Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Scommesse Inter - Borussia Dormund

Inter e Borussia Dortmund sono tra le formazioni di spicco, rispettivamente, del calcio italiano e tedesco. Le ultime sfide tra queste due squadre sono risultate ricche di gol e particolarmente affascinanti. Entrambe hanno buona esperienza europea e hanno già vinto la Champions League. Per giunta hanno un incredibile bottino di coppe nazionali che fanno bella figura nelle bacheche delle due società.

Attualmente l’Inter sta cercando di tornare a essere presenza assidua della massima competizione europea, oltre che insidiare il lungo primato della Juventus in campionato. Insomma, l’obiettivo è tornare l’Inter del triplete. Il Borussia invece continua a costruire con instancabile impegno una squadra che, attraverso un mix di giovani e campioni già affermati, possa mirare alla Champions e a scalzare il Bayern Monaco dal tetto del campionato tedesco.

Siamo certi che non mancherà lo spettacolo visto che si tratta di due squadre votate all’attacco, che hanno stili di gioco accattivanti e tanti giovani da una parte all’altra che non vedono l’ora di mostrare i propri numeri.

Con SNAI hai a disposizione un gran numero di quote pronosticabili, tutte quelle riservate a un match di tale importanza. Puoi cominciare dalle scommesse classiche antepost, ovvero prima del fischio di inizio. In questa categoria è compreso sia il classico 1-x-2 che tutte le scommesse da piazzare sulle più disparate statistiche che produrrà il match.

Inoltre non perdere l’occasione di assistere a un grande incontro e guadagnare grazie alla tua abilità e conoscenza delle squadre in campo. Potrai contare sulle statistiche SNAI per avere un’idea degli stati di forma delle due formazioni e delle rispettive statistiche durante la stagione in corso. Tutto ciò di cui hai bisogno è un account regolarmente registrato sul sito SNAI.it.

Non solo Inter e Borussia Dortmund hanno preso parte all’ultima edizione della Champions League, ma sono anche capitate nello stesso girone che comprendeva anche Barcellona e Slavia Praga. Tra le quattro la squadra più debole è risultata essere proprio lo Slavia, nel rispetto del pronostico sfavorevole ai cechi. Infatti hanno conquistato solo due punti, con l’Inter e con il Barcellona. Questa sbavatura risulterà fatale ai nerazzurri.

Il Barcellona invece ha fatto la parte del leone vincendo 2 volte contro i nerazzurri, e conquistando 4 punti contro il Dortmund. Va da sé che la qualificazione è stata in bilico soprattutto tra tedeschi e italiani, e si è decisa negli scontri diretti. L’andata si è giocata a Milano dove l’Inter ha giocato un ottimo match e ha vinto per 2 a 0. La squadra di Conte ha dato prova di carattere e un certo cinismo, se escludiamo il rigore sbagliato da Lautaro Martinez all’82’. L’argentino andrà comunque in gol assieme a Candreva.

Anche la partita di ritorno sembrava nettamente appannaggio dei nerazzurri che, nonostante il fattore campo avverso, conducevano per 2 a 0 allo scadere del primo tempo, gol ancora di Martinez e di Vecino. Nella ripresa però l’Inter deraglia rovinosamente e perde la via della compattezza. In circa 25 minuti il Borussia dispone a piacimento del match e sotto porta non si fa pregare. Segneranno: Hakimi al 51’, Brandt al 64’, ancora Hakimi al 77’. Con questa vittoria mortifera il Borussia mette lo stop alle velleità dell’Inter che sarà retrocessa in Europa League. Il cammino europeo della squadra milanese prosegue, si attende che si giochi il doppio match col Getafe per la qualificazione ai quarti della competizione. Il Borussia invece è stato eliminato negli ottavi di Champions League dal Paris Saint Germain, con un risultato aggregato di 3 a 2.

Ci sono diversi nomi tra i calciatori che hanno vestito i colori di entrambe le squadre. Tra i più importanti c’è Paulo Sosa, oggi allenatore ma all’epoca centrale difensivo. Giocherà al Dortmund nella stagione 1996/97, e nell’Inter le due successive. Con i tedeschi si toglierà le soddisfazioni più grandi vincendo una Champions League e un Coppa Intercontinentale.

Poi c’è Matthias Sammer, centrocampista teutonico pallone d’oro nel 1996. Cresciuto nelle giovanili della Dinamo Dresda, giocherà due stagioni nello Stoccarda e sarà notato dall’Inter che lo porterà a Milano. Qui giocherà solo la stagione 92/93, non si abituerà mai all’Italia. Nel lustro successivo giocherà per il Dortmund, nel periodo più glorioso dei gialloneri. Con loro alzerà una Champions, una Coppa Intercontinentale e due scudetti.

All’elenco aggiungiamo anche Ruben Sosa, attaccante uruguagio che militò nell’Inter dal 1992 al 1995, segnando 44 reti in 76 gare. Non fece altrettanto bene col Borussia nel quale giocò solo la stagione 1995/96. Venendo a tempi più recenti citiamo invece l’ala Ivan Perisic, croato che ha giocato nel Borussia dal 2011 al 2013 (vincendo un campionato), e con l’Inter dal 2015 al 2018. Per la stagione 2018/19 viene dato in prestito al Bayern Monaco.