Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Quarti di finale Mondiali Qatar 2022

I quarti di finale rappresentano la terzultima fase della manifestazione, vi partecipano otto squadre e quelle che ne escono vincenti accedono alle semifinali.

I quarti di finale di Qatar 2022 si disputeranno il 9 e il 10 dicembre 2022. Le quattro partite si disputeranno presso Ar Rayyan, Lusail, Doha e Al Khawr. Le squadre vincitrici si qualificheranno per le semifinali, che avranno luogo il 13 e 14 dicembre 2022. In attesa dell'avvio del prestigioso torneo, ripercorriamo i quarti di finale delle ultime edizioni.

SNAI vi accompagna nell'avventura online dei Mondiali Qatar 2022, fornendo quote vantaggiose, bonus e promozioni che renderanno il gioco ancora più emozionante. Con SNAI si può scommettere sulle diverse fasi della manifestazione calcistica, compresi gli attesissimi e prestigiosi quarti di finale.

I quarti di finale del Mondiale Russia 2018 si sono giocati il 6 luglio 2018 nello Stadio Nižnij Novgorod dell'omonima città e presso la Kazan Arena di Kazan, mentre, il 7 luglio 2018, sono stati disputati presso lo Stadio Olimpico Fist di Sochi e nel Futbol'nyj stadion di Samara.

Le sfide valide per l'accesso alla semifinale sono state Uruguay - Francia, Brasile - Belgio, Russia - Croazia e Svezia - Inghilterra.

Uruguay - Francia 2018

Ad aprire il tabellone dei quarti di finale di Russia 2018 c'è il match tra Uruguay e Francia. Entrambe le squadre arrivano a questa sfida mutilate di alcuni giocatori importanti: lo squalificato Matuidi non può scendere in campo con i compagni, la Celeste deve fare i conti con l'infortunio di Cavani. Prima di Russia 2018, le due nazionali si sono affrontate 8 volte nel corso della loro storia, e il bilancio complessivo restituisce 4 pareggi, 3 vittorie dell'Uruguay e una della Francia. Con questa gara, la Francia aggiunge una vittoria in più a questo bilancio: la squadra di Deschamps ha battuto l'Uruguay per 2-0 ed è volata in semifinale. Una splendida cavalcata, quella dei francesi, che li porterà direttamente in finale per alzare la Coppa del Mondo. Al 40esimo del primo tempo Varane porta i suoi in vantaggio con un colpo di testa vincente che lascia impietrito Muslera. Ed è proprio quest'ultimo a commettere una clamorosa papera a inizio ripresa, che la propria squadra paga a duro prezzo. Al minuto 61esimo il portiere interviene su un tiro di Griezmann e incredibilmente non riesce a respingere, mandando il pallone nella propria rete. L'Uruguay non riesce a rimontare nell'ultima mezz'ora e deve rassegnarsi all'eliminazione dai Mondiali.

Brasile - Belgio 2018

Grandi emozioni in questo quarto di finale tra Brasile e Belgio, inutile dire che partiva favorita la formazione verdeoro. E invece il Belgio ci ha creduto, ha giocato un'ottima gara ed è riuscito a qualificarsi per le semifinali. Al termine del Mondiale, completerà l'opera piazzandosi al terzo posto, conquistato nella gara contro l'Inghilterra. Un'impresa davvero incredibile per la nazionale di Martinez, che è riuscita a eliminare dal Mondiale una formazione blasonata come il Brasile. Alla Kazan Arena la gara si sblocca dopo meno di un quarto d'ora con l'autogol di Fernandinho, il Belgio prende coraggio e arriva anche la seconda rete, firmata da De Bruyne. Nella ripresa il forcing della Seleçao non produce i risultati sperati: il gol del neoentrato Renato Augusto a un quarto d'ora dalla fine non cambia le sorti della qualificazione. Finisce così, con l'eliminazione del Brasile a sorpresa, che rimane a mani vuote per il quarto Mondiale consecutivo.

Russia - Croazia 2018

Un'altra sorpresa di questa edizione del Mondiale è stata proprio la Croazia. Dopo 20 anni la Croazia riesce a tornare in una semifinale dei Mondiali e farà ancora meglio dopo: Modric e compagni agguanteranno la finalissima con la Francia, dove perderanno ma si porteranno dietro la gioia di un traguardo inaspettato. Quella fra Russia e Francia è una gara lunghissima fra due squadre che vogliono a tutti i costi la semifinale, solo i rigori decretano il vincitore. La Croazia comincia a collezionare palle gol fin dai primi minuti, ma la sfida è bloccata e serve un episodio per cambiare le cose. Al 30' Cheryshev porta in vantaggio i suoi con una splendida conclusione che vale il suo quarto gol nel Mondiale. Al 39' risponde Mandzukic con un appoggio perfetto per l'accorrente Kramaric, che con un colpo di testa sconfigge Subasic. Nel secondo tempo le due squadre si bloccano reciprocamente e faticano a trovare la via del gol. Si va ai supplementari, ed ecco che sugli sviluppi di un calcio d'angolo Vida svetta in area e firma il raddoppio. La Russia reagisce e al 115' il colpo di testa di Mario Fernandes ripristina il pari. È il momento dei rigori, dove può succedere di tutto. Apre Smolov con un cucchiaio pessimo, passa avanti la Croazia, poi il salvataggio miracoloso di Akinfeev su Kovacic. Fatale l'errore di Mario Fernandes, perchè da lì in poi Modric, Vida e Rakitic non sbagliano e portano la Croazia in semifinale.

Svezia - Inghilterra 2018

Dopo 28 anni, l'Inghilterra torna nella semifinale dei Mondiali grazie al successo contro la Svezia, spazzata via per 2-0. La formazione di Southgate, durante questi quarti di finale, ha confermato la grandissima forma e, soprattutto, la determinazione nel raggiungere un obiettivo che mancava da troppo tempo. Il primo tempo è un monologo inglese, con la Svezia chiusissima in copertura che non si affaccia mai dalle parti di Pickford. L'Inghilterra passa avanti al 30' sugli sviluppi di un corner, sul quale supera tutti Maguire che con un'incornata deposita la sfera in rete. Gli svedesi non riescono a reagire e così prima dell'intervallo è ancora l'Inghilterra a sfiorare il raddoppio con Sterling, che prima viene bloccato a tu per tu con Olsen (però era in posizione di fuorigioco) e poi ancora dal portiere svedese supportato da Granqvist. Nella seconda frazione arriva il gol del raddoppio: siamo al minuto 58 quando uno splendido cross sul secondo palo di Lingard è sfruttato al meglio da Alli, che stacca di testa e firma il 2-0. Un duro colpo per il morale degli svedesi, che comunque hanno l'occasione di riaprirla con Claesson, la cui conclusione viene magnificamente respinta da un super Pickford. Il portiere si ripete al 65' sulla girata velenosa di Berg, poi l'Inghilterra riesce ad addormentare la partita e a portarla fino al fischio finale.

Sebbene gli Azzurri non vi abbiano partecipato, vale la pena ripercorrere i quarti di finale della Coppa del Mondo FIFA del 2014, ospitati dal Brasile dal 12 giugno al 13 luglio 2014. Le prime due Nazionali classificate di ogni raggruppamento hanno diritto di accedere alle fasi ad eliminazione diretta, suddivise in quattro turni: ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finali.

Nel Mondiale 2014, per la prima volta nella storia dei Mondiali di calcio, si qualificano ai quarti di finale le otto squadre vincitrici dei rispettivi gironi.

Le sfide dei quarti di finale di Brasile 2014 sono state: Brasile – Colombia, Francia – Germania, Paesi Bassi – Costa Rica e Argentina – Belgio.

Brasile – Colombia 2014

Il 4 luglio 2014, nella cornice dello Stadio Castelão di Fortaleza, Brasile e Colombia si affrontano nella fase ad eliminazione diretta dei quarti di finale. La sfida parte bene per i padroni di casa che si portano in vantaggio dopo soli sette minuti con un gol realizzato di ginocchio da Thiago Silva su calcio d'angolo di Neymar. Il gol mette in difficoltà i colombiani, mentre il Brasile continua ad attaccare guadagnando campo: Hulk sfiora il raddoppio in due occasioni, mentre la Colombia appare confusa e condizionata dal gol subito. La ripresa inizia con un ritmo inferiore rispetto al primo tempo, il Brasile si conferma superiore: il difensore brasiliano David Luiz realizza il gol del raddoppio verdeoro con un missile da 28 metri su calcio di punizione. All'80', fallo da rigore di Julio Cesar e gol del numero 10 Rodríguez che però non riapre la partita. 2 a 1 e la Seleçao è in semifinale.

Francia – Germania 2014

4 luglio 2014, Stadio Maracanã di Rio de Janeiro: quarti di finale tra Francia e Germania. La Nazionale di Loew vince 1-0 contro la Francia e conquista la quarta semifinale consecutiva della sua storia ai Mondiali, un traguardo mai conseguito da nessun'altra nazionale. Il ritmo è subito caldissimo, come in tutte le sfide tra Francia e Germania.

Nell'avvio di partita si gioca prevalentemente nella metà campo dei francesi, ma la gara si dimostra equilibrata. La Germania può però contare su una superiorità fisica, mentre la Francia fatica sulle palle alte. Al 13', il tedesco Hummels supera Varane ed infila la palla all'incrocio dei pali, conquistando il vantaggio. La squadra di Loew fa la partita, ma il primo tempo si chiude con due occasioni ghiotte per i francesi, che però non trovano il gol del pareggio. Nella ripresa, la Francia appare più grintosa e tenta l'attacco con più uomini: i giocatori fanno a sportellate per contendersi ogni palla, la Germania soffre, poi sfiora il raddoppio in due occasioni. La parata di Neuer su tiro di Benzema allo scadere del tempo regala ai tedeschi l'accesso alle semifinali.

Paesi Bassi – Costa Rica 2014

Il 5 luglio 2014, sul campo dell'Arena Fonte Nova, va in scena il match Paesi Bassi – Costa Rica, valevole per i quarti di finale e l'accesso alle semifinali. Nel primo tempo della partita, il Costa Rica appare chiuso e sfrutta solo palle inattive e tentativi di contropiede. I costaricani possono però contare sul loro estremo difensore Keylor Navas, che si rende protagonista respingendo il potente sinistro di Van Persie. Nella ripresa, il gioco olandese appare in calo, mentre il Costa Rica dimostra maggiore controllo con due pericolose azioni di contropiede.

Nel finale, gli olandesi ce la mettono tutta per evitare i supplementari creando azioni da brivido che inchiodano i costaricensi, prima con Sneijder che colpisce il palo su punizione, poi con Van Persie che sbaglia la conclusione da due passi. Il risultato rimane invariato anche nei minuti di recupero, quando il tiro di Van Persie viene salvato da Tejera prima di colpire la traversa. Si va ai supplementari con poche energie e tante emozioni, con una seconda traversa centrata da Sneijder ed una parata di Cillessen su Urena. La vittoria dell'Olanda è di rigore: 4-3 per gli olandesi ai calci di rigore e l'Olanda è in semifinale.

Argentina – Belgio 2014

Il 5 luglio 2014 presso l'Estádio Nacional Mané Garrincha di Brasilia, si sfidano Argentina e Belgio negli ultimi quarti di finale dei Mondiali di calcio 2014. Il più carico appare il capitano e goleador dell'Argentina Messi, ma dovrà fare i conti con il portiere belga Thibaut Courtois, protagonista delle sette vittorie consecutive del Belgio. Ma il gol di Higuain dopo 8 minuti risolve il quarto di finale, tramortendo definitivamente il Belgio nei primi minuti di gioco. Al Pipita occorrono solamente otto minuti di gioco per sorprendere in controtempo il reparto difensivo dei Diavoli Rossi: il suo destro rasenta il palo, sorprende Courtois e fa uscire il Belgio dai Mondiali. La Nazionale albiceleste elimina i Diavoli Rossi per 1-0 e si aggiudica la semifinale.

I quarti di finale di un Mondiale rappresentano il terzultimo atto del torneo e sono quindi molto attesi in quanto annoverano le ansie, i sogni, i desideri e le paure di giocatori, tifosi e dirigenti. La fase ad eliminazione diretta dei Mondiali costituisce un appuntamento imperdibile che ogni 4 anni tiene un numero pressoché infinito di persone con il fiato letteralmente sospeso, segnando uno dei momenti più alti dello sport a livello mondiale. É proprio in questo momenti che SNAI si rivela un partner affidabile per giocare e scommettere sui Mondiali di calcio, con promozioni riservate ai propri Clienti, sconti, bonus e modalità di gioco innovative e divertenti, per vivere i Mondiali al meglio. Sebbene la nazionale azzurra non abbia ottenuto la qualificazione per i Mondiali di Russia, vogliamo ripercorrere di seguito le prestazioni dell'Italia nei quarti di finale cui ha preso parte nel corso di tutta la storia dei Mondiali, a prescindere dal risultato.

Francia – Italia 1938

Dal 4 al 19 giugno 1938, in Francia, viene disputata la Coppa del Mondo Jules Rimet 1938 riservata alle squadre nazionali maggiori maschili. Nei quarti di finale, l'Italia scende in campo con l'uniforme di cortesia nera, come richiesto dal regime. La Nazionale Azzurra sconfigge la Francia padrona di casa per 3-1: doppietta di Piola e gol di Colaussi, l'Italia batte la Francia davanti a 60.000 spettatori. La partita viene ricordata per la goffa papera del portiere francese Di Lorto sul di Gino Colaussi.

Italia – Messico 1970

Nei quarti di finale della Coppa Jules Rimet, nota anche come Messico 1970, Italia e Messico si affrontano in altura il 14 giugno del 1970. Gli Azzurri subiscono un gol dopo 13 minuti di gioco, a causa di una scivolata di Rosato che permette a Gonzàles di sorprendere Albertosi e segnare il gol del vantaggio. L'autogol di Peña ristabilisce l'equilibrio nel punteggio. Nella ripresa, i messicani si ritrovano braccati da Rivera e Riva, i quali si destreggiano abilmente infilando il 2 a 1. Il Messico tenta di reagire con Pulido, autore di un gran tiro che viene però reso inoffensivo da Cera. Riconquistata la palla, la Nazionale azzurra chiude il risultato con un poker di gol: doppietta di Riva e gol del definitivo 4-1 firmato Rivera.

Italia – Francia 1998

Il 3 giugno 1998, presso lo Stade de France di Saint-Denis, in occasione del campionato mondiale di calcio 1998, noto come Francia '98, Italia e Francia si affrontano nei quarti di finale della competizione. Dopo 120 minuti di gioco terminati 0-0, con i padroni di casa meritevoli di un attacco molto più organizzato e deciso di quello Azzurro, l'Italia viene eliminata ai calci di rigore. Italia chiusa nella propria metà campo e nella propria area di rigore per buona parte dell'incontro.

Grande occasione per gli Azzurri al 13' del primo tempo supplementare, con Baggio che calcia al volo e in girata un pallonetto inventato da Albertini, ma che purtroppo si va a spegnere sul fondo del campo mancando lo specchio della porta avversaria. Ai rigori, gli Azzurri sbagliano come consuetudine l'ultimo rigore e la nazionale di casa si aggiudica la vittoria e il conseguente accesso alle semifinali.