Scommesse Serie B

La Serie B è il secondo livello del campionato di calcio italiano e, fatta eccezione per un numero limitato di stagioni, a partire dall'annata 1929/30, il torneo ha sempre previsto un unico girone. Ci si riferisce al Campionato italiano di Serie B anche con il nome di "serie cadetta" e "cadetteria".

Approfondimenti sulla Serie B

Risultati e riepilogo delle giornate di Serie B stagione 2022/23

Di seguito andiamo a vedere quali sono stati i risultati delle giornate di Serie B e come si è evoluta la classifica. Rimani aggiornato sullo svolgimento del campionato di seconda categoria consultando i risultati di Serie B offerti da SNAI.

21a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Giornata molto interessante per la Serie B, tante squadre tornano alla carica per la conquista di un piazzamento in zona play-off. Diverse inciampano perdendo terreno, una di queste è il Bari, squadra che affronta in trasferta il Palermo. La partita, nonostante veda i pugliesi favoriti, premia i rosanero che vincono per 1 a 0 con il gol di Ivan Marconi al minuto 82. Nei minuti finali i baresi si spingono in attacco alla ricerca del pareggio, ma non riescono a rimettere in piedi la sfida: al minuto 89 Walid Cheddira viene espulso lasciando in inferiorità numerica il Bari, una brutta giornata che lo tiene fermo a 33 punti in quarta posizione. Il Palermo invece sale a 28 punti in undicesima posizione avvicinandosi alla zona play-off.

Altra sfida importante quella tra Como e Pisa, tanti gol ed emozioni ad arricchire la giornata. La sfida termina con un totale di quattro gol realizzati, la partita termina in pareggio con i gol di Cutrone al 10', Da Riva al 90'+5', Tramoni al 43' e Gaetano Masucci al 83'. La sfida consegna un solo punto per parte, il Como sale a 23 punti in sedicesima posizione, una risalita che gli consente di allontanarsi dalla zona retrocessione. Il Pisa invece sale a 30 punti in sesta posizione, un piazzamento interessante per tentare l'assalto alla fase play-off. Il Reggina invece riesce a strappare la vittoria per 2 a 1 contro la Ternana: le reti arrivano da Fabbian per i calabresi ai minuti 36 e 78 e da Pettinari al minuto 29. Con questo ennesimo successo i granata si confermano i principali avversari del Frosinone capolista portandosi a 39 punti in seconda posizione. La Ternana invece resta ferma a 29 punti in nona posizione, perdono misure importanti per cercare di ottenere un posto in zona playoff. Tra SPAL e Ascoli il match si conclude con un pareggio, un singolo gol a regalare un punto per parte: il primo è di Lorenzo Dickmann al minuto 16, il secondo è di Adjapong al minuto 41. L'Ascoli se la deve vedere anche con l'espulsione di Samuel Giovane al minuto 45. La SPAL sale a 24 punti in quattordicesima posizione, l'Ascoli invece sale a 26 in dodicesima posizione.

Nella partita tra Benevento e Genoa, i liguri hanno la meglio conquistando i tre punti per l'1 a 2: Munoz va in rete per i giallorossi al minuto 58, i rossoblu invece vanno in gol con Coda e Puscas, il primo al minuto 12, il secondo al minuto 90'+4'. La vittoria continua a spingere i genovesi verso la parte alta del tuo sito, ora sono a 39 punti in seconda posizione a pari merito con la Reggina, un percorso che li pone sempre più vicini alla promozione in Serie A. Molto interessante anche la sfida tra Parma e Perugia, i ducali vincono per 2 a 0 contro gli umbri segnando con Benedyczak al minuto 12 e Vazquez al minuto 60. Una vittoria netta e meritata che gli consente di salire in settima posizione in piena zona playoff, il Perugia invece resta fermo in penultima posizione con 20 punti. Tanta la distanza dalla zona salvezza per gli umbri. Stesso score finale anche per la sfida tra Modena e Cosenza, i gialloblu vincono per 2 a 0 con le reti di Gerli al minuto 83 e Giovannini al minuto 85. Il Modena si avvicina in modo importante alla zona playoff con i suoi 28 punti in decima posizione, il Cosenza invece resta ancorato al fondo della classifica con soli 18 punti. Resta in zona retrocessione anche il Venezia che subisce un'altra sconfitta contro il Sudtirol per 0 a 1, a firmare il vantaggio tirolese è Fabian Tait al minuto 76. Il Sudtirol si mantiene in zona playoff con i suoi 32 punti, ora sono in quinta posizione.

Termina in pareggio la sfida tra Cittadella e Cagliari, nessun gol messo a segno dalle squadre, l'evento più importante della gara è l'espulsione di Salvi al minuto 52, fattore che lascia in inferiorità numerica i veneti. La situazione resta invariata per le due squadre. L'ultimo match di giornata è quello tra Brescia e Frosinone, i gialloblu si confermano i più forti della competizione battendo le rondinelle per 1 a 3, una partita ricca di gol e divertimento firmata da Delgado al minuto 18, Moro al minuto 37, Insigne al minuto 40 e Baez al minuto 76. Il Frosinone si porta quindi a quota 45 punti difendendo la prima posizione, il Brescia scende in tredicesima posizione con 25 punti.

20a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Dopo la pausa invernale si riapre il campionato di Serie B con una lunga lista di match che potrebbero modificare il percorso della stagione. Per la 20a giornata di campionato la prima sfida di giornata mette in contrapposizione Parma e Bari, due formazioni dal profilo di prima divisione che non dimostrano di essere in equilibrio anche sul campo: la sfida termina con una vittoria secca dei pugliesi che riescono ad imporsi con un pesantissimo 4 a 0 siglato dai gol di Balogh al minuto 5, Cheddira ai minuti 13 e 43, Salcedo al minuto 90'+3'. Il Bari riesce a dare una spinta importante verso la parte alta di classifica confermandosi una delle pretendenti alla promozione. Anche il Cagliari migliora in modo importante il proprio piazzamento vincendo per 2 a 0 con le reti di Pavoletti al minuto 16 e Azzi al minuto 49. La sfida più ricca di gol è quella tra Perugia e Palermo terminata per 3 a 3, un pareggio che consegna un solo punto per parte e consente al Palermo di avvicinare la metà della classifica. Le reti della partita sono di Di Serio al minuto 2, Casasola al minuto 7, Olivieri al minuto 36, Marconi al minuto 23, Valente al minuto 48 e Brunori al minuto 89. Nella sfida tra Pisa e Cittadella, i veneti hanno la meglio portando a casa i tre punti con un 1 a 2 segnato da Morutan, Mastrantonio e Crociata. Ora sono a 22 punti e distaccano la zona retrocessione, il Pisa resta invece a 29 punti in quinta posizione.

Bene anche la SPAL che vince per 0 a 1 andando in rete con Gagliolo al minuto 65, un autogol importantissimo che permette ai ferraresi di salire in quattordicesima posizione. L'ultimo match giocato nella giornata di sabato è quello tra Frosinone e Modena. I ciociari vogliono allungare in cima alla classifica, ci riescono vincendo per 2 a 1 contro i gialloblu, a firmare la vittoria del Frosinone sono Insigne al minuto 64 e Caso al minuto 68, inutile il gol di Strizzolo al minuto 88 per ridurre le distanze. Con questa vittoria il Frosinone passa a 42 in cima al ranking, ben sei punti di vantaggio sulla seconda classificata. Il Modena resta fermo a 25 punti a metà classifica, ancora molto da fare per assicurarsi la permanenza in seconda divisione.

Nella giornata di domenica le partite giocate sono Sudtirol vs Brescia, Cosenza vs Benevento e Ternana vs Ascoli. La prima gara, quella tra Sudtirol e Brescia termina con una vittoria dei tirolesi per 1 a 0, continuano a confermarsi una realtà importante della Serie B andando in rete con Rover al minuto 30 e difendendo il vantaggio fino alla fine della partita. Si mantengono in zona playoff con 29 punti in sesta posizione. Pareggio tra Cosenza e Benevento, termina tutto per 1 a 1, un pareggio che permette ad entrambe di guadagnare un punto. Decisamente più soddisfatto il Cosenza che riesce a ridurre il distacco dalla zona salvezza portandosi a 18 punti, restano però in ultima posizione. Il Benevento invece frena ancora una volta rimanendo in quindicesima posizione con 23 punti. In conclusione, si gioca Ternana vs Ascoli. Il match termina con una vittoria dei rossoverdi per 1 a 0 contro l'Ascoli, ad andare in rete è Palumbo al minuto 27, un gol decisivo che consente alla Ternana di volare a 29 punti in settima posizione, si mantengono in agguato per la qualificazione in zona play-off. L'Ascoli invece resta fermo a 25 punti in decima posizione.

Tanto il movimento lungo tutta la classifica, diversi i risultati inaspettati che daranno un piega completamente diversa al match. Tutto quello che resta da fare è attendere ulteriori sviluppi per decretare i partecipanti alla fase play-off, i vincitori e i retrocessi di questa stagione super competitiva di Serie B.

19a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Nella giornata di Santo Stefano torna in campo tutta la Serie B con partite ricche di gol e clamorosi rovesciamenti di fronte. La prima gara ad andare in scena è Brescia vs Palermo, la sfida mette in contrapposizione due formazioni impegnate in zone diverse della classifica: il Brescia va alla ricerca di punti per la zona play-off, il Palermo invece vuole raggiungere la salvezza quanto prima possibile. La gara termina in pareggio per 1 a 1 con i gol di Galazzi al minuto 50 e Segre al minuto 52. Tanto basta ai rosanero per strappare un punto ad una sfidante molto ostica. Nella seconda partita giocata tra Cagliari e Cosenza, i sardi hanno la meglio portando a casa i tre punti per 2 a 0. Ad andare in rete sono Lapadula al minuto 65 e Nunzio Lella al minuto 86. Con questi gol riescono a portarsi avanti nel ranking salendo in undicesima posizione ad un totale di 25 punti. I cagliaritani stanno risalendo in classifica trovando un trend positivo di risultati. Resta indietro invece il Cosenza con soli 17 punti, sono in ultima posizione. Incredibile il risultato del Perugia contro il Benevento, riescono a portarsi in vantaggio per 0 a 2 contro i campani grazie alle reti di Francesco Lisi e Gregorio Luperini ai minuti 45'+1' e 83'. Un risultato molto importante per gli umbri che riescono a scalare la classifica portandosi a quota 19 punti in diciottesima posizione. Frena bruscamente il Benevento che non riesce ad andare oltre i 22 punti, scendono in quattordicesima posizione. Stesso score anche nel match tra Como e Cittadella, con i lombardi che vincono per 2 a 0 con i gol di Arrigoni al minuto 4 e Mancuso al minuto 72. Un risultato secco che gli consente di guadagnare misure importanti contro una diretta rivale in classifica: entrambe vanno alla ricerca di punti per la salvezza. Il Como riesce a salire in quindicesima posizione con 22 punti, il Cittadella invece resta in penultima posizione con 19 punti.

Bel faccia a faccia quello tra Sudtirol e Modena. I tirolesi hanno in testa la qualificazione in zona play-off per tentare l'approdo in Serie A, il Modena naviga invece a metà classifica e spera di poter raggiungere quanto prima possibile le prime posizioni del campionato. Il Modena riesce clamorosamente a portarsi a casa i tre punti andando in rete con Luca Magnino al minuto 22, Marco Armellino al minuto 81. Ora sono a 25 punti in decima posizione, il Sudtirol frena e scende in settima posizione rimanendo comunque in zona play-off. Nella gara tra Ascoli e Reggina, i calabresi riescono a portare a casa la vittoria andando in rete Rigoberto Rivas al minuto 64. Tanto basta alla squadra ospite per agguantare la vittoria nei 90 minuti e ottenere i tre punti tanto desiderati per continuare la rincorsa alla prima posizione della classifica: ora sono a 36 punti in seconda posizione dietro al Frosinone. Stesso risultato anche nella sfida tra SPAL e Pisa che vede vincere i toscani per 0 a 1 con il gol di Giuseppe Sibilli al minuto 54, i ferraresi devono anche vedersela con l'espulsione di Murgia al minuto 62 che li lascia in inferiorità numerica per tutto il resto della gara.

Bel pareggio nella sfida tra Venezia e Parma, due squadre storiche della prima divisione italiana che si ritrovano in Serie B per la lotta salvezza. I ducali sono in una posizione favorevole per ottenere la permanenza in seconda divisione, i veneti sono obbligati alla vittoria se vogliono uscire dalla zona rossa del campionato. Tuttavia, il match termina per 2 a 2 con i gol di Pohjanpalo al minuto 70 e Nicholas Pierini al minuto 82 per il Venezia, c'è la doppietta di Franco Vazquez per il Parma. Con un solo punto guadagnato le due squadre si portano rispettivamente a 20 e 27 punti con un Parma sempre più lanciato verso la zona play-off della classifica.

Parlando invece della squadra capolista, il Frosinone, riesce a portare a casa i tre punti con una vittoria meritatissima: conquista la vittoria per 3 a 0 andando in rete con Mulattieri, Insigne e Garritano ai minuti 38, 54 e 72. I rossoverdi non riescono a rispondere in alcun modo all'avanzata dell'armata ciociara: ennesima vittoria per i gialloblu che si portano a 39 punti, tenendo un vantaggio di sicurezza di tre misure rispetto alla seconda classifica. La Ternana invece perde e scende in ottava posizione con 26 punti. L'ultima sfida di giornata è quella tra Bari e Genoa che regala altre tre reti. Questa volta però la sfida si conclude per 1 a 2 con i gol di Cheddira al minuto 33, Puscas al minuto 2 e Gudmundsson al minuto 58. I rossoblu riescono quindi a portare a casa i tre punti salendo a 33 punti in terza posizione, si stanno rendendo sempre più una valida alternativa per la vittoria del campionato e una concreta realtà per la conquista della promozione in zona play-off.

18a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Giornata molto interessante quella di Serie B per il 18esimo turno di campionato. Tante gare interessanti che modificano in modo importante i piazzamenti nella parte alta della classifica. Il primo match di giornata è quello tra Pisa e Ternana, una gara che ha dell'incredibile. Per quanto dal punto di vista tecnico le due squadre siano paragonabili, il Pisa riesce a dominare in lungo ed in largo per tutta la sfida. La partita viene decisa dai gol di Torregrossa al minuto 4 su calcio di rigore e dalla doppietta di Ettore Gliozzi ai minuto 20 e 85. Il Brescia perde un uomo importante a partita in corso: Davide Adorni viene espulso al minuto 63 lasciando in inferiorità numerica la propria squadra. Con questa vittoria il Pisa sale a quota 26 punti in quinta posizione, il Brescia resta invece fermo a 24 punti in decima posizione. Non molta la distanza tra le due squadre. Termina invece in pareggio per 0 a 0 la gara tra Reggina e Bari che non regala molte emozioni ai tifosi presenti, le due formazioni escono con un solo punto a testa. In questo modo, il Reggina sale a 33 punti in seconda posizione e il Bari invece raggiunge i 30 punti e la terza posizione. Entrambe difendono il posto sul podio della classifica e diminuiscono la distanza con il Frosinone in testa al ranking.

Il Frosinone infatti perde contro il Genoa contro ogni aspettativa lasciando per strada punti importanti per la supremazia in campionato. Il Genoa riesce a portarsi a casa la vittoria con un 1 a 0 sufficiente a raccogliere le tre misure necessarie per ridurre le distanze con le prime della classe. I rossoblu vanno in rete al minuto 22 con Genoa: Albert Gudmundsson si fa trovare pronto su una palla messa in mezzo per insaccare la sfera alle spalle del portiere avversario. Con questa vittoria i grifoni riescono a salire a 30 punti in quarta posizione azzerando la distanza con il podio della classifica. Il Frosinone invece resta fermo a 36 punti, ma mantiene la prima posizione in classifica. Una partita con molti gol è quella tra Ternana e Como che vede dominare il Como per 0 a 3 contro ogni aspettativa. La vittoria porta la firma di Cutrone, Bruttopilo e Mancuso, i rossoverdi restano in inermi davanti all'avanzata inaspettata dei biancoblu. Il successo consente al Como di salire a quota 19 punti in diciassettesima posizione. La Ternana invece resta ferma a 26 punti perdendo un'occasione importante di infilarsi in zona play-off, ora sono ottavi.

Passando poi al match tra Parma e Spal, non si può non sottolineare la vittoria dei ferraresi che riescono a fermare una delle squadre più in forma del momento. La Spal vince per 0 a 1 con il solo gol di Rabbi al minuto 19, tanto basta per salire a 20 punti, il Parma invece resta fermo a quota 26 in sesta posizione guardando allontanare la possibilità di lottare per il titolo. La partita con più gol realizzati è quella tra Cosenza e Ascoli che si conclude con un fantastico 1 a 3 a favore dei bianconeri. La prima rete del match la mette a segno Francesco Donati al minuto 17, Cedric Gondo riesce a raddoppiare al minuto 89, nel corso dei minuti di recupero, in un momento particolarmente concitato della gara, arriva le altre due reti di Marco Nasti del Cosenza al 90'+3' e Collocolo al minuto 90'+5'. L'Ascoli vince in modo meritato e si infila tra le squadre con maggiori possibilità di conquistare un piazzamento play-off, ora è a 25 punti in nona posizione, poche misure dietro al suo obiettivo. Il Cosenza invece è a 17 punti in diciannovesima posizione. Nello scontro tra Cittadella e Sudtirol hanno la meglio i tirolesi che vincono per 0 a 2 portando a casa una vittoria importantissima in chiave play-off: i gol di Caviglia al 29' e Odogwu al minuto 45'+1', consentono alla società di Bolzano di raggiungere la settima posizione con 26 punti. Il Cittadella resta fermo a 19 punti in diciottesima posizione.

Le ultime due partite di giornata sono quelle tra Modena e Benevento e tra Palermo e Cagliari. Nella sfida Modena vs Benevento le prestazioni delle due squadre sono molto simili, tanto da far scadere il tempo sulla parità per 1 a 1. Tanto basta alle due squadre per ottenere un punto e salire in classifica all'inseguimento della zona play-off. Entrambe giungono a 22 punti in tredicesima e dodicesima posizione. Tanto basta per tenersi a galla in un questa alla promozione. In conclusione, l'ultima gara rimasta tra Palermo e Cagliari, incorona vincitori i rosanero che chiudono il match per 2 a 1 con le reti di Matteo Brunori Sandri al minuto 37 e Segre al minuto 53. Importante la scelta dell'arbitro di assegnare il calcio di rigore al Palermo per il fallo in area di rigore di Nandez. L'unica risposta dei sardi arriva troppo tardi: Pavoletti spinge in porta la palla nei minuti di recupero del secondo tempo, esattamente al 90'+5', riducendo le distanze ma non risolvendo la partita.

17a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Con l'arrivo della 17a giornata di Serie B sono molti gli scontri importanti per i due estremi della classifica. Gli scontri diretti hanno tutta l'aria di potersi rivelare fondamentali per delineare le gerarchie del ranking. Le prime squadre a scendere in campo sono Cagliari e Perugia che scendono in campo l'11 dicembre, i sardi vincono per 3 a 2 contro un Perugia poco convincente in questo avvio di stagione. Il Cagliari va in rete per primo al minuto 20 con Pavoletti, giocatore che si rende protagonista con una doppietta al minuto 81. Inizialmente il Perugia sembra riuscire a rispondere alla squadra di casa con Strizzolo al minuto 29 e Casasola al minuto 54, ma il Cagliari riesce a chiudere i conti con il gol di Lapadula al minuto 27 e Pavoletti al minuto 81. Il Cagliari sale così a quota 22 punti in undicesima posizione e il Perugia resta fermo a 13 punti in ultima. Decisamente meno movimentata la sfida tra Sudtirol e Ternana che termina per 0 a 0 e non regala spunti interessanti ai tifosi presenti. Le due squadre non riescono ad andare oltre il risultato di 0 a 0, quanto basta per portare a casa un solo punto a testa. Ora il Sudtirol sale a quota 23 punti in nona posizione, la Ternana invece scende a 26 punti in quinta posizione.

Giornata molto importante per il Venezia che va in rete al minuto 22 andando in rete con Crnigoj al minuto 18 e Tessmann al minuto 75. Il risultato è meritatissimo dai veneti che riescono a guadagnare tre punti vitali per allontanarsi dalla zona retrocessione. In questo modo il Venezia sale a 19 punti in quindicesima posizione. Il Cosenza Calcio invece resta fermo in diciottesima posizione con 17 punti complessivi. Vittoria meno netta quella del Benevento che continua nella sua scia positiva vincendo contro il Cittadella per 1 a 0. Il risultato è cinico, ma utile a raggiungere il proprio obiettivo: i campani salgono di tre punti in classifica grazie al gol di Andres Felipe Tello Munoz al minuto 22 che li porta a 21 punti in dodicesima posizione. A pagarne le spese è il Cittadella che non realizza alcun gol nel corso di tutta la partita. Risultato completamente diverso quello tra Ascoli e Genoa, si tratta di un pareggio che non modifica di molto la loro posizione in classifica, lo score non è dei più entusiasmanti: termina 0 a 0, senza troppo spettacolo o spunti interessanti per i tifosi presenti. Finisce in pareggio anche la sfida tra SPAL e Palermo, gara che termina sull'1 a 1 con i gol di Biagio Meccariello al minuto 10 e Matteo Brunori al minuto 32. Il primo punto permette ai ferraresi di salire a 17 punti in diciassettesima posizione, il Palermo invece sale a 20 punti in quattordicesima posizione. Riesce la Reggina che batte per 0 a 1 il Como con il gol di Azevedo Junior al minuto 78 su calcio di rigore. Ora i calabresi sono secondi in classifica con ben 32 punti, il Como invece resta in zona retrocessione con 16 punti in diciannovesima posizione.

Fa molto bene il Bari che riesce a vincere in modo schiacciante contro il Modena portando a casa i tre punti con un bel 4 a 1. La prima rete della sfida arriva al minuto 6 con Botta che sblocca il risultato in proprio favore al minuto 6. I pugliesi al minuto 29 devono fare i conti con l'espulsione di Maiello, ma riescono a gestire la situazione in modo magistrale andando in rete con Folorunsho, Cittadini (autogol) e Di Cesare. L'unica rete del Modena viene realizzata al minuto 90'+5' da Diaw. L'ultima sfida di giornata è quella tra Frosinone e Pisa, le due squadre non vanno oltre lo 0 a 0 dimostrando un ottimo equilibrio. Il Frosinone frena dopo una avvio di stagione entusiasmante, riesce comunque a guadagnare un punto salendo a quota 36 punti difendendo la prima posizione. Il Pisa invece riesce a salire a 23 punti contro la squadra più ostica del campionato, dopo una avvio a rilento dei toscani riescono a conquistare i 23 punti in campionato e la 7a posizione valida per la zona play-off.

16a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Torna la Serie B con una 16a giornata di campionato tutta da scoprire. Tanto movimento in classifica e numerosi scontri importanti per la parte alta del ranking. La prima sfida di giornata è quella tra Ternana e Cagliari che si chiude con una vittoria dei rossoverdi per 1 a 0, l'unico gol arrivato è quello di César Faletti al minuto 8, il giocatore trasforma il calcio di rigore assegnato dall'arbitro e regala i tre punti alla propria squadra contro un buon Cagliari in risalita. La Ternana sale così a quota 25 punti in quinta posizione, resta dietro il Cagliari con soli 19 punti. La seconda sfida di giornata è quella tra Parma e Benevento che vede i giallorossi vincere e portare a casa tre punti importantissimi, i campani se la devono vedere anche con l'inferiorità numerica dovuta all'espulsione di El Kaouakibi al minuto 80. Riescono comunque a vincere con il gol al minuto 20 di Francesco Forte che porta la partita sullo 0 a 1. Il primo pareggio di giornata è quello tra Cosenza e Brescia, il match termina sull'1 a 1, un punto a testa che non sblocca la situazione in classifica delle due società: i gol arrivano da Larrivey al minuto 71 e Flavio Bianchi al minuto 90'+2'. Anche la sfida termina tra Perugia e SPAL termina in pareggio per 0 a 0, un punto a testa che permette ad entrambe le squadre di smuovere la propria classifica.

Vittoria netta quella del Frosinone che riesce ad imporsi con un secco 0 a 3 sulla Reggina, tre reti che consentono ai ciociari di salire in classifica difendendo la prima posizione, le reti sono di Mulattieri al minuto 34, Roberto Insigne al minuto 50 e Szyminski al minuto 68. Il Genoa vince in modo meritato contro un avversario molto ostico, il Sudtirol. I rossoblu conquistano la vittoria per 2 a 0 andando in rete prima con Puscas al minuto 65, poi con Aramu al minuto 90'+3'. Riesce nell'impresa anche il Bari che si impone con un pesantissimo 0 a 3 sul Cittadella, sale in classifica conquistando il podio della classifica. Ad andare in rete per primo è Scheidler che va a segno al minuto 13, raddoppia il vantaggio Folorunsho al minuto 32 e chiude definitivamente la gara al minuto 68 Maita.

La gara con più gol realizzati in una sola partita per questa giornata è quella tra Modena e Venezia, termina sul 2 a 2, un pareggio che non permette ai veneti di spiccare il volo lontano dalla zona salvezza. La prima rete del amtch arriva da Luca Tremolada al minuto 37 su calcio di rigore, raddoppia Bonfanti al minuto 53 che porta i padroni di casa sul 2 a 0. Nel secondo tempo i giocatori del Venezia riescono a strappare un punto andando in gol di Crnigoj al minuto 60 e Dennis Johnsen al minuto 90. Piccoli passi in avanti in classifica per entrambe le parti che escono deluse da un match che ha visto entrambe esprimere un buon calcio.

Il Pisa affronta l'Ascoli battendolo per 2 a 0 e guadagnando misure importanti in ottica zona play-off, la vittoria dei toscani arriva con le reti di Torregrossa al minuto 45'+3' e Canestrelli al minuto 87'. Brutta giornata per l'Ascoli che frena in modo molto brusco e perde diverse posizioni nel ranking. L'ultima sfida della giornata è invece quella tra Palermo e Como, una gara molto equilibrata tra due formazioni alla ricerca di punti per la salvezza. Il risultato finale è di 0 a 0, non riescono a conquistare più di un punto a testa, tanto basta ad entrambe per allontanarsi dalla zona rossa della classifica.

15a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Sempre più vicini al giro di boa del campionato di Serie B. Siamo giunti alla 15a giornata di campionato, le squadre tornano in campo per tirare gli ultimi strappi in classifica prima del girone di ritorno. Il primo match di giornata è quello tra Venezia e Ternana, sfida che termina sul 2 a 1 con la vittoria dei veneti. Vanno in rete per ben due volte con Pohjanpalo ai minuti 9' e 45'+2'. Inutile il gol che riavvicina i rossoverdi con Faletti al minuto 37, la partita se la portano a casa i padroni di casa. ora sono a 15 punti in diciottesima posizione, la Ternana resta ferma a 22 punti in settima. Il secondo match sembra una partita di Serie A, se la giocano Cagliari e Parma, chiudono in pareggio per 1 a 1 con i gol di Pavoletti al minuto 54 e Camara al minuto 44. Con questo risultato il Cagliari sale a quota 19 in dodicesima posizione, il Parma a 23 punti in quarta. Una delle partite con più gol realizati in giornata è quella tra SPAL e Modena. Ad avere la meglio è la squadra ospite con chiude sul 2 a 3 nonostante l'inferiorità numerica. A determinare la vittoria del Modena sono i gol di Falcinelli, La Mantia e Diaw, i biancoazzurri tentano di recuperare con la doppietta di Moncini. Il Modena vince e porta a casa i tre punti salendo a quota 20, la SPAL resta ferma a 15 punti in sedicesima posizione.

Bene anche il Cittadella che riesce a fermare una delle favorite del campionato, vince per 0 a 1 contro il Genoa: la rete è di Mirco Antonucci, tanto basta ai veneti per chiudere con i tre punti. Il Genoa resta fermo a 23 punti in quinta posizione. Il Frosinone primo in classifica si deve frenare per via del pareggio contro il Sudtirol. Gli altoatesini riescono a fermare i ciociari dopo una scalata impressionante, la sfida si conclude sull'1 a 1 con i gol di De Col e Monterisi. Vince anche il Reggina che porta a casa i tre punti per 0 a 2 con le firme di Fabbian e Menez ai minuti 3 e 11. Le partite con meno gol in questo turno sono quelle tra Cosenza vs Perugia e Bari vs Pisa, entrambe terminano per 0 a 0 regalando poche soddisfazioni ai propri tifosi. I nerazzurri terminano anche la sfida in dieci uomini per via dell'espulsione di Adrian Rus al minuto 76. Con questi risultati di pareggio, il Cosenza sale a 16 punti in quindicesima posizione, il Perugia si trascina a 12 punti ma continua a rimanere sul fondo della classifica, il Pisa arriva a quota 19 in undicesima posizione e il Bari sale a 23 punti in terza posizione.

La partita con più gol in assoluto è quella tra Ascoli e Como che termina con un meraviglioso 3 a 3 ingolosità dall'espulsione di un giocatore dell'Ascoli. Per i bianconeri vanno in rete Cerri al minuti 6, Ciciretti al minuto 73, Simic al minuto 83, ma viene espulsoi Gondo al minuto 62 lasciando la superiorità numerica al Como per grande parte della partita, fattore decisivo per le sorti della sfida. Il Como infatti fa in rete con Mancuso ai minuto 17 e 29, ma agguanta il pareggio al minuti 79 con Blanco che mette a segno il gol decisivo del 3 a 3. Un pareggio che porta l'Ascoli a quota 21 punti in nona posizione e il Como a 15 punti in diciannovesima posizione. Un risultato che fa contento il Como e che fa storcere il naso ai tifosi dell'Ascoli.

L'ultima partita della giornata vede protagonisti Benevento e Palermo, la prima in lotta per la zona play-off, la seconda che va alla ricerca di un piazzamento per la zona salvezza. Non sono molte le speranze dei siciliani di approdare subito in Serie A. Tuttavia, la sfida con i giallorossi è certamente un banco di prova da superare se vogliono continuare a sognare. La partita viene decisa da un singolo gol di Brunori al minuto 54, una rete che segna la vittoria dei rosanero regalando i tre punti. Al termina del match siciliano si portano quindi a 18 punti in quattordicesima posizione guadagnando misure importante sulla zona retrocessione. Il Benevento resta invece fermo a 15 punti in diciassettesima posizione dicendo addio ai sogni di tornare in zona play-off. Una giornata molto movimentata che ha cambiato radicalmente gli equilibri della parte bassa della classifica. Resta invece molto stabile la situazione nelle prime posizioni del campionato.

14a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Dopo la pausa di una settimana a seguito della 13a giornata di campionato, si torna in campo per il 14esimo turno di Serie B. La prima partita del campionato tra Parma e Modena si gioca sabato 26 novembre e vede trionfare il Modena fuori casa per 1 a 2. A regalare i tre punti alla squadra sono Falcinelli e Bonfanti che vanno in rete rispettivamente ai minuti 18 e 26. Vazquez riesce a ridurre lo svantaggio per i ducali al minuto 71 trasformando il calcio di rigore assegnato dall'arbitro, ma non basta per rimettere sui giusti binari la partita. Il Modena sale in 12esima posizione con 17 punti, il Parma resta invece a 22 punti scendendo in sesta posizione. Vince anche il Pisa che riesce a portare a casa un convincente 3 a 1 contro la Ternana con i gol di Tramoni, Beruatto e Barba. La Ternana va a segno con Partipilo al minuto 45, ma i tre punti vanno ai toscani che salgono a quota 18 in decima posizione. La Ternana scivola in settima posizione con 22 punti. Il primo pareggio del turno arriva nel match tra Reggina e Benevento, gara che termina sul 2 a 2 in casa dei calabresi: ad andare in gol sono Hernani e Canotto per la Reggina, Improta e Acampora per il Benevento. Il risultato consegna un solo punto ad entrambe le squadre, fattore che comporta la frenata del Reggina, ora secondo con 26 punti e la scalata in classifica dei giallorossi, ora a 15 punti in quindicesima posizione.

Il secondo pareggio di giornata arriva nel match tra Cittadella e Cosenza. Il Cittadella sblocca la partita al minuto 25 con Antonucci, Brignola pareggia i conti al minuto 81 portando a casa un punto. Il Cittadella sale a 17 punti conquistando la tredicesima posizione, il Cosenza sale 15 punti in diciassettesima posizione. Entrambe devono fare ancora molto per assicurarsi la salvezza a fine stagione. Nonostante il piazzamento in zona retrocessione, il Perugia riesce nell'impresa di vincere contro il Genoa, una delle squadre impegnate nella zona promozione. Gli umbri strappano i tre punto con il risultato di 1 a 0: il primo ed unico gol della partita viene realizzato al minuto 74 da Marco Olivieri regala tre misure alla propria squadra: gli umbri restano in ultima posizione con 11 punti ma tornano in discussione per la salvezza dopo un avvio di stagione che li aveva visti arrancare. In cima alla classifica frena anche il Frosinone che non va oltre il 2 a 2 contro il Cagliari in una gara importantissima per le sorti della zona promozione di Serie B. Tanto spettacolo regalato dalle due parti, la prima squadra ad andare in rete è il Cagliari con Luvumbo al minuto 14, risponde il Frosinone con i gol di Rohden al 32' e Insigne al 67. Alla fine i sardi riescono a strappare il pareggio con Lapadula durante il recupero del secondo tempo. I gialloblu frenano la loro corsa salendo a 31 punti, i rossoblu salgono invece a 18 punti in undicesima posizione.

Vittoria meritata quella del Brescia, le rondinelle vincono con un netto 2 a 0 contro la SPAL dimostrandosi in forma smagliante: i lombardi vanno in rete al minuto 14 con Florian Aye portandosi sull'1 a 0 e raddoppiando il vantaggio prima della fine del primo tempo con Mangraviti. La SPAL non può nulla contro l'avanzata avversaria, incassata una nuova sconfitta: la formazione di Ferrara resta ferma a 15 punti in quattordicesima posizione, il Brescia invece si fa sotto per la lotta al titolo conquistando i 23 punti totali e la quarta posizione. Nel match tra Como e Bari non si riesce ad andare oltre al pareggio per 1 a 1, un solo punto raccolto dalle due squadre nel corso della quattordicesima giornata di Serie B 2022/23. A mettere a segno la prima rete della partita è Alberto Cerri che sblocca lo score nei minuti di recupero del primo tempo con un calcio di rigore assegnato dal diretto di gara. Le due squadre vanno a riposarsi sul risultato di 1 a 0. Nel secondo tempo il Bari riesce a pareggiare i conti con il gol di Ruben Botta al minuto 90, agguentano il pareggio in extremis, ma tanto basta per raggiungere l'obiettivo fissato a metà partita. I pugliesi salgono a 22 punti in quinta posizione, i lombardo invece salgono a 14 punti in diciottesima posizione.

L'ultimo pareggio di giornata vede protagoniste Sudtirol e Ascoli, due squadre tanto lontane geograficamente quanto in classifica. L'Ascoli riesce a portarsi in vantaggio sin dal primo minuto con Ciciretti. A cui risponde Casiraghi al minuto 57 su calcio di rigore. La formazione ospite riesce a riportarsi in vantaggio con Caligara al minuto 65, ma Rover mette al sicuro il pareggio per il Sudtirol al minuto 84. Con questo risultato di 2 a 2, il Sudtirol sale a 21 punti in ottava posizione, l'Ascoli invece sale a 20 punti in nona posizione. L'ultima partita del turno mette in contrapposizione Palermo e Venezia, due formazioni in lotta per la salvezza. La sfida è molto equilibrata per tutto il primo tempo e per buona parte del secondo. Alla fine viene decisa dal solo gol di Pohjanpalo al minuto 65: il giocatore regala i tre punti al Venezia facendosi trovare pronto a calciare in rete una palla nata da un rimpallo nell'area di rigore avversaria. Il Venezia ottiene così punti importanti per salire a quota 12 in diciannovesima posizione, il Palermo invece resta fermo a 15 punti in sedicesima posizione.

13a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Continua la Serie B con la sua 13a giornata di campionato che vede ancora in testa alla classifica il Frosinone. I gialloblu difendono la posizione imponendosi ancora una volta, la loro vittima principale è l'Ascoli. I bianconeri perdono per 0 a 1 con il gol di Roberto Insigne al minuto 70. A rendere particolarmente difficoltoso il percorso del Frosinone c'è l'espulsione di Collocolo al minuto 48. Il giocatore lascia in inferiorità numerica la propria squadra per tutta la seconda parte del match. Il Frosinone sale così a 30 punti staccando di molto i diretti rivali ora fermi a 19 punti. L'unica rivale in questa fase del campionato sembra essere la Reggina, squadra che ha chiuso il turno a 25 punti grazie al successo contro il Venezia per 1 a 2 siglato dalle reti di Luigi Canotto al minuto 55 e Hernani al minuto 76. Inutile la risposta di Joel Pohjanpalo che riduce la distanza ma non cambia il risultato finale del match. I veneti restano quindi in zona retrocessione, precisamente in penultima posizione con soli 9 punti raccolti in tredici partite. Molto importante il successo del Parma contro il Cittadella nella giornata di sabato: i ducali vincono con un convincente 3 a 1 portando a casa i tre punti con le reti di Enrico Del Prato al minuto 71, Drissa Camara al minuto 57 e Adrian Benedyczak al minuto 67. Anche in questo caso, il gol di Mirko Antonucci al minuto 71 risulta inutile. Il Cittadella resta quindi fermo a quota 15 punti in quattordicesima posizione.

Nella partita tra Cosenza e Palermo di sabato 12 novembre, ad avere la meglio sono i cosentini che riescono ad imporsi sui siciliani per 3 a 2 nonostante l'inferiorità numerica. Tanti e gol e tanto spettacolo regalato ai tifosi: per il Cosenza vanno in rete Aldo Florenzi al 45'+1' Michele Rigione al minuto 56' e Joaquin Larrivey al minuto 63. Per il Palermo segna Matteo Brunori Sandri ai minuti 41 e 59. Viene espulso al minuto 89 Andrea Vallocchia, evento che mette a rischio la buona riuscita della partita per i padroni di casa. Con questo successo i calabresi salgono a 14 punti in diciassettesima posizione, i rosanero restano fermi a 15 punti in tredicesima posizione. Ritrova la vittoria dopo moltissimi insuccessi il Benevento, i giallorossi riescono a vincere imponendosi sulla SPAL giocando fuori casa: nel primo tempo hanno la meglio i biancoazzurri che vanno in rete con Salvatore Esposito al minuto 10, nel secondo tempo i campani pareggiano i conti con Capellini al 74' e vincono con il gol di La Gumina al 77'. Il colpo finale che obbliga la SPAL alla sconfitta è l'espulsione di Patryk Peda al minuto 62, il giocatore lascia in inferiorità numerica la propria squadra.

Termina con un pareggio il faccia a faccia tra Cagliari e Pisa, una sfida che vede i sardi frenare ancora una volta. I nerazzurri trovano il gol del vantaggio al minuto 50 con il gol di Olimpiu Morutan, rete che porta lo score dalla parte dei toscani, a rispondere per i rossoblu c'è il gol di Gianluca Lapadula che riporta in equilibrio la partita al minuto 67. Portano a casa un punto ciascuno che fa salire il Cagliari in decima posizione con 17 punti e il Pisa in undicesima posizione a 15 punti. Altro caso di pareggio anche tra Bari e Sudtirol, entrambe le squadre sono impegnate nella parte alta della classifica, vincere nello scontro diretto significherebbe lanciarsi verso la vetta staccando una diretta concorrente. A mettere la firma sulla partita sono Valerio Di Cesare al minuto 43 e Eddie Salcedo al minuto 65 per il Bari, Fabia Tait al minuto 21 e Raphael Odogwu al minuto 37 per il Sudtirol.

Finisce per 1 a 1 lo scontro diretto di bassa classifica tra Modena e Perugia: vanno in rete Tremolada al minuto 45 per il Modena e Samuel Di Carmine al minuto 37 per gli umbri. Una gara che non regala molte emozioni ma che segna in modo indelebile il destino della zona retrocessione con il Perugia fermo all'ultimo piazzamento con 8 punti e il Modena in quindicesima posizione con 14 punti. Ancora meno spettacolo nella sfida tra Ternana e Brescia che si chiude in totale assenza di gol. La sfida tra le due forze del campionato termina con uno 0 a 0 che consegna un punto ad entrambe le parti: i rossoverdi salgono a 22 punti difendendo la quinta posizione, il Brescia sale a 20 punti in settima posizione. L'ultima sfida di giornata è quella tra Genoa e Como che termina con un pareggio per 1 a 1 che non sposta di molto la classifica delle due squadre: il Genoa mantiene la terza posizione con 23 punti totali, il Como invece sale a 13 punti in 18esima posizione.

12a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Giornata particolare in questo 12esimo turno di Serie B 2022/23. Tanti risultati sorprendenti che cambiano il corso della stagione e le gerarchie in classifica. Ad aprire il turno c'è la sfida tra Pisa e Cosenza che vede vincere i nerazzurri per 3 a 1 con i gol di Morutan (doppietta) e Masucci, per il Cosenza va in rete solo D'Urso che cerca di ridurre le distanza al minuto 82, ma che fallisce miseramente nel suo intento. Risultato clamoroso quello del match tra Benevento e Bari, le due squadre lottano in zona play-off e non riescono ad andare oltre l'1 a 1. Per i giallorossi va in rete Improta al minuto 37, per il Bari segna invece Cheddira al 77 trasformando il calcio di rigore assegnato dall'arbitro. Importante l'espulsione di Christian Pastina che indirizza la partita dalla parte dei pugliesi, in inferiorità numerica il Benevento non riesce a trovare spunti interessanti. La gara termina con un pareggio, il Benevento sale in classifica ad 11 punti in diciassettesima posizione, il Bari sale invece a 20 punti in quarta posizione. Ci sono tanti altri pareggi in questo turno. Termina per 0 a 0 lo scontro tra Modena e Cittadella, poco divertimento regalato ai tifosi e anche poco movimento in classifica: il Cittadella è a 15 punti in dodicesima posizione, il Modena invece sale a 13 punti in quindicesima posizione guadagnando un passaggio importante in ottica salvezza.

Altro pareggio anche nella sfida tra Brescia e Ascoli, due squadre che si erano dimostrate protagoniste nel corso della scorsa edizione della competizione e che vogliono continuare ad esserlo. La sfida è molto equilibrata, resta in bilico per tutto il primo tempo sullo 0 a 0, cambia al minuto 54 conil gol di Florian Ayé che porta in vantaggio le rondinelle e torna in parità con il gol in extremis di Botteghin al 93', importante anche l'espulsione di Luca Lezzerini al 90'+4' che beffa i padroni di casa. L'ultimo pareggio di giornata è quello tra Sudtirol e Cagliari, due squadre che si danno battaglia fino all'ultimo minuto regalando tanti gol al pubblico: il primo a sbloccare la partita è Raphael Odogwu al minuto 7 che porta avanti il Sudtirol, pareggia i conti Lapadula al 39, nel secondo tempo Viola porta avanti i sardi trasformando il calcio di rigore, ma Odogwu salva il risultato del Sudtirol segnando al minuto 90'+4'.

Continua a correre in cima alla classifica il Frosinone che riesce a vincere per 1 a 0 contro il Perugia andando in rete con Rohden al minuto 41: i gialloblu riescono a portarsi avanti meritatamente nel corso del primo tempo e a difendere il risultato nel corso del secondo tempo. Continuano a dominare la classifica salendo a 27 punti, il Perugia resta invece in fondo con soli 7 punti. Stesso risultato anche nello scontro tra Palermo e Parma, i siciliani riescono a portarsi a casa la vittoria andando in rete con un gran gol di Ivan Marconi al minuto 57, il giocatore riesce a sbloccare una partita molto equilibrata che aveva visto le due parti tenersi testa lungo tutto il primo tempo, la sua rete arriva nella seconda metà di gara come un fulmine a ciel sereno che spacca in due la partita. Con questo risultato il Palermo riesce a salire a quota 15 punti in tredicesima posizione, vede da lontano la zona play-off. Perde quota invece il Parma che resta fermo a 19 punti in sesta posizione, non un grande giornata per i ducali. Riesce ad ottenere la vittoria anche il Como che batte per 1 a 0 il Venezia, continua il brutto incubo dei veneti che non riescono a mettere la tsta fuori dalla zona retrocessione, questa volta perdono per mano di Alessandro Bellemo, giocatore del Como che riesce a regalare i tre punti alla sua squadra con un bel tiro dal limite dell'area al minuto 65. La vittoria per il Como significa fare un bel passo avanti nel ranking, sale in sedicesima posizione con 12 punti complessivi, si allontanano in modo sensibile dalla zona retrocessione. Il Venezia resta invece bloccato in diciannovesima posizione con soli 9 punti.

La classifica, nel complesso, risulta profondamente cambiata. Solo gli estremi del ranking restano gli stessi: Venezia e Perugia in fondo alla classifica e Frosinone in cima in solitaria. Guadagnano misure importanti il Palermo e il Pisa che si staccano dalla zona retrocessione salendo in ranking, stessa situazione anche per il Como che resta però in una zona pericolosa.

11a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

L'11a giornata di campionato si apre con tante nuove partite importanti per la parte alta e la parte bassa della classifica. La prima sfida di giornata è quella di venerdì 28 ottobre tra Bari e Ternana, match importante per la parte alta della classifica. La gara è molto equilibrata e non da cenni di favorire una o l'altra società. Le due formazioni si affrontano sapendo che ogni gol potrebbe fare la differenza per il raggiungimento della prima posizione. La gara però non va oltre il pareggio per 0 a 0, poco divertimento per i tifosi paganti. Nella giornata successiva, quella di sabato 29 ottobre, si giocano quasi tutte le altre partite del turno. Scende per primo in campo il Parma che sfida il Como tra le mura amiche alla ricerca di quei punti che potrebbero consentirgli di entrare di diritto tra le pretendenti per il posto promozione e per la lotta per il titolo. La sfida termina nel migliore dei modi per loro, finisce 1 a 0 con gol di Del Prato.

Nella partita tra Cagliari e Reggina invece non c'è una formazione che ha la meglio sull'altra, termina in parità per 1 a 1 con i gol di Lapadula al minuto 3 e Riccardo Gagliolo al minuto 24. I sardi hanno l'impressione di poter vincere il match con il gol realizzato nei primissimi minuti, ma le speranze sfumano già a metà primo tempo. Il Cagliari sale così in decima posizione con 15 punti, il Reggina sale a 19 punti in quarta posizione. Stesso risultato anche nella sfida tra SPAL e Sudtirol, gara che termina per 1 a 1 con le reti di Meccariello al minuto 4 e Giovanni Zaro al 45', andamento di match molto simile a quello visto precedentemente, i biancocelesti non riescono a portare a casa i tre punti nonostante la buona partenza. La SPAL ora è in undicesima posizione, il Sudtirol raggiunge invece la nona posizione. Termina in pareggio la sfida tra Benevento e Pisa, come per la sfida tra Bari e Ternana, anche questo match finisce con un poco divertente 0 a 0 che non regala grosse emozioni ai tifosi. Discorso opposto invece per la partita tra Cosenza e Frosinone con ben tre gol realizzati in novanta minuti di gioco: la prima squadra a trovare il gol è il Cosenza con Merola al minuto 20, il Frosinone risponde con i gol di Luca Moro al 27' e Samuele Mulattieri al minuto 70. Termina quindi per 1 a 2, i ciociari salgono di tre punti raggiungendo la prima posizione con 24 punti.

Molto interessante anche il match tra Modena e Palermo, si tratta di una sfida importante in chiave salvezza: l'obiettivo è il raggiungimento della metà della classifica. Alla fine del match hanno la meglio i siciliani che riescono a trovare il gol del vantaggio già al minuto 9 con Matteo Brunori Sandri che trasforma il calcio di rigore e porta avanti la sua squadra. Durante i minuti di recupero del primo tempo Nicola Valente riesce a raddoppiare il vantaggio e a chiudere definitivamente il discorso, il Palermo sale a quota 12 punti agganciando in classifica propri i diretti rivali del Modena. Stesso score anche per la sfida tra Venezia e Ascoli, i marchigiani hanno la meglio con il risultato finale di 0 a 2, ad andare in rete sono Federico Dionisi al minuto 67 e Michele Collocolo al minuto 86, a rendere ancora più amara la sconfitta per i veneti c'è l'espulsione di Jesse Joronen che non sarà disponibile per la prossima gara di campionato.

Lo scontro tra Genoa e Brescia, importante per le alte sfere della classifica, termina in pareggio per 1 a 1 e mette in chiara difficoltà le rondinelle che scivolano in ottava posizione con 18 punti. Il Genoa resta invece in zona promozione con 22 punti, attualmente coprono la seconda posizione. Sfortunati i rossoblu che terminano la gara in dieci uomini per l'espulsione di Badelj al 77esimo. L'ultima sfida della giornata, quella tra Perugia e Cittadella, vede vincere il Cittadella con un secco 0 a 2 che li porta in dodicesima posizione con 14 punti, perde ancora il Perugia restando ancora all'ultima posizione in classifica con soli 7 punti.

10a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Volge al termine anche la 10a giornata di campionato di Serie B di questa stagione 2022/23. Si fa sempre più delineata la situazione in classifica. In questo turno arrivano diversi risultati importanti come quello tra Frosinone e Bari, due squadre in lotta per le primissime gerarchie del campionato. La sfida tra la squadra ciociara e la squadra pugliese termina con una vittoria dei gialloblu che gli consente di salire in classifica a quota 21 difendendo al prima posizione a pari merito con il Genoa. Il Frosinone riesce ad andare in rete solo nei minuti finali di gara, proprio quando tutto sembrava destinato a terminare in pareggio, non molto influente l'espulsione di Bellomo del Bari al minuto 21: la gara resta in equilibrio per tutto il tempo. A consegnare la vittoria ai padroni di casa è la rete di Borrelli al minuto 90'+2'. Il Bari resta quindi fermo a 18 punti scendendo in 5a posizione. Importante in quest'ottica la vittoria del Genoa che tiene in ritmi della prima in classifica battendo la Ternana per 1 a 2. La sfida è segnata dalle reti di Massimo Coda ai minuti 76 e 78 e dal gol di Andrea Favilli al minuto 44, i rossoblu salgono quindi a 21 punti, la Ternana resta ferma a 19 misure in terza posizione.

Brutta frenata anche per la Reggina che perde in casa contro un buon Perugia. Gli umbri non si lasciano abbattere dall'espulsione di Simone Santoro al minuto 55: prima vanno in rete per ben due volte con Federico Melchiorri, poi chiudono il discorso con la rete di Di Serio al 73', non servono a nulla i gol della Reggina negli ultimi dieci minuti di gara: segnano Gori e Fabbian, il Perugia sale a 7 punti rimanendo ultima in classifica, la Reggina invece resta ferma a 18 punti in quarta posizione. Termina in pareggio la sfida tra Brescia e Venezia che si conclude con un 1 a 1 che non lascia molte speranze alle rondinelle di guadagnare punti in ottica promozione, a segnare sono Ndoj al minuto 31 e Crigoj al minuto 87. Procede bene anche il percorso del Sudtirol che riesce a conquistare altri tre punti battendo il Parma per 1 a 0 con il gol di Caviglia al 29', importante l'espulsione di Oosterwolde al minuto 78 che azzera le speranze dei ducali di rimettere in piedi la partita.

La vittoria più pesante della giornata è sicuramente quella della SPAL sul Cosenza, i ferraresi vincono per 5 a 0 andando in rete con Moncini, Dickmann, Panico (autogol), Maistro e Peda. Una goleada indimenticabile per i biancocelesti che riescono a guadagnare misure importanti: ora sono a 13 punti in decima posizione, possono ancora tentare l'affondo per la conquista della zona play-off. Altra gara ricca di gol è quella tra Pisa e Modena, questa volta però la garà è decisamente più equilibrata: il Pisa chiude in vantaggio per 4 a 2, i toscani segnano con Gliozzi, Torregrossa (doppietta) e Masucci, il Modena risponde con Bonfanti e Luca Magnino, non bastano per azzerare il gap con i nerazzurri.

La gara tra Palermo e Cittadella si chiude invece con un pareggio in totale assenza di reti, lo score è di 0 a 0, risultato che consegna un punto ad entrambe le parti. Non molte le emozioni regalate ai tifosi, ma entrambe conquistano punti importanti per staccarsi dal fondo della classifica, il loro è un vero e proprio faccia a faccia per la conquista della salvezza.

La classifica risulta quindi profondamente cambiata al termine di questa 10a giornata di campionato, il Frosinone balza in testa alla classifica a pari merito con il Genoa. Resta indietro la Ternana che perde quota scendendo in terza posizione. Subito dietro ci sono Reggina, Bari e Brescia rispettivamente con 18, 18 e 17 punti. Per chiudere la zona play-off, sono attualmente dentro Sudtirol e Parma con 17 e 16 punti, devono difendere il loro vantaggio se vogliono provare a difendere la speranza di approdare in Serie A. Subito sotto ci sono Parma, Cagliari e Spal. In fondo alla classifica, le squadre in zona rossa sono Perugia, Como e Palermo. Restano a serio pericolo retrocessione anche Venezia, Benevento Pisa. Leggermente meglio Cosenza, Cittadella, Ascoli e Modena che hanno un leggere vantaggio in termini di punti sulle altre squadre del campionato.

9a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

La 9a giornata di campionato è stata senza dubbio una delle più importanti viste fine a questo momento. La prima partita del turno è quella che vede protagonisti Venezia e Frosinone. Tra le due squadre ha la meglio il Frosinone che vince per 1 a 3 andando in rete con Fabio Lucioni, Samuele Mulattieri e Gennaro Borrelli. Solo un gol per Denis Cerysev che non riesce però ad azzerare il distacco tra le due parti. Il sabato 15 ottobre vanno, si affrontano Parma e Reggina, i ducali vincono di misura per 2 a 0 andando in gol con Jayden Oosterwolde al 15' e Lautaro Valenti al 74'. Il risultato più schiacciante arriva nel faccia a faccia tra Modena e Como, la partita si conclude sul risultato di 5 a 1 con le sigle di Pergreffi, Armellino, Diaw e Magnino. Solo un gol per il Como che va a segno con Cutrone. Successo schiacciante che gli consente di guadagnare posizioni importanti in classifica, restano fermi i lombardi che non riescono a staccarsi dal fondo della classifica.

Il neo-retrocesso Genoa, riesce a portarsi a casa la vittoria con un ottimo 1 a 2 definito dai gol di Butic, Coda e Strootman. I rossoblu riescono a vincere nonostante l'inferiorità numerica dovuta all'espulsione di Bani al minuto 34. Termina in pareggio la gara tra Palermo e Pisa, la partita termina sul 3 a 3, tanti gol ed entusiasmo nella sfida tra siciliani e toscani: il primo ad andare in rete è Di Mariano al minuto 11, Idrissa Touré pareggia i conti al minuto 25, i siciliani riescono a prendere il largo con Elia che sigla una doppietta ai minuti 45'+2' e 57', i toscani riescono a recuperare lo svantaggio pareggiando i conti con Gliozzi al 64' e Tramoni al 78'. Un punto ciascuno che non cambia di molto la classifica delle due squadre.

Termina in parità anche la sfida tra Cittadella e Spal, questa volta però non ci sono gol ad arricchire l'esperienza dei tifosi. Degna di nota però l'espulsione di Danzi al minuto 44' e di Branca al 90'+6', il Cittadella chiude con due uomini in meno ma riesce a portarsi a casa un punto. La sfida tra Cagliari e Brescia si chiude con una vittoria dei sardi per 2 a 1, riescono a portarsi a casa i tre punti andando in rete con Luvumbo al minuto 10 e con Deiola al 33'. Le rondinelle riescono ad accorciare con Olzer al minuto 90' ma non basta per poter cambiare le sorti della partita. I cagliaritani portano a casa le tre misure utili a tornare in ottava posizione con 14 punti.

Benevento e Ternana si affrontano invece il 15 ottobre 2022 a casa dei giallorossi, i padroni di casa hanno la peggio: la sfida termina sul 2 a 3 per i rossoverdi, a rendersi protagonisti della giornata sono Iannarilli (autogol), La Gumina (su calcio di rigore), Sorensen, Pettinari e Di Tacchio. Vittoria meritata per gli umbri che mettono in tasca tre punti fondamentali per raggiungere i 19 punti e la prima posizione.

Le due ultime sfide della giornata sono quelle tra Bari e Ascoli e tra Perugia e Sudtirol. L'Ascoli riesce ad avere la meglio su un ottimo Bari, la vittoria per loro arriva con uno 0 a 2 tutt'altro che scontato. I bianconeri riescono a vincere nonostante lo svantaggio numerico dovuto all'espulsione di Gondo. Ad andare in rete per loro sono Simic e Dionisi. Nella sfida tra Perugia e Sudtirol segnano invece Mazzocchi e Carretta ai minuti 13 e 86. Per il Perugia va in rete Melchiorri al minuto 50, prova ad accorciare le distanze, ma non basta per rimettere in piedi la gara.

La nona giornata di Serie B si conclude quindi con la Ternana in testa alla classifica che riesce a passare davanti al Reggina. I calabresi affondano contro il Parma e si fanno recuperare sia dal Frosinone, ora a 18 punti che dal Genoa. Frena anche il Bari, anch'esso a 18 punti insieme alle altre. La classifica si accorcia molto con la scalata del Parma che passa in 16esima posizione con 16 punti, i ducali approfittano della frenata del Brescia per insinuarsi in zona play-off. Per quanto riguarda invece la zona retrocessione, il Perugia chiude con 4 punti in ultima posizione, davanti c'è il Como con soli 6 punti. Salgono leggermente Pisa e Palermo che, con il pareggio nel loro scontro diretto, si portano a 7 e a 8 punti. Anche il Venezia frena restando fermo a 8 punti. Leggermente meglio invece il Benevento che riesce a mantenere la quindicesima posizione con ben 9 punti. SPAL e Cittadella restano a 10 punti, un margine di vantaggio di tre misure sulla zona rossa della classifica.

8a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Nel corso della 8a giornata di campionato, sono molte le sfide che hanno messo pepe su questa edizione di Serie B 2022/23. Tanti i cambiamenti in classifica. La prima sfida è quella tra Genoa e Cagliari, due delle neo-retrocesse dalla Serie A. Le due squadre vogliono tornare in prima divisione al più presto, il livello è paragonabile, non a caso la sfida termina con un pareggio per 0 a 0. Poche emozioni regalate dalle due squadre. Stesso score anche per la sfida tra Pisa e Parma, due società partite con lo scopo di tentare la promozione, ma che stanno faticando molto in campionato. Altro pareggio che non sblocca di molto la loro classifica. Particolarmente rischiosa la situazione dei nerazzurri che non riescono a scollarsi dalla zona rossa della classifica.

Altro pareggio, questa volta per 1 a 1, tra Brescia e Cittadella: le rondinelle trovano il primo gol della gara al minuto 28 con Ayé che sblocca la gara, la rete del pareggio la mette a segno Mirko Antonucci al minuto 69. Nella partita tra Venezia e Bari, la sfida procede con un 1 a 2 che consegna i tre punti nelle mani dei pugliesi: le reti sono realizzate da Ceccaroni al minuto 70 per gli arancioneroverdi e da Antenucci e Cheddira ai minuto 46 e 83 per il Bari. In questo modo, si muove molto la classifica. Il Venezia resta fermo in 16a posizione con un complessivo di 8 punti, il Bari sale in seconda posizione con un totale di ben 18 punti a pari merito con la Reggina capolista.

Risultato schiacciante quello visto in campo tra Ternana e Palermo, i rossoverdi annientano la retroguardia siciliana con un tris molto pesante. I gol sono realizzati da Partipilo al minuto 57, Palumbo al minuto 77 e Moro al minuto 90'+1'. Con questi tre gol, riescono ad agganciare il podio della classifica, ora sono terzi con un totale di 16 punti. Il sorpasso avviene ai danni del Brescia che ha rallentato per via del pareggio analizzato in precedenza. Continua a rimanere ancorato in fondo alla classifica il Palermo con un totale di 7 punti in 17a posizione. Nella stessa giornata di affrontano anche Ascoli e Modena, i gialloblu hanno la meglio contro ogni aspettativa vincendo per 1 a 2 fuori casa. La prima rete è dell'Ascoli che inizialmente riesce ad avere la meglio, a pareggiare i conti c'è il gol di Diego Falcinelli al minuto 55 seguito dall'evento che cambierà completamente la gara: l'espulsione di Giuseppe Bellusci al minuto 75. In conclusione, la sfida termina con il gol di Davide Diaw al minuto 90, fattore che mette i tre punti nelle tasche del Modena. I gialloblu ora sono a quota 9 punti in 11esima posizione, l'Ascoli resta poco sotto, in tredicesima posizione, ma con lo stesso quantitativo di punti.

Nel faccia a faccia tra Frosinone e SPAL, ha la meglio il Frosinone che riesce a vincere con un convincente 2 a 0 realizzato dai gol di Caso al minuto 47 e Luca Mazzitelli al minuto 87. Fondamentale l'espulsione di Matteo Arena al minuto 84 che determina l'inferiorità numerica e la chiusura del match a favore dei padroni di casa. Ancora più pesante il risultato di successo della Reggina che riesce a vincere con un bel 3 a 0 messo a segno da Rivas al minuto 9, Jeremy Menez al minuto 52 e Niccolò Pierozzi al minuto 62, viene espulso invece Pietro Martino al minuto 88 lasciando la propria squadra, il Cosenza, in inferiorità numerica per la parte restante della partita. La Reggina riesce così a difendere la prima posizione portandosi a 18 punti.

Altra gara di tutto rispetto è quella tra Como e Perugia, due club tra la metà e la parte bassa della classifica che si affrontano per allontanarsi il più possibile dalla zona rossa. Ad avere la meglio a fine match è il Como che riesce a strappare i tre punti grazie al risultato di 1 a 0. L'unico gol della partita lo mette a segno Arrigoni al minuto 34 che porta i lombardi a quota 6 punti, resta invece in ultima posizione il Perugia con un totale di soli 4 punti dopo ben 8 partite di campionato disputate. L'ultima gara rimasta è quella tra Sudtirol e Benevento. Le due squadre si affrontano in modo intelligente, entrambe sanno che perdere significherebbe abbandonare misure importanti in vista del finale di stagione, entrambe puntano alla zona promozione. I gol sono realizzati da Zaro al minuto 84 e da Christian Pastina al minuto 39, un match in totale equilibrio che non stabilisce un vincitore finale, termina tutto in pareggio. Il Sudtirol si piazza in decima posizione con un complesso di 11 punti, il Benevento resta invece poco sotto con 9 punti raccolti in otto partite in 12esima posizione.

7a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Con l'arrivo della 7a giornata di Serie B si aprono molti nuovi scenari per il futuro della seconda divisione di calcio italiano. Si accorcia la classifica in vetta per via della sconfitta della Reggina capolista, i calabresi non vanno oltre la sconfitta per 1 a 0 contro il Modena nella partita di sabato 1 ottobre: i gialloblu chiudono in vantaggio con il gol di Davide Diaw al minuto 65. Il Modena guadagna quindi tre misure che valgono la 17a posizione con un complessivo di 6 punti. Ad approfittare della sconfitta della Reggina c'è il Bari che riesce ad inserirsi nel discorso per la lotta al titolo battendo il Brescia con un tanto pesante quanto incredibile 6 a 2: i pugliesi vanno in gol con Folorunsho, Bellomo, Cheddira, Antenucci e Scheidler. Non bastano le rispsote di Olzer e Moreo per le rondinelle, i lombardi quest'anno sono partiti decisamente sotto tono. Quello tra Bari e Brescia è, tra l'altro, un vero e proprio scontro diretto, visto che entrambe sono situate sul podio della classifica.

Passando al Genoa, i liguri ritrovano la vittoria contro una SPAL che sembra arrancare anche in questa edizione di Serie B: i biancocelesti devono fare fronte anche all'espulsione di Meccariello al minuto 76, evento che li mette in condizioni scomode per recuperare lo 0 a 2 imposto dai rossoblu. Ad andare in gol per il Genoa sono Massimo Coda e Albert Gudmundsson. Anche la Ternana guadagna misure interessante in questo avvio di campionato che la vede incredibilmente in lotta per le prima posizioni della classifica: i rossoverdi vincono per 0 a 2 con i gol di Palumbo e Coulibaly, decisamente assente la controparte del Cittadella che, pur avendo il vantaggio di giocare in casa, non riesce ad entrare mai in partita scivolando in quindicesima posizione.

Brusca franata anche per il Frosinone che perde fuoricasa contro il Parma. I ducali riescono ad ottenere un'ottima vittoria per 2 a 1 nonostante l'inferiorità numerica dovuta all'espulsione di Hainaut. Ai padroni di casa servono due calci di rigore per decidere la partita: il primo viene trasformato da Tutino nel corso dei minuti di recupero del primo tempo, il secondo da Dennis Man al minuto 52. Inutile la risposta dei gialloblu al minuto 81 con Luca Moro. Il Frosinone chiude quindi in sesta posizione con dodici punti, subito dietro c'è proprio il Parma che sale a pari quota in settima posizione. Una delle vittorie più entusiasmanti è sicuramente quella del Cosenza che ospita in casa il Como. La gara si rivela molto accesa, con tanti gol e molti eventi destinati a cambiare il corso della sfida. Il risultato finale è di 3 a 1 a favore del Cosenza con i gol di D'Urso al minuto 31, Rigione al minuto 37 e Meroni al minuto 85. Il Como risponde solo con la rete di Luca Vignali, a determinare il finale di partita c'è l'espulsione di Luis Binks al minuto 82 che lascia il Como in inferiorità numerica.

Continua la discesa del Cagliari che dopo la sconfitta subita in 6a giornata continua a calare perdendo contro il Venezia con un pesantissimo 1 a 4. Anche in questo caso i gol regalati sono numerosissimi, i sardi riescono inizialmente a portarsi in vantaggio al minuto 38 con Mancosu, i veneti ribaltano la situazione tra primo e secondo tempo pareggiando i conti con Pohjanpalo e prendendo il largo con la doppietta di Denis Cerysev e l'ultimo gol di Ridgeciano Haps. Un vero incubo per i padroni di casa che devono riprendersi al più presto se vogliono tornare in Serie A. Una squadra che sta trovando continuità è il Sudtirol che batte il Palermo con un cinico 0 a 1 fuori casa segnato dallo zampino di Raphael Odogwu. Tanto basta agli altoatesini per portarsi a quota 10 in classifica e salire in decima posizione, il Palermo resta invece fermo a quota 7 in sedicesima posizione.

Tra le ultime partite rimaste non si può non parlare di Benevento vs Ascoli, una gara tra due club che fino all'anno scorso di contendevano un posto promozione e che quest'anno sembrano avere serie difficoltà a trovare il giusto ritmo. La gara non è convincente per nessuna delle due squadre: termina in pareggio per 1 a 1 segnata dai gol di Eric Botteghin al minuto 6 per l'Ascoli e Diego Farias al minuto 48 per il Benevento. L'ultima gara di giornata è quella tra Pisa e Perugia, due club che clamorosamente si ritrovano a raschiare il fondo della classifica. Ad avere la meglio sono i nerazzurri che battono gli umbri con un 1 a 3 che non lascia spazio a grosse interpretazioni. Le firme sulla partita sono di Di Carmine al minuto 83, Gliozzi con una doppietta ai minuti 4' e 88', Toure al 90'+1'.

6a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Giornata molto movimentata in questo sesto turno di Serie B. Continuano a delinearsi sempre di più i profili delle squadre che lotteranno per il titolo e per la salvezza. Ci sono delle sorprese, squadre che fino all'anno scorso erano all'apice del ranking e che quest'anno sono crollate sul fondo della classifica. Tra le varie sorprese non si può notare la realtà del Sudtirol, squadra che continua ad accumulare punti e risultati positivi in questo avvio di campionato.

Ad aprire la lunga coda di partite in questa giornata è la sfida tra Brescia e Benevento di venerdì 16 settembre, la gara viene decisa da un solo gol, quello di Flavio Bianchi al minuto 90'+3', proprio quando tutto era destinato a terminare in parità. Nella giornata successiva il Frosinone riesce a portarsi a casa i tre punti con lo stesso risultato della partita precedente: 1 a 0 firmato dalla autorete di Alessio Buttaro al minuto 44. I rosanero consegna quindi la vittoria nelle mani dei gialloblu, una partenza terribile per la squadra siciliana che si aspettava sicuramente un avvio di stagione migliore. Nella giornata di sabato si gioca la sfida con più gol del turno, quella tra Como e Spal terminata sul 3 a 3: ad andare in gol sono Cutrone (doppietta) e Ioannou per il Como, Fabio Maistro, Gabriele Moncini e Salvatore Esposito.

Il Bari riesce a conquistare una vittoria inaspettata contro il Cagliari vincendo per 0 a 1 nonostante l'espulsione al minuto 84 di Raffaele Pulcino: basta la rete di Walid Cheddira al 77' per strappare i tre punti contro i sardi. Grande successo anche per la Reggina che schiaccia in casa il Cittadella con un pesantissimo 3 a 0 che non lascia spazio ad interpretezioni: il primo ad andare in rete è Riccardo Gagliolo seguito da Giovanni Fabbia e Gabriel Gori, il tris stende i veneti che frenano ancora una volta. Buona la partenza in campionato dei calabresi che vogliono imporsi come una delle papabili vincitrice della competizione.

Risultato di pareggio tra Sudtirol e Cosenza, gli altoatesini continuano a guadagnare punti dopo una partenza di campionato incredibile, la sfilza di risultati utili comincia ad essere molto importante. Stesso score a fine match anche tra Venezia e Pisa, entrambe le squadre non fanno quindi grossi passi avanti in classifica ma mettono in tasca un risultato utile da troppo tempo assente. I nerazurri se la devono vedere anche con l'espulsione di Artur Ionita al minuto 71, il giocatore non sarà disponibile per la prossima sfida contro il Perugia.

Nel faccia a faccia tra Ascoli e Parma hanno la meglio i ducali che chiudono con un bel 1 a 3. Altri tre punti per la squadra di Parma, vogliono tornare in Serie A, alla competizione che più conta. I gol del match sono di Christopher Lungoyi al minuto 79, Gennaro Tutino al minuto 7, Roberto Inglese al minuto 18 e Dennis Man al minuto 66. Nella giornata di sabato le ultime a scendere in campo sono Genoa e Modena che si affrontano in Liguria, il match è segnato dal solo gol di Filip Gagiello che va in rete al minuto 44 e dimostra la superiorità rossoblu. A chiudere l'intero turno sono invece Ternana e Perugia, la sfida si conclude per 1 a 0, la rete arriva da Anthony Partipilo al minuto 45'+2', i rossoverdi riescono a portarsi a casa un successo molto importante che gli consente di rincorrere la metà della classifica e tenersi a distanza di sicurezza dalla zona rossa del campionato.

5a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Il campionato di Serie B è giunto alla 5a giornata di campionato, dopo i primi scontri incominciano a delinearsi gli equilibri della competizione con le squadre che sembrano avere più chance di tornare tra le prime del campionato e quelle che invece sembrano destinate alla retrocessione. La stagione però è ancora molto lunga, tutto potrebbe cambiare nel corso dei prossimi appuntamenti.

La sfida che da il via alla quinta giornata di Serie B è Palermo vs Genoa, gara andata in onda il 9 settembre 2022. A portarsi a casa la vittoria sono i rosanero che riescono a battere la neo-retrocessa dalla Serie A. I siciliani vanno in rete con Matteo Brunori Sandri al minuto 49 e guadagnano tre punti in classifica.

Passando alla giornata di sabato, si può subito notare come la maggior parte delle partite fanno capo a questo giorno. Le prime a giocare sono Cosenza vs Bari, competizione che si conclude sullo 0 a 1 a favore dei pugliesi con il gol di Walid Cheddira al 45'+4'. A rendere ancora più duro il bilancio per i calabresi c'è l'espulsione di Aldo Florenzi al minuto 89'. In contemporanea giocano anche Como e Sudtirol, gli altoatesini sembrano inarrestabili in questo avvio di campionato, vincono facilmente schiacciando gli avversari per 0 a 2 con le firme di Mazzocchi e Casiraghi, oltre alla sconfitta, il Como se la deve vedere anche con l'espulsione di Da Riva. Bene anche la Ternana che vince fuori casa contro i ducali del Parma per 2 a 3. Tanti gol in questo match, le sigle sono di Del Prato e Inglese per i padroni di casa, Mamadou Coulibaly, Donnarumma e Niccolò Corrado per gli ospiti.

Nella sfida tra Pisa e Reggina hanno la meglio i calabresi, non irresistibili i toscani in questo avvio di stagione. La Reggina vince con un secco 0 a 1 deciso dalla rete di Canotto. Il turno di campionato continua con Cittadella vs Frosinone, gara decisa dalla sola rete di Beretta che consegna la vittoria ai padroni di casa. Per quanto riguarda l'altra neo-retrocessa dalla Serie A, il Cagliari, arriva un'altra vittoria, questa volta contro un buon Benevento. I sardi vincono per 0 a 2 con il gol di Lapadula e Luvumbo, il Cagliari a fine match deve però fare i conti anche con l'espulsione di Adam Obert. Vincono anche Brescia e Perugia nella giornata di sabato: le rondinelle chiudono per 1 a 3 la sfida contro il Modena, agli umbri basta invece l'1 a 0 contro l'Ascoli.

In conclusione, l'ultima gara della giornata si gioca domenica 10 settembre 2022, occasione in cui la Spal vince in casa contro il Venezia per 2 a 0. Le reti messe a segno sono di La Mantia e Finotto. Per gli arancioneroverdi a rendere più duro il bilancio c'è anche l'espulsione di Tessmann al minuto 88.

Questi risultati portano inevitabilmente a molti cambi di posizione in classifica, specialmente considerando le poche partite giocate e, di conseguenza, i pochi punti raccolti dalle squadre. Ad agganciare la testa del ranking sono Reggina e Brescia a pari merito con 12 punti ciascuna. Resta poco dietro il Cagliari con 10 punti. Perde quota invece il Frosinone che, a seguito della sconfitta, scende in quarta posizione con 9 punti. Ne approfitta il Bari che raggiunge i gialloblu. Ci sono ben quattro squadre ad 8 punti: Cittadella, SPAL, Ascoli e Genoa, tutte formazioni in lotta per un posto play-off. Dalla decima alla 12esima posizione ci sono invece Benevento, Cosenza, Palermo e Ternana con 7 punti.

Navigano in fondo alla classifica il Pisa con un solo punto, il Como con due punti, il Modena con tre punti. Poco sopra la zona rossa ci sono invece Venezia e Perugia con quattro punti, Sudtirol e Parma con 6 punti.

4a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Siamo finalmente giunti alla 4a giornata di Serie B, il campionato è entrato nel vivo e le squadre cominciano a dalineare il proprio percorso per la stagione 2022/23. Dopo aver deluso nel corso della passata stagione, le formazioni partite meglio sono Reggina, Frosinone e Brescia che si tengono in testa alla classifica con un complessivo di 9 punti. Tutte le squadre riescono ad ottenere la vittoria nel corso del turno.

Ad aprire le danze è il Cagliari, la neo-retrocessa storica della Serie A ospita il Modena per il match di venerdì 2 settembre. I sardi riescono a strappare la vittoria con un bel gol di Marko Rog al minuto 28. Il giocatore ex Napoli regala la vittoria alla sua squadra, sempre più lanciati verso il ritorno in prima divisione. Nella giornata di sabato gioca invece il Brescia che scende in campo tra le mura amiche contro il Perugia. Le rondinelle partono bene, altra vittoria in casa, questa volta per 2 a 1. Per i lombardi segnano Galazzi e Ayé, per il Perugia va in invece in rete Luperini. Il Brescia raggiunge così quota 9 a pari merito con Reggina e Frosinone.

Il Frosinone scende in campo in contemporanea per affrontare il Como. I gialloblu chiudono con un bel 2 a 0 firmato dalle reti di Kone e Mulattieri. I biancoblu non possono nulla contro la squadra laziale, tanto il divario tecnico tra i giocatori. Il Venezia ospita in casa il Benevento, una delle formazioni che avevano fatto meglio nella scorsa stagione. I veneti perdono con un pesante 0 a 2 siglato dai gol di La Gumina e Koutsoupias ai minuti 52 e 77. I giallorossi continuano la loro rincorsa alla parte alta della classifica portandosi a 7 punti.

Il primo pareggio di giornata arriva nella sfida tra Ternana e Cosenza, due squadre in lotta per la sopravvivenza. Ad andare in rete per primi sono i rossoverdi con il gol di Andrea Favilli al minuto 17. La partita cambia radicalmente a seguito dell'espulsione di Sorensen al minuto 50, ne approfittano i cosentini che riescono a strappare il punto grazie al gol di Brignola al minuto 52. Tante espulsioni anche nella sfida tra Reggina e Palermo. La gara è a senso unico, i calabresi vanno in rete con Fabbian, Menez e Liotti, il Palermo non trova invece spunti decisivi per cambiare lo score finale. La partita termina 3 a 0. Pesanti le espulsioni di Cionek per la Reggina e Bettella per il Palermo.

Il secondo pareggio di giornata arriva nella sfida tra Bari e SPAL. Le due squadre si affrontano al San Nicola, tra le mura amiche del Bari, tanti i gol messi a segno dalle due formazioni. La sfida termina in pareggio per 2 a 2, la prima squadra a portarsi in vantaggio è quella di casa: la prima rete è di Cheddira al minuto 4, raddoppiano prima della fine del primo tempo con Antenucci al 45'+2'. Il secondo tempo viene però dominato dai biancocelesti che vanno prima in gol con La Mantia al minuto 63, poi con Simone Rabbi al minuto 69. Un punto a testa, il Bari sale a 6 punti, la SPAL aggancia invece quota 5.

La partita con meno gol della giornata è quella tra Ascoli e Cittadella, nessuna delle due parti riesce a trovare il gol, la partita si rivela particolarmente dura e fallosa. Ci sono ben tre espulsioni nel corso dei 90 minuti di gioco. La prima arriva al minuto 49' del secondo tempo, si tratta di Raul Asencio del Cittadella. La seconda arriva tre minuti più tardi per il Cittadella, ad abbandonare il campo è Caligara, gli ascolani non riescono quindi a sfruttare il vantaggio numerico. Nel corso dei minuti di recupero l'ultima espulsione è quella di Del Fabro al minuto 90'+3'. Quella con più gol è invece quella tra Genoa e Parma, due delle dirette retrocesse dalla Serie A. La sfida termina con un rocambolesco 3 a 3 siglato dalle reti di Frendrup al 16', Hefti al 42' e Coda al 51' per il Genoa. Per i ducali segnano invece Roberto Inglese al 21', Mihaila al 37' e Estevez al minuto 89'. Nel corso dei minuti di recupero arriva una brutta tegola per i rossoblu che chiudono in inferiorità numerica per l'espulsione di Gudmundsson al minuto 90'+2'.

L'ultima sfida della giornata è quella tra Sudtirol e Pisa, la gara si gioca di domenica. Il Sudtirol riesce clamorosamente ad affondare la corazzata nerazzurra con un bel 2 a 1. Gli servono due calci di rigore per chiudere in vantaggio, entrambi vengono trasformati da Rover al minuto 35 e 62. L'unico gol dei toscani è invece di Artur Ionita al minuto 23, non sufficienti a cambiare le sorti della sfida.

Oltre alle prime tre della classifica a 9 punti (Reggina, Frosinone e Brescia), restano in zona play-off anche Brescia, Ascoli e Genoa con 8 punti. A quota 7 ci sono invece Benevento, Cagliari e Cosenza. Nelle ultime posizioni della classifica ci sono invece Sudtirol, Como, Pisa e Perugia. Clamorosa la presenta di Pisa e Perugia che fino alla scorsa edizione del torneo navigavano nella parte alta della classifica.

3a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Nuovo appuntamento con il campionato di Serie B 2022/23, che al termine della giornata numero 3 vede una classifica segnata dalla presenza dell’Ascoli e del Genoa, rispettivamente, in prima e in seconda posizione, con un totale di 7 punti a testa. A sole 3 settimane dal fischio d’inizio della stagione, nessuno dei club protagonisti della serie cadetta può vantare punteggio pieno. In avvio di annata, le formazione che appaiono più in difficoltà sono Pisa, Perugia e Sudtirol, ferme nelle ultime posizioni.

Il turno prende il via con le sfide dell’anticipo disputate nel corso della giornata di sabato 27 agosto 2022. All’Alberto Braglia di Modena, i ragazzi di Attilio Tesser sono protagonisti di uno schiacciante successo sulle fere rossoverdi della Ternana: nel primo tempo i gialloblu si impongono con il calcio di rigore trasformato da Diaw, cui segue lo sfortunato autogol di Capuano, che porta il risultato parziale sul 2 a 0. Nei primi minuti della ripresa, la formazione guidata da Cristiano Lucarelli accorcia il vantaggio dei padroni di casa, con Favilli che trafigge Gagno con un destro potente su assist di Palumbo. A poco valgono, però, gli sforzi dello schieramento ospite: a cavallo tra il 64 e il 68' il Modena torna all’attacco collezionando altri due gol, con Falcinelli e Tremodala. Il match si conclude così un successo dei padroni di casa per 4 a 1. In contemporanea, al Renzo Barbera di Palermo la formazione rosanero scende in campo contro il Picchio, per un match segnato da un lungo testa a testa e da una notevole dose di spettacolo. Partono con un piglio molto aggressivo i bianconeri, avanti al 27' con la rete siglata da Gondo; a stretto giro, però, le aquile rispondono con Brunori Sandri, che intercetta con un colpo di testa la pennellata di Nedelcearu spedendo il pallone alle spalle di Leali. Il punteggio resta stabile sulla parità solamente per pochi minuti: se nel finale del primo tempo Gondo torna a dire la sua realizzando su assist di Caligara, ad inizio ripresa l’attaccante dell’Ascoli trova anche la rete della tripletta personale, allungando ulteriormente il vantaggio dei suoi. Al 63' i padroni di casa provano a riaprire i giochi con Segre, che pure si impone di testa su cross di Valente; al triplice fischio, però, a conquistare la vittoria del match e 3 preziosi punti classifica è il Picchio. Nell’ultima delle sfide dell’anticipo, quella tra SPAL e Cagliari disputata al Paolo Mazza di Ferrara, gli uomini di Roberto Venturato hanno la meglio sul club sardo grazie alla rete siglata da La Mantia al 37' su passaggio di Zanellato. Da segnalare anche i cartellini rossi di Di Pardo e di Peda.

Il turno di campionato prosegue con gli appuntamenti di domenica 28 agosto 2022. Alle ore 20:45, i grifoni biancorossi del Perugia ospitano al Renato Curi i galletti del Bari. Ottima partenza degli ospiti, avanti con il gol di Folorunsho a soli 10 minuti dal fischio d’inizio. Il club pugliese protegge il suo vantaggio per tutta la prima frazione di gara, per poi trovare anche il punto del raddoppio nei primissimi minuti della ripresa, con la rete siglata da Cheddira su assist di Folorunsho. Gli animi in campo si scaldano e da ambo le parti fioccano le ammonizioni, fino ad arrivare alle espulsioni di Sgarbi e di Ricci. Nel finale, il Bari torna ancora una volta all’attacco, trovando anche il punto dell’1 a 3 finale con la coppia d’attacco D’Errico – Antenucci. All’Arena Garibaldi – Romeo Anconetani di Pisa i nerazzurri di Rolando Maran provano a tener testa ai grifoni rossoblu del Genoa: gli ospiti però si rivelano più propositivi in fase di attacco e al 29' sbloccano il punteggio fermo sulla parità passando in vantaggio con Ekuban, che beffa Nicolas grazie al prezioso assist di Coda. Il risultato si mantiene stabile sullo 0 a 1 a favore del Genoa per tutta la durata del secondo tempo, che è segnato anche dall’espulsione con doppio cartellino giallo di Calabresi. Si conclude invece con un equilibrato pareggio per 1 a 1 l’appuntamento Cittadella – Venezia, che va in scena al Piercesare Tombolato. La partita è caratterizzata da un ritmo di gioco mai troppo intenso, con ben pochi guizzi ed emozioni nel primo tempo. Nella ripresa la gara si fa via via più incalzante, fino a culminare con il punto del vantaggio messo a segno da Antonucci per il Citta al 71'. Quando la vittoria sembra ormai nelle mani della formazione granata, però, a sorpresa i lagunari pareggiano i conti con Cuisance, che buca la difesa di Kastrati portando il risultato conclusivo sull’1 a 1. Sfida interessante anche al Ciro Vigorito, dove gli stregoni del Benevento devono vedersela con i canarini del Frosinone. A trovare per primi il punto del vantaggio nel corso della prima frazione di gioco sono i padroni di casa, con forte autore di una bella rete su colpo di testa e corner di Masciangelo, rete che rimedia all’errore commesso al 19' da Forte (fallendo un calcio di rigore). Gli ospiti non si arrendono e nella ripresa la formazione guidata da Fabio Grosso festeggia il pareggio grazie a Garritano, che intercetta la palla servita da Rohden depositandola alle spalle di Paleari. A scrivere l’ultima parola, di lì a pochi minuti, è però la formazione giallorossa: Forte tira e supera Turati, chiudendo il match sul 2 a 1. I ducali di Fabio Pecchia si misurano in casa con i lupi di Davide Dionigi, in una gara segnata da una lunga serie di occasioni interessanti da ambo le parti, ma da poco conclusione davvero convincenti. A metà del secondo tempo i padroni di casa si portano avanti con la rete di Inglese, che batte Matosevic sfruttando in modo perfetto la palla piazzata a centro area da Mihaila. L’incontro si conclude con la vittoria del Parma per 1 a 0, ma anche con una lunga serie di ammonizioni nelle fila del club gialloblu. Festeggia il successo più netto di questa 3a giornata della Serie B 2022/23 la Reggina: gli uomini di Filippo Inzaghi hanno la meglio senza dover faticar troppo sul Sudtirol, rimasto con soli 10 giocatori in campo dopo l’espulsione del difensore Curto al 24'. A siglare le reti che consegnano ai padroni di casa una schiacciante vittoria per 4 a 0 sono Fabbian, Majer, Pierozzi e Lombardi.

Il 3o turno di campionato per la stagione 2022/23 della Serie B si chiude ufficialmente con il match del posticipo tra Como e Brescia: il derby lombardo va in scena nella serata di lunedì 29 agosto 2022 allo stadio Giuseppe Sinigaglia ed è caratterizzato da uno sconto molto acceso tra i padroni di casa e le rondinelle di Pep Clotet. Ad avere la meglio è la Leonessa, che nei minuti finali del primo tempo riesce a sfruttare l’attimo di confusione della difesa del Como, colpita dall’espulsione di Arrigoni, andando in gol con Bertagnoli.

2a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

La seconda giornata del campionato di Serie B 2022/23 si è aperta venerdì sera alle ore 20:45 con la sfida di anticipo tra Bari e Palermo, terminata pari sull’1-1. Nessuna vittoria nelle tre sfide del sabato calcistico: pareggio senza reti tra Genoa e Benevento e tra Perugia e Parma, mentre termina 1-1 il match tra Ascoli e Spal. Nelle sei sfide della domenica di Serie B, le uniche due formazioni a punteggio pieno sono Frosinone e Cosenza, che si sono imposte rispettivamente 3-0 contro il Brescia e 2-1 contro il Modena. Cagliari e Venezia rimontano rispettivamente contro Cittadella e Sudtirol chiudendo i conti sul 2-1, mentre la Ternana batte 1-0 la Reggina. Finisce 2-2 il match tra Pisa e Como.

Un turno movimentato il secondo del girone di andata del torneo di Serie B 2022/23. Bellissima prestazione in campo del Frosinone, che piega 3-0 il Brescia e vola in cima alla classifica insieme al Cosenza, vincente 2-1 contro il Modena. I ciociari hanno dato spettacolo, travolgendo il Brescia e regalandosi la prima gioia casalinga della stagione. In campo non c’è storia, i giallazzurri passano al quarto d’ora con un colpo di testa di Moro (primo gol in B), poi le reti di Caso al 57’ e di Mulattieri all’85’ mettono in cassaforte la vittoria del Frosinone. I lupi del Cosenza vincono in rimonta contro il Modena, che al 33’ passa in vantaggi con Bonfanti che riceve da Ponsi e di testa anticipa la difesa avversaria insaccando l’1-0 per il Modena. La rete del pareggio la sigla Florenzi al minuto 67, infilandola nell’angolino basso. All’80’ arriva la rete che ribalta definitivamente il risultato: Brescianini recupera palla e batte Gagno. Vince in rimonta anche il Cagliari, che batte 2-1 il Cittadella, il quale si illude di poter bissare la vittoria della prima giornata, andando avanti nel risultato poco prima della mezzora con il gol di Asencio. All’Unipol Arena emerge la qualità del Cagliari, che al 72’ accorcia con Mancosu, poi la ribalta con Makoumbou al minuto 87.

Vittoria in rimonta anche per il Venezia, che a Bolzano sbanca lo stadio Druso battendo i padroni di casa per 2-1. I biancorossi recriminano per la beffa dell’ultimo minuto che li ha condannati alla prima sconfitta stagionale in casa. Succede tutto nella seconda frazione della gara, quando Odogwu porta in vantaggio la squadra di casa con una bellissima rete di testa su cross al bacio di Carretta. Al minuto 84, Cuisance batte Poluzzi con una conclusione chirurgica nell’angolino, poi, a tempo scaduto (95’), arriva la beffa: cross di De Vries, Curto interviene e batte Poluzzi per l’1-2 finale. Ascoli-Spal termina 1-1 al Del Duca: al minuto 21, Tripaldelli fa fallo in area su Gondo e lo stesso attaccante ivoriano fa l’1-0 dal dischetto. Sei minuti dopo arriva il pareggio degli estensi, grazie al tocco dell’ex Maistro su ispirazione di Esposito. Bari e Palermo si annullano, chiudono aull’1-1, ma le emozioni non mancano. Caprile e Pigliacelli, i due portieri, sono stati protagonisti di diversi interventi prodigiosi. Il Palermo passa dopo 37 minuti di gioco con un’azione in contropiede che termina con la rete di Valnte. Nella ripresa, il Bari pareggia grazie a una zampata vincente di Cheddira su assist perfetto di Antenucci. Nel finale, il Palermo rimane in dieci per l’espulsione di Marconi. Dopo il trionfo a Ferrara, la Reggina di Pippo Inzaghi perde in casa della Ternana. A decidere il match è il gol di Partipilo: al 26’, il giocatore batte Colombi con una conclusione al volo. Nella ripresa, la Reggina parte forte, ma non riesce a ribaltare il risultato, confermando le storiche difficoltà per gli amaranto sul campo dello stadio Libero Liberati. Finisce 2-2 invece il match tra Pisa e Como, valevole per la seconda giornata di Serie B. Il Como passa in vantaggio con Blanco dopo appena cinque minuti, approfittando di un errore in uscita dei nerazzurri. Al 24’ arriva il pareggio dei padroni di casa su rigore trasformato da Morutan. Nella ripresa arriva il nuovo vantaggio del Como con un tiro al volo di Kerrigan, poi il Pisa si riversa in avanti e trova il pareggio finale al 90’, grazie al tap-in di Torregrossa.

1a giornata di Serie B: riepilogo e risultati stagione 2022/23

Il campionato di Serie B ricomincia e prende forma nelle consuete 38 giornate della stagione regolare. Il campionato di Serie B 2022/2023, è iniziato nel secondo e caldo fine settimana di asgosto, parallelamente al torneo di Serie A, ma, al contrario del massimo campionato, non subirà uno stop autunnale durante lo svolgimewnto dei Mondiali in Qatar 2022. Le squadre partecipanti a questa edizione del torneo cadetto sono 20. I tredici club che hanno mantenuto la categoria al termine della stagione passata sono: Ascoli, Benevento, Brescia, Cittadella, Como, Cosenza, Frosinone, Parma, Perugia, Pisa, Reggina, SPAL e Ternana. A questi, si vanno ad aggiungere 4 squadre promosse dalla Serie C: Bari, Palermo, Modena e Südtirol, più le tre retrocesse dalla Serie A, ovvero Cagliari, Genoa e Venezia.

L’attuale stagione di Serie B 2022/2023 è sicuramente promettente viste le formazioni protagoniste. Nella prima giornata si registrano ben 29 reti messe a segno nelle 10 sfide giocate tra Venerdì e Domenica. Iniziamo dalle neo-promosse, delle quali l’unica a trionfare è il Palermo, che batte 2-0 il Perugia nella cornice del Barbera. A trainare la formazione rosanera è Brunori, che trova subito il gol e un assist, dopo aver concluso la passata stagione con 25 gol a referto. Tra le neopromosse anche il Bari fa molto bene, fermando il Parma sul 2-2, mentre il Modena perde contro il frosinone dopo una buona prestazione. La prima del Sudtirol se l’aggiudica il Brescia, che si impone sugli altoatesini 2-0. Il Sudtirol è apparso sofferente in questo salto di categoria, servirà del tempo per adeguarsi ai ritmi di Serie B. La partita che ha registrato il maggior numero di gol realizzati complessivamente (7) è stata Cittadella-Pisa, terminata con il punteggio di 4-3 per il Citta. Al di là del risultato, la partita si caratterizza anche per gli avvenimenti in campo, tra cui il calcio di rigore concesso al Cittadella al 52’, che Baldini si fa parare da Nicolas. Cassandro prova a inserirsi sulla respinta del portiere pisano, ma viene atterrato da Marin. Nuovo calcio di rigore che questa volta lo stesso Baldini trasforma. Le emozioni non finiscono, succede ancora di tutto tra cui un altro penalty trasformato stavolta da Asencio.

Una delle favorite per la promozione diretta in Serie A, il Genoa, inizia bene, imponendosi 2-1 contro il Venezia, altra formazione retrocessa. Dopo aver evitato la retrocessione nel ritorno dei playout della Serie B 2021/22, il Cosenza si impone 1-0 sul Benevento ed esce dal Vigorito con il bottino pieno. Buona anche la prima della Reggina di Inzaghi, vincente 3-1 a Ferrara contro la Spal. Trionfa anche l’Ascoli, 2-1 contro la Ternana, mentre il Cagliari trova un pareggio in extremis contro il Como, realizzando l’1-1 allo scadere.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita sistema

Min: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino.max | dropDigits | number: 2}} €

Min per combinazione: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Vincita con Bonus

Min: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino.max | dropDigits | number: 2}} €

Min per combinazione: {{sistemino.min | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.
Min. Win bonus non disponibile {{q_min_ticket| dropDigits | number: 2}} €
Max. Win bonus non disponibile {{q_max_ticket| dropDigits | number: 2}} €
bonus applicato {{ticketPercBonus}}

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.