Così come previsto dal Decreto Legge, 13 settembre 2012, n. 158 “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute” (convertito con Legge, 08 novembre 2012, n. 189) si riportano le probabilità di vincita dei singoli giochi.
 Per ulteriori dettagli consultare anche www.aams.gov.it 
 


A differenza dei giochi di sorte tradizionali, in cui la probabilità di vincita è nota in partenza, nelle scommesse a quota fissa, è la quota assegnata ad un evento ad esprimere la probabilitá che si verifichi quell’evento. La quota è un valore soggettivo, che il concessionario assegna ad ogni evento tramite elaborazioni statistiche, conoscenze, informazioni ecc.
 
Facciamo l’esempio di una partita di calcio, e sulle quote associate al risultato finale dell’incontro:

 

  1 2
Arsenal-Tottenham 1,9 3,4 4,0

 

Tanto è minore la quota proposta su un evento (la vittoria dell’Arsenal ad esempio) tanto è maggiore la probabilità che questo evento si verifichi. Per ottenere la probabilità in percentuale, si deve dividere il fattore 100 per ogni quota (es. 100/1.9 = 52.6), ottenendo questi quozienti:

 

  1 X 2
Arsenal-Tottenham 52,6 29,4 25,0

 

Con un rapido calcolo, è evidente che la somma dei tre quozienti, non faccia 100, ma un valore sempre più grande, che viene chiamato lavagna (o allibramento) e che rappresenta il margine di intermediazione teorico che ogni bookmaker trattiene nella formulazione delle quote, nel nostro caso: lavagna 107,04
 
Questo significa che le reali probabilità associate alla vittoria dell’Arsenal, al pareggio e alla vittoria del Tottenham (calcolate al netto della lavagna) saranno ottenute dividendo ulteriormente i quozienti ottenuti per la lavagna calcolata: per esempio la probabilità percentuale della vittoria dell’Arsenal è dato dall’equazione: 107,04:52,6=100:X da cui ne deriva che X= 49,1%.

 

  1 X 2
Arsenal-Tottenham 49,1% 27,5%

23,4%

 

E che il Payout teorico associato all’evento (Quello che otterrebbe in vincite lo scommettitore che puntasse su tutti gli esiti possibili dell’incontro, proporzionalmente alle quote) sarebbe il 93,42% (100/lavagna).

 

A differenza dei giochi di sorte tradizionali, in cui la probabilità di vincita è nota in partenza, nelle scommesse su eventi simulati a quota fissa, la quota è assegnata ad un evento ed esprimere la probabilità che si verifichi quell'evento. La quota è un valore che il concessionario assegna ad ogni evento.

Facciamo l'esempio di una partita di calcio virtuale, e sulle quote associate al risultato finale dell'incontro:

Magica-Devils; 1 a quota 2,25 -  X a quota 2,5 - 2 a quota 3

Tanto è minore la quota proposta su un evento (la vittoria della Magica ad esempio) tanto è maggiore la probabilità che questo evento si verifichi. Per ottenere la probabilità in percentuale, si deve dividere il fattore 100 per ogni quota (es. 100/1.8 = 55.56), ottenendo questi quozienti:

Magica-Devils; 44,4% per il segno 1 - 40,0% per il segno X - 33,3%  per il segno 2

Con un rapido calcolo, è evidente che la somma dei tre quozienti, non faccia 100, ma un valore maggiore, che viene chiamato lavagna (o allibramento) e che rappresenta il margine di intermediazione teorico che ogni bookmaker trattiene nella formulazione delle quote, nel nostro caso: lavagna 117,77
Questo significa che le reali probabilità associate alla vittoria della Magica, al pareggio e alla vittoria dei Devils (calcolate al netto della lavagna) saranno ottenute dividendo ulteriormente i quozienti ottenuti per la lavagna calcolata: per esempio la probabilità percentuale della vittoria della Magica è data dall'equazione: 117.77:44.4=100:X da cui ne deriva che X= 37,7%.

Magica-Devils;  37,7%  per il segno 1-  34,0% per il segno X -   28,3% per il segno 2

E che il Payout teorico associato all'evento (quello che otterrebbe in vincite lo scommettitore che puntasse su tutti gli esiti possibili dell'incontro, proporzionalmente alle quote) sarebbe l'84,9% (100/lavagna). 

La probabilità matematica di vincita di una scommessa sarà pari ad una in rapporto con il numero indicato nella casella corrispondente all'incrocio tra numero dei cavalli partenti e tipo scommessa effettuato.

Numero cavalli partenti Vincente nazionale Accoppiata nazionale Nuova tris nazionale Quartè nazionale Quintè nazionale
2 2 - - - -
3 3 - - - -
4 4 12 - 12 -
5 5 20 60 20 -
6 6 30 120 360 -
7 7 42 210 840 2.520
9 9 72 504 3.024 15.120
10 10 90 720 5.040 30.240
11 11> 110 990 7.920 55.440
12 12 132 1.320 11.880 95.040
13 13 156 1.716 17.160 154.440
14 14 182 2.184 24.024 240.24015
15 15 210 2.730 32.760 360.360
16 16 240 3.360 43.680 524.160
17 17 272 4.080 57.120 742.560
18 18 306 4.896 73.440 1.028.160
19 19 342 5.814 93.024 1.395.360
20 20 380 6.840 116.280 1.860.480

La probabilità matematica di vincita di una scommessa sarà pari ad una in rapporto con il numero indicato nella casella corrispondente all'incrocio tra numero dei cavalli partenti e tipo scommessa effettuato: 

Numero cavalli partenti Vincente Piazzato su due Piazzato su tre Accoppiata in ordine Accoppiata Libera Accoppiata piazzata Trio in ordine
2 2 - - - - - -
3 3 - - - - - -
4 4 2 - 12 - - -
5 5 2,5 - 20 - - -
6 6 3 - 30 - - 120
7 7 3,5 - - 21 - 210
8 8 - 2,67 - 28 - 336
9 9 - 3 - 36 12 504
10 10 - 3,33 - 45 15 720
11 11 - 3,67 - 55 18,33 990
12 12 - 4 - 66 22 1.320
13 13 - 4,33 - 78 26 1.716
14 14 - 4,67 - 91 30,33 2.184
15 15 - 5 - 105 35 2.730
16 16 - 5,33 - 120 40 3.360
17 17 - 5,57 - 136 45,33 4.080
18 18 - 6 - 153 51 4.896
19 19 - 6,33 - 171 57 5.814
20 20 - 6,67 - 190 63,33 6.840

Per i giochi di abilità la percentuale di restituzione al giocatore varia a seconda del singolo torneo. Per ogni torneo sono indicati chiaramente sulla pagina informativa del torneo stesso, oltre al costo complessivo del diritto di partecipazione, l’ammontare della raccolta destinato a montepremi ed il margine lordo del concessionario. 
Ad esempio in un torneo da 100,00€ di iscrizione sarà indicato 90,00€ + 10,00€: 90,00€ saranno destinati a montepremi e 10,00€ costituiranno il margine lordo del concessionario. 
In ogni caso sarà destinata a montepremi una percentuale di quanto incassato dalla vendita dei diritti di partecipazione, variabile sulla base del singolo torneo, non inferiore all’80%. 
E’ inoltre possibile visionare l’informazione a consuntivo sulla percentuale di restituzione al giocatore per ogni singolo gioco, calcolata su base mensile, nella relativa sezione VINCITE PER MESE del nostro sito

Per i giochi di sorte a quota fissa (casino games), la percentuale di restituzione al giocatore, detta RTP, varia a seconda del gioco. L’RTP, calcolato su base statistica, è indicato nei regolamenti dei singoli giochi ed è, in ogni caso, non inferiore al 90%.
E’ inoltre possibile visionare l’informazione a consuntivo sulla percentuale di restituzione al giocatore per ogni singolo gioco, calcolata su base mensile nella sezione VINCITE PER MESE del nsotro sito PER:

  • Per le piattaforma Casinò
  • Per le piattaforma Slot
  • Per la piattaforma SNAI Mobile
     

Per i giochi di carte tra giocatori (cash games) la percentuale di restituzione al giocatore varia a seconda del gioco, del tavolo e del piatto. La restituzione in ogni singola mano è indicata sia nei regolamenti dei singoli giochi sia al tavolo da gioco, ed è, in ogni caso, non inferiore al 90%. 
E’ inoltre possibile visionare l’informazione a consuntivo sulla percentuale di restituzione al giocatore per ogni singolo gioco, calcolata su base mensile, nella sezione VINCITE PER MESE del nostro sito:

  • Per le piattaforma Poker
  • Per la piattaforma Giochi
     

La percentuale di restituzione al giocatore, compreso l’ammontare dell’accantonamento per i vari jackpot è del 70%.
E’ inoltre possibile consultare le informazioni sulla percentuale della raccolta destinata al singoli premi e jackpot nelle diverse sale da gioco della sezione BINGO

VIDEOLOTTERY

I prodotti di gioco distribuiti nelle nostre sale sono apparecchi riferibili alla tipologia di cui all’art.110 TULPS comma 6 lett.B) – detti videolottery o VLT – che sono conformi alla legge, fanno parte delle rete telematica di cui l’art 14-Bis, comma 4, del D.P.R. del 26 ottobre 1972, n.640.

La vincita massima consentita, ad esclusione del jackpot, per ciascuna partita à pari a €5.000,00 (cinquemila/00); La percentuale delle somme giocate destinate alle vincite non può essere inferiore all’85% su un ciclo di 5.000.000,00 (cinquemilioni/00) di partite relativamente al sistema di gioco nel suo complesso ed ad ogni singolo gioco.

Il sistema di gioco può consentire vincite superiori a €5.000,00 (cinquemila/00) attraverso il meccanismo di jackpot;; la distribuzione del Jackpot può avvenire a livello della singola sala ovvero di sistema di gioco, anche con riferimento al singolo gioco; nel caso l’esito vincente è relativo ad una puntata effettuata su uno degli apparecchi videoterminali installati presso la sala interessata; nel secondo caso concorrono alla distribuzione del Jackpot tutti gli apparecchi videoterminali collegati al sistema di gioco.

L’importo massimo del Jackpot relativo a ciascuna sala è pari a €100.000,00 (centomila/00).

L’importo massimo del Jackpot relativo a ciascun sistema di gioco è pari a €500.000,00 (cinquecentomila/00).

AWP

Permettono vincite in denaro computate direttamente dall’apparecchio stesso. Le vincite sono erogate in modo non predeterminabile su un ciclo complessivo di non più di 140.000 partite, in modo da non essere inferiori al 70% delle somme giocate sull’apparecchio all’interno del medesimo ciclo.