Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Scommesse Napoli - Liverpool

Considerato l’ampio numero di sfide che si sono tenute tra queste due squadre, sopratutto nel periodo recente, è pacifico dire che Napoli – Liverpool è diventato un grande classico del calcio europeo. I partenopei si sono affermati come una delle squadre italiane più competitive dell’ultimo decennio, mentre i reds, con la vittoria della Champions League 2018/19, hanno concluso un percorso di crescita che li ha portati a essere una delle formazioni più brillanti e vincenti del panorama calcistico mondiale.

Potrebbe quindi sembrare una sfida dall’esito scontato che lasci intendere un pronostico nettamente in favore degli inglesi. Ciò nonostante le partite pregresse sono sempre state molto combattute, dall’esito incerto, e diverse volte favorevoli alla squadra italiana. Sarà così anche stavolta?

Un’occasione davvero unica per gli appassionati di gambling sportivo. Infatti Napoli – Liverpool non è una di quelle sfide a cui capita di assistere tutti i giorni. Per questo il bookmaker SNAI ha messo a disposizione il lungo elenco di quote riservate agli incontri dell’elite calcistica: dall’1-x-2 al numero di cartellini che saranno estratti durante i 90 minuti: su SNAI puoi scommettere davvero su qualsiasi statistica relativa a questo match, ciò di cui hai bisogno è solo la registrazione di un regolare account sul sito SNAI.it.

Le possibilità di scommesse, inoltre, non si esauriscono al fischio di inizio. Infatti potrai continuare a postare i tuoi pronostici usufruendo delle quote live in continua evoluzione. Non perdere questa occasione, che aspetti?

Entrambe le formazioni hanno preso parte all’ultima edizione della Champions League. La coppa dalle grandi orecchie è stato il teatro delle più recenti sfide tra reds e azzurri, ed è stato così anche stavolta visto che la sorte ha voluto che le due squadre capitassero nello stesso girone (per il secondo anno consecutivo).

Come da copione la doppia sfida tra queste due squadre ha dato vita a match molto accesi. La gara di andata si è disputata tra le mura del San Paolo dove il Napoli ha giocato un match strategicamente perfetto. Le temibili punte del Liverpool sono state letteralmente ingabbiate, mentre in attacco il fronte avanzato del Napoli ha giocato in modo cinico e spietato. Alla fine il risultato è stato di 2 a 0 per la squadra partenopea.

Scenario diverso al ritorno, dove il Liverpool è partita come netta favorita della gara. In effetti gli inglesi hanno dominato il match costringendo il Napoli a una difesa costante. Ciò nonostante i partenopei sono stati abili nel sfruttare le poche occasioni lasciate dal Liverpool capitalizzando con Mertens. Il risultato finale è stato di 1 a 1. La terza in comodo del girone, il Salisburgo, ha dato filo da torcere a entrambe le formazioni che però hanno fatto valere la maggiore esperienza. Alla fine il Liverpool si è classificato primo nel girone e il Napoli secondo.

Agli ottavi gli inglesi hanno incontrato l’Atletico Madrid, una squadra ostica che si è imposta per 1 a 0 tra le mura amiche. Al ritorno i reds hanno tentato di ribaltare il risultato: sono prima riusciti a portare il match ai supplementari chiudendo i 90 minuti regolamentari sull’1 a 0, nell’extra time però sono stati particolarmente sfortunati e troppi sbilanciati in attacco, tant’è che hanno perso il match per 3 a 2 e sono stati eliminati dalla competizione.

Anche al Napoli toccherà un’impresa non da poco considerato che agli ottavi è toccato il temibile Barcellona. All’andata i napoletani sono stati bravi nel tenere testa a Messi e compagni fissando però il risultato solo sull’1 a 1. Al ritorno servirà la migliore versione del Napoli per strappare la qualificazione contro uno degli avversari più temibili di questa edizione.

Un’altra sfida che vale la pena di raccontare è quella del 2018 tra Napoli e Liverpool ancora in occasione dei gironi di Champions League. Anche stavolta gli inglesi, che alla fine avrebbero trionfato nella competizione, risultavano favoriti, e anche stavolta dovettero capitolare di fronte all’organizzazione dei partenopei. Il match infatti si concluse per 1 a 0 in favore del Napoli con gol di Insegne realizzato praticamente allo scadere. Una gioia enorme per gli azzurri che, nonostante quei tre punti, non riusciranno comunque a qualificarsi nel complicatissimo girone che vedeva la presenza anche del Paris Saint Germain.

Tra i professionisti che hanno militato in entrambe le società, soprattutto in tempi recenti, ricordiamo 2 nomi su tutti. Il primo è quello del portiere Pepe Reina. L’estremo difensore spagnolo ha vestito la maglia dei reds dal 2005 al 2013, la stagione successiva è poi passato al Napoli in prestito. Alle falde del Vesuvio si tratterrà per ben 3 stagioni in cui giocherà sempre da titolare.

Restiamo in Spagna e parliamo dell’allenatore Rafael Benitez. Il tecnico avrà in gestione il Liverpool dal 2004 al 2010, periodo nel quale è riuscito a vincere una Champions League, una supercoppa UEFA e una Coppa d’Inghilterra. Passerà al Napoli nel 2013 e allenerà la squadra per due stagioni. Vincerà una Coppa Italia e una Supercoppa italiana, ma soprattutto proietterà i partenopei verso una ritrovata dimensione internazionale.