Nel Sette e mezzo, lo scopo è totalizzare un punteggio maggiore di quello del banco, ma senza "sballare", ossia senza superare il valore di 7 e 1/2. Il banco dovrà cercare di raggiungere (o superare) lo stesso punteggio di ciascun giocatore con cui si troverà a concorrere, senza sballare.

La partita inizia quando tutti i giocatori sono seduti al tavolo e quando è stato decretato il giocatore di turno adibito a "Mazziere".

Il Mazziere giocherà contro tutti gli altri giocatori presenti. Al termine del round, il ruolo di Mazziere sarà passato al primo giocatore sulla destra del Mazziere del precedente turno.

Le fasi di gioco del Sette e mezzo

Prima di dare il via alla partita si esegue il sorteggio per decretare il Mazziere tra i giocatori che dovrà dare le carte nella prima mano. All'inizio della partita il mazziere distribuisce le carte ai giocatori, che le riporranno coperte sul tavolo. Si inizia quindi a giocare dal giocatore seduto alla destra del Banco (o Mazziere), per poi procedere in senso antiorario.

Ogni giocatore al proprio turno guarderà la propria carta, eseguirà la puntata ponendo l'importo che intende giocare sul tavolo di fronte a se.

Il giocatore di turno può decidere se chiamare un'altra carta per aumentare il proprio punteggio o se "stare". In caso di chiamata, il Mazziere scoprirà un'altra carta (visibile a tutti i giocatori) che il giocatore sommerà al proprio punteggio nel tentativo di avvicinarsi quanto più possibile al Sette e mezzo, senza sballare, ossia senza superare tale valore perdendo la giocata.

Sia in caso di sballo, che di totalizzazione del punteggio del sette e mezzo, il giocatore dovrà dichiararlo immediatamente, scoprendo la prima carta coperta.

In caso di sballo la posta sarà presa subito dal Mazziere. Sia in caso di sballo che di raggiungimento del Sette e mezzo da parte di un giocatore, che di decisione di "stare" con il punteggio totalizzato, il turno di gioco passerà al giocatore successivo.

Una volta esaurito il giro, e una volta che tutti i partecipanti hanno eseguito la propria giocata è il turno del Mazziere, che scoprirà la propria carta e deciderà se stare o prenderne altre. Se il mazziere sballa, si trova a pagare tutte le puntate dei giocatori che sono ancora in partita (che non hanno sballato). Se il mazziere decide di stare, si scoprono le carte di tutti i giocatori e si procede alla conta dei vincitori in ciascun rapporto Mazziere-Giocatore.

Al termine del giro, il Mazziere cederà il proprio ruolo al giocatore seduto alla sua destra. In alcune varianti di gioco, il Mazziere cede il proprio ruolo solo a esaurimento delle carte nel mazzo di gioco.

Il calcolo dei punti nel Sette e mezzo

Il punteggio viene calcolato sommando le carte in possesso del giocatore. Le carte da 1 a 7 valgono il punteggio nominale delle carte, mentre fante cavallo e re, valgono 1/2.

La carta "Re di denari" (o nel caso dell'utilizzo delle carte da poker, la carta "Re di quadri"), ha la funzione della "matta", e consente a chi ne è in possesso di assegnargli il valore di qualsiasi altra carta del mazzo (quindi 1/2 o il valore da 1 a 7).

Il punteggio massimo realizzabile è il 7 e 1/2. In caso di parità tra Mazziere e banco (Mazziere), il banco vincerà.

Premi nel Sette e mezzo

Il Mazziere vincerà la somma giocata da tutti i giocatori che eseguiranno un punteggio inferiore al suo e di tutti i giocatori che sballeranno, e pagherà l'equivalente dell'ammontare giocato da ciascun giocatore che batterà il suo punteggio.

Premi speciali del 7 e 1/2

In caso il punteggio di Sette e mezzo fosse totalizzato usando soltanto due carte (un Sette e una delle figure), anche in caso di impiego della "matta", si parla di realizzazione di "Sette e mezzo reale" (o "legittimo").

Tale punteggio verrà pagato dal banco con il doppio della posta, e offre la possibilità al giocatore che lo realizza di diventare Mazziere al turno successivo di gioco, bypassando la naturale rotazione della figura del Mazziere tra i giocatori.

Qualora più giocatori totalizzassero il Sette e mezzo reale durante la stessa mano, saranno tutti pagati il doppio della posta, mentre diventerà Mazziere il giocatore più vicino alla destra del precedente Mazziere.

Qualora invece il Sette e mezzo reale fosse realizzato dal Mazziere stesso, egli riscuoterà una posta doppia da ciascun giocatore presente al tavolo, tranne da quei giocatori che eventualmente avessero anche loro realizzato un Sette e mezzo reale, dai quali si farà pagare una sola posta (senza raddoppio). In questo caso il Mazziere manterrà il ruolo di Mazziere anche al turno successivo.