Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Serie A 28 giornata

A 10 turni dalla conclusione, il campionato di Serie A entra nella sua fase più concitata: con SNAI, hai a tua disposizione un resoconto puntuale e tutti i risultati della 28a giornata della massima serie, completa di commento relativo ai principali movimenti in classifica e all’esito delle sfide più attese della settimana.

Su SNAI.it, non solo hai la certezza di non perdere nemmeno uno dei grandi appuntamenti con il campionato di Serie A, ma sei libero di mettere alla prova le tue conoscenze calcistiche, il tuo intuito e la tua fortuna tentando di pronosticare l’esito di tutte le gare. Visita la sezione dedicata alle quote scommessa sulla Serie A, scopri il ricco ventaglio di modalità di giocata tra le quali puoi scegliere e punta sui tuoi pronostici in modo semplice, veloce e sempre sicuro.

Il 28esimo turno della stagione 2023/24 di Serie A si apre con la trasferta dei granata al Maradona, match concluso con un pareggio 1-1. A smuovere gli equilibri è Kvaratskhelia, autore di uno splendido scambio con Mario Rui e di una conclusione fredda in porta per il vantaggio. Pochi minuti dopo arriva il pareggio di Sanabria, protagonista di una rete sensazionale in rovesciata. Nonostante un Kvaratskhelia nei panni di superman, il Napoli non riesce a vincere e strappa soltanto un punto contro un Torino sempre molto cinico. Passando a sabato 9 marzo, la partita in ottica salvezza tra Sassuolo-Frosinone vede i padroni di casa trionfanti allo scadere del tempo. È bastato un solo gol di Thorstvedt al minuto 58 per assegnare 3 punti fondamentali ai neroverdi. È poi il turno dello scontro pomeridiano tra Cagliari e Salernitana, altro match importante in chiave salvezza. I sardi ottengono la seconda pesante vittoria consecutiva, riuscendo a scavalcare momentaneamente ben cinque squadre e salendo al tredicesimo posto. Lapadula e Gaetano siglano i gol nella prima frazione, mentre Shomurodov firma il successo con una doppietta, nonostante un po' di confusione nella seconda frazione che permette ai granata di riaprire la gara con i gol di Kastanos e Maggiore. Alle 18:00 è in programma la partita tra Bologna-Inter, vinta dagli ospiti grazie ad una rete di Bisseck al minuto 37: un inserimento vincente che termina con l'incornata del neroazzurro nella porta di Skorupski. L'Inter si avvicina ulteriormente allo scudetto mentre il Bologna frena la sua corsa alla zona Champions. Al Ferraris, invece, si gioca Genoa-Monza con una raffica di gol che finiscono per premiare i brianzoli. Nel primo tempo, gli ospiti si portano in vantaggio con Pessina e Dany Mota. Il Genoa parte con determinazione nella ripresa con Gudmundsson che ribadisce in rete il rigore parato da Di Gregorio, e Vitinha che trova il pareggio. Tuttavia, è Maldini a trovare il gol del nuovo sorpasso per i brianzoli e a chiudere la partita. Il Monza si porta a 39 punti in classifica, a -1 dalla Lazio, mentre il Genoa rimane fermo a 33 punti, ma con un buon margine dalla zona rossa.

Nella domenica di Serie A, si comincia con Lecce-Verona: approccio duro quello dell'Hellas che nella prima mezz'ora si porta avanti con la rete di Folorunsho, valida per la vittoria finale dei gialloblù. Con questi tre punti il Verona esce momentaneamente dalla zona pericolante, mentre il Lecce scende in sedicesima posizione. Alle 15:00 il San Siro accoglie i toscani dell'Empoli per il match contro il Milan di Pioli. In molti si aspettavano una vittoria casalinga di lunga misura, invece è bastato un gol di Pulisic a pochi minuti dall'intervallo per far esplodere i festeggiamenti rossoneri. Questa sconfitta blocca l'Empoli a 25 punti, uno in più del Frosinone terzultimo. All'Allianz Stadium, invece, Juventus e Atalanta si dividono la posta in palio dopo un risultato finale di 2-2. Il primo a sbloccare il punteggio è Koopmeiners al 35', con un pallone nell'incrocio destro di Szczesny, al quale risponde prima Cambiaso e poi Milik nella ripresa. Il sorpasso bianconero, però, viene annullato dalla doppietta del numero 7 bergamasco realizzata al 75'. Pareggio anche per Fiorentina-Roma, che lasciano il Franchi con un esito di 2-2. I viola partono aggressivi con il vantaggio conquistato da Ranieri al 18', che viene poi annullato dal destro di Aouar che sfonda la porta casalinga. Il botta e risposta continua con Mandragora al 69' e si conclude con la rete di Llorente al quinto minuto di recupero finale. I giallorossi salgono a quota 48 punti, accorciando le distanze con il Bologna, e i toscani vanno a -1 dal settimo posto. A chiudere questa giornata di Serie A è il posticipo tra Lazio e Udinese all'Olimpico, sorprendentemente vinto dai bianconeri ospiti. È la rete di Lucca al 47' a far allarmare i tifosi capitolini, ma poi ci pensa l'autogol di Giannetti a ristabilire l'equilibrio. Il secondo sorpasso ospite arriva dopo pochi minuti dalla ripresa, quando Zarraga sfonda la porta casalinga con un missile glaciale.

Serie A 2023/2024 28a giornata: risultati esatti

  • Napoli - Torino 1 - 1
  • Sassuolo - Frosinone 1 - 0
  • Cagliari - Salernitana 4 - 2
  • Bologna - Inter 0 - 1
  • Genoa - Monza 2 - 3
  • Lecce - Verona 0 - 1
  • Milan - Empoli 1 - 0
  • Juventus - Atalanta 2 - 2
  • Fiorentina - Roma 2 - 2
  • Lazio - Udinese 1 - 2

La giornata numero 28 del campionato di Serie A 2022/2023 si è aperta con la vittoria 3-1 dell’Atalanta in casa della Cremonese. La gara si sblocca prima dell’intervallo, quando Zapata mette al centro, Aiwu serve De Roon che insacca l’1-0 al 44’. In avvio di ripresa, per fallo di mano di Toloi in area, calcio di rigore concesso ai padroni di casa che pareggiano con Ciofani dal dischetto. Il 2-1 lo fa Boga da distanza ravvicinata su assist del neoentrato Hojlund. Il 3-1 arriva nei minuti di recupero finali, con Lookman che segna in contropiede dopo due mesi a secco di gol. Flop Inter, che contro la Fiorentina perde 0-1 a San Siro e incassa il quarto ko in cinque giornate. Tante le chance da entrambe le parti, con botta e risposta continui. Lukaku fallisce una grande occasione mancando la porta da pochi passi, poi Bonaventura sblocca di testa ribadendo in rete la respinta di Onana. Palo di Barella nel finale. Juventus-Verona termina 1-0 per i bianconeri, che all’Allianz Stadium passano in vantaggio nella ripresa con Kean, abile a sfondare il muro difensivo gialloblù e a superare Montipò con il destro. L’Hellas ci prova in diverse circostanze, ma Szczensy salva tutto. Seconda disfatta consecutiva per il Verona, mentre la Juve è al suo terzo successo di fila. Bologna-Udinese termina 3-0. Match a senso unico, il Bologna si porta in vantaggio al terzo minuto con il destro di Posch dalla distanza, poi il raddoppio arriva al 12’ con il destro di Moro dal limite dell'area. Barrow chiude i giochi nella ripresa, fissando il risultato finale sul 3-0. La Lazio espugna lo stadio del Monza 2-0. Nel primo tempo, Pedro approfitta di un assist di Zaccagni per sbloccare la partita, complice anche uno svarione della difesa del Monza. Il match si accende nella ripresa, quando, dopo 4 ammonizioni nelle fila brianzole, l’eurogol di Milinkovic-Savic con una punizione dal limite porta in vantaggio i biancocelesti. Diciassettesimo clean sheet in campionato per Sarri, che si porta al secondo posto in classifica. Spezia-Salernitana termina 1-1. I campani sbloccano la gara al 42’, con Caldara che supera Drągowski nel tentativo di anticipare Piątek. Nella ripresa, Ochoa nega il gol a Daniel Maldini dalla bandierina, ma deve arrendersi al tocco di Shomurodov al 70’ per il pari finale. Lo Spezia va vicino al vantaggio, ma Ekdal viene fermato dal palo. Pari e patta, la Salernitana va a quota 28, +9 sul Verona, mentre lo Spezia a +6 sugli scaligeri. Un tris di reti valgono la vittoria della Roma dopo due ko contro Sassuolo e Lazio. La Roma batte in casa la Sampdoria: succede tutto nella ripresa, Murillo viene espulso per doppia ammonizione, la Roma cresce, Ravaglia salva su Smalling, ma non può nulla sull’incornata vincente di Wjinaldum su assist di Matic. Il finale si fa incandescente: Ravaglia salva su Spinazzola e Smalling, poi mette ko Wjinaldum in area e Dybala fa il 2-0 dal dischetto. Il 3-0 arriva nel recupero con la rete di El Shaarawy in contropiede. Una vittoria giallorossa che vale quota 50 punti e l’aggancio all’Inter in classifica.

Il big match del 28esimo turno di Serie A tra Napoli e Milan al Maradona termina con la vittoria schiacciante dei rossoneri per 4-0. Al 17’, Diaz pennella l’assist per Leao che batte Meret per l’1-0. Pesa tanto l’assenza di Osimhen nelle fila azzurre. Passano 8 minuti e Diaz trova il raddoppio. Il tris rossonero arriva nella ripresa, con Leao che, su assist di Tonali, supera Meret col sinistro dopo aver dribblato ad arte Rrahmani. Diaz viene sostituito per un infortuno da Saelemaekers, che appena entrato fa il poker dopo uno slalom in mezzo ai giocatori del Napoli, poi Meret nega il pokerissimo al belga. L’Empoli trionfa 1-0 sul Lecce. Il gol della vittoria dei padroni di casa arriva nella ripresa, quando Parisi entra in area, Hjulmand lo sgambetta ed è rigore che Caputo trasforma con freddezza al 62’. I salentini provano a cercare il pari, ma i toscani difendono e si portano a quota 31 punti in classifica, a +4 sul Lecce, fermo a 27. Nell’ultimo match di questa 28esima giornata di Serie A, Sassuolo-Torino finisce 1-1. Al Mapei Stadium, nel momento migliore del Torino, a sbloccare è il Sassuolo: sinistro di Berardi, Milinkovic-Savic respinge, il pallone finisce sui piedi di Pinamonti che fa l’1-0 a porta vuota. Laurentié si vede annullare un gol per fuorigioco, poi il Torino pareggia: al 66’, il neo-entrato Lazaro pesca Sanabria che beffa Consigli con una torsione in tuffo. Quattro minuti dopo, Radonjic segna a porta vuota, ma il gol è nullo per offside di Vlasic, autore dell’assist. Finisce 1-1, il Torino non aggancia l’ottavo posto in classifica, mentre la striscia di vittorie neroverdi si ferma a quattro.

Serie A 2022/2023 28a giornata: risultati esatti

  • Cremonese – Atalanta 1 - 3
  • Inter – Fiorentina 0 - 1
  • Juventus – Verona 1 - 0
  • Bologna – Udinese 3 - 0
  • Monza – Lazio 0 - 2
  • Spezia – Salernitana 1 - 1
  • Roma – Sampdoria 3 - 0
  • Napoli – Milan 0 - 4
  • Empoli – Lecce 1 - 0
  • Sassuolo – Torino 1 - 1

La 28esima giornata del torneo di Serie A 2021/22 si è aperta con la vittoria dell’Inter, che rifila alla Salernitana una manita: cinque gol, due esecutori, Lautaro Martinez fa una tripletta, poi Dzeko fa una doppietta e chiude i conti. In avvio di gara Verdi spreca, poi è Lautaro show: prima lo ferma la traversa, poi lo spagnolo la sblocca al 22’ interrompendo il lungo digiuno da gol dell’Inter. Al 40’, il Toro fa il bis su assist di Barella, poi al 56’ arriva la tripletta. Salernitana ko, poi, tra il 64’ e il 69’, Dzeko va a segno due volte grazie a Gosens e Dumfries. 5-0 per i nerazzurri, che affondano i campani e ritrovano i tre punti. Finisce 2-1 Udinese-Sampdoria, con i gol realizzati tutti nei primi 13 minuti della gara. Avvio super dei friulani, che al terzo minuto passano: il destro di Deulofeu su assist di Pereyra si insacca sotto la traversa per l’1-0. Udogie raddoppia prima del quarto d’ora, poi Caputo dimezza lo svantaggio al 12’. Nella ripresa tante occasioni per i friulani, con Beto che colpisce una traversa, poi gli ospiti si arrendono al 2-1 finale. La Roma batte di misura l’Atalanta grazie a un gol di Abraham al 32’ su un bellissimo assist di Zaniolo. Gasperini schiera Muriel, Boga e Malinovskyi nel corso della ripresa, ma senza trovare la marcia in più. Nel finale espulsi De Roon e Mkhitaryan. I giallorossi agganciano proprio i nerazzurri al quinto posto della classifica di Serie A. Cagliari-Lazio del sabato sera finisce 0-3 per i biancocelesti. Una prestazione quasi perfetta della Lazio nel primo tempo: la sblocca il solito Immobile dal dischetto segnando il gol numero 143 in Serie A con la Lazio. Luis Alberto e Felipe Anderson firmano gli altri due gol. La Lazio amministra fino alla fine, ma nel finale perde Marusic, espulso per doppia ammonizione. Dopo la vittoria con il Torino, la formazione di Mazzari fa un balzo indietro nella lotta per la salvezza.

Genoa-Empoli e Bologna-Torino finiscono sullo 0-0. Nel match a Marassi, la squadra di Blessin spinge, Portanova ci prova in un paio di circostanze, ma prima Vicario, poi la traversa salvano. Grifone a -7 dal quartultimo posto occupato dal Cagliari. Dopo due battute d’arresto, i toscani muovono di poco la loro classifica e si tengono a distanza dalla zona retrocessione. Niente gol anche tra Bologna e Torino, che finisce con il più tradizionale degli 0-0. Il Bologna ha difeso bene, Skorupski ha fatto miracoli sui tentativi di Singo e Djidji. Il Toro ci ha provato con Brekalo, ma il palo gli nega la gioia, poi è Belotti sprecare. Fiorentina-Verona termina 1 a 1. Al vantaggio del polacco Piatek dopo dieci minuti di gioco, risponde un rigore che Caprari realizza in modo magistrale al 20’. I viola si portano a quota 43, a +2 sul Verona con una partita da recuperare. Terzo successo consecutivo per il Sassuolo, che espugna il Penzo di Venezia con un poker di reti neroverde. Il match si indirizza subito in favore degli emiliani, che passano al secondo minuto con Raspadori, quindi Berardi e Scamacca portano il Sassuolo di Dionisi sullo 0-3 con due calci di rigore (17’, 29’). Al 34’ accorcia Henry per i padroni di casa, poi la ripresa vede un altro penalty che il numero 25 neroverde trasforma. Nel finale, un penalty anche per i lagunari, ma Consigli nega la gioia ad Aramu. Il Venezia rimane a quota 22 punti.

Basta una rete di Morata ai bianconeri per avere la meglio sulla formazione di Thiago Motta e consolidare il quarto posto in graduatoria. Il gol decisivo di Alvaro Morata arriva al 21’ dopo una ripartenza, complice un rinvio sbagliato di Provedel. Nella ripresa, i liguri sfiorano il gol del pari più volte, ma senza trovarlo. Lo Spezia ottiene la quarta sconfitta consecutiva e rimane a quota 26, a +4 dal quartultimo posto. Lo scontro diretto al Maradona viene risolto da un gol di Giroud a inizio ripresa. Vani i tentativi di Ounas e Osimhen nella ripresa. Al termine di una gara intensa e piuttosto equilibrata, i rossoneri si impongono con il minimo scarto e conquistano il primo posto in classifica.

Serie A 2021/2022 28a giornata: risultati esatti

  • Inter – Salernitana 5 - 0
  • Udinese – Sampdoria 2 - 1
  • Roma – Atalanta 1 - 0
  • Cagliari – Lazio 0 - 3
  • Genoa – Empoli 0 - 0
  • Bologna – Torino 0 - 0
  • Fiorentina – Verona 1 - 1
  • Venezia – Sassuolo 1 - 4
  • Juventus – Spezia 1 - 0
  • Napoli – Milan 0 - 1

Giornata numero 28 per il campionato di Serie A 2020/21, per un turno segnato da diversi colpi di scena, ma anche da una sostanziale stabilità in classifica. L’Inter continua a sedere in vetta, nonostante il rinvio della sfida contro il Sassuolo per via della scoperta di 4 giocatori positivi al Coronavirus nelle fila della formazione meneghina. Torna a guadagnare terreno, invece, il Milan secondo classificato, che si impone al termine di una sfida non facile in casa della Fiorentina portandosi così a quota 59 punti. Soddisfazione anche per gli orobici, che conquistano una vittoria netta al Marcantonio Bentegodi superando la Juve e portandosi sul terzo gradino del podio, in virtù della migliore differenza reti. Nel big match della domenica sera tra Roma e Napoli, ad avere la meglio sono i partenopei, che tornano così ad aprire la corsa per la conquista di un posto in Champions League. Nuova pesante sconfitta, invece, per i giallorossi, fermi in sesta posizione ma tallonati dalle aquile, vincenti contro i friulani.

Ad inaugurare il 28o turno della Serie A 2020/21 è il match Parma – Genoa, che va in scena nella cornice dello Stadio Ennio Tardini nella serata di venerdì 19 marzo 2021. Sfida interessante ed equilibrata, che vede i ducali trovare il punto del vantaggio al 16' con un grande Pellè, che intercetta al volo la sponda di testa di Kucka, battendo Perin con un perfetto tiro in rovesciata. Se i crociati chiudono il primo tempo avanti di un gol, concentrandosi sul gioco difensivo, gli avversari aprono la ripresa con l’ottima prova di Scamacca, che realizza dal limite dell’area piccola su cross di Zappacosta, riportando il risultato sulla parità. Al 69', quindi, è ancora una volta il giovane attaccante italiano a dire la sua, tornando a superare la difesa di Sepe con la palla servita da Pjaca, che colpisce di tacco dalla trequarti. Il Grifone chiude così il match in casa del Parma centrano una vittoria importante per 2 a 1 e allontanandosi ulteriormente dalla zona retrocessione.

Gara densa di emozioni anche all’Ezio Scida, dove i padroni di casa del Crotone affrontano il Bologna. I felsinei si rendono pericolosi sin da subito con Barrow, Palacio e Svanberg, ma a sbloccare il risultato, al 32', è Messias, che realizza con un calcio di punizione battuto dai 35 metri di distanza che supera la difesa avversaria e quella di Skorupski. Pochi minuti più tardi, quindi, arriva il fallo di Soumaoro su Di Carmine: se in un primo momento il direttore di gara si limita ad ammonire il giocare del Bologna, dopo la verifica VAR sceglie di concedere il calcio di rigore ai pitagorici. Simy batte e trasforma con la consueta freddezza, portandosi così i suoi in vantaggio per 2 a 0. Nella ripresa, arriva il grande colpo di scena, con il club emiliano protagonista di una clamorosa rimonta: al 62', Soumaoro si fa perdonare l’errore commesso nella prima frazione di gioco mettendo a segno il primo punto dei felsinei su passaggio di Palacio; trascorrono pochi minuti e Schouten torna a bucare la porta degli squali, con un tiro perfetto sotto all’incrocio dei pali. A completare il ribaltone del Bologna è dunque Skov Olsen, che all’84' sfrutta sapientemente la ribattuta di Cordaz su tiro in porta di Palacio per realizzare in tap-in il gol del 3 a 2. Le emozioni continuano anche nel recupero del secondo tempo, con Riviere che insacca per il Crotone, salvo poi vedere annullato il suo gol per posizione di fuorigioco. Il Bologna chiude così la sfida in casa dei pitagorici con una vittoria per 3 a 2.

Partita molto equilibrata all’Alberto Picco, dove gli spezzini scendono in campo contro i casteddu. Dopo un primo tempo segnato da un numero limitato di occasioni, con Joao Pedro capace di rendersi pericoloso a più ripresa, ma non di trovare il punto del vantaggio per i suoi, nei primissimi minuti della ripresa gli aquilotti mettono a segno il punto dell’1 a 0 con Piccoli, impeccabile nell’intercettare con un colpo di testa l’assist al bacio di Gyasi, che a sua svolta sfrutta l’errore di Klavan. Il secondo tempo trascorre senza grandi scossoni, fino all’80', quando lo Spezia torna ad imporsi con il gol siglato da Maggiore su assist di Bastoni. Gli avversari del Cagliari non si danno per vinti e all’83' accorciano il vantaggio dei padroni di casa con Pereiro, che insacca su sponda di testa di Rugani. Nei minuti finali del match, Joao Pedro sembra trovare il gol del pareggio. Dopo il controllo VAR, tuttavia, la rete viene annullata per fuorigioco, consegnando così la vittoria alla formazione bianconera.

Rinvio a data da destinarsi per l’appuntamento Inter – Sassuolo che, da programmi, si sarebbe dovuta svolgere nella serata di sabato 20 marzo 2021. Nonostante lo stop obbligato, come accennato, i nerazzurri mantengono salda la proprio posizione in vetta, in attesa di una nuova data per il confronto con la formazione neroverde.

Successo netto della Dea in casa del Verona: i nerazzurri centrano una vittoria per 2 a 0 portandosi in vantaggio al 33' con il calcio di rigore trasformato da Malinovskiy – dopo il fallo di mano in area di Dimarco – a cui segue, al 42', un grande gol di Zapata, che solo supera in velocità Lovato, per poi beffare Silvestri uscito dalla porta e limitarsi ad accompagnare la palla in rete. Nel secondo tempo, i ragazzi di Gian Piero Gasperini sfiorano il 3 a 0, con Romero che realizza su assist di Malinovskiy, per poi vedere annullato il suo per posizione di fuorigioco. Il successo contro gli scaligeri permette all’Atalanta di portarsi a quota 55 punti e di scalzare la Juventus dalla terza posizione in classifica in virtù della migliore differenza reti.

Grande soddisfazione per gli stregoni giallorossi del Benevento, che si impongono in casa della Juventus centrando una vittoria praticamente impossibile sulla carta per 1 a 0. Nel primo, i sanniti danno prova della loro determinazione riuscendo a tenere testa ai bianconeri con un gioco molto aggressivo a centrocampo. Al 38', i bianconeri si impongono con Ronaldo, che realizza su palla servita da Kulusevski; il gol viene però successivamente annullato per fuorigioco. Nella ripresa, arriva il colpo di scena: a sbloccare il risultato è il Benevento, che passa in vantaggio al 69' con Gaich, impeccabile nel battere Szczesny con un destro preciso sul primo palo su passaggio orizzontale di Arthur. Nonostante i tentativi dei bianconeri, che tornano all’attacco con Morata e con Ronaldo, il match termina con la clamorosa vittoria degli ospiti.

Torna a conquistare 3 importanti punti classifica anche la Lazio, vincente in casa dei friulani per 1 a 0. Le aquile si impongono di misura grazie alla marcatura siglata da Marusic al 37', che batte Musso con un destro potente e preciso. Grazie al successo nella sfida in casa dell’Udinese, il club biancoceleste torna ad insidiare il sesto posto della Roma, riaprendo la corsa all’Europa League della squadra.

Termina con una vittoria di misura anche Sampdoria – Torino: nell’incontro disputato al Luigi Ferraris, i padroni di casa trovano la rete del vantaggio al 25', con Candreva abile nel sorprendere con un gran destro su passaggio di Gabbiadini il portiere granata. Sempre nel primo tempo, i blucerchiati vanno vicino al raddoppio con il palo centrato da Quagliarella. Il Toro ci prova nella ripresa, con Belotti a rendersi pericolosi dalle parti di Audero, mentre nei minuti finali della gara i padroni di casa sfiorano nuovamente il raddoppio con Keita. Grazie alla vittoria sul Torino la Samp raggiunge i 35 punti in classifica; i granata, di contro, restano bloccati a quota 23, con una sola lunghezza di vantaggio sul Cagliari terzultimo classificato.

Match molto intenso all’Artemio Franchi, dove la formazione viola scende in campo contro i rossoneri. Il Milan si porta in vantaggio dopo appena 9 minuti di gioco, con Ibrahimovic a bucare la difesa di Dragowski con un sinistro preciso su passaggio di Kjaer. I padroni di casa non si lasciano intimidire e al 17' riportano il risultato sulla parità con un bel gol su calcio di punizione di Pulgar, precisissimo nell’infilare la palla nell’angolino in alto a destra, dove per Donnarumma è impossibile arrivare. Ad inizio ripresa, quindi, arriva il punto del sorpasso, firmato da Ribery che si impone grazie ad un assist al bacio di Vlahovic. A stretto giro, però, gli ospiti tornano all’attacco, prima con Diaz, che realizza al 57', e poi con Calhanoglu, autore del gol del 72' che archivia ufficialmente la pratica, consegnando ai meneghini una sofferta vittoria per 3 a 2.

Vittoria netta dei partenopei nel big match contro la Roma disputato all’Olimpico nella serata di domenica 21 marzo 2021. Gli ospiti centrano la vittoria grazie all’eccellente prova di Mertens, che prima firma un’eccezionale rete su calcio di punizione al 27' e, poi, torna a dire la sua con un bel gol di testa su cross di Politano messo a segno al 34'. Niente da fare per i padroni di casa, che provano a reagire nella ripresa rendendosi pericolosi con Pellegrini, molto vicino al gol in almeno un paio di occasioni, e con Pedro, che spreca un’occasione preziosissima calciando la palla molto oltre la traversa. Grazie alla vittoria netta contro il club capitolino, il Napoli raggiunge quota 53 punti e si porta a sole 2 lunghezze di distanza dal quarto posto della Juventus e, dunque, dalla zona Champions League della classifica della Serie A.

Serie A 2020/2021 28a giornata: risultati esatti

  • Parma – Genoa 1 - 2
  • Inter – Sassuolo rinviata
  • Crotone – Bologna 2 - 3
  • Spezia – Cagliari 2 - 1
  • Verona – Atalanta 0 - 2
  • Juventus – Benevento 0 - 1
  • Udinese – Lazio 0 - 1
  • Sampdoria – Torino 1 - 0
  • Fiorentina – Milan 2 - 3
  • Roma – Napoli 0 - 2

La 28a giornata del campionato di Serie A 2019/2020 si apre con il match del 26 giugno in programma presso l’Allianz Stadium di Torino alle 20:45: i padroni di casa scendono in campo contro i lupi salentini, fermi in terzultima posizione, per una gara dall’esito sostanzialmente scontato. Pochi i colpi di scena sul campo da gioco, nonostante un primo tempo lento, che torna ancora una volta ad accendere i riflettori su una Juventus che sembra faticare a ritrovare la necessaria concentrazione. Nella ripresa, i bianconeri travolgono gli avversari con Dybala, Ronaldo (che segna su calcio di rigore), Higuain e De Ligt, per un 4 a 0 che consegna al club torinese ulteriori 3 punti (ancora a 5 lunghezze di vantaggio sulla Lazio al termine della giornata).

Un punto a testa per Brescia e Genoa, protagoniste di una gara accesa, con entrambe le squadre alla ricerca di preziosi punti nella corsa alla salvezza, terminata tuttavia con un pareggio per 2 a 2. Nuova disfatta per il Toro, che perde in casa del Cagliari: i casteddu si impongono con un brillante 4 a 2, con reti di Nandez e Simeone già nel primo tempo e, poi, con marcature di Nainggolan e Joao Pedro nella ripresa. Vano il tentativo di rimonta dei granata guidato da Bremer e da Belotti, comunque capaci di sorprendere Cragno per ben due volte nel giro di soli 5 minuti.

Nel match serale di sabato 27 giugno, i biancocelesti, protagonisti di una partenza lenta e sotto di un gol quando al 25' Ribery segna di destro per la Fiorentina, riesco a recuperare nella ripresa, riportando il risultato sull’1 a 1 grazie al gol di Immobile su calcio di rigore. Poi, all’83', è Luis Alberto a rendersi protagonista della rete della vittoria, consegnando alla Lazio i punti necessari per mantenere ancora aperta la corsa alla Scudetto.

Disfatta cocente per la Roma di Paulo Fonseca nella sfida domenicale in casa del Milan: dopo 76 minuti di gioco caratterizzati da un sostanziale equilibrio tra le due formazioni, la squadra di Stefano Pioli sfrutta a dovere la giusta occasione con Rebic portandosi in vantaggio per 1 a 0. A pochi minuti dalla conclusione della partita, il direttore di gara fischia un calcio di rigore per i padroni di casa: a battere è Calhanoglu, che sorprende Mirante chiudendo la sfida sul 2 a 0.

Buona prova per l’Atalanta in casa dell’Udinese, dove gli orobici si impongono per 3 a 2, e per il Napoli contro gli spallini, superati per 3 a 1. Ancora una sconfitta per la Samp, che crolla in casa sotto i colpi del Bologna, vincente per 2 a 1 e sfida infuocata tra Sassuolo e Verona, terminata con un combattutissimo pareggio per 3 a 3.

Serie A 2019/2020 28a giornata: risultati esatti

  • Juventus – Lecce 4 - 0
  • Brescia – Genoa 2 - 2
  • Cagliari – Torino 4 - 2
  • Lazio – Fiorentina 2 - 1
  • Milan – Roma 2 - 0
  • Udinese – Atalanta 2 - 3
  • Sampdoria – Bologna 1 - 2
  • Sassuolo – Verona 3 - 3
  • Napoli – Spal 3 - 1
  • Parma – Inter 1 - 2