Inter - Udinese

Inter e Udinese sono due importanti società calcistiche italiane. Fondate rispettivamente nel 1896 e nel 1908, Udinese e Inter vantano una lunghissima tradizione calcistica. Le due formazioni si incontrano sia nei campionati di Serie A, sia nelle competizioni di Coppa Italia. Sebbene l'Inter sia una delle squadre più titolate d'Italia e vanti un palmarés più esteso di quello dell'Udinese, ogni appuntamento in campo tra le due formazioni dà sempre vita a sfide entusiasmanti e combattute fino al triplice fischio finale. Nonostante entrambe le tifoserie siano molto coinvolte nelle gare tra le due formazioni, gli incontri tra Udinese e Inter non generano mai episodi di astio né scontri di alcun tipo tra i tifosi.

Sul sito SNAI.it trovi le quote aggiornate dei prossimi incontri in calendario che vedranno sfidarsi la formazione neroazzurra e quella bianconera. Scopri la storia e le statistiche degli incontri tra Inter e Udinese per realizzare il tuo pronostico con le quote sulla Serie A offerte dai bookmaker di SNAI.

Udinese - Inter: i match più importanti

Udinese e Inter si incontrano per la prima volta nell'ottava giornata del campionato 1950/1951: nella sfida disputata a Udine nell'ottobre del 1950, le due squadre lottano per conquistare la vittoria: la prima frazione di gioco termina in parità (1-1) grazie ai gol di Soerensen (Udinese) e Miglioli (Inter). La seconda metà del match è dominata interamente dalla formazione nerazzurra che va a segno con Wilkes al 72' su calcio d'angolo. Dopo neanche 10 minuti, all'81', lo stesso Wilkes piazza il gol del 3 a 0 e conclude l'incontro.

Una delle vittorie più nette dell'Inter sull'Udinese avviene nell'ottobre del 1960, quando la compagine nerazzurra si impone per 6 reti a 0 su quella bianconera: è la terza giornata di campionato e l'Udinese ospita l'Inter presso lo Stadio Friuli. Nonostante il supporto della tifoseria friulana, l'Udinese si dimostra molto debole in difesa e consente all'Inter di realizzare sei gol: Angelillo al 24' e al 43', Lindskog al 37' e al 44', Zaglio al 56' e Firmani al 61'.

Ma anche l'Udinese riesce a tenere testa all'Inter in più di un'occasione. Una delle formazioni friulane più competitive è quella che disputa il campionato 1983/84, presentando tra le proprie fila calciatori di assoluto livello come il brasiliano Zico e Franco Causio, centrocampista campione del mondo con la nazionale italiana nel 1982 in Spagna. Al Friuli di Udine la gara termina sul 2-2, con numerosi capovolgimenti di fronte e grande spettacolo per il pubblico sugli spalti: alla rete su rigore di Zico al 5' rispondono gli interisti Evaristo Beccalossi e Salvatore Bagni al 48' e al 75', ribaltando il risultato; ma la squadra di casa non demorde e trova il pari all'80' con Luigi Agostini.

Nel campionato 2000/2001, la formazione friulana riesce a mantenere inviolata la propria porta e sconfigge per 3 reti a 0 la compagine milanese grazie ai gol realizzati da Stefano Fiore, Vincenzo Iaquinta e Roberto Muzzi.

L'annata 2001/02 vede la vittoria sofferta della squadra milanese per 3-2 contro un'Udinese agguerrita. L'Inter di Hector Cuper propone campioni come il centravanti Christian Vieri, l'attaccante uruguaiano Alvaro Recoba e il centrocampista olandese Clarence Seedorf; la formazione di Udine presenta giocatori di ottimo livello come il regista cileno David Pizarro e l'ala danese Martin Jorgensen. I nerazzurri concludono il primo tempo in vantaggio con una rete di Vieri al 27'; nella ripresa il compagno d'attacco Nicola Ventola sigla il 2-0 al 66', a cui risponde qualche minuto più tardi il gol del bianconero Roberto Muzzi; l'esterno portoghese Sergio Conceiçao blinda il risultato sul 3-1 all'87' e il centrocampista udinese Giampiero Pinzi accorcia le distanze all'89', fissando il punteggio sul 3-2.

Tra le partite tra Udinese e Inter con il maggior numero di gol realizzati ricordiamo quella giocata a San Siro di Milano nel mese di maggio del 2013: sotto la guida dell'allenatore Francesco Guidolin, i bianconeri sconfiggono in trasferta i nerazzurri per 5 reti a 2. I primi due gol vengono realizzati nei primi 10 minuti di gioco da Pinzi e Domizzi. Al dodicesimo minuto di gioco, Jesus tenta il recupero segnando il primo gol per la formazione nerazzurra, ma Di Natale mette a segno la rete del 3 a 1 al 41'. Il 4 a 1 viene siglato durante la ripresa, precisamente al 52' con rete di Gabriel Silva su passaggio di Muriel. La speranza ritorna tra le fila nerazzurre pochi minuti dopo, quando Rocchi mette a segno il gol del 4 a 2. Il match viene chiuso definitivamente al 66' grazie alla rete di Muriel realizzata su assist di Pinzi.

Anche la stagione 2015/16 offre una partita piuttosto combattuta: il 12 dicembre 2015, in occasione della trasferta di Udine, Mancini schiera in campo una formazione molto offensiva, con i 4 attaccanti in contemporanea Ljajic, Jovetic, Perisic e Icardi. Dopo diverse occasioni sia per l'Udinese sia per l'Inter, i nerazzurri sbloccano il risultato con la rete al 23' di Mauro Icardi nonostante la deviazione di piede del portiere friulano. Il secondo gol, questa volta di Jovetic, arriva al 31'. Nella ripresa non ci sono altri episodi decisivi fino all'84', quando a segnare è ancora Icardi su passaggio errato dell'avversario Lodi. E dopo soltanto altri due minuti è Brozovic a infilare per la quarta volta l'estremo difensore avversario: l'Udinese di Colantuono è battuta per 4 a 0 dai ragazzi di Mancini.

Nella stagione 2016/17 la gara giocata al Friuli di Udine vede la formazione di casa subire una sconfitta per 1-2. La squadra bianconera guidata da Luigi Del Neri non riesce a conservare l'1-0 realizzato da Jakub Jankto al 17'; il croato Ivan Perisic sigla poi la doppietta che consente all'Inter di conquistare i tre punti in trasferta.

Gli incontri tra Udinese e Inter non si limitano solamente ai campionati di Serie A; le squadre si sono spesso affrontate anche nelle competizioni di Coppa Italia, ad esempio in occasione della semifinale di Coppa 2005/2006. Nel match di andata, i nerazzurri guidati da Mancini si aggiudicano la vittoria grazie al gol realizzato da Solari al 20'. La gara di ritorno, disputata presso lo Stadio Friuli di Udine, si rivela una vera e propria lotta per la vittoria: non trascorrono neanche 10 minuti di gara e Solari mette subito a segno la prima rete per i nerazzurri. Il risultato non varia fino all'83', quando Obodo trova il gol della parità (1-1). Tre minuti dopo Pizarro segna la rete del 2 a 1, ma, al 90', l'arbitro assegna un calcio di rigore a favore dell'Udinese: il penalty viene trasformato da Iaquinta, che firma il gol del 2-2 finale. In quella stessa edizione, l'Inter conquista la Coppa Italia per la seconda volta consecutiva.

Nel campionato di serie A 2018-2019, la partita di andata viene disputata a Milano il 15 dicembre 2018. In quel momento, l'Inter è terza in classifica e sta svolgendo un ottimo campionato, avendo già collezionato 10 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte. L'Udinese è invece in diciassettesima posizione ed ha vinto solo 3 volte, pareggiato 4 e perso 9 degli incontri disputati. Tutto gioca a favore dei padroni di casa, che deve però ritrovare fiducia in se stessa essendo reduce da tre sconfitte consecutive tra Champions League e Campionato.Il primo tempo non offre molte occasioni e nonostante l'Inter attacchi in modo risoluto, l'Udinese si difende molto bene. La prima opportunità per i ragazzi di Spalletti arriva al 22', quando Icardi colpisce di testa mancando di poco la porta. Nella ripresa l'Udinese ha finalmente la sua prima occasione, con Fofana che serve Mandragora sul secondo palo. L'ex del Crotone, però, manda alto. Pochi minuti dopo, l'Udinese torna a far tremare i neroazzurri con il destro di Ter Avest, che però risulta ancora impreciso. A questo punto, l'Inter inizia a reagire e al 75' il match si sblocca, con il rigore assegnato ai meneghini in seguito ad un tocco di mano di Fofanà. Anche se inizialmente l'arbitro non assegna la penalità all'Udinese, la manovra viene riesaminata al VAR e si decide di offrire all'Inter il tiro dagli undici metri. A presentarsi è Mauro Icardi, che batte Musso con un tiro a cucchiaio. Il match di ritorno alla Dacia Arena finisce invece a reti inviolate. L'Udinese, passata nel frattempo alla guida tecnica di Tudor – terzo allenatore in una stagione burrascosa – ha l'obiettivo di allungare la distanza dalla zona retrocessione. Per questo motivo, il pareggio 0 a 0 viene accolto con gioia dai tifosi, a cui in quel momento preme soprattutto la certezza della permanenza in massima Serie. Obiettivo dell'Inter è invece quello di mantenere il terzo posto e di assicurarsi l'accesso alla Champions League, ma il punto guadagnato non è sufficiente e la squadra di Spalletti è costretta a rimanere in attesa del risultato di Atalanta-Lazio.

Inter - Udinese: cambi di maglia

L'analisi dei cambi di maglia consente di comprendere più a fondo quali sono i rapporti tra due squadre, acquisendo informazioni utili per effettuare un pronostico di gara o per valutare le quote offerte dai bookmaker. Nella storia calcistica dell'Udinese e dell'Inter, diversi giocatori e allenatori stringono rapporti di collaborazione con entrambe le società. Tra i giocatori più conosciuti ricordiamo il portiere Handanovic, acquistato dalla società bianconera nel 2004/05 e tornato a vestire la casacca friulana solo nel 2007 dopo aver trascorso tre stagioni nel Treviso, nella Lazio e nel Rimini. Il portiere indossa la maglia dell'Udinese solo fino al 2012 e, dal 2013 in poi, quella nerazzurra.

Un altro calciatore importante che gioca per ambedue i club è il centrocampista ghanese Sulley Muntari, che dal 2002 al 2007 indossa la maglia bianconera e dal 2008 al 2011 gioca per i nerazzurri, vincendo numerosi scudetti e una prestigiosa Champions League nel 2010 con l'Inter di José Mourinho.

L'esterno di centrocampo Antonio Candreva disputa con il club friulano una stagione nel 2007/08, appena ventenne, giocando poche gare; approda invece a Milano nel pieno della sua condizione psicofisica, all'età di 29 anni, nell'annata 2016/2017, dopo quattro stagioni a Roma con la Lazio.

Il difensore Davide Faraoni cresce nella Primavera dell'Inter, facendo parte della rosa della prima squadra nella stagione 2011/12; tra il 2012 e il 2017 milita per tre annate nella formazione friulana, non lasciando particolarmente il segno.

Tra i giocatori che vestono entrambe le maglie ricordiamo: Lorenzo Bettini, che gioca con i bianconeri nella stagione 1954/55 e con i nerazzurri in quella 1961/62; Adriano Fedele, che esordisce nel 1961 vestendo la maglia dell'Udinese; Olivier Bierhoff, l'attaccante tedesco che giocò in nerazzurro nel 1991 e in bianconero dal 1995 al 1998.

Loggati per scommettere!
Nessun evento selezionato
Per iniziare a scommettere clicca su una quota
Credito: {{credito | number : 2}} €

Cancella Tutti  

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}}
{{scommessa.sigla_sport}} - {{scommessa.des_manif}}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Sviluppo Colonne: {{sviluppoColonne}}

Numero avvenimenti: {{ scommesse.length }}

Quota finale: {{ totaleQuota | dropDigits | number: 2 }}

Quota con Bonus: {{ betQuotaBonus | dropDigits | number: 2 }}


Importo totale: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €


Possibile Vincita: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (totaleQuota*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}}

Pal: {{scommessa.cod_programma}} - {{scommessa.num_avvenimento}} Fissa
{{ scommessa.sigla_sport }} - {{ scommessa.des_manif }}
{{ scommessa.des_avvenimento | ucfirstCustom }}
{{evento.des_tipo_sco}}   {{ evento.des_evento }} - {{ evento.prec_quota / 100 | dropDigits | number:2 }} {{ evento.quota / 100 | dropDigits | number: 2 }} {{ evento.handicap / 10 }}
Evento chiuso o sospeso

Importo: {{ ((sistemino.importo*100) * sistemino[0][1]) / 100 | dropDigits | number: 2 }} €

Vincita per colonna

Min: {{sistemino[1] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{sistemino[2] * sistemino.importo | dropDigits | number: 2}} €

Vincita per colonna con Bonus

Min: {{((sistemino.betQuotaBonusMin*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Max: {{((sistemino.betQuotaBonusMax*100) * (sistemino.importo*100)) / (100*100) | dropDigits | number: 2}} €

Attenzione: importo inserito non valido.

Importo totale: {{ (calcoloImportoTotaleSistemi() / 100) | number: 2 }} €

Vincita con bonus: {{ ((importo*100) * sviluppoColonne * (betQuotaBonus*100)) / (100*100) | dropDigits | number : 2}}


Attenzione: Le quote degli avvenimenti su cui hai scommesso sono cambiate!
Conferma nuovamente il tuo ticket con le nuove quote.
Attenzione:
Modifica l'importo e conferma il tuo ticket se vuoi proseguire.
Ti restano {{brfInterval}} secondi per confermare.
Attenzione: importo inserito non valido.