Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Allenatore Cagliari 2023/24

Su SNAI.it, resti sempre al passo con tutte le novità relative alla panchina del club sardo e al nome dell’allenatore del Cagliari: scopri tutto sulla storia, sulla carriera e sui risultati conseguiti dal tecnico rossoblu. Quindi, approfondisci news e indiscrezioni sui nuovi acquisti e sulle cessioni delle sessioni estive e invernali del mercato, consultando la pagina dedicata alle ultime sul calciomercato del Cagliari.

Oltre a restare sempre aggiornato sulle notizie più importanti relative alla tua squadra del cuore, con SNAI sei libero di vivere da vero protagonista le grandi emozioni della massima serie: metti alla prova il tuo intuito e la tua fortuna consultando le quote scommessa sulla Serie A e tentando di pronosticare l’esito delle prossime sfide in calendario.

Come da previsioni, Ranieri è stato confermato alla guida del Cagliari anche per questa stagione dopo l'ottima corsa in Serie B dell'anno precedente. Il tecnico romano ha come principale obiettivo quello di trovare la salvezza e la conferma in Serie A, un progetto ambizioso ma non impossibile per la formazione sarda. La sua è una storia lunga che intende terminare con un ricordo da favola: dopo aver portato il Cagliari in prima categoria, tutto deve essere suggellato con una conferma tra le grandi del calcio italiano. Per assecondare le sue necessità il club ha piazzato qualche colpo di ottima fattura con la speranza di poter alzare il livello e trovare la soglia giusta per rimanere in prima divisione.

Un nome con una storia importante per risollevare una stagione non partita nel migliore dei modi. Claudio Ranieri torna sulla panchina de Cagliari per fare la storia, per riprendere la squadra e portarla in Serie A, la categoria che gli spetta. Il tecnico sostituisce Liverani subentrando il 1 gennaio 2023, a metà stagione. L'allenatore romano è accompagnato da Paolo Benetti, Walter Bressan, Vitantonio Pascale, Sergio Palla, Massimo Catalano, Francesco Fois e Carlo Spignoli, il suo fedele team di tecnici che dovranno aiutarlo nella parte restante della stagione. Ranieri torna nella squadra che lo aveva lanciato nel 1988 facendosi notare come allenatore con due promozioni dalla Serie C1 alla Serie A e vincendo la Coppa Italia di Serie C. Un momento importante della sua carriera da cui ha dato vita a tutto. La prima esperienza di Ranieri termina con il passaggio al Napoli nel 1991.

Il ritorno è molto difficile, raccoglie una squadra ferma al 14esimo posto in Serie B con 22 punti ottenuti in 18 partite. Ma punta alla scalata verso la zona play-off per tentare la risalita in Serie A dopo un solo anno passato in seconda divisione. La sua esperienza lo vede protagonista di una impresa, sale in zona play-off, e dopo aver eliminato il Venezia nel turno preliminare e il Parma in semifinale, riporta il Cagliari in Serei A con la vittoria di ritorno per 0 a 1 contro il Bari dopo il risultato di 1 a 1 all'andata. Ottiene quindi una nuova promozione con il club sardo a ben 33 anni di distanza dalla prima ottenuta nella stagione 1989/1990. Una storia emozionante che, con tutta probabilità, lo vedrà ancora protagonista sulla panchina del Cagliari in Serie A nella prossima stagione.

Il 1° luglio 2022 ha assunto la guida tecnica del Cagliari Fabio Liverani, chiamato a tentare l'impresa dell'immediato ritorno in Serie A dopo la retrocessione al termine della stagione 2021/22. Liverani nasce a Roma nel 1976 e comincia la sua carriera nel calcio giovanile fra Lodigiani, Palermo, Napoli e Cagliari, muovendo i primi passi da calciatore professionista nelle divisioni minori. Esordisce in Serie A il 1° ottobre 2000 insieme al Perugia e si rende protagonista di un'ottima annata, al termine della quale viene anche convocato in nazionale. All'inizio della sua seconda stagione con il club umbro viene acquistato dalla Lazio, dove gioca per cinque stagioni per un totale di 126 partite in campionato e una Coppa Italia vinta nel 2003/04. Nel 2006 passa alla Fiorentina, dove gioca due stagioni, poi al Palermo, squadra in cui rimane fino al 2011 quando sceglie di chiudere la carriera da calciatore a Lugano.

Le sue esperienze da allenatore hanno spaziato da Genoa, Leyton Orient, Ternana, Lecce, Parma. Si rese protagonista della vittoria del campionato di Serie C da parte del Lecce nel 2017/18, complice una scia di 22 risultati utili consecutivi. I salentini conquistarono la promozione in Serie B con una giornata di anticipo, dopo sei stagioni consecutive in terza serie. L'anno successivo andò ancora meglio: il Lecce aveva come primo obiettivo una salvezza tranquilla, ma fin da subito si affermò come una protagonista del campionato di Serie B e, contro ogni aspettativa, conseguì la promozione diretta in Serie A grazie a un sorprendente secondo posto. Questi risultati hanno dato notorietà a Liverani, che in breve tempo si è affermato come uno degli allenatori di spicco nel panorama calcistico italiano. Attualmente ha firmato con il Cagliari un contratto annuale con opzione di rinnovo in caso di promozione in Serie A.

L'inizio della stagione 2021/22 e l'esordio per i Casteddu guidati da Leonardo Semplici non è dei più brillanti: appena 1 punto realizzato grazie al pareggio in casa con lo Spezia e poi due sconfitte, la prima contro il Milan a San Siro e la seconda in casa contro il Genoa in rimonta. Questo avvio deludente impone alla dirigenza una riflessione, che spinge a rivoluzionare subito la guida della panchina. Semplici, che era stato il fautore della salvezza del Cagliari nel 2020/21, viene esonerato, mentre al suo posto arriva Mazzarri, tecnico di lunga esperienza e alta qualità, con 462 panchine all'attivo.

L'ex allenatore del Napoli ha firmato per tre anni, ma per lui non è la prima volta in Sardegna: il tecnico classe 1961 vestì infatti da giocatore la maglia rossoblu, con cui il 26 settembre 1982 fece il suo esordio in Serie A contro l'Inter. Chiuse poi la carriera da calciatore nel Sassari Torres, stagione 1994-95, prima di iniziare l'esperienza come allenatore.

Il 22 febbraio 2021, Leonardo Semplici sostituisce Eusebio Di Francesco alla guida del Cagliari, al quale si lega fino al 30 giugno 2022. Dopo un anno senza squadra, mister Semplici fa il suo esordio sulla panchina del club sardo in occasione della partita contro il Crotone valida per la 24esima giornata del campionato di Serie A: i Casteddu si impongono per 2-0 in esterna, tornando a vincere dopo 16 partite a secco di tre punti. In quella stessa giornata, Semplici raggiunge quota 100 presenze in Serie A nel ruolo di allenatore.

Dopo la vittoria contro il Crotone il Cagliari di Semplici ha vinto ancora contro il Bologna e pareggiato con la Sampdoria, un filotto da sette punti che ha rinfocolato le speranze di salvezza della squadra, anche se molto flebili. A questi buoni risultati è seguito un periodo di 4 sconfitte in 4 gare, seppur contro squadre superiori o in uno stato di forma migliore. A quel punto però, a metà del mese di aprile, la squadra sembra aver effettuato un cambio di passo molto deciso. Nelle ultime otto giornate di campionato il Cagliari ha messo a referto 4 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta (all’ultima giornata, quando la salvezza era ormai raggiunta). Considerando le ultime 10 giornate disputate, il Cagliari ha tenuto un ruolino di marcia da decimo posto e alla fine è riuscito a chiudere il campionato al diciassettesimo, ottenendo la tanto sperata salvezza. Un risultato che sicuramente va ascritto a un cambio di mentalità impresso da parte di mister Semplici, che ha restituito una miglior quadratura alla squadra.

All’epoca del suo subentro a Eusebio Di Francesco, Semplici ha firmato un contratto da un anno e mezzo, quindi formalmente avrebbe già dovuto proseguire con il Cagliari. Alla fine del mese di maggio la dirigenza, con a capo il presidente Giulini, ha confermato il valore del contratto e la fiducia nel tecnico, promettendo l’allestimento di una squadra competitiva per la stagione di Serie A 21/22. Dopo solo 3 giornate di campionato, però, Semplici viene esonerato a causa degli scarsi risultati raggiunti nelle prime prove in campo, così finisce la sua avventura sulla panchina dei Casteddu.

Il nuovo allenatore del Cagliari per la stagione calcistica 2020/2021 è Eusebio Di Francesco. La società sarda ha reso noto l'accordo che lega il tecnico abruzzese alla società rossoblù fino al 30 giugno 2022. Di Francesco prende il posto di Walter Zenga, che nel mese di marzo della scorsa stagione era subentrato al tecnico Maran.

Di Francesco è il perno del nuovo progetto di Tommaso Giulini, patron del Cagliari. Originario di Pescara, Eusebio ha esordito nell'ambito del calcio come giocatore, di ruolo centrocampista. Ha indossato le maglie di Empoli, squadra del suo debutto in Serie A a 18 anni, Lucchese, Piacenza, Ancona e Perugia. Nel 2001, si è laureato Campione d'Italia con la Roma e può vantare 13 presenze e un gol con la Nazionale di calcio italiana.

Tolti gli scarpini, Eusebio Di Francesco ha iniziato in Abruzzo la sua carriera da allenatore, prima presso il Lanciano, poi a Pescara. Nel 2012, il tecnico abruzzese inizia la fruttuosa e duratura esperienza con il Sassuolo, dalla storica promozione in Serie A nel 2013 all'incredibile qualificazione all'Europa League nel 2016/17.

Nel 2017, Di Francesco diviene il tecnico della Roma, chiude la stagione al terzo posto in campionato e ottiene la qualificazione in Champion League. Nell'annata successiva, sempre sulla pacnhina della Roma, Di Francesco approda in semifinale di Champions eliminando il Barcellona nei quarti grazie a una sorprendente rimonta. Nel 2019, rescinde il contratto con la società giallorossa e diventa il tecnico della Sampdoria per la stagione appena trascorsa. In campionato, però, ottiene solamente tre punti in sette giornate, per cui rescinde il contratto con la società genovese e diventa, per la stagione 2020/2021, l'allenatore del Cagliari, sperando di raccogliere più punti nella prossima edizione del campionato di Serie A.

L’allenatore del Cagliari per la stagione 2019/2020 è Rolando Maran: il tecnico torna a sedere sulla panchina del club sardo per la seconda annata consecutiva, dopo aver condotto la squadra alla salvezza al termine del precedente campionato.

La dirigenza del Cagliari ufficializza Rolando Maran come nuovo allenatore della squadra il 7 giugno 2018: il tecnico, alla guida della formazione del Chievo nelle 4 annate precedenti, prende così il posto di Diego Luis Lopez. La gara di debutto in Serie A per il Cagliari di Maran è quella disputata il 19 agosto 2018 in casa dell’Empoli: il match si rivela una cocente disfatta per i Casteddu, superati dai padroni di casa per 2 a 0. Nel corso del girone di andata, il club rossoblu è protagonista di performance altalenanti, collezionando in tutto 20 punti, con vittorie sull’Atalanta, sul Bologna, sul Chievo e sul Genoa. Nonostante la squadra dei Casteddu sia ferma in quattordicesima posizione, Maran continua a godere della fiducia della dirigenza rossoblu.

Nella seconda parte del campionato 2018/2019, il Cagliari continua a faticare ad invertire la rotta. Alla vittoria sul Parma per 2 a 1 della 24esima giornata, tuttavia, segue la brillante prova contro l’Inter del primo marzo 2019, quando i sardi riescono ad imporsi sul club meneghino superandolo sempre per 2 a 1. Nelle settimane successive, la squadra colleziona 4 vittorie, 6 sconfitte e 2 pareggi, ottenendo in tutto 21 punti. Per i Casteddu l’annata si conclude con 41 punti complessivi e con la quindicesima posizione in classifica, che permette alla squadra di ottenere la salvezza.

Rolando Maran viene riconfermato anche per la stagione 2019/2020 nelle vesti di allenatore del Cagliari. Nella prima parte dell’annata, la squadra è protagonista di un notevole exploit, con vittorie significative su Parma, Genoa, Napoli, SPAL, Bologna, Atalanta e Fiorentina (per 5 a 2), salvo poi capitombolare contro Lazio, Udinese, Juventus e Milan nelle ultime 4 giornate del girone di andata. Il livello della performance continua a calare nel corso delle prime gare di ritorno, che vedono i rossoblu collezionare esclusivamente pareggi e sconfitte. Così, giunti alla 26esima giornata di campionato, Rolando Maran viene esonerato e Walter Zenga è nominato nuovo allenatore del Cagliari per la stagione 2019/2020.