 2}} €
Max. Win bonus non disponibile {{q_max_ticket| dropDigits | number: 2}} €
bonus applicato {{ticketPercBonus}}

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.