Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Genoa

SNAI.it mette a tua disposizione un archivio completamente dedicato ai risultati del Genoa in campionato: in questa pagina, trovi un resoconto delle ultime sfide disputate dai rossoblù, suddivise per giornate, dalla più recente alla più distante nel tempo. Oltre a date e risultati esatti delle gare disputate, hai a tua disposizione un commento tecnico riassuntivo delle singole partite, con eventi salienti, protagonisti dei match e tanto altro ancora.

Che tu sia un fan sfegatato del Grifone o un appassionato di scommesse calcistiche in cerca di spunti per affinare le tue puntate, su SNAI.it troverai pane per i tuoi denti: scopri tutto sull’andamento del Genoa in campionato e metti a segno le tue giocate sulla massima serie in modo semplice e sicuro.

24 maggio 2024
Genoa - Bologna 2 - 0

L'ultima giornata di campionato vede Genoa e Bologna scendere sul campo del Ferraris per disputare il derby rossoblu della massima serie. Entrambe le squadre hanno già una posizione ben delineata in classifica, ed ora mirano solo a concludere la stagione nel migliore dei modi. Partono forti i padroni di casa, che riescono a trovare il gol del vantaggio già dopo tredici minuti dal fischio iniziale: Martin serve Malinovskyi dalla sinistra, che infila la sfera nell'angolino con il mancino. Un palo-gol che impedisce a Ravaglia di intervenire in tuffo. Gli emiliani rispondono poco dopo con un palo colpito da Fabbian al 26', ma per il tempo restante fa fatica a rendersi pericoloso nella metà campo casalinga. Nella ripresa il gioco non cambia, è sempre il Genoa a fare sua la partita. I liguri raddoppiano il distacco al 59', con un passaggio chirurgico di Gudmundsson per Vitinha, che a tu per tu con Ravaglia non sbaglia. La formazione ospite cerca di rispondere con Gudmundsson, ma il muro difensivo del Genoa si fa più unito dopo aver raggiunto il 2-0. Un risultato finale per molti inaspettato, che regala gli ultimi 3 punti del campionato al Genoa.

19 maggio 2024
Roma - Genoa 1 - 0

Il Genoa subisce una sconfitta che, però, non gli crea alcuna difficoltà vista la sua salvezza piena, per mano della Roma di De Rossi sul campo del suo Olimpico. I padroni di casa costruiscono la prima buona occasione al 23', quando un Baldanzi in grande forma combina con Pellegrini al limite dell'area e spara un sinistro che finisce alto di poco. Il Genoa si difende bene e cerca di sfruttare le ripartenze, mettendo sotto pressione la retroguardia giallorossa, ma senza mai creare veri pericoli per Svilar. La partita rimane spenta e si va all'intervallo sullo 0-0. Nella ripresa, i ritmi aumentano: Vasquez ha una buona opportunità di testa, mentre la Roma riesce a tirare un paio di volte verso la porta di Martinez, che però gestisce facilmente le conclusioni di Cristante e Lukaku. La situazione sembra complicarsi per la formazione giallorossa, ma al 79' Lukaku fin lì poco incisivo colpisce: su un perfetto cross di El Shaarawy, il belga vince il duello con De Winter e di testa batte Martinez per l'1-0. Il cartellino giallo per essersi tolto la maglia significa che salterà la trasferta di Empoli, concludendo così la sua avventura alla Roma con una partita d'anticipo. Con questo risultato, il Genoa rimane comodo nella sua metà di classifica, con la certezza di disputare un'altra stagione nella massima serie di calcio italiano.

12 maggio 2024
Genoa - Sassuolo 2 - 1

Grande rimonta quella del Genoa nel match contro il Sassuolo, valido per il terzultimo turno di campionato. Una vittoria che migliora il posizionamento dei rossoblu in classifica, ma senza regalargli alcuna qualificazione. Dall'altra parte, i neroverdi continuano la loro lotta alla permanenza in Serie A, ma con pochissime chance a loro disposizione, arrivati a questo punto della stagione. Al trentesimo minuto viene concesso un calcio di rigore alla formazione ospite, per un intervento falloso di De Winter su Laurienté all'interno dell'area piccola. Sul dischetto si presenta Pinamonti che, senza troppe difficoltà, infila la sfera nella porta difesa da Martinez. Il primo tempo si conclude quindi con il punteggio parziale di 0-1, ma nella ripresa gli equilibri vengono scossi. Al 56' arriva il pareggio ligure, firmato dalla rete di Badelj da sotto la porta, su corner spizzato da Thorsby. Sei minuti più tardi, un'accelerazione di Gudmundsson si trasforma in un passaggio interessante per Ekuban che dalla destra tenta il tiro e finisce per incontrare una sfortunata deviazione di Kumbulla diretta dentro la porta. Cala il gelo nel settore ospiti del Ferraris, mentre i restanti spalti esplodono nei festeggiamenti rossoblu.

5 maggio 2024
Milan - Genoa 3 - 3

Ottima la prestazione del Genoa nel match in trasferta a San Siro contro il Milan, terminato con un pareggio di 3-3 che nasconde grandi colpi di scena, specialmente durante la seconda frazione di gara. La squadra di Pioli si presenta dalla sfida terminata a reti inviolate contro la Juventus, mentre i liguri arrivano dal 3 a 0 sferrato sul Cagliari. Il punteggio si sblocca quasi subito, dopo cinque minuti dal fischio iniziale, grazie al penalty trasformato da Retegui. I padroni di casa reagiscono poco dopo, con una sponda per Leao che non viene sfruttata bene dall'attaccante portoghese. Al minuto 45, i rossoneri riescono ad azzerare le distanze con la formazione ospite, grazie ad uno spunto iniziale di Chukwueze che supera Spence e serve Florenzi, pronto ad anticipare Vogliacco e depositare il pallone in porta. La prima frazione termina, quindi, con il risultato parziale di 1-1, ma è nella ripresa che si assiste al vero spettacolo. Al 49esimo il Genoa torna in vantaggio, con Vogliacco di nuovo tra i protagonisti: un cross chirurgico raggiunge Ekuban che sferra un colpo di testa micidiale dalla breve distanza. Il Milan si trova in difficoltà ma cerca di recuperare terreno e in soli 3 minuti non solo trova il pareggio, ma effettua anche un grande sorpasso. Al 72', Gabbia accoglie perfettamente il cross in corner di Florenzi e lo sfrutta per battere Martinez tra i pali. Al 75', ci pensa Giroud a portare avanti la sua squadra con un mancino al volo che fulmina il portiere ligure. Il match sembrava ormai concludersi con questo esito ma, a nove minuti dalla fine, la carambola in area tra Tomori e Thiaw termina con il tocco sfortunato di quest'ultimo che devia la sfera in rete.

29 aprile 2024
Genoa - Cagliari 3 - 0

Il Ferraris è pronto ad accogliere Genoa e Cagliari nello scontro di ritorno valido per la 34esima giornata di Serie A. Stando agli ultimi risultati maturati nel weekend e ai prossimi incroci in vista, i liguri possono stare tranquilli perché già matematicamente salvi dalla retrocessione. Situazione opposta per gli uomini di Ranieri che, dopo due pareggi, hanno bisogno di ulteriori punti per allontanarsi dalla zona rossa della classifica. Il match si sblocca già al 17', con un vantaggio per i padroni di casa conquistato dall'incornata del centrocampista Thorsby. Solo dieci minuti più tardi, il punteggio viene raddoppiato dai rossoblu grazie al piattone destro di Frendrup, che spiazza Martinez nel suo incrocio dei pali. Le squadre vanno, quindi, in spogliatoio con un risultato parziale di 2-0 per la formazione casalinga, che sta dominando il campo del Ferraris. Il secondo tempo non sembra cambiare marcia, e il Cagliari continua a rimanere nascosto nella sua metà campo. Al minuto 63, Gudmundsson mette fine alla partita firmando il tris secco sui sardi: grazie anche ad un rimpallo sfortunato di Obert, il numero 11 si ritrova solo davanti alla porta sguarnita e non ha problemi a depositare la sfera nell'angolino. Al triplice fischio del direttore di gara, l'esito finale di 3-0 conferma nuovamente la salvezza del Genoa in massima serie, mentre il Cagliari prosegue la sua lotta per la permanenza in Serie A.

19 aprile 2024
Genoa - Lazio 0 - 1

Dopo aver collezionato 3 pareggi e una vittoria nelle ultime 4 gare disputate, il Genoa subisce una sconfitta al Ferraris per mano dei biancocelesti di Tudor. Ormai, però, la salvezza matematica dalla retrocessione è solo una formalità per i liguri, che possono stare tranquilli fino alla fine del campionato. Dall'altra parte, invece, la Lazio deve continuare a spingere se vuole ottenere una qualificazione alla prossima edizione della Champions League. Partono forte i padroni di casa, con un tentativo di Ekuban all'ottavo minuto che però trova solo l'esterno della rete. Poi è il turno di Retegui, pericoloso nell'area piccola avversaria, ma anche qui il ligure non riesce ad incrociare e manda la sfera troppo alta. Al 27' gli ospiti rispondono con un tiro di Felipe Anderson sul primo palo ma, nonostante l'ottima intenzione, il pallone finisce solo per sfiorare il legno. Il primo tempo termina a reti inviolate, ad esprimere il grande equilibrio a cui abbiamo assistito fino ad ora. Nella ripresa, la Lazio scende in campo molto più agguerrita e carica dal punto di vista offensivo. Al minuto 67, infatti, basta una rete di Luis Alberto su assist del compagno argentino per portare la formazione biancoceleste in vantaggio e, poi, alla vittoria. L'esito finale di 0-1 per i capitolini concede loro 3 punti fondamentali arrivati quasi alla fine della stagione, mentre il Genoa rimane a mani vuote ma senza troppe preoccupazioni per la salvezza finale.

15 aprile 2024
Fiorentina - Genoa 1 - 1

Per la 32esima giornata, il Genoa va in trasferta al Franchi di Firenze per affrontare la Fiorentina. I liguri sono alla ricerca dei 4 punti necessari per la salvezza matematica dalla retrocessione, mentre i viola cercano di accumulare punti per salire nelle zone europee in classifica. La prima occasione della partita è firmata da Belotti al quarto minuto di gioco, con un tiro sul secondo palo per pescare Gallo che però manda la sfera troppo in alto. Gli ospiti reagiscono immediatamente con Messias che da solo si fa strada in area di rigore e tenta una conclusione, ma la traiettoria è troppo a lato della porta. A cinque minuti dalla pausa, un atterramento di Parisi su Ekuban costringe il direttore di gara ad assegnare un penalty per la formazione rossoblu. Si presenta Gudmundsson sul dischetto che, con eleganza e precisione, sconfigge Terracciano tra i pali e conquista il primo vantaggio del match. Nella ripresa, i padroni di casa non ci mettono molto a trovare il pareggio. Ci pensa Ikone al 54' con un'incornata sul secondo palo dove Martinez non riesce ad arrivare. Dopo un altro rigore concesso al Genoa, ma poi revocato, la gara si conclude con l'esito di 1-1, che dà un solo punto ad entrambe le squadre.

7 aprile 2024
Verona - Genoa 1 - 2

La domenica di Serie A della 31esima giornata, si apre con lo scontro tra Verona e Genoa al Bentegodi. Si tratta di due squadre con obiettivi e traguardi molto simili: entrambe cercano di allontanarsi il più possibile dalla zona rossa per rinnovare la loro permanenza in massima serie. Il match si mostra molto equilibrato, il primo squillo è dei padroni di casa gialloblu, che si portano subito in vantaggio all'ottavo minuto di gioco: passaggio chirurgico di Lazovic per Bonazzoli in area, che davanti a Martinez deposita il pallone nella sua rete. Al ventesimo i liguri reagiscono con Ekuban che guadagna un corner, terminato con la traversa di testa di Vasquez. A pochi secondi dall'intervallo, è proprio Ekuban a trovare il pareggio ospite: cross morbido calciato da Haps per il compagno rossoblu, che dopo un rimpallo con Lazovic batte Montipo in mezzo ai pali. Le squadre vanno in spogliatoio con un risultato parziale di 1-1, che esprime perfettamente l'equilibrio che le lega sul prato verde. Al minuto 58, Gudmundsson sblocca il pareggio conquistando il primo sorpasso ospite del match: azione magnifica di Vasquez, che si smarca da tre avversari e tenta il tiro, poi sulla respinta del portiere ci pensa l'irlandese ad imbucare la sfera con un tapin. È quindi con il punteggio di 1-2 che si conclude questa partita così avvincente. Il Verona rimane a mani vuote e senza punti da aggiungere alla sua corsa per la salvezza. Il Genoa, invece, si intasca i 3 punti che lo allontanano ancor di più dal fondo della classifica.

30 marzo 2024
Genoa - Frosinone 1 - 1

Il 30esimo turno di Serie A vede il Frosinone in trasferta al Ferraris, per disputare il match di ritorno contro il Genoa. I liguri si presentano al dodicesimo posto in classifica con 34 punti, mentre i ciociari occupano la terzultima posizione con solo due pareggi nelle ultime otto partite. Il risultato viene sbloccato a mezz'ora dal fischio iniziale, grazie ad un piattone destro di Gudmundsson che porta i padroni di casa in vantaggio. Solo sei minuti dopo, però, il distacco viene azzerato dalla rete di Reinier: Soule apre le marcature sulla destra per Zortea, che serve una palla rasoterra al centro per Reiner, pronto a sfondare la porta nell'angolino. Le squadre tornano in spogliatoio con un punteggio parziale di 1-1, ma molto movimento in campo. Nella ripresa, l'irlandese casalingo sfiora il raddoppio al 68', ma il suo sinistro a giro dalla distanza non si imbuca nell'incrocio dei pali. All'81', Soule dà il via ad un'azione in contropiede che termina con un calcio troppo alto anche se da posizione ottima. La formazione ospite sembra scomparsa dal campo in questi ultimi 20 minuti, ma ha tenuto duro nella zona difensiva. L'esito finale di 1-1 assegna ad entrambe un solo punto, che non cambia di molto la loro situazione in classifica.

17 marzo 2024
Juventus - Genoa 0 - 0

All'Allianz Stadium si gioca la gara tra Juventus e Genoa, valida per la 29esima giornata di massima serie. I bianconeri ambiscono alle posizioni di vertice della classifica, per stanziarsi in zona Champions fino alla fine della stagione. I rossoblu, invece, si limitano a tenersi lontani dalla parte bassa destinata alla retrocessione in Serie B. Il primo squillo è dei padroni di casa, con Chiesa che accelera nella metà campo avversaria e tenta un'imbucata nella porta ligure, ma la difesa ospite blocca l'azione e respinge il pallone. Al 23', Retegui si mostra pericoloso dopo aver rubato la sfera a Chiesa, si fa strada tra il campo e, una volta arrivato al limite dell'area, calcia da posizione defilata. Szczesny si fa trovare pronto e reattivo nel controllare la traiettoria senza correre rischi. La prima metà termina dopo tante occasioni interessanti create da entrambe le squadre, ma nessuna di queste concretizzata in porta. Il punteggio di 0-0 non varia nemmeno nella ripresa, ma la determinazione dei giocatori è palpabile. Al 67', Iling sgancia un sinistro diretto verso l'incrocio ma la sua posizione defilata non gli permette di centrare a pieno la parte vuota della rete avversaria. Anche Kean tenta una conclusione con un destro secco rasoterra, ma la sfera va a sbattere sul legno di Martinez. Niente da fare, la gara termina a reti inviolate e assegna un punto a testa alle formazioni.

9 marzo 2024
Genoa - Monza 2 - 3

Durante la 28esima giornata di campionato, Genoa e Monza si incontrano al Ferraris per disputare il loro match di ritorno. Entrambe le squadre arrivano reduci da una sconfitta e un successo, e cercano di accumulare punti preziosi in chiave salvezza. I padroni di casa aprono subito le danze all'ottavo minuto di gioco, passando in vantaggio grazie alla magnifica rete di Pessina, su lancio chirurgico di Carboni in area. Il raddoppio brianzolo non tarda ad arrivare, passano solo dieci minuti di cronometro: rete incredibile di Dany Mota che aggancia al volo un cross di Colpani dalla destra, e lo spedisce in porta con una rovesciata. Le formazioni concludono il primo tempo con il punteggio parziale di 2-0 a favore dei biancorossi ospiti, ma nella ripresa i ritmi in campo si fanno ancora più alti. I padroni di casa si fanno finalmente avanti al 52', accorciando le distanze con il tap in vincente di Gudmundsson, che non dà scampo a Di Gregorio tra i pali. Al minuto 68, arriva il tanto atteso pareggio rossoblu, firmato dal piattone mancino che Vitinha scarica nell'angolo destro della porta ospite. Quando sembrava che il Genoa avesse la partita in mano dopo questa grande rimonta, il gol di Maldini fa sfumare le speranze della vittoria e del pareggio. Con questo risultato di 2-3, il Genoa perde l'opportunità di salire qualche gradino della classifica, mentre il Monza si intasca i 3 punti da aggiungere al proprio bottino personale.

4 marzo 2024
Inter - Genoa 2 - 1

Partita molto intensa quella tra Inter e Genoa al Meazza, valida per la 27esima giornata di massima serie. Le squadre si presentano in campo con situazioni molto diverse: i neroazzurri si trovano in un momento positivo che dura da quasi tutta la stagione, mentre i rossoblu convivono con il rischio di retrocedere in Serie B al termine del campionato. Il primo tempo è molto movimentato, con i padroni di casa che sbloccano il punteggio dopo mezz'ora di gioco: Barella serve Sanchez verso la trequarti, che a sua volta appoggia il pallone a Asllani in un vis a vis con Martinez. Il centrocampista albanese riesce a trovare il giusto varco in cui infilarsi e scarica un missile con grande potenza nella rete ospite. Al minuto 26 si fa vedere il Genoa, con un cross morbido di Sabelli verso il secondo palo, dove c'è Retegui ad aspettare il pallone di testa, ma purtroppo Sommer si fa trovare pronto a respingere il tentativo. A pochi minuti dall'intervallo, l'Inter raddoppia il vantaggio grazie al potente destro di Sanchez, che spiazza Martinez tra i pali e lo spedisce in tuffo nella parte opposta rispetto al tiro. La ripresa vede una partenza ottima del Genoa, al minuto 54, accorcia le distanze con gli avversari grazie al mancino al volo di Vazquez, su passaggio filtrante di De Vrij in area di rigore. Durante gli ultimi minuti, viene annullato un gol di Vitinha per posizione irregolare dell'attaccante portoghese; poi Guðmundsson tenta una conclusione in rete per raggiungere la parità, ma il muro difensivo casalingo non fa passare nessun pallone. Il risultato finale di 2-1 consegna i 3 punti all'Inter, mentre il Genoa rimane a mani vuote.

24 febbraio 2024
Genoa - Udinese 2 - 0

Nel tardo anticipo della 26esima giornata di Serie A, l'Udinese affronta una partita cruciale per la salvezza contro il Genoa. Il primo vero tentativo dei friulani si materializza all'8', quando Walace cerca il gol con un tiro rasoterra, ma Martinez, portiere del Genoa, è attento e blocca senza problemi. Al 24', è la volta di Lucca, centravanti dell'Udinese, che colpisce la traversa di testa lasciando immobile Martinez. Il Genoa risponde immediatamente con Vasquez, che viene sfruttato da Retegui ma si trova di fronte a una strepitosa parata di Okoye. Al 32', il Genoa colpisce il palo con Vasquez ancora una volta, mostrando la sua pericolosità in questo primo tempo. Pochi minuti dopo, il Grifone trova il vantaggio con una spettacolare chilena di Retegui, sfruttando un rimpallo. Poco dopo, raddoppiano con Bani, che sfrutta un cross preciso di Gudmunsson per segnare di testa.

L'inizio del secondo tempo è difficile per l'Udinese, con Kristensen che viene espulso per doppia ammonizione, lasciando la squadra in inferiorità numerica. Al 60', il Genoa ha un'altra occasione per segnare, ma il destro di Badelj viene deviato sopra la traversa da Okoye. Da quel momento in poi, il Genoa gestisce la partita senza problemi. L'Udinese è danneggiata dai suoi soliti errori difensivi, che favoriscono i liguri. La mancanza di concentrazione in difesa è evidente e contrasta con la solidità mostrata contro la Juventus. Senza Pereyra, alla squadra manca un leader capace di mantenere alta la concentrazione. Questo è stato evidente nella partita di oggi.

17 febbraio 2024
Napoli - Genoa 1 - 1

Il Napoli si prepara a riscattarsi dopo la sconfitta contro il Milan, con l'obiettivo di rientrare nella lotta per un posto in Champions League, soprattutto in vista dell'andata degli ottavi contro il Barcellona. Attualmente al decimo posto in classifica, la squadra di Gennaro Gattuso desidera tornare alla vittoria dopo due turni difficili. Dall'altra parte, il Genoa cerca di riprendersi dopo la sconfitta contro l'Atalanta, avendo ottenuto solo un punto nell'ultimo turno contro l'Empoli. La squadra di Alberto Gilardino gode di un margine di sicurezza di 10 punti dalla zona retrocessione, ma vuole garantirsi la permanenza in Serie A con qualche punto in più. Il primo tempo di Napoli-Genoa è stato caratterizzato da intensità ma poche occasioni da gol. Il Genoa ha difeso bene, limitando gli spazi per gli attaccanti del Napoli come Politano e Kvaratskhelia. Tuttavia, è stato il Genoa a sorprendere aprendo le marcature all'inizio della ripresa, con un preciso tiro di Frendrup. Il Napoli ha cercato di reagire, ma è riuscito a pareggiare solo nel finale, grazie a un'azione prolungata che ha portato al gol di Ngonge su assist di Di Lorenzo. Con questo pareggio, il Napoli guadagna almeno un punto, portandosi a sei punti dal quarto posto, mentre il Genoa ottiene il quinto risultato utile consecutivo in trasferta, consolidando la sua posizione al di fuori della zona retrocessione.

11 febbraio 2024
Genoa – Atalanta 1 – 4

Nel suggestivo scenario del Luigi Ferraris, si è svolta la partita tra il Genoa e l'Atalanta, valida per la ventiquattresima giornata di Serie A. I padroni di casa, reduci da una serie di otto partite senza sconfitte nel campionato (3 vittorie, 5 pareggi), hanno sfidato i nerazzurri, desiderosi di consolidare il loro quarto posto in classifica, nonostante abbiano raccolto solamente due punti nelle ultime quattro trasferte. Con de Winter squalificato, Vogliacco ha preso il suo posto. Gilardino ha affidato le redini dell'attacco al duo Gudmundsson-Retegui, con Sabelli e Frendrup sulle fasce, mentre Strootman è tornato titolare in mediana. Gasperini ha optato per l'ex Scamacca in coppia con de Ketelaere in attacco, con Koopmeiners che ha preso il posto di Ederson a centrocampo. La partita è stata caratterizzata da un approccio tattico e poco spettacolare, ma è stata illuminata da una perla di de Ketelaere: un controllo impeccabile al limite dell'area seguito da un sinistro al volo che ha superato Martinez. Il Genoa ha faticato a creare occasioni, con Vasquez pericoloso su calcio d'angolo e Retegui che ha impegnato Carnesecchi da fuori area. Gilardino ha cercato di aumentare il ritmo e la qualità della manovra della sua squadra, mentre Gasperini ha lavorato per evitare cali di concentrazione e sfruttare eventuali spazi in contropiede. L'Atalanta alla fine ha conquistato la vittoria esterna dopo quattro partite, consolidando così la sua posizione in zona Champions. Le perle di de Ketelaere e Koopmeiners hanno illuminato la serata, nonostante il VAR abbia annullato un gol di Scalvini. La gioia è stata grande nel lungo recupero con il gol dell'ex Zappacosta e l'esordio di El Bilal dopo il suo grave infortunio estivo. L'impegno dell'ex Malinovskyi, che aveva contribuito a una serie di otto risultati utili per il Genoa, non è stato sufficiente per evitare la sconfitta.

3 febbraio 2024
Empoli - Genoa 0 - 0

La partita al Castellani si conclude con un pareggio senza reti, confermando l'Empoli al penultimo posto in classifica insieme a Cagliari e Verona, tutti a quota 18 punti. La gara offre poche emozioni, con un risultato di parità che sembrava quasi prevedibile. Nonostante una buona prestazione dell'Empoli, la squadra non riesce a superare il Genoa, anche con l'assenza dello squalificato Gilardino, rischiando nel finale. I toscani iniziano meglio, creando un paio di opportunità con Zurkowski e Cambiaghi. Tuttavia, il Grifone reagisce con uno squillo di Sabelli che, sebbene segni, vede giustamente annullato il gol. Da questo punto in avanti, la partita è caratterizzata da errori tecnici ed equilibrio, portando le squadre al riposo sullo 0-0. Nella ripresa, Gilardino prova a cambiare le carte in tavola con l'ingresso di Ekuban per Malinovskyi in un 3-4-3 offensivo, ma la situazione non si modifica. I ritmi calano prima di rialzarsi nel finale, con il Genoa che crea due grandi occasioni: Luperto salva sulla linea su un tentativo di Spence, mentre Caprile devia un pericoloso tiro al volo di Gudmundsson. I rossoblù si rammaricano per le occasioni mancate e chiudono in dieci con l'espulsione di De Winter al 92' per doppia ammonizione, mentre l'Empoli si avvicina al gol con Cacace. La partita termina 0-0, e l'Empoli si posiziona al penultimo posto in classifica insieme a Verona e Cagliari, tutti con 18 punti. Il Genoa continua a condividere il percorso in classifica con il Monza, entrambi a 29 punti.

28 gennaio 2024
Genoa - Lecce 2 - 1

In questo match di mezzogiorno invernale, si scontrano il Genoa guidato da Gilardino e il Lecce di D'Aversa, in una sfida cruciale per la lotta alla salvezza. Il Genoa attraversa un periodo positivo, soprattutto grazie all'ultima vittoria a Salerno per 2-1, e gode della forma straordinaria di Gudmundsson. Il giocatore islandese sta dando un contributo eccezionale, trainando la squadra rossoblù con gol e assist decisivi. D'altro canto, il Lecce ha urgente bisogno di ritrovare la vittoria, non avendola ottenuta dal 2-1 inflitto al Frosinone il 16 dicembre scorso. Nell'ultima giornata, i giallo-rossi hanno offerto una buona resistenza contro la Juventus, reggendo per un'ora di gioco ma soccombendo poi alla furia bianconera guidata da Vlahovic. Il Lecce chiude il primo tempo meritatamente in vantaggio. L'episodio cruciale si verifica al 18esimo minuto, quando Almqvist penetra in area dalla destra e viene falciato da Vasquez, guadagnando un calcio di rigore. Krstović si presenta sul dischetto, ma il portiere Martinez respinge il tiro potente verso destra. Tuttavia, lo stesso attaccante macedone non demorde e, al 31esimo minuto, trova la rete del vantaggio grazie a un inserimento centrale di Gendrey, che tocca per Krstović. Quest'ultimo, dal limite dell'area, calcia con il destro, e grazie a una deviazione di Vasquez, mette la palla in rete verso il palo di sinistra. Gilardino dovrà trovare le giuste soluzioni per invertire la situazione, poiché il Genoa fatica a creare spazi per colpire e viene messo in difficoltà dalle azioni offensive del Lecce. Nella ripresa, entrambe le squadre si avvicinano al gol, ma è il Genoa a prevalere, segnando due reti in pochi minuti. Al 70esimo minuto, Gudmundsson calibra perfettamente una punizione, colpendo la traversa e poi la linea di porta. Retegui, pronto a intervenire di testa, pareggia i conti. Sei minuti più tardi, Vasquez colpisce la traversa, ma sulla respinta Retegui fa da sponda al centro, dove Ekuban raddoppia con un rovesciata. Nel finale, il Genoa si difende bene nella propria metà campo e porta a casa i tre punti. Prosegue il momento positivo per Gilardino, che conquista la seconda vittoria consecutiva dopo quella di Salerno. D'altra parte, il Lecce subisce la terza sconfitta consecutiva, incapace di uscire da questo periodo negativo, nonostante la buona prova fornita oggi.

21 gennaio 2024
Salernitana - Genoa 1 - 2

Il Genoa conquista una vittoria preziosa all'Arechi contro la Salernitana nella ventunesima giornata, superando gli avversari per 2-1 grazie alle reti decisive di Mateo Retegui e Albert Gudmundsson su rigore. Per la squadra di Inzaghi, è la terza sconfitta consecutiva, che la porta a -4 dal penultimo posto occupato dall'Empoli, che oggi ha vinto 3-0 contro il Monza. Il Genoa, invece, raggiunge il Monza in classifica a quota 25 punti. La Salernitana inizia in modo deciso, trovando il vantaggio già al 2' con Martegani, che riceve un preciso assist rasoterra da Bradaric e spara in rete dal centro dell'area. Il Genoa reagisce con un sinistro al volo di Malinovskyi, ma Ochoa blocca bene. Al 13', Retegui pareggia per il Genoa con un potente sinistro sotto la traversa, sfruttando un suggerimento di Badelj. Candreva e Simy sfiorano il gol per la Salernitana, mentre Retegui si rende pericoloso di nuovo, colpendo di testa ma senza riuscire a superare Ochoa. Il primo tempo si conclude sull'1-1. Nel secondo tempo, la Salernitana cerca di prendere l'iniziativa, ma un fallo di Lovato in area concede ai liguri un calcio di rigore: Gudmundsson trasforma il penalty, portando il Genoa in vantaggio per 2-1. La Salernitana continua a cercare il pareggio, con Candreva che colpisce la traversa su punizione vicino al 60'. Nel finale, la formazione granata prende il controllo del gioco, mentre gli ospiti difendono il risultato. Kastanos si avvicina al pareggio con un destro in area, ma Martinez è ben posizionato. All'ultimo minuto, il Genoa si assicura la vittoria per 2-1, celebrando il successo sotto la guida di Gilardino.

13 gennaio 2024
Genoa – Torino 0 – 0

Il Ferraris è il palcoscenico della lotta tra Genoa e Torino, valida per la ventesima giornata di massima serie. La squadra guidata da Alberto Gilardino ha registrato quattro risultati positivi consecutivi (una vittoria e tre pareggi), permettendole di allontanarsi dalla zona retrocessione, accumulando ora un vantaggio di sette punti. Il Torino sta attraversando un buon periodo, subendo solo una sconfitta nelle ultime sei partite e arrivando all'incontro odierno dopo una convincente vittoria per 3-0 nell'ultimo turno contro il Napoli. La formazione di Ivan Juric è a soli tre punti dal settimo piazzamento, che potrebbe garantire un posto nella Conference League, ma non riesce a vincere in trasferta dal 28 ottobre 2023, quando ha superato il Lecce per 1-0. La partita a Marassi è stata equilibrata, con il Genoa che ha avuto le occasioni migliori. Al 5' il tiro di Gudmundsson sul primo palo è stato respinto da Milinkovic-Savic, mentre al 22' la potente conclusione da fuori area di Malinovskyi è stata deviata in corner dal portiere granata. Nel finale, gli uomini di Juric si sono fatti vedere con un colpo di testa di Zapata, ma la deviazione di Messias ha mandato la palla fuori. Gilardino può essere soddisfatto della solidità difensiva della sua squadra, ma dovrà migliorare l'efficacia offensiva, con Messias acceso solo a tratti e Gudmundsson poco coinvolto, mentre Retegui ha avuto difficoltà nei duelli con Buongiorno. Juric ha compiti simili, poiché Vlasic non è ancora entrato in partita e le due punte hanno faticato a combinare. Gli esterni in campo finora hanno offerto un contributo insufficiente. Nella ripresa, ancora il Genoa si è reso pericoloso su calcio d'angolo con i colpi di testa di De Winter e Vasquez, entrambi parati da Milinkovic-Savic. Il Torino ha creato l'unica occasione da gol con il colpo di testa di Sanabria su cross di Buongiorno, che però è terminato fuori. Nel finale, Malinovskyi ha cercato di sorprendere Milinkovic-Savic con una punizione, ma senza successo. Il Genoa ha ottenuto il quarto pareggio nelle ultime cinque partite, portandosi a quota 22 punti e allontanandosi dalla zona retrocessione. Il Torino, pur non sfruttando l'opportunità di agganciare il settimo posto, ha comunque ottenuto il sesto risultato utile nelle ultime sette giornate di campionato.

5 gennaio 2024
Bologna - Genoa 1 - 1

Bologna e Genoa si sono sfidati in una partita cruciale per la giornata 19 della Serie A, tenutasi allo Stadio Renato Dall'Ara. Attualmente posizionati al quinto posto con 31 punti, la squadra di mister Motta aveva l'obiettivo di ampliare il divario rispetto alle inseguitrici Atalanta (29), Roma e Napoli (28). Tuttavia, il Genoa, lontano dal Ferraris, aveva ottenuto solo due vittorie in nove partite in trasferta, con appena sei punti di vantaggio sulla zona retrocessione. La prima metà della gara è stata caratterizzata da due occasioni significative. La prima è stata un tentativo di Orsolini, che ha impegnato il portiere Martinez, ma quest'ultimo ha risposto con una parata impressionante. Il secondo squillo è arrivato da Gudmundsson, il cui calcio di punizione astuto ha superato Ravaglia, decidendo momentaneamente le sorti della partita. Il resto della gara è stato contraddistinto da un gioco denso, con pochi momenti di brillantezza tecnica individuale. Verso la fine del primo tempo, Motta ha mostrato evidenti segni di insoddisfazione per la prestazione del Bologna, preannunciando possibili cambiamenti nella formazione durante l'intervallo. D'altra parte, il Genoa si è dimostrato molto organizzato in campo, anche se Vasquez era già stato ammonito. Nel finale incredibile, De Silvestri ha segnato il gol del pareggio al 95', mentre Gudmundsson ha colpito la traversa su un calcio di punizione quando il tempo praticamente si stava esaurendo. Il Bologna ha raggiunto i 32 punti, distanziandosi di un solo punto dalla Fiorentina. Il Genoa ha ottenuto il quarto risultato utile consecutivo, raggiungendo quota 21 punti in classifica. Il pareggio sembra equo, nonostante il fatto che il Genoa abbia tirato solo tre volte in tutta la partita, dimostrandosi più cinico di un Bologna spesso impreciso negli ultimi 20-25 metri.

29 dicembre 2023
Genoa - Inter 1 - 1

Nella 18esima giornata di Serie A si scontrano Genoa e Inter, entrambe reduci da una vittoria nell'ultimo turno di campionato. Le scelte di Gilardino prevedono il duo Ekuban-Gudmundsson in attacco, con Sabelli e Martin sulle fasce. Retegui, Malinovskyi e Messias iniziano dalla panchina. Inzaghi opta per Thuram e Arnautovic in avanti, Darmian a destra e Bisseck preferito a Pavard in difesa. Lautaro e Dimarco sono out, mentre Dumfries è in panchina. Il primo tempo tra Genoa e Inter termina in parità. Al 42', la rete di Arnautovic porta l'Inter in vantaggio per 1-0. L'azione ha inizio da una rimessa laterale: il tiro di Barella viene deviato sul palo da Martinez, e Arnautovic segna a porta vuota. Dieci minuti dopo, il Genoa pareggia: Gudmundsson crossa da un calcio d'angolo, e il colpo di testa vincente di Dragusin supera Sommer, che non riesce a respingere. Il Genoa domina il possesso palla nel primo tempo con il 55,4%. Nella ripresa, poche emozioni con un intervento salvifico di Martinez su Acerbi al 68'. La partita è stata interrotta per circa otto minuti a causa di fumogeni accesi sugli spalti. L'Inter si ferma dopo quattro vittorie consecutive, mentre il Genoa gli strappa un pareggio.

22 dicembre 2023
Sassuolo - Genoa 1 - 2

Dopo il pareggio contro la Juventus sette giorni fa, sono ancora Albert Gudmundsson ed Ekuban a svolgere un ruolo chiave nella vittoria del Genoa di Alberto Gilardino contro il Sassuolo. Questa volta entrambi autori di reti, i due attaccanti rossoblù guidano la rimonta del Grifone. Dionisi deve fare a meno di Berardi, fermato da un attacco febbrile, mentre Gilardino non può contare su Retegui e Messias. I liguri iniziano con determinazione, ma il Sassuolo sblocca il match al 29': Boloca mette in moto Laurienté, che supera Bani in velocità e serve Pinamonti per il gol nonostante il tentativo disperato di Dragusin. Poco dopo, il rumeno si rende pericoloso con un colpo di testa su corner, mentre Gudmundsson sfiora il pareggio con un destro dal limite. Nonostante la pressione del Genoa, il Sassuolo non concede ulteriori occasioni, e prima del fischio finale, Henrique ha una buona occasione ma il portiere Martinez salva. All'inizio del secondo tempo, è ancora il Genoa a creare pericolo con una combinazione aerea tra Sabelli e Badelj, ma il tentativo è alto. Gudmundsson ha poi un'ottima occasione, ma Consigli para. Castillejo e Thorstvedt escono per infortunio, e Gilardino apporta cambiamenti strategici. Martín e Thorsby entrano in campo, e subito Thorsby minaccia con un tiro potente deviato da Consigli. Su un corner successivo, il Var rileva un fallo di mano di Erlic, e viene concesso un rigore al Genoa, trasformato da Gudmundsson al 64'. Il Sassuolo reagisce, ma Pinamonti manca il bersaglio. Quando sembra che la partita stia per concludersi in parità, il Genoa la vince con una rete di Ekuban, lanciato in profondità da un magnifico assist di Gudmundsson. Il Genoa raggiunge così 19 punti in classifica, mentre il Sassuolo continua il suo periodo difficile, rimanendo a sedici punti.

15 dicembre 2023
Genoa - Juventus 1 - 1

Nella partita di apertura della 16esima giornata di Serie A, si scontrano il Genoa, guidato da Alberto Gilardino, e la Juventus, allenata da Massimiliano Allegri. I bianconeri sono determinati a ottenere una vittoria per riconquistare la vetta della classifica. D'altro canto, il Genoa cerca disperatamente fiducia e risultati positivi, poiché non ha vinto una partita dal 10 novembre (quando ha battuto l'Hellas Verona 1-0) e ha raccolto solo un punto nelle ultime quattro partite. La Juventus, in un eccellente stato di forma, non subisce una sconfitta dal 23 settembre, quando ha perso 4-2 contro il Sassuolo. Da allora, ha registrato solo due pareggi e una serie di vittorie che la mantengono inseguitrice dell'Inter, distante solo due punti dai nerazzurri. I bianconeri vanno in vantaggio durante il primo tempo, con Chiesa che al 28esimo conquista e trasforma un calcio di rigore, ottenuto dopo un fallo subito da Martinez. Nonostante il Genoa cerchi di mettere in difficoltà la Juventus, specialmente nel finale, con un'occasione per Gudmundsson che, pressato da Kostic, fallisce dal dischetto del rigore, il pareggio arriva all'inizio della ripresa. Ekuban, appena entrato in campo, serve Gudmundsson, che supera Szczesny in spaccata. La Juventus, nonostante gli sforzi, non riesce a superare l'Inter, rimanendo al secondo posto. D'altra parte, il Genoa guadagna un punto prezioso nella lotta per evitare la retrocessione, portandosi ora a sei punti di distanza da Empoli e Udinese.

10 dicembre 2023
Monza - Genoa 1 - 0

Nella quindicesima giornata, le squadre di Raffaele Palladino e Alberto Gilardino si fronteggiano in un incontro di rilevante importanza per entrambe. Il Monza sta attraversando una buona fase in questo campionato, accumulando 18 punti nelle prime quattordici partite. Il Genoa, d'altra parte, vive alti e bassi, con l'ultima vittoria risalente esattamente a un mese fa, quando hanno superato l'Hellas Verona per 1-0. Da allora, un pareggio e due sconfitte hanno caratterizzato il loro percorso. La partita inizia con due conclusioni sbilenche, una da Frendrup e l'altra da Carboni. Successivamente, il Monza crea le occasioni più significative: un gol annullato a Ciurria per fuorigioco di Colombo e alcuni cross leggermente troppo lunghi dalla destra per Pessina e Colombo. Il tridente offensivo del Genoa, composto da Messias, Gudmundsson e Retegui, non contribuisce in modo significativo. Nella ripresa, Retegui spreca una deviazione da pochi passi e manca l'opportunità di portare in vantaggio la sua squadra. Messias lascia il campo nel finale a causa di un dolore muscolare. La svolta decisiva arriva improvvisamente con il gol di Mota, che parte da una combinazione tra Colpani e Pereira. Il Monza sale così a pari punti con la Lazio, posizionandosi vicino alle zone europee, in attesa degli esiti delle partite di Bologna, Roma e Fiorentina. Per il Genoa, invece, è un'altra partita frustrante e Gilardino mantiene una distanza di +4 dal terzultimo posto.

2 dicembre 2023
Genoa - Empoli 1 - 1

Nella complessa sfida contro l'Empoli, Gilardino si trova a fronteggiare l'assenza di Gudmundsson e Strootman, ma recupera Retegui e schiera Messias al fianco di Malinovskyi, che gioca arretrato a centrocampo. Andreazzoli, desideroso di guadagnare punti per allontanarsi dalla zona retrocessione, apporta modifiche nel reparto offensivo, inserendo Maldini nel tridente insieme a Cambiaghi e Caputo. Nell'incalzante fase iniziale, entrambe le squadre si affrontano apertamente, cercando la profondità con gli esterni e il supporto delle punte. Sabelli e Retegui hanno occasioni, ma non riescono a centrare il bersaglio, mentre Cambiaghi e Maldini non capitalizzano le loro opportunità. Il match è caratterizzato da un intenso scambio di azioni, ma senza rompere l'equilibrio. Il Genoa, determinato e coraggioso, prova a prendere l'iniziativa con giocatori come Messias, il cui sinistro si stampa sull'incrocio dei pali. Il forcing dei padroni di casa porta al vantaggio grazie a Malinovskyi, che con un preciso tiro dal limite batte Berisha di esterno sinistro. Nel secondo tempo, l'ingresso di Kovalenko e i cambi effettuati da entrambi gli allenatori portano nuove dinamiche alla partita. Cancellieri, subentrato per l'Empoli, pareggia rapidamente i conti con un colpo di testa su assist di Kovalenko. La rete riaccende la gara e dà fiducia agli ospiti. Il finale è caratterizzato da azioni incisive da entrambe le squadre, con Puscas gettato nella mischia da Gilardino. Nonostante la pressione del Genoa e gli sforzi per ottenere il gol decisivo, la partita si conclude senza ulteriori cambiamenti nel punteggio. Genoa ed Empoli si annullano reciprocamente, concludendo la partita in parità.

26 novembre 2023
Frosinone - Genoa 2 - 1

La partita allo Stirpe tra Frosinone e Genoa si è rivelata molto avvincente con le reti di Soulé e Malinovskyi, ma è il gol di Monterisi, subentrato nella ripresa al posto di Marchizza, a decidere l'incontro e a garantire tre preziosi punti ai ciociari, portandoli attualmente a quota 18 punti. Il Genoa inizia forte, con Puscas che spreca un'occasione clamorosa da due passi, consegnando facilmente il pallone a Turati. Successivamente, Malinovskyi prova con un calcio in area, ma Turati blocca. La partita vede pochi momenti spettacolari fino al 34', quando Soulé in posizione defilata sorprende Martinez con un sinistro che finisce in rete, portando il Frosinone in vantaggio 1-0. Tuttavia, il Genoa pareggia quattro minuti dopo con un potente tiro dalla distanza di Malinovskyi. Il Frosinone cerca di ribaltare il corso del match, con Ibrahimovic che tenta un tiro lungo, ma senza riuscire a sorprendere Martinez. Al 57', Thorsby manca un gol da posizione ravvicinata, quasi come un rigore in movimento. Al 68', ancora Malinovskyi minaccia con un missile sganciato sugli sviluppi di una punizione, ma colpendo l'incrocio dei pali. Al minuto 86, c'è un sospetto tocco di mano di Dragusin nell'area del Genoa, ma l'arbitro decide di far continuare il gioco. Infine, al quarto minuto di recupero finale, arriva il colpo decisivo del Frosinone, con Monterisi che segna il secondo gol con un potente tiro che colpisce di sorpresa Martinez. Una doccia gelata per il Genoa.

10 novembre 2023
Genoa - Verona 1 - 0

Il Genoa di Alberto Gilardino ha ottenuto solo una vittoria nelle ultime cinque partite, sconfiggendo la Salernitana due settimane fa con un gol di Gudmundsson. Attualmente, i rossoblù si trovano a 11 punti in classifica, con un vantaggio di tre punti sul Verona di Baroni. La panchina di Baroni è sotto pressione e un risultato negativo potrebbe costare caro al tecnico. Il Verona ha subito quattro sconfitte consecutive, dopo le due vittorie nelle prime due giornate, ottenendo solo due pareggi nelle ultime nove partite. La partita a Marassi è stata tutt'altro che memorabile, con un primo tempo bloccato che si è animato nel finale. Poco prima dell'intervallo, il Genoa ha sfiorato il gol con il palo di Ekuban e un salvataggio sulla linea durante il tap in di De Winter. Nell'azione successiva, Dragusin ha segnato il vantaggio con un destro al volo che ha battuto Montipò. Il Verona è stato poco incisivo nel primo tempo, con i padroni di casa che hanno complessivamente dominato. La squadra ospite è risultata sterile in attacco, nonostante gli sforzi di Djuric e i guizzi di Bonazzoli, che non sono stati sufficienti per superare la difesa rossoblù. Nel secondo tempo, il Genoa è stato vicino al raddoppio ma ha sofferto nel finale l'assalto del Verona, che ha sfiorato il pareggio con Djuric e Terracciano. Tuttavia, la squadra di Baroni non è riuscita a trovare la rete, e il Genoa ha portato a casa tutti e tre i punti.

5 novembre 2023
Cagliari - Genoa 2 - 1

Nella cornice dell'Arena di Cagliari, si è svolta l'attesissima sfida tra gli isolani e il Genoa in questa domenica ricca di Serie A. Le due squadre si sono affrontate nel massimo torneo italiano dopo un anno e mezzo dall'ultima volta, con il Genoa che aveva vinto l'incontro 1-0 il 24 aprile 2022. Attualmente, entrambe le squadre si trovano nella parte bassa della classifica: il Cagliari è penultimo con 6 punti, mentre il Genoa è 14esimo con 11 punti dopo le prime 10 partite della stagione. La prima metà della partita è terminata senza reti dopo un solo minuto di recupero. Il primo tempo è stato caratterizzato da ritmi altalenanti, con il controllo del pallone che passava rapidamente da una squadra all'altra. Dopo un'iniziale supremazia del Genoa nel possesso palla, il Cagliari ha iniziato a reagire. Il brivido più grande è arrivato al 36', quando Vasquez ha colpito la traversa con un tiro difficile. Al minuto 39', è stato Luvumbo a rispondere per il Cagliari con un tiro che ha colpito il palo lontano, ma il gol è stato annullato per fuorigioco. La ripresa ha visto un cambio di scenari: al 48', Viola, subentrato in campo, ha sbloccato il punteggio per i padroni di casa con un potente tiro che ha superato Martinez, portando la squadra in vantaggio. Tuttavia, il Genoa non ha tardato a rispondere, pareggiando al 51' grazie a un acrobatico gol di Gudmundsson. La svolta definitiva è arrivata al 69', quando Zappa ha segnato il gol del 2-1 per la formazione sarda, sfruttando un preciso assist di Petagna e colpendo all'angolo destro. Dopo il gol, la partita è stata caratterizzata da un alto livello di agonismo, numerosi falli e ammonizioni. La sfida è terminata dopo un recupero prolungato di 8 minuti con la vittoria del Cagliari sul Genoa. Con questa vittoria, i sardi hanno raggiunto 9 punti, posizionandosi al 17esimo posto in classifica, mentre la situazione del Genoa rimane invariata. Le due squadre saranno impegnate nella prossima giornata: il Cagliari sarà in trasferta contro la Juventus, mentre il Genoa affronterà il Verona in casa.

27 ottobre 2023
Genoa - Salernitana 1 - 0

In una partita di alti e bassi, il Genoa riesce a superare la Salernitana con un punteggio di 1-0, tornando alla vittoria nell'anticipo della decima giornata di Serie A. È stato un match di dominio nel primo tempo e di gestione nella seconda metà del gioco. Il Genoa ha mostrato un'ottima performance nel primo tempo, dominando completamente il campo. Già al terzo minuto, Ochoa effettua un miracoloso intervento su un colpo di testa di Dragusin. Poco dopo, Badelj del Genoa centra il palo su un angolo. I liguri mantengono il controllo del gioco e rischiano poco, ad eccezione di un diagonale di Dia al 34esimo minuto che desta qualche preoccupazione. Ma è Gudmundsson a fare la differenza: al 35esimo minuto, liberato sulla trequarti avversaria, supera Gyomber e segna con un destro all'angolino, portando il Genoa in vantaggio. È stato il suo quarto gol in questa stagione di Serie A. Il secondo tempo inizia con alcuni cambi e infortuni, il che ha reso il gioco meno fluido. La partita è caratterizzata da un ritmo più lento e da poche occasioni da gol. Solo verso la fine c'è un'azione degna di nota: Mazzocchi del Genoa colpisce la traversa, mentre Dia cerca di ribattere in rete, ma viene fermato per fuorigioco. Alla fine, il Genoa ha difeso il suo vantaggio, celebrando una vittoria importante che li allontana dalla zona retrocessione. La vittoria ha un significato profondo per il Genoa, poiché va oltre i soli tre punti guadagnati in classifica, dando loro una spinta di fiducia e determinazione per le sfide future.

22 ottobre 2023
Atalanta - Genoa 2 - 0

Dopo la sconfitta contro la Lazio all'Olimpico, l'Atalanta è determinata a conquistare tre punti per avvicinarsi alla zona Europa. Dall'altra parte vediamo il Genoa, una squadra che ha creato problemi alle formazioni di vertice in questa stagione. Nella formazione dell'Atalanta, viene schierato un attacco pesante con Lookman e De Katelaere a supporto di Scamacca. Nel Genoa, ancora assente Retegui, Ekuban e Gudmundsson formano il duo d'attacco. Bani, Dragusin e Vasquez sono la difesa davanti al portiere Leali. Nel primo tempo, la partita sembra bloccata, con poche opportunità da gol. Nonostante l'Atalanta cerchi di imporsi, si scontra contro una solida difesa genoana. I giocatori di Bergamo tentano anche tiri dalla distanza e alcune incursioni, ma faticano a trovare varchi. Il Genoa mostra una buona prestazione in campo, ma manca di incisività in fase offensiva. È nella ripresa che il risultato si sblocca, più precisamente al minuto 68 grazie alla rete di Lookman, servita da Scamacca, che regala alla Dea il suo primo vantaggio. I rossoblu provano a riorganizzare la loro tattica, con un tentativo molto buono di Gudmundsson che però non trova concretezza nella porta casalinga. Al quinto minuto di recupero finale, i padroni di casa mettono fine all'incontro con un raddoppio sferrato da Ederson, su assist precisissimo di Palisic. L'Atalanta si porta a quota 16 punti totali con un quarto posto molto succoso, mentre il Genoa rimane a 8 lunghezze con uno stacco di soli 4 punti dalla zona rossa di retrocessione.

7 ottobre 2023
Genoa - Milan 0 - 1

Una sconfitta rossoblu che non giova affatto alla situazione traballante del Genoa, a tratti vittorioso e ad altri un po' debole. Questa volta è il Ferraris ad ospitare l'incontro tra Genoa e Milan, valido per l'ottava giornata di campionato. Se da un lato i rossoneri sono agguerriti per conquistare il primo posto in classifica, dall'altro i rossoblu vogliono dimostrare di essere un avversario ostile da affrontare, specialmente nel loro campo casalingo. Gilardino sceglie di puntare la strategia offensiva sulla sua punta d'attacco Gudmundsson, mentre Pioli sferra il fedele tridente composto da Okafor, Jovic e Chukwueze. La partita si mostra molto vivace e con ritmi movimentati, ma rimane bloccata al risultato di 0-0 per tutti i primi 45 minuti di gioco. Il Diavolo tiene possesso palla e cerca di mostrarsi pericoloso con tentativi dalla distanza. Il Genoa punta invece su delle ripartenze, ma nessuna di queste riesce a raggiungere la porta rossonera. Nella ripresa assistiamo a molte più trame interessanti, la prima al 65' con un colpo di testa preciso di Leao, deviato in angolo da Martinez. Al 76esimo un grandissimo intervento del portiere Maignan impedisce a Dragusin di segnare il gol del tanto atteso sorpasso. Pochi minuti dopo, è Pulisic a sbloccare il risultato del match, con un mancino che sfonda l'angolo rossoblu di Martinez. Un vantaggio che il Milan deve tenersi stretto se vuole uscire vittorioso dall'incontro. Gli ultimi minuti di gioco si fanno veramente movimentati: cartellino rosso per Maignan che lascia la sua porta proprio prima del calcio di punizione casalingo. Un traversone che il Genoa non si riesce a perdonare, ma il tempo ancora non è finito. Pochi secondi e arriva anche la squalifica di Martinez: ora entrambe le squadre sono a quota 10 giocatori e senza portiere. Dopo 15 minuti di recupero più che emozionanti, la gara si conclude con un piccolo vantaggio rossonero che permette alla squadra di Pioli di aggiudicarsi il primo posto in classifica, mentre il Genoa rimane fermo al quindicesimo.

1 ottobre 2023
Udinese - Genoa 2 - 2

Al Friuli si tiene il settimo incontro di campionato per i rossoblu del Genoa, che devono affrontare l'Udinese sul loro campo. È il Grifone a partire all'attacco, sbloccando il risultato già al tredicesimo minuto di gioco con il suo uomo più in forma, Albert Gudmundsson: errore di Silvestri che regala il pallone all'islandese, pronto a far partire un siluro dal limite dell'area, dove il portiere bianconero non riesce ad intervenire. Pochi minuti più tardi, però, arriva la risposta dei friulani casalinghi: al minuto 22 è Lucca ad azzerare le distanze con il suo primo gol in massima serie. L'ex attaccante dell'Ajax si avventa sul rimpallo della sfera e sgancia un destro a giro nel sette della porta. Verso la conclusione del primo tempo, è di nuovo Gudmundsson a riconquistare il sorpasso dopo il gol annullato a causa del fuorigioco di Haps: il rossoblu aggancia l'assist di Retegui e sconfigge Silversi sul suo primo palo. Nella seconda frazione l'Udinese si fa vedere di più anche se le sue occasioni stentano ad arrivare. Ottimo l'iniziativa di Samardizc su calcio di punizione, che si è spenta di poco a lato della porta. Anche Beto tenta un recupero con una ripartenza pericolosa che però si affievolisce sul finale. Quando il pareggio sembrava ormai inarrivabile, ci pensa la testata di Matturro a battere Martinez tra i pali e a far schivare la sconfitta alla sua squadra. Peccato per i rossoblu del Genoa, che hanno perso una chance di portare avanti la loro scia di risultati positivi. Il cartellino rosso di Lovric precede la fine del match, che assegna un punto a testa per le due squadre.

28 settembre 2023
Genoa - Roma 4 - 1

Vittoria inaspettata ma preziosa, quella conquistata dal Genoa contro i giallorossi di Mourinho al Luigi Ferraris. In questo match infrasettimanale sono stati i padroni di casa a conquistare un ottimo risultato che gli permette di muoversi dal fondo della classifica. Un esito che in molti non si aspettavano, ma che ha reso questa partita ancora più emozionante e interessante da seguire. Dal punto di vista offensivo, Gilardino opta per schierare il tandem d'attacco di Retegui e Gudmundsson, mentre Mourinho si affida al nuovo acquisto Lukaku. All'avvio, i liguri si portano subito in vantaggio con una rete di Gudmundsson al quinto minuto: un sinistro chirurgico nell'angolino della porta, che spiazza Rui Patricio in mezzo ai pali. Al ventiduesimo, Cristante riesce a trovare il prezioso pareggio con una testata su cross di Spinazzola dalla fascia sinistra. I giallorossi diminuiscono la tensione, ma bastano una ventina di minuti che i padroni di casa si intascano il secondo sorpasso: Gudmundsson apre per Thorsby che serve a Retegui in area, bravo a controllare il pallone e a sconfiggere il portiere capitolino. Nella ripresa continua la dominanza casalinga sul campo, con un magnifico tris sganciato da Thorsby al 74esimo: una testata su servizio di Dragusin che non lascia scampo all'estremo difensore ospite, ormai bombardato dall'attacco ligure. Solo sette minuti più tardi, Messias firma il clamoroso poker rossoblù che conclude subito la partita: appoggio di Frendrup sul numero 30 che, senza esitare, deposita il pallone in rete con discreta facilità. Cala il sipario al Ferraris dove si conclude un match inaspettato, che vede la salita del Genoa in undicesima posizione. La Roma di Mourinho, invece, continua a faticare in questo avvio stagionale, per niente favorevole verso i capitolini.

22 settembre 2023
Lecce - Genoa 1 - 0

Al Via Del Mare si scontrato Lecce e Genoa nel match valido per la quinta giornata di campionato. Un inizio stagionale ottimo per i salentini, che si posizionano in alto nella colonna sinistra della classifica. Al contrario, il Genoa continua ad occupare gli ultimi posti ma riesce a sfiorare di poco la zona rossa di retrocessione. D'Aversa conferma Strefezza in sostituzione di Banda, poi Touba al posto di Baschirotto squalificato e Krstovic come punta d'attacco. Gilardino, invece, ripropone la formazione schierata contro il Napoli: Retegui come punta supportato da Gudmundsson, Sabelli come esterno sinistro e Aaron come terzino sinistro. Un difficile primo tempo per il Genoa che deve continuare l'incontro in minoranza numerica per l'espulsione di Aaron Martinez al 36', causa doppia ammonizione. Questa situazione di svantaggio costringe i liguri a soffrire il possesso palla degli avversari, per aspettare e sperare in una ripartenza. La seconda frazione riparte con lo stesso risultato iniziale di 0-0, ma questa volta i salentini provvedono a conquistare il minimo vantaggio che li ha portati alla vittoria finale: al minuto 83 è Oudin a calciare di potenza dal limite dell'area con un pallone che, nonostante la deviazione di Frendrup, riesce comunque a sconfiggere Martinez tra i pali. Al termine della gara, il Lecce si riconferma nella top 3 della classifica con 11 punti in tasca, mentre il Genoa si stanzia in sedicesima ancora a quota 4.

16 settembre 2023
Genoa - Napoli 2 - 2

La quarta giornata di Serie A si è conclusa con un pareggio inaspettato tra Genoa e Napoli tra le mura del Luigi Ferraris. La squadra di Garcia ha tentato di riprendere terreno dopo la sconfitta casalinga contro la Lazio, ma gli azzurri hanno incontrato una grande resistenza dei rossoblu. Gilardino conferma la sua linea difensiva a quattro con Dragusin e Bani in centrocampo, Martin sulla fascia sinistra e il tandem Retegui-Gudmundsson in attacco. Il match inizia con ritmi bassi nonostante la presenza di grandi occasioni da rete, poi sfruttate nel modo sbagliato. I padroni di casa dimostrano un grande approccio in campo, mentre il Napoli tenta invano di prendere le redini della partita. Il primo sorpasso rossoblu arriva al quarantesimo minuto, sugli sviluppi di un angolo di Gudmundsson che permette a Bani di trovare lo specchio sottoporta. Nel secondo tempo, i casalinghi raddoppiano il vantaggio con una girata di Retegui sul corner di Strootman. Niente da fare per Meret che non riesce a deviare l'intenzione del centravanti grifone. È al minuto 76 che inizia la ripresa azzurra, con una botta clamorosa di Raspadori al centro dell'area che accorcia le distanze e firma il 2-1. Il Napoli rientra in partita quando trova il pareggio all'84', grazie ad un calcio al volo di Politano che supera Meret tra i pali. Il Genoa chiude con in vantaggio il primo tempo ma si perde nei restanti minuti del match, concludendo l'incontro al Marassi con un 2-2.

3 settembre 2023
Torino - Genoa 1 - 0

Dopo l'importante vittoria nella trasfera all'Olimpico, questa volta il Genoa è tornato a casa sconfitto dal Toro nel match valido per la terza giornata di campionato. Un avvio molto movimentato per la squadra di Gilardino, soprattutto nella fascia sinistra dove riesce a costruire azioni interessanti e a mettere in difficoltà i padroni di casa. I due club si studiano per la maggior parte del primo tempo, senza rischiare troppo. Il possesso palla a favore del Torino non aiuta di certo i liguri, che devono tentare una ripresa per non cadere in balia del gioco granata. Un duro scontro tra Martinez e Zapata al 25' costringe lo staff sanitario ad intervenire sul campo per cure mediche verso il portiere del Genoa, pronto a giocare dopo pochi minuti. Gli ospiti cercano di attuare delle verticalizzazioni verso la metà campo casalinga, ma il Toro si difende molto bene dalle entrate di Gudmundsson. Nella seconda frazione di gioco i ritmi si velocizzano e la partita comincia a diventare più intensa. La girandola di sostituzioni precede un tentativo ligure, che però vede un tiro dalla lunga distanza di Ekuban terminare di parecchio fuori dal palo di Milinkovic-Savic. Due riprese pericolose di Pellegri fanno tremare i tifosi liguri sugli spalti, ma il centravanti dei granata manca lo specchio della porta in entrambi i casi. La partita non sembra sbloccarsi fino agli ultimi minuti di recupero, quando al 90+4' un tiro di Radonjic si conclude di potenza in rete. Il risultato finale cambia in 1-0 in favore del Torino, regalando 3 punti preziosi ai granata e salutando il Genoa a mani vuote.

27 agosto 2023
Lazio - Genoa 0 - 1

Una trasfetta vittoriosa per il Genoa in questa seconda giornata di Serie A, che al tempo stesso determina la prima vittoria in massima serie per il nuovo arrivato Gilardino e per i liguri neopromossi. All'avvio del match gli ospiti dimostrano subito molta determinazione e un buon ritmo di gioco. All'undicesimo minuto assistiamo al primo squillo rossoblù, con un tiro di Vasquez che colpisce il palo sinistro di Provedel. Cinque minuti dopo, gli ospiti riescono a sbloccare la partita grazie ad una testata del nuovo acquisto italo-argentino Retegui. Dalla mezz'ora i casalinghi biancocelesti iniziano a reagire, protestando per un calcio di rigore sia per la spinta di Dragusin su Immobile che per il contrasto tra Bani e Zaccagni.

Nella seconda metà dell'incontro il Genoa si chiude nella sua metà campo, cercando in tutti i modi di proteggere il minimo vantaggio conquistato all'inizio. Al minuto 64, Immobile si mostra pericoloso sfiorando la rete del pareggio con un pallonetto che colpisce la traversa. L'esito della partita non rispecchia totalmente l'andamento delle due squadre: la Lazio infatti detiene il 70% di possesso palla, ma il Genoa dal canto suo preferisce agire in contropiede. Al 98', un'ultima speranza per i ragazzi di Sarri con un colpo di testa mancato da Castellanos su corner. Il triplice fischio dell'arbitro sancisce la vittoria del Genoa e da il via ai festeggiamenti rossoblù.

19 agosto 2023
Genoa - Fiorentina 1 - 4

Un ritorno amaro quello dei liguri in massima serie, dopo una sconfitta più che evidente già nel primo tempo. Il Genoa si è mostrato molto assente per la maggior parte della partita, con qualche piccolo sprazzo di ripresa nella seconda frazione del match. Dopo 4 minuti dal fischio iniziale dell'arbitro i viola si portano subito in vantaggio con un fantastico assolo di Biraghi, che riesce a superare gli avversari e a bucare l'incrocio della rete con il suo destro. I casalinghi non fanno in tempo a leccarsi le ferite che all'11' assistiamo al raddoppio degli ospiti: rapida azione di Gonzalez che finisce per colpire il palo, ma Bonaventura si fa trovare preparato nella respinta e segna il secondo gol viola. Un momento molto difficile per i rossoblù, ormai chiusi nella loro metà campo dagli avversari. Il quarantesimo minuto dichiara il tris toscano, con un maestrale colpo di testa di Gonzalez. Il primo tempo termina con la Fiorentina in vantaggio di 0-3.

Nella ripresa, la viola continua il suo pressing aggressivo e segna il quarto gol consecutivo: una finta di Bonaventura si trasforma in un assist per Mandragora, che termina in un colpo di testa dritto in rete. Due minuti dopo, Biraschi aggancia un pallone lungo e trova la conclusione in porta. Un gol rossoblù che sembra nullo davanti al poker della Fiorentina. Gli ospiti dimostrano di avere un grande controllo per tutto il resto della partita, anche se il Genoa ora sembra avere più capacità offensive: il movimento tra le linee di Gudmundsson risulta spesso pericoloso agli occhi del retroguardia viola. Il match termina con una netta sconfitta dei rossoblù nella loro prima giornata di ritorno in Serie A, mentre la Fiorentina continua a vantare una grande identità e qualità in campo.

19 maggio 2023
Genoa - Bari 4 - 3

Il campionato di Serie B si conclude con il big match fra Genoa e Bari: i primi festeggiano la promozione diretta in Serie A, i secondi devono aspettare a gioire perchè hanno ancora i playoff da giocare, dove pure entrano da migliore della classe. Il terzo posto, infatti, è ormai ipotecato. Il match regala comunque grandi emozioni, anche se non cambia le rispettive classifiche. Si parte con lo splendido gol di Sabelli al 12', che con il destro incrocia il pallone dove il portiere non può arrivare. Otto minuti più tardi gli avversari rispondono con la rete del pareggio di Esposito direttamente su punizione. Al 34' è 2-1 per la squadra di casa, che torna avanti con il gran sinistro sotto l'incrocio di Gudmundsson. Nella ripresa si torna in parità al 68' con un altro bellissimo gol, questa volta è il turno di Leonardo Benedetti che da fuori area esplode il destro e spiazza completamente Martinez. I ritmi non accennano ad abbassarsi e pochi minuti più tardi arriva un'altra rete spettacolare, Ekuban si inventa un mancino a giro praticamente da fermo. All'86' è di nuovo parità con il destro dalla distanza nell'incrocio dei pali di Cheddira, Martinez non può nulla. In pieno recupero segna il capitano Criscito, alla sua ultima partita da giocatore, esplode il Ferraris.

13 maggio 2023
Frosinone - Genoa 3 - 2

Questo sabato di Serie B si chiude con la sfida tra Frosinone e Genoa, le due squadre promosse in Serie A che si contendono la gloria del primo posto. La spuntano i giallazzurri, che vincono il campionato con una giornata di anticipo. Il primo ad andare al gol è il Grifone con Badelj al 14', con una conclusione straordinaria del regista che dopo uno stop di petto calcia al volo e segna da oltre 35 metri. Al 27' la squadra di Gilardino resta in 10 per via dell'espulsione di Mattia Bani, che rimedia un rosso diretto per un colpo duro del difensore sulla caviglia di Borrelli. Con l'uomo in meno si riaprono i giochi e subito il Frosinone trova il pari con un calcio di punizione perfetto di Mazzitelli, che supera la barriera e infila il pallone dove Martinez non può arrivare. Nel recupero del primo tempo i ciociari raddoppiano con la conclusione di prima intenzione di Boloca su suggerimento di Cotali. Nella ripresa il Genoa soffre l'inferiorità numerica e così spiana la strada al tris dei padroni di casa, al 77' Borrelli deve solo appoggiare in rete un pallone servitogli da Rohden dalla fascia. Al 92' arriva il gol di Gudmundsson, convalidato dopo il check del Var, ma al Genoa non basta, i rossoblù concedono al Frosinone il loro primo posto nel campionato di Serie B per la prima volta nella storia.

6 maggio 2023
Genoa - Ascoli 2 - 1

È una sfida decisiva per il Genoa, che in questa giornata ha la possibilità di festeggiare la promozione diretta in Serie A. La squadra di Gilardino è chiamata a fare almeno un punto in più del Bari, contemporaneamente impegnato a Modena. L'Ascoli, invece, ripone le sue speranze nella possibilità di restare agganciato al treno playoff. La 36esima giornata di Serie B regala la festa al Genoa, che vince per 2-1 mentre il Bari pareggia, e così il popolo rossoblù può festeggiare il ritorno in A. La vittoria, comunque, è tutt'altro che semplice. Si comincia al minuto 16: sugli sviluppi di un corner Sturaro centra in pieno la traversa di testa, sulla ribattuta Bani firma il tap-in. Nel primo tempo c'è ancora spazio per la super parata di Leali su Strootman al 31' e il palo colpito da Gondo in rovesciata. Nella ripresa il Genoa allunga con Badelj dopo un errore di Bellusci sulla punizione di Strootman, il croato può facilmente insaccare sotto porta. Subito dopo viene assegnato un calcio di rigore al Genoa per l'uscita scomposta di Leali su Sabelli, ma il portiere si riscatta dall'errore parando il penalty di Coda e lo stesso tap-in dell'attaccante rossoblù. E così l'Ascoli riapre la partita qualche minuto più tardi grazie al neoentrato Marsura, bravo a sfruttare il cross di Collocolo dalla sinistra. Si soffre fino alla fine a Marassi, ma il triplice fischio a Genova e a Modena sancisce l'inizio della festa per i rossoblù.

01 maggio 2023
Sudtirol – Genoa 0 – 0

È la 35esima giornata a vedere Sudtirol e Genoa scontrarsi per il match di ritorno del campionato 2022/23 di Serie B. Gli altoatesini cercano di farsi avanti sin dai primi minuti di gioco ma non riescono a mettere dentro la palla prima della conclusione del primo tempo. Anche il Genoa però non si scoraggia e vuole andare a segno. I liguri però, proprio come i loro avversari non riescono a segnare. Il primo tempo quindi si chiude con un risultato parziale ancora bloccato sullo 0 a 0. La ripresa invece si gioca in maniera più agitata da entrambe le parti. Anche durante questi secondi 45 minuti di gioco infatti non arrivano reti e sul finale di partita entrambi gli allenatori vengono espulsi. 0 a 0 è il risultato finale dell’incontro.

22 aprile 2023
Cittadella – Genoa 0 – 1

Il Cittadella e il Genoa si scontrano in 34esima giornata per affrontare il match di ritorno. La partita viene decisa da una sola rete. Il primo tempo però procede in equilibrio. Le due formazioni fanno dei tentativi ma non riescono ad andare a segno entro la fine della prima frazione di gioco. Durante il secondo tempo però il Genoa non si scoraggia e ce la mette tutta per provare a portare a casa la giornata. Ai liguri basta una rete per conquistare il vantaggio. Al 70’ è Gudmundsson a farsi avanti: il giocatore mette dentro un tiro preciso che il portiere avversario non riesce ad intercettare. Il match quindi si chiude proprio con la vittoria del Genoa per 1 a 0.

15 aprile 2023
Genoa – Perugia 2 – 0

Un primo tempo dai ritmi lenti quello che si gioca tra Genoa e Perugia. Le due formazioni infatti non trovano l’impeto giusto per andare al gol nonostante arrivino alcuni tentativi da entrambe le parti. La ripresa invece vede passare in vantaggio il Genoa al 41’ grazie alla rete di Frendrup. La squadra però non si accontenta e consolida il risultato al 70’ grazie a Dragusin. Il Perugia non riesce a mettere dentro la palla e a recuperare il risultato avversario. Il Genoa quindi si porta a casa la vittoria con un risultato finale di 2 a 0.

10 aprile 2023
Como – Genoa 2 – 2

Si scontrano in 32esima giornata Como e Genoa per affrontare il match di ritorno del campionato. Si tratta di un incontro alla pari nel quale però i liguri passano in vantaggio per primi. Al 23esimo infatti Strootman va a segno e si prende il vantaggio sull’avversaria. A consolidare poi sono sempre i liguri al 57’ con Coda che quindi sigla il 2 a 0 del Genoa. Il Como però risponde. Al 62’ i lariani mettono dentro la palla con Cutrone recuperando una rete ma poi a pareggiare ci pensa Mancuso. Il giocatore segna sul finale del match e chiude così le reti della giornata. L’incontro quindi termina proprio con il pareggio di 2 a 2.

31 marzo 2023
Genoa – Reggina 1 – 0

Inizia senza colpi di scena l’incontro di ritorno tra Genoa e Reggina. Dopo la prima mezzora di gioco però gli equilibri cambiano. A sbloccare il risultato infatti è la rete di Coda che mette dentro la palla al 36’: il giocatore direziona la palla perfettamente e infatti il tiro finisce dritto in porta. Dopo l’1 a 0 però la squadra non vuole arrendersi e prova ad andare ancora a segno. La palla però non entra e il risultato dopo la fine del primo tempo rimane fermo sempre sull’1 a 0 del Genoa. La Reggina non sta avendo un ruolo preponderante in questo match ma anzi subisce abbastanza gli attacchi da parte dell’avversaria. I liguri infatti non si placano con i loro tentativi ma comunque non riescono a far crescere il loro risultato. Il Genoa quindi si porta a casa la vittoria contro la Reggina per 1 a 0.

18 marzo 2023
Brescia – Genoa 0 – 3

Tra Brescia e Genoa si gioca un primo tempo portato avanti in maniera piuttosto equilibrata per quasi tutta la sua durata. Al 45’+1’ però i liguri passano in vantaggio con una rete di Salcedo. Le rondinelle non riescono ad eguagliare e quindi la prima frazione di gioco si chiude sull’1 a 0 del Genoa. Dopo la fine del primo tempo poi gli equilibri non cambiano. A consolidare il risultato infatti sono di nuovo i liguri. Al 70’ è Gudmundsson a mettere dentro la palla e poi il giocatore consolida ancora al 90’+1’. Il match si chiude con un risultato finale di 3 a 0 per il Genoa.

12 marzo 2023
Genoa – Ternana 1 – 0

Il match di ritorno tra Genoa e Ternana si gioca in occasione della 29esima giornata. L’incontro in realtà si sblocca dopo pochi minuti dal fischio di inizio. È il Genoa a passare in vantaggio. La rete è di Badelj che si ritrova in posizione ravvicinata e non deve fare altro che mettere la palla a in porta. Le due formazioni ci provano a migliorare il loro risultato ma non riescono. Le occasioni infatti non mancano ma da entrambe le parti si fa difficoltà a trovare la conclusione. Dopo il rientro in campo però il Genoa sembra determinato a voler consolidare il suo risultato. Ai liguri però vengono annullate ben due reti. La prima di Puscas al 53’ per posizione irregolare mentre l’altra a Badelj al 67’ per fallo su giocatore avversario. Il risultato tra le due squadre quindi non cambia. Il Genoa si porta a casa la vittoria per 1 a 0.

6 marzo 2023
Genoa - Cosenza 4 - 0

Nel posticipo della 28esima giornata di Serie B si incrociano due squadre con ambizioni diverse: i liguri vogliono vincere per riagganciare il secondo posto in classifica, mentre i calabresi sono alla ricerca di punti salvezza. Non ci sono sorprese, la partita va come previsto e il Grifone torna secondo, il Cosenza rimane impantanato all'ultimo posto, a -2 dalla zona playout. A sorpresa, nei primi minuti il Cosenza macina gioco, poi il Genoa inizia a imporre il proprio gioco. Dopo un paio di tentativi di Puscas, al 20' il Genoa colpisce la traversa con Sabelli, che fallisce il pallonetto di testa su Micai. Dieci minuti più tardi i rossoblù ci provano ancora con un cross basso di Sabelli, Gudmundsson fa il velo e Strootman va al destro violento che Micai spedisce sopra la traversa. Al 33' la gara si sblocca su una punizione di Gudmundsson, Dragusin impatta di testa e sconfigge Micai. Poco prima dell'intervallo anche gli ospiti colpiscono una traversa con D'Urso, che di spalle alla porta tocca di testa un pallone sulla punizione di Calo. Nella ripresa è solo questione di tempo prima che il Genoa segni altri gol, il secondo arriva al 57': errore clamoroso di Calo che serve Gudmundsson, il quale può schiacciare il pallone in fondo al sacco. Due minuti dopo arriva il 3-0: Puscas riceve da Sabelli in area e con il destro fulmina Micai sul primo palo. La rete che archivia la partita è al minuto 79, Jagiello si rende protagonista di una bella azione personale, salta un paio di giocatori e con una rasoiata firma il 4-0 definitivo.

1 marzo 2023
Cagliari - Genoa 0 - 0

Il Genoa si presenta a Cagliari con ambizioni sempre più concrete in ottica promozione diretta, tuttavia la sfida tra Ranieri e Gilardino termina senza reti. Il Genoa tiene il pallino del gioco e fa tanto possesso, tuttavia bisogna aspettare la mezz'ora di gioco per la prima vera palla gol del match: azione in velocità del Grifone, Puscas si libera di un difensore ma viene murato da Radunovic in uscita. Appena rientrati in campo dopo l'intervallo, il corso della partita rischia di essere stravolto: Luvumbo cade in area di rigore dopo un contrasto con Sabelli, sulle prime Valeri concede il calcio di rigore ma torna sui suoi passi dopo il check del Var. Al Cagliari viene quindi concesso un calcio di punizione, e i sardi sfiorano il gol con Nandez sugli sviluppi dell'azione. Al 55' un'azione pirotecnica del Cagliari porta al gol: prima la rovesciata di Lapadula, poi quella di Mancosu per Nandez che schiaccia di testa; la rete viene però annullata per posizione di fuorigioco dell'ex Lecce. La prima chance del secondo tempo per il Genoa è per la testa di Sturaro, che incorna e mette di poco a lato. Gli ultimi venti minuti sono all'insegna del pressing degli ospiti, ma il punteggio non si sblocca e al triplice fischio il risultato rimane 0-0.

25 febbraio 2023
Genoa - Spal 3 - 0

Il Genoa mantiene il secondo posto in solitaria battendo la Spal con un perentorio 3-0, ora sono 9 i punti di distanza dal Frosinone. Dopo lo stop della scorsa settimana contro il Modena, Gilardino torna a vincere anche se con qualche difficoltà, la gara si sblocca infatti soltanto nel secondo tempo. Dopo una prima frazione avara di emozioni, dove comunque sono i rossoblù a tenere il pallino del gioco, il match si accende nella ripresa. Il secondo tempo si apre con una grande occasione per Puscas, poi il neoentrato Brazao della Spal effettua una chiusura su Gudmundsson direttamente con il volto. Ad ogni modo, il fortino dei ferraresi crolla al 77', quando Dragusin impatta di testa sulla punizione di Jagiello e devia in rete. Incoraggiato dal vantaggio, il Genoa va vicino al raddoppio con Salcedo per poi trovarlo al 93' sugli sviluppi di un contropiede: Brazao neutralizza il tentativo di Strootman, ma si arrende al tap-in di Gudmundsson. Al minuto 96' arriva il tris di Salcedo che archivia la pratica. Passa il Genoa, la Spal rimane terzultima a -1 dalla salvezza.

19 febbraio 2023
Modena - Genoa 2 - 2

Il posticipo domenicale del Braglia regala tante emozioni, con Modena e Genoa che si affrontano in una sfida senza esclusione di colpi. Il Grifone passa immediatamente in vantaggio, merito di un corner al bacio di Aramu a pescare Dragusin, che approfitta dell'incertezza di Gagno. La reazione del Modena non si fa attendere, al 14' si propone Cittadini di testa su calcio d'angolo, Martinez blocca. Al 24' Gudmundsson va vicino al raddoppio su punizione, Gagno si distende salva la situazione. Al 33' è 1-1 grazie a un'imbucata di Poli che entra in area e scarica tra i piedi di Strizzolo, che impatta di prima e batte Martinez. Il Modena completa la rimonta in avvio di ripresa, complice uno sfortunato autogol di Puscas che sul pallone insidioso di Tremolada in area devia nella propria porta. Al 59' Oukhadda commette su Gudmundsson un fallo da ultimo uomo al limite dell'area, l'arbitro espelle l'ex Torino. Adesso si passa al forcing ligure: al 70' Gagno neutralizza la conclusione velenosa di Aramu, dieci minuti più tardi il neoentrato Coda calcia dal limite e spedisce il pallone a un soffio dal palo alla destra del portiere. Al minuto 85 Coda dal limite mette palla in area, arriva Bani che con un destro al volo fa 2-2. Nei sei minuti di recupero si registra l'ultima occasione dell'incontro, Aramu ci prova da fuori area ma Gagno spedisce a lato e blinda il pareggio.

10 febbraio 2023
Genoa - Palermo 2 - 0

Il Genoa, desideroso di riscatto dopo il ko contro il Parma, accoglie al Luigi Ferraris il Palermo, una squadra reduce da tre vittorie di fila nelle ultime tre partite. Hanno la meglio i padroni di casa, che dimostrano di saper subito rialzare la testa dopo una sconfitta e di essere tra le squadre più accreditate per la promozione in Serie A. Il match impiega un po' di tempo a decollare, inizialmente nessuna delle due squadre riesce a essere ordinata in fase di costruzione della manovra. La prima grande occasione della partita è al 17' per il Genoa che riparte in velocità con Sabelli, il quale mette il pallone al centro, ma Sala anticipa Coda e neutralizza il pericolo. Al 25' i padroni di casa passano in vantaggio con Gudmundsson, favorito da un rimpallo e poi bravo a chiudere l'azione con un rasoterra preciso che spedisce il pallone alle spalle di Pigliacelli. Il Palermo fatica a entrare in partita e solo al 35' raccoglie la sua prima occasione da gol, una conclusione di Verre murata da Sabelli. Nel secondo tempo gli ospiti alzano il proprio baricentro e crea qualche palla gol, come il tap-in a botta sicura di Soleri al quale nega il gol un intervento miracoloso di Martinez. Al 77' si fa vedere anche il Genoa con una conclusione di Gudmundsson dal limite che scheggia la traversa. I rossoblù chiudono il match al 96' in ripartenza, PUscas crossa in mezzo per Jagiello che tutto solo in area infila Pigliacelli per la rete del raddoppio.

5 febbraio 2023
Parma - Genoa 2 - 0

Turno numero 23 di Serie B, si gioca al Tardini la sfida tra Parma e Genoa che rincorrono la Serie B. Nel primo tempo il Genoa lancia un avvertimento con il colpo di testa di Coda al 15' che chiama Buffon alla deviazione in corner. Ma poco dopo la mezz'ora è il Parma a mettere la testa in avanti, Vazquez lancia Benedyczak che si invola verso la porta e infila Martinez, il polacco viene poi ammonito per la vistosa esultanza sotto lo spicchio dei tifosi ospiti. Poco prima dell'intervallo Bernabè ci prova con un gran sinistro, ma trova i guantoni di Martinez a salvare la palla in angolo. Nella ripresa il Parma raddoppia grazie a un episodio: Dragusin tocca con la mano un pallone in area di rigore e l'arbitro assegna il penalty. Vazquez trasforma perfettamente dagli undici metri, è 2-0. Il Genoa prova a replicare, ma senza grinta, d'altro canto il Parma ha il merito di saper chiudere gli spazi. Girandola di cambi, i ritmi calano e i crociati riescono a trascinare il match fino al termine e mettere in cassaforte i tre punti. A questo punto sarà cruciale la partita del prossimo turno contro la Ternana, una diretta concorrente per i playoff.

28 gennaio 2023
Genoa - Pisa 0 - 0

Allo stadio Luigi Ferraris di Genova il match fra Genoa e Pisa termina sullo score di 0-0, ma è un pareggio ricco di spettacolo. Si respira agonismo fin dai primi minuti, subito il Pisa tenta di sorprendere l'avversario con Moreo, che però tocca troppo tardi senza riuscire a evitare l'intervento di Martinez. Al 14' il Genoa si lancia all'attacco con Coda e Puscas, ma un tocco di mano di quest'ultimo interrompe l'azione. Il Pisa si rivede con Morutan, che in un paio di circostanze si rende pericoloso dalla distanza senza riuscire a trovare la porta. Nelle prime battute della ripresa, il Pisa macina gioco e la prima chance è un colpo di testa di Puscas al quale si oppone Nicolas. Coda ha un'occasione preziosa al 57', quando calcia al volo verso la porta su un rimpallo e spedisce il pallone a pochi centimetri dal palo. Poco dopo i toscani si portano avanti con un gol di Moreo, ma l'assistente di gara segnala l'offside, tutto da rifare. Al 68' arriva l'episodio che potrebbe indirizzare la partita, il capitano del Pisa Marin viene espulso per un doppio cartellino giallo, toscani in 10. Aumenta comprensibilmente il pressing del Genoa, che prova a impensierire la retroguardia avversaria. Al 76' c'è un brivido per Nicolas su un destro violento di Aramu verso la porta, palla fuori di un soffio. All'86' viene annullato un gol ai rossoblù, Bani stacca di testa e beffa Nicolas ma per questione di centimetri è in fuorigioco. Il match si chiude con un ultimo tentativo di Coda da fuori, che termina alto.

21 gennaio 2023
Benevento - Genoa 1 - 2

In occasione della 21esima giornata di Serie B, al Ciro Vigorito il Benevento ospita il Genoa e incassa una sconfitta che complica la lotta per la salvezza. Dopo 12 minuti di gioco gli ospiti passano in vantaggio a seguito di una bellissima azione corale, Gudmundsson serve Coda che infila Paleari con il destro a incrociare. Al 18' il Benevento si propone con El Kaouakibi che vince il duello con Criscito e calcia con l'esterno, palla alta. Al 22' Aramu cerca la porta con un colpo di tacco che spedisce il pallone fuori di un soffio. Brividi al 30', una conclusione di Gundmundsson dal limite centra il palo interno, la sfera rotola lungo la linea ma non entra in porta. La prima frazione, dunque, è un dominio rossoblù e la situazione non cambia molto nella ripresa. Al 52' il Genoa ha una grande occasione con un cross pennellato di Criscito per la testa di Coda, che a due passi dalla porta mette fuori. Al 57' arriva però il pareggio del Benevento, Tello di controbalzo esplode il tiro dal limite dell'area e insacca in rete. Il gol decisivo arriva in extremis al 94', con Puscas che con un'inzuccata gonfia la rete e sigla il 2-1.

16 gennaio 2023
Genoa - Venezia 1 - 0

Nel posticipo della ventesima giornata di Serie B, il Genoa si impone al Ferraris sul Venezia, seppure con qualche fatica; agli arancioneroverdi rimane infatti l'amaro in bocca per qualche palla gol sprecata. Nei primi dieci minuti di gioco i padroni di casa gestiscono il pallone e hanno una prima chance al 19' con Gudmundsson a ribattere il tiro di Joronen respinto dalla difesa avversaria, ma il tentativo viene deviato in corner. Il Venezia sfiora il gol con il tiro a botta sicura di Crnigoj da dentro l'area, un intervento prodigioso di Martinez manda il pallone sulla traversa. Nella ripresa la musica non cambia, il Genoa mantiene il possesso palla senza essere particolarmente incisivo, il Venezia aspetta e punta sulle ripartenze. Al 66' i rossoblù sbloccano il punteggio, ma Aramu è in fuorigioco e il suo gol non è valido. La gara sembra ormai indirizzata verso il pareggio, ma all'85' è il neoentrato Coda ad avere il guizzo vincente che cambia le carte in tavola: il numero 9 rossoblù va a segno dopo aver sfruttato al meglio una sponda di Yalcin. Finisce 1-0, l'obiettivo promozione diretta è sempre più concreto per il Grifone.

26 dicembre 2022
Bari - Genoa 1 - 2

Nel match che chiude la 19esima giornata di Serie B, il Genoa espugna il campo del Bari con il punteggio di 2-1. Sugli spalti del San Nicola ci sono ben 46.671 spettatori. Una vittoria importante per i ragazzi di Gilardino, che raggiungono il terzo posto in classifica a 33 punti, sorpassando proprio il Bari, fermo a 30. Dopo appena due minuti di gioco, il Genoa sblocca con un gol di Puscas su intuizione di Aramu. Dopo aver sfiorato il pari, il Bari riesce a trovare la rete del pareggio grazie al gol di Cheddira, abile a sfruttare un errore di Benedetti (33’). All’intervallo le formazioni sono sull’1-1. Nella ripresa, i rossoblù si riportano in vantaggio con Gudmundsson, che segna al 58’ sugli sviluppi di una punizione. Il Bari prova a reagire, ma è il Genoa a sfiorare il tris con Boci (78’). Al termine di un recupero di sei minuti, la sfida si chiude 2-1 per i rossoblù di Gilardino.

18 dicembre 2022
Genoa - Frosinone 1 - 0

Colpaccio del Genoa contro il Frosinone capolista, i rossoblù vincono 1-0 e raggiungono il Bari al terzo posto; dal canto loro i ciociari sprecano una buona chance per allungare sulla Reggina, che ha frenato con uno 0-0 proprio con il Bari. I primi a proporsi in avanti sono i gialloblù, con Rhoden che al settimo minuto calcia di prima su assist di Mazzitelli, pallone alto di poco. Tuttavia la gara si indirizza a favore del Genoa al minuto 22: calcio d'angolo di Aramu, Bani spizza e Gudmundsson sottoporta beffa Turati. La partita è dinamica e divertente, al 25' Boloca effettua uno slalom in solitaria e tenta la conclusione da posizione defilata, ma Semper non ha problemi. Al 38' il Genoa fallisce il raddoppio, in area arriva un pallone teso che Mazzitelli sfiora e manda sul legno, per poco non è autogol. Il Frosinone ha una buona chance allo scoccare del 45', Strootman salva sulla linea un tentativo di Boloca in scivolata. Nella ripresa la gara si addormenta e si contano poche occasioni significative. Tra queste, un sinistro dal limite di Aramu che sfiora il palo alla destra di Turati. Nel finale il Genoa trema per un presunto tocco di mano di Ilsanker in area, Sozza rivede l'azione al Var e lascia proseguire. Finisce 1-0, è la seconda vittoria consecutiva al Ferraris per il nuovo tecnico Gilardino.

11 dicembre 2022
Ascoli - Genoa 0 - 0

Niente bis per Gilardino, il suo Genoa frena contro l'Ascoli e guadagna un solo punto. I rossoblù si schierano con la stessa formazione che ha avuto la meglio sul Sudtirol. La partenza degli ospiti è buona, anche se nei primi minuti faticano ad arrivare occasioni da gol. L'Ascoli comincia a farsi vedere dopo il quarto d'ora, ma la partita risulta abbastanza bloccata da entrambe le parti e si assiste a uno spettacolo piuttosto spento. La prima conclusione dell'incontro arriva soltanto al 36', Dragusin anticipa un avversario e da trenta metri scarica un destro che si spegne molto lontano dalla porta di Guarna. Quattro minuti più tardi si propone l'Ascoli con Lungoyi, che viene tuttavia fermato dalla difesa rossoblù prima che possa andare alla conclusione. Al 43' è pericolo Genoa con una bella combinazione tra Frendrup, Jagiello e Coda, il centravanti si trova solo davanti a Guarna che ne respinge la conclusione. Nel secondo tempo Gilardino prova a cambiare le cose sostituendo un deludente Gudmundsson con Puscas, ma è l'Ascoli a cercare l'affondo con un colpo di testa alto di Tavcar. Poco dopo l'ora di gioco, il Genoa raccoglie la seconda palla gol con una gran girata di testa di Sabelli, ma ancora una volta Guarna salva tutto e respinge in angolo. Cinque minuti dopo Semper corre un triplo rischio: prima Dionisi tira e colpisce il palo, poi arriva Gondo a botta sicura ma Sabelli respinge, infine Colloco da posizione ravvicinata mette fuori. Nel finale l'Ascoli cerca il gol con maggiore insistenza, ma senza successo, il match termina 0-0 e il Genoa resta terzo in classifica.

8 dicembre 2022
Genoa - Sudtirol 2 - 0

Buona la prima per Gilardino, il cui esordio si conclude con una vittoria che porta il Genoa a 26 punti a pari merito con il Bari. La partita vede poche occasioni nel primo tempo, ma la prima è clamorosa: minuto 12, un pallone si impenna in area, Sabelli tocca per Coda che a un passo dalla porta manda incredibilmente a lato. Il Sudtirol subisce e fatica anche nelle ripartenze, la sua specialità; però c'è anche da dire che il Genoa fa possesso palla ma fatica a essere preciso in fase di finalizzazione. Pochi minuti prima dell'intervallo un contropiede degli altoatesini mette Crociata davanti alla porta, ma il trequartista spara alto sopra la traversa. Il primo tempo termina senza gol, anche se di certo non è stata una partita noiosa. Nel secondo tempo si scaldano i ritmi e anche gli animi, come testimoniano i diversi cartellini gialli estratti dall'arbitro. Casiraghi ha una buona opportunità al 54', il suo destro potente dal limite viene però murato da Semper. Il Genoa riesce a sbloccare il punteggio al 65' con un bel tap-in di Puscas dopo la risposta di Poluzzi su Hefti. Al 74' Odowgu si lancia su un cross al centro e schiaccia di testa, ma il pallone si schianta sul palo. Al minuto 86 Galdames sforna una potente conclusione dalla distanza, la palla si schianta sull'incrocio dei pali. Il gol che chiude definitivamente la partita arriva in pieno recupero su contropiede, tacco di Yeboah per Aramu che in acrobazia calcia e gonfia la rete. I tre punti vanno al Genoa, che manda un segnale importante alle concorrenti.

4 dicembre 2022
Genoa - Cittadella 0 - 1

Il Genoa, attualmente in zona playoff con 23 punti, affronta il Cittadella, che viaggia pericolosamente vicino alla zona retrocessione. I rossoblù sono a caccia di vittorie dopo gli ultimi risultati poco convincenti, soltanto due i punti ottenuti nelle ultime quattro partite. Nella prima fase del match è il Genoa a sfiorare il gol con Aramu e Strootman, ma Kastrati risponde presente su entrambi i tiri e devia in angolo. Nel finale del primo tempo il Cittadella chiede un rigore per un contatto in area tra Bani e Magrassi, l'arbitro conferma la regolarità dell'azione dopo il consulto al Var. Nel secondo tempo il match si sblocca al 62', Danzi dalla destra serve Antonucci che scarica in rete il destro vincente. Violenta la reazione dei rossoblù che subito ci provano con Gudmundsson, ma Kastrati in uscita è attento. Nel finale il Cittadella trema per una deviazione di Cassandro sottoporta che quasi compie autogol. In pieno recupero un clamoroso errore di Tounkara nega agli ospiti il 2-0, il giocatore si lancia in campo aperto e a tu per tu con Semper calcia fuori. Finisce 1-0, una vittoria incoraggiante per il Cittadella mentre mastica amaro il Genoa, alla quinta partita senza successi.

27 novembre 2022
Perugia - Genoa 1 - 0

Al Renato Curi si affrontano Perugia e Genoa in occasione della 14esima giornata di Serie B. Il primo tempo viene controllato per lo più dal Perugia, che ci prova con Bartolomei e con il colpo di testa di Curado. Dall'altra parte, i liguri si propongono con un destro di Puscas. Al 29' gli umbri guadagnano un calcio di rigore per un contatto in area fra Santoro e Coda, ma l'arbitro rivede le immagini al Var e alla fine toglie il penalty perché ritiene che il difensore abbia colpito prima la palla che l'avversario. Nel secondo tempo le due squadre alzano il proprio baricentro e si lanciano alla ricerca del vantaggio. Al 49' Portanova raccoglie il cross di Gudmundssonn e impegna Gori con un colpo di tacco, ancora l'esterno si fa vedere al 56' con un tiro di prima intenzione che il portiere alza in angolo. Al 60' Semper salva il Genoa deviando in corner con il piede la conclusione a botta sicura di Olivieri. Il match si sblocca al 74': contropiede dei locali, Kouan pesca Olivieri che con uno splendido stop di tacco sfugge a Dragusin e con il destro gonfia la rete, non può nulla Semper. Nel finale Strootman pareggia, ma il gol viene annullato dal Var per la carica al portiere. Finisce così, un successo incoraggiante per il Perugia che si distacca momentaneamente dal fondo della classifica dopo aver battuto una delle favorite del campionato.

13 novembre 2022
Genoa - Como 1 - 1

Al Ferraris si affrontano due squadre in una situazione del tutto opposta: se il Genoa si trova in zona promozione con 22 punti, il Como ha 12 punti all'attivo e viaggia nella zona pericolosa della classifica. Ne risulta una partita ricca di emozioni fra gol, reti annullate, rigori e molto altro. Si comincia a ritmi alti con un gol annullato al terzo minuto, Cerri insacca in rete sul cross di Bellemo ma il Var segnala un tocco di braccio dell'attaccante lariano. Il Genoa trova il vantaggio tre minuti dopo con Coda, ma anche qui la rete non viene convalidata per posizione di fuorigioco. Al 14' viene assegnato un calcio di rigore al Genoa per un fallo di Cagnano su Portanova, sul dischetto va Coda impeccabile dagli undici metri, è 1-0. Continuano i brividi soprattutto nel finale di tempo con un'occasione d'oro per Cerri che in girata scarica il sinistro da pochi metri, ma c'è Semper a opporsi, e poi con la traversa di Coda nel recupero. Nel secondo tempo gli ospiti trovano il pari al 67' con un colpo di testa vincente di Cerri su cross di Cagnano. Due minuti dopo viene annullato un gol al Genoa per fuorigioco. La partita diventa frammentata con varie sostituzioni. Allo scoccare del 90' il Genoa si rende pericoloso con una conclusione di Yeboah, Ghidotti salva tutto deviando il pallone con la spalla. L'ultima fiammata è al quarto minuto di recupero, con Cerri che crossa al centro dove Da Riva prova a scaricare in porta impegnando Semper, nulla di fatto. Finisce 1-1, Genoa e Como si spartiscono la posta in palio.

7 novembre 2022
Reggina - Genoa 2 - 1

Partita interessante per le sorti dell'alta classifica, la Reggina batte il Genoa e aggancia al secondo posto proprio i rossoblù. La prima emozione arriva al 15', gli amaranto sbloccano il match su un lancio lungo di Majer, Canotto controlla il pallone e con il destro infila Semper con un tiro angolato. Il pari del Genoa arriva poco dopo la mezz'ora: traversone di Sabelli, tocco di Gagliolo, il pallone arriva sulla testa di Aramu che insacca a due passi. Subito dopo, però, viene assegnato un calcio di rigore alla Reggina per una trattenuta in area di Bani e Sabelli su Rivas. Dopo un lungo stop per rivedere le immagini al Var, il rigore viene confermato. Dagli undici metri va Menez, che sceglie una conclusione centrale respinta da Semper. Poco dopo l'inizio del secondo tempo viene assegnato un altro calcio di rigore alla Reggina, questa volta per un tocco di mano in area di Czyborra sul cross di Pierozzi. Va Hernani, che batte il penalty con freddezza e spiazza Semper. La Reggina ha l'occasione di allungare al 67' a seguito di una bella azione avviata da un lancio di prima di Menez, Canotta salta Bani e calcia verso la porta da posizione defilata, Semper risponde presente sul primo palo. Nel finale i padroni di casa stringono i denti e al triplice fischio festeggiano la vittoria, il Genoa torna a perdere dopo ben due mesi.

29 ottobre 2022
Genoa - Brescia 1 - 1

Il Genoa vuole vincere per riacciuffare il primato in classifica, ma viene beffato dal Brescia che, dopo essere stato in svantaggio per gran parte della partita, recupera in extremis. Solo un gol per parte e quindi un punto a testa, ora c'è il Frosinone primo in classifica in solitaria. La sfida si fa subito accesa, con il colpo di testa di Adorni su calcio d'angolo che finisce fuori di pochissimo. Subito dopo Yalcin spara alto pur trovandosi in ottima posizione sul cross di Sabelli, e ancora Yalcin tenta la conclusione al settimo minuto ma questa volta Lezzerini blocca in due tempi. Il Genoa genera un pressing aggressivo e chiude gli spazi al Brescia, che fatica a entrare in partita. Al 29' il Brescia ha un'occasione d'oro per passare in vantaggio con il colpo di testa di Bianchi, respinto da Semper, che si oppone anche al tentativo di tap-in di Ndoj. Passa un minuto e una manovra rapida dei padroni di casa porta all'1-0, Aramu pesca Jagiello al limite dell'area che fredda Lezzerini con il gol dell'ex. Al 38' Coda ha l'opportunità di raddoppiare ma calcia direttamente addosso al portiere da ottima posizione, sul ribaltamento di fronte rischia il Genoa con il mancino di Bianchi fuori di poco. Nel secondo tempo i ritmi calano leggermente ma la partita resta viva, al 70' Aramu prova la mezza rovesciata su assist di Puscas, palla fuori. Le cose si complicano per i rossoblù quando al 76' Badelj, già ammonito, rimedia il secondo cartellino giallo per un fallo su Bisoli e viene espulso. Ora si respira tensione, il Genoa è costretto a scoprirsi ed ecco che nel finale viene raggiunto. Siamo al 94' quando Cistana raccoglie un pallone vagante in area e scarica in porta il gol del pareggio.

22 ottobre 2022
Ternana - Genoa 1 - 2

Decima giornata di Serie B, al Libero Liberati si gioca una partita importante per le sorti dell'alta classifica: a dividere Ternana e Genoa c'è un solo punto, e i padroni di casa sono chiamati a vincere per riconquistare il comando. Falliscono l'impresa, perchè passa il Genoa con lo score di 2-1, per di più in rimonta. Una beffa per la Ternana, che mantiene il vantaggio per gran parte della partita per poi cedere nel finale. Il primo tempo è vibrante, dopo cinque minuti Aramu impegna il portiere avversario con un sinistro dal limite, la squadra di casa risponde con una buona chance per Favilli che calcia al volo sul cross di Cassata ma spedisce il pallone alto. Al 25' Aramu fa da sponda per Coda che calcia in porta, Iannarilli respinge. Al 34' viene annullato un gol alla Ternana, Partipilo deposita in rete sottoporta ma c'è fuorigioco di Sorensen. Gli uomini di Lucarelli, dopo una traversa al 40', trovano il gol che vale l'1-0 poco prima dell'intervallo: sponda di Cassata sul cross di Diakitè, Favilli colpisce di testa e insacca in rete il gol dell'ex. Il Genoa parte aggressivo nel secondo tempo, prova a proporsi con Cassata, Aramu e Strootman, ma la porta sembra stregata. Serve un episodio per cambiare le carte in tavola, e arriva: Coda conquista un calcio di rigore che lui stesso trasforma in gol. Passano pochi minuti e Coda si ripete, questa volta su azione: salta Sorensen e scarica in rete con un destro morbido. Nel finale c'è spazio per l'espulsione di Lucarelli, che era già stato ammonito, e per il tentativo fallito da Aramu per andare al tris, il numero 10 calcia fuori da ottima posizione. Finisce 1-2, il Genoa espugna il Liberati e si piazza in testa alla classifica a quota 21 punti insieme al Frosinone.

15 ottobre 2022
Cosenza - Genoa 1 - 2

Ottima vittoria del Genoa che dopo aver giocato in 10 per la maggior parte del tempo riesce comunque a espugnare il Marulla. I padroni di casa iniziano meglio, ma Martinez si supera sulla conclusione pericolosa di Butic dal limite. Il Genoa risponde al decimo minuto con un sinistro insidioso di Coda bloccato a terra da Matosevic. Al 29' un cross di Gudmundsson viene sporcato con la mano da Rigione, l'arbitro assegna il penalty al Genoa. Sul dischetto si posiziona Coda, che non sbaglia e firma l'1-0. Pochi minuti dopo i rossoblù vanno vicini al raddoppio con il piattone al volo di Jagiello sul cross di Gudmundsson, il portiere devia in corner. Al 34' Bani rimedia il secondo cartellino giallo e viene espulso, ora la partita potrebbe prendere una direzione diversa. E tuttavia al 37' è ancora il Genoa ad andare a segno con un contropiede letale, che si chiude con il sinistro al volo di Strootman a battere Matosevic per il 2-0. Durante il recupero del primo tempo, però, c'è un contatto in area di rigore fra Panico e Sabelli, l'arbitro rivede l'azione al Var e assegna il calcio di rigore al Cosenza. Siamo al 47' quando Butic trasforma il tiro dal dischetto in gol e accorcia le distanze. Nella ripresa il Cosenza prova a proporsi con Butic e Nasti, senza successo. La partita è meno dinamica rispetto al primo tempo, nel finale il Genoa va a un passo dal tris ma Matosevic fa il suo dovere con una doppia parata su Vogliacco. Il match termina 1-2, i rossoblù salgono a quota 18 punti a una sola lunghezza di distanza dal primo posto.

7 ottobre 2022
Genoa - Cagliari 0 - 0

Appuntamento a Marassi per il big match dell'ottava giornata, Genoa e Cagliari sono due delle principali candidate alla risalita in Serie A. Sono alte le aspettative per questa sfida, ma in realtà non si registrano grandi sussulti e nessuna delle due porte viene violata. 0-0 l'esito finale, un risultato più utile ai liguri che ai sardi: Blessin sale a quota 15 punti in classifica e aggancia momentaneamente in testa Reggina, Bari e Brescia, Liverani rimane nono con 11 lunghezze. Nel primo tempo è il Genoa a prendere le redini della partita, con un paio di spunti di Coda e due tiri dal limite insidiosi di Gudmundsson, brividi al 18' per il destro a giro dell'islandese che colpisce il palo. Il Cagliari risponde con un sinistro a fil di palo di Lapadula, ex della gara. Nel secondo tempo le due maggiori occasioni sono di Coda nel giro di due minuti. Al 70' l'attaccante si avventa su una respinta di Radunovic, ma la sua conclusione centra in pieno Aramu, poi ci riprova puntando al secondo palo ma il portiere si oppone. A un quarto d'ora dalla fine i sardi si propongono con l'avanzata di Di Pardo sulla destra, cross al centro per Deiola ma il capitano spreca l'occasione. Nulla da fare, il match termina in parità.

1 ottobre 2022
Spal - Genoa 0 - 2

Sfida significativa al Mazza fra due squadre che sono distanziate da soli due punti. La spuntano gli ospiti, che si impongono sugli avversari con un gol per tempo. La prima occasione è di Yalcin al 13', il suo sinistro viene respinto da Alfonso con il piede. Al minuto 19 è vantaggio Genoa: traversone di Pajac, Alfonso smanaccia, arriva Coda che scarica in rete, non può nulla Dickmann. Occasione d'oro per Coda al 29', calcia da dentro in area ma interviene Dalle Mura a deviare in corner. Allo scoccare del 45' si propone La Mantia, il suo colpo di testa termina alto di poco. Nel secondo tempo la Spal ha l'illusione del gol al 56', ma Zanellato che ha segnato è in netto fuorigioco, tutto da rifare. Gli animi si scaldano e al 76' Meccariello viene espulso per un brutto fallo su Jagiello. Due minuti prima del novantesimo arriva il raddoppio del Genoa, Gudmundsson lanciato da Zanellato infila Alfonso con il destro. Finisce così, bene il Genoa che sale a quota 14 punti.

17 settembre 2022
Genoa - Modena 1 - 0

La sesta giornata di Serie B ha un esito positivo per il Genoa, che riesce finalmente a centrare il primo successo casalingo, nonché il terzo complessivo. La vittoria degli uomini di Blessin è sicuramente meritata, anche se il secondo tempo è stato molto combattuto e ricco di occasioni da entrambe le parti. Il Genoa parte aggressivo, ma non si verificano occasioni particolari fin quando al 27' viene assegnato un calcio di rigore al Modena per un fallo di Dragusin su Diaw, ma l'attaccante era in fuorigioco all'inizio dell'azione, nulla di fatto. Il Modena la sblocca poco prima dell'intervallo, un elegante assist di tacco di Portanova è propizio per Filip Jagiello che insacca in rete. Nel secondo tempo i ritmi calano, il Genoa si preoccupa di difendere il risultato e dal canto suo il Modena fatica a trovare spazi. Occasione d'oro per Badelj solo davanti a Gagno, tentativo fallito, pochi minuti dopo un gran mancino dai 25 metri di Pajac colpisce il palo. Al 65' un cross pericoloso di Pajac dalla sinistra non viene sfruttato al meglio nè da Portanova nè da Coda. L'ultima fiammata del match è un contropiede del Genoa al 96', Aramu conclude dal limite di sinistro ma Gagno si oppone. Con questa vittoria, i rossoblù salgono al quinto posto in classifica con 11 punti.

09 settembre 2022
Palermo - Genoa 1 - 0

Un primo tempo che si chiude senza gol quello del match tra Palermo e Genoa. Nonostante il punteggio bloccato comunque le squadre creano delle buone occasioni per andare al gol. Una su tutte quella di Ekuban per il Genoa. Il suo tiro però non va a segno. Per il Palermo invece ci prova Di Mariano al 22’ che nonostante la distanza ravvicinata non riesce ad andare a segno. I primi 45 minuti si fermano dopo un primo tempo piacevole per gli spettatori. Nella seconda frazione di gioco le squadre partono cariche, soprattutto il Palermo che dopo pochi minuti dall’inizio della ripresa conquista la porta avversaria. Al 49’ è Brunori a siglare il gol del vantaggio. Rimane ancora molto alla fine della partita però. Il Palermo deve difendere il risultato raggiunto mentre il Genoa cerca di strappare reti all’avversaria. Nonostante i numerosi tentativi il punteggio rimane comunque bloccato sull’1 a 0 per il Palermo che porta a casa la giornata.

3 settembre 2022
Genoa - Parma 3 - 3

Tanti gol e altrettanto spettacolo nell'intensa partita fra Genoa e Parma, valida per la quarta giornata di Serie B. È il big match del turno, al quale le due squadre si presentano imbattute da quando è iniziato il campionato. Proseguirà l'imbattibilità anche alla fine della giornata, in quanto l'esito finale un 3-3 che consegna un punto a testa alle due formazioni. Dopo una prima occasione per Mihaila respinta da Martinez, è il Genoa a passare in vantaggio con la conclusione di Frendrup al volo al minuto 16. Pochi minuti dopo Inglese pareggia i conti con la deviazione di testa di Inglese sul tiro di Mihaila. Poco prima dell'intervallo è lo stesso Mihaila a firmare il 2-1 con un destro dai 25 metri deviato da Dragusin. Pochi minuti dopo Hefti prosegue la tendenza al botta e riposta e affonda il colpo su una respinta di Chichizola, è 2-2.

Nella ripresa il Genoa passa avanti su rigore, l'arbitro assegna il penalty per un fallo di Bernabe su Gudmundsson che si stava involando verso la porta. Dagli undici metri Coda non sbaglia e spiazza Chichizola. Al Genoa viene annullato un gol di Ekuban per posizione di offside di Dragusin. Il Parma va alla ricerca del pari e lo trova un minuto prima del novantesimo sugli sviluppi di un corner, la palla arriva sul secondo palo e Estevez beffa Martinez con un tiro di piatto al volo. Nel recupero c'è spazio per l'espulsione di Gudmundsson per somma di ammonizioni. Finisce 3-3 al triplice fischio di Camplone.

28 agosto 2022
Pisa - Genoa 0 - 1

È uno dei big match della terza giornata di Serie B, che coinvolge due squadre ambiziose il cui grande obiettivo stagionale è la promozione in A. Peraltro, il Pisa non ha ancora mai vinto in questa stagione e ospita il Genoa con l'obiettivo di riscattarsi. Non ci riesce: passano i rossoblù grazie a una rete nel primo tempo di Caleb Ekuban. La partita si accende intorno al quarto d'ora, al 18' Coda prova la conclusione di potenza respinta con il corpo da Nicolas, subito dopo Hefti calcia sull'esterno della rete. Al 28' Dragusin viene impegnato dal tiro di Sibilli e devia in angolo, un minuto dopo è vantaggio Genoa: Coda scarica per Ekuban che a tu per tu con Nicolas lo sconfigge con un bel cucchiaio. La ripresa si apre con un pericoloso errore in rinvio di Martinez, salva tutto Bani. I locali si propongono in avanti, vogliono riaprire la partita e sfiorano il pari al 56' con il colpo di testa di Ionita ben indirizzato, ma Martinez blocca. Il pressing del Pisa è ostacolato da un avversario ben organizzato e disposto sapientemente in campo. Al minuto 85 Calabresi rimedia il secondo giallo per un intervento su Yalcin e viene espulso, ma il Pisa ci prova anche in inferiorità numerica e Martinez è chiamato a respingere un tiro potente di Tramoni. L'ultima scintilla è al 92' con la punizione a giro di Jagiello che Nicolas devia sulla traversa.

20 agosto 2022
Genoa - Benevento 0 - 0

Sfida interessante fra Genoa e Benevento, due delle candidate alla promozione. Per i rossoblù è ancora aperta la ferita della retrocessione e contano di consolidare fin da subito la propria autorità in Serie B per aspirare al ritorno immediato in massima serie. Il Genoa scende in campo con un 4-2-2-2, il Benevento risponde con un 5-3-2. Dopo quattro minuti i liguri si vedono annullare un gol: calcio d'angolo, Portanova crossa al centro ma il suo tiro si trasforma in rete, a vanificare il tutto c'è la posizione irregolare di Gudmundsson che era in traiettoria. Il Genoa mastica amaro anche al 23': prima gli viene assegnato un calcio di rigore per un fallo di Glik su Portanova, poi Serra torna sui suoi passi dopo aver revisionato le immagini al Var, accese le proteste dei rossoblù. Il Benevento non riesce a finalizzare una bella doppia occasione al 41': calcio d'angolo, Viviani calcia in porta, Martinez respinge e Forte sbaglia il tap-in sparando alto sopra la traversa. Nella ripresa La Gumina va vicinissimo al gol, si trova praticamente sottoporta quando gli arriva un cross dalla destra ma manca la deviazione vincente. Un minuto dopo ci prova Acampora, la conclusione del mediano termina di poco a lato. Al 64' entra Kevin Yeboah che subito si propone in avanti, impegnando Paleari con una conclusione velenosa e poi ancora con un colpo di testa che termina fuori di poco. Al minuto 75 Barba effettua un grandissimo salvataggio ancora su Yeboah che era andato al tiro a botta sicura. Nulla da fare, dopo ben sei minuti di recupero l'arbitro sancisce la fine del match.

14 agosto 2022
Venezia - Genoa 1 - 2

Il Genoa avvia questa nuova avventura in Serie B con l'obiettivo di riscattarsi dall'amara delusione dello scorso campionato in A, che ha condannato il Grifone a una dolorosa retrocessione. Buona la prima, come si suol dire, peraltro i primi tre punti della stagione arrivano contro un'altra squadra che fino allo scorso anno militava in Serie A, ovvero il Venezia. Una partita certamente intensa che il Genoa vince ma con fatica, con più di un brivido nel finale. Gli ospiti si mostrano più propositivi nella prima fase di gioco, al 15' Ekuban non riesce a sfruttare al meglio un cross teso di Portanova e spedisce il pallone alto sopra la traversa. Altra occasione per Ekuban poco dopo, questa volta ci pensa il portiere a opporsi respingendo con il piede. Il Venezia si fa vedere con un calcio di punizione battuto da Busio, ma Martinez respinge, poi lo stesso Busio non riesce a impattare un cross veloce e insidioso di Haps. Il Genoa trova la rete del vantaggio poco prima dell'intervallo: calcio di punizione battuto da Busio, la palla arriva a Portanova che supera il portiere con un dribbling e deposita la sfera in rete. Nel secondo tempo ancora Portanova spreca l'occasione per concretizzare la doppietta personale, sparando sul portiere da ottima posizione. Il Venezia pareggia al 68' su calcio di punizione, colpevole Martinez che non trattiene la palla, Johnson si trova lì e può insaccare in rete. Finale accesissimo, all'86' il Genoa ripassa avanti con un colpo di testa di Yeboah su suggerimento di Guðmundsson. Gli ospiti tremano nel finale, quando Crnigoj va al gol che viene poi annullato a seguito del contestatissimo check del Var da parte dell'arbitro.

21 maggio 2022
Genoa - Bologna 0 - 1

La sfida è tra due squadre che hanno poco da chiedere a quest'ultima giornata di campionato. Nonostante ciò, i tifosi del Genoa non mancano di riempire lo stadio e far sentire il proprio affetto alla squadra, già retrocessa in Serie B. A vincere, però, sono gli ospiti, che si presentano al Marassi sfoggiando nuovi talenti giovanissimi. A inizio gara il Genoa si riversa in avanti, Berardi viene impegnato al minuto 8 da una rovesciata di Portanova, poi si fa vedere anche Yeboah, la cui conclusione è murata da Bonifazi. Comincia a ingranare anche il Bologna, che sfiora il gol al 29', ma Semper in volo salva tutto sul colpo di testa di De Silvestri da ottima posizione. Nella ripresa, dopo una grandissima parata di Semper su Raimondo, arriva il gol del vantaggio ospite, grazie a un rimpallo che favorisce il tiro di Barrow. Il Genoa è sfortunato nel finale, Frendrup colpisce anche un palo e la palla non si decide a entrare. Termina così la stagione del Genoa, retrocesso in B dopo 15 edizioni di fila in massima serie.

15 maggio 2022
Napoli - Genoa 3 - 0

Gara fondamentale per il Genoa per tentare di ottenere la salvezza in extremis, i liguri però devono mettere in tasca punti contro uno dei migliori Napoli delle ultime stagioni. I partenopei tuttavia vorranno sicuramente siglare l'addio di Insigne con una vittoria, l'ultima occasione per il beniamino napoletano. Nonostante l'ottimo avvio dei grifoni che propongono e trovano diverse occasioni interesanti per tutto il primo tempo, la prima formazione a sbloccare il risultato è quella del Napoli. La squadra va in rete con il gol di testa di Osimhen sull'assisst di Di Lorenzo, i padroni di casa portano dalla propria parte la gara con un gol importantissimo. Nel secondo tempo la gara continua sugli stessi ritmi del primo ma gli azzurri riescono a finalizzare più spesso e meglio. Al minuto 65 Insigne trasforma il calcio di rigore assegnato dall'arbitro, tiro ad incrociare che non lascia scampo a Sirigu, il Maradona è in festa per la sua bandiera. A mettere la ciliegina sulla torta arriva anche il gol finale di Lobotka al minuto 81: grande accelerazione centrale seguita da una botta dalla distanza che impedisce a Sirigu di arrivarci. Si tratta del gol numero uno per lo slovacco. La gara termina così sul risultato di 3 a 0, vittoria schiacciante che non lascia spazio a molte interpretazioni. Il Genoa retrocede matematicamente in Serie B dopo tanti anni spesi in Serie A, sicuramente un giorno nero per il calcio italiano.

6 maggio 2022
Genoa - Juventus 2 - 1

Gran giornata per il Genoa, che in occasione della 36esima giornata di Serie A ospita e sconfigge la Juventus di Allegri. Un risultato inaspettato, utilissimo per la classifica dei rossoblù ma anche per il morale. Dall'altra parte la Juve ha peccato di rilassatezza, forse confortata dalla qualificazione matematica in Champions che era l'obiettivo stagionale. La prima occasione è della squadra ospite, Dybala mette una buona palla al centro ma Kean manca l'incornata vincente, è una delle poche scintille di un primo tempo piuttosto rallentato. I gol arrivano nella seconda frazione, la sblocca Dybala con un gran destro su assist di Kean; è proprio l'argentino ad avvicinare il raddoppio poco dopo rimediando un palo. Vlahovic dà il cambio a un Morata non pienamente in forma e si divora il gol del 2-0, respinto da Sirigu. L'arbitro assegna un rigore alla Juventus per un fallo di Guðmundsson su Aké, ma dopo aver rivisto le immagini al Var cambia idea ritenendo che il difensore fosse intervenuto sulla palla. Ma il Genoa è in partita e riesce a riacciuffare l'avversario con il gol di Guðmundsson su assist di Amiri, un minuto dopo è proprio il tedesco a mancare la rete del sorpasso sbagliando il tiro a tu per tu con Szczesny. In pieno recupero, però, arriva l'episodio che decide la partita: calcio di rigore per il Genoa a causa di un fallo di De Sciglio su Yeboah, Criscito non sbaglia e regala la vittoria alla sua squadra.

30 aprile 2022
Sampdoria - Genoa 1 - 0

Tante emozioni in questo derby della Lanterna, il cui tradizionale fascino è accentuato dal fatto che Sampdoria e Genoa albergano nella zona inferiore della classifica e questa sfida, valida per la 35esima giornata di Serie A, ha tutta l'aria di essere uno scontro diretto. Tutto viene deciso da un solo gol, l'autore è Sabiri che nel primo tempo si inventa una bella conclusione in spaccata su suggerimento di Augello, non può nulla Sirigu. Duro colpo per i rossoblù, che provano a essere incisivi con il pressing alto, ma mancano di precisione in fase finalizzativa. Per i rossoblù si fa avanti soprattutto Ekuban, che tenta di impensierire il portiere avversario con un colpo di testa su cross di Sturaro e con una conclusione poco dopo, sporcata anche grazie alla chiusura di Audero. Nella ripresa la partita appare abbastanza addormentata, la Samp fatica a trovare la strada per chiuderla ma al tempo stesso gioca con attenzione, avendo cura di non lasciare varchi all'attacco avversario che, infatti, concretizza ben poco. Ma come spesso accade in questo genere di partite, tutto rischia di ribaltarsi nel finale. Ferrari commette un fallo di mano in area di rigore e l'arbitro assegna il penalty alla squadra rossoblù. È un momento decisivo, ammutolisce lo stadio in attesa del verdetto. Criscito sbaglia e viene sconfitto dai riflessi di Audero: rigore parato, la vittoria della Sampdoria va in cassaforte e si chiude così un derby da ricordare. Il Genoa resta ancorato al suo penultimo posto con 25 punti, la lotta per non retrocedere è sempre più difficile.

24 aprile 2022
Genoa - Cagliari 1 - 0

Per la 34a giornata di Serie A scendono in campo Genoa e Cagliari allo Stadio Luigi Ferraris per porre fine ad una lunga lotta che le vede direttamente coinvolte per ottenere la salvezza a fine stagione. Sia da una parte che dall'altra il primo tempo è approcciato in modo molto prudente, le due formazioni si studiano e creano quasi zero occasioni. L'unica chance interessante è per il Genoa che mette in crisi la retroguardia avversaria con l'ottimo tiro al volo di Amiri, il giocatore afgano sfrutta la respinta fuori area per tentare la conclusione. Nessuno però riesce a trovare la rete definitiva per sbloccare il risultato. Il primo tempo si chiude così sullo 0 a 0.

Nella seconda frazione di gioco, la partita si fa decisamente più interessante con il tiro di Joao Pedro dopo soli tre minuti di gioco, l'italo-brasiliano colpisce il palo recuperando la palla che Marin gli serve. Molto sfortunati i sardi. Come se non bastasse, proprio quando la partita sembrava ormai essersi conclusa, arriva il gol decisivo da parte dei grifoni con Badelj. Il centrocampista sfrutta la maschia in area di rigore avversaria per prendere di sorpresa il portiere e calciare al volo, Cragno non può nulla, il gol dell'1 a 0 arriva proprio quando tutto sembrava ormai destinato a concludersi. Il Cagliari nei minuti di recupero si lancia in avanti alla ricerca del disperato pareggio, ma non c'è nulla da fare. La partita si conclude sullo score di 1 a 0 e porta i tre punti al Genoa. Ora i rossoblu sono a 25 punti a parimerito con la Salernitana, la salvezza dista sole tre misure, staremo a vedere chi la spunterà nelle rimanenti quattro giornate di campionato.

15 aprile 2022
Milan - Genoa 2 - 0

Altro ko del Genoa, che si ferma anche in questo turno e rimane impantanato al suo diciannovesimo posto in classifica, con 22 punti. Proprio come la settimana precedente, i rossoblù si sono trovati ad affrontare una grande squadra contro la quale era davvero complicato ottenere qualcosa. Il Milan di Pioli è lanciato verso la corsa scudetto, e in questa occasione non poteva sbagliare. I rossoneri colpiscono dopo soli 11 minuti di gioco, apre le marcature Leao che raccoglie un gran cross di Kaluli e coglie di sorpresa il portiere. Forte del vantaggio, il Milan gestisce il gioco e cerca di addormentare la partita. Una palla ghiotta per il raddoppio arriva poco prima dell'intervallo, Saelemaekers viene servito in area di rigore da Kessié, ma non riesce a impattare correttamente il pallone e manca il gol. Il Genoa va vicino al pareggio con Galdames, che sfugge a Gabbia ma poi non riesce a inquadrare la porta. Diverse le occasioni da gol anche nella seconda frazione, Giroud spedisce il pallone sul fondo con una sforbiciata imprecisa da centro area, Leao cerca la doppietta ma Sirigu respinge la sua conclusione in tuffo. Poco prima della fine della partita, è raddoppio Milan: Theo Hernandez scende dalla sinistra, la palla arriva a Rebic che con un cross basso scarica su Messias, il brasiliano trova l'opposizione di Sirigu al suo primo tiro ma poi ribadisce in rete con il tap-in. Si mette in mostra anche Maignan nel finale, con una parata provvidenziale sul colpo di testa di Hernani. Finisce 2-0, è la terza sconfitta consecutiva per i rossoblù, che rimangono terzultimi con 22 lunghezze.

10 aprile 2022
Genoa - Lazio 1 - 4

Dopo cinque partite da imbattuto in casa, il Genoa cade tra le mura amiche. A fare il danno è la Lazio in occasione della 32esima giornata di Serie A. I biancocelesti hanno calato il poker, l'unica rete degli avversari proviene da un autogol. C'è da dire che l'inizio della partita è stato sorprendente, perchè la formazione di casa ha giocato senza paura e si è anche affacciata in avanti in più di una circostanza. Strakosha è costretto a intervenire per opporsi a due conclusioni pericolose di Ostigard e Arimi. Ma la Lazio entra gradualmente in partita e alla fine, al minuto 31, il primo gol è suo. L'autore è Marusic, che aggira Portanova, arriva in area e gonfia la rete di Sirigu. Un attimo prima dell'intervallo, Immobile arrotonda il vantaggio con una torsione vincente su suggerimento di Lazzari. I biancocelesti entrano in campo nel secondo tempo incoraggiati dal doppio vantaggio, possono dunque giocare serenamente e attendere l'avversario. Dal canto suo, il Genoa riesce a costruire ben poco. Le palle gol sono tutte della Lazio ed è inevitabile che arrivino gli altri gol. Ci pensa sempre Immobile: al 63' la sua conclusione viene respinta, ma si avventa sulla ribattuta e di testa spinge la sfera in rete per il gol dello 0-3; poi approfitta di un errore difensivo di Maksimovic per firmare la tripletta. Nel mezzo, troviamo il gol del Genoa a causa di un'autorete di Patric, che devia involontariamente un pallone nella propria porta. Finisce così la giornata negativa del Genoa, che rimane ancorato ai suoi 22 punti e teme per la salvezza.

4 aprile 2022
Verona - Genoa 1 - 0

Il 4 aprile 2022 scendono in campo per la 31esima giornata di Serie A Genoa e Verona, due formazioni tanto distanti quanto motivate in questo finale di campionato. Il Verona in caso di vittoria potrebbe tentare l'assalto alla zona Conference League, obiettivo ghiotto per i mastini. Il Genoa invece va alla ricerca di misure per la salvezza, i grifoni sono a 22 punti, la vittoria gli consentirebbe di arrivare a pari puti con il Cagliari in zona salvezza. Il Verona distrugge però subito le aspettative dei rossoblu con la rete di Simeone dopo 5 minuti di partita: Bessa tocca nello spazio per il cholito che spinge la palla in rete nonostante l'intervento di Vasquez. Il Genoa tenta di riacciuffare subito il pareggio con Portanova che calcia di destro, bravo Montipò a metterci una pezza.

Nel secondo tempo i mastini continuano a spingersi in fase offensiva e sfiorano il raddoppio quasi subito, minuto 49: Caprari si accentra e crossa per il cholito che colpisce ma manda la sfera sul fondo. Dall'altra parte la risposta del grifone arriva con Amiri che innesta l'azione e serve Yeboah: il cross raggiunge l'area e mette Piccoli davanti alla porta, tenta la girata ma Lazovic salva a pochi centimetri dal gol. La partita termina così sullo stesso score del primo tempo, lo score di 1 a 0 consente al Verona di raggiungere quota 45, resta invece fermo il Genoa che dovrà lottare fino all'ultimo per poter tornare in zona salvezza.

18 marzo 2022
Genoa - Torino 1 - 0

La 30esima giornata di Serie A vede affrontarsi due squadre in una posizione abbastanza diversa. Da un lato c'è il Torino, che alberga a metà classifica e di fatto non è turbato da preoccupazioni particolari. Dall'altro c'è il Genoa, in piena lotta per mantenere la categoria. La società rossoblù sapeva che questo era un appuntamento importante per recuperare terreno, e la squadra non ha fallito: il Genoa vince in casa contro il Toro e si porta così a quota 22 punti a pari merito con il Venezia. L'undici rossoblù offre davvero una buona prova, indirizzando il corso della partita fin dalle prime battute. Questo atteggiamento viene premiato e arriva il gol grazie a Portanova, che approfitta di un'uscita maldestra di Berisha per insaccare la rete dell'1-0. Poco dopo, però, i padroni di casa restano in 10 a causa dell'espulsione di Østigård per doppia ammonizione. La formazione deve completamente ridimensionarsi e adesso il Toro acquisisce coraggio. Tuttavia, durante tutto il secondo tempo il Genoa riesce a contenere l'avversario nonostante l'uomo in meno, giocando una gara di qualità. Il Torino spinge, ma non fa male: il risultato finale è quello stabilito nel primo tempo, grande impresa del Genoa per cui questa vittoria è una boccata d'aria.

13 marzo 2022
Atalanta - Genoa 0 - 0

Sfida fondamentale quella tra Atalanta e Genoa in questa 29a giornata di Serie A. Le due squadre hanno forte bisogno di punti se vogliono raggiungere il loro obiettivo stagionale. Il Genoa deve guadagnare misure per poter uscire dalla zona retrocessione, l'Atalanta deve invece ripartire se vuole riconquistare un posto in zona Champions League all'inseguimento dell Juventus. Coma da previsioni, la gara la fa principalmente l'Atalanta che si spinge in fase offensiva in più di un'occasione nel corso del primo tempo. L'azione più clamorosa del primo tempo è di Muriel, il colombiano raccoglie l'assist di Pasalic e trova lo spazio per un tiro a giro, la palla finisce sul palo e salva il Genoa. I rossoblu non riescono invece a trovare occasioni importanti.

Nel secondo tempo la partita si fa più equilibrata con buone occasioni da entrambe le parti, la prima arriva da Pessina che colpisce il secondo gol della gara. A risollevare il morale del centrocampista della nazionale italiana c'è l'outside fischiato dall'arbitro: anche in caso di gol l'azione sarebbe stata annullata. I grifoni riescono a rispondere con le azioni di Destro, che trova il tiro dal limite dell'area, e con Frendrup, che si ritrova a tu per tu contro il portiere, bravo Sportiello in entrambe le occasioni a salvare il risultato. La gara termina così 0 a 0, un pareggio che consegna un punto ciascuno. La Dea raggiunge così i 48 punti e rimane così in quinta posizione, il Genoa invece raggiunge a 19 punti in penultima posizione.

6 marzo 2022
Genoa - Empoli 0 - 0

Finisce a reti in bianco la gara tra Genoa ed Empoli valida per la 28esima giornata di Serie A. Il Genoa aveva disperatamente bisogno di un successo per rilanciarsi nella corsa alla salvezza, ma così non è avvenuto e deve accontentarsi di un punto che serve a poco. Al Ferraris il Grifone ottiene il sesto pareggio consecutivo, che lo condanna a rimanere ancorato al penultimo posto a quota 18 punti. Qualche soddisfazione in più, invece, per l'Empoli, che muove leggermente la propria classifica dopo due battute d'arresto. La partita è stata comunque povera di emozioni da ambo le parti. La prima occasione dell'incontro è degli uomini di Andreazzoli, vicini al gol con Bajrami che spara alto di poco un calcio di punizione dal limite. Dall'altra parte è clamorosa l'occasione di Ostigard al 19', a salvare la sua conclusione c'è Asllani che si trova proprio sulla linea di porta. Si mostra propositivo anche Maksimovic, che ci prova di testa sugli sviluppi di un corner, ma la palla termina alta. Nel secondo tempo il Genoa cambia atteggiamento e si mostra determinato a sbloccare il risultato. Incredibile opportunità per Portanova, che scarica in porta un destro perfetto: Vicario si oppone e devia sulla traversa, negando la gioia del gol ai tifosi rossoblù. Ci prova anche Destro su calcio piazzato al 71', il pallone finisce alto sopra la traversa. Il finale è estremamente adrenalinico e si svolge all'insegna dell'assalto rossoblù, ma non c'è nulla da fare ed entrambe le porte restano inviolate.

25 febbraio 2022
Genoa - Inter 0 - 0

Il Genoa guadagna un punto al termine di questa 27esima giornata di Serie A. Di certo non è un risultato molto utile in chiave in classifica, ma la squadra può dirsi soddisfatta considerando l'avversario. L'Inter, infatti, è un club con il quale la sconfitta poteva sembrare inevitabile, invece le cose sono andate diversamente. La partita è stata comunque divertente e ricca di episodi. I nerazzurri partono con il piede giusto e si dimostrano aggressivi e determinati, Sirigu deve intervenire già nei primissimi minuti per salvare in tuffo una conclusione pericolosa di Perisic, poi Calhanoglu da buona posizione manca la porta. I rossoblù rispondono con Gudmundsson, che si propone in avanti ma poi non imprime la giusta traiettoria al pallone. Un altro grande intervento di Sirigu salva il risultato al 14', il portiere vola e spedisce in angolo una palla insidiosa di Dzeko. Nel secondo tempo il copione non cambia, l'Inter cerca spazi ed è soprattutto Dzeko a guidare le azioni dei suoi, ma sottoporta pecca di imprecisione. Le occasioni più significative sono la traversa dell'Inter sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Calhanoglu e il mancino potente di Calafiori che si spegne sulla rete esterna, ma la gara sembra stregata e la partita si conclude a reti inviolate. Una buona prova di dignità del Genoa, che però rimane ancorato nella zona retrocessione con 17 punti in tasca.

20 febbraio 2022
Venezia - Genoa 1 - 1

Partita fondamentale per le sorti del Genoa in campionato. I grifoni sono in zona rossa a 15 punti e hanno bisogno di racimolare punti per uscire dalla zona retrocessione. Per loro è particolarmente importante farlo oggi poiché davanti hanno una squadra diretta concorrente per la zona salvezza, il Venezia. I veneti sono di poco sopra alla terzultima posizione, anche per loro la stagione è tutta da decidere. La gara dimostra di essere equilibrata e anche divertente, il gol arriva subito con la rete di Henry per gli arancioneroverdi: al minuto 13 Aramu gli serve un'ottima palla su calcio d'angolo, lui devia di testa in porta e pone lo score sull'1 a 0. Bene anche il Genoa che riesce ad agganciare subito il pareggio con Ekuban, il giocatore segna la rete dell'1 a 1 sfruttando l'ottimo destro in verticale di Destro, il giocatore fulmina Romero sul proprio palo e ristabilisce l'equilibrio. Nel secondo tempo entrambe le formazioni cercano il pareggio, si rendono pericolosi con Yeboah, Aramu, Johnsen e Badelj. Nessuno riesce però ad accaparrarsi la vittoria. La partita termina quindi sul risultato di pareggio per 1 a 1, un punto ciascuno che non cambia il destino delle due squadre. Il Genoa ora è panultima in classifica con 16 punti, il Venezia è invece a 22 punti.

13 febbraio 2022
Genoa - Salernitana 1 - 1

Il Genoa ha la possibilità di staccarsi dalla seconda posizione prendendo le distanze dalla Salernitana ultima in classifica. A scendere in campo contro di loro ci sono infatti proprio i granata, squadra ferma a 11 punti, i rossoblu sono invece a 14. Partono meglio i liguri che già al minuto 11 hanno l'impressione del vantaggio con il gol annullato a Destro: errore difensivo di Fazio che consegna la palla alla squadra avversario, Destro mette la palla in rete ma Portanova è in fuorigioco, niente da fare, il risultato non cambia. I padroni di casa riescono però a sbloccare la partita nei minuti finali del primo tempo con il gol di Destro che raccoglie la palla servita da Ekuban e spinge la palla in rete a pochi metri dalla porta. Grande grinta dimostrata dalla Salernitana che riacciuffa subito il risultato nei minuti di recupero del primo tempo con Bonazzoli: Djuric fa da sponda e permette al giocatore di calciare violentemente in porta, Sirigu non ci può arrivare. Il secondo tempo ricomincia quindi dal risultato di 1 a 1, gli ospiti non si rendono pericolosi, i padroni di casa sono invece nettamente più propositivi e sfiorano il vantaggio con Badelj e Destro in più di un'occasione. Tuttavia, nessuno trova il gol, la partita termina quindi in parità, un risultato che consegna un punto ciascuno ma che non cambia la posizione dei due schieramenti.

5 febbraio 2022
Roma - Genoa 0 - 0

Il Genoa strappa uno 0 - 0 alla Roma ed è senza dubbio un risultato che fa bene al morale: non era certo semplice contro la squadra di Mourinho, ma i rossoblù non si sono lasciati intimidire, hanno giocato di fisico e, pur subendo molto nel finale di gara, sono riusciti a portare a casa un punto prezioso. Nella prima frazione di gioco la gara si mostra più equilibrata di quanto ci si potesse aspettare, con il Genoa che mette in difficoltà la Roma chiudendosi e provando ad affondare sulle verticalizzazioni. Ekuban ci prova in un paio di occasioni sulle quali si fa trovare pronto Rui Patricio, poi Mkhitaryan mette i brividi con un destro che viene murato da Vasquez. Nella ripresa il Genoa continua a difendere con ordine e precisione, la Roma cerca il gol con Smalling, Zaniolo e Afena-Gyan, ma le conclusioni sono tutte imprecise. La partita sembra volgere a favore dei giallorossi dopo l'espulsione di Ostigard per un fallo su Afena-Gyan, gli ultimi minuti di gioco sono largamente dominati dai padroni di casa, ma il gol non arriva. E quando arriva viene annullato: allo scadere Zaniolo fa esultare i suoi con il mancino vincente dal limite, ma Abisso annulla tutto dopo un check al Var che mostra un tocco di Abraham su Vasquez. Molto accese le proteste da parte dei giocatori giallorossi, lo stesso Zaniolo viene espulso e la gara termina tra le polemiche.

22 gennaio 2022
Genoa - Udinese 0 - 0

C'è un'aria nuova in casa Genoa: inizia l'avventura di Blessin, che dovrà dare il tutto per tutto per scongiurare la retrocessione dei suoi. Si può dire che il primo segnale è decisamente positivo: dopo i pochissimi punti accumulati nelle ultime gare, i rossoblù strappano un pareggio all'Udinese che dà speranza e fiducia. Nei primi minuti è già ben visibile un atteggiamento diverso da parte del Genoa, che parte al meglio e al terzo minuto ha già una doppia occasione: corner, sponda al centro, Ekuban ci prova con il mancino ma Silvestri respinge, sulla ribattuta si avventa Yeboah ma anche stavolta il portiere si oppone. Lo stesso Yeboah spreca una grande opportunità al 16', ricevendo da Sturaro ma fallendo il controllo, il pallone viene concesso ai guantoni di Silvestri. Il Genoa è molto più pericoloso, ma il primo tempo finisce sullo 0-0. Nella ripresa si alza il ritmo e cresce anche il nervosismo, ma si fatica a concretizzare. Al 55' Portanova sfiora il gol spedendo la palla di un soffio a lato, nulla da fare per i rossoblù. L'assalto dei padroni di casa viene rallentato dall'espulsione di Cambiaso al 79', che dopo un fallo ha protestato troppo e ha rimediato il doppio giallo. L'Udinese prova ad approfittarne, ma il Genoa non demorde e al triplice fischio finisce 0-0 a Marassi.

17 gennaio 2022
Fiorentina - Genoa 6 - 0

Per il Genoa è la quarta sconfitta nelle ultime sei partite, e questa volta il passivo è davvero pesante: l'esito del match disputato al Franchi contro la Fiorentina è un sonoro 6-0. Si può dire che gli ospiti non ci abbiano neanche provato, perchè nel corso della gara non si è assistito a veri e propri tentativi di rimonta, l'impressione è che la squadra sia allo sbando. La Fiorentina ha l'occasione di passare in vantaggio già dopo dieci minuti, dopo che l'arbitro rivede al Var un fallo in area su Saponara e assegna il calcio di rigore, ma Vlahovic si fa ipnotizzare da Sirigu e il portiere difende la porta e il risultato. Ma il vantaggio viola è solo rimandato, perchè pochi minuti dopo Odriozola firma l'1-0 ribadendo in rete dopo che Sirigu aveva già respinto il tiro di Vlahovic. Ci provano Vlahovic che cerca il riscatto dopo il rigore sbagliato e Maleh in una rovesciata che sarebbe stata un eurogol, ma alla fine è Bonaventura ad arrotondare il vantaggio con un colpo di testa su suggerimento di Torreira. Al 42' una pennellata di Biraghi su calcio di punizione suggella il dominio della Fiorentina.

Nella ripresa il Genoa non reagisce come dovrebbe e continua a subire, la squadra di Italiano ne approfitta e Vlahovic trova finalmente il gol superando Sirigu con un pallonetto. Al 69' è doppietta personale per Biraghi, che replica il calcio di punizione del primo tempo e anche stavolta non lascia scampo a Sirigu. Al 77' è il turno di Torreira, che sigilla la gara ricevendo da Ikone e sfondando la porta di testa. Grande successo per il club di Italiano, che sale a quota 35 punti e si riscatta dopo il poker subito in casa del Torino, delusione per il Genoa che annaspa sempre di più nei bassi fondi della classifica.

9 gennaio 2022
Genoa - Spezia 0 - 1

Il match fra Genoa e Spezia al Marassi ha tutta l'aria di essere uno scontro salvezza e sono gli ospiti a trionfare, con un comodo 1-0 che consente a Thiago Motta di allontanarsi dalla zona retrocessione. Sempre peggio per il Genoa, che allunga la striscia di partite senza vittoria, resta inchiodato al penultimo posto e fa i conti con una crisi profonda. Il gol dello Spezia arriva prima dello scoccare del quarto d'ora, con Verde che dalla sinistra scarica al centro per l'inserimento di Bastoni in corsa, che con un tiro preciso insacca la rete dell'1-0. Si sfiora il 2-0 al 24', con Maggiore a tu per tu con Sirigu che respinge, arriva Verde che conclude di sinistro e il portiere rossoblù si oppone ancora, aiutato da Fares sulla linea di porta. Nel secondo tempo Shevchenko prova a cambiare qualcosa, con 3 sostituzioni e il passaggio a 3 davanti con l'ingresso di Pandev. Al 57' Destro ha una grande occasione davanti alla porta, ma la sua conclusione è troppo debole e centrale. Ancora più clamorosa è la palla gol dello Spezia al 67': buon contropiede, Maggiore tocca per Verde che con una finta si libera ed esplode il sinistro, ma la palla finisce altissima. Le speranze del Genoa sfumano al 90', quando Destro in area spara alto una palla ricevuta da Pandev. Può respirare la squadra di Thiago Motta, mentre in casa Genoa si vede nero e si vocifera riguardo un possibile esonero di Shevchenko.

6 gennaio 2022
Sassuolo - Genoa 1 - 1

La prima partita del 2022 assegna un punto a testa a Sassuolo e Genoa, che si incontrano al Mapei in occasione della 20esima giornata di Serie A 2021/22. Le formazioni appaiono rivoluzionate da una serie di infortuni e, soprattutto, dalle numerose e sempre più preoccupanti positività al Covid 19: il Sassuolo non ha a disposizione Scamacca e Frattesi, il Genoa lamenta simili difficoltà ma presenta il nuovo acquisto Hefti. La prima rete arriva al minuto 7 anche per merito di qualche leggerezza nello schieramento difensivo neroverde, Destro riceve una palla difficile ma insacca in rete con un gran colpo di tacco. Ottimo avvio per Shevchenko, tuttavia da qui in poi gli equilibri non si smuovono e nessuna delle due squadre riesce a concretizzare nulla. All'inizio del secondo tempo l'atteggiamento passivo del Genoa viene punito dalla squadra di casa che riapre la partita. Il primo avvertimento è di Defrel, che calcia prima su Sirigu e sulla ribattuta sull'esterno della rete, mentre al 55' Berardi firma il gol del pareggio su assist di Raspadori. I neroverdi sprecano qualche occasione per il sorpasso e alla fine devono accontentarsi dell'1-1. Shevchenko manca ancora la vittoria ma le maggiori recriminazioni sono per Dionisi, che in più di una circostanza ha visto i suoi avvicinarsi al raddoppio.

21 dicembre 2021
Genoa - Atalanta 0 - 0

Buone notizie per Shevchenko, che conquista il secondo punto della sua gestione contro un avversario di tutto rispetto. Genoa-Atalanta finisce 0-0, nessuna delle due squadre è riuscita a imporsi: la Dea ha avuto senz'altro un maggior numero di opportunità per andare in vantaggio, ma il muro difensivo rossoblù ha fatto il suo dovere e ha negato i tre punti ai nerazzurri. Poche le emozioni al Marassi in questo turno infrasettimanale di Serie A, il primo tempo scorre in maniera lenta e frammentata. Sono i nerazzurri a prendere possesso della metà campo avversaria, Zapata ci prova al 4' ma trova la risposta di Sirigu che manda in angolo, si muove anche Zappacosta al quale si oppone Sturaro in scivolata. Al 44' Zapata deve abbandonare il campo per infortunio, dentro Muriel. Nella ripresa i nerazzurri proseguono la caccia al gol, ma il Genoa regge l'urto e gioca di fisico per mettere alla prova le energie degli avversari. Lentamente l'Atalanta perde lucidità, a sei minuti dalla fine Gasperini prova l'inserimento di Piccoli che impegna Sirigu con un colpo di testa, ma la fortuna non gira per nessuna delle due formazioni. Al triplice fischio dell'arbitro il risultato è uno 0-0 che consegna un punto a testa ai due club, il più soddisfatto è senza dubbio il Genoa che scavalca il Cagliari e accorcia le distanze con lo Spezia.

17 dicembre 2021
Lazio - Genoa 3 - 1

Un'altra brutta giornata per il Genoa di Sheva, che dopo la vittoria in Coppa Italia non riesce a replicare la prestazione in campionato e viene sconfitto all'Olimpico dalla Lazio. Anche questo venerdì di anticipi di Serie A, quindi, lascia senza punti i rossoblù, che continuano ad annaspare nella zona rossa della classifica. Il Genoa arriva a Roma avendo recuperato finalmente Destro, che si appresta a dirigere l'attacco insieme a Pandev; Sarri deve invece rinunciare a Immobile. All'8' Pedro mette i brividi con un tiro a giro, salva con la mano Sirigu che spedisce la sfera in corner. La Lazio si muove di più, il Genoa tende ad aspettare e spera di creare qualche buona occasione attraverso le ripartenze, sfruttando gli scatti in avanti di Pandev e Destro. La gara si sblocca al minuto 36, Felipe Anderson effettua un ottimo recupero su Vasquez, vola sulla sinistra e appoggia al centro per Pedro che può segnare indisturbato il gol dell'1-0. Nella ripresa il ritmo della partita si intensifica, con diversi cambi da entrambe le parti ad accelerare il gioco. Ma i biancocelesti si spingono in avanti con maggiore aggressività e al 75' trovano il gol del raddoppio: calcio d'angolo Lazio, batte Luis Alberto che mette la palla sul primo palo per il colpo di testa vincente di Acerbi. A dieci minuti dalla fine Sarri cala il tris, la trovata è di Zaccagni in progressione su un lancio al volo di Luis Alberto. Troppo timida la reazione del Genoa, che pure accorcia le distanze nel finale in seguito a una ripartenza orchestrata da Melegoni e Cambiaso, ma non è sufficiente: finisce 3-1, è vittoria Lazio che conquista tre punti fondamentali per l'Europa, delusione per Sheva che trova la quinta sconfitta nelle sei gare della sua gestione.

10 dicembre 2021
Genoa - Sampdoria 1 - 3

Scivola sempre più in basso la squadra di Shevchenko, che perde anche il derby della Lanterna e viene sopraffatto da una Samp travolgente, che ha largamente dominato la partita. La reazione rossoblù si è fatta sentire sul finale di gara, ma era ormai troppo tardi per cambiare le sorti del match e il Genoa deve rassegnarsi alla terza sconfitta consecutiva. Il primo colpo arriva al settimo minuto, a bucare la porta è Gabbiadini che si rivelerà l'uomo match: l'attaccante riceve un ottimo cross di Candreva e può battere Sirigu, siglando l'1-0. La Samp mantiene il possesso palla e cerca di allargare il gioco, contrastando i rossoblù che vanno in sofferenza e faticano a uscire dalla propria area di rigore, ma comunque limitano i danni: il primo tempo si conclude sull'1-0, Shevchenko può ancora inventarsi qualcosa. Ma al 49esimo un rapido contropiede coglie di sorpresa il reparto difensivo rossoblù, Gabbiadini dirige l'azione e serve Candreva in area, il cui tiro viene respinto da Sirigu, tuttavia la palla arriva Caputo che schiaccia in rete: 2-0 Samp. I blucerchiati amministrano il gioco e non vengono impensieriti in maniera significativa dagli avversari. Al 67esimo arriva il gol del 3-0 che sembra mettere il sigillo alla gara: il protagonista è ancora Gabbiadini, la cui rete viene convalidata dopo una lunga valutazione al Var. Al 78esimo viene però violata anche la porta blucerchiata, l'autore del gol è Destro che impatta di testa su cross di Cambiaso. Il Genoa cerca di recuperare fiducia e negli ultimi minuti tenta l'assalto, trovando anche due pali in sequenza, ma al triplice fischio deve rassegnarsi a una sconfitta che la lascia impantanata nei bassi fondi della Serie A.

5 dicembre 2021
Juventus - Genoa 2 - 0

Ennesima giornata storta per i grifoni che non riescono ad uscire dal lungo periodo fatto di pareggi e, soprattutto, sconfitte. La classifica li vede ora in terzultima posizione con un totale di 10 punti, rischio retrocessione incombente per i liguri. La gara si apre nel peggiore dei modi per loro, gol di Cuadrado al minuto 9: su calcio d'angolo, il colombiano riesce a coordinarsi indirizzando il pallone sul palo interno, Sirigu non può nulla, 1 a 0 per i bianconeri. La partita la fa la Juventus con delle buone occasioni create al minuto 15 e al minuto 26 con Morata e Locatelli, nessuno dei due riesce però a trovare il raddoppio. Nel finale della prima frazione di gioco si fa vedere anche De Ligt che tenta il colpo di testa a pochi passi dalla porta, buona però la risposta di Sirigu che si esibisce in una parata clamorosa a negare la gioia dell'olandese.

L'assalto juventino continua anche nel secondo tempo, entra in gioco anche Dybala. L'argentino, dopo una lunga serie di occasioni create, riesce al minuto 82 a trovare il 2 a 0: ottimo inserimento di Bernardeschi, Dybala sguiscia in area e scarica un sinistro sul palo lontano dove il portiere del Genoa non può arrivare. La partita termina quindi sul risultato di 2 a 0, continua la sofferenza dei rossoblu, mette invece la testa avanti la Juventus che raggiunge la quinta posizione in campionato.

1 dicembre 2021
Genoa - Milan 0 - 3

I padroni di casa crollano al Luigi Ferraris, dove si è disputato l'incontro fra Genoa e Milan valido per la 15esima giornata di Serie A. I rossoblù subiscono una sconfitta meritata dopo una partita in cui si sono rese visibili tutte le carenze della squadra, anche se c'è da dire che non è certo facile affrontare un avversario del calibro del Milan. I rossoneri venivano da due sconfitte consecutive e bramavano un riscatto, lo spirito era lo stesso per la squadra di Ševčenko, che nelle ultime gare non era stata convincente. Tuttavia, il Milan è riuscito a imporsi e a contrastare un avversario pressoché inerme. Eppure la gara parte con il piede sbagliato per Pioli: dopo meno di un minuto dal fischio di inizio Kjaer è costretto ad abbandonare il campo per infortunio e costringe la squadra a ridimensionarsi. Ma già al decimo minuto Zlatan Ibrahimović batte una punizione non troppo potente ma efficace, sufficiente per sorprendere Sirigu: è 1-0 Milan. La sorpresa della serata è però Junior Walter Messias, che segna la sua prima doppietta con il Milan all'esordio da titolare. Il suo primo gol arriva pochi minuti prima dell'intervallo, con un colpo di testa che inserisce la palla alle spalle del portiere rossoblù. Nella ripresa il brasiliano si fa nuovamente notare al minuto 61': riceve palla da Brahim Diaz, si coordina e la piazza nell'angolo basso. La gara termina senza che il Genoa costruisca occasioni degne di nota, al Ferraris vince il Milan che mette in tasca tre punti preziosi per turbare il Napoli capolista, bloccato da un pareggio con il Sassuolo.

28 novembre 2021
Udinese - Genoa 0 - 0

Finisce 0-0 l'incontro fra Udinese e Genoa valido per la 14esima giornata di campionato di Serie A. Un punto a testa e zero gol, un risultato che scontenta soprattutto i tifosi bianconeri: proprio in questo periodo si festeggiano i 125 anni del club, e alla Dacia Arena si è passati rapidamente dagli applausi ai fischi per un pareggio che delude le aspettative. Poche emozioni in entrambe le frazioni di gioco, al minuto 13 l'Udinese perde Pereyra per infortunio e fatica a ingranare. Le due squadre avanzano lentamente, pensando più a difendersi che ad attaccare. L'unico episodio degno di nota avviene al minuto 43: lancio lungo per Ekuban, che va in avanti verso Silvestri, ma sbaglia e manda la palla di lato. Nel secondo tempo Gotti tenta un cambio di gioco, passando dal 3-4-2-1 al 4-2-3-1, ma il ritmo del match non sembra subire particolari variazioni. Una buona occasione per i bianconeri arriva all'80', quando Pussetto serve Beto nello stretto che cerca la conclusione, deviata da Cambiaso: la palla finisce sul palo e non c'è nulla da fare per la squadra di casa, che al 93' trova anche la porta ma si vede annullare il gol per un netto fuorigioco. Al fischio finale il tabellone dice 0-0, i friuliani si portano a 15 punti e il Genoa arriva a quota 10, confermando il terzultimo posto in classifica.

21 novembre 2021
Genoa - Roma 0 - 2

Il Genoa cade al Luigi Ferraris, dopo essere stato beffato dalla doppietta del diciottenne giallorosso Felix Afena-Gyan. Nulla hanno potuto i rossoblù contro una Roma travolgente, che attendeva la ripresa del campionato per rimediare ai risultati poco convincenti degli ultimi incontri. I padroni di casa scendono in campo con un 3-5-2 e dal fischio d'inizio trovano non poche difficoltà nella gestione della gara: è dura resistere al martellante pressing avversario, ancora di più lo è tentare il contropiede. La squadra di Mourinho domina dai primi minuti, merito della compattezza visibile soprattutto a centrocampo, guidato dalla grinta di Mkhitaryan che gioca una gara impeccabile. Shevchenko rischia di subire gol già durante i primi minuti, ma Irrati annulla una rete a Mkhitaryan in seguito a un tocco di mano di Abraham. È pur vero che, sebbene sia la Roma a dominare la partita, i gol faticano ad arrivare: siamo al 70esimo quando il risultato è ancora fermo sullo 0-0 e Mourinho decide di cambiare qualcosa. Scende in campo Afena-Gyan, che si fa subito notare: l'attaccante giallorosso sorprende Sirigu con un tiro di destro incrociato, dopo aver ricevuto uno straordinario assist di Mkhitaryan. Il raddoppio arriva sull'ultimo pallone dell'incontro: al 94esimo, il portiere rossoblù viene nuovamente abbattuto da un tiro a giro di Afena-Gyan, che sigla i suoi primi gol in serie A nel migliore dei modi.

5 novembre 2021
Empoli - Genoa 2 - 2

Partita piena di gol quella tra Empoli e Genoa. Allo stadio Carlo Castellani giocano due squadre con lo stesso obiettivo, ottonere il posto salvezza. La partita si accende subito al minuto 9 di gioco, quando Cambiaso insidia la porta di Vicario con un bel rasoterra. Il Genoa parte in quarta e solo un minuto dopo ottiene un calcio di rigore per un tocco di mano di Fiammozzi. Criscito si presenta sul dischetto dell'area di rigore e non delude, il Genoa si porta sullo 0 a 1. La partita rimane sul risultato di vantaggio per i liguri per tutto il primo tempo.

Nel secondo tempo lo spettacolo entra nel vivo. Al minuto 62 Di Francesco mette in porta un pallone servito da Zurkowski con un ottimo stop e destro, trova quindi la firma dell'1 a 1. L'Empoli in questa fase di gara vola sulle ali dell'entusiasmo e trova il raddoppio al minuto 71 con il gol di Zurkowski con un tiro dai 25 metri, non può nulla Sirigu. Il risultato è quindi di 2 a 1. Proprio agli sgoccioli i grifoni tirano fuori la grinta e riescono ad acciuffare il pareggio con Bianchi al minuto 89: bella triangolazione tra Melegoni, Caicedo e Bianchi, l'attaccante scarica in porta un sinistro violento che Vicario può soltanto seguire con lo sguardo. La partita termina quindi sul 2 a 2. Primo pareggio per gli azzurri, un punto che va bene ad entrambe le squadre.

31 ottobre 2021
Genoa – Venezia 0 - 0

Sfida al Luigi Ferraris contro la formazione dei leoni alati per i padroni di casa del Genoa nella giornata numero 11 della Serie A 2021/22: se ad aprire le danze sono gli arancioneroverdi, subito pericolosi con Busio, a stretto giro il Grifone risponde con Destro e con Cambiaso, che però non riescono a smuovere il risultato. Dopo un avvio davvero molto intenso il primo tempo scorre senza ulteriori scossoni e all’arrivo dell’intervallo il punteggio è ancora stabile sul pareggio a reti inviolate. Il copione non cambia nella ripresa: al 53' il Venezia torna a provarci con Henry e Caldara, ma Sirigu non si fa trovare impreparato e blocca il colpo di testa. Negli ultimi minuti di gioco è quindi nuovamente Caldara a dire la sua, scontrandosi però anche in questo caso con una pronta reazione del portiere avversario. La gara si chiude così con un pareggio per 0 a 0, che ancora una volta vede il Genoa costretto a rimandare la sua prima vittoria stagionale in casa. Il singolo punto conquistato al termine della giornata permette però al club rossoblu di portarsi momentaneamente fuori dalla zona retrocessione, salendo al 17o posto con un totale di 8 punti.

26 ottobre 2021
Spezia – Genoa 1 – 1

Partita dura ma intensa quella tra Spezia e Genoa, entrambe sanno che questa partita potrebbe rivelarsi decisiva a fine campionato, entrambe sanno che questa partita potrebbe significare retrocessione o salvezza. La partita conferma le aspettative, tanti scontri, molto gioco a centrocampo, pochi tiri in porta. Nel primo tempo la gara non decolla, nessuna azione saliente o occasione pericolose. Le due squadre hanno deciso di adottare un comportamento difensivista per portarsi a casa più punti possibili. La situazione di stallo innervosisce i giocatori che nel secondo tempo hanno bisogno più volte di essere richiamati dal direttore di gara. Molte sono le ammonizioni nel corso del secondo tempo, sul cartellino dei cattivi ci finiscono: Bastoni, Biraschi, Kallon, Caicedo, Provedel e Masiello. La prima occasione da rete è al minuto 58 con lo Spezia: Nzola fa da sponda per Gyasi che sfrutta lo spazio creato per tentare la finalizzazione, un bolide fermato solo dal palo. Lo Spezia sembra avere preso fiducia da questa iniziativa, si ripete quindi al 64’: Ferrer serve Colley che si infila in area di rigore e mette sul primo palo un ottimo pallone per Gyasi, l’attaccante ghanese si mangia un gol facile tirando sopra la traversa. La prima rete della partita arriva al minuto 66 con l’autorete di Sirigu. Il portiere sardo non riesce a bloccare una palla potente tirata che Colley che si stampa sul palo e gli carambola addosso. Lo Spezia va in vantaggio meritatamente dopo aver creato delle buone occasioni da gol. Quando sembra tutto destinato a concludersi un lampo del Genoa riporta in carreggiata la situazione. Caicedo si libera bene in area, prova a superare Provedel e subisce fallo per un uscita a valanga del portiere, sarà calcio di rigore. Criscito si presente sugli undici metri e piazza una conclusione decisa che spiazza Provedel. Il Genoa acciuffa il pareggio a quattro minuti dalla fine della partita. Il match termina così con un pareggio, qualche delusione per lo Spezia ed un sorriso dei tifosi del Genoa che si portano a casa ben volentieri un punto.

22 ottobre 2021
Torino – Genoa 3 - 2

Niente da fare per i ragazzi di Davide Ballardini che tornano a subire una sconfitta in trasferta, questa volta in casa del Toro, nonostante una prova nel complesso tutto fuorché negativa. Nel primo tempo della gara dell’anticipo disputata nel pomeriggio di venerdì 22 ottobre, i padroni di casa aprono le danze al 14' portandosi in vantaggio con Sanabria, autore di un bel gol di testa su cross di Ansaldi. Al 31', quindi, i granata trovano anche il punto del raddoppio: questa volta ci pensa Pobega a sorprendere Sirigu con un sinistro preciso a incrociare la palla servita da Sanabria. Se il primo tempo si chiude con il Torino avanti per 2 a 0, nel corso della ripresa il Grifone riapre i giochi, imponendosi con una marcatura di Destro, autore del 6o gol nelle 6 giornate complessivamente disputate sino ad ora. L’illusione rossoblu di poter trovare il pareggio sembra subito tramontare con il gol di Brekalo del 77', ma, ancora una volta, all’80' Caicedo trafigge Milinkovic-Savic tornando ad accendere le speranza degli ospiti. Nonostante gli sforzi degli uomini di Ballardini, protagonisti di una conclusione di gara molto fisica, Torino – Genoa si conclude con la vittoria dei padroni di casa per 3 a 2. Al termine della 9a giornata di campionato, il club genovese scende al terzultimo posto in classifica, ancora fermo a soli 6 punti.

17 ottobre 2021
Genoa – Sassuolo 2 - 2

Testa a testa emozioni, ricco di occasioni da ambo le parti e di gol al Luigi Ferraris, dove il Grifone affronta la formazione neroverde nel corso dell’8o turno della Serie A 2021/22. Nel primo tempo, la formazione ospite domina la prima fase della gara, trovane il punto del vantaggio già al 17' con Scamacca, che raccoglie il passaggio di Berardi, supera Vasquez e batte Sirigu con un esterno destro. Nei minuti a seguire, il gol del Sassuolo viene convalidato dal controllo VAR (richiesto perché negli istanti precedenti alla rete Pandev veniva atterrato) e Scamacca subito torno a dire la sua, questa volta servito da un assist rasoterra di Toljan, portando così i suoi in vantaggio per 0 a 2. Al 27', però, i padroni di casa rispondono con Destro, autore di un colpo di testa preciso su cross di Fares contro il quale Consigli non può nulla: i rossoblu riaprono così i giochi accorciando il vantaggio del Sassuolo. La sfida prosegue con un ritmo serrato per tutta la restante parte del primo e del secondo tempo, con numerosi tiri in porta, un palo centrato e due gol annullati dopo verifica VAR. Quando il match sembra ormai destinato a concludersi con la vittoria degli ospiti, all’89' arriva il gol del pareggio, firmato da Vasquez, che insacca di testa dal limite dell’area piccola su cross di Rovella. Genoa – Sassuolo termina così con un pareggio per 2 a 2 che consegna a ciascun club un singolo punto classifica.

2 ottobre 2021
Salernitana – Genoa 1 - 0

Delusione per il Genoa in questa giornata numero 7 del campionato di Serie A 2021/22: il club ligure inciampa in casa della Salernitana – squadra ultima classificata – interrompendo così la serie di performance positive messe in scena negli ultimi turni. Primo tempo fiacco e segnato da un gioco tutto fuorché dinamico nell’incontro andata in scena nella cornice dell’Arechi di Salerno: nella prima frazione di gioco le due formazioni si studiano, giocando soprattutto in difesa e non riuscendo a dare vita ad azioni davvero incisive. Nella ripresa, poi, arriva il colpo di scena: con abilità e precisione, al 66', Duric colpisce il pallone servito da Kastanos piazzandolo alle spalle di Sirigu con un colpo di testa potente. Il Grifone tenta di pareggiare i conti, senza però riuscire ad avere la meglio su Belec, autore di una buona performance nel corso di questa gara. Al triplice fischio Salernitana – Genoa si conclude con una vittoria di misura dei padroni di casa per 1 a 0. Rimasto a secco di punti, il club rossoblu resto fermo a quota 5 scendendo al 16o posto.

25 settembre 2021
Genoa – Verona 3 - 3

Match avvincente e ricchissimo di gol al Luigi Ferraris, dove nel corso del 6o turno della Serie A 2021/22 i padroni di casa del Genoa scendono in campo contro gli scaligeri. Il Verona è protagonista di una partenza fulminea, che vede Simeone consegnare ai suoi la rete del vantaggio con un colpo di testa a incrociare il cross di Faraoni a 8 minuti dal fischio d’inizio. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, nella ripresa il match si infiamma: nei primissimi minuti del secondo tempo Maksimovic commette fallo in area consegnando agli avversari un calcio di rigore, prontamente battuto e trasformato da Barak. Con un repentino cambio di fronte, però, al 76' sono i padroni di casa ad avere la chance perfetta per accorciare le distanza con i mancini: a battere un tiro dagli 11 metri, infatti, questa volta è il capitano rossoblu Criscito, che spiazza Montipò, trovando la prima rete del giorno per i suoi. Rinvigoriti dal gol insperato, i ragazzi di Davide Ballardini passano al contrattacco: nell’arco di meno di 10 minuti, Destro è autore di una spettacolare doppietta, con un colpo di testa su assist di Rovella e poi con un sinistro potente a incrociare la palla servita da Pandev, che porta il Genoa in vantaggio. Ma l’emozionante gara non è ancora conclusa: quando i padroni di casa già cantano vittoria, il Verona torna a dire la sua con Kalinic, autore della rete del 3 a 3 con un colpo di testa in pieno recupero. Nonostante l’ottima prova offerta, il Genoa conclude il turno conquistano un solo punto e salendo quindi a quota 5.

22 settembre 2021
Bologna – Genoa 2 - 2

La 5a giornata del campionato di Serie A 2021/22 – che si svolge eccezionalmente con un turno infrasettimanale, prende il via con il match Bologna – Genoa del 22 settembre 2021: nel primo tempo, le due formazioni si fronteggiano ad armi pari, creando poche occasioni davvero pericolose e dando via ad un testa a testa dal ritmo mai troppo serrato. I padroni di casa sfiorano il vantaggio al 36', con Dominguez autore di un tiro velenoso dal limite dell’area, che tuttavia non supera la pronta difesa di Sirigu. Se il primo tempo si conclude con il risultato ancora fermo sulla parità a reti inviolate, nella ripresa il match si infiamma: i felsinei passano in vantaggio al 49', con un gol di sinistro di Hickey, impeccabile nel sorprendere il portiere rossoblu con un tiro angolato su assist di Bonifazi. Trascorrono appena 6 minuti e subito arriva la risposta degli ospiti: servito da Criscito in area, Destro supera Skorupski con un colpo di testa, portando il risultato sull’1 a 1. Segue una fase di gioco molto intensa e fisica, segnata da una raffica di ammonizioni da ambo le parti. Poi, quando mancano ormai pochi minuti alla conclusione della gara, ancora una volta il Bologna trova il punto del vantaggio: la trattenuta in area di Vanheusden su Sansone si traduce in un calcio di rigore per i felsinei, battuto e trasformato senza esitazioni da Arnautovic. A sorpresa, però, il copione si ripete subito a parti inverse: l’arbitro assegna un tiro dal dischetto al Genoa dopo il contatto in area di Kallon e Bonifazi; a battere è Criscito, che supera Skorupski trovando la rete del 2 a 2. Tra le vementi proteste di Mihajlovic, che viene espulso dal direttore di gara, la sfida termina così con il risultato fermo sulla parità, consegnando un singolo punto classifica ai due club.

18 settembre 2021
Genoa – Fiorentina 1 - 2

Cambio di modulo per i ragazzi di Davide Ballardini nella sfida della 4a giornata di campionato contro la Fiorentina: i rossoblu scendono in campo al Luigi Ferraris senza Biraschi, Sabelli, Sturaro e Pandev, con Badelj e Touré davanti alla difesa e Fares, Rovella e Melegoni schierati alle spalle di Destro. In avvio di gara i padroni di casa faticano molto nel possesso palla e gli avversari ne approfittano creando la prima vera occasione del match al 17', con Biraghi vicino al gol del vantaggio con un tiro a giro sul palo prontamente bloccato da Sirigu. Il Grifone ci prova al 25', con Destro che giunto di fronte a Dragowski cerca il gol mettendo a dura prova il portiere viola. Gli ospiti tornano quindi all’attacco con Biraghi e con Bonaventura, senza tuttavia riuscire a sbloccare il risultato. Al termine del primo tempo, segnato soprattutto dalle ottime performance dei due estremi difensori, il punteggio è ancora fermo sullo 0 a 0. La situazione cambia solamente al 60': sfruttando i movimenti in area di Biraschi e Touré, Saponara raccoglie la palla e trafigge Sirigu con un tiro potente sul secondo palo. Il testa a testa tra le due formazioni prosegue vivace fino agli ultimi minuti di gara, per un finale davvero al cardiopalma: all’89' Bonaventura trova la rete del raddoppio; al termine del lungo e serratissimo recupero, però, arriva un calcio di rigore per i padroni di casa, con il fallo di Igor su Badelj; a battere è il capitano Criscito, che trasforma senza esitazioni. Nonostante il punto trovato in extremis, per il Genoa è ormai troppo tardi: la squadra deve arrendersi alla sconfitta per 1 a 2.

12 settembre 2021
Cagliari – Genoa 2 - 3

Ribalta la partita e centra una vittoria molto importante il Genoa di Davide Ballardini, capace di espugnare la Sardegna Arena nella sfida contro i casteddu della 3a di campionato di questa stagione 2021/22 della Serie A. In avvio di match, il fallo di Sabelli su Keita costa al giocatore un’ammonizione e consegna ai padroni di casa un tiro dal dischetto, prontamente trasformato da Joao Pedro. Dopo un primo tempo giocato in sordina, il Genoa incassa anche il secondo gol nei primi minuti della ripresa, con Ceppitelli che si impone con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner del compagno di squadra Marin. La reazione degli ospiti arriva finalmente pochi minuti più tardi: Destro sblocca i suoi segnando il primo punto del giorno per il Grifone, con un bel gol di testa su cross di Cambiaso. Da quel momento, ha inizio la rimonta del club ligure: prima al 69' e, poi, al 78', Fares si impone con un colpo di testa, in entrambi i casi sugli sviluppi di un corner (prima di Rovella e poi di Cambiaso). Nonostante i tentativi strenui del Cagliari di pareggiare i conti nei minuti finali della partita, al triplice fischio del direttore di gara la vittoria va agli ospiti, che si impongono per 2 a 3.

29 agosto 2021
Genoa – Napoli 1 - 2

Resta fermo in fondo alla classifica il Genoa di Davide Ballardini al termini della giornata numero 2 di questo campionato di Serie A 2021/22, per una partenza che si conferma senza dubbio poco entusiasmante per il club ligure. Nella sfida andata in scena al Luigi Ferraris di Genova il 29 agosto 2021, i padroni di casa sono scesi in campo contro un un agguerrito Napoli: dopo un inizio di gara relativamente equilibrato, nei minuti finali del primo tempo gli azzurri si portano in vantaggio con Ruiz, che intercetta la palla servita dal limite dell’area da Politano piazzandola nell’angolino in basso a destra della porta rossoblu. Il Genoa tenta di reagire nella ripresa, sfiorando il gol del pareggio al 50' con Rovella per poi vedersi annullare una rete pochi minuti più tardi (con Pandev che segna a porta sguarnita ma in posizione di fuorigioco). Finalmente, al 61' i padroni di casa riescono a dire la loro: servito da Ghiglione, il giovane esterno Cambiaso realizza con un tiro al volo che non lascia scampo a Meret. Quando la partita sembra destinata a concludersi con un pareggio per 1 a 1, all’84' il Napoli torna ad imporsi con Petagna, che segna con un colpo di testa sul primo palo intercettando al volo la punizione battuta da Mario Rui. Nonostante la buona prova complessiva, il Genoa deve così arrendersi ad una sconfitta per 1 a 2.

21 agosto 2021
Inter – Genoa 4 - 0

Esordire alla prima giornata contro i campioni d’Italia non è certamente un compito facile per nessuna squadra, ma il Genoa che esce sconfitto 4 a 0 dal San Siro contro l’Inter poteva certamente fare qualcosa di più. Gli uomini di Ballardini provano a tenere il campo, per loro le novità sono Kallon in attacco, Hernani rifinitore e Sirigu in porta. Per l’estremo difensore sarà una giornata molto difficile e lo si intende subito al 6’ quando gli tocca prendere il primo pallone dalla propria porta: cross da calcio d’angolo di Calhanoglu e colpo di testa imperioso di Skriniar. Per il raddoppio il turco si mette in proprio: riceve palla sulla trequarti, vede lo spiraglio e calcia forte sul secondo palo realizzando il 2 a 0 al 14’. A questo punto la gara entra in una lunga fase di controllo, l’inter prova a pungere per la terza volta ma, complice la sfortuna, il Genoa resiste. La diga però crolla nel finale: al 74’ tris di Vidal, all’87’ partecipa alla festa anche Dzeko. Il Genoa ha perso in malo modo pur giocando la propria partita. Di sicuro a questa squadra manca un bomber di spessore che possa aiutare l’esperienza di Pandev e la gioventù di Kallon. Da registrare invece la cattiva prova della difesa, risultata praticamente inerme rispetto alle sortite offensive dei nerazzurri che sono sembrate sempre inarginabili.

22 maggio 2021
Cagliari – Genoa 0 - 1

Si chiude in bellezza la 38a e ultima giornata della Serie A 2020/21 per il Genoa, vincente in casa del Cagliari per 1 a 0. Le due formazioni danno vita ad una gara accesa e ricca di occasioni da entrambe le parti, con i casteddu vicinissimi al gol del vantaggio dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, con il tiro in porta di Joao Pedro, e il Grifone abile nello sfruttare la giusta occasione con Shomurodov, che al 15' si rende autore della rete del vantaggio battendo Cragno con un sinistro preciso su palla servita da Rovella. Nonostante gli sforzi dei padroni di casa, i ragazzi di Davide Ballardini proteggono il risultato per tutta la durata del match, andando vicini al raddoppio nel secondo tempo con un grande Kallon, al suo debutto in massima serie e subito protagonisti di azioni incisive in attacco. Al triplice fischio, l’incontro termina con la vittoria degli ospiti, che concludono così il campionato con un bilancio positivo: 10 vittorie, 12 pareggi e 16 sconfitte, per un totale di 42 punti, che consentono al Genoa di conquistare una più che dignitosa 11a posizione.

15 maggio 2021
Genoa – Atalanta 3 - 4

Nella gara valida per la 37esima giornata di Serie A, il Grifone, ormai già salvo, perde in casa contro l’Atalanta che si qualifica per la terza volta di fila alla Champions. I bergamaschi soffrono contro un Genoa che, dopo aver subito per i primi 45 minuti, decide di non concedere più nulla. L’Atalanta si porta avanti nella prima frazione grazie ai gol di Zapata al 9’, Malinovskyi al 26’ e Gosens di testa al 44’. Nella ripresa, il Genoa accorcia grazie al sinistro di Shomurodov, poi, dopo appena due minuti, Pasalic cala il poker su assist di Miranchuk per gli ospiti. Nel finale, la suspence è alta con un rigore trasformato da Pandev (64’) e il tris di Shomurodov all’84’. L’Atalanta difende il vantaggio con i denti e festeggia la vittoria che vale la Champions.

12 maggio 2021
Bologna – Genoa 0 - 2

Ottima prova per i ragazzi di Davide Ballardini nella sfida di ritorno della 36a giornata della Serie A 2020/21 contro la formazione dei felsinei, disputata nella serata di mercoledì 12 maggio 2021 nella cornice del Renato Dall’Ara Il Grifone si rende protagonista di un’ottima partenza, passando in vantaggio a 13 minuti di distanza dal fischio d’inizio con la marcatura messa a segno da Zappacosta, come sempre impeccabile nell’intercettare l’assist preciso di Badelj e nell’insaccare con un destro preciso. I padroni di casa tentano di pareggiare i conti, ma invano: al termine del primo tempo il Genoa è ancora avanti per 1 a 0. L’occasione del raddoppio per il club ligure arriva nella ripresa, con il calcio di rigore assegnato dal direttore di gara. Scamacca batte dal dischetto e trasforma, beffando Ravaglia. A fine gara, il Grifone può festeggiare una vittoria netta per 2 a 0 contro i padroni di casa del Bologna: i 3 punti così conquistati portano la squadra a quota 39, di fatto sancendo la salvezza matematica della squadra.

9 maggio 2021
Genoa – Sassuolo 1 - 2

Match di ritorno contro la formazione neroverde per il Grifone nella 35a giornata della Serie A 2020/21. Sfida interessante al Luigi Ferraris e molto combattuta, esattamente come da attese, con i padroni di casa che, nonostante la buona performance offerta, sono infine costretti a capitombolare sotto i colpi degli ospiti. I ragazzi di Roberto De Zerbi sono protagonisti di un buon avvio, che vede la squadra portarsi in vantaggio al 14' con il gol di destro di Raspadori, preciso nell’intercettare il servizio di Traorè e nel scagliare il pallone alle spalle di Perin. Dopo aver mantenuto il proprio vantaggio per tutto il primo tempo, nella ripresa gli ospiti tornano all’attacco con il capitano, Berardi, che conclude una perfetta azione personale firmando un bel gol di sinistro al 66'. I padroni di casa riaprono i giochi all’85', con Zappacosta autore del primo punto del giorno per i rossoblu su assist di Pjaca. Al triplice fischio del direttore di gara, però, Genoa – Sassuolo si conclude con la vittoria dei neroverdi per 2 a 1. Salvezza ancora non in cassaforte, dunque, per il club ligure, che a distanza di soli 3 turni dalla conclusione di questa stagione stazione al 14o posto con 36 punti e 5 lunghezze di vantaggio sul Benevento terzultimo classificato.

2 maggio 2021
Lazio – Genoa 3 - 4

Grande prova del Grifone nella sfida della 34a giornata della Serie A 2020/21 disputata in casa delle aquile: al termine di un partita segnata da un finale concita e ricco di emozioni, gli ospiti sono costretti ad arrendersi alla sconfitta, lasciando comunque l’Olimpico a testa a testa. Dopo una prima mezz’ora di gara segnata da buone occasioni create dai biancocelesti, la Lazio si porta in vantaggio al 30' con la rete siglata da Correa, impeccabile nello sfruttare il rimpallo di Radovanovic, che tenta inutilmente di allontanare la palla con una spazzata. Ed è proprio Radovanovic, al 42', a rendersi autore della trattenuta in area su Immobile che oltre a costargli un’ammonizione consegna ai padroni di casa un calcio di rigore. Il capitano delle aquile batte e trasforma senza esitazioni, allungando il vantaggio dei suoi. Nei primi minuti della ripresa, arriva il passo falso di Marusic, che realizza un autogol regalando al Genoa il primo punto del giorno. A strettissimo giro, Luis Alberto rimedia all’errore del compagno di squadra battendo Perin con un destro che fa ad infilarsi sotto all’incrocio dei pali su palla servita da Immobile. Al 56', i ragazzi di Simone Inzaghi si illudono di aver chiuso i conti con la doppietta di Correa, che torna dire la sua realizzando il gol del poker biancoceleste. Nell’emozionante finale di partita, però, i rossoblu riaprono i giochi con il calcio di rigore arrivato dopo il fallo di Cataldi su Badelj e prontamente trasformato da Scamacca all’80'. L’azione successiva vede quindi gli ospiti accorciare ulteriormente le distanza, con Shomurodov impeccabile nello sfruttare l’assist di Parolo. Nonostante l’ottima performance del Genoa nei minuti finali della partita, l’incontro termina comunque con la vittoria delle aquile per 4 a 3.

24 aprile 2021
Genoa – Spezia 2 - 0

Successo brillante per la formazione rossoblu, che nella sfida domestica contro lo Spezia della giornata numero 33 della Serie A 2020/21, si impone con un netto 2 a 0. I ragazzi di Davide Ballardini aprono il match al Luigi Ferraris con un piglio propositivo, sfiorando subito il punto del vantaggio con Destro, ad appena 6 minuti dal fischio d’inizio. A seguire, il Grifone torna a rendersi pericoloso ancora una volta con Destro, che non riesce però ad approfittare del dribbling sbagliato da Provedel. In un primo tempo dominato praticamente per la sua interezza dai padroni di casa, Zappacosta cerca il gol e, nei minuti immediatamente successivi, torna a dire la sua, bucando la porta degli spezzini. Il punto viene però annullato dopo verifica VAR per lo scontro tra Destro e Provedel avvenuto proprio nei medesimi istanti. Nonostante l’ottima prova del Genoa, il primo tempo si conclude con il risultato ancora fermo sul pareggio e reti inviolate; nella ripresa, finalmente, il Grifone passa in vantaggio con il punto siglato da Scamacca: Provedel para la conclusione rasoterra di Zappacosta, ma al tempo stesso serve una palla perfetta per Scamacca, che realizza praticamente a porta vuota. A chiudere definitivamente i giochi, all’86', ci pensa Shomurodov: l’attaccante intercetta la palla servita da Strootman e supera Erlic in velocità, realizzando dai 20 metri di distanza con una conclusione che si infila sotto la traversa. Genoa – Spezia si conclude così con la vittoria dei padroni di casa, che conquistano 3 punti classifica portandosi a quota 36, per una salvezza sempre più vicina.

21aprile 2021
Genoa – Benevento 2 - 2

Si conclude con un pareggio per 2 a 2 il match Genoa – Benevento della 32a giornata di campionato: dopo una partenza dal ritmo travolgente, la sfida vede le due formazioni chiudersi in difesa e concludere la gara con il risultato trovato dopo i primi 20 minuti di gioco. Il match si apre con il fallo di Lapadula ai danni di Radovanovic, che si traduce in un tiro dal dischetto per gli stregoni giallorossi: a battere è Viola, che senza esitazioni trasforma spiazzando Perin. All’11’, arriva però la risposta dei padroni di casa, che pareggiano i conti con la rete siglata da Pandev, abile nello sfruttare l’errore di Barba. In un intenso botta e risposta tra le due squadre, dopo appena 4 minuti Lapadula porta nuovamente in vantaggio i suoi, intercettando il lancio di Viola e bucando la difesa del portiere rossoblu con un sinistro preciso. Lo spettacolo non è finito qui, perché al 21', ancora una volta, Pandev torna a dire la sua, sfruttando un rimpallo in area per battere Montipò da posizione defilata. Dopo l’avvincente inizio gara, la restante parte del match trascorre senza grandi scossoni, con il Genoa capace di rendersi pericoloso con Bedelj nella ripresa e Gaich vicino al gol per il Benevento al 67'. Al triplice fischio, Genoa – Benevento si conclude con un meritato pareggio per 2 a 2.

18 aprile 2021
Milan – Genoa 2 - 1

Gara poco esaltante al Giuseppe Meazza, dove i rossoblu scendono in campo contro i padroni di casa del Milan, in un match che li vede partire in netto svantaggio, ma nel corso del quale si dimostrano avversari da non sottovalutare per i ragazzi di Stefano Pioli. Nel primo tempo, i padroni di casa si portano in vantaggio al 13', con un brillante gol di sinistro siglato da Rebic, rapido nello sfruttare la ribattuta della barriera difensiva dei rossoblu dopo il calcio di punizione di Theo Hernandez. Il Milan torna quindi a sfiorare il gol poco più tardi con Calhanoglu, mentre il Grifone ci prova con un tiro di Destro da posizione angolata, bloccato però dalla pronta reazione di Donnarumma. È proprio Destro, però, al 37', ad imporsi sul portiere rossonero, sfruttando l’errore di Tomori e intercettando il corner di Zajc con un colpo di testa potente e preciso. La ripresa si apre con i padorni di casa nuovamente all’attacco con Kalulu e Rebic; la rete del 2 a 0 arriva però solamente al 68' e solo grazie alla fortuita deviazione di Scamacca, che colpito alle spalle da un calcio d’angolo, vede la palla finire nella sua porta. L’autogol di Scamacca, così, consegna ai rossoneri il punto del 2 a 1 e della vittoria. Al termine della giornata numero 31 della Serie A 2020/21, niente di fatto per il Genoa, che resta fermo in 13a posizione con un totale di 32 punti: pressoché certa, giunti a questo punto del campionato, la conquista dell’obiettivo della salvezza per il club ligure.

11 aprile 2021
Juventus – Genoa 3 - 1

Sfida contro il Grifone per i bianconeri nella 30a giornata della Serie A 2020/21: i padroni di casa aprono subito le danze portandosi in vantaggio con la rete siglata da Kulusevski dopo neanche 4 minuti di gioco: il centrocampista macedone si impone con un tiro angolato su assist di Cuadrado, consegnando ai suoi il punto dell’1 a 0. La Juve lascia ben poco spazio di manovra ai rossoblu e, al 22', torna ad imporsi con un’azione in contropiede: prima Perin riesce a parare il tiro in porta di Chiesa, quindi Ronaldo centra in pieno il palo in tap-in e, infine, Morata riesce a trovare il gol, allungando il vantaggio dei bianconeri. Gli ospiti non si danno per vinti e, nei primi minuti della ripresa, riescono a riaprire il match con Scamacca, che batte Szczesny con un colpo di testa su calcio d’angolo di Rovella. Nei minuti a seguire, quindi, il Genoa sfiora il pareggio con Pjaca, autore di due tiri in porta a distanza di pochi secondi l’uno dall’altro. A chiudere definitivamente i giochi, però, ci pensa McKennie, che al 70' realizza su palla servita da Danilo, superando con un tiro preciso Perin e, di fatto, chiudendo la gara sul 3 a 1 per i padroni di casa. Nei minuti finali del match, infatti, la formazione ligure non riesce a costruire altre occasioni pericolose, ma anzi continua a subire gli attacchi della Juventus, con Alex Sandro e Dybala ad impegnare Perin.

3 aprile 2021
Genoa – Fiorentina 1 - 1

Match interessante al Luigi Ferraris, dove i padroni di casa del Genoa scendono in campo contro la formazione viola, per una sfida che si preannuncia particolarmente equilibrata. I rossoblu trovano la rete del vantaggio dopo 13 minuti di gioco, con Destro a siglare il punto dell’1 a 0 su palla servita a centro area da Scamacca, a sua volta impeccabile nell’intercettare il passaggio lungo di Zappacosta. Al 23', però, arriva la risposta dei ragazzi di Giuseppe Iachini, con Vlahovic a battere Perin con diagonale sinistro preciso su assist di Castrovilli. Il primo tempo di Genoa – Fiorentina si chiude così con il risultato fermo sul pareggio. La situazione non cambia nella ripresa: nonostante la superiorità numerica dei padroni di casa, dopo l’espulsione con cartellino rosso di Ribery, colpevole di un’entrata con piede a martello su Zappacosta, il Grifone non riesce ad avere la meglio sugli avversari. Anzi, ad andare molto vicino al punto del sorpasso è la Fiorentina, che supera la traversa con un colpo di testa su cross di Venuti. Al triplice fischio del direttore di gara, Genoa – Fiorentina termina sull’1 a 1, consegnando a ciascuna squadra un singolo punto classifica.

19 marzo 2021
Parma – Genoa 1 – 2

Il match di anticipo della 28esima di Serie A tra Parma e Genoa se lo aggiudicano gli ospiti, che si impongonoper 1-2 al Tardini. Dopo più di 40 giorni a secco di vittorie, il Genoa vince contro una concorrente diretta nella lotta per la salvezza grazie a una doppietta di Scamacca. I padroni di casa fanno meglio nel primo tempo e, al 16', passano: rovesciata di Pellé e 1-0. I restanti minuti della prima frazione vedono il Genoa reso praticamente inoffensivo dal Parma. Nella ripresa, Ballardini mette in campo Scamacca e Pjaca e la partita cambia: Scamacca raccoglie il tiro-cross di Zappacosta e accorcia al 50'. Il Parma risponde con Brugman, ma viene respinto da Perin, poi, dopo 4 minuti, il Genoa raddoppia con la coppia Scamacca-Pjaca che confeziona il vantaggio rossoblù: Scamacca la infila nell'angolino imprendibile, poi sfiora il terzo gol di testa al 79'. I padroni di casa tentano nel finale con Mihaila, Zirkzee ed Hernani, ma senza successo.

13 marzo 2021
Genoa – Udinese 1 – 1

A Marassi, la sfida della 27esima giornata tra Genoa e Udinese finisce 1-1. Genoa a secco di vittorie da 7 giornate. Dopo 8 minuti dal fischio di inzio, Pandev la sblocca, il gol viene annullato, poi il Var review conferma l'assenza di fallo da parte del macedone e il gol viene convalidato. Pereyra pareggia poco dopo, ma il suo gol viene annullato perché viziato dal fuorigioco inziale di Llorente. Segue il tentativo di testa di Shomurodov, poi Criscito mette ko Pereyra in area, calcio di rigore e De Paul riporta il punteggio in parità. Llorente ha l'occasione del vantaggio, ma la sua conclusione viene respinta da un attento Perin. Nella seconda frazione, De Maio impegna Musso di testa, mentre I tentativi di Zappacosta e Stryger Larsen dalla distanza si rivelano inefficaci. Il finale è scottante, Nestorovski divora su invito di Pereyra, poi il Genoa si fa pericoloso nel recupero: Zajc ci prova ma trova l'esterno della rete, mentre Behrami inquadra il bersaglio, ma colpisce clamorosamente il palo. Un punto a testa per Genoa e Udinese a Marassi, con i padroni di casa che si portano a +8 dal terzultimo posto.

07 marzo 2021
Roma – Genoa 1 – 0

Il Genoa perde il match della 26esima contro la Roma all’Olimpico. Il gol di Mancini nel primo tempo condanna il Genoa alla sconfitta. A difendere la porta del Grifone è Marchetti. La sfida non regala troppe emozioni, ma già al 24esimo si sblocca: cross di Pellegrini, Mancini vola su tutti e segna il gol dell’1-0 con una testata. Pedro avrebbe l’opportunità del raddoppio, ma Marchetti neutralizza. Nella ripresa, il primo guizzo è del neo entrato Cassata, parato, poi Mancini tenta il bis ma senza fortuna. Al 68’, Villar va vicino al raddoppio, poi gli ospiti protestano per un presunto fallo in avvio di azione. Palo di Pedro nel finale, poi il suo tacco favorisce la rete di Mayoral, annullata in quanto viziata da fuorigioco. Spaventa Scamacca nel finala di partita, ma i padroni di casa difensono e acciuffano tre punti.

03 marzo 2021
Genoa – Sampdoria 1 – 1

Il derby della Lanterna valido per la 25esima giornata di campionato termina in parità. Al Ferraris, Genoa e Sampdoria si dividono il bottino (1-1). Tanto agonismo in una sfida dal grande equilibrio, in cui succede tutto nella ripresa. Nei primi 45 minuti di gioco, in cui sono chiamati all’azione solo i reparti difensivi, l’equilibrio viene alterato solamente da una conclusione all’incrocio dei pali di Zajc. Il Genoa è più vitale nella ripresa: al 52’, Zappacosta approfitta del lancio di Strootman in profondità e batte Perin con un diagonale vincente. Ranieri inserisce Jankto e la Samp torna in corsa. Al 77’, Candreva pennella un cross da corner su quale Tonelli realizza l'1-1. Le occasioni scarseggiano verso il finale, il punteggio si fissa sull’1-1.

28 febbraio 2021
Inter - Genoa 3 – 0

Al ventiquattresimo turno di campionato il Genoa di Ballardini si presenta con una striscia positiva di sette gare al cospetto di una Inter che viaggia spedita verso lo scudetto. È chiaro fin da subito che si tratti di una mission impossible cercare di fermare i nerazzurri che infatti vanno avanti dopo solo un minuto con Lukaku, praticamente inarrestabile quando parte in progressione. Poco dopo nuova occasione per l’Inter con Darmian, poco dopo traversa con Barella. L’Inter gioca con le ripartenze e sfiora il raddoppio ancora con Lukaku, tuttavia questo arriva solo nel secondo tempo con Darmian servito proprio da Lukaku al 69’. Poi in campo entra Sanchez che al 77’ realizza un gol dubbio, poi convalidato dalla var. L’Inter così vince meritatamente contro un Genoa che nulla ha potuto contro l’undici di Conte.

20 febbraio 2021
Genoa – Verona 2 – 2

Il Genoa prosegue la sua striscia fortunata della cura Ballardini e ottiene un altro risultato utile, un 2-2 contro il Verona nella sfida valida per la 23esima giornata di Serie A. Hellas avanti per due volte, ma i liguri rimontano in altrettante occasioni e in inferiorità numerica. Fa meglio il Verona in avvio di gara, che si porta avanti al 17': errore in disimpegno di Czyborra, poi Barak serve la palla dell'1-0 a Ilic. Due minuti dopo, Lasagna spreca la chance per il bis e il Genoa non riesce ad approfittarne. Zajc sfiora il pari due volte prima del finale di tempo. Nella ripresa, dopo un errore di Cetin, Shomurodov, entrato al posto di Zajc, trova il pari (48'). Al 61', Faraoni spiazza Perin con un destro che si infila sotto la traversa. La sfida si fa in salita per il Grifone, che, a cambi terminati, deve fare a meno di Pellegrini (problema muscolare). Nonostante l'uomo in meno, Badelj realizza il 2-2 al 95', con un bolide che piega letteralmente i guantoni di Silvestri e fa esplodere la panchina genoana.

13 febbraio 2021
Torino – Genoa 0 – 0

Finisce a reti bianche il match valido per la 22esima di Serie A tra Torino e Genoa. Uno zero a zero che sembra il riflesso della paura di perdere di entrambe le squadre, in una sfida giocata in parte in ottica salvezza. La gara si rivela noiosa e priva di occasioni, con i moduli speculari Zaza-Belotti contro la coppia Destro-Pandev che rendono il gioco equilibrato. Ci prova Destro di testa, tiro alto, poi Criscito si fa male alla caviglia e viene sostituito da Goldaniga che si immola su Belotti. Al 43', Sirigu nega la gioia a Czyborra. Zappacosta deve arrendersi al palo, poi il Torino rischia con Singo che va vicino all'autorete. Pjaca spreca un'incornata da solo davanti a Sirigu, poi I minuti si esauriscono. Il Grifone sale a quota 25 punti e allunga a sei la striscia di imbattibilità.

06 febbraio 2021
Genoa – Napoli 2 – 1

Colpaccio del Genoa, che batte il Napoli per 2-1 nel match di Marassi valido per la 21esima giornata di Serie A. Una partita intensissima, che vede gli uomini di Ballardini andare a segno due volte nei primi 45 minuti grazie a una doppietta di Pandev (11', 26'). Il Napoli calcia in porta in più di un'occasione, Perin salva i padroni di casa, Petagna e Insigne fanno il pieno di legni, poi Politano accorcia. Il Genoa passa al primo tentativo approfittando di una distrazione della retroguardia partenopea: Pandev sorprende Ospina per l'1-0. Gli azzurri mettono sotto assedio la metà campo rossoblù, ma il Grifone resiste. Al 26', Pandev raddoppia su ispirazione di Zajc. Nella ripresa il copione è lo stesso, i padroni di casa difendono e rallentano sottoporta gli azzurri, Perin si supera con due parate ad arte, poi Insigne colpisce il palo. Da una palla persa da Portanova scaturisce l'azione che porta al gol di Politano al 79'. Non succede più nulla ad eccezione di un tentativo di Demme che termina alto. Il Genoa rinasce con la cura Ballardini e sale a quota 24 punti in classifica.

31 gennaio 2021
Crotone – Genoa 0 – 3

Il Genoa vince allo Scida contro il Crotone nella gara valevole per la 20esima giornata del campionato di Serie A 2020/2021, la prima del girone di ritorno. La partita è dominata dagli uomini di Ballardini, che conquistano il quarto risultato utile consecutivo, vincendo grazie a una doppietta di Destro e una rete di Czyborra. Un risultato importante per per i liguri, che allungano sulla zona retrocessione, mentre i calabresi stazionano in fondo alla classifica. Il vantaggio genoano arriva al 24', quando Shomurodov, Destro e Zajc costruiscono l'azione vincente: Destro si inserisce sulla respinta del Crotone e segna il suo ottavo gol che vale l'1-0. Cinque minuti più tardi, Czyborra infila la palla del 2-0 con un bellissimo mancino al volo su cross di Zappacosta. Il Crotone accusa, Messias ottiene un'ammonizione, poi, a inizio ripresa, Destro cala il tris e chiude i giochi su cross di Zajc (50'). Guizzo finale di Benali che tenta la conclusione ma Perin salva. Il Genoa chiude un'altra partita mantenendo l'imbattibilità della propria porta, il Crotone incassa la 14esima sconfitta in campionato.

24 gennaio 2021
Genoa – Cagliari 1 – 0

Il Genoa si aggiudica il match contro il Cagliari della diciannovesima giornata di Serie A. 1-0 con gol di Destro che segna su assist di Strootman. La gestione Ballardini sembra sortire gli effetti sperati, con 11 punti conquistati dal Genoa in 6 partite. Sesto insuccesso consecutivo per gli uomini di Di Francesco. Dieci minuti e i liguri passano: Strootman lancia Destro che non sbaglia e centra la sua settima rete in campionato. La reazione del Cagliari arriva alla mezz'ora, ma il tentativo di Joao Pedro viene neutralizzato da Perin, poi Ceppitelli e Nainggolan peccano di imprecisione. Sfortunato anche Simeone, che viene respinto da un attento Perin. Shomurodov spreca una buona chance per il raddoppio calciando alto, poi ci riprova dopo l'intervallo ma senza successo. Nandez insiste ma il risultato non cambia. Cerri ha l'opportunità di segnare l'1-1 all'ultimo minuto regolamentare, ma Perin in uscita nega e blinda tre punti importati per il Grifone.

17 gennaio 2021
Atalanta – Genoa 0 – 0

Nelmatch giocato a Bergamo tra Atalanta e Genoa nella diciottesima giornata di Serie A, Gasperini sbatte contro il muro di Ballardini che acciuffa un punto al Gewiss Stadium e tiene lo 0-0 fino al 90'. Le due formazioni giocano un primo tempo in cui creano occasioni che, tuttavia non sfruttano. Nella ripresa, l'Atalanta assedia la metà campo ospite, ma senza scalfirla. La solidità della retroguardia rossoblù mantiene il risultato sullo 0-0. Nella prima mezz'ora di gioco, la squadra ospite si fa vedere spesso dalle parti di Gollini, specialmente con Shomurodov prima, poi con Pjaca, ma senza fortuna. Al 40', Shomurodov costringe Gollini all'impresa. Al 65', la sassata di Hateboer colpisce il palo alla sinistra di Perin, poi Muriel è impreciso su una pericolosa punizione dal limite. All'82', ci prova De Roon con un destro potente da fuori area che sfiora la traversa. Altri due cambi per Gasperini all'88': Lammers e Mahele per Ilicic e Hateboer. I cinque minuti di recupero concessi si rivelano irrilevanti, con Ballardini che strappa un punto inaspettato a Bergamo che porta il Genoa a 15 punti in classifica.

9 gennaio 2021
Genoa – Bologna 2 – 0

Nella sfida a Marassi valida per la diciassettesima giornata di Serie A, il Genoa conquista una vittoria casalinga per 2-0 e lascia il penultimo posto in classifica. A inizio partita, Destro fa fare gli straordinari a Da Costa, bravo anche sulla conclusione di Criscito, poi il match si sblocca alla mezz'ora: Orsolini costringe Perin a una parata in tuffo, Shomudorov serve Zappacosta, Da Costa respinge, ma non può nulla sulla ribattuta di Zajc che fa l'1-0 al 44'. Il Bologna si scuote, ma è ancora il club di casa a passare: errore di Schouten che propizia il gol dell'ex Destro al 55'. Gli ospiti tentano la rimonta con Barrow, ma il risultato non cambia. Buona giocata del Genoa, che acciuffa 3 punti tra le mura amiche che mancavano da settembre.

6 gennaio 2021
Sassuolo – Genoa 2 – 1

Nella partita valevole per la sedicesima giornata di Serie A, il Sassuolo si impone sul Genoa per 2-1 grazie a un colpo di testa di Raspadori che decide la vittoria dei neroverdi. Il Genoa, che riesce a rimontare il gol di Boga, paga con la sconfitta una disattenzione del reparto difensivo. A inizio gara, Caputo manda fuori un cross di Berardi, poi Perin nega la gioia a Muldur. Il Genoa prova a rendersi pericoloso, Scamacca sfiora il gol, poi Shomurodov ci prova ma colpisce l'esterno della rete. Nella ripresa, Locatelli serve Boga che supera Masiello e segna di mancino (52'). Dieci minuti dopo, il Grifone pareggia grazie all'incornata di Shomurodov che termina nell'angolino. All'83', Raspadori la chiude con un colpo di testa su cross di Boga. Le lacune nella difesa genoana condannano i rossoblù alla sconftta e al penultimo posto in classifica, nonostante una buona prestazione in campo.

3 gennaio 2021
Genoa – Lazio 1 – 1

Genoa e Lazio si spartiscono il bottino nella sfida valida per la quindicesima giornata di Serie A. Il contropiede di Destro nella ripresa risponde all'iniziale vantaggio biancoceleste di Immobile su calcio di rigore. La Lazio pressa sin dai primi minuti e passa al quarto d'ora, con un penalty trasformato da Immobile in seguito a un fallo di Zapata: l'arbitro, che inizialmente aveva concesso la punizione, assegna il rigore dopo la Var review. Al 21', gli ospiti vanno vicini al gol con un tiro cross di Radu sul quale è bravo Perin. Il Genoa prova a rendersi pericoloso con Pjaca, ma senza fortuna. Nella ripresa, il Genoa alza la testa e fa la partita, la Lazio fatica a ripartire. Il Genoa è più vivo, agisce in contropiede e conclude in rete con Destro per il gol dell'1-1. Shomurodov sfiora il gol del vantaggio nel finale, ma il risultato non cambia. Il match al Marassi finisce 1-1, un punto prezioso per il Genoa in chiave salvezza, che si trova in penultima posizione a quota 11 punti.

23 dicembre 2020
Spezia – Genoa 1 – 2

I rossoblù espugnano il Picco nel delicato derby salvezza valido per il quattordicesimo turno di Serie A. 2-1 il risultato finale, il settimo gol di Nzola illude gli Aquilotti, prontamente ripresi dal centravanti, poi a metà secondo tempo il capitano trasforma il rigore del sorpasso. La partita si fa subito in salita per i rossoblù, che vanno sotto di uno dopo dieci minuti, con un pallone invitante messo al centro da Gyasi per Nzola, che raccoglie e batte Perin. La reazione genoana è immediata, Destro ci prova, supera Provedel, ma si trova davanti Chabot. Lo stesso attaccante accorcia poco dopo deviando in rete l'assist di Pandev. A metà frazione, Terzi, appena entrato, contrasta in area Behrami, lanciato dal solito Pandev: l'arbitro consulta il Var, concede il rigore al Genoa e capitan Criscito trasforma dal dischetto. Nel finale, lo Spezia prova a recuperare con Bartolomei, ma il risultato non cambia. Il Grifone festeggia un colpaccio scacciacrisi, che può significare la svolta.

20 dicembre 2020
Benevento – Genoa 2 – 0

Il Grifone affronta il Benevento in casa al Ciro Vigorito, ancora fermo in fondo alla classifica con soli 7 punti e alla disperata ricerca della vittoria necessaria per allontanarsi dalla zona retrocessione. Nel primo tempo della sfida contro i sanniti, i ragazzi di Rolando Maran non brillano particolarmente per possesso palla e numero di occasioni costruite, salvo poi andare molto vicini al gol del vantaggio al 32', con Shomurodov che intercettando una spizzata di Destro calcia al volo, incontrando però la pronta difesa di Montipò. Il risultato si sblocca solamente nella ripresa, quando, al 57', Roberto Insigne buca la difesa di Perin con un potente tiro di sinistro, su assist di Hetemaj. Il Genoa tenta la rimonta, ma invano: a pochi minuti dalla conclusione della partita, Masiello commette fallo in area su Sau, consegnando ai giallorossi un calcio di rigore. Sau tira dal dischetto e trasforma, portando così i suoi in vantaggio per 2 a 0. Il match Benevento – Genoa si conclude con l la vittoria degli stregoni, mentre, ancora una volta, il club ligure è condannato a rimanere in fondo alla classifica.

16 dicembre 2020
Genoa – Milan 2 – 2

Termina 2-2 la sfida tra al Marassi tra Genoa e Milan. Destro porta avanti i suoi con un tap-in, poi arriva il pareggio di Calabria. Ancora Destro di testa per il nuovo vantaggio dei padroni di casa, poi, a meno di 10 minuti dal termine, Kalulu sigla il definitivo 2-2. Nei primi 45 minuti di gara, i primi della classe provano a fare la partita, mentre il Genoa punta sulle ripartenze in contropiede. Dopo i tentativi rossoneri di Castillejo e Rebic, Romagnoli manda alto con un colpo di testa. Nel secondo tempo, il Genoa passa con Destro che realizza sulla ribattuta di Donnarumma dopo la respinta sulla conclusione ravvicinata di Shomurodov. Al 53', Calabria accorcia con un potente destro rasoterra che si infila alle spalle di Perin per l'1-1. Destro trova di nuovo il guizzo per il vantaggio superando di testa Donnarumma. All'83' arriva il pareggio definitivo del Milan con Kalulu che raccoglie la sponda di Romagnoli in area di rigore e da pochi passi realizza il 2-2.

13 dicembre 2020
Genoa – Juventus 1 – 3

Nell'undicesima giornata di Serie A, il Genoa affonda sotto un tris di gol bianconero. Solita doppietta di Cristiano Ronaldo, che festeggia la sua partita numero 100 in maglia bianconera. Assedio juventino per i primi 45 minuti della gara, Rabiot va a segno, poi il gol viene annullato per tocco di mano. Ci provano Ronaldo, McKennie e Dybala, il Genoa prova a chiudersi e a concedere meno spazio alla Juve, puntando sulle ripartenze di Scamacca e Pjaca. Al fischio d'intervallo, le squadre sono sullo 0-0. Nella ripresa, la fortezza rossoblù regge per i primi dieci minuti, poi Dybala piazza la sua prima rete in campionato su ispirazione di McKennie. Sturaro accorcia poco dopo su cross di Luca Pellegrini, poi i padroni di casa ci provano con Rovella. Perin neutralizza un tentativo di testa di Ronaldo, ma Rovella commette fallo su Cuadrado e la Juve ottiene un penalty: Ronaldo sorprende Perin dagli undici metri, poi la scena si ripete dieci minuti dopo quando Perin travolge Morata, calcio di rigore, CR7 trasforma.

7 dicembre 2020
Fiorentina – Genoa 1 – 1

Termina in pareggio il match tra Fiorentina e Genoa valido per la decima di campionato. I viola rimontano nel finale con Milenkovic dopo il gol iniziale di Pjaca. Gol di Bonaventura annullato al Var. Dopo un primo tempo senza emozioni, la ripresa regala tante chance da gol, una delle quali per Scamacca, che, al 17', serve Sturaro, ma Dragowski mura. Alla mezz'ora, Castrovilli per Ribery, ma il tiro del francese termina fuori. Scamacca spreca un'occasione di testa, poi l'arbitro manda tutti negli spogliatoi. Nella ripresa, Borja Valero perde palla al centro e Pjaca ne approfitta per beffare Dragowski. La Fiorentina va in confusione, poi Dragowski fa miracoli su Destro. Neanche dieci minuti dopo, Milenkovic accorcia e regala il pari ai suoi. Entrambe le squadre interrompono una striscia di sconfitte consecutive.

30 novembre 2020
Genoa – Parma 1 – 2

Sfida importante per la conquista di punti salvezza al Luigi Ferraris di Genova, con i rossoblu di Rolando Maran che scendono in campo contro i gialloblu di Fabio Liverani. Reduci dalla vittoria conquistati nel derby contro la Sampdoria in Coppa Italia, i padroni di casa sono alla ricerca della vittoria che potrebbe finalmente permettere alla squadra di risalire dal fondo della classifica. Nel primo tempo, le due formazioni danno vita ad un vivace testa a testa, giocando a viso aperto e creando diverse occasioni interessanti. A passare in vantaggio, dopo soli 10 minuti dal fischio d’inizio, sono gli ospiti, con Gervinho che sfrutta un passaggio perfetto di Kucka per bucare la difesa di Paleari con un potente destro. Nei minuti successivi, l’attaccante ivoriano torna a sfiorare il gol in almeno due occasioni. La rete del 2 a 0 per il Parma arriva tuttavia ad inizio secondo tempo, con Gervinho ancora una volta protagonista del tiro in porta. Trascorrono solamente pochi minuti e, sfruttando un batti e ribatti in area, Shomurodov mette a segno il primo gol per i rossoblu, accorciando il vantaggio degli avversari. Per il giocatore ucraino si tratta della prima rete realizzata in Serie A. Il Genoa cerca strenuamente il pareggio nella restante parte del secondo tempo, ma senza successo: il match si conclude con la vittoria dei ducali, che si impongono per 2 a 1. Il Genoa conclude così il 9o turno di campionato scivolando in penultima posizione, superato dal Torino.

22 novembre 2020
Udinese – Genoa 1 – 0

Nella sfida valida per l'ottava di campionato, l'Udinese vince di misura contro il Genoa e sorpassa in classifica anche Torino e Parma. Primo tentativo della serata per Samir, ma termina alto. Le due formazioni si studiano, l'avvio di gara è equilibrato, poi Bani ci prova di testa ma non inquadra la porta di Musso (22'). Al 34', De Paul la sblocca con un potente destro dalla distanza su assist di Pereyra. Segue il tentativo di Pellegrini, poi due conclusioni di Scamacca, ma senza fortuna. All'84', è ancora De Paul a sfiorare il gol su punizione, ma il tiro trova la traversa. Il Genoa mette in atto l'assalto finale, Musso fa miracoli su Bani, poi Scamacca trova il pareggio, ma per il Var in fuorigioco (94'). Nel finale c'è tempo per l'epulsione diretta di Perin per l'uscita scorretta su Stryger Larsen. Seconda vittoria stagionale per l'Udinese che scavalca il Genoa, penultimo a quota 5 punti.

8 novembre 2020
Genoa – Roma 1 – 3

La Roma di Fonseca espugna il Marassi nel match valido per la settima giornata di Serie A contro il Genoa. 3-1 termina la gara di Genova. Ibañez ci prova subito per la formazione ospite, poi Mkhitaryan va vicino al vantaggio, ma il suo tiro si stampa sulla traversa grazie alla deviazione di Perin. Nei minuti di recupero della prima frazione di gioco, i giallorossi passano grazie al colpo di testa di Mkhitaryan sugli sviluppi di un angolo calciato da Veretout. Nel secondo tempo, Bruno Peres spreca un'occasione per raddoppiare. Da occasione mancata a rete subita: il Genoa pareggia al 50' con Pjaca che, servito da Scamacca, beffa Lopez e segna il gol dell'1-1. Mkhitaryan ripete il copione venti minuti dopo, siglando il raddoppio su assist di Bruno Peres. È sempre il giallorosso armeno a mettere la firma sul tris degli ospiti, con un tiro a giro su assist di Pedro che vale la sua tripletta personale, nonché il terzo posto in classifica per la Roma. Male invece per gli undici di Maran, che non si muovono dalla terzultima posizione.

1° novembre 2020
Sampdoria – Genoa 1 – 1

Il derby tra Samp e Genoa valido per il sesto turno di Serie A termina in pareggio per 1-1. Nel primo tempo, a sbloccare il match è Jankto dalla distanza (23'), al quale segue la pronta risposta del Genoa con Zapata che si vede bloccare la palla da Audero. Appena cinque minuti più tardi, Audero non può nulla sul tiro di Scamacca in area (il primo gol da titolare in massima serie). Rovella ha una chance dal limite, poi l'intervallo va a sedare gli animi accesi tipici della stracittadina. Nel secondo tempo la Samp è più propositiva, Keita centra il palo dal limite, poi Damsgaard spreca a porta vuota sulla ribattuta. Al 78', Keita cerca nuovamente la porta ma viene bloccato, mentre, sul lato opposto, Pjaca spreca una buona chance in ripartenza e il risultato al Ferraris rimane fermo sull1-1.

24 ottobre 2020
Genoa – Inter 0 – 2

Si hanno delle difficoltà oggettive nel giudicare l’avvio di stagione del Genoa che è stato migliore di quello di alcune dirette concorrenti, ma comunque poco soddisfacenti. Soprattutto un avvio falsato dal coronavirus che ha trasformato l’infermeria del grifone in un lazzaretto e ha privato di molti giocatori titolari. Nella partita contro l’Inter ci sono stati molti rientranti, anche se la loro condizione non è, per forza di cose, eccezionale. Tuttavia bisogna sottolineare come tra le due rossi passi un abisso anche in condizioni normali, al netto di ciò la sconfitta per 2 a 0 ci può stare. Il Genoa non ha sbagliato granché in difesa, eppure ha preso due gol dove la fisicità dell’Inter si è fatta prorompente: prima col solito Lukaku al 64’, poi con D’Ambrosio al 79’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo in cui l’area era piena zeppa di colpitori di testa eccezionali. Piuttosto c’è da riflettere sulla statistica degli zero tiri in porta nel corso dei 90 minuti, un dato che fa pensare. In questa serie A il generoso ed esperto Pandev non può fare la punta titolare, soprattutto se la squadra fa enorme fatica a servirlo. Al Genoa resta la certezza di un calendario favorevole nel mese di novembre, un filotto di partite in cui l’obbligo sarà quello di fare il maggior numero di risultati utili possibili.

19 ottobre 2020
Verona – Genoa 0 – 0

Tra Hellas e Genoa finisce a reti inviolate e, per quello che si è visto in campo, la squadra che ha maggior ragione di esultare è proprio quella ligure. Il grifone infatti ha avuto un’unica grande occasione, con Pandev alla fine del primo tempo, il macedone in contropiede ha sparacchiato sui pugni del portiere. In generale l’attaccante molto esperto del Genoa avrebbe bisogno di un compagno d’armi, qualcuno con cui dialogare e permettere alla squadra di salire. Pandev invece ama attaccare lo spazio, ma avendo avuto poco possesso palla i suoi sono riusciti raramente a servirlo. Il risultato è che i rossoblu sono usciti raramente dalla propria metà campo. Nel primo tempo il Verona aveva già avuto due o tre occasioni interessanti, ma nella ripresa la spinta dell’Hellas si è trasformata in assedio. Così Colley, Favilli e gli altri hanno cominciato il tiro al bersaglio, Tameze sulla tra quarti ha recuperato ogni pallone possibile per poi affidarlo al proprio reparto d’attacco. Se il Genoa ne esce con un punto deve ringraziare il suo uomo migliore in campo, il capitano Mattia Perin.

4 novembre 2020
Genoa – Torino 1 – 2

Il 4 novembre 2020, Genoa e Torino disputano la partita di recupero valida per la terza giornata di campionato, inizialmente prevista per il 4 di ottobre, ma rinviata per un focolaio di covid nel Genoa. Sul campo dello stadio Marassi, il Genoa cade sotto il gioco solido e lucido del Torino, alla sua prima vittoria in questa stagione. Al 10' arriva il vantaggio dei granata: Murru calcia di forza, Goldaniga si impappina, Lukic non si lascia sfuggire l'occasione, controlla e la insacca sul palo accanto a Perin. Timida reazione dei padroni di casa, poi c'è un contatto tra Bremer e Lerager in area, l'arbitro viene chiamato al Var ma non ci sono le condizioni per il penalty. Il Toro allunga subito dopo con un autogol di Pellegrini su rimpallo con Lukic. Nessuna reazione da parte del Grifone, non c'è quasi partita. Al 93', dopo non aver quasi toccato palla, Sirigu si fa bucare la rete da un tiro ravvicinato di Scamacca, ma è tardi per cambiare le sorti del match. Vince il Torino al Marassi per 2-1.

27 settembre 2020
Napoli – Genoa 6 – 0

Qual è il vero Genoa, quello che ha vinto contro il Crotone o quello che ne ha presi 6 dal Napoli? I tifosi sperano in una via intermedia, diciamo pure il Genoa del primo tempo contro i partenopei. Anche se l’avversario era più forte i grifoni hanno tenuto bene il campo, subiscono il gol di Lozano al 10’ ma non escono dal match e, con un po’ di precisione in più, potrebbero anche pareggiare. Il secondo tempo è, purtroppo per i rossoblu, un lungo tabellino che esalta la prestazione del Napoli: Zielinski al 46’, Mertens al 57’, Lozano al 65’, Elmas al 69’, Politano al 72’. Sul 6 a 0 il Napoli ha tirato il freno a mano, l’impressione è che ogni azione offensiva si sarebbe potuta concludere in una rete. Maran dovrà soprattutto capire come mai i suoi hanno mollato a tal punto, poiché va bene perdere con il Napoli al San Paolo, ma prenderne 5 in un tempo solo è inaccettabile in ogni contesto.

20 settembre 2020
Genoa – Crotone 4 – 1

Il Genoa del nuovo corso Maran tiene a battesimo il ritorno in Serie A del Crotone. Peggio non poteva andare per i calabri che già a fine primo tempo erano fuori dal match. Mattia Destro ha aperto le danze al 6’ con un facile appoggio in porta su assist di Ghiglione, previo sanguinoso errore in copertura del difensore Mazzotta. Pochi minuti dopo e il Genoa raddoppia con Pandev: innescato dal bel lancio di Goldaniga supera il portiere con un elegante scavino. Crotone frastornato e Genoa ispiratissimo, Destro si fa vedere ancora cogliendo una traversa dalla lunga distanza. Poi il lampo di Riviere che anticipa tutti sul cross di Molina e accorcia le distanze. Potrebbe essere l’episodio che riporta il Crotone in gara, ma 5 minuti dopo Zappacosta firma il 3 a 1 ligure con un gran destro da fuori. Al 75’ Pjaca mette il punto sul match con un preciso diagonale che vale il 4 a 1. Buona la prima di questo Genoa in cui segnano ben 3 esordienti e Ghiglione, anche lui prima in rossoblu, a dispensare gioco.

2 agosto 2020
Genoa – Verona 3 – 0

Successo e salvezza per il Genoa nell'ultima di campionato. I liguri vincono per 3-0 contro il Verona realizzando il tris di reti nella prima frazione di gioco. Il Verona c'è, ma non riesce a concretizzare e spreca più occasioni, nonché la superiorità numerica da metà ripresa in poi. Inizia meglio l'Hellas, che sfiora il vantaggio con Dimarco, ma il suo tentativo termina fuori di poco. Il Genoa cresce, capisce che deve fare di tutto per vincere e conquista il vantaggio: al 13', cross di Lerager per Sanabria che spiazza Gunter e, di testa, brucia Radunovic. Il Verona reagisce, fa forcing, ma il Genoa difende bene la propria metà campo. I padroni di casa raddoppiano al 25' con Pandev che si inventa un assist per Sanabria che la mette dentro sul filo del fuorigioco. I gialloblù non ci stanno, reagiscono e cercano la conclusione con Dimarco dalla distanza, ma il tiro viene deviato in corner. Il Genoa la chiude sugli sviluppi di un angolo: calcia Jagiello sul secondo palo, Romero da dietro si impone su Radunovic di testa. Il Verona prova a riaprire la partita con il Genoa che forte del triplo vantaggio e delle notizie di Lecce amministra senza problemi. Al 17', fallo a centrocampo di Romero su Pazzini, secondo giallo e Genoa in dieci (Juric espulso per proteste). Dopo un susseguirsi di occasioni non colte da parte del Verona, Cassata e Amrabat si azzuffano e vengono espulsi, poi, dopo una salvata di Perin su Faraoni, il Genoa festeggia la salvezza.

29 luglio 2020
Sassuolo – Genoa 5 – 0

Nel match valido per la 37esima giornata di Serie A, il Sassuolo batte il Genoa con una goleada spettacolare. Un 5-0 casalingo per i neroverdi, che si portano a quota 51 mentre il Genoa si giocherà la salvezza nell’ultimo atto del torneo. Il Sassuolo domina il rettangolo di gioco nei primi 45 minuti, mostra la sua superiorità con i gol di Traoré (26') e Berardi (39') che conclude in porta con uno splendido tiro a giro che si insacca all'incrocio dei pali. Caputo e Traoré divorano il possibile tris, poi, a inizio ripresa, Pandev prova a ridurre le distanze, ma Consigli respinge. É quindi il Sassuolo ad andare a segno ancora con Caputo che la infila di piatto al 66’. Gol annullato ai liguri poco dopo, segue un uno-due fatale del Sassuolo: Caputo e Raspadori portano il risultato sul 5-0. Con la vittoria del Lecce contro l'Udinese, il Genoa quartultimo è a +1 dai salentini e si giocherà la salvezza negli ultimi 90 minuti del torneo.

22 luglio 2020
Genoa – Inter 0 – 3

Il Grifone affronta al Luigi Ferraris i nerazzurri, per un match che vede tutti i pronostici a favore degli avversari, ma che allo stesso tempo risulta determinante per la formazione rossoblu, ancora in cerca dei punti necessari per allontanarsi dalla zona calda della classifica. Nicola sceglie di schierare in campo la coppia d'attacco formata da Pinamonti e Favilli, mentre in difesa c'è il trio Goldaniga-Romero-Zapata. Nonostante un inizio positivo, il Genoa incassa il primo gol al 34', con Lukaku che supera la difesa di Perin con un colpo di testa su cross di Biraghi. Nella ripresa, Criscito riesca a rendersi pericoloso a più riprese, sfiorando il gol al 63'. Negli ultimi 10 minuti di gioco, però, gli ospiti tornano ad imporsi, prima con Sanchez, che realizza con la palla messa al centro da Moses, e poi, ancora una volta con Lukaku, autore di una brillante azione conclusa con un tiro diagonale. La sfida termina così con una sonora sconfitta per i padroni di casa, superati dai nerazzurri per 3 a 0. Il Genoa rimane così bloccato a quota 36 punti e con solo 4 lunghezze di vantaggio sul Lecce terzultimo classificato.

22 luglio 2020
Sampdoria – Genoa 1 – 2

Un gol di Lerager regala il derby della Lanterna al Genoa dopo oltre 4 anni di astinenza. Una frenata sotto la pioggia per la Samp nella serata al Ferraris, in occasione del 35esimo turno di Serie A. Dopotutto, la Samp, forte della sua salvezza già decisa, si ritrova ad affrontare un Genoa con l'acqua alla gola in cerca di tre punti fondamentali in chiave salvezza. La partita si scalda subito nonostante la pioggia: al 22', Colley si fa anticipare da Pandev in area di rigore e conquista un penalty che Criscito dal dischetto non sbaglia con un tiro di potenza che si infila sotto la traversa. Poco dopo ci pensa Gabbiadini a spegnere gli entusiasmi del grifone: Bonazzoli va al tiro, il pallone finisce tra i piedi di Criscito che lo devia verso Gabbiadini che la insacca e trova il pareggio. Lerager tenta il soprasso sullo scadere del primo tempo, ma il gol viene annullato per fuorigioco di Romero. La Samp preme pesantemente a inizio ripresa con Quagliarella, poi, come vuole la tradizione dei derby, sul finale arrivano i colpi di scena: Berezynski si fa trovare impreparato su un recupero di Jagiello, Lerager raccoglie dal limite, scaglia e supera Audero segnando la rete del 2-1. Tre punti preziosi per i rossoblù, che restano quartultimi a + 4 sul Lecce grazie anche a Perin, che sul finale salva il potenziale pareggio dei blucerchiati bloccando un tiro di Ramirez. Per gli undici di Ranieri arriva la prima sconfitta dopo tre risultati utili di fila.

19 luglio 2020
Genoa – Lecce 2 – 1

Posta in gioco altissima in questo match che vede uno scontro diretto tra il Lecce terzultimo in classifica e il Genoa subito sopra, ad un solo punto di distanza. Fallito il tentativo di allungo contro il Torino (match finito in maniera disastrosa per 3 a 0), per i grifoni è una delle ultime occasioni per portarsi definitivamente in zona salvezza. Mancano solo 5 giornate alla fine del campionato e i 3 punti valgono oro. Sarà anche per questo motivo che i rossoblù partono subito all’attacco, mostrando i denti già al terzo minuto di gioco, quando un cross di Masiello diventa una buona occasione, purtroppo non sfruttata a dovere da Pandev, che conclude debolmente lasciandosi intercettare senza problemi da Gabriel. Poco dopo, ancora Pandev serve Sanabria e questa volta la palla centra lo specchio della porta, regalando il vantaggio ai padroni di casa. I salentini rispondono in maniera efficace solo alla ripresa, quando Mancosu, che a fine primo tempo aveva sbagliato un rigore mandando alta la palla, crossa e ottiene il pareggio. La partita prosegue con entrambe le formazioni attente a non sbagliare, ma all’81’ un clamoroso autogol per un rimbalzo sulla schiena del portiere del Lecce porta il Genoa in vantaggio. Il match si chiude con la vittoria dei padroni di casa, che vedono allontanarsi il rischio retrocessione, mentre sui salentini si allunga l’ombra del possibile ritorno in serie B.

16 luglio 2020
Torino – Genoa 3 – 0

Nuovo inciampo per il Grifone, che nonostante la buona prova del precedente turno, nella 33a giornata torna a collezionare una sconfitta, capitombolando allo Stadio Olimpico – Grande Torino nell’atteso match contro la formazione granata. Nei primi minuti di gioco la formazione guidata da Davide Nicola si rende protagonista di un buon avvio, mostrando aggressività a sfiorando il gol dell’1 a 0 dopo appena 7 minuti di gioco, con Pinamonti che cerca la porta su cross di Iago Falque, incontrando tuttavia la puntuale difesa di Sirigu. A partire dal 25’, però, gli equilibri in campo mutano e i padroni di casa incalzano lo schieramento rossoblu, fino a trovare il gol del vantaggio con Bremer, che segna di testa su calcio d’angolo di Verdi. Nella ripresa, il Genoa fatica nel possesso palla e nel creare occasione e i granata ne approfittano per allungare il vantaggio: al 72’ arriva la rete del 2 a 0 con Lukic, mentre al 90’ è Belotti a chiudere definitivamente la gara consegnando ai suoi il terzo gol della giornata e mettendo a segno la settima marcatura consecutiva in 7 giornate. La sconfitta subita a Torino rappresenta un colpo pesante per il Genoa, che rimane fermo in fondo alla classifica, con un solo punto di vantaggio sul Lecce terzultimo classificato e a rischio retrocessione.

12 luglio 2020
Genoa – Spal 2 – 0

Appuntamento in casa contro gli spallini per il Genoa nella 32a giornata di campionato: la formazione ligure non conquista una vittoria da prima dello stop del campionato ed è alla ricerca di punti indispensabili per allontanarsi dalla zona retrocessione e mettersi al riparo dal pericolo di un sorpasso da parte del Lecce. Nella sfida con la Spal, il tecnico Nicola sceglie di optare per un modulo più offensivo rispetto a quello visto contro il Napoli, confermando però buona parte della formazione vista in campo nel turno precedente, con in attacco Pandev e Iago Falque a supportare Pinamonti. In avvio di gara, i padroni di casa mostrano subito i denti: la formazione estense si rivela un avversario non semplice, ma nonostante la buona prova degli spallini la squadra non riesce a dar vita a vere occasioni gol. Complice il clima torrido i ritmi della sfida si mantengono bassi: al 24', i rossoblu si portano in vantaggio, con Iago Falque che tocca la palla e Pandev che, liberatosi di Bonifazi, centra lo specchio della porta beffando Letica. Nel secondo tempo, poi, arriva anche il gol del 2 a 0, questa volta firmato da Schone, che realizza su calcio di punizione con un tiro perfetto, che supera la barriera e centra la porta nell’angolino alto. Il Genoa conquista il match contro la Spal con il punteggio finale di 2 a 0, conquistando così la prima vittoria dal momento della ripresa del campionato e aggiudicandosi 3 punti, che continuano a garantire alla squadra la 17a posizione (ad una sola lunghezza di distanza dai lupi salentini).

08 luglio 2020
Genoa – Napoli 1 – 2

Il buon momento del Napoli coincide con la disfatta casalinga del Genoa, al suo terzo passo falso in altrettante gare disputate in casa dopo la ripartenza della Serie A. Finisce 2-1 la sfida tra il Grifone e gli azzurri al Ferraris, con i partenopei che gonfiano subito la rete dopo appena 7 minuti: Elmas soprende Perin, ma l'abritro annulla poco dopo per fallo di mano di Manolas. Il Napoli attacca e lo fa con il possesso palla al massimo, costringendo Perin a un paio di salvataggi. Sul finale del primo tempo, i partenopei si portano in vantaggio con Mertens, bravissimo a sfruttare l'imbeccata di Insigne.

La ripresa inzia con il pareggio del Genoa: corner di Schone, Goldaniga anticipa di testa ed è l'1-1. Subito dopo Politano spaventa Perin, ma la conclusione è sulla traversa. Al 66', Lozano supera Biraschi, calcia di potenza e la insacca. Gli undici di Gattuso vanno nuovamente in vantaggio, questa volta definitivo: 2-1 per il Napoli al Marassi.

Disfatta in campo amico per il Grifone, che ora si trova al terzultimo posto alle spalle del Lecce. Gli uomini di Nicola mostrano di avere il cuore, ma è chiaro che bisogna risolvere delle pesanti lacune difensive trovando il gol con più fluidità, questo almeno per assicurarsi la permanenza in categoria in questo incandescente atto finale del campionato.

05 luglio 2020
Udinese – Genoa 2 – 2

Questa partita in qualche modo è la metafora del campionato rossoblu: di fatica e poche soddisfazioni, rischi altissimi ma tanta tenacia profusa per tenersi a galla. Nello specifico questo match è stato totalmente appannaggio dell’Udinese, una delle rivali in chiave salvezza, eppure il Genoa non ne è uscito sconfitto. I bianconeri hanno premuto sull’acceleratore fin dall’inizio, capitalizzando nelle migliori occasioni: Fofana che mette dentro di testa al 44’, il raddoppio di Kevin Lasagna al 73’. Dopo tre quarti di gara dominati e un risultato sul 2 a 0 il Genoa la riacciuffa con un gol del redivivo Pandev e un rigore al 97’ di Pinamonti, peraltro sbagliato e poi ribadito in porta. Che sia questo l’episodio buono per rilanciare il morale e la classifica del Genoa?

30 giugno 2020
Genoa – Juventus 1 – 3

Il Genoa ha un disperato bisogno di punti, ma la Juventus è proprio la squadra peggiore contro cui andarli a cercare. Gli uomini di Sarri sono di un altro livello, il problema per il grifone però è che gli attaccanti bianconeri si sono ritrovati tutti in una serata di grazia, soprattutto dal punto di vista balistico. Già nel primo tempo lo aveva dato a vedere Cristiano Ronaldo, fermato in un paio d’occasioni da Perin. Poi nel secondo tempo è stato trafitto dall’attuale arma in più juventina: il sinistro di Dybala. Al 50’ è 1 a 0. Ronaldo non ci sta a essere messo in ombra e così fa gol con un tiro da fuori dei suoi, di quelli che bucano la porta. Il 3 a 0 poi è una perla di Douglas Costa che tira dal vertice dell’area e insacca con un delizioso sinistro a giro. Per il Genoa c’è poco da fare se non segnare il 3 a 1 con Pinamonti, unica nota positiva da cui tocca ripartire.

27 giugno 2020
Brescia – Genoa 2 – 2

Se la serie B può attendere allora sarebbe questo il momento di dimostrarlo, ma il Genoa non potava cominciare peggio questa gara. La difesa rossoblu dimentica prima Donnarumma e poi Semprini, così al 13’ è già sotto di due gol. Il grifone però non ci sta e vuole subito rientrare in partita. Intorno al 38’ Papetti salta scomposto sulle spalle di Romero, così Irrati fischia rigore. Iago Falque non sbaglia dagli 11 metri. Poi si rientra in campo dopo il secondo tempo e il Genoa prosegue nell’essere padrone del gioco. Per il pareggio però bisognerà attende un nuovo fischio dell’arbitro, stavolta per un fallo di mano in area bresciana. Ancora rigore, stavolta ci pensa Pinamonti che al 69’ porta i suoi sul 2 pari. A questo punto ci sarebbe sufficiente tempo per andare a vincere il match, cosa per poco non riesce al Genoa. Per 20 minuti i rossoblu tengono sotto scacco la retroguardia bresciana, che però difende il fortino quel tanto che basta a portare a casa almeno il pari.

23 giugno 2020
Genoa – Parma 1 – 4

I rossoblu di Davide Nicola tornano a scendere in campo contro i gialloblu, questa volta nella cornice del Luigi Ferraris, per un match che ancora una volta si traduce in una cocente disfatta per i padroni di casa. Il Parma domina la sfida sin dai primi minuti di gioco: mattatore dell’incontro è un inarrestabile Cornelius, che apre le danze al 18', spiazzando Perin con un potente destro e portando i suoi in vantaggio per 1 a 0. Al 29', occasione per il Grifone, con Criscito che batte dagli undici metri centrando tuttavia il palo. Al 33', Cornelius torna ad imporsi grazie all’assist su cross di Laurini, piazzando una palla imparabile e raddoppiando il vantaggio dei crociati. L’attaccante ex Atalanta torna a ripetere l’impresa dell’andata, rendendosi ancora una volta autore di una travolgente tripletta contro il Genoa: al 55', Laurini torna a servire una palla gol, che Cornelius insacca con un colpo di testa. È proprio Laurini, qualche minuto più tardi, a commettere un fallo di mano in area che consegna alla formazione ligure il secondo calcio di rigore della giornata: a battere è Iago Falque, che non spreca l’occasione e accorcia la distanza realizzando la prima rete del Genoa. Il match è tuttavia orma deciso: all’87', Kulusevski intercetta la spizzata di Cornelius e colpisce la palla di sinistro portando il risultato finale sul 4 a 1 per il Parma.

8 marzo 2020
Milan – Genoa 1 – 2

Gara attesa quella del girone di ritorno tra il Milan e il Genoa, disputata a porte chiuse, nella cornice di uno Stadio Giuseppe Meazza immerso in un silenzio quasi irreale. Entrambe le squadre sono in cerca del riscatto dopo una stagione vissuta, sebbene con risultati diversi, tra grandi incertezze. Nei primi minuti di gioco, i rossoneri si dimostrano particolarmente agguerriti, ma, a sorpresa, dopo appena 7 minuti dal fischio di inizio ecco arrivare il gol del vantaggio per il Genoa, firmato da Pandev su assist di Sanabria. Il Milan tenta di riorganizzarsi, ma la successiva mezz’ora di gioco trascorre senza grandi scossoni. Poi, al 41’ i rossoblu tornano a cogliere di sorpresa gli avversari: Cassata segna il gol dello 0 a 2, su cross di Biraschi e colpo di tacco di Schone. Nella ripresa la grande protagonista della gara continua ad essere la coppia d’attacco Pandev – Sanabria del Genoa. Poi, al 77’, il Milan trova la giusta occasione con Ibrahimovic, che accorcia il vantaggio degli ospiti portando il punteggio sull’1 a 2. Poche le emozioni nella fase conclusiva della partita, che vede il Grifone impegnato a difendere il risultato: Milan - Genoa termina senza ulteriori reti, consegnando così la vittoria alla formazione ligure.

Al termine della 26esima giornata di campionato, il Genoa conquista 3 punti, trovandosi nella diciottesima posizione in classifica, pari merito con il Lecce.