Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Scommesse Semifinale Europa League

La semifinale dell’Europa League è la penultima fase della competizione, ovvero quella che precede lo step finale della competizione, ossia la finale. Nelle semifinali si affrontano le quattro squadre vincenti delle gare dei quarti.

SNAI ti offre le migliori quote scommessa del mercato, per scommettere sulle spettacolari gare dell'Europa League, la seconda competizione per prestigio in Europa. Giocare sul portale di SNAI è semplice e intuitivo, è sufficiente accedere al sito SNAI.it, registrarsi e attivare un conto gioco. A questo punto, avrai accesso a tutte le informazioni che il gestore mette a disposizione per realizzare pronostici concreti e fedeli: potrai consultare il calendario delle prossime sfide in programma, i dati statistici sui precedenti tra le formazioni, lo stato di salute delle squadre e le informazioni generali.

Scegli tra le tante modalità di scommessa proposte, realizza il tuo pronostico con le informazioni a tua disposizione e piazza la tua giocata sull'esito dei match in programma.

Tra le squadre in gara per le semifinali di Europa League 2023/24, fissate per il 2 maggio, troviamo entrambe le formazioni azzurre ancora in lizza per il titolo. L'Atalanta deve affrontare il Marsiglia che, secondo i pronostici, è la favorita ma non c'è mai niente di certo quando si tratta di competizioni europee. Dall'altra parte, la Roma di De Rossi si ritrova davanti un vecchio nemico: il Bayer Leverkusen, che aveva già sconfitto nelle semifinali della scorsa edizione.

  • Olympique Marsiglia vs Atalanta
  • Roma vs Bayer Leverkusen

Il primo incontro tra Marsiglia e Atalanta si conclude in parità con reti di Scamacca e Mbemba. Entrambi i gol vengono segnati nel primo tempo: all'11' Koopmeiners trova spazio sulla trequarti e invece di tirare, serve Scamacca in area che, libero, batte Pau Lopez con il destro. Al 20', il Marsiglia gestisce bene un calcio d'angolo e la palla arriva a Mbemba al limite dell'area: il difensore congolese tira con il destro a giro, segnando verso sinistra dopo aver colpito il palo interno. Nel secondo tempo, le migliori occasioni sono per i francesi, con Ounahi che colpisce anche l'incrocio dei pali. La gara di ritorno si fa prettamente di marca bergamasca: al 30esimo minuto l'Atalanta passa in vantaggio con Lookman, che riceve palla sulla sinistra, si accentra e tira: il pallone, leggermente deviato, finisce vicino al palo destro. All'inizio del secondo tempo, il Marsiglia sfiora il pareggio con Ndiaye, ma l'attaccante dell'OM sbaglia a tu per tu con Musso. Pochi minuti dopo, al 52', l'Atalanta raddoppia: Ruggeri e Lookman scambiano in un uno-due, con Ruggeri che entra in area e calcia con il destro, mandando il pallone all'incrocio dei pali. Nel finale, al 94', El Bilal Touré recupera palla in zona offensiva e segna battendo Pau Lopez sulla destra. Con questa vittoria, l'Atalanta si qualifica per la finale del 22 maggio.

L'Olimpico ospita la sfida d'andata tra Roma e Leverkusen. Due gol al 28' di ciascun tempo condannano la formazione giallorossa alla sconfitta contro un Bayer praticamente impeccabile. I tedeschi, dopo la rete di Wirtz nel primo tempo, raddoppiano con un potente tiro da lontano di Andrich, mettendo un piede e mezzo in finale. La Roma, apparsa priva di energie e spesso sopraffatta dalle offensive degli avversari, manca per la prima volta in stagione l'appuntamento col gol casalingo. I giallorossi si mangiano le mani per la traversa colpita da Lukaku nel primo tempo e per il colpo di testa di Abraham, spedito fuori a porta vuota nei secondi finali. Nel ritorno a Leverkusen si assiste ad una partita ricca di emozioni, dove la Roma, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 1-0, rischia più volte di subire il pareggio dai padroni di casa ma trova il raddoppio con un altro rigore trasformato da Paredes. La beffa arriva all'82', quando Svilar, dopo una partita fin lì eccezionale, sbaglia l'intervento su un calcio d'angolo, contribuendo all'autorete di Mancini, che spegne le speranze giallorosse. Gli uomini di De Rossi non riescono a reagire e nel finale subiscono il 2-2 da Stanisic, che salva l'imbattibilità stagionale della squadra di Xabi Alonso. I tedeschi vanno dunque a Dublino, ma la Roma può camminare a testa alta dopo aver dimostrato il proprio valore, rimettendo in discussione fino all'ultimo una qualificazione che sembrava ormai chiusa dopo la gara di andata. I campioni di Germania conquistano così la terza finale europea della loro storia.

A seguito della fase dei quarti di finale, le squadre tornano a giocarsi l'accesso alla finale di Europa League in un turno di semifinale avvincente. Entrambe le italiane sono riuscite a passare il turno, hanno buone chance di approdare in finale. La finale è fissata per il 31 maggio 2023, solo le vincitrici del doppio scontro hanno accesso alla partita. Le combinazioni definite dal tabellone a seguito dei quarti sono:

  • Juventus vs Siviglia
  • Roma vs Bayer Leverkusen

La prima semifinale tra Juventus e Siviglia premia gli spagnoli. La gara di andata termina per 1 a 1, una partita molto equilibrata che mette in seria difficoltà i bianconeri. La partita di ritorno termina ai supplementari e consente agli spagnoli di ottenere il primo posto per la finale di Europa League 2022/23, la gara finisce per 1 a 2. La partita di andata è caratterizzata dai gol di Youssef En-Nesyri al minuto 26 e dalla rete di Federico Gatti al 90+7', il difensore va nuovamente in rete segnando un gol importantissimo per mantenere vive le speranze dei bianconeri. La gara di ritorno viene sbloccata dal gol di Vlahovic al minuto 65, Suso pareggia i conti al minuto 71, viene tutto rimandato ai tempi supplementari. Durante i minuti della quarta ripresa, esattamente al 115', Erik Lamela mette a segno un gran gol che consente agli spagnoli di passare il turno e ottenere l'ennesima qualificazione in finale di Europa League.

La seconda semifinale tra Roma e Bayer Leverkusen si decide tutta nella gara di andata con la vittoria dei giallorossi per 1 a 0 davanti al proprio pubblico. A segnare la vittoria della rosa di Mourinho è il gol di Bove, il centrocampista si fa trovare pronto al tap-in dopo la conclusione in porta di Abraham respinta dal portiere avversario. Nella gara di ritorno il Bayer Leverkusen prova ad andare in rete per pareggiare il conto, ma la formazione giallorossa è brava difendere il vantaggio fino a fine gara, finisce 0 a 0. Il passaggio di turno dei giallorossi gli concede un'occasione storica di ottenere il titolo europeo in finale contro il Siviglia.

Gara inaspettate ma tanto spettacolo e buon gioco in queste semifinali di Europa League 2021/2022. Dopo l'espulsione di Atalanta e Barcellona che sembravano essere le due favorite al titolo, le squadre che rimaste sono tutte sulla stessa barca. Gli scozzesi del Rangers continuano a sognare un'impresa storica che non avrebbe precedenti. Le gare sono state fissate dall'UEFA tra il 28 aprile ed il 5 maggio 2022, entro cui sapremo quali saranno le due finaliste del torneo.

Ecco un breve riassunto dei match che hanno delineato gli accessi alle semifinali di Europa League:

Atalanta - Lipsia 0 - 2 Lipsia – Atalanta 1 - 1 West Ham – Lione 1 – 1 Lione - West Ham 0 – 3 Eintracht – Barcellona 1 – 1 Barcellona – Eintracht 2 – 3 Braga – Rangers 1 – 0 Rangers – Braga 0 – 1

Andiamo adesso a scoprire gli scontri diretti per la semifinale. Da una parte troviamo il West Ham contro l'Eintracht, dall'altra invece ci sono Lipsia e Rangers. Di seguito i risultati e i commenti sui match di andata e ritorno:

West Ham – Eintracht 1 – 2 Eintracht – West Ham 1 – 0

Entrambe le squadre non sono abituate ad arrivare a questo punto della competizione, chiunque uscirà vincente dal doppio scontro conquisterà una finale storica per il proprio club. Gli inglesi sulla carta sembrano avere una rosa tecnicamente migliore, ma dopo l'impresa del Francoforte contro il Barcellona nulla può essere dato per scontato. La gara di andata si conclude con una vittoria dell'Eintracht per 1 a 2 con la rete di Antonio per gli Hammers e i gol di Knauff e Kamada per l'Eintracht. I tedeschi portano a casa una vittoria insperata fuori casa, ora saranno certamente favoriti nella gara di ritorno.

Tra le mura di casa il Francoforte è un'altra squadra, poche le speranze per gli inglesi del West Ham, zero dopo l'espulsione subita da Cresswell al minuto 19. Il West Ham si ritrova a giocare in inferiorità numerica per tutta la sfida. I padroni di casa ne approfittano subito con il gol di Maury al minuto 26. La gara si conclude proprio sul risultato di 1 a 0, l'Eintracht conquista un posto in finale entrando ufficialmente nella storia.

Lipsia – Rangers 1 – 0 Rangers – Lipsia 3 – 1

Il Lipsia parte favorito visto l'enorme vantaggio tecnico e il successo nei quarti contro l'Atalanta. Tuttavia il Rangers sta vivendo un sogno che non ha intenzione di interrompere. Nella sfida di andata i tedeschi si dimostrano superiori trovando la vittoria per 1 a 0 con Tasende al minuto 85. Nulla di interessante nella seoncda frazione di gioco.La gara è magra di occasioni ma sono sufficienti per delineare un vincitore, il Lipsia chiude in vantaggio e vola in Scozia con meno pressione rispetto agli avversari che dovranno necessariamente vincere per accedere alla finale.

Dopo la gara di andata gli scozzesi del Rangers vogliono dimostrare di non essere arrivati fino a questo punto per caso. Nonostante la sconfitta per 1 a 0 della gara di andata, l'accesso alla finale è ancora tutto da giocare bastano due gol di scarto per ottenere il pass per la gara più importante della loro stagione. La partita si rivela molto diversa da quella vista e Francoforte, tanti gol e azioni. Il Rangers parte in quarta trovando il primo gol della sfida al minuto 18 con Tavernier che porta in vantaggio i suoi e riapre subito il discorso. I padroni di casa approfittano del buon momento e vanno per la seconda volta in rete con Glen Kamara al minuto 24. Il primo tempo si conclude quindi sul 2 a 0, risultato che consegnerebbe la finale nelle mani degli scozzesi. Nel secondo tempo il Lipsia riesce a rispondere con il gol di Nkunku al minuto 70, le loro speranze però durano poco: si infrangono al momento del gol di Lundstram al minuto 80. Il Rangers vince per 3 a 1 conquistando una finale storica. Dovranno affrontare l'Eintracht in finale di Europa League.

A differenza della passata edizione, che è stata cambiata in corso d’opera a causa della pandemia di coronavirus esplosa nel marzo 2020, le semifinali della seconda competizione europea più importante, 2020/21, sono state disputate come stabilito inizialmente da calendario, confermando chiaramente l’assenza di pubblico sugli spalti. Le date di queste partite sono state 29 aprile per quanto riguarda le sfide di andata, 6 maggio per i match di ritorno. Tutte le partite sono state giocate alle ore 21:00.

Di seguito ecco una sintesi di come sono andati i quarti di finale:

Granada - Manchester Utd 2 - 0 Manchester Utd – Granada 0 - 2 Dinamo Zagabria – Villareal 0 – 1 Villareal - Dinamo Zagabria 2 – 1 Arsenal – Slavia Praga 1 – 1 Slavia Praga – Arsenal 0 – 4 Ajax – Roma 1 – 2 Roma – Ajax 1 – 1

Vediamo di seguito quali sono stati i risultati delle gare semifinali di Europa League, giocate con formula di andate e ritorno.

Villareal – Arsenal 2 – 1 Arsenal – Villareal 0 – 0

Il Villareal mette subito la propria qualificazione sui giusti binari segnando per ben due volte nella prima mezz’ora della gara di andate. Il sottomarino giallo ha una manovra travolgente, l’Arsenal abbassa troppo il baricentro e subisce prima le reti di Trigueros al 5’ e quella di Albiol al 29’. La partita si mette ancora meglio per gli spagnoli quando al 57’ Ceballos busca il secondo giallo e va fuori. Ma la risposta dell’Arsenal arriva al 73’ con il rigore di Pepe, seguito da almeno tre azioni in cui i londinesi potrebbero riuscire a conquistare il pareggio.

La gara di andata aveva dato un risultato ancora in bilico che l’Arsenal ha cercato di volgere a proprio vantaggio nella gara di ritorno. Tuttavia la sfortuna ha avuto un grosso ruolo in questa sfida: Aubameyang ha colto due legni e altre occasioni per i Gunners sono andate sprecate per pochi centimetri. Da par suo il Villareal ha cercato di giocare la partita più accorta possibile, facendosi bastare lo zero a zero e conquistando la prima finale europea della sua storia.

Manchester United – Roma 6 – 2 Roma – Manchester 3 – 2

Pioggia di gol tra Manchester United e Roma. La qualificazione si decide nel secondo tempo della gara di andata. La Roma va sotto al 9’ per il gol di Fernandes, poi però, con una gran prova di audacia, riesce a ribaltare il risultato con i gol di Pellegrini e Dzeko. Nonostante questo nella prima frazione di gioco Fonseca è costretto ad effettuare ben 3 sostituzioni per infortunio, cosa mai accaduta in una competizione europea. Una vera sfortuna che apre le porte dell’inferno alla squadra capitolina. Nel secondo tempo infatti lo United va a valanga e segna 5 gol, doppietta di Cavani, ancora gol di Fernandes, infieriscono infine Pogba e Greenwood. Per la Roma non c’è speranza al ritorno.

All’Olimpico la Roma salva almeno la faccia e vince 3 a 2. Il primo tempo è del Manchester che segna al 39’ ancora con Cavani. Nel secondo tempo la Roma comincia a raccogliere i frutti del suo buon gioco e la ribalta con Dzeko e Cristante. Complice la troppa sicurezza degli inglesi la Roma potrebbe segnare ancora e addirittura rischiare di riaprire la pratica. Complice però la sfortuna i vari attacchi non vanno in porto, lo United pareggia con Cavani al 68’ e chiude definitivamente la pratica. Unica nota lieta per l’ultima italiana rimasta in Europa è stato il gol dell’esordiente Zalewski che ha reso meno amara l’uscita dalla competizione dei capitolini.

Così come la Champions League, anche l’Europa League 2019/2020 si è conclusa con una fase Final Eight, una sorta di mini torneo disputato in Germania. Le sedi delle partite sono state scelte presso quattro città del Nordreno-Westfalia, ovviamente ogni match è stato disputato a porte chiuse. Dopo aver terminato il quadro degli ottavi, si è proceduto a disputare i quarti e le semifinali che andiamo a descrivere, tenutesi tutte a Colonia. Bisogna considerare al netto dei risultati che questi match si sono tenuti a poca distanza l’uno dall’altro, comportando un notevole stress fisico per gli atleti impegnati.

Di seguito ecco una sintesi di come sono andati i quarti di finale:

Shakhtar – Basilea 4 – 1

Wolves – Siviglia 0 - 1

Inter - Leverkusen 2 - 1

Manchester Utd – Copenhagen 1 – 0

Le semifinali si sono disputate con gare a eliminazione diretta, nelle seguenti date:

  • Semifinali: 16-17 agosto (le sedi delle sfide sono da confermare)

Tutte le gare si sono giocate alle ore 21:00 CET. I sorteggi per le semifinali della UEFA Europa League 2019/20 hanno avuto luogo il 10 luglio 2020 a Nyon.

Vediamo di seguito quali sono stati i risultati delle gare uniche delle semifinali di Europa League.

Inter – Shakhtar 5 – 0

Martinez 19’ (I)
D’Ambrosio 64’ (I)
Martinez 74’ (I)
Lukaku 78’ (I)
Lukaku 84’ (I)

Dominio assoluto della squadra nerazzurra che palesa uno stato di forma in fase ascendente verso il culmine della stagione. Gli uomini di Conte non si fanno mai sorprendere, chiudono il primo tempo in vantaggio e dilagano nella ripresa realizzando 4 delle 5 reti con cui rifilano una sonora manita agli ucraini.

Siviglia – Manchester Utd 2 – 1

Fernandes 9’ (M)
Suso 26’ (S)
de Jong 78’ (S)

Gli spagnoli confermano lo special feeling con la competizione e rimontano lo svantaggio causato dal penalty con cui Bruno Fernandes sblocca il match. Ci pensa l’ex milanista Suso a rimettere il match sui binari giusti, de Jong ha pensato al resto regalando la finale ai suoi.