Le regole del poker variano a seconda della variante a cui si gioca e al luogo in cui si gioca. Le regole del poker infatti non variano solo in base alla tipologia del gioco ma anche in base alla zona del mondo in cui ci si trova (e spesso anche da tavolo a tavolo, per questo è sempre buona norma informarsi prima di sedersi).

Lo scopo del gioco è sempre quello di ottenere la combinazione migliore e chi vince ottiene l'intero montepremi nel “piatto”, ossia l'intero ammontare delle puntate in denaro o in fiche. Vince dunque chi ottiene la combinazione di maggiore valore o induce tutti gli altri giocatori ad abbandonare la partita. Le combinazioni vincenti in ordine decrescente sono per il poker europeo:

  • Scala Reale
  • Scala Colore
  • Poker
  • Full
  • Colore
  • Scala
  • Tris
  • Doppia Coppia
  • Coppia
  • La carta più alta


Le carte vengono distribuite coperte o scoperte a seconda della variante del poker che si sta giocando, da un numero minimo di due a un massimo di cinque carte ad ogni giocatore. Sono comunque sempre necessarie cinque carte per ottenere una combinazione.

Nelle cosiddette varianti di community cards poker, le carte distribuite coperte non superano le quattro carte (come nel poker omaha) e sono generalmente due (poker texas hold'em), per ottenere una combinazione tutti i giocatori attingono alle carte comuni che sono poste scoperte e visibili a tutti al centro del tavolo.

Le fasi del gioco si alternano tra la distribuzione delle carte (e talvolta, come nel poker tradizionale, nella sostituzione di una o più carte) e le puntate (le scommesse fatte attraverso fiche o soldi veri, nel caso del cash game).

Per conoscere nel dettaglio le regole delle diverse varianti del poker, potete consultare le nostre pagine dedicate: