Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Lecce

Vuoi rimanere sempre aggiornato sulle imprese in campionato del Lecce? Sei nel posto giusto! SNAI mette a tua disposizione una sezione interamente dedicata ai risultati dei lupi salentini, raccontati giornata per giornata: scorrendo questa pagina, trovi giornata, data e risultato delle ultime sfide che hanno visto protagonista il Lecce, complete di sintesi del match e commento sugli eventi salienti che lo hanno caratterizzato.

Con SNAI hai la certezza di seguire da vicino il percorso dei giallorossi in campionato e di poter ricostruire con facilità l’andamento della formazione nel corso dell’intera stagione: scopri l’esito delle sfide di andata disputate dal Lecce, il livello della performance offerta nelle ultime gare e realizza pronostici sempre più precisi e affidabili. Con SNAI, mettere a segno le tue giocate sull’esito delle sfide della massima serie è semplice, sicuro e divertente.

26 maggio 2024
Napoli - Lecce 0 - 0/strong>

La partita al Maradona di Napoli segna la conclusione del secondo campionato consecutivo del Lecce in Serie A. Dopo le sconfitte contro Udinese e Atalanta, la formazione di Gotti sta giocando con attenzione nell'ultima partita della stagione, desideroso di evitare un'altra battuta d'arresto. Il Lecce mostra un buon gioco nei primi quarantacinque minuti: difende bene e riparte pericolosamente, sfiorando anche il gol con un tiro che colpisce il palo da parte di Dorgu e una conclusione di Berisha deviata a fil di palo. La squadra limita il possesso palla dei padroni di casa, riducendo così la loro pericolosità. Tuttavia, anche in questa partita si nota l'incapacità della squadra di servire Almqvist in velocità, un problema che ha caratterizzato tutta la stagione. Sembra che i giocatori non sfruttino appieno le sue capacità, soprattutto quando lo svedese ha spazio a disposizione: diverse volte parte in velocità, ma i compagni scelgono altre soluzioni. Nel secondo tempo, il Napoli attacca con più convinzione per una decina di minuti, mettendo sotto pressione Pongracic e compagni, ma un ottimo Falcone e i pali impediscono agli azzurri di segnare. Caldara prova in tutti i modi, incluso l'inserimento di Osimhen, ma il punteggio non si sblocca, nonostante i fischi del pubblico del Maradona verso i propri beniamini.

18 maggio 2024
Lecce - Atalanta 0 - 2

Il Lecce disputa l'ultima partita casalinga della stagione, cercando di concludere al meglio il campionato dopo aver ottenuto la salvezza matematica con tre turni d'anticipo. Sono bastati cinque minuti all'Atalanta nella ripresa per segnare i due gol decisivi che hanno portato alla vittoria sul Lecce. Nel primo tempo, la Dea parte subito forte con i tiri di Miranchuk e Pasalic parati da Falcone, ma il Lecce risponde creando due occasioni con Piccoli, fermato entrambe le volte da Musso. Al 39', Zappacosta sfiora il palo con un potente destro, e al 45' Dorgu sfrutta l'assist di Ramadani e batte Musso in uscita, ma Rapuano annulla per fuorigioco. Nel secondo tempo, dopo un'occasione sprecata da Krstovic, i nerazzurri trovano i due gol che assicurano i tre punti: al 48', Scamacca serve De Ketelaere con un tocco d'esterno, il belga vince il duello con Gallo e supera Falcone con un tocco sotto; al 53', il centravanti romano segna di testa anticipando il portiere del Lecce su un corner di Miranchuk. Nel finale, i salentini tentano di riaprire la partita con Piccoli, ma la sua punizione colpisce il palo. Seconda sconfitta consecutiva per il Lecce, che rimane fermo a 37 punti e rischia di essere raggiunto in classifica dall'Hellas Verona, impegnato lunedì a Salerno.

13 maggio 2024
Lecce - Udinese 0 - 2

Gli uomini dell'Udinese conquistano una vittoria importante al Via del Mare, battendo 2-0 un Lecce che era già matematicamente salvo: Lucca apre le marcature al 36', mentre Samardzic chiude i giochi all'84'. Questo successo porta l'Udinese a 33 punti, con un vantaggio di +1 sulla zona retrocessione: al momento, le terzultime sono Empoli e Frosinone. Il primo tempo è stato piuttosto povero di emozioni, con entrambe le squadre che faticano a creare occasioni da gol. Verso la mezz'ora, però, i friulani dimostrano maggiore efficacia e riescono a sbloccare il punteggio al 36', con un cross di Payero e una perfetta incornata di Lorenzo Lucca: l'attaccante segna il suo ottavo gol in Serie A e interrompe un digiuno di due mesi, cercando anche la doppietta. Nella ripresa, il Lecce conferma le sue difficoltà nel costruire azioni offensive, non riuscendo mai a mettere in difficoltà uno spento Almqvist e il suo reparto avanzato. Gotti reagisce con i cambi e da uno di questi nasce la migliore occasione per il Lecce: l'ex Colon Pierotti scaglia un tiro potente dalla distanza, ma Okoye è reattivo e devia in angolo. Cannavaro perde Ehizibue, ma la sua squadra non corre praticamente mai rischi e chiude la partita nel finale: il subentrante Davis mette alla prova Falcone, Samardzic sfrutta il ribaltamento e firma il 2-0 all'84'. Così termina, con la vittoria di un'Udinese che ha sfruttato al meglio ogni opportunità da gol.

5 maggio 2024
Cagliari - Lecce 1 - 1

Il lunch match tra Cagliari e Lecce all'Unipol Domus, previsto per la 35esima giornata di campionato, si è concluso con un pareggio finale di 1-1. L'obiettivo per entrambe le formazioni è quello di ottenere gli ultimi punti in palio per evitare la retrocessione in seconda serie. Con la vittoria casalinga contro la Dea e i pareggi con Juventus e Inter, i sardi si trovano ora a +3 dalla diciottesima posizione. Dall'altra parte, la situazione dei salentini è più tranquilla perché a sette punti di vantaggio da Udinese e Sassuolo. Il risultato viene sbloccato dai padroni di casa al 26esimo minuto, grazie ad una deviazione intelligente di Mina in porta, dopo un tentativo di Gaetano da fuori area. A pochi istanti dalla pausa, lo stesso Gaetano viene espulso dal campo di gioco a causa di un intervento pericoloso ai danni di Ramadani. Il Cagliari rimane, quindi, in dieci ed è proprio questo il momento adatto per un recupero giallorosso. Nella ripresa non sono molte le occasioni interessanti sul prato verde, fino al minuto 84 quando l'ala della formazione ospite serve un pallone per Krstovic che la deposita in rete senza problemi. L'esito finale di 1-1 concede un punto a testa alle squadre: il Cagliari va a +4 dalla zona rossa, mentre il Lecce a +8.

27 aprile 2024
Lecce - Monza 1 - 1

Per la 34esima giornata di massima serie, il Via Del Mare accoglie i brianzoli del Monza in uno scontro fondamentale per la salvezza del Lecce in campionato. I biancorossi, infatti, scendono in campo già con la permanenza in Serie A rinnovata e possono iniziare a pensare alla prossima stagione. Il primo tempo non concede troppe emozioni, con entrambe le squadre che preferiscono giocare a ritmi abbastanza bassi. I salentini si fanno vedere con Krstovic, ma gli ospiti rispondono con tentativi offensivi di Pessina e Colombo. Nella seconda frazione il gioco si movimenta, con un'occasione per i padroni di casa firmata proprio dal numero 9 giallorosso che sfiora il palo dopo aver rubato il pallone a Pessina. Al 52' un cross dalla destra calciato da Gendrey, concede a Piccoli di calciare un tiro al volo che, però, non impensierisce Di Gregorio perché non abbastanza potente. Il risultato viene sbloccato solo nei minuti finali di recupero, quando i padroni di casa si portano avanti con una rete di Krstovic che fa partire un missile dal limite, ma i brianzoli rispondono dopo 4 minuti con il rigore trasformato da Pessina, ottenuto per un tocco di mano di Venuti in area piccola. L'esito finale è di 1-1, un pareggio che permette alle formazioni di dividersi la posta in palio ma che non cambia di molto la loro situazione in classifica.

21 aprile 2024
Sassuolo - Lecce 0 - 3

Durante la 33esima giornata di massima serie, i salentini vanno in trasferta al Mapei per incontrare il Sassuolo in un altro scontro in ottica salvezza. I neroverdi, infatti, sono reduci da 3 pareggi ma fermi al diciannovesimo posto con solo 26 punti all'attivo. Sono proprio gli ospiti a dominare il campo per tutto il primo tempo, sbloccando il risultato in loro favore già dopo 11 minuti di gioco: punizione calciata perfettamente da Oudin, che scavalca Consigli e pesca Gendrey in area, pronto a depositare il pallone nella rete casalinga. Passano quattro minuti e ci pensa Dorgu a raddoppiare il punteggio, grazie ad un cross rasoterra di Pongracic diretto verso Gallo, ma sfruttato da Dorgu per battere il portiere a tu per tu. Nella seconda frazione l'andazzo non cambia, il Lecce continua a dominare il campo con varie occasioni pericolose nella metà campo avversaria. Al minuto 61, una ripartenza magistrale dei salentini concede il possesso palla a Krstovic, che lancia Piccoli verso l'area e gli permette di infilare la sfera tra le gambe di Consigli. È con questo risultato di 3-0 che il Lecce si assicura i 3 punti preziosi da aggiungere in classifica.

13 aprile 2024
Lecce - Empoli 1 - 0

Un vero e proprio scontro salvezza al Via Del Mare in questo 32esimo turno di Serie A. I salentini al 14esimo posto si trovano a solo un punto in più rispetto ai toscani dell'Empoli momentaneamente sedicesimi, e il risultato di questo incontro potrebbe cambiare di molto la loro situazione attuale. Nel primo tempo, dopo soli 5 minuti, viene annullato un gol all'Empoli per un fallo di Caprile all'inizio dell'azione (trattenuta del pallone con le mani fuori dall'area di rigore). Il portiere è protagonista in numerose occasioni, specialmente nel secondo tempo con una parata in tuffo su Baschirotto. Sul finale, il neo entrato Pierotti ruba la palla a Walukiewicz e serve il compagno Sansone: tutto solo davanti alla porta non sbaglia e al 90' il Lecce passa in vantaggio. I giallorossi conquistano i 3 punti e si portano a quota 32 in 13a posizione, a 6 punti dal terzultimo posto. Le cose si complicano per l'Empoli che rimane ferma a 28 punti, sole due lunghezze in più dalla zona rossa dove molte squadre sono ancora ferme alla 31a giornata.

6 aprile 2024
Milan - Lecce 3 - 0

Il Milan continua la sua striscia vincente con la settima vittoria consecutiva in tutte le competizioni, allungando sulla Juventus a nove punti di distanza e portandosi a undici punti dalla capolista. Il Lecce subisce la sua prima sconfitta e i primi gol dall'arrivo di Gotti, rimanendo al tredicesimo posto con cinque punti di vantaggio sulla zona retrocessione. I rossoneri sbloccano la partita dopo sei minuti con il decimo gol in campionato di Pulisic, che riceve da Chukwueze e batte Falcone con un sinistro dal limite. La squadra di Pioli continua ad attaccare e trova il raddoppio al 20', con il colpo di testa di Giroud su corner di Adli. Il Lecce reagisce colpendo una traversa con Gonzalez, ma al 45' resta in dieci uomini per il rosso diretto a Krstovic, espulso per un intervento a gamba alta su Chukwueze. Nella ripresa il Milan trova il gol che chiude la partita al 57', quando Leao scappa alle spalle di Venuti e supera Falcone sfruttando la verticalizzazione di Adli. C'è ancora tempo per una traversa colpita da Theo Hernandez e per qualche occasione per entrambe le squadre, ma il risultato resta cristallizzato sul 3-0 fino al fischio finale.

1 aprile 2024
Lecce - Roma 0 - 0

Match difficile da sostenere per i salentini del Lecce, che in questa 30esima giornata si ritrovano a dover affrontare la Roma di De Rossi. I padroni di casa si presentano con difficoltà interne per l'addio di D'Aversa e con un la necessità di accumulare punti per evitare la zona rossa. Dall'altra parte, i capitolini respirano aria fresca con il nuovo allenatore De Rossi, continuando a spingere per raggiungere la zona Champions. Il Lecce gioca bene nella prima parte di gara, ma non riesce a concretizzare le numerose occasioni avute. Piccoli è il più ispirato in attacco, sfiorando la rete almeno tre volte, mentre la Roma attacca a sprazzi e si avvicina al gol nel finale con la punizione di Angelino che scheggia il palo. Nella ripresa, sono ancora i padroni di casa ad andare più vicini al vantaggio, con Dorgu che spreca malamente un'occasione clamorosa, mentre dall'altra parte Aouar si fa ipnotizzare da Falcone. Nel finale, entrambe le squadre tentano di sbloccare il punteggio, ma la gara termina a reti inviolate. È un punto importante per la lotta salvezza del Lecce, mentre la Roma scivola a -5 punti dal Bologna, che ha ottenuto un successo contro la Salernitana.

16 marzo 2024
Salernitana - Lecce 0 - 1

Per la 29esima giornata di Serie A, la Salernitana ospita il Lecce all'Arechi per disputare il loro incontro di ritorno. La Salernitana si trova all'ultima spiaggia, con il tempo che stringe per una rimonta e la necessità una vittoria per sperare ancora nella salvezza. Dall'altra parte c'è un Lecce in difficoltà e con un nuovo allenatore, Gotti, che deve tentare di ricucire ciò che prima si era rotto con D'Aversa. Entrambe le squadre non attraversano un momento di forma ottimale, avendo conquistato solo un punto nelle ultime cinque partite ciascuna. Il primo tempo è vivace e vede la Salernitana cercare di prendere in mano il gioco con un grande possesso palla, ma è il Lecce a trovare il gol con una sfortunata deviazione di Gyomber nella propria porta. La squadra di casa prova a reagire nel finale ma Falcone, con alcuni grandi interventi, chiude la porta. I granata sfiorano il pareggio in diverse occasioni, ma non possono nulla davanti all'ottima prestazione di Falcone, che con più di un intervento salva la sua squadra. La vittoria è sofferta ma fondamentale per il Lecce, che ottiene tre punti che danno ossigeno alla sua classifica, ora a quota 28 e momentaneamente a +4 dalla zona retrocessione. La Salernitana rimane ferma a 14 punti e vede spegnersi sempre più la speranza di restare nella massima serie.

10 marzo 2024
Lecce - Verona 0 - 1

Il Via Del Mare ospita lo scontro di ritorno tra Lecce e Verona. I giallorossi puntano ad interrompere la scia di risultati negativi, dopo 3 sconfitte consecutive e un pareggio maturati nelle ultime quattro giornate. Dall'altra parte, i gialloblu sono intenti a guadagnare punti extra per uscire dalla zona della retrocessione e rinnovare la permanenza in massima serie per la prossima stagione. Il Verona ha iniziato con un approccio più aggressivo, prendendo l'iniziativa fin dai primi minuti del match. Folorunsho ha sbloccato la partita dopo circa 20 minuti: il suo tiro deviato da Baschirotto è stato decisivo per mandare il pallone nell'angolino, fuori dalla portata di Falcone. Il Lecce continua a crescere nel corso del primo tempo, creando pericoli dai calci piazzati, con un tiro a giro di Almqvist che colpisce la traversa e una girata di Kristovic parata in tuffo da Montipò. Al momento dell'intervallo, il Verona conduce per 1-0. Nel secondo tempo sono state poche le occasioni in campo, con un gioco più lento e frammentato. La partita è terminata 1-0 in favore dell'Hellas. I tre punti sono stati importantissimi per il Verona, che esce dalla zona retrocessione volando in 13a posizione. Il Lecce, invece, scende al 16esimo posto: non un ottimo periodo per la squadra di D'Aversa, che ha subito 4 sconfitte e ottenuto 1 pareggio nelle ultime 5 partite.

3 marzo 2024
Frosinone - Lecce 1 - 1

Durante la 27esima giornata di Serie A, i salentini vanno in trasferta al Benito Stirpe per affrontare i ciociari del Frosinone. Il Lecce arriva da una pesante sconfitta maturata contro l'Inter di Inzaghi e, allo stesso modo, i padroni di casa sono reduci da un insuccesso esterno all'Allianz Stadium della Juventus. Dopo un inizio tattico, al 13' il Lecce prova a mettere pressione con un tiro dalla lunga distanza di Banda, ma il portiere Cerofolini è pronto a bloccare senza problemi. Al 26', la squadra ospite crea un'occasione d'oro con Krstovic, ma Cerofolini si fa trovare di nuovo molto reattivo e respinge il tentativo. Il primo tempo sembra destinato a chiudersi in parità, ma al 45+2' Cheddira approfitta di un errore difensivo del Lecce e sblocca il risultato, portando i padroni di casa in vantaggio. Nella ripresa, al 57', il Lecce ottiene un rigore per fallo di Zortea su Krstovic, che Cerofolini non riesce a trattenere e finisce per farsi autogol. Da quel momento, la formazione giallorossa prende il controllo del gioco, creando diverse occasioni, tra cui un colpo di testa di Kaio Jorge, su cui Falcone si conferma sicuro tra i pali. Il match termina 1-1, con entrambe le squadre che possono essere soddisfatte del risultato ottenuto nonostante l'unico punto conquistato.

25 febbraio 2024
Lecce - Inter 0 - 4

In questa 26a giornata di campionato torna il grande calcio italiano che promette grande spettacolo per tutti i tifosi presenti. Lecce e Inter sono due squadre impegnate in aree della classifica molto diverse tra loro. L'Inter si porta in vantaggio al termine della prima fase della partita grazie al gol segnato da Lautaro Martinez dopo soli quindici minuti. La partita si mantiene in equilibrio, con i nerazzurri che dimostrano grande cinismo e capacità nel neutralizzare qualsiasi tentativo di ripartenza da parte del Lecce. La partita si fa ancora più interessante nella seconda metà di gara.

Termina con una convincente vittoria dell'Inter per 4-0. I nerazzurri si portano in vantaggio dopo un quarto d'ora con un gol di Lautaro Martinez. Nella seconda metà della partita, Frattesi e nuovamente l'argentino siglano due gol in soli due minuti, chiudendo efficacemente la contesa. Il quarto gol è opera di De Vrij, che amplia il risultato con un colpo di testa. L'Inter, come una macchina implacabile, continua a segnare gol e accumulare punti, posizionandosi a 66 punti con una partita in meno rispetto alla Juventus, con un vantaggio di +9. Il prossimo impegno sarà mercoledì prossimo a San Siro contro l'Atalanta. Il Lecce, dopo un primo tempo promettente, cede nella ripresa e rimane a 24 punti, con un margine di +4 rispetto alla zona retrocessione.

16 febbraio 2024
Torino - Lecce 2 - 0

Scarse opportunità nel corso del primo tempo tra Torino e Lecce, con un contributo significativo dato anche dagli eccellenti interventi difensivi: Baschirotto riesce costantemente ad anticipare Zapata e i suoi compagni, mentre dall'altro lato Masina e Lovato si mostrano attenti, limitando le concessioni alla formazione di D'Aversa. È proprio l'ex giocatore dell'Udinese a salvare i granata: Piccoli sfrutta un errore di Milinkovic, ma Masina è pronto a respingere la minaccia e a guadagnare un calcio d'angolo.

Dopo un primo tempo caratterizzato da un ritmo lento e poche azioni pericolose, fatta eccezione per l'errore di Milinkovic, prontamente corretto da un salvataggio di Masina. Il Torino ritorna in campo nella ripresa con maggiore determinazione, sbloccando la partita grazie a un gol di Bellanova da fuori area. Il Lecce si trova in inferiorità numerica a causa del doppio cartellino giallo ricevuto da Pongračić, e poco dopo Zapata raddoppia su un calcio d'angolo. Il Torino vince per 2-0, estendendo la serie positiva di risultati: i granata non subiscono una sconfitta dal 29 dicembre, quando affrontarono la Fiorentina. Il Lecce prosegue nella sua serie negativa di risultati in trasferta, subendo la sesta sconfitta consecutiva lontano dal proprio terreno di gioco, con un solo gol segnato. La squadra di D'Aversa si trova attualmente in 13ª posizione, con il Frosinone ad un punto di distanza e una partita in meno disputata. Il Torino, invece, supera il Napoli e si posiziona al 9º posto con 36 punti, uno in meno rispetto a Lazio e Fiorentina.

11 febbraio 2024
Bologna - Lecce 4 - 0

Un primo tempo ricco di emozioni vede il Bologna chiudere in vantaggio per due reti a zero. La svolta avviene già al quinto minuto, quando Orsolini esegue un calcio d'angolo sul secondo palo. Zirkzee, con un preciso colpo di destro, mette alla prova Falcone, che respinge corto, favorendo il tocco vincente sottoporta di Beukema, con la palla che si infila sotto la traversa. Il raddoppio arriva al 27esimo minuto, con una prolungata azione del Bologna nei pressi dell'area avversaria. Nonostante la difesa del Lecce riesca momentaneamente a sgombrare l'area, Posch recupera la sfera e la passa a Orsolini fuori dall'area. Il numero 7 del Bologna elude Gallo, calcia di destro e supera Falcone tra le gambe.

All'inizio della seconda metà della partita, esattamente al 49º minuto, Orsolini completa la sua doppietta. Calafiori gli serve un passaggio, e con un preciso colpo di sinistro, colpisce verso l'angolo più lontano della porta. All'82º minuto, c'è anche spazio per la prima esultanza con la maglia rossoblù di Odgaard, che sfrutta un errore da parte dell'ultimo difensore Baschirotto. Trovatasi di fronte a Falcone, lo supera con un preciso tiro di sinistro. Il Bologna conquista una vittoria per 4-0, grazie ai gol di Beukema, la doppietta di Orsolini e Odgaard, raggiungendo così l'Atalanta al quarto posto in classifica.

2 febbraio 2024
Lecce - Fiorentina 3 - 2

La Fiorentina inizia la partita in modo positivo, costringendo i padroni di casa a retrocedere nella loro metà campo nei primi minuti di gioco. All'undicesimo minuto, è il Lecce a creare la prima opportunità con un tiro che colpisce la traversa, ma è Oudin, grazie a un calcio di punizione, a rompere l'equilibrio cambiando radicalmente il punteggio di gara. La squadra di Italiano non riesce a registrare alcun tiro in porta nei primi 45 minuti di gioco, rimanendo priva di occasioni pericolose. Termina in questo modo il primo tempo, ancora tutto da decidere nel corso della seconda frazione di gioco.

Il match tra Lecce e Fiorentina al Via del Mare è stato ricco di eventi. Il primo tempo è stato leggermente meno incisivo, ma è stato sbloccato dall'opportunismo di Oudin al 11'. Nella ripresa, Italiano ha cercato una soluzione più offensiva, specialmente dopo l'assenza di tiri in porta nei primi 45 minuti. Mandragora, appena subentrato, ha pareggiato il punteggio, e successivamente Beltran ha capitalizzato su un errore del portiere Falcone in fase di costruzione. Nel 90', il Lecce ha ribaltato il risultato da 1-2 a 3-2 in pochi minuti, con la rete finale di Dorgu, il suo primo in questa stagione. Il Via del Mare è esploso di gioia, con tutti i giocatori e l'allenatore sotto la curva a festeggiare.

28 gennaio 2024
Genoa - Lecce 2 - 1

La sfida tra Genoa e Lecce della 22a giornata di campionato premia la prestazione dei liguri consegnandogli i tre punti. La partita termina sul 2 a 1 e permette ai rossoblu di portarsi in prossimità della salvezza matematica, mancano pochi punti alla permanenza in Serie A. La partita viene sbloccata dal Lecce che va in rete al minuto 31 con il gol di Krstovic: Gendrey entra in zona area dalla trequarti, tocca per il compagno che calcia, la deviazione di Vasquez sorprende il portiere entrando in rete. A questo punto la gara sembra essere totalmente in discesa per i giallorossi, ma la prestazione del Genoa ribalta la situazione. Il primo tempo termina per 0 a 1 per i pugliesi, tutto da rifare per i padroni di casa.

Nella seconda frazione di gioco la situazione cambia radicalmente, arriva prima la rete del pareggio con Retegui al minuto 70: punizione perfetta di Gudmundsson che la fa passare sopra la barriera, colpisce la traversa, poi la linea di porta, l'attaccante si lancia sulla sfera trovando la rete del pareggio. Pochi minuti più tardi arriva anche il sorpasso dei rossoblu con Ekuban: una deviazione di Vasquez da sinistra spinge la palla sulla traversa, Retegui è rapido a spingere di testa a rimorchio per il compagno che in rovesciata spinge la palla in rete sul palo di destra. La partita finisce per 2 a 1 con una vittoria in rimonta del Genoa, risultato che gli consegna i tre punti. I grifoni salgono a 28 punti in undicesima posizione, il Lecce resta fermo a 21 scendendo in quattordicesima posizione.

21 gennaio 2024
Lecce - Juventus 0 - 3

La partita del 21 gennaio 2024 tra Lecce e Juventus viene dominata in lungo e in largo dalla Juventus di Allegri. I bianconeri strappano una nuova vittoria per 0-3, portando a casa i tre punti. Al minuto 11, la Juventus va subito vicina al vantaggio con un calcio d'angolo battuto da Miretti, un colpo di testa di McKennie, ma Krstovic è fenomenale nel salvare sulla linea di porta respingendo la sfera. La prima metà della partita si conclude senza che nessuna delle due squadre riesca a sbloccare il punteggio, posticipando le decisioni al secondo tempo.

Nella fase successiva della partita, la Juventus crea nuove opportunità al 52º minuto con Kostic e Vlahovic. Tuttavia, la prima rete arriva al 59º minuto con Vlahovic: Yildiz tira centralmente, Falcone respinge, Cambiaso crossa, e Vlahovic insacca di sinistro portando il punteggio a 0-1. Lo stesso attaccante serbo riesce a trovare il gol del raddoppio al 68esimo minuto: Kostic crossa dalla fascia, McKennie colpisce di testa, e Vlahovic deposita in rete a porta vuota, rendendo la partita praticamente decisa. La grande prestazione del bomber segna il destino della partita.

A questo punto, il Lecce è costretto a lanciarsi in fase offensiva nel tentativo di riaprire la partita, ma la Juventus ne approfitta per andare in profondità e consolidare il risultato. All'85esimo minuto, Bremer ha segnato di testa su calcio piazzato di Iling Junior, assicurando la vittoria e i tre punti alla Juventus. Questo successo porta momentaneamente la squadra in prima posizione con 52 punti, in attesa del risultato dell'Inter. Il Lecce, invece, è rimasto fermo a 21 punti, occupando la quattordicesima posizione.

14 gennaio 2023
Lazio - Lecce 1 - 0

Un confronto di estrema rilevanza per i biancocelesti, che si avvicinano notevolmente alla zona Champions League grazie a una vittoria cinica ma fondamentale contro il Lecce, con un risultato di 1-0. Questo successo permette loro di risollevare la difficile partenza di stagione. Nel corso del primo tempo, le due squadre hanno mostrato poche conclusioni in porta, con l'unica occasione degna di nota per il Lecce al 33° minuto: Almqvist, scappato sulla sinistra, ha messo un cross perfetto, Oudin ha toccato di mancino all'altezza del dischetto, ma la palla è arrivata a Kaba. Quest'ultimo, dopo un controllo, ha calciato sul primo palo, ma Provedel ha parato con prontezza. Il primo tempo si è quindi concluso sullo 0-0, lasciando tutto da rifare nella seconda metà della partita.

Al rientro dagli spogliatoi, entrambe le squadre hanno cercato un approccio più offensivo. Al minuto 58, Felipe Anderson ha segnato il gol del vantaggio: su un calcio laterale, Rovella ha piazzato in area per Luis Alberto, il numero 10 ha servito F.Anderson, che con un preciso tiro destro dai 10 metri ha sbloccato la partita, mandando la palla sotto la traversa. I biancocelesti sono riusciti a difendere il risultato fino al fischio finale, portando a casa una vittoria di fondamentale importanza per il loro cammino in campionato. Nonostante le buone occasioni del Lecce, non sono riusciti a cambiare le sorti dell'incontro. Con questa vittoria, la Lazio ha raggiunto quota 33 punti, posizionandosi al quinto posto, mentre il Lecce resta fermo a 21 punti in tredicesima posizione.

6 gennaio 2023
Lecce - Cagliari 1 - 1

Gara molto importante in ottica salvezza tra Lecce e Cagliari. Le due formazioni hanno bisogno di vincere per inseguire l'obiettivo di fine anno, i giallorossi sono favoriti per la vittoria, ma la gara potrebbe prendere qualsiasi piega. La partita si sblocca al minuto 31 con Gendrey che mette a segno la rete del vantaggio facendosi trovare pronto sul calcio d'angolo battuto da Oudin, il giocatore prende il tempo ad Augello e di testa spedisce in rete portando lo score sull'1 a 0. Il Lecce va vicino al raddoppio con Krstovic al minuto 38, il giocatore sotto porta calcia ma spedisce al lato. Il primo tempo termina così sullo score di 1 a 0 per i padroni di casa, per i sardi è tutto da rifare nel secondo tempo, devono provare a recuperare le situazione se intendono portare a casa il risultato.

Nel corso del secondo tempo il Cagliari tornano in campo con un atteggiamento completamente diverso: bella punizione dalla trequarti di Viola, Oristanio sbuca tra le linee e devia verso la porta, Falcone si allunga per intercettarla, ma la sfera attraversa la linea e dopo il check Massa conferma la rete portando in vantaggio i sardi. Un finale di gara entusiasmante che fissa lo score finale sul risultato di pareggio per 1 a 1. In questo modo, il Lecce si porta a 21 punti in tredicesima posizione, il Cagliari sale invece a 15 in diciassettesima, lasciando la zona rossa della classifica per la prima volta da inizio anno, una scalata importante che da nuova speranza alla tifoseria sarda.

30 dicembre 2023
Atalanta - Lecce 1 - 0

Gara molto spinosa per i giallorossi, il Lecce vola a Bergamo per affrontare l'Atalanta di Gasperini, una sfida importante per definire le gerarchie della medio-alta classifica di Serie A alla 18a giornata di campionato. La sfida inizia subito con una grande giocata di Scamacca che rischia di portare subito in vantaggio l'Atalanta al minuto 10. Lo stesso attaccante colpisce il palo al minuto 14: Lookman funge da torre per Pasalic che serve la punta, il giocatore colpisce l'esterno del legno. Il primo tempo termina quindi sul risultato di 0 a 0 che non assegna il vantaggio a nessuna delle due parti, le squadre tornano quindi negli spogliatoi su un risultato molto stabile. Tutto da rifare nel secondo tempo per provare a cambiare le sorti della partita.

Nel corso della seconda metà di gara viene annullato un gol al Lecce al minuto 57: bel lancio per Rafia che serve la palla a Strefezza, la rete viene annullata per fuorigioco dell'ex Pescara. Pasalic colpisce la traversa solo un minuto più tardi con un lancio di Ederson per il croato che, da posizione defilata, colpisce il legno facendo tremare le speranze del tifosi pugliesi. La partita si sblocca poco più tardi, sempre al minuto 58: arriva il gol di Lookman che si libera e dal limite dell'area scarica un bolide rasoterra che finisce dritto in porta alle spalle di Falcone. Sullo score di 1 a 0 l'Atalanta cerca di addormentare la partita per portare la vittoria a casa e scalare il ranking. Ci riesce perfettamente difendendo la propria porta fino alla fine del match. Con questo risultato la squadra di Gasperini riesce a salire in classifica a quota 29 in sesta posizione, il Lecce resta invece fermo a 20 punti scendendo in tredicesima posizione, un situazione che gli consente ancora di avere un buon margine di vantaggio sulla parte bassa della classifica che lo esporrebbe alla retrocessione.

23 dicembre 2023
Inter - Lecce 2 - 0

Uno degli scontri più significativi della diciassettesima giornata di campionato coinvolge Inter e Lecce, due squadre posizionate agli estremi opposti della classifica che si contendono i tre punti in palio. L'Inter è determinata a proseguire la sua striscia vincente per mantenere la leadership in classifica, mentre il Lecce cerca di accumulare punti per allontanarsi dalla zona retrocessione. La prima fase della partita non offre molte azioni di rilievo, ma nei minuti finali, l'Inter riesce a passare in vantaggio con il gol di Yann Bisseck al 43º minuto: una punizione impeccabile di Calhanoglu, seguita da un colpo di testa del difensore che trova il secondo palo e supera Falcone. Un gol cruciale che orienta la partita a favore dei nerazzurri. Il Lecce solleva polemiche per il calcio di punizione precedente al gol, a causa di un dubbio tocco di mano di Gonzalez. Le squadre vanno negli spogliatoi con l'Inter in vantaggio per 1-0.

Nella seconda metà della partita, il Lecce cerca di spingere in avanti con Banda, ma Sommer si distingue con una prestazione magistrale, annullando ogni iniziativa dei giallorossi. La firma che sancisce la chiusura della partita è apposta da Nicolò Barella al minuto 78: Arnautović, posizionato in area di rigore, serve la mezzala con un colpo di tacco, e questa, di fronte al portiere avversario, lo elude con maestria e spinge la palla in rete. Il gol del 2-0 consente ai nerazzurri di gestire il match con tranquillità, dovendo ora solo difendere il risultato ottenuto. A complicare ulteriormente le cose per il Lecce, al minuto 83, arriva l'espulsione di Lameck Banda: un cartellino rosso diretto per proteste del giocatore. La partita si conclude con il punteggio di 2-0, assegnando i tre punti all'Inter di Inzaghi. Con questa vittoria, i nerazzurri mantengono la testa della classifica con 44 misure, mentre il Lecce rimane fermo a 20, occupando la decima posizione.

16 dicembre 2023
Lecce - Frosinone 2 - 1

Gara molto importante a metà classifica tra Lecce e Frosinone, le due squadre vanno a caccia dei punti per allontanarsi dalla zona retrocessione, sanno che vincere significa fare un passo in avanti molto importante e spingere verso il basso una diretta concorrente. La partita ha inizio con il gol di Piccoli al minuto 11: Banda punta la difesa del Frosinone, scarica per Piccoli, l'attaccante protegge la sfera e calcia di sinistro, Turati non interviene e non riesce a fermare la palla. Subito vantaggio per il Lecce che mette la gara in discesa sin dai primi minuti di gioco. Il Frosinone riesce a tenere la barra dritta, trova l'occasione per il gol del pareggio al minuto 33 con Kaio Jorge e chiude il primo tempo in parità: primo gol in Serie A per il giocatore ex-Juventus. La prima frazione di gioco termina quindi per 1 a 1, un risultato che rimanda ogni proposito delle due squadre al secondo tempo.

Durante il secondo tempo, la situazione resta invariata per grossa parte dei minuti rimanenti. La partita si scalda e l'arbitro è costretto ad estrarre il cartellino in più di una occasione per placare gli animi. La gara termina con la rete di Ramadani al minuto 89: vantaggio del Lecce nei minuti finali di gara, grande botta dalla distanza del giocatore che viene deviata da Monterisi, Turati interviene male e la palla finisce in porta. Il Lecce vince il match per 2 a 1 e porta a casa tre punti importantissimi per avvicinarsi alla salvezza. Con questo risultato i giallorossi salgono a quota 20 in dodicesima posizione, il Frosinone resta fermo a 19 scendendo in tredicesima posizione.

11 dicembre 2023
Empoli - Lecce 1 - 1

Allo Stadio Carlo Castellani di Empoli, per la 15a giornata di campionato, si gioca Empoli vs Lecce. Le due squadre sono in zona salvezza, ma devono continuare ad accumulare punti se intendono mantenere il distacco sulla zona salvezza e avvicinarsi passo dopo passo alla permanenza in Serie A di fine anno. La loro è una sfida molto equilibrata, tanto da terminare in pareggio per 1 a 1. La partita entra subito nel vivo con delle belle occasioni dei toscani con Cambiaghi, Falcone si fa trovare pronto a salvare la propria porta, il Lecce fa fatica a trovare spazi, ma riesce comunque a chiudere il primo tempo in parità sullo 0 a 0 rimandando ogni decisione al secondo tempo.

I due gol realizzati, vengono messi a segno entrambi nel secondo tempo. La prima squadra a portarsi in vantaggio è il Lecce con Banda al minuto 64: bel tiro dalla distanza, sui 30 metri dalla porta, l'attaccante sorprende Berisha che sbaglia i tempi della parata spedendo la palla in rete, la sfera gli si infila sotto le gambe e regala il vantaggio. La risposta dell'Empoli non tarda ad arrivare. Dopo soli sette minuti di gioco arriva il pareggio degli azzurri: palla messa in mezzo con un cross da Cambiaghi, Rafia prova a deviare di ginocchio, ma spinge inavvertitamente la sfera alle spalle di Falcone colpendo la traversa. Risultato di 1 a 1 rocambolesco che assegna un solo punto per parte. Con questo risultato l'Empoli sale a 12 punti in diciottesima posizione, il Lecce resta a quota 17 in tredicesima posizione. Si tratta del quarto pareggio consecutivo dei giallorossi.

03 dicembre 2023
Lecce - Bologna 1 - 1

Gara molto importante per il Lecce per stabilizzarsi in zona salvezza contro una diretta concorrente. I giallorossi intendono portare a casa almeno un pareggio contro un club che si trova in un ottimo stato di forma. Il primo tempo non regala gol, ma consente ad entrambe di esibirsi in diverse occasioni interessanti con Posch, Ndoye e Strefezza. Nessuno riesce a sbloccare il risultato, le squadre tornano così negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0. Lecce e Bologna hanno bisogno dei tre punti per non interrompere la loro corsa, durante la pausa intendono riorganizzare le idee e il gioco per fare il passo necessario per vincere. Tutto da rifare nel corso del secondo tempo.

La situazione si sblocca solo nella seconda metà di gara con la grande giocata di Lykogiannis al minuto 68. Il Bologna si porta avanti con un suo magistrale calcio di punizione: il numero 22 fa passare la palla sopra la barriera e infila la sfera sotto l'incrocio di destra battendo il portiere avversario, una esecuzione perfetta con non lascia scampo alla retroguardia pugliese. Il vantaggio del Bologna dura circa 30 minuti, proprio quando tutto sembra destinato a terminare con una loro vittoria, arriva la rete del pareggio del Lecce che strappa il pareggio all'ultimo minuto di gioco, nel corso dei minuti di recupero. I giallorossi vanno in gol con Piccoli al 90'+10', il numero 91 la mette all'incrocio di sinistra con Skorupski che aveva intuito tutto, ma non riesce ad evitare la disfatta. Il Lecce sale in tredicesima posizione con 16 punti, il Bologna sale a 23 punti in settima posizione.

27 novembre 2023
Verona - Lecce 2 - 2

Secondo pareggio consecutivo per il Lecce, i pugliesi affrontano i mastini del Verona per una gara che potrebbe avere grandi risvolti per la zona salvezza. La partita è molto equilibrata, ma regala anche diversi gol che rendono il tutto particolarmente interessante. La sfida si accende a metà del primo tempo con il gol di Oudin al minuto 30, bel gol del numero 10 del Lecce: la difesa del Verona riesce ad uscire dalla fase difensiva rinviando sui piedi di Oudin che calcia dai trenta metri e insacca alle spalle del portiere avversario. Il Verona risponde al minuto 41 con la rete di Ngonge, errore in fase di disimpegno del Lecce, Djuric ne approfitta per servire il compagno il quale da destra colpisce e mette la palla alle spalle di Falcone.

Il Lecce riesce a riportarsi avanti nel corso del secondo tempo con Gonzalez, Blin serve il compagno sulla trequarti, trova spazio per il tiro e batte Montipò ancora una volta. Sullo score di 1 a 2, il Verona non si lascia abbattere e si fa trovare pronto ancora una volta per la rimonta, a mettere la firma sul 2 a 2 è Djuric al minuto 77: bella punizione morbida messa al centro, il gigante colpisce di testa e spedisce verso il palo di destra fissando il risultato sul 2 a 2. Con questo pareggio entrambe le formazioni guadagnano un punto, il Lecce si mantiene a buona distanza dalla zona rossa con i suoi 15 punti in tredicesima posizione, il Verona resta in zona retrocessione con 9 punti in penultima posizione.

11 novembre 2023
Lecce - Milan 2 - 2

La sfida tra Lecce e Milan della 12a giornata di campionato regala molte emozioni ai tifosi presenti, ma mette molto in crisi il club rossonero che deve fare i conti con la panchina sempre più messa in dubbio di Pioli. Nel corso del primo tempo, i rossoneri riescono a portarsi subito in vantaggio con Giroud dopo 28 minuti di gioco: bella combinazione con Theo Hernandez che serve un ottimo pallone in area di rigore, la deviazione sporca del francese è sufficiente a fissare lo score sullo 0 a 1. Al minuto 35 Reijnders riesce a raddoppiare il vantaggio: Chukwueze serve il centrocampista che entra in area di rigore e batte Falcone con un tiro rasoterra e teso. La prima frazione di gioco termina sullo 0 a 2, il Milan torna negli spogliatoi di buon umore.

Nel secondo tempo la situazione cambia radicalmente, arriva il gol dell'1 a 2 al minuto 66 con Sansone: Blin spizza sul secondo palo dove il giocatore è bravo a battere Maignan di mancino, il Lecce ora crede nella rimonta. Non a caso, pochi minuti più tardi, i pugliesi trova il pareggio con Banda al 70esimo minuto di gioco: Musah perde palla a favore di Piccoli che, in combinazione con Sansone, riesce a servire Banda, lo zambiano sorprende per la seconda volta Maignan fissando lo score sull'1 a 1. Con questo risultato la squadra di D'Aversa strappa un punto ad uno dei club più ostici del campionato. Il Lecce sale a quota 14 punti in quattordicesima posizione, il Milan sale a 23 punti in terza posizione.

5 novembre 2023
Roma - Lecce 2 - 1

Nel contesto dello Stadio Olimpico di Roma, si è svolta una partita intrisa di emozioni. Sebbene la Roma partisse favorita, il Lecce si è dimostrato un degno concorrente confermando l'ottimo percorso in campionato. Già nel primo tempo, la Roma ha la possibilità di portarsi in vantaggio dopo quattro minuti di gioco, grazie a un calcio di rigore assegnato dall'arbitro per un tocco di mano di Baschirotto su tiro di Dybala. Lukaku si è presentato sul dischetto, ma il suo calcio centrale è stato respinto da Falcone. Questo ha rappresentato un pessimo segnale per il morale dei padroni di casa. Nel corso del primo tempo, la Roma ha creato altre occasioni promettenti con Aouar, ma il punteggio è rimasto invariato, portando i giocatori negli spogliatoi sullo 0-0.

La situazione è cambiata nel secondo tempo, sorprendentemente, con il Lecce che è riuscito a ottenere il vantaggio al minuto 72: una rapida azione di Banda lungo la fascia sinistra che lo ha visto superare Mancini e vincere un contrasto contro Llorente. La palla è quindi arrivata ad Almqvist. Quest'ultimo, con un tiro di sinistro, ha battuto Rui Patricio fissando il punteggio di 0-1. Nonostante le grosse difficoltà nel trovare il gol, la Roma riesce ad orchestrare una magnifica rimonta in pochi minuti. Il primo gol arriva al 90'+1': Zalewski supera un avversario lungo la fascia sinistra e effettua un cross in mezzo, Azmoun colpisce la palla di testa con forza, siglando un gol meraviglioso su cui Falcone non può nulla. A soli 3 minuti di distanza, Lukaku mette a segno anche la seconda rete per la squadra giallorossa: Dybala ha fornito un passaggio verticale al belga, che ha protetto la palla con il suo fisico e ha segnato di sinistro, regalando la vittoria e i tre punti alla squadra di Mourinho.

28 ottobre 2023
Lecce - Torino 0 - 1

La gara tra Lecce e Torino del 28 ottobre 2023 può rappresentare un vero e proprio sparti acque per le due squadre: entrambe sono a metà classifica a poche misure dalla zona coppe europee. Il Lecce può provare a tornare tra le prime della classifica, il Torino intende trovare continuità di risultati per inseguire il sogno europeo. Nel corso del primo tempo i giallorossi partono meglio, sfiorano il vantaggio in più occasioni al minuto 30 e al minuto 32: Banda non controlla bene la sfera e riesce poi a calciare a giro, ma Milinkovic Savic allontana con i piedi. Al minuto 32 Krstovic prova a dire la sua entrando di forza in area di rigore, fa seguire un tiro di potenza, ma il portiere serbo salva ancora una volta il risultato. Al contrario dei pugliesi, il Torino è cinico, riesce a trasformare una delle sue prime occasione portandosi in vantaggio al minuto 41: Linetty lancia in area, Ricci controlla la sfera e prova una conclusione che si trasforma in assist per Buongiorno, il difensore calcia sopra la traversa e porta in vantaggio i granata.

Nel secondo tempo il Torino prova ad allungare il vantaggio con Sanabria al minuto 61, ma non riesce a mettere a segno altre reti. Il Lecce, da parte sua, inventa delle belle iniziative con Strefezza, ma il Torino ormai è deciso a difendere il risultato neutralizzando ogni occasione della formazione avversaria. La partita termina con una vittoria della squadra piemontese per 0 a 1, tre punti importantissimi che portano il Toro in tredicesima posizione a quota 12, attualmente sono a -1 dal Lecce. I pugliesi infatti restano a quota 13 in undicesima posizione.

23 ottobre 2023
Udinese - Lecce 1 - 1

Una delle ultime partite della nona giornata di campionato è Udinese vs Lecce, gara incisiva sulla zona salvezza. La sfida si dimostra molto equilibrata, senza troppi colpi di scena e diretta verso il pareggio sin dai primi minuti di gioco. La prima formazione a rendersi pericolosa in fase offensiva è il Lecce che sfiora il gol con Strefezza al minuto 22: il capitano rientra sul destro e calcia a giro dal limite andando a pochi centimetri dal secondo palo. Il primo tempo non regala gol, un pareggio giusto che descrive perfettamente l'andazzo della gara, le squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0.

Ad inizio secondo tempo, nonostante la buona partenza dei giallorossi il gol arriva dai friulani al minuto 49: calcio di rigore trasformato da Thauvin che spiazza Falcone dal dischetto. Il Lecce fa fatica ad uscire dalla propria metà campo, ma nei minuti finali riesce a trovare lo spazio per inventare delle azioni interessanti nell'area avversaria. La prima rete arriva al minuto 83 con Roberto Piccoli: Sansone salta un uomo e crossa sul secondo palo per il giocatore ex Atalanta, bravo ad allungare la gamba e battere Silvestri per il gol del pareggio. Il risultato di 1 a 1 si protrae fino alla fine del secondo tempo assegnando un solo punto per parte. Al fischio finale dell'arbitro, il Lecce sale in classifica a 13 punti in decima posizione, l'Udinese sale a 6 punti in terzultima posizione. I bianconeri restano in zona retrocessione, ma hanno ancora tempo per migliorare il proprio piazzamento.

6 ottobre 2023
Lecce - Sassuolo 1 - 1

Gara molto equilibrata tra due squadre a metà classifica. Il Lecce vuole tornare ad accumulare punti dopo un avvio di campionato strepitoso che lo ha visto fermarsi solo negli ultimi turni. Il Sassuolo invece sta vivendo proprio nelle ultime partite il suo momento migliore, entrambe sanno che si tratta di uno scontro diretto. La gara si sblocca al minuto 22, il Sassuolo va in gol con Berardi: un bel calcio di rigore che viene trasformato dal giocatore con un tiro centrale che consente ai neroverdi di portarsi in vantaggio per primi. La gara sembra essere in discesa per i ragazzi di Dionisi, ma il Lecce si dimostra in gara con delle buone occasioni di Gendrey e Almqvist. Il primo tempo termina sullo 0 a 1, tutto viene deciso nel secondo tempo.

Dopo un finale di primo tempo che lo aveva visto crescere, il Lecce riesce finalmente ad andare in gol nel corso della seconda frazione di gioco. Al minuto 48 Krstovic si fa trovare pronto a spingere in rete la palla del pareggio: corner di Strefezza, sponda di Baschirotto, Krstovic a pochi metri dalla porta avversaria controlla la sfera e di sinistro trafigge il portiere avversario. Con questa rete lo score torna in equilibrio, è tutto da rifare per le due squadre. I tentativi di portare la sfida dalla propria parte sono numerosi per entrambe le formazioni, ma alla fine dei 90 minuti di gioco il risultato è ancora di parità. Le squadre portano a casa un punto per parte che smuove le classifiche: il Lecce sale a 12 punti in nona posizione, il Sassuolo sale a 10 punti in dodicesima posizione.

30 settembre 2023
Lecce - Napoli 0 - 4

Gara terribile per il morale del Lecce che si vede frenare in casa da un eccellente Napoli per 0 a 4. Dopo un avvio di stagione entusiasmante, i pugliesi devono arrendersi agli azzurri, squadra che sembrava persa nei primi appuntamenti, ma che ha dato segnali importanti di ritorno sui livelli dello scorso anno. La prima rete arriva al minuto 16 con Leo Ostigard: bel cross di Zielinski che trova il difensore del Napoli in area, una bella incornata che spedisce la sfera alle spalle di Falcone, il portiere non può nulla. L'azione fissa lo 0 a 1. Il primo tempo non porta altri gol, tutto si decide nel corso del secondo tempo, il Lecce non sembra essere mai entrato in gara.

Ad inizio secondo tempo il secondo gol della gara lo realizza Osimhen al minuto 51: Kvaratskhelia con una pennellata in area, Osimhen insacca di testa appena entrato in campo dando un importante segnale a Rudi Garcia che lo aveva tenuto in panchina per tutta la prima frazione di gioco. Il Napoli chiude definitivamente i conti al minuto 88 con Gaetano: Osimhen realizza una bella sponda, Raspadori smista per il compagno e il numero 70 calcia dal limite dell'area battendo il portiere avversario per la terza volta. Non è finita, la squadra ospite cala il poker al minuto 90'+4' con Politano: calcio di rigore trasformato, importante l'occasione concessa dall'arbitro per il fallo di Ramadani in area su Gaetano. Finisce 4 a 0, tre punti che portano il Napoli a quota 14 in terza posizione.

26 settembre 2023
Juventus - Lecce 1 - 0

Una partita che fa uscire di scena il Lecce con l'amaro in bocca, ma anche con tante speranze per la rimanente parte del campionato. I pugliesi riescono a tenere testa alla Juventus in una partita giocata fuori casa, ma vanno comunque incontro alla sconfitta interrompendo la trafila di risultati positivi che li ha portati a toccare la zona Champions League. I giallorossi nel primo tempo riescono a contenere la squadra di Allegri che fa fatica a trovare lo spunto vincente. Il rischio più grande per loro arriva da Chiesa al minuto 27: Danilo porta palla fino alla trequarti, serve il compagno in area di rigore che raccoglie la sfera e nel faccia a faccia con Falcone calcia di poco al lato, fuori oltre il palo destro. Le squadre tornano quindi negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0, un pareggio che rimanda ogni azione saliente al secondo tempo.

Durante la seconda frazione di gioco, la squadra di Allegri riesce a sbloccare la partita con Milik: azione in area del Lecce che parte da McKennie che serve Rabiot, il francese fa sponda di testa all'altezza del palo di sinistra, Milik non deve fare altro che toccare in rete a pochi metri dalla porta avversaria per fissare lo score sull'1 a 0. Il risultato premia i bianconeri che riescono in questo modo a portare a casa i tre punti. Nel finale di gara viene anche espulso Kaba, punito con il secondo giallo dopo una simulazione in area di rigore che lascia in inferiorità numerica il Lecce. Con questo successo la Juventus si porta a 13 punti in tredicesima posizione, mentre il Lecce resta fermo a 11 scendendo in sesta posizione.

22 settembre 2023
Lecce - Genoa 1 - 0

Dopo una avvio di stagione entusiasmante, il Lecce continua a guadagnare punti anche contro quelle che sarebbero dovute essere le sue dirette concorrenti per la salvezza. Esce vincitore contro il Genoa per 1 a 0, quanto basta per portare a casa i tre punti. I pugliesi continuano a dominare la gara senza troppi problemi nonostante la buona prestazione dei rossoblu. Nel corso del primo tempo, nessuna delle due squadre riesce a portare a casa la rete del vantaggio. Ci sono buoni tentativi di Strefezza al minuto 10 e Krstovic al minuto 11: ripartenza del Lecce, palla di Strefezza per la punta che calcia da ottima posizione, Martinez blocca e salve il risultato. Lo stesso Strefezza ha tra i piedi l'occasione per il vantaggio facendosi trovare pronto su uno schema da calcio di punizione, ma la palla non finisce in rete. Le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0 a 0.

Per il gol del vantaggio bisogna attendere l'83esimo minuto di gioco: Remi Oudin riesce a portare avanti il Lecce con un bel sinistro colpisce di potenza, una leggera deviazione di Frendrup supera Martinez e assegna il vantaggio ai giallorossi. Nella restante parte di gara, i grifoni cercano di tornare in equilibrio con delle buone occasioni, ma non c'è nulla da fare, la porta avversaria sembra essere stregata, termina tutto con la vittoria del Lecce per 1 a 0. In questo modo i giallorossi salgono a 11 punti in terza posizione, continuano a difendere il clamoroso piazzamento in Champions League. Il Genoa invece resta fermo a 4 punti in sedicesima posizione.

17 settembre 2023
Monza - Lecce 1 - 1

La gara tra Monza e Lecce mette in contrapposizione due formazioni lanciate verso la conquista di un posto salvezza. Entrambe stanno facendo bene, ma i pugliesi sembrano avere una marcia in più rispetto alla squadra lombarda. Al minuto 3 i giallorossi riescono subito a portarsi in vantaggio con il calcio di rigore trasformato da Krstovic per il fallo subito da Almqvist da Caldirola. Il risultato di 1 a 0 fa ben sperare i tifosi ospiti, ma non demoralizza il Monza che nel corso del primo tempo trova il pareggio con Colpani: al minuto 24 la rete fa tornare in equilibrio il match, dopo una serie di iniziative offensive, i brianzoli riescono a pareggiare con una bella triangolazione tra Colombo e Colpani, il numero 9 premia l'inserimento del trequartista che resta lucido a seguito del calcio d'angolo di Falcone. Il Monza pareggia i conti sull'assist servito da Colombo. Il primo tempo termina così sullo score di 1 a 1.

Nel secondo tempo la partita non regala altre reti, tutto resta stabile. Il Monza ad inizio frazione sembrava aver trovato il giusto ritmo per provare a cercare il vantaggio con Caldirola e Birindelli, ma non riesce a spingere in rete. L'espulsione di Baschirotto aumenta le chance dei lombardi di chiudere con una vittoria, ma il Lecce è bravo a difendere il risultato fino a fine partita. La gara termina 1 a 1, un punto per parte che fa felici entrambe le formazioni: il Monza sale a 4 punti, il Lecce invece sale a 8 punti e resta in zona Champions League.

3 settembre 2023
Lecce - Salernitana 2 - 0

Gara importante per le sorti della zona retrocessione quella tra Lecce e Salernitana, le due formazioni vanno alla ricerca di punti per scalare la classifica e addentrarsi quanto prima possibile in zona salvezza. Sanno che vincere può assicurargli un vantaggio importante su una diretta concorrente e la possibilità di dare una spinta verso la parte bassa del ranking all'avversario. Al minuto 6 la partita si sblocca portando in vantaggio il Lecce con il gol di Nikola Krstovic: un bel colpo di testa da centro area indirizza la palla verso l'angolino in basso a sinistra, ottimo assist di Valentin Gendrey a liberare il compagno. Nonostante i tentativi della Salernitana, il primo tempo termina così sullo score di 1 a 0, un risultato che gli consente di giocare in tutta tranquillità il secondo tempo.

Nel corso del secondo tempo, la situazione si fa ancora più rassicurante per i tifosi giallorossi. I pugliesi riescono a difendere il vantaggio ottenuto per tutta la prima parte della ripresa e chiudono definitivamente la gara nei minuti di recupero del secondo tempo: bel gol di Gabriel Strefezza che trasforma il tiro dal dischetto, un tiro di destro che finisce sotto la traversa in alto a sinistra. Con questa rete il Lecce chiude la partita sul 2 a 0 e porta a casa i tre punti sufficienti a staccarsi dal fondo della classifica, ora è a 7 punti tra le prime della classe, una partenza eccellente del Lecce in questo avvio di stagione.

27 agosto 2023
Fiorentina - Lecce 2 - 2

La sfida tra Fiorentina e Lecce risulta più equilibrata di quanto previsto, i giallorossi si dimostrano in grado di gestire la partita per tutti i novanta minuti di gioco tenendo sotto controllo i toscani. La sfida entra subito nel vivo con il primo gol di Nico Gonzalez al minuto 3: il giocatore raccoglie l'occasione per giocare la palla da Duncan verso Nico Gonzalez che stacca in area di rigore e di testa batte Falcone. Pochi minuti più tardi Duncan va nuovamente in gol al minuto 25, bello scambio tra Beltran e Arthur, cross teso dalla destra e il giocatore in tuffo spinge in rete siglando il raddoppio ancora prima della fine del primo tempo. Ad inizio secondo tempo Rafia trova il gol che riduce le distanze, errore di Arthur, Rafia si avventa sulla palla e piazza la sfera all'incrocio, Christensen non può nulla. Sul rinnovato risultato di 2 a 1 le speranze dei giallorossi crescono e lasciano spazio al secondo tempo, quando i pugliesi riescono a rendersi più volte pericolosi.

Nel corso del secondo tempo Krstovic riesce a pareggiare i conti al minuto 76: bel traversone di Banda, Krstovic, incorna alle spalle di Christensen che pareggia i conti e consente al Lecce di strappare un pareggio. A questo punto della gara la Fiorentina non sembra più avere le forze di reagire per cercare di nuovo il sorpasso. Nei minuti finali sia il Lecce che la Fiorentina hanno anche l'occasione per vincere la partita, la gara termina al triplice fischio dell'arbitro. Le squadre guadagnano un punto a testa, finisce tutto sul 2 a 2. Ottima prova del Lecce che esce soddisfatto dopo aver fermato una buona Fiorentina.

20 agosto 2023
Lecce - Lazio 2 - 1

Torna il campionato di Serie A con la stagione 2023/24. Il Lecce, dopo aver conquistato la salvezza, torna in corsa in prima categoria e ospita la Lazio per il primo appuntamento della competizione. I giallorossi dimostrano di avere l'atteggiamento giusto e riescono a rendersi pericolosi già nei primi minuti di gioco: Strefezza si fa trovare pronto per raccogliere la sfera servita da Rafia, il tiro di prima intenzione termina di poco fuori. Nonostante l'atteggiamento propositivo dei pugliesi, a sbloccare la partita è la Lazio con Ciro Immobile: Luis Alberto trova lo spazio per il compagno che supera il portiere avversario e deposita in rete. Il primo tempo non regala spunti offensivi degni di nota, la frazione di gioco termina con il vantaggio biancoceleste per 0 a 1.

Nel secondo tempo la partita cambia completamente tono, il Lecce riesce clamorosamente a ribaltare il risultato andando in rete con Pontus Almqvist al minuto 85: Gallo trova un bel colpo di esterno al limite dell'area, controlla e conclude al volo in porta, la sfera finisce a fil di palo e Provedel non ci arriva. Dopo il pareggio per 1 a 1 avviene l'impensabile, il ribaltamento del risultato. Accade tutto nei minuti finali di gara, dopo soli due minuti dal primo gol, il Lecce raddoppia con Federico Di Francesco: mischia in area, l'esterno con una bella girata sorprende tutto e batte Provedel precipitando la squadra di Sarri in un incubo. In meno di due minuti la partita è completamente ribaltata, la Lazio deve inseguire. Nel corso dei minuti di recupero il Lecce prova ad allungare il vantaggio con Di Francesco, ma la palla finisce sopra la traversa. Gli uomini di Sarri non trovano lo spunto necessario per riaprire la sfida. Lo score definitivo consegna la vittoria ai giallorossi per 2 a 1.

4 giugno 2023
Lecce - Bologna 2 - 3

Partita ricca di gol ed emozioni quella tra Lecce e Bologna in questa 38esima giornata di Serie A. I pugliesi vanno alla ricerca di punti per chiudere nel migliore dei modi la stagione e ripartire con il giusto mindset il prossimo anno. Nessuna delle due squadre può sperare di migliorare il proprio piazzamento in classifica: hanno già raggiunto la salvezza di fine stagione. La gara parte bene per i padroni di casa che riescono a portarsi in vantaggio nel primo tempo con il gol di Banda al minuto 17: bel passaggio rasoterra teso di Strefezza, il compagno raccoglie la sfera e calcia al volo di destro sorprendendo il portiere avversario. Nel primo tempo non arrivano altre reti, tutto rimandato alla seconda frazione di gioco.

Nel secondo tempo la partita regala tantissime emozioni con il gol di Marko Arnautovic al minuto 58: deviazione di testa sul cross di Barrow che regala il pareggio ai rossoblu. Al minuto 81 Joshua Zirkzee mette a segno l'1 a 2 sfruttando la percussione di Phyytia, salta Baschirotto e mette la sfera alle spalle di Falcone calciando dal limite dell'area di rigore. Il Lecce non demorde, si spinge in avanti a mette a segno la rete del pareggio al minuto 88 con Oudin: tiro al volo di sinistro su cross di Maleh che consente ai pugliesi di riprendere il proprio percorso. Proprio quando tutto sembrava destinato a terminare con un pareggio, arriva il gol vittoria del Bologna con Lewis Ferguson: azione in contropiede di Moro che serve il compagno, il giocatore libera un gran tiro a giro che prende il palo interno e si insacca. I rossoblu vincono per 2 a 3 mettendo in tasca tre punti importanti per il fattore psicologico.

28 maggio 2023
Monza - Lecce 0 - 1

La partita tra Monza e Lecce della 37a giornata di campionato assume un'importanza cruciale per i pugliesi, mentre per i lombardi la salvezza è già acquisita, il Lecce deve vincere per garantirsi matematicamente la permanenza in prima divisione con una giornata d'anticipo. Da parte sua, il Monza potrebbe avvicinarsi alla qualificazione in Conference League qualora la Juventus fosse squalificata. Il primo tempo si rivela molto equilibrato, con entrambe le squadre che hanno poche occasioni da gol e sembrano preoccupate. I pugliesi riescono a chiudere il primo tempo sul punteggio di 0-0, una situazione che premia la qualità della squadra.

Nella seconda metà della partita, la situazione rimane stabile per gran parte del tempo. Baschirotto crea alcune occasioni interessanti, ma il momento che cambia la partita è l'espulsione di Giulio Donati al minuto 81. Nonostante siano in inferiorità numerica, i lombardi hanno l'opportunità di prendere il sopravvento pochi minuti dopo con un calcio di rigore assegnato dall'arbitro per il fallo di Baschirotto in area di rigore. Tuttavia, Falcone riesce a respingere la palla di Gytkjaer. Durante i minuti di recupero, al minuto 90+10', l'arbitro assegna un altro calcio di rigore, questa volta a favore del Lecce per un tocco di mano di Gytkjaer in area di rigore. Colombo trasforma il rigore e regala i tre punti decisivi al Lecce. Con questa vittoria, i giallorossi raggiungono la quota di 36 punti in sedicesima posizione e conquistano matematicamente la salvezza, mentre il Monza rimane fermo a 52 punti in decima posizione.

21 maggio 2023
Lecce - Spezia 0 - 0

Quella fra Lecce e Spezia è una partita abbastanza piatta che regala zero gol e ben pochi sussulti. La conseguenza più significativa del match è la matematica retrocessione della Cremonese in Serie B. In avvio di gara gli ospiti assumono il controllo del gioco, dal canto suo il Lecce pensa soprattutto a difendersi. Al sesto minuto Nzola tenta la conclusione dopo aver superato Umtiti, palla fuori. Il Lecce risponde con un tentativo di Blin dal limite dell'area, traiettoria troppo alta. I salentini lasciano il controllo del gioco agli avversari e fanno fatica ad accelerare le ripartenze. Lo Spezia ha una buona chance poco prima della mezz'ora, con Ampadu che si invola verso la porta per servire Shomurodov, prontamente ostacolato dalla difesa che devia in corner. Passano dieci minuti ed Esposito va alla ricerca del guizzo su punizione, ma non trova la porta. Nella ripresa la partita continua a essere molto tesa e se anche il Lecce sembra più aggressivo, il primo reale brivido lo causa lo Spezia: calcio d'angolo, Gallo non ci arriva ma Gyasi sì, però spedisce il pallone sull'esterno della rete. Due minuti dopo i giallorossi ci provano con Strefezza, ma c'è Dragowski a bloccare. La migliore palla gol arriva allo scadere, Ampadu ed Ekdal concludono da pochi passi ma la difesa salentina resiste e neutralizza il pericolo.

12 maggio 2023
Lazio - Lecce 2 - 2

Il Lecce lascia l'Olimpico colmo di amarezza per una partita che sembrava vinta fino al recupero, quando è arrivato il pareggio in extremis. I salentini avviano la gara con grande aggressività e hanno la prima occasione da gol al settimo minuto con il tentativo da fuori area di Oudin, pallone alto di un soffio. Anche la Lazio entra in partita e si fa più combattiva, il gioco si fa duro sul piano fisico con diversi duelli fra i giocatori. Al 21' arriva l'episodio che potrebbe cambiare il volto del match, l'arbitro assegna un calcio di rigore al Lecce per un fallo in area di Hysaj su Blin. Sul dischetto si posiziona Strefezza, ma allarga troppo il tiro e si rimane così sullo 0-0. I biancocelesti sbloccano il punteggio al 34' grazie a un filtrante di Luis Alberto per Immobile, che con lucidità controlla il pallone e mette fuori casa Falcone, 1-0 per la Lazio. Nell'ultima azione del primo tempo, però, il Lecce risponde con il gol angolato di Oudin su assist di Gendrey, all'intervallo siamo sull'1-1. Nel secondo tempo il Lecce riparte bene, gestendo il possesso palla, e viene premiato dalla doppietta di Oudin che su suggerimento di Strefezza deposita la sfera dove Provedel non può arrivare. Ora la Lazio deve riorganizzarsi e Sarri porta in campo forze fresche, dentro Pedro e Pellegrini. Immobile prova a trascinare i suoi e al 76' sfiora il gol, negato dalla respinta coi piedi di Falcone. Nel finale il forcing della formazione di Sarri dà i suoi frutti, al 94' il colpo di testa di Milinkovic-Savic segna il 2-2 e assegna un punto a testa alle due compagini.

7 maggio 2023
Lecce - Verona 0 - 1

La partita tra Lecce e Verona, valida per la trentasettesima giornata del campionato di Serie A 2022-2023, si è giocata allo stadio Via del Mare di Lecce. Entrambe le squadre si presentano all'incontro con l'obiettivo di ottenere i tre punti e allontanarsi dalla zona retrocessione cercando di ottenere la salvezza. Il Verona ha vinto la partita per 1-0 in trasferta, grazie alla rete di Cyril Ngonge al minuto 72. La partita è stata molto equilibrata, con entrambe le squadre che hanno avuto le loro occasioni da gol. Nel primo tempo, il Verona è stato più pericoloso, soprattutto grazie alle giocate di Djuric, ma non è riuscito a sbloccare il risultato. Il Lecce, invece, ha cercato di difendersi bene e di ripartire in contropiede, ma senza riuscire mai a portare la partita dalla propria parte.

Nella ripresa, il Lecce ha cercato di alzare il ritmo e di fare la partita, ma il Verona ha difeso bene basando il suo intero gioco con improvvise azioni in contropiede. La rete del Verona è arrivata al 72° minuto, grazie a un tiro di Ngonge che ha beffato il portiere del Lecce Falcone. Dopo il gol, il Lecce è andato alla ricerca del gol del pareggio, ma i mastini hanno difeso bene e hanno chiuso la partita senza subire alcun gol. Con questa vittoria, il Verona esce per la prima volta dalla zona retrocessione, sale alla 17° posizione con 30 punti, il Lecce rimane in 16° posizione con 31 punti e ancora in pericolo di retrocessione.

In generale, la partita è stata molto combattuta ed equilibrata, con entrambe le squadre che hanno lottato fino alla fine per ottenere i tre punti. Il Verona è riuscito a vincere grazie a una rete di grande qualità di Ngonge, dimostrando di avere le carte per fare lo step necessario verso la salvezza. Il Lecce, invece, dovrà cercare di reagire nelle prossime partite per evitare il ritorno in Serie B.

3 maggio 2023
Juventus - Lecce 2 - 1

Il Lecce affronta questo turno infrasettimanale di Serie A con la consapevolezza che sarà molto difficile strappare punti alla Juventus terza in classifica. I giallorossi si trovano coinvolti in pieno nella lotta per la salvezza e sanno di dover tentare l'impresa. Purtroppo per loro non ci riescono: al triplice fischio dell'arbitro è la Vecchia Signora a guadagnare i tre punti, che peraltro valgono il momentaneo sorpasso della Lazio e il raggiungimento del secondo posto in classifica. Il primo brivido del match arriva dopo soli tre minuti di gioco da parte del Lecce, che va a segno con il gol in scivolata di Ceesay, ma l'arbitro Fourneau annulla tutto per la posizione irregolare del centravanti giallorosso. I bianconeri vengono scossi dal pericolo corso e si riversano in avanti alla ricerca del gol. Il vantaggio arriva al minuto 15, firmato da un ottimo calcio di punizione di Leandro Paredes che spiazza Falcone. Al 27' i padroni di casa raddoppiano: Fagioli serve un grande pallone a Miretti, che colpisce al volo e scarica sotto la traversa, ma la rete viene annullata per fuorigioco del numero 20. Al minuto 36 Danilo commette un fallo di mano durante un contrasto aereo con Gonzalez, il tutto avviene in area di rigore e l'episodio costa il penalty alla Juventus. Il Lecce ne approfitta con Ceesay e pareggia i conti. Ma l'entusiasmo degli ospiti dura poco perchè la reazione bianconera è immediata, Vlahovic raccoglie il suggerimento da Kostic (pallone leggermente deviato da Hjulmand) e deposita in rete. Nella ripresa la Juve va nuovamente vicina al gol con Miretti, che spreca davanti alla porta a inizio ripresa, e poi con Danilo che al 63' colpisce il palo, ma non ci registrano altri gol.

28 aprile 2023
Lecce - Udinese 1 - 0

Il Lecce torna a festeggiare di nuovo dopo il match in casa contro l'Udinese. Un rigore di Strefezza ha portato i salentini ad assaporare nuovamente quello che per sette partite avevano ormai dimenticato: la vittoria. Nella prima parte dell'incontro vediamo un Lecce agguerrito e intento a trovare subito una conclusione positiva. Al minuto 24, il tocco di mano di Bijol fa sperare in un rigore per i salentini, ma il VAR non è della stessa opinione. Qualche minuto dopo, Ehizibue raccoglie un ottimo passaggio in area e cerca di scavalcare il portiere con un tiro verso la parte destra della rete, prontamente bloccato da un difensore giallorosso. Subito dopo tocca ad Hjulmand tentare un vantaggio, ma il suo tiro viene bloccato da un avversario. Poco prima dell'intervallo gli spettatori assistono a ben due occasioni sprecate dall'Udinese, sventate dagli ottimi riflessi di Falcone. Nella ripresa, Hjulmand tenta la prima conclusione del secondo tempo, ma non riesce a mirare il pallone in porta. Nel minuto seguente, Di Francesco spara una testata su Silvestri ma finisce per mandare la palla fuori dal campo. Pochi istanti dopo, Di Francesco riesce a sconfiggere Silverstri e a segnare un grande gol, ma i guardialinee alzano la bandierina e dichiarano il fuorigioco. Al minuto 58, Gendrey rimane a terra dopo un contatto in area di rigore, Marchetti non è intenzionato a concedere il rigole al Lecce ma il VAR assegna comunque il penalty. Strefezza ha la sua occasione per rifarsi su Silvestri, e anche questa volta riesce a bucare la sua rete con un tiro glaciale che determina l'1-0 per i salentini. Al minuto 71, gli ospiti hanno sfiorato il pareggio ma per fortuna Falcone non delude mai i suoi compagni. Dopo il triplice fischio di fine partita, i giallorossi possono finalmente festeggiare una vittoria dopo più di due mesi. La squadra di Baroni sale a quota 31 punti in classifica.

23 aprile 2023
Milan - Lecce 2 - 0

Una trasferta molto difficile quella del Lecce a San Siro, che riporta i giallorossi nel loop di sconfitte e il Milan sempre più vicino alla Champions. La prima metà del match vede un grande gioco di squadra da parte dei rossoneri, che mantengono il possesso palla con passaggi corti e rapidi. Al minuto 14, si scaldano gli animi in campo per un possibile rigore da concedere al Milan, che però non viene confermato dopo il consulto con il VAR. Un palo di Banda si aggiunge alle occasioni sprecate dei giallorossi. I ritmi di gioco vengono smossi al 40', quando Leao buca la rete salentina con un magnifico colpo di testa, portando il Milan in vantaggio di 1-0. Nella ripresa, Diaz tenta un raddoppio con un tiro piazzato dal limite, ma il pallone finisce fuori dal campo. Un tentativo di Strefezza fa nascere la speranza tra i tifori giallorossi, ma l'azione viene bloccata da Maignan. Al minuto 75, abbiamo la seconda rete del Milan, con un calcio glaciale di Leao verso l'angolo destro della porta salentina. Due minuti dopo, Diaz cerca di sfruttare al meglio l'azione di contropiede e prova un filtrante in area diretto ad Hernandez, ma dopo aver spedito il pallone sopra la traversa, al francese viene dichiarato il fuorigioco. Altra occasione per i rossoneri, questa volta su calcio d'angolo: Kalulu libero riceve palla e tenta un diagonale di destro, ma Falcone si fa trovare pronto a respingere di piede. Dopo 4 lunghi minuti di recupero, il match si conclude con 2-0 per il Milan, che sale a quota 56 punti, e il Lecce nuovamente sconfitto che rimane a 28.

16 aprile 2023
Lecce - Sampdoria 1 - 1

Un pareggio al Via del Mare che non porta vantaggi a nessuna delle due squadre: il Lecce smuove di poco la classifica dopo sei sconfitte di fila, portandosi a +5 dalla zona retrocessione, mentre la Samp rimane in ultima posizione con -10 sulla zona salvezza. La prima metà di gioco è marchiata giallorossa, dove i salentini iniziano da subito a cercare occasioni vincenti per passare in vantaggio. Al minuto 17, Oudin intercetta il pallone e sferra un tiro in porta, ma troppo largo sulla sinistra. Solo qualche minuto dopo, Ravaglia dimostra le sue abilità come portiere, effettuando una bellissima parata su un colpo di testa di Ceesay. La partita si sblocca quando, al minuto 31, Ceesay riesce ad arrivare su un cross e a bucare la porta con un tiro glaciale, determinando il vantaggio iniziale dei salentini sui blucerchiati. Un'occasione di raddoppio viene sprecata da Antonino Gallo, che fa finire il pallone fuori sulla destra. Inizia il secondo tempo e Stankovic decide di puntare su varie sostituzioni, dirette a smuovere le carte del match. Ma è il tiro di Jese al 75' che determina una svolta in campo e che porta le squadre in pareggio: Jese infatti riesce ad intercettare un passaggio in area e a scavalcare il portiere con una palla in rete sulla sinistra. Gli animi in gara si scaldano quando il VAR annulla il gol eseguito da Di Francesco perché in fuorigioco. Per gli ospiti invece ci prova Cuisance con un tentativo di pallonetto dopo un errore di Falcone, ma il suo tiro finisce di poco sopra la traversa. Non sarà la settima sconfitta per i salentini, ma di certo non si può considerare una vittoria. I giallorossi rimangono al 16esimo posto, con soli 5 punti di distacco dall'Hellas Verona.

7 aprile 2023
Lecce - Napoli 1 - 2

Il Lecce continua a collezionare sconfitte, questa volta contro gli azzurri del Napoli nel campo del Via del Mare. Una partita ricca di emozioni e colpi di scena, che sicuramente non ha annoiato gli spettatori. Nel primo tempo il Napoli di Spalletti si porta subito in vantaggio al 18', con un tiro di Di Lorenzo che buca la rete sulla destra. Il consulto con il VAR conferma la regolarità del gol e dichiara 0-1 per gli ospiti. I giallorossi non si abbattono e cercano di contrattaccare, rimanendo però focalizzati sul muro difensivo vista la ferocia degli avversari. Al minuto 34, Lozano tenta il raddoppio ma incontra un Falcone ben preparato, che riesce a deviare il tiro sopra la traversa. Nella seconda parte del match, il Lecce trova finalmente il pareggio al minuto 52 grazie a Di Francesco. Da questo momento in poi la partita viene giocata con molta tensione da parte di entrambe le squadre. Al minuto 58, Raspadori cerca una conclusione fortunata ma il tuo tentativo viene sventato dai difensori azzurri. La partita si sblocca al minuto 64, dove l'intervento di Gallo mirato a salvare il pallone si trasforma in un autogol, che porta il Napoli nuovamente in vantaggio e tanta amarezza tra i padroni di casa. Per il resto del match vediamo una serie di azioni giallorosse prontamente sfumate dalla difesa azzurra, e una grande tenacia da parte del Napoli nel tenersi stretto il risultato attuale. Al quinto minuto di recupero, Askildsen ha l'ultima opportunità per trovare il pareggio, prova con un filtrante da fuori area verso un compagno, ma l'azione viene bloccata dai difensori avversari. Il Lecce esce sconfitto per la sesta volta consecutiva e rimane a quota 27 nella classifica generale.

3 aprile 2023
Empoli - Lecce 1 - 0

Una trasferta amara per il Lecce in questa 28esima giornata, nella quale si ritrova contro l'Empoli tra le porte del Carlo Castellani. Uno scontro molto equilibrato tra due squadre che all'andata avevano concluso in pareggio e che ora devono battersi per conquistare la salvezza dalla retrocessione. Nel primo tempo sono i toscani a creare più azioni e schemi d'attacco, ma continuano ad incontrare una difesa giallorossa difficile da superare. Al minuto 15, Caputo sferra un tiro glaciale dal limite, che trova i riflessi di Falcone pronto a sventare il pericolo. Qualche minuto dopo Hjulmand riesce ad intercettare il pallone in scivolata, ma l'arbitro ferma il gioco e assegna un calcio di punizione diretto per l'Empoli. Marin calcia dalla media distanza ma il tiro finisce di un soffio fuori sulla sinistra. Pochi minuti prima dell'intervallo, Caputo tenta un'altra azione ma incontra di nuovo un Falcone pronto a tutto pur di difendere la sua porta. Nella seconda frazione di gioco, più precisamente al minuto 60, abbiamo una svolta nell'andamento della partita: Fabbri vede lo sgambetto di Hjulmand e assegna subito un rigore all'Empoli, confermato anche dal VAR. I toscani riescono ad ottenere un vantaggio con questo rigore imparabile di Caputo diretto al centro dei pali. Per tutto il resto del tempo il Lecce tenta un recupero, ma ogni occasione finisce per sfumare sia per l'ottima difesa toscana, che per alcuni errori giallorossi. Il Lecce torna a casa con la quinta sconfitta consecutiva e la quinta partita senza alcun gol segnato, ma rimane sopra di otto punti dalla zona di retrocessione.

19 marzo 2023
Fiorentina - Lecce 1 - 0

Quarta sconfitta consecutiva per i salentini del Lecce, determinata da un autogol di Gallo al minuto 27 della gara: un intervento giallorosso focalizzato sul respingere il pallone fuori dalla porta, ma conclusosi con grande amarezza per gli ospiti. I primi 45 minuti vengono giocati intensamente da entrambe le squadre che si affrontano in un testa a testa. Al minuto 18, Saponara non riesce a concludere una bellissima azione personale perché indirizza la palla verso la traversa, dove incontra subito la mani di Falcone. Al minuto 41, Di Francesco spreca un'ottima occasione calciando il pallone proprio sui piedi dei difensori viola. Nella seconda frazione di match, Di Francesco ci riprova dimostrando un grande controllo palla, ma che termina in un tiro centrale rasoterra molto semplice da parare per il portiere. La Fiorentina si tiene stretto l'autogol di Gallo e continua la partita mantenendo il possesso palla quanto più possibile, e aspettando il momento appropriato per passare all'attacco. Al minuto 61, Kouamé accoglie un passaggio basso e tenta una conclusione, ma viene il pallone gli viene strappato via da un difensore giallorosso. Negli ultimi minuti di gioco, entrambe le squadre puntano su varie sostituzioni mirate a mettere in campo giocatori più lucidi e riposati. Per il Lecce non c'è niente da fare, la partita termina con 1-0 per la Fiorentina e rimane ancora una volta in 15esima posizione sulla classifica.

12 marzo 2023
Lecce - Torino 0 - 2

Una dura sconfitta per il Lecce al Via del Mare, che durante questa giornata di campionato ha affrontato un Toro molto agguerrito. Sono proprio i padroni di casa a dare il via alla partita, mantenendo il gioco nella metà campo. I salentini tentano una conclusione già nei primi minuti della gara, ma senza risultare pericolosi; ogni azione infatti viene tempestivamente bloccata dalla difesa avversaria. Al minuto 20, Miranchuk effettua un cross in area diretto verso Singo che sferra una cannonata nell'angolo sinistro della rete, portando gli ospiti in vantaggio di 0-1. Solo 3 minuti dopo, il vantaggio viene raddoppiato da Sanabria con un tiro glaciale che buca la rete salentina. Ora sta ai giocatori di casa riprendere in mano la partita e dimostrare la loro forza. Il primo tempo si dimostra molto movimentato anche per due espulsioni inaspettate sul campo di gioco: una diretta a Juric per condotta antisportiva, e l'altra assegnata a Baroni e contestata dai suoi compagni.

Nella seconda metà della gara, troviamo un Lecce determinato a recuperare terreno e con una dominanza non indifferente in termini di possesso palla e tiri in porta. Al minuto 57, Oudin cerca di portare a termine un buon schema di gioco, ma sfortunatamente il pallone viene intercettato e respinto da un difensore avversario. Al minuto 63, i padroni di casa dimostrato un bel gioco di squadra ma incontrano sempre una ferrea difesa avversaria, che non gli permette di diminuire lo svantaggio accumulato nei primi venti minuti del match. Negli ultimi minuti, Colombo spreca una grandissima occasione con un tiro che raggiunge facilmente le mani di Milinkovic-Savic. Niente da fare per i salentini che concludono questa partita in svantaggio di due gol, rimanendo in 15esima posizione e a quota 27 punti.

5 marzo 2023
Inter - Lecce 2 - 0

La Serie A torna nella 25a giornata di campionato con lo scontro tra Inter e Lecce, una gara che non sembra essere particolarmente difficile da gestire per i ragazzi di Inzaghi. Il Lecce deve provare a strappare una vittoria contro i nerazzurri per cercare di chiudere il discorso salvezza quanto prima possibile, ma la situazione non è certamente delle più semplici considerando la statura dell'avversario. La gara si mette subito in salita per i giallorossi: al minuto 29 Henrikh Mkhitaryan segna raccogliendo la palla servita da Barella, calcia di destro e spinge la rete sotto l'incrocio dei pali. La prima frazione di gioco si conclude sul risultato di 1 a 0 lasciando presagire il risultato finale di gara.

La seconda frazione di gioco continua sulla falsa riga della prima. Dopo solo 8 minuti di gioco l'Inter trova anche il gol del raddoppio con Lautaro Martìnez: Dumfries si infila sulla destra e spinge la palla in mezzo all'area di rigore per servire l'attaccante, non gli resta che spingere la palla alle spalle di Falcone calciando sul primo palo. La partita termina sullo score di 2 a 0, tre punti che portano l'Inter a quota 50. Il Lecce resta fermo a 27 punti in quintultima posizione. Ancora lunga la strada da fare per i pugliesi per raggiungere la salvezza matematica a fine stagione.

25 febbraio 2023
Lecce - Sassuolo 0 - 1

Il Lecce frena in casa propria, ostacolato da un Sassuolo in ottima forma, come testimoniano le 3 vittorie nelle ultime 5 partite. Si gioca con una certa difficoltà per via del forte vento che dà imprevidibilità alle traiettorie del pallone, ma il Sassuolo è più propositivo in fase offensiva rispetto al Lecce, che attende l'avversario e cerca l'affondo principalmente sulle ripartenze. Una delle maggiori palle gol del primo tempo capita sui piedi di Bajrami, che a tu per tu con Falcone si vede neutralizzare il tiro. Ghiotta anche l'occasione di Tressoldi, che impatta di testa su assist di Bajrami ma accarezza il palo. Nel secondo tempo i giallorossi sanno di dover essere più concreti in avanti e rientrano in campo con Oudin e Colombo a sostituire Banda e Ceesay. Ma sul fronte cambi la scelta indovinata è quella di mister Dionisi, che al 60' opta per una tripla sostituzione mettendo dentro Lopez, Pinamonti e Thorstvedt. È quest'ultimo a sbloccare il match pochi minuti dopo l'ingresso in campo, deviando in rete di testa il pallone proveniente da corner, decisiva la deviazione di Hjulmand. Il Lecce annaspa e fatica a trovare spazi, la migliore occasione è di Strefezza all'82', che si divora un gol già fatto non riuscendo a centrare la porta su una respinta corta della difesa avversaria. Finisce 0-1, il Sassuolo sconfigge il Lecce e lo raggiunge in classifica.

19 febbraio 2023
Atalanta - Lecce 1 - 2

Il Lecce conferma ancora una volta la propria capacità di creare problemi alle big della Serie A. Dopo soli cinque minuti di gioco gli ospiti trovano la chiave per sbloccare il punteggio, ci pensa Ceesay che raccoglie il lancio di Gendrey, si gira verso la porta e fulmina Musso con un sinistro dalla distanza. Il Lecce non si accontenta e rimane in attacco anche dopo il vantaggio, opponendosi con decisione alle manovre offensive avversarie. L'Atalanta va vicina all'1-1 al quarto d'ora con un'inzuccata di Hojlund, il giocatore anticipa Falcone ma manda il pallone fuori. Al 33' Maehle si divora una clamorosa palla gol, non riuscendo ad angolare la conclusione da ottima posizione. Nel secondo tempo il Lecce alza un muro difensivo che ostacola l'Atalanta nella ricerca di spazi. Al minuto 72 Musso tentenna su un rinvio e per poco non si fa rubare palla da Colombo, due minuti dopo Blin segna di testa e capitalizza l'unica palla gol del Lecce nel secondo tempo. L'Atalanta si lancia verso una rincorsa disperata e accorcia le distanze all'87' grazie a un maldestro errore di Falcone in rinvio di cui approfitta lesto Hojlund, nel recupero Muriel va vicinissimo al pareggio ma un super Falcone salva il risultato. Il Lecce festeggia i tre punti che portano la squadra a -5 dal settimo posto in classifica, che significa Europa.

11 febbraio 2023
Lecce - Roma 1 - 1

Il Lecce raccoglie un punto prezioso e tutt'altro che scontato contro la Roma, squadra in piena corsa per l'Europa. I salentini partono con il piede giusto e trovano il vantaggio dopo 7 minuti di gioco con un autogol degli avversari: corner battuto da Strefezza, Smalling impatta di testa, la deviazione di Ibanez spiazza Rui Patricio, è 1-0. Il Lecce non si rilassa dopo il vantaggio, al contrario continua a battagliare con la determinazione di chi non si accontenta. I padroni di casa cercano di sfruttare le ripartenze, gli ospiti provano a costruire il gioco ma con grande difficoltà. Serve un episodio per aiutare la Roma e arriva al quarto d'ora, l'arbitro fischia un calcio di rigore per un fallo di mano in area di Strefezza e Dybala trasforma, è 1-1. Ma da questo momento in poi la Roma, pur costruendo azioni pericolose, non riesce a finalizzare per via della prestazione superlativa di Falcone, che para tutto. Per gli ospiti spinge molto Abraham ma sono diversi i tentativi che si vede neutralizzare dal portiere, come il colpo di testa sulla punizione di Pellegrini che l'estremo difensore respinge in tuffo. Concede poco il Lecce, che trascina la partita fino al triplice fischio e porta a casa un buon risultato in vista della corsa alla salvezza.

4 febbraio 2023
Cremonese - Lecce 0 - 2

Buona giornata per il Lecce, che a un mese dall'ultima vittoria in campionato torna al successo conquistando tre punti preziosi contro la Cremonese. Ora i salentini possono piazzarsi a quota 23 punti e agganciare la Juventus, le speranze di permanenza in Serie A sono sempre più nitide. Nel primo tempo non si assiste a un grande spettacolo, poche le palle gol da un lato e dall'altro. Nella ripresa, però, il Lecce dà uno scossone al match e inizia a imporre il suo gioco. Dopo un'inzuccata di Colombo sul cross di Gallo che non va a buon fine, al 58' un calcio di punizione di Hjulmand porta al gol di testa di Baschirotto. Il Lecce continua a spingere e trova il raddoppio al 69', errore di Meitè che perde un pallone a favore di Gonzalez, che a sua volta mette Strefezza in condizione di calciare dal limite dell'area, la conclusione a giro è imparabile per il portiere. I giallorossi si lanciano all'assedio e vanno vicini al tris con il neoentrato Banda, che raccoglie il suggerimento di Colombo e impegna Carnesecchi, reattivo nel deviare in corner. 2-0 l'esito finale, il Lecce guadagna punti e fiducia a scapito di una Cremonese sempre più in pericolo retrocessione.

27 gennaio 2023
Lecce - Salernitana 1 - 2

Sfida salvezza tra Lecce e Salernitana in questa prima giornata di ritorno, va meglio ai granata che insieme ai tre punti guadagnano anche il sorpasso in classifica sui rivali salentini. Il Lecce riceve una doccia fredda in avvio di gara, la Salernitana trova il vantaggio alla sua prima azione offensiva: minuto 5, Dia prende palla dal limite dell'area ed esplode un destro letale per Falcone. Colpito a freddo, il Lecce fatica ad avere una reazione tempestiva e così la formazione di Nicola ne approfitta per sigillare il raddoppio. Siamo al ventesimo minuto quando la retroguardia giallorossa lascia colpevolmente troppo spazio a Dia, che serve con un passaggio filtrante Vilhena, il quale può sorprendere Falcone per il gol del 2-0. Il doppio svantaggio scuote il Lecce, che tre minuti più tardi riapre i giochi con la conclusione vincente di Strefezza sul cross di Pezzella dalla sinistra. Nel secondo tempo entrambe le formazioni calano leggermente il ritmo, anche se si registra comunque qualche buona chance come il palo colpito dalla Salernitana o la gran parata di Falcone sul tiro di Sambia dalla distanza. Il muro granata resiste e infligge al Lecce la seconda sconfitta consecutiva.

21 gennaio 2023
Verona - Lecce 2 - 0

Il Lecce interrompe la striscia di risultati positivi e dopo il sorprendente pareggio contro il Milan cade sul campo del Verona. I salentini partono forte e nel primo tempo raccolgono un paio di buone occasioni con Blin e Colombo, ma Montipò è reattivo e protegge la porta. Il Verona si vede annullare un gol a Lasagna per fuorigioco ma poco dopo trova il vantaggio con Depaoli, bravo a depositare in rete di testa sull'assist di Doig. Nel secondo tempo, è ancora la formazione di Zaffaroni a spingere con un pressing alto e sfiora il gol con Ilic, che dai 25 metri esplode un tiro che centra in pieno la traversa. Il raddoppio arriva al 54', Lazovic riceve da Ilic e solo davanti a Falcone non può fallire; ancora Lazovic per poco non trova la doppietta personale al termine di un'azione in velocità dei gialloblù, serve un grande intervento difensivo di Baschirotto per allontanare il pallone in calcio d'angolo. Nel finale desta preoccupazione l'infortunio di Henry, che lascia il campo tra le lacrime in barella. Il triplice fischio dell'arbitro assegna la vittoria al Verona, il Lecce rimane fermo a quota 20 punti e chiude così il girone di andata.

14 gennaio 2023
Lecce - Milan 2 - 2

Giornata molto positiva per il Lecce, che ottiene un incoraggiante pareggio contro il Milan, il quale invece non riesce ad approfittare della sconfitta della Juventus per tornare al secondo posto in solitaria. I salentini avviano la gara a ritmi alti e subito trovano il vantaggio grazie a un autogol di Theo Hernandez, che devia involontariamente nella propria porta un cross di Di Francesco. Doccia fredda per il Milan, che prova a rispondere con una conclusione potente di Pobega a tu per tu con Falcone, tentativo fallito. Il Lecce trova il raddoppio al 23' con il colpo di testa vincente di Baschirotto su assist di Hjulmand dalla trequarti. Addirittura i padroni di casa vanno vicini al tris pochi minuti più tardi con Gendrey che da ottima posizione impatta di testa un pallone, mandandolo di poco a lato. Nel secondo tempo il Milan entra in campo con un piglio più aggressivo e si lancia alla ricerca della rimonta, riuscendo a concretizzarla solo in parte. Al 58' il portiere del Lecce respinge il tiro a giro di Giroud, ma Leao è lesto a insaccare il tap-in vincente. Il pareggio arriva al 70', sponda di Giroud per Calabria che solo davanti a Falcone non sbaglia, è 2-2. Il Milan rischia tanto nel finale quando Tomori tocca un pallone messo al centro da Gallo e per poco non compie l'autogol. Il match termina in parità, un risultato che può comunque soddisfare il Lecce, sebbene l'avvio della gara permettesse di sperare in una vittoria.

8 gennaio 2023
Spezia - Lecce 0 - 0

Il Lecce continua la sua avventura nel 2023 con un altro risultato utile: dopo la sorprendente vittoria contro la Lazio, i salentini guadagnano un punto sul campo dello Spezia. La partita è complicata per entrambe le formazioni a causa delle condizioni atmosferiche, a La Spezia piove moltissimo e il terreno di gioco è difficoltoso. Il Lecce cerca di indirizzare il gioco a proprio favore fin dall'inizio, dopo 4 minuti di gioco Strefezza impegna Dragowski e al 12' Blin colpisce di testa un pallone proveniente da calcio d'angolo e lo manda dritto sulla traversa, la sfera arriva a Gonzalez che calcia di prima ma ancora una volta il legno nega il gol. Dopo il quarto d'ora lo Spezia comincia a guadagnare campo e prova a farsi avanti con un colpo di testa di Bastoni, deviato in corner da Falcone. Bourabia ha una buona occasione al 42', si libera della marcatura di Umtiti e tenta il destro al volo, pallone alto. Il secondo tempo si apre con un gran contropiede dello Spezia, Nzola arriva a tu per tu con Falcone ma si vede respingere la conclusione. Al 53' Strefezza va al destro dal limite, Dragowski si oppone e manda in angolo. Grande parata di Falcone al 72', bravo a respingere su Gyasi che comunque era in posizione di offside. Il match termina a porte inviolate, il pareggio non dispiace a nessuna delle due formazioni.

4 gennaio 2023
Lecce - Lazio 2 - 1

Lazio e Lecce si scontrano in sedicesima giornata. I biancocelesti dominano il primo tempo con un gioco più incisivo e i salentini non riescono a tenergli testa. Le aquile passano quindi in vantaggio al 14’ con Immobile che chiude così il primo tempo con un risultato parziale di 1 a 0 per la Lazio. Durante la seconda frazione di gioco invece gli equilibri si invertono ed è il Lecce a dominare. Arriva infatti la prima rete della squadra al 57’ con il tap-in di Strefezza seguito poi dal gol di Colombo al 71’ che chiude i gol della giornata. La Lazio non riesce a recuperare lo svantaggio e quindi non può far altro che accettare la vittoria del Lecce per 2 a 1.

12 novembre 2022
Sampdoria - Lecce 0 - 2

Al Lecce servivano i tre punti per concludere il 2022 con un po' di tranquillità e riesce a trovarli nella trasferta sul campo della Sampdoria, alla quale i salentini infliggono la quinta sconfitta consecutiva. In avvio di gara Falcone è chiamato a intervenire su due spunti pericolosi di Gabbiadini. Strefezza dà l'illusione del gol con una conclusione a giro quasi impeccabile, ma il pallone carambola fuori. Quando sembrano mancare idee e spazi per affondare, ecco che Villar commette un maldestro errore sbagliando un colpo di tacco, Colombo ne approfitta per lanciarsi in campo aperto e sconfiggere Audero con un mancino da dentro l'area. Nel secondo tempo il Lecce ha l'obiettivo di addormentare la partita, al tempo stesso deve mantenere la guardia alta per evitare di farsi riacciuffare dall'avversario. Stankovic le tenta tutte, fa entrare anche Quagliarella nel tentativo di risolvere la partita ma senza successo. All'83' la partita si indirizza in maniera definitiva a favore del Lecce, un contropiede fulmineo dei salentini termina con la conclusione sottoporta di Banda, primo giocatore dello Zambia a segnare in Serie A. Il match termina 2-0, un buon risultato per il Lecce che sale a quota 15 punti.

9 novembre 2022
Lecce - Atalanta 2 - 1

Una giornata memorabile per il Lecce, che non solo conquista la prima vittoria in casa ma lo fa battendo un'avversaria difficilissima, che viaggia nelle zone più ambiziose della classifica, ossia l'Atalanta. Per il club di Gasperini, tra l'altro, quella di questo turno è la prima sconfitta in trasferta dall'inizio della stagione. L'Atalanta avvia la partita con grande aggressività ma il Lecce è attento e bravo a non lasciarsi intimorire, aspettando nella propria metà campo e cercando l'affondo attraverso verticalizzazioni e ripartenze. Al 16' una bella combinazione fra Gendrey e Strefezza si coonclude con un bel pallone servito a Colombo sul primo palo, il giocatore prova la girata e spedisce la sfera fuori di un nulla. Provvidenziale l'intervento difensivo di Hjulmand al 22', il capitano delle Lecce va in scivolata a rubare il pallone a Pasalic che stava caricando il tiro da una posizione pericolosa. Al 27' Soppy quasi combina un pasticcio rischiando moltissimo l'autogol, sul calcio d'angolo che segue l'azione il Lecce trova il vantaggio con il colpo di testa di Baschirotto sulla sponda di Gonzalez. I giallorossi volano ora sulle ali dell'entusiasmo e subito raddoppiano, Di Francesco si lancia in campo aperto sulla sinistra, supera Sportiello in velocità e deposita in rete. Una doccia fredda per gli ospiti, che pure reagiscono accorciando le distanze prima dell'intervallo con il sinistro rasoterra di Zapata sul filtrante di Malinovskyi. Nel secondo tempo l'Atalanta si lancia alla ricerca della rimonta ma deve fare i conti con una difesa avversaria molto compatta. Al 74' si propone Malinovskyi con un mancino a incrociare che finisce sul fondo, nel finale Koopmeiners spreca l'occasione del pareggio sparando alto a tu per tu con il portiere. Finisce 2-1, il Lecce risponde ai pareggi di Cremonese e Spezia e respira, distaccandosi dalla zona rossa della classifica.

4 novembre 2022
Udinese - Lecce 1 - 1

Dopo le due sconfitte consecutive contro Bologna e Juventus, il Lecce può dirsi soddisfatto del punto raccolto sul campo dell'Udinese in occasione della 13esima giornata di Serie A. I salentini giocano un ottimo primo tempo trovando il vantaggio per primi, poi non riescono a mantenere il ritmo nel secondo e si fanno raggiungere dagli avversari. Il primo squillo è del Lecce dopo due minuti di gioco, una conclusione dalla distanza di Strefezza che centra in pieno il palo. L'Udinese si propone invece al 22' con un dribbling di Pereyra che avanza e scarica il destro verso la porta, Falcone si distende e blocca la sfera. Da un pallone scodellato in mezzo al 33' nasce il gol del Lecce, Colombo vince il contrasto con Ebosse, raccoglie palla e insacca in rete a due passi. Dall'altra parte, l'Udinese reagisce con un tiro potente di Pereyra che Umtiti devia provvidenzialmente in calcio d'angolo. Il Lecce va a un passo dal raddoppio nel recupero della prima frazione, il tiro dalla distanza di Gallo si stampa sul palo. Nel secondo tempo l'Udinese alza il proprio baricentro e tiene il pallino del gioco, fin quando non arriva il gol che ripristina la parità al 68', l'autore è Beto che a due passi deve solo depositare in rete il cioccolatino servitogli da Success. L'Udinese ha una buona occasione per raddoppiare al 75', il destro potente di Deulofeu dopo un'azione palla al piede manda il pallone fuori. Durante il recupero Falcone deve inventarsi una super parata per negare il gol a Pereyra e difendere così un pareggio che al momento attuale è utile al Lecce per muovere la propria classifica.

29 ottobre 2022
Lecce - Juventus 0 - 1

Il Lecce fallisce ancora l'appuntamento con la prima vittoria stagionale, a fermarlo questa volta è la Juventus che ottiene i tre punti, pur faticando più del previsto. Del resto, nella prima fase del campionato alla Vecchia Signora è capitato di cadere contro le squadre più piccole, come il Monza. Stavolta però un eurogol di Fagioli risolve la situazione ad Allegri, che ha dovuto fare i conti con i tanti indisponibili che hanno costretto il tecnico bianconero a un turnover per dare spazio ai giovani. Il primo tempo scorre in maniera abbastanza rallentata, la Juventus fa possesso palla ma raramente riesce a creare dei veri pericoli nella metà campo avversaria. Bisogna attendere il 42' per la prima vera chance della partita, con un calcio d'angolo sul quale svetta Rabiot, trovando però l'opposizione di Falcone che si allunga la palla oltre il palo. Nella seconda frazione la Juventus si rende pericolosa al 53', il colpo di tacco di Milik trova Cuadrado ma Falcone interviene in uscita bassa. Al 64' Milik prova il rasoterra dai 20 metri, Falcone respinge, Kean cerca il tap-in che gli viene negato dall'intervento difensivo di Baschirotto. Ora la Juve spinge e trova meritatamente il vantaggio con un bellissimo gol di Fagioli, un destro a giro dal limite. Nel finale la Juve si chiude e il Lecce va all'arrembaggio, mettendo i brividi con una conclusione di Hjulmand che si stampa sul palo. Nulla da fare: al triplice fischio il tabellone segna Lecce 0, Juventus 1.

23 ottobre 2022
Bologna - Lecce 2 - 0

Giornata importante per il Lecce che si trova ad affrontare uno dei club in lotta per la salvezza. Si può definire come un vero e proprio scontro diretto per la salvezza. La partita si mette in discesa per il Bologna già al minuto 13, quando Marko Arnautovic mette a segno il primo gol della partita trasformando il penalty assegnato dall'arbitro. Il direttore di gara vede il contatto in area di rigore tra Gendrey e Aebischer, non ha dubbi nell'assegnare il penalty. Il primo tempo continua all'insegna dei rossoblu che riescono anche a trovare il gol del raddoppio al minuto 34 con Lewis Ferguson: bel calcio d'angolo battuto dalla destra da Barrow sul primo palo, arriva Ferguson che spinge la palla in rete di testa non lasciando scampo a Falcone. Il primo tempo si chiude così sul 2 a 0. Nel secondo tempo i ritmi sono molto più blandi, il Bologna vuole difendere il vantaggio per portarsi a casa tre punti vitali. Ci riescono perfettamente non rischiando nulla e neutralizzando tutte le palle pericolose degli avversari. Interessanti le conclusioni tentate da Orsolini e Baschirotto nel secondo tempo, ma nessuno trova il terzo gol del match. La partita termina così sul risultato di 2 a 0 e regala un grande vantaggio al Bologna che sale a quota 10 punti in tredicesima posizone. Il Lecce resta invece fermo a quota 8 in diciassettesima posizione. Sempre più difficile questo avvio di campionato per i pugliesi.

17 ottobre 2022
Lecce - Fiorentina 1 - 1

Gara importante per il Lecce, i giallorossi incrociano una delle formazioni più dotate tecnicamente del campionato. Non si prospetta una partita facile. Tuttavia, i viola non sono in un buon momento di forma, potrebbe quindi essere una buona occasione per loro per strappare dei punti. La gara, non a caso, parte bene per i pugliesi: tante occasioni create lungo tutto il primo tempo. La spinta offensiva della squadra viene premiata al minuto 42, quando Ceesay riesce a spingere la palla in rete e a portare in vantaggio la sua squadra: tutto ha inizio con una grande giocata di Nico Gonzalez che si libera sulla destra di Dodò con un numero e serve il compagno, al gambiano basta andare in scivolata per spingere la palla in porta. La Fiorentina non sembra essere minimamente in partita nel primo tempo. I viola fanno meglio nella seconda frazione di gioco, quando Kouamé si fa trovare pronto alla spizzata di testa al minuto 48: bello scavetto di Cabral a servire il compagno, la palla arriva perfetta per l'attaccante ivoriano che colpisce e spinge la palla verso il palo, la sfera impatta il legno ed entra in rete, non può nulla il portiere avversario. Nella restante parte del secondo tempo la Fiorentina sembra prendere coraggio e si fa avanti con delle buone soluzioni offensive di Ikoné e Nico Gonzalez, nessuno però riesce a trovare il gol del vantaggio, la gara termina quindi in pareggio per 1 a 1. Risultato giusto che lascia contento il Lecce ora a 8 punti in sedicesima posizione.

9 ottobre 2022
Roma - Lecce 2 - 1

Gara che pone il Lecce contro una delle formazioni più ostiche del campionato. La Roma di Mourinho torna a fare la voce grossa in casa vincendo per 2 a 1. La gara si mette male sin da subito per i pugliesi, arriva la prima rete al minuto 6 con una bella incornata di testa di Smalling che si fa trovare pronto sul traversone messo in mezzo da Pellegrini. La Roma si porta subito in vantaggio e fa sentire la sua superiorità. La gara sembra crollare a picco per la squadra ospite quando Hjulmand viene espulso per una brutta entrata a gamba tesa su Belotti. Tuttavia, la gara si mette sui giusti binari per loro, arriva il gol del pareggio di Strefezza al minuto 39: bravo l'attaccante a farsi trovare pronto per la ribatutta in porta a seguito di un mischione in area di rigore. Il primo tempo si chiude quindi con un pareggio per 1 a 1. Nella seconda metà di gara, la Roma riesce a riportarsi avanti con il calcio di rigore battuto da Paulo Dybala, l'arbitro assegna il penalty per un brutto intervento in area di rigore su Tammy Abraham. Nella parte restante del match, la Roma prova ad allungare il vantaggio ma non ci riesce. Porta comunque a casa i tre punti, il Lecce resta quindi fermo a quota 7 punti in sedicesima posizione.

2 ottobre 2022
Lecce - Cremonese 1 - 1

Il Lecce ospita in casa la Cremonese, due squadre appena promosse dalla divisione inferiore. Il Lecce sembra partire meglio, ma la squadra che riesce a trovare il vantaggio per prima è la Cremonese. La rete della squadra ospite arriva al minuto 19 con Ciofani dal dischetto del rigore: si dimostra freddo dagli undici metri e riesce a sorprendere il portiere avversario senza troppi problemi. Marinelli decide di concedere il penalty per il fallo di Falcone su Okereke. La Cremonese rischia anche il raddoppio con la buona occasione di Zanimacchia al minuto 37. Il secondo gol della partita però è del Lecce, i giallorossi riesce a rimettere in equilibrio la gara con un altro calcio di rigore, questa volta l'arbitro segnala il fallo in area di rigore di Okereke su Gendrey: Strefezza su dimostra pronto sul dischetto e spiazza Radu senza troppi problemi. Nel secondo tempo la Cremonese si dimostra molto più propositiva in fase offensiva con le occasioni di Okereke e Castagnetti, nessuna della due formazioni riesce però a portare dalla propria parte la sfida. Termina quindi con un pareggio per 1 a 1 che consegna 1 punto per squadra.

16 settembre 2022
Salernitana - Lecce 1 - 2

Alla settima giornata di campionato arriva finalmente la prima vittoria della stagione per il Lecce, che batte in trasferta la Salernitana in una partita che si decide nel finale. Il match si apre con una fiammata di Coulibaly, bravo a scattare sul suggerimento di Piatek, scarica in rete ma è in fuorigioco, il Var conferma e si rimane sullo 0-0. Tuttavia, invece di prendere coraggio i granata sembrano calare il ritmo e faticano a costruire, il Lecce gioca con lucidità e tattica ed è bravo a concedere pochi spazi agli avversari. Dopo un paio di occasioni fallite da Banda, il più propositivo dei suoi, i giallorossi trovano il vantaggio al 42' con Ceesay, che sfrutta al meglio il suggerimento di Hjulmand e batte Sepe. Nel secondo tempo la Salernitana sale e subito sfiora il pareggio con una conclusione in diagonale di Piatek, ma Falcone si distende e salva la situazione. Un minuto dopo un autogol di Gonzalez ripristina la parità, il giocatore interviene goffamente su una palla proveniente da corner e devia involontariamente nella propria rete. La gara si decide all'83', chiude le marcature il neoentrato Strefezza con un bel destro a giro che non lascia scampo a Sepe.

11 settembre 2022
Lecce - Monza 1 - 1

Gara importante per il Lecce per guadagnare misure su una diretta rivale per la lotta scudetto. Il Monza, proprio come i giallorossi, sono una squadra appena promossa dalla Serie B che ha intenzione di confermarsi in prima divisione dopo un mercato stellare. Tuttavia, la partenza di entrambe le squadre è stata nettamente sotto tono. Nel primo tempo nessuna delle due squadre crea molte occasioni da rete, il Lecce ci prova al minuto 14 con Baschirotto, il Monza ci riesce al minuto 35 con un bel gol su calcio di punizione da parte di Sensi. L'ex Inter colpisce perfettamente la palla di destro, la sfera si alza sopra la barriera e termina in rete in una zona irraggiungibile per Falcone. I giallorossi non riescono a ridurre la distanza prima della fine del primo tempo. Entrambe le squadre tornano negli spogliatoi sul complessivo di 0 a 1 a favore dei lombardi. Il vantaggio dei biancorossi dura fino al minuto 48' del secondo tempo, quando Gonzalez riesce a spingere la palla in rete su un'azione per avviata da Banda, il cross di Ceesay viene respinto dal portiere Di Gregorio e Gonzalez ne approfitto per insaccare in rete. Nella restante parte di gara, nessuna delle due squadre riesce a portare dalla propria parte il match. La sfida termina così sull'1 a 1, parità che consegna un punto utilissimo ad entrambe le squadre.

5 settembre 2022
Torino - Lecce 1 - 0

Siamo giunti alla 5a giornata di Serie A 2022/23, tra le squadre che scendono in campo per questo turno ci sono anche loro, Torino e Lecce. I granata ospitano allo Stadio Olimpico di Torino i giallorossi per una sfida che sa di lotta salvezza. I granata partono sicuramente favoriti vista l'ottima partenza ad inizio campionato. Il Lecce è la squadra che trova il primo squillo del match: Bistrovic calcia una punizione potente, Milinkovic Savic para ma non blocca, la palla finisce tra i piedi di Ceesay che viene anticipato al momento del tipo, Gallo trova lo spazio per il tap-in ma manda alto. Per il primo gol bisogna aspettare il minuto 40, dopo svariati tentativi pericolosi, il Torino riesce a sbloccare lo score con il gol di Nikola Vlasic: Vojvoda mette la palla in profondità e il trequartista incrocia di sinistro battendo il portiere avversario. Nel secondo tempo sono ancora i granata a condurre la partita, si rendono pericolosi con Lazaro e Pellegri. La punta italiana del Torino al minuto 69 manca di poco il pallone per deviare in porta un cross, successivamente si vede anche annullare un gol al minuto 71: riceve una palla in profondità dal fondo, insacca la sfera sotto le gambe di Falcone, l'arbitro però ferma tutto per fuorigioco, nulla da fare. Negli ultimi dieci minuti di partita continua a farsi vedere solo il Torino, Ila Aina crossa in mezzo e Vojvoda sul secondo palo non devia sufficientemente bene per siglare il raddoppio. La partita finisce così sull'1 a 0, tre punti importanti che portano il Torino a quota 10 tra le grandi del campionato.

31 agosto 2022
Napoli - Lecce 1 - 1

I pronostici erano tutti a favore del Napoli, ma il Lecce ha superato le aspettative giocando un'ottima partita al termine della quale può lasciare il Maradona con un punto in tasca. Un ottimo risultato per i salentini, che avevano anche il fattore campo avverso. I giallorossi partono con il piede giusto, tant'è vero che al 22' conquistano un'importante occasione per passare avanti: un contatto in area di rigore fra Di Francesco e Ndombele è decisivo per l'assegnazione del tiro dal dischetto al Lecce. Si posiziona Colombo, ma si deve ribattere perchè il giocatore ha calciato prima del fischio dell'arbitro. Il secondo tentativo non va a buon fine: Meret intuisce l'angolo, intercetta il pallone e difende la propria porta, tutto da rifare. Subito dopo è il Napoli a lanciarsi in avanti e a trovare il gol dell'1-0, apre le marcature Elmas su assist di Politano. Ma il Lecce non si perde d'animo e dopo pochi minuti è proprio Colombo a cercare il riscatto dal rigore sbagliato: il numero 9 raccoglie un pallone vagante sulla trequarti, carica il mancino e beffa Meret con un tiro potentissimo da oltre 20 metri. Nella ripresa Spalletti prova a inserire in campo forze fresche facendo entrare Lobotka, Zielinski e poi Kvaratskhelia. I partenopei amministrano il gioco e si propongono in avanti collezionando qualche buona occasione con Osimhen e Politano, ma peccano di imprecisione. Il Lecce mantiene una stoica resistenza fino alla fine e riesce a portare a casa un risultato utile per la propria classifica, dimostrando di poter rispondere presente anche alle big della Serie A.

28 agosto 2022
Lecce - Empoli 1 - 1

Fnisce 1-1 al Via del Mare il match valido per il terzo turno di Serie A tra Lecce ed Empoli. I salentini acciuffano il primo punto in questo torneo. Strefezza crea pericoli in avvio di gara, mettendo alla prova i riflessi di Vicario. Verso la metà della prima frazione, Parisi toglie la palla a Strefezza a centrocampo, fugge verso la porta e beffa Falcone, complice la deviazione di Baschirotto. Al 40’, Banda serve al limite Strefezza, che scaglia un bolide dal centro dell’area per l’1-1 sotto l’incrocio dei pali. Nel secondo tempo, parte meglio la formazione toscana, con Baldanzi che impegna Falcone, poi, sulla ribattura, Marin si divora il gol. Al 60’, Vicario salva i suoi con una parata da manuale sul destro ravvicinato di Banda. Il Lecce si illude di una possibile rimonta al 76’, quando Ceesay infila la porta con una testata vincente, ma il gol viene annullato per fuorigioco del gambiano. Il risultato non cambia più, un punto a testa, il primo per la formazione salentina in questo campionato.

20 agosto 2022
Sassuolo - Lecce 1 - 0

Il Sassuolo gioca in casa contro il Lecce per la seconda giornata di campionato. I salentini partono aggressivi ma poi i neroverdi prendono il sopravvento fino ad arrivare al gol. Al 39’ è Berardi a far passare in vantaggio la squadra con un tiro al volo sull’evoluzione di un calcio d’angolo. Nella seconda frazione di gioco non ci sono azioni stupefacenti ma il Sassuolo si concentra a gestire il vantaggio ottenuto durante i primi 45 minuti. Il Lecce invece si affievolisce e perde l’incisività che aveva caratterizzato il suo gioco iniziale. Il gol di Berardi è stato quindi decisivo e segna la vittoria del Sassuolo sul Lecce per 1 a 0.

13 agosto 2022
Lecce – Inter 1 - 2

Di nuovo in serie A per la stagione 2022/23, il Lecce inizia il campionato affrontando subito una big della massima serie: l’Inter. I nerazzurri partono subito carichi e realizzano il primo gol a soli due minuti dal fischio di inizio della partita. È Lukaku a portare in vantaggio la squadra approfittando del cross di Dimarco e della successiva sponda di Darmian. È questa l’occasione che il giocatore stava aspettando. Lukaku colpisce al volo la palla di testa e vicinissimo alla porta realizza la rete dell’1 a 0. Il Lecce ci prova a recuperare. Da segnalare sono i tentativi di andare a segno di Strefrezza al 43’ che però colpisce la traversa e il calcio di punizione di Bistrovic al terzo minuto di recupero dopo il 45’ che invece colpisce la barriera. Le due occasioni non si trasformano. Il primo tempo si chiude quindi con l’1 a 0 dell’Inter. Riprende la partita e il Lecce riparte ancora più carico. Al 48’ arriva il gol del pareggio: Ceesay si insinua su Handanovic con un sinistro che il portiere nerazzurro non riesce a parare. I salentini sono in festa ma l’Inter non si scoraggia, anzi, si riprende il dominio sulla partita. Baroni si sente minacciato dagli avversari e prova quindi a smuovere la situazione con alcune sostituzioni ma il secondo tempo si chiude comunque sul pareggio. Sono 5 i minuti di recupero che l’arbitro assegna a fine match. In questo piccolo lasso di tempo Dumfries riesce a realizzare il gol del vantaggio portando alla vittoria l’Inter. Al 5’ il giocatore tira dall’area piccola e va a segno. Il Lecce non può far altro che accettare la sconfitta di 2 a 1 contro l’Inter.

06 maggio 2022
Lecce – Pordenone 1 - 0

Un Lecce che cerca la vittoria a tutti i costi quello che si presenta in questa ultima giornata di campionato. Si scontra con il Pordenone che invece non può più salvarsi dalla retrocessione certa in C. Il match è caratterizzato dal nervosismo dei giocatori della squadra pugliese che già dal primo tempo creano diverse occasioni per andare a rete grazie a Majer e Strefezza. Il gol però non arriva complice anche la buona difesa che stanno attuando i neroverdi. Il Lecce ci riprova nel secondo tempo e al 46’ portano a casa un punto grazie al gol di Majer. Gli altri tentativi di andare a rete non saranno abbastanza per entrambe le squadre. Il risultato infatti rimane 1 a 0 per il Lecce che quindi conquista la vittoria tanto voluta.

30 aprile 2022
Vicenza – Lecce 2 - 1

Due squadre dagli obiettivi importanti il Lecce e il Vicenza che si scontrano durante la 37esima giornata. I pugliesi vogliono mantenere la loro posizione da capolista mentre i veneti stanno tentando a tutti i costi ad uscire dagli ultimi posti per non retrocedere in C. Il primo tempo infatti è caratterizzato dal nervosismo di entrambe le squadre che sbagliano qualche occasione in porta. Si ritrova la concentrazione durante la seconda parte della partita. Al 69’ arriva il gol del Lecce con Strefezza. Il Vicenza trova l’opportunità giusta per il pareggio al quinto minuto di recupero. È Diaw a segnare. Al 13’ di recupero invece Ranocchia prova un ultimo tiro in porta dalla distanza che entra. Il risultato finale è quindi di 2 a 1 per il Vicenza che però, nonostante la vittoria, non supera la diciottesima posizione in classifica.

25 aprile 2022
Lecce – Pisa 2 - 0

Il Lecce parte subito bene in questo match che lo vede protagonista contro il Pisa. Arriva infatti al 18’ il vantaggio contro i toscani grazie al gol di Fabio Lucioni. I pugliesi sanno che ogni punto è importantissimo e può valere la promozione in serie A. L’occasione per il 2 a 0 arriva al 43’ quando Strefezza tenta un tiro in porta fermato però dalla traversa. Faragò però si prende una rivincita per la squadra pugliese e segna all’85’. Il Lecce con la vittoria contro i toscani conquista la prima posizione in classifica. Per il Pisa quindi nessun miglioramento, resta fermo in quinta posizione.

18 aprile 2022
Reggina – Lecce 1 - 0

Sul campo della Reggina, il Lecce incassa la quarta sconfitta in campionato. I ragazzi di Baroni non concludono mai nella porta avversaria e rimangono a secco di punti complice la rete di Folorunsho allo scadere del primo tempo. Una volta subìto il gol, per il Lecce si registra solo la traversa colpita da Strefezza. Per il resto le occasioni scarseggiano, alcune non vengono sfruttate, mentre la Reggina, dal canto suo, è molto attenta e non lascia nulla al caso. I padroni di casa amministrano e conquistano l’intera posta.

09 aprile 2022
Lecce – Spal 1 - 0

Dopo pochi minuti, la Spal si rende pericolosa: angolo di Esposito e colpo di testa di Vicari che manda alto. Lecce vicino al gol al 24’, con Coda che, però, non riesce a tirare e passa a Hjumand, ma niente di fatto. Strefezza lancia Di Mariano che sul secondo palo viene chiuso da Alfonso in uscita. Nel finale di tempo, il portiere ospite si supera ancora salvando su Di Mariano. Nella ripresa, il Lecce è ancora in assetto offensivo, Coda calcia due volte trovando la respinta di un super Alfonso. Al 66’, il neo entrato Helgason controlla un assist di Coda e batte Alfonso con freddezza per l’1-0. L’urlo della folla si propaga in tutto il Via del Mare. Helgason ruba palla e la passa a Di Mariano che calcia in curva, poi, nel finale, brividi per il Lecce: Esposito calcia una punizione, Peda stacca bene di testa, ma Gabriel blocca la sfera. Grande sollievo per i salentini, che vincono meritatamente e continuano a guardare verso la Serie A.

05 aprile 2022
Ternana – Lecce 1 - 4

Il Lecce, al suo ottavo risultato positivo, si porta in vantaggio dopo cinque minuti con Coda, che segna il suo 20esimo gol stagionale. Al 20', il raddoppio è opera di Strefezza, che fa il 2-0 con un diagonale da fuori area che trafigge Krapikas, al debutto da titolare. Al 44', la Ternana accorcia le distanze e si riporta in gara grazie a un colpo di testa di Bogdan, poi sfiora il pari con Koutsoupias di testa, ma Bleve salva con una grande parata. Nella ripresa, i padroni di casa schiacciano il Lecce nella propria metà campo, sfiorando ancora il pareggio con Partipilo, ma Bleve è ancora decisivo. Al 60', Helgason sfiora il gol in scivolata, poi Di Mariano cala il tris per i salentini al 78' con un capolavoro all'incrocio. La Ternana accusa il colpo, poi, al minuto 86, Ragusa fa il poker su assist di Coda. Fere a metà classifica e Lecce in volo. Con questa vittoria, il Lecce rimane al secondo posto agganciato alla capolista Cremonese.

02 aprile 2022
Lecce – Frosinone 1 - 0

Lecce-Frosinone termina 1-0, con Coda che realizza il gol numero 100 in Serie B e riporta il successo a Lecce. I salentini hanno una vera chance in avvio di gara, con Di Mariano che si trova solo davanti a Minelli, ma l’estremo difensore dei canarini para, poi lo stesso 10 salentino manda fuori sulla ribattuta. Al 40' arriva il vantaggio dei giallorossi: Di Mariano scambia con Gallo, cross verso l’accorrente Coda che di testa batte Minelli. Per l’hispanico è il 100imo gol in Serie B. Al 30', i giallorossi hanno una doppia occasione: prima Strefezza supera Minelli e tira, respinto sulla linea da Cotali, poi la palla finisce tra i piedi di Di Mariano che non riesce a ribadire in rete. I salentini ritrovano la vittoria dopo quattro pari di fila.

19 marzo 2022
Parma – Lecce 0 - 0

Contro i crociati, il Lecce non va oltre lo 0-0 in una gara caratterizzata da pochissime fiammate. Vazquez impegna Plizzari verso la fine del primo tempo. Nella ripresa, il Lecce rischia quando Pandev non devia in porta. Alle conclusioni di Strefezza risponde Turk. Nel finale, l’undici di mister Baroni ci prova in un paio di occasioni, ma il portiere gialloblù salva lo 0-0. Lecce quarto in classifica, a quota 56 punti.

15 marzo 2022
Cosenza – Lecce 2 - 2

Pareggio immeritato per i giallorossi che, avanti di uno e dopo aver sbagliato il rigore del raddoppio vengono raggiunti allo scadere, poi vanno sotto di uno nella ripresa, ma pareggiano con Blin nel recupero. Pronti via e dopo due minuti il Lecce passa con Coda su assist di Strefezza, poi ci prova Millico al quarto d'ora, ma la palla termina fuori. Al 16’, il bomber giallorosso spreca una buona occasione per raddoppiare: fallo di mano di Florenzi in area di rigore, per l’arbitro è rigore che l’Hispanico si fa respingere dal portiere dei calabresi. Al 44’ arriva il pareggio calabrese, con Larrivey che prima ci prova di testa, ma Plizzari para, poi sulla respinta lo stesso calciatore mette in gol. Al 52’ il Cosenza va in vantaggio: Millico prende palla e arriva sul fondo, aspetta l’uscita di Plizzari e lo beffa con un pallonetto. Il Lecce sfiora il pareggio al 59’, poi al 67’ sono i silani ad andare a un passo dal gol. Quando la partita sembra finita i giallorossi trovano il pareggio: traversone all’interno dell’area cosentina, Coda serve Blin che, con un tuffo di testa, insacca la palla alle spalle del portiere per il 2-2 finale. Nel giorno dei 114 anni, la squadra salentina si regala un punto.

12 marzo 2022
Lecce - Brescia 1 - 1

Termina 1-1 il big match tra Lecce e Brescia: al vantaggio giallorosso di Strefezza ha risposto il gol di Bisoli. Al 19’, alla prima occasione utile, il Lecce passa: Strefezza riceve palla, si accentra e da 30 metri beffa Jorenen con un tiro a giro. Al 30’ arriva il pareggio del Brescia, quando Leris entra in area di rigore, Plizzari lo anticipa in modo falloso e l’arbitro accorda al Brescia la massima punizione: Pajac dal dischetto si fa respingere da Plizzari, ma il pallone finisce tra i piedi dell’accorrente Bisoli che non ha problemi a ribadire in rete a porta vuota. Con questo risultato, gli uomini di Baroni salgono a quota 54 punti in classifica, a -1 dal Pisa capolista.

06 marzo 2022
Perugia - Lecce 1 - 1

Al Curi di Perugia, il Lecce pareggia ed evita il ko. Nonostante la superiorità numerica, la formazione di Alvini mette in difficoltà i giallorossi con interventi duri in fase offensiva. Nella prima frazione della gara non succede nulla. Kouan lascia il Grifo in dieci per una doppia ammonizione, poi, al 67’, Olivieri sigla un gol velenoso dell’ex, poi De Luca sfiora il raddoppio, ma nel finale il Lecce si salva: al 90’, Santoro mette la mano sul colpo di testa di Hjulmand e, dal dagli 11 metri, Coda trasforma. Durante il recupero, Hjulmand avrebbe sui piedi la chance del sorpasso, ma Chichizola salva il pareggio.

02 marzo 2022
Lecce - Ascoli 3 - 1

Il Lecce batte l’Ascoli per 3-1 allo Stadio Via del Mare, nella sfida valida per la 27esima giornata del campionato di Serie B. I salentini si portano in vantaggio al 24’ con Rodriguez, che riceve palla, controlla, si gira e la infila nell’angolino. Nella ripresa, il Lecce sfiora il gol, poi il bomber giallorosso raddoppia al 54’ con un colpo di tacco che non lascia scampo a Leali. Al 70’, Ricci, appena entrato, accorcia le distanze su assist di Saric. I bianconeri attaccano e colpiscono il palo con un bolide dalla distanza di Caligara, poi, nel quinto minuto di recupero, i padroni calano il tris con un penalty trasformato da Coda e accordato per un fallo di Baschirotto su Bjorkengren. Lecce a quota 54 punti in classifica, a -1 dal Pisa capolista.

27 febbraio 2022
Monza - Lecce 0 - 1

Il Lecce si impone sul Monza per 1-0 allo U-Power Stadium e ritrova la vittoria e il primo posto in classifica insieme alla Cremonese. A decidere è una rete di Coda su rigore, la quinta nelle ultime quattro gare. Annullati due gol a Listkowski (24’) e Rodriguez (92’). Il primo tempo è molto equilibrato, Listkowski centra un palo, poi si vede annullare un gol, ma il Lecce passa: al 56’, Helgason fugge e viene steso in area da Paletta. Dagli 11 metri Coda non sbaglia e conquista il vantaggio per i suoi. Machin e Mazzitelli sfiorano il pareggio, il Lecce resiste alle incursioni brianzole poi, nel finale, Coda centra il palo e Rodriguez va a segno su ribattuta, ma la rete viene annullata per fuorigioco.

23 febbraio 2022
Lecce - Cittadella 1 - 2

Il Lecce viene sconfitto in casa dal Cittadella nella giornata che avrebbe potuto dare nuova forza alle aspirazioni da capolista del club salentino. Il Cittadella si conferma bestia nera del Lecce: nonostante le assenze, il Citta fa bottino pieno al Via del Mare. Gli opsiti passano in vantaggio dopo i primi 30 secondi della gara con Antonucci che la infila precisa sul primo palo. Strefezza centra la traversa al quarto minuto, poi i padroni di casa si bloccano. Al 65', dopo un errore di Tuia, i veneti fuggono con Tounkara e raddoppiano Nel finale, il gol di Coda è rabbioso: all’88’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Hjulmand pesca Coda che controlla e gonfia la rete. Gli ospiti protestano per il corner assegnato, il tecnico Gorini viene espulso, poi, in pieno recupero, Kastrati para una cannonata di Coda, mentre Ragusa si divora il 2-2 spedendo il pallone al lato della porta. Il Lecce di Baroni rimedia la terza sconfitta stagionale e si ritrova secondo, a pari punti con Pisa e Cremonese (46), a -1 dal Brescia, vincente contro l'Ascoli.

20 febbraio 2022
Lecce - Crotone 3 - 0

Il Lecce torna a vincere e lo fa con decisione contro il Crotone, nella sfida valida per la 24esima giornata di Serie B. Un successo senza troppi pericoli quello dei giallorossi, che rompono gli equilibri al 35' con Coda, che raddoppia in avvio di ripresa su calcio di rigore accordato fallo di mano in area di Cuomo, poi espulso. Con i pitagorici in dieci, il terzo gol è solo questione di tempo: al 59', Strefezza triplica le marcature salentine. Nel finale c’è spazio per il poker fallito da Di Mariano, Rodriguez e Listkowski. Il Lecce torna momentaneamente primo in classifica, a +1 dalla coppia Cremonese-Pisa.

16 febbraio 2022
Alessandria - Lecce 1 - 1

Dopo i pareggi con Como e Benevento, i salentini pareggiano anche contro l’Alessandria al Moccagatta. Al 50’, gli uomini di Longo passano in vantaggio: punizione dal limite di Fabbrini, Lucioni respinge di testa, Calabresi libera Di Gennaro che non sbaglia davanti a Gabriel e segna l’1-0. All’82’, il Lecce torna in gara pareggiando: Calabresi serve Coda che controlla, si gira e trova l’angolo vincente su cui Pisseri non arriva. Al 94’, il Lecce sfiora la vittoria: corner di Ragusa, Coda va alla conclusione, ma Pisseri si supera e para. La gara finisce 1-1, il Lecce appare meno arrembante del solito. Mister Baroni dovrà lavorare per ridare alla sua squadra il lustro che aveva regalato tanto spettacolo e agonismo fino a oggi.

13 febbraio 2022
Lecce - Benevento 1 - 1

I salentini pareggiano i conti nello scontro diretto della 22esima di Serie B e non riescono a fare un balzo in avanti nella lotta al vertice. Gli ospiti si portano in vantaggio al 13’ con un tiro-cross di Acampora deviato nella propria porta da Calabresi (autogol). La squadra di Baroni accusa il colpo e rischia di capitolare ancora. Al 40’, Strefezza trova la rete del pari con un destro letale. Nella ripresa, fa meglio il Lecce, ma Helgason si fa parare da Paleari, molto bravo a negare la gioia a Gargiulo. Nel finale, le formazioni accusano la stanchezza, i cambi non bastano e ritmi calano inevitabilmente. Termina 1-1 tra Lecce e Benevento al Via Del Mare.

05 febbraio 2022
Como – Lecce 1 - 1

Una sfida davvero intensa quella tra Como e Lecce in occasione della ripresa del torneo di Serie B. Dopo appena 4 minuti, Cerri porta avanti i lariani con un calcio di rigore, poi Listkowski pareggia i conti al 13’. I due gol sembrano il preludio a una sfida ricca di sussulti; tuttavia, le due formazioni non riescono ad acciuffare il gol partita. Il Lecce gestisce il gioco per il resto del primo tempo, poi, nella ripresa, l’imprecisione di Coda e gli interventi di Facchin mantengono la parità. Nel finale di gara, i padroni di casa creano pericoli, Gliozzi colpisce la traversa, poi la palla ripassa al Lecce, Gargiulo va a terra in area ma Coda centra il palo a Facchin battuto. Finisce 1-1 in terra lombarda, con il Lecce che rimane primo, ma senza allungare sulle inseguitrici.

23 gennaio 2022
Lecce – Cremonese 2 - 1

Il Lecce vince e aggancia il terzo posto in classifica a quota 37 punti. Partita difficile, giocata in condizioni atmosferiche ostili. Al 14’, Gallo segna la prima rete con la maglia del Lecce, ma il vantaggio dura appena un minuto, perché Ciofani pareggia al 15’. Nella ripresa, la Cremonese si pone in assetto difensivo, ma è il Lecce ad avere la meglio: al 91’, l’autorete di Okoli su cross di Gallo regala i tre punti ai salentini. I giallorossi di Baroni battono gli uomini di Pecchia 2-1.

16 gennaio 2022
Pordenone – Lecce 0 - 1

I salentini si impongono con il minimo scarto contro il Pordenone al Teghil. Prima chance giallorossa dopo appena 5 minuti, con Olivieri che stoppa di petto e ci prova, palo. Al 24’, i salentini passano: Strefezza crossa per Gargiulo che salta i marcatori e trafigge Perisan. La squadra di Tedino torna in campo più decisa, tiene il pallino del gioco e chiude gli spazi ai giallorossi, poi il calcio di punizione dal limite di Butic si stampa sulla barriera. Il Lecce si rende pericoloso con Fargagò, ma la sua conclusione termina di poco fuori. Al 66’, i friulani rimangono in dieci per via del secondo cartellino giallo a Pasa, che, già ammonito, compie un brutto fallo su Gargiulo e vie espulso. Nel recupero, Strefezza si invola verso l’area, serve Di Mariano che, solo davanti al portiere, sbaglia e si fa parare. Vincono 1-0 i giallorossi, ora terzi a quota 35 punti insieme alla Cremonese.

26 gennaio 2022
Lecce – Vicenza 2 - 1

Nel match di recupero della 18esima giornata del campionato di Serie B, il Lecce di Baroni batte il Vicenza 2-1 e scavalca il Pisa al primo posto in classifica. I salentini dominano per buona parte dell’incontro, ma sprecano diverse occasioni per chiuderla. Al Via del Mare, la gara si sblocca con la rete di Listkowski al 28’. Al 38’, Coda si riscatta, centra il palo di testa, il rimpallo successivo confonde gli avversari e l’attaccante salentino scarica in rete per il 2-0. I veneti si rendono pericolosi solamente in occasione di una punizione di Giacomelli che termina alta di poco. Le occasioni per il Lecce si susseguono, Calabresi calcia a lato, Bjorkengren spreca di testa da ottima posizione, poi Coda sfiora il palo con una testata. A un quarto d’ora dalla fine, è compito del portiere del Vicenza sventare una conclusione pericolosa di Lucioni, poi, all’88’, i biancorossi accorciano con Meggiorini che, lasciato solo davanti a Gabriel, la controlla e segna. Il Vicenza inizia a controllare, il Lecce si chiude nella sua metà campo, cercando di difendere il risultato. Finisce 2-1 per il Lecce, che scavalca sia Brescia sia Pisa e conquista la vetta della classifica.

11 dicembre 2021
Pisa – Lecce 1 – 0

Un gioiello di Sibilli vale la vittoria del Pisa nel big match di Serie B della 17esima giornata contro il Lecce. La squadra di mister da D’Angelo ha ora 2 punti di vantaggio sul Brescia, che ha sorpassato al secondo posto il Lecce di Baroni, ora terzo insieme a Monza e Benevento. Dopo una prima frazione avara di emozioni, decide Sibilli al 13’ della ripresa: calcio di punizione di Beruatto, Gargiulo respinge, Sibilli aggancia la sfera e, con un tiro potente, la insacca sotto la traversa per l’1-0. Al 30’ ci prova Lucca, ma Gabriel para in due tempi. I salentini vanno vicini al pari con Gallo, che salta Toure, serve un ottimo cross a Gargiulo, ma la sua incornata è troppo centrale e facile da parare per Livieri. Il Pisa sfiora il raddoppio, ma Sibilli calcia fuori con la porta spalancata. Con questa disfatta, i giallorossi vengono superati dal Brescia in graduatoria.

4 dicembre 2021
Lecce – Reggina 2 - 0

Con i gol di Gargiulo e Majer , il Lecce batte la Reggina e vola al primo posto in classifica della Serie B. Quarta sconfitta consecutiva per i calabresi, che mette a rischio la panchina di Mister Aglietti. I padroni di casa si portano in vantaggio al 27’, con Gargiulo che deposita in rete un’inzuccata a porta sguarnita, poi Coda sfiora il raddoppio poco dopo, ma il prtiere manda in alto con la punta delle dita. Al 42’ esce Coda per infortunio. Al 61’ arriva il raddoppio su una ripartenza giallorossa: Strefezza serve Majer che solo davanti al Turati lo batte con un pallonetto, poi un tentativo di Rivas viene respinto in corner da Gabriel. Gabriel fa i miracoli sul tentativo a botta sicura di Ricci, poi Hjulmand calcia alle stelle. Nel recupero, la conclusione in rovesciata di Ricci termina fuori.

30 novembre 2021
SPAL - Lecce 1 - 3

Grande giornata per i giallorossi che continuano la loro scalata in classifica portandosi a quota 25 punti. La vittoria arriva contro una Spal non troppo convincente, il primo gol della partita è di Gargiulo che si fa trovare pronto sulla respinta di Pomini sul tiro di Strefezza, 0 a 1 Lecce. Al minuto 41' arriva però la risposta della Spal che porta il match in equilibrio con il gol di Colombo: Hjulmand perde palla, Seck si invola e lo serve, Gabriel non può nulla. Se il primo tempo non ha voluto restituire un netto favorito, il secondo tempo sembra avere le idee molto chiare. Il Lecce si riporta immediatamente avanti con Strefezza: un tiro dalla distanza che finisce sotto l'incrocio dei pali, un gol meraviglioso che vale l'1 a 2. Lo stesso giocatore brasiliano firma anche la doppietta al 77': Majer lo libera con un passaggio e lui con un rasoterra sul primo palo gela Pomini e chiude la partita. I pugliesi vincono meritatamente e si dimostrano una valida pretendente al titolo.

26 novembre 2021
Lecce – Ternana 3 - 3

L’anticipo della giornata quattordici del campionato di Serie B tra Lecce e Ternana termina 3-3 al Via del Mare, con gli ospiti che vanno avanti per primi, poi i padroni di casa ribaltano tutto. Con questo risultato, il Lecce fallisce l’aggancio momentaneo in vetta al Brescia, mentre la Ternana sale a quota 18 punti. La Ternana si rende pericolosa sin dai primi minuti, con Partipilo che viene fermato due volte da Gabriel, abile a negare sul primo tentativo e poi sulla ribattuta. Al 10’ la Ternana passa: Partipilo trova Falletti che batte Gabriel sul primo palo. Il vantaggio tuttavia dura un minuto, perché Majer segna l’1-1 al minuto 11 a tu per tu con Iannarilli. Nel finale di tempo, il Lecce si vede annullare una rete per offside di Di Mariano. Al 43’, Strefezza segna dopo uno scambio con Majer a seguito di una disattenzione della difesa avversaria. La ripresa vede un nuovo botta e risposta tra le due compagini: prima Donnarumma fa il 2-2 approfittando di un errore di Gabriel, poi la conclusione di Strefezza viene deviata nella propria rete da Boben per il 3-2. Al 72’ arriva la rete del pareggio con una conclusione di Partipilo che si infila all’incrocio dei pali per il definitivo 3-3.

20 novembre 2021
Frosinone – Lecce 0 - 0

Nella tredicesima giornata del torneo cadetto, il Lecce pareggia senza reti in casa del Frosinone. Ciociari più brillanti nella prima frazione, ma l’occasione più nitida ce l’ha il Lecce con Gargiulo, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. Sul fronte opposto, Lucioni e Dermaku fanno un’ottima guardia, concedendo pochissimo a Charpentier. Nel secondo tempo c’è più spazio per il gioco offensivo, ma neanche l’ingresso di Coda, fermato su un diagonale potenzialmente pericoloso da Ravaglia, riesce a sbloccare la partita. Il finale vede emozioni crescenti, prima Rodriguez sfiora il gol, poi Tribuzzi spaventa Gabriel e Rodriguez non riesce a sfruttare un contropiede all’ultimo minuto.

07 novembre 2021
Lecce - Parma 4 - 0

Partita frizzante quella tra Lecce e Parma. Le due squadre occupano le aree opposte della classifica, questo fa del Lecce la favorita del match, ma nessuno si sarebbe mai potuto aspettare un epilogo simile. I pugliesi si impongono con un pesantissimo 4 a 0 che li porta in seconda posizione scavalcando gli ex capolisti del Pisa. Il primo gol del match arriva al minuto 16 con Coda che mette a segno la rete dell'1 a 0: sfrutta l'assist di Gargiulo sul secondo palo per battere Buffon di testa. I giallorossi sembrano indemoniati, al 30' arriva la doppietta di Coda con un penalty dovuto al fallo di mano di Del Prato in area di rigore. I ducali si fanno travolgere dalle emozioni e mollano del tutto la presa sulla gara concedendo ai pugliesi il gol del 3 e del 4 a 0 prima della fine della frazione di gioco. Al minuto 37 è Strefezza a farsi trovare pronto sulla respinta di Buffon con un gol sul secondo palo. A chiudere l'incubo dei crociati è il solito Coda che corre per ottanta metri palla al piede e scaglia un sinistro rasoterra dal limite dell'area che vale il quarto gol della gara. Il Lecce domina e porta a casa un risultato importantissimo.

12 dicembre 2020
Lecce – Frosinone 2 – 2

Secondo pari consecutivo per il Lecce che esce dal Via del Mare ancora con il risultato di 2 a 2 , stavolta ottenuto contro il coriaceo Frosinone. In mezzo al campo si vede una qualità che è superiore a quella della media di categoria, ma gli attacchi fanno decisamente meglio delle difese. Al 14’ Adjapong scivola su un attaccante in area e l’arbitro fischia rigore e ammonizione. Parzyszek si incarica del tiro dal dischetto e segna. Sarà proprio Adjapong a pareggiare al 43’ con una straordinaria proiezione offensiva e un tiro di pregevole fattura. Al 59’ il solito capitan Mancosu, giocatore di altra categoria, porta in vantaggio i salentini che però si fanno recuperare nel finale dal gol di Novakovich all’88’. L’attaccante ha vita facile sull’errore di posizionamento della difesa, così il Lecce perde 3 punti che erano virtualmente già conquistati.

5 dicembre 2020
Lecce – Venezia 2 – 2

Il Lecce continua a esprimere un buon calcio, molto propositivo e teso all’offensiva, ma stavolta trova sulla propria strada una squadra quadrata e molto in forma che può vantare uno dei bomber più forti del campionato. In effetti proprio di quello si tratta, una sfida tra punte che duellano per le proprie squadre e per essere i capocannonieri di stagione: Coda e Forte, entrambi a segno. I salentini la sbloccano con Mancosu al 19’, poi arriva la rimonta dei lagunari con Forte che fa doppietta al 34’ e 40’ con movimenti da punta vera. Alla fine però arriva il pareggio di Coda al 76’, a ricordare che l’attacco giallorosso è sempre pronto a colpire. Il pari tra le due squadre risulta tutto sommatto giusto e dimostra che entrambe sono sulla buona strada per una stagione che può regalare soddisfazioni.

27 novembre 2020
Chievo – Lecce 1 – 2

5 a 1, 7 a 1 e adesso solo 2 a 1. Potrebbe trattarsi di una flessione per l’attacco leccese, è in realtà la vittoria più importante delle ultime tre, quella arrivata contro una seria candidata alla promozione, il Chievo che è sempre tra le squadre più forti di B ma che non mostra ancora l’attitudine giusta per essere tra le prime due. Tuttavia la partita sarebbe finita in parità se non fosse che questo Lecce ha davvero i numeri, o almeno così sembra, per tornare in massima serie. E non sono solo i numeri dei gol, tanti, fatti finora, ma i numeri di una rosa così lunga che può permettersi di pescare dalla panchina l’asso che serviva per vincerla. Innegabile che nella stagione delle 5 sostituzioni questo sia il vantaggio dei vantaggi. Ma ripetiamo, sarebbe potuta finire pari: Stepinski al 20’ l’ha sbloccata su suggerimento di Coda, al 22’ Garritano ha colpito al volo una palla dolce di Palmiero per il gol dell’1 a 1. Entrambe le squadre hanno sfruttato l’occasione più importante e di lì in poi la melina è calata sul campo. Tuttavia al 69’ Corini fa uscire l’autore del gol e fa entrare Falco, giocatore forse discontinuo ma la cui classe meriterebbe sempre la maglia da titolare, almeno in questa B. Quindi è proprio lui che al 93’ si ritrova, dopo un 1-2 un po’ fortunoso con un compagno, la palla giusta sui piedi e scaglia un preciso destro che si insacca all’angolino. Così il Lecce mostra al campionato che anche la sua panchina è di livello superiore, e per i salentini fanno 4 vittorie consecutive.

21 novembre 2020
Lecce – Reggiana 7 – 1

Dopo la manita rifilata alla Virtus Entella nell’ultima uscita il Lecce riesce a migliorare il proprio score di gol segnati mettendone dentro addirittura 7 nella partita contro la Reggiana. Ovviamente il risultato che non mette in luce la reale differenza tra le due compagini, ma certo dà lustro a una forma fisica del Lecce davvero eccezionale. I salentini non sono praticamente mai andati in difficoltà e hanno trafitto la difesa avversaria con una verve incontenibile.

Protagonista di giornata è stato Coda, autore di ben 3 reti e in una giornata che lo ha visto davvero incontenibile. Prima l’1 a 0 al 4’, poi il raddoppio al 20’, infine la sigla sul 4 a 0 del 50’. Il tris è stato firmato da Tachtsidis al 37’. Segnaliamo una piccola reazione della Reggiana che al 58’ aveva accorciato le distanze con Rozzio al 58’, salvo poi farsi travolgere da altre 3 reti: 69’ Falco, 75’ Majer e 84’ Calderoni. Da segnalare poi che 4 assist su 7 gol sono stati a firma di capitan Mancosu, vero rifinitore della squadra e tra i migliori in B per questo ruolo.

8 novembre 2020
Virtus Entella – Lecce 1 – 5

Tanti gol e molto spettacolo nel match tra Entella e Lecce valido per la settima giornata di Serie B. La sfida ha visto il trionfo della formazione di Corini, che si è imposta con un perentorio 5-1. Il Lecce dilaga e vince di misura nella sfida contro l'Entella, che si è dimostrata incapace di contenere la grinta offensiva del Lecce. La prima chance della serata è a favore dei padroni di casa, con De Luca che si accentra e scaglia la palla al di sopra della traversa avversaria. L'equilibrio in campo dura fino al 37', quando Coda insacca di testa per il gol dell'1-0. Il Lecce raddoppia in avvio di ripresa, con Mancosu che serve Henderson che, a sua volta, scaglia un piattone destro sul palo più lontano. La risposta dei padroni di casa non tarda ad arrivare: Currarino serve De Luca in area, che supera tutti e segna. Il Lecce ci riprova poco dopo, Mancosu tocca per Coda, la cui conclusione viene respinta da Borra con una grande parata. Al 23', gli ospiti calano il tris: Paolucci intercetta la palla in area con la mano, rosso e penalty trasformato da Mancosu dal dischetto per il 3-1. Forte della superiorità numerica, il Lecce allunga nuovamente la distanza sugli sviluppi di un corner: tentativo di Adjapond, Borra respinge, ma Paganini insacca il poker di testa. Nei minuti di recupero, il Lecce chiude i giochi con Stepinski che, ispirato da Calderoni, spiazza Borra con un'incornata.

2 novembre 2020
Lecce – Pescara 3 – 1

Al via del Mare, nella sfida valida per la sesta giornata della Serie B, ottima la prestazione del Lecce che si impone sul Pescara per 3-1 con Stepinski protagonista, autore di una doppietta. La formazione di casa parte meglio in avvio di gara, andando vicini al vantaggio dopo appena sei minuti: Stepinski per Coda, ma Fiorillo salva di piede. Al 13' arriva il vantaggio del Lecce con Stepinski che la insacca con un tiro a giro. I giallorossi sfiorano il raddoppio prima con Coda e poi con Adjapong. Nel secondo tempo della gara, il Lecce continua ad amministrare e arriva il meritato raddoppio: Mancosu si libera di Omeonga, serve Coda che spinge la sfera in rete. Il Pescara si scuote e riapre i giochi al 67' con un tiro a giro di Maistro, poi sfiora il pari ma Gabriel nega la gioia a Vokic. A chiudere i giochi è ancora Stepinski, che approfitta di una perdita di palla fatale di Fernandes per siglare il definitivo 3-1.

25 ottobre settembre 2020
Cosenza – Lecce 1 – 1

Termina 1-1 la gara tra Cosenza e Lecce valida per la quinta partita del torneo di Serie B. Lecce in vantaggio con Coda al 12', poi Gliozzi segna la rete del pareggio nel secondo tempo. Il Cosenza parte forte, crea occasioni e già all'8' avrebbe la chance per portarsi avanti con Carretta, che scaglia il pallone in braccio a Gabriel che a sua volta devia in corner. Subito dopo la partita si sblocca: Coda scappa, mette al centro, poi, da una respinta, la palla torna sui piedi dell'attaccante che segna il gol dell'1-0. Sempre Coda ha la chance per il raddoppio al 23', su calcio di rigore ottenuto per fallo di Idda su Paganini, ma l'attaccante giallorosso si fa parare il rigore da Falcone. Il Lecce riparte dal rigore sbagliato e riprende in mando le redini con Stepinski che, a porta vuota, sbaglia clamorosamente. Prima che finisca il primo tempo c'è tempo per l'espulsione del tecnico del Lecce Corini per aver criticato pesantemente le decisioni arbitrali. Nella ripresa, il Cosenza rischia sempre per un tiro di Coda al quale si oppone Idda che devia la palla in angolo. Sugli sviluppi del corner arriva il pareggio silano, con Baez che scaglia in porta la palla su una respinta. Il Cosenza si accende, ma è il Lecce a rendersi ancora pericoloso con Coda, poi con Henderson e infine con Stepinski. Occasione sprecata anche per Mancosu. Finisce 1-1 tra Cosenza e Lecce con i portieri che hanno deciso il risultato.

21 ottobre settembre 2020
Lecce – Cremonese 2 – 2

Il match valido per il quarto turno di Serie B tra Lecce e Cremonese va in scena al Via del Mare. La partita finisce con il punteggio di 2-2, un pareggio amaro per la Cremonese che non è riuscita a sfruttare il doppio vantaggio. Il Lecce rimonta grazie alle reti di Dermaku e Coda al al 64', evitando una sconfitta e acciuffando un punto prezioso. Alla mezz'ora, la Cremonese si porta avanti con una punizione di Gaetano deviata dalla barriera che sorprende Gabriel per lo 0-1. Neanche il tempo di rendersi conto che arriva il raddoppio: Valzania dal limite pesca l'angolo giusto e si porta sul 2-0. Il Lecce, dopo aver incassato due reti, regisce con Coda, ma la sua conclusione viene respinta da Volpe. Nella ripresa, il Lecce scende in campo più offensivo e, al 3', accorcia: gol volante di Dermaku che spiazza Volpe per il 2-1. I salentini sfiorano il pari subito dopo, con un colpo di testa di Coda che termina fuori di poco. È solo il preludio al secondo gol del Lecce, che al 19' ristabilisce la parità nel punteggio con un diagonale imparabile di Coda. Seguono diversi tentativi da entrambi i lati per acciuffare il vantaggio, ma i portieri negano neutralizzando le conclusioni. Il risultato non si schioda dal 2-2.

16 ottobre settembre 2020
Brescia – Lecce – 3 – 0

Nel match tra Brescia e Lecce valido per il terzo turno di Serie B, il Lecce affonda sotto un tris di reti inflitto dal Brescia di Delneri. Il risultato si sblocca dopo appena 9 minuti, con il gol di Ndoj che porta in vantaggio le Rondinelle. Da quel momento in poi, il Lecce accusa e non riesce a reagire, il Brescia ne approfitta e mette in atto un monologo lombardo andando a segno altre due volte, prima con Ndoj che segna la sua doppietta al 67', poi con il 3-0 definitivo che porta la firma di Florian Aye nel finale della gara. Prima vittoria in campionato per il Brescia di Diego Lopez, che sale a quota 4 punti in classifica acciuffando proprio il Lecce di Corini, al suo primo ko stagionale.

3 ottobre settembre 2020
Ascoli – Lecce – 0 – 2

Nella gara valida per la seconda giornata del campionato di Serie B, la formazione di Eugenio Corini ha sconfitto l'Ascoli di misura, con un netto 2-0. Decidono la vittoria degli ospiti i gol di Mancosu e Henderson. Dopo l'iniziale svantaggio, i padroni di casa non sono riusciti a tornare in partita, permettendo al Lecce di Corini di portare a casa una preziosa vittoria. Il match rimane a reti inviolate fino al 54', quando Mancosu segna la prima rete che sblocca la partita e consente agli ospiti di amministrare la gara cercando il raddoppio che mette in sicurezza il risultato. Al 66' arriva puntuale la seconda rete di Henderson che azzera le chance di recupero per l'Ascoli, che non riesce a rendersi offensivo e impensierisce Gabriel in una sola occasione.

Risultati Lecce giornata 1 Serie B 2020/2021

26 settembre 2020
Lecce – Pordenone 0 – 0

Pareggio senza reti del Lecce contro il Pordenone nella sfida di debutto della Serie B 2020/2021. Un match in cui entrambe le formazioni hanno cercato di concludere in rete senza mai trovare la via del gol. Poche le occasioni da rete in entrambi i reparti offensivi, troppo facili da neutralizzare per le difese. Dopo la fase iniziale, in cui le due compagini si sono a lungo studiate, ci sono stati, su entrambi i fronti, dei tentativi di attacco, ma le difese hanno saputo disinnescare fin troppo bene. Nessuna variazione tattica da parte dei due allenatori per dare una svolta e cambiare in meglio la partita.

22 agosto 2021
Cremonese – Lecce 3 – 0

Se il buongiorno si vede dal mattino questo non sarà il più facile dei campionati per il Lecce. Al netto del valore delle rose, quelle di Cremonese e Lecce si equivalgono, la superiorità tattica dell’avversario è apparsa evidente. Tutto ciò ha inciso fortemente sul risultato di 3 a 0, una sconfitta senza appello che ha sancito la maggior preparazione dei lombardi. Difficile dire se questa condizione di squilibrio così evidente si sia verificata a causa di una diversa preparazione al campionato. Il Lecce è sembrato molto ingolfato dai carichi di lavoro, la Cremonese ha viaggiato al doppio della velocità per tutta la durata della gara. In termini tattici però il Lecce ha resistito solo il primo tempo, poi nella ripresa la difesa è stata aperta come una scatoletta di tonno. Gol di Valzania al 51’, meravigliosa conclusione a giro di Bonaiuto al 60’ e match point di Valeri calciato al 65’. Il tutto realizzato in scioltezza, con la sensazione di semplicità dovuta sia alla buona trama dei grigiorossi, sia alla scarsa applicazione nei movimenti della difesa del Lecce.

10 maggio 2021
Empoli – Lecce 2 – 1

Il Lecce non riesce a sfruttare la vittoria del Brescia a Monza e termina il campionato al quarto posto, dopo un’altra sconfitta per mano dell’Empoli, che approda in Serie A insieme alla Salernitana. L’avvio di partita è fiacco, la capolista sfiora il vantaggio, poi i ritmi si alzano con il vantaggio leccese: Rodriguez sblocca le marcature giallorosse al 24’, La Mantia e Mancuso sfiorano il gol per i padroni di casa, poi, nella ripresa, La Mantia trova il pari dopo due occasioni sprecate e, a metà ripresa, Matos realizza il 2-1 (68’). I salentini hanno raccolto un solo punto nelle ultime quattro gare. Il Lecce dovrà rimettersi in sesto per disputare i play-off, dove affronterà la vincente tra Venezia e Chievo.

7 maggio 2021
Lecce - Reggina 2 – 2

Lecce e Reggina non vanno oltre il pareggio per 2-2 nella sfida valida per la 37esima di Serie B. Tanto agonismo e spettacolo in campo, con tutte le marcature realizzate nella prima mezz’ora di gioco. Al minuto 7 sblocca Edera, che porta avanti la Reggina su assist di Bellomo, poi, tra il 14’ e il 16’, Stepinski mette a segno due gol approfittando di una bella dormita della difesa avversaria. Al 27’, il pareggio degli ospiti è firmato da Montalto che supera il portiere che aveva respinto il tentativo di Orji. Prima dell’intervallo ci provano Okwonkwo e Bellomo, ma il risultato non cambia. La ripresa è fiacca, le due formazioni sono concentrate su quello che accade sugli altri campi, poi, nel finale, Menez spreca una buona occasione per la Reggina.

4 maggio 2021
Monza - Lecce 1 – 0

Peggio di così non poteva andare, il Lecce perde in casa di una delle sue dirette avversarie, quindi viene raggiunto dal Monza e superato dalla Salernitana. A due giornate dal termine del campionato di b questo passo falso potrebbe costare la promozione diretta in Serie A. La terza sconfitta in 4 giornate arriva, appunto, contro il Monza che gioca una discreta partita, decidendola con una punizione magistrale di Barberis, già tra le soluzioni balistiche più iconiche di questo campionato. Il Lecce aveva un solo punto di vantaggio sulla Salernitana e l’obbligo di vincerle tutte da qui alla fine, soprattutto questa. Le speranze salentine si infrangono sul tiro di Hjulmand alla fine che prende il palo non può far altro che disperarsi, conquistare un punto infatti avrebbe tenuto distante il Monza ma non avrebbe comunque impedito il sorpasso della Salernitana. Ora servirà alla squadra di Corini un reset di quanto fatto finora per provare a vincere le prossime due partite, di cui una con l’Empoli capolista. Chiaramente la sensazione è quella di aver sprecato diversi match point nelle ultime settimane e la tensione ormai è arrivata alle stelle. Il compito dell’allenatore sarà cercare di mantenere la barra dritta da qui alla fine del campionato.

Primo maggio 2021
Lecce – Cittadella 1 – 3

Nella 35esima giornata di Serie B al Via del Mare, il Lecce perde contro il Cittadella per 1 a 3, perdendo l’occasione per fare un serio balzo verso la massima serie. I padroni di casa ci provano più volte in avvio di gara con Meccariello e Henderson, entrambi senza fortuna. Al 18’, il Cittadella si porta in vantaggio: un errore di Rodriguez permette la ripartenza avversaria, D’Urso prende palla e, dal limite, calcia su Hjulmand, il rimpallo beffa Gabriel e si traduce nell’1-0. Al 27’, Coda riporta il punteggio in parità: Julmand per Henderson che serve Coda, la punta controlla e la infila dove Kastrati non può arrivare. Rodriguez si divora il vantaggio alla mezz'ora, poi Kastrati fa miracoli sulla conclusione di Maggio poso prima dell’intervallo. La ripresa si apre con il vantaggio del Cittadella: al 47’, l’ex Rosafio batte Gabriel dal limite con un tiro a giro che vale l’1 a 2. Majer reagisce ma centra il palo in pieno, poi la conclusione di Pavan viene neutralizzata da Gabriel. Al 91’, la squadra di Venturato chiude il match con il tris di Proia. Il Cittadella si conferma bestia nera del Lecce, che perde ma rimane al secondo posto a +1 sulla Salernitana.

17 aprile 2021
Vicenza – Lecce 1 – 2

Il Lecce ritorna alla vittoria in casa del Vicenza, nel match valevole per la 34esima giornata di Serie B e rimane in seconda posizione. Primo tempo incandescente, ricco di emozioni, con entrambe le squadre che creano tante occasioni da gol, poi i padroni di casa sfiorano il vantaggio con Cappelletti che colpisce la traversa, poi Gori sfiora il gol del vantaggio in due circostanze. Il Lecce si fa insidioso con Coda, ma la prima frazione di gioco termina sullo 0 a 0. Nella ripresa, dopo 5 minuti di gioco, il Lecce passa con Pettinari che beffa Grandi e spezza l’equilibrio. Lo stesso Pettinari sfiora il bis, ma Cappelletti salva i padroni di casa. Al 63’, Jallow pareggia siglando l’1-1, complice una deviazione di Meccariello. I salentini rispondono immediatamente con Henderson, che, al 67’, conquista il definitivo vantagio per il Lecce, che vince e continua a sognare la promozione in Serie A.

10 aprile 2021
Lecce – Spal 1 – 2

Il Lecce deve fermarsi dopo sei vittorie di fila. Contro la Spal, il match al Via Del Mare valido per la 33esima giornata di Serie B termina 1-2 per gli ospiti. Partenza sprint per la Spal, che la sblocca al 13’ con un gol di Valoti che la insacca nell’angolino basso dove Gabriel non arriva. I padroni di casa accusano ma regiscono, pareggiando poco dopo con Majer che batte Berisha con un diagonale rasoterra (17’). Gli estensi raddoppiano nella ripresa con un’incornata di Okoli sugli sviluppi di un corner, poi Hjulmand cerca di pareggiarla con un tiro potente dal limite, ma Berisha è attento e la blocca in due tempi. Il resto della gara vede i giallorossi riversati nella metà campo spallina, alla disperata ricerca del gol che, però, non arriva. Dopo due interventi dei portieri, che mantengono il risultato invariato, Stepinski ci prova di testa ma trova la traversa. Vince la Spal per 2-1, interrompendo la scia dei risultati utili del Lecce, che non ha mai creato pericoli concreti alla porta di Berisha.

5 aprile 2021
Pisa – Lecce 0 – 1

Il Lecce conquista la sesta vittoria di fila raggiungendo il record storico di successi consecutivi in Serie B. La vittoria all’Arena Garibaldi di Pisa consolida ulteriormente il secondo posto per i salentini. Il Pisa è più propositivo nella prima parte di gara, attacca diverse volte, ma senza mai trovare il gol. Alla mezz’ora, una dubbia entrata di Maggio su Palombi porta alle proteste del Pisa, che terminano con l’espulsione dell’allenatore del Pisa per il penalty negato. Nella ripresa, il Lecce si difende e non concede spazio agli avversari, poi Tachtsidis e Rodriguez entrano in campo e rianimano i leccesi, Henderson cade in area ospite ed è rigore. Coda dal dischetto realizza lo 0-1 per i giallorossi. Il Pisa attacca in modo disperato, il Lecce gestisce il forcing avversario non senza difficoltà e ottiene una vittoria pesantissima. Con sei vittorie consecutive, la Serie A si fa sempre più vicina.

2 aprile 2021
Lecce – Salernitana 2 – 0

Il Lecce si aggiudica il match della 32esima giornata del campionato di Serie B contro la Salernitana e consolida il secondo posto in classifica. Partono forte i padroni di casa, che già nel primo tempo indirizzano la gara, con gli ospiti che tentano di arginare le iniziative di Coda e Pettinari, ma da un lancio di Tachtsidis nasce il vantaggio giallorosso firmato proprio da Pettinari (44’). Nella ripresa, la formazione granata prova a regire, parte all’arrembaggio, ma la difesa salentina regge bene. L’espulsione di Bogdan spezza gli equilibri rimasti, poi, con un’azione bellissima da centrometrista, Maggio raddoppia al 72’ su assist di Rodriguez. Al Via del Mare, dopo 4 vittorie consecutive, il Lecce di Corini fa il pokerissimo alla Salernitana, formazione che tallona i salentini, e ottiene la quinta vittoria di fila.

20 marzo 2021
Frosinone – Lecce 0 – 3

Un Lecce così lanciato, tre vittorie consecutive, non poteva che fare molto male a un Frosinone depresso e alla ricerca di se stesso. Rispetto alla gara non c’è molto da dire oltre l’eloquenza del risultato: 3 a 0 per i salentini. Il Frosinone ci prova nelle prime battute, sul tentativo di Iemmello (squadre ancora sullo 0 a 0) è ottimo il riflesso di Gabriel. Poi nel secondo tempo in campo scende solo il Lecce e la partita virtualmente si conclude al 52’, quando Coda da inizio alle danze: palla ricevuta in area, ottimo controllo, primo tiro ribattuto, secondo tiro messo in porta. L’attaccante salentino è in uno dei momenti di forma migliori della propria carriera, anche se rischia di riaprire la gara suo malgrado. Al 68’ infatti viene concesso un giusto rigore al Lecce, ma in questa occasione Coda si fa ipnotizzare da Bardi. Poco male, visto che una manciata di secondi dopo Coda riceve al vertice dell’area, dribbla un difensore con un tunnel e tira forte a incrociare sul secondo palo. Quindi sul due a zero a meno venti minuti dalla fine le resistenze ciociare sono annientate. C’è spazio solo per il terzo gol di Rodriguez all’84’, pregevolissimo tocco sotto. L’ennesima sconfitta costa la panchina ad Alessandro Nesta.

16 marzo 2021
Venezia – Lecce 2 – 3

Nella laguna va in scena una bella gara, ricca di gol ed emozioni, il cui esito finale ha visto prevalere un Lecce che, come da inizio stagione, colma le lacune difensive con delle convincenti prove in attacco. I salentini sono riusciti a sbloccare il risultato con Pettinari all’11’, ancora una volta ben piazzato in area e pronto ad approfittare dell’errore della difesa. Alla fine del primo tempo regolamentare però è arrivato il pareggio dei lagunari, causato dal tocco sbilenco di Lucioni che fa gol nella propria porta. Nel secondo tempo riapre le marcature Coda che riceve un cross coi giri giusti da Majer, salta e schiaccia sul secondo palo al 50’. Appena 7 minuti dopo però l’asse Esposito-Maleh realizza uno splendido gol: Esposito difende palla e riesce a smistarla in rovesciata, Maleh quindi si coordina splendidamente e colpisce al volo siglando il 2 pari. Al 71’ viene concesso il rigore decisivo al Lecce, seppur l’intervento irregolare risulta discutibile. Sul dischetto va Coda che la piazza realizzando così il diciottesimo gol di un campionato che lo vede in testa alla classifica marcatori.

13 marzo 2021
Lecce – Chievo 4 – 2

A questo punto i salentini sembrano tornati a essere quella corazzata inarrestabile vista in alcuni scampoli del girone di andata. Questa vittoria ampia con il Chievo pone il Lecce al vertice dei rapporti di forza di questo campionato di B, alle spalle forse solo di Empoli e Monza. La gara si è risolta tutta nel primo tempo. Il primo gol è stato realizzato da Maggio all’8’ che ha trafitto il portiere con un bel sinistro dal limite. È seguito il pareggio di Obi al 21’ grazie a un’incornata vincente sull’angolo battuto da Renzetti. La gioia però dura poco poiché dopo appena 3 minuti Meccarello riesce ad allungare benissimo per Coda sugli sviluppi di un altro angolo: il bomber salentino stoppa e incrocia con una soluzione che mette in luce tutta la sua classe. Non pago Coda al 37’ fa doppietta e 3 a 1, stavolta cambiando piede ma riuscendo sempre a incrociare perfettamente sul secondo palo. Infine la sentenza la emette Pettinari che quasi allo scadere del primo tempo manda in rete di testa un bel cross di Maggio. Nella ripresa c’è spazio ancora per il tentativo clivenese di riaprire la gara: prima il gol su punizione di Mogos al 52’, poi il rigore sbagliato di Leverbe al 62’ che ha chiuso definitivamente i giochi.

6 marzo 2021
Reggiana - Lecce 0 – 4

Impegno piuttosto agevole per il Lecce che di fronte si trova una Reggiana priva della motivazione giusta per affrontare una partita così importante. I salentini dispongono del controllo sul match praticamente fin da subito. Il primo squillo arriva al 15’, quando Pettinari subisce fallo da rigore. Sul dischetto si presenta Coda, che era stato tenuto a riposo nel match precedente: il bomber non sbaglia dagli undici metri. Al 28’ poi arriva il raddoppio e anche uno dei gol più belli di questa giornata: un missile terra area che Majer fa partire dal vertice destro dell’area e che si insacca proprio sotto il sette delle porta difesa da Venturi. Sulle ali dell’entusiasmo il Lecce chiude la pratica tre minuti dopo ancora con Coda che riceve da Pettinari, stoppa e tira con i tempi giusti e da distanza ravvicinata insacca. L’incubo della Reggiana dura ancora tutto un tempo e peggiora con l’espulsione di Ajeti che in 5 minuti busca due gialli e va a fare la doccia al 52’. A questo punto, con tre gol di scarto e la squadra in svantaggio con un uomo in meno, la partita è virtualmente conclusa. C’è spazio giusto per un ultimo squillo da parte dei salentini che calano il poker all’81’. Il gol viene realizzato da Stepinski su calcio di rigore.

2 marzo 2021
Lecce – Entella 0 – 0

Il Lecce spreca una grande occasione nella partita con la Virtus Entella, essendo l’avversario decisamente alla portata dei salentini. A dirlo non è solamente una classifica che vede i giallorossi nei playoff e i biancocelesti all’ultimo posto, ma anche le occasioni create in campo che hanno visto i pugliesi dominare nettamente. Mister Corini ha deciso di approcciare alla gara con il modulo 4-3-1-2, lasciando però a riposo il capocannoniere Coda che negli ultimi tempi non ha tirato mai il fiato. Spazio quindi alla coppia Pettinari – Rodriguez che, col senno di poi, deluderà non riuscendo a scardinare la difesa della Virtus protetta dagli interventi, alcuni prodigiosi, del diciannovenne Alessandro Russo, giovane promessa che si sta facendo le ossa in B. Oltre a chiudersi cercando di giocare in ripartenza l’Entella non è in condizione di fare molto altro contro un avversario molto più quotato. Il Lecce però non riesce ad approfittarne e perde così due punti che sarebbero tornati utili in chiave promozione.

27 febbraio 2021
Pescara - Lecce 1 – 1

Occasione sprecata per il Lecce che a Pescara si fa raggiungere al 91’. I salentini passano in vantaggio con l’ottimo Maggio che a dispetto dell’età fa valere l’esperienza e dimostra di poter fare ancora la differenza in serie cadetta. Al 38’ Meccariello riesce a mettere un palla in mezzo difficile ma che l’ex esterno del Napoli riesce abilmente a girare in porta. Da questo punto in poi sono soprattutto gli abruzzesi a spingere per il pareggio, il Lecce inizialmente si salva grazie a una discreta difesa e al buon Gabriel. I salentini capitolano solo nel finale, quando Busellato riesce a Pescara il pallone tra linea di difesa e portiere, ma perfettamente in gioco, e non sbaglia. Così il Pescara conquista il punto che gli consente di restare al penultimo posto, mentre il Lecce deve accontentarsi del fatto che anche tutte le altre di testa hanno pareggiato.

21 febbraio 2021
Lecce – Cosenza 3 - 1

Il Lecce come al solito concede un vantaggio all’avversario grazie ai regali della difesa, poi però è davvero irresistibile in attacco e ribalta il risultato. A sbloccare i giochi è il Cosenza che va in vantaggio con Gliozzi al 7’, abile a girare di testa un traversone di Petrucci. La risposta del Lecce arriva 4 minuti dopo quando Rodiguez si procura un rigore, netto, che Coda trasforma all’11. Nella ripresa è ancora un rigore a muovere il risultato, anche stavolta il fallo era piuttosto netto. Quindi al 76’ si presenta sul dischetto Mancosu che non sbaglia. Infine il Lecce trova anche il modo di chiudere il match con una bella azione da calcio piazzato: all’84’ batte Mancosu, Maggio mette in mezzo al volo e Meccariello appoggia di testa a porta vuota. Con la seconda vittoria consecutiva il Lecce sale alla settima posizione.

13 febbraio 2021
Cremonese – Lecce 1 – 2

Torna finalmente alla vittoria il Lecce che si fa valere sul campo della Cremonese. Padroni di casa subito in vantaggio con Gaetano pescato tra le linee da Ciofani, l’attaccante napoletano è abile nel battere a rete Gabriel al 7’. La risposta salentina arriva al 30’ con la discesa di Rodriguez che da posizione molto defilata fa partire un forte rasoterra, la palla viene deviata da Castagnetti che, sfortunato, la devia verso la propria porta. Al 54’ Rodriguez si mette in proprio e scrive il suo nome sul tabellino. L’azione parte da una serie di tiri verso la porta respinti corti da portiere e difesa, ad approfittarne è proprio Rodriguez che scarica un gran destro a porta sguarnita, soluzione comunque non semplice. Così il Lecce si aggiudica i tre punti e torna a rintuzzare le zone alte della classifica.

9 febbraio 2021
Lecce – Brescia 2 – 2

Ennesima prova poco brillante per il Lecce di Corini che non riesce a trovare la vittoria da diverse giornate e stavolta viene fermato anche dal Brescia. Fin dal primo tempo le rondinelle sono sembrate più pericolose, seppur colpevoli di non aver capitalizzato al meglio sottoporta. Mister Corini ha un’ottima intuizione, nella ripresa effettua subito 3 cambi e al 46’ il Lecce passa in vantaggio con Rodriguez. Non paghi i salentini continuano ad attaccare e sfondano ancora una volta con Bjorkengren al 58’ di testa. I giallorossi però continuano a essere vittima delle proprie amnesie difensive, quindi si fanno rimontare prima da Bisoli al 75’ e infine da Aye al 93’, vedendo così sfumare 3 punti che erano ampiamente alla portata.

5 febbraio 2021
Lecce – Ascoli 2 – 1

Il Lecce non riesce più a vincere, infatti da ben 3 giornate i salentini non riescono più ad acciuffare la vittoria e stavolta a trarne vantaggio è stato l’Ascoli. I marchigiani vogliono assolutamente salvarsi e nonostante il terzultimo posto nelle ultime 5 giornate sono stati la squadra che ha realizzato più punti dopo l’Empoli in tutta la serie B. Anche stavolta hanno messo in luce tutta la loro resilienza e la capacità di soffrire contro una squadra più forte, ma trovando la via giusta per conquistare la vittoria. Il Lecce invece si è visto ancora una volta fragile e privo del giusto mordente. E pensare che i salentini sono andati in vantaggio al minuto 23’ grazie a una bella capocciata di Stepinski sull’ottimo cross di Coda. 1 a 0 e la partita sembrava essersi messa sul binario giusto. Ma al 28’ Dionisi ha rapidamente pareggiato i conti con un gol di buona fattura: palla ricevuta da Sabiri, tocco a liberarsi di Pisacane e tiro preciso per battere il portiere. L’attaccante sarà il grande protagonista del match visto che al 56’ riuscirà a portare in vantaggio i suoi realizzando con freddezza un tap in sulla respinta corta del portiere. Nulla da fare per il Lecce che sbaglia anche il rigore dell’eventuale pareggio con Mancosu al 91’. Per i salentini sembra sempre più difficile tirarsi fuori da questo periodo di crisi.

30 gennaio 2021
Pordenone - Lecce 1 – 1

Tra Lecce e Pordenone avviene tutto nel primo tempo. I salentini passano in vantaggio con il solito bomber Coda che realizza uno dei gol più belli di questa stagione: la difesa respinge corto, l’attaccante recupera il pallone, con un tocco delizioso si libera di due avversari e poi ne dribbla un terzo, davanti alla porta batte il portiere con un destro preciso. Al 14’ la partita pare già essersi messa in discesa per il Lecce, ma sei minuti più tardi il Pordenone pareggia: incursione di Butic che tira da posizione defilata, Gabriel respinge come può ma sulla rimessa Musiolik è bene apposta per battere a rete con un facile colpo di coscia. Nella ripresa la partita resta viva con costanti tentativi da una parte e dall’altra. Il Lecce coglie un palo, e poi salva un gol subito con un intervento prodigioso di Pisacane sulla linea. L’1 a 1 scontenta entrambe le squadre che ora si trovano nelle ultime due posizioni buone per i playoff.

24 gennaio 2021
Lecce – Empoli 2 – 2

poteva essere una dura sconfitta per i salentini che invece hanno trovato le giuste risorse per pescare almeno il pareggio. Come al solito la difesa è da rivedere visto come si è fatta sorprendere in occasione dei due gol dell’Empoli. Il primo, al 33’, arriva grazie alla palla tesa di Stulac che Haas è abile nello spedire in porta facendola passare in mezzo a tante gambe. Poi al 47’, su un’azione simile, Bajrami mette in mezzo per La Mantia a cui basta solo anticipare il difensore per battere a porta vuota. A questo punto i giochi sembrano fatti, considerato anche che Gabriel salva miracolosamente i suoi dal 3 a 0. Ma al 78’ ci pensa il capitano a ridare linfa ai suoi spedendo in rete la palla servita da Listowski. A questo punto i salentini ci credono e, proprio sul finale, colpiscono ancora: approfittando della confusione empolese Mancosu recupera palla e serve per Pablo che, al 90’, infila il portiere con un bel sinistro a incrociare. Il diciannovenne segna così il suo secondo gol in campionato e regala un pareggio insperato ai suoi.

16 gennaio 2021
Reggina - Lecce 0 – 1

Il Lecce se la cava con un gol di Stepinski che è una piccola magia ma anche il segnale concreto della crescita di questo calciatore. La palla gli arriva tesa al 28’, servita dal solito Adjapong padrone della sua fascia. Stepinski gli va in contro e in poche frazioni di secondo deve decidere cosa fare col pallone. Lascia sfilare e colpisce di tacco realizzando il gol più bello della diciottesima giornata. Tuttavia si noti che la Reggina ha giocato una partita significativamente migliore di quella del Lecce, che oltre al gol ha fatto poco o nulla. La Reggina ha costruito 22 tiri di cui 6 indirizzati in porta, sbagliando il rigore con Menez al 53’. I calabresi avrebbero gran bisogno di rivedere la loro offensiva, i cui errori pesano molto sulla classifica.

4 gennaio 2021
Lecce – Monza 0 – 0

Sparano a salve gli attacchi di Lecce e Monza, normalmente molto prolifici. Tuttavia in porta arrivano solo un paio di tiri per parte, neutralizzati con una certa sicurezza dai rispettivi portieri. Quindi sul tabellino la notizia che attira di più l’attenzione è l’espulsione di Bellusci al 90’. Al di là dell’esito piuttosto deludente, soprattutto sul piano del gioco, di questo match possiamo dire che certamente nessuna delle due è sembrata particolarmente superiore all’altra. In evidenza solo il maggior possesso palla della squadra brianzola.

30 dicembre 2020
Cittadella - Lecce 2 – 2

Se il Lecce vuole insidiare le prime posizioni valide per la promozione diretta in A ha bisogno di mettere a punto la difesa, mister Corini lo sa bene. Contro il Cittadella i salentini hanno disputato una gara a metà mettendo in luce, al tempo stesso, la propria qualità offensiva e le forti lacune in fase arretrata. Subito in luce queste ultime quando all’8’ Ogunseye stacca di testa su cross di D’Urso e batte Gabriel. Poi l’accelerata dei giallorossi che prima del fischio d’inizio della seconda frazione la ribaltano. A guidare la rimonta ci pensa bomber Coda che si era preso qualche turno di pausa dal gol. La sua doppietta è un manifesto della sua classe: sul primo gol al 18’ sterza a rientrare col sinistro e insacca di destro. Poi al 45’ controlla un traversone di Stepinski, sempre col destro, e ancora di sinistro è rapidissimo nel beffare Kastrati. Peccato che nella ripresa il Lecce torni in campo con un atteggiamento più tranquillo, forse troppo. Al 64’ Donnarumma mette un buon cross in area e Tavernalli è lasciato libero di saltare e insaccare con troppa facilità. È il gol che sancisce il risultato finale. Un’occasione persa per i pugliesi che in caso di vittoria avrebbero superato in classifica proprio il Cittadella.

27 dicembre 2020
Lecce – Vicenza 2 - 1

Non è stato semplice ma il Lecce è riuscito a tornare alla vittoria. La squadra di Corini parte subito piuttosto male con la Lanerossi Vicenza che si porta in vantaggio al 15’ con Marotta, abile nello sfruttare il passaggio di Zonta. Il Lecce è padrone della partita ma non del risultato, il Vicenza cerca di conservare il vantaggio con le unghie e con i denti. Poi al 69’ capitan Mancosu lascia brillare la propria classe, si incunea nell’area piccola e batte il portiere. Subito il gol il Lecce si carica ulteriormente e il Vicenza si scioglie. Ci pensa Pablo a toccare la palla del vantaggio definitivo, ispirato ancora una volta da Henderson autore di entrambi gli assist. È una vittoria significativa per i salentini che vanno a 24 punti, tornano alla vittoria e recuperano qualche posizione in una classifica che ora li vede a meno 7 dalla vetta.

22 dicembre 2020
Spal – Lecce 1 - 0

Nuova disfatta per il lupi salentini nella 14a giornata della Serie B 2020/21: il periodo no della formazione di Eugenio Corini prosegue e la squadra perde ancora una volta, superata per 1 a 0 al Paolo Mazza di Ferrara. Dopo un vivace testa a testa durato per buona parte della gara contro gli spallini, senza tuttavia grandi occasioni per nessuna delle due squadre, al 79' arriva il gol del vantaggio per i padroni di casa, con Strefezza che buca la difesa di Gabriel con un destro potente. A nulla valgono i tentativi dei giallorossi di recuperare nei minuti finali di gioco: la partita termina con la vittoria degli estensi, che possono così festeggiare un +3 portandosi in quarta posizione in classifica. Il Lecce scende invece in ottava posizione, superato dal Monza, pure vincente nella gara contro l’Ascoli.

19 dicembre 2020
Lecce – Pisa 0 – 3

Di tutti i risultati di giornata probabilmente questo 3 a 0 casalingo del Lecce, sconfitta più larga in stagione, è quello più sorprendente. I valori in campo infatti, con tutto il rispetto per i toscani, pendevano nettamente in favore dei salentini che però sono rimasti imbrigliati lasciando l’iniziativa ai pisani. Pronti via e Soddimo ha sbloccato il risultato al secondo minuto: sul cross di Marin il controllo di destro è perfetto, poi con lo stesso piede ha messo dentro sul secondo palo. Gli altri due gol che inchiodano il risultato sono invece figli di due soluzioni balistiche praticamente perfette. Al 17’ Gucher colpisce di sinistro, al 67’ Sibilli replica di destro. Il Lecce così paga l’aver lasciato troppo campo agli avversari, anche se puniti forse troppo severamente nel risultato.

15 dicembre 2020
Salernitana - Lecce 1 -1

Il Lecce pareggia ancora, il terzo consecutivo, e perde ancora punti importanti in classifica. D’altronde l’avversario è la Salernitana capolista che mostra come ha fatto a brillare fin qui. Il primo gol arriva al 10’ con Capezzi che finalizza il passaggio illuminante di Anderson. In questa occasione la difesa salentina è davvero sguarnita. I giallorossi però cominciano a costruire gioco e mettono la Salernitana all’angolo. Il pareggio arriva al 52’ grazie al rigore di capitan Mancosu che indirizza sapientemente e spiazza Belec. A questo punto i salentini provano l’assalto al fortino, ma la Salernitana dimostra quanto sappia giocare corta e muovere benissimo la propria difesa. Nel finale prima Djuric e poi Tutino vanno vicinissimo alla rete della vittoria, ma tutto sommato il pareggio è il risultato più giusto.

2 agosto 2020
Lecce – Parma 3 – 4

Ci hanno provato gli uomini di Liverani, ma il risultato non sarebbe bastato per evitare la retrocessione in B dopo la vittoria del Genoa sul Verona. Il Lecce retrocede dopo aver combattuto con onore fino all'ultimo minuto. Bravo anche il Parma, che non concede nulla e termina il campionato al nono posto a quota 49 punti. L'autogol di Lucioni dopo appena 11 minuti non rende le cose semplici ai boys di Liverani, poi Caprari raddoppia e rende la partita del Lecce ancora più in salita. A pochi minuti dall'intervallo, i giallorossi si svegliano e segnano due gol in 5 minuti con Barak prima e Meccariello subito dopo, riaccendendo le speranze. Il Lecce spinge nella ripresa, ma difende male e il Parma al primo affondo ne approfitta per il 2-3. Le news da Marassi complicano le condizioni del Lecce, che piano piano molla, poi Inglese segna il 4 a 2 e Liverani cerca di spronare i suoi per onorare il campo fino alla fine. Lapadula accorcia segnando il 3-4, poi tenta anche il pareggio, ma subentra la stanchezza degli ultimi minuti, poi il triplice fischio scandisce la retrocessione del Lecce in Serie B, ma a testa alta.

29 luglio 2020
Udinese – Lecce 1 – 2

I salentini vincono a Udine in occasione della 37esima di campionato e ritrovano un po' di speranza, mentre l’Udinese non viene minimamente impensierita dalla sconfitta, dopo una stagione positiva nel complesso. 1-2 il risultato al Friuli, con la vittoria degli undici di Liverani che approfittano della pesante disfatta del Genoa col Sassuolo per ridurre le distanze con la zona salvezza a 90 minuti dalla fine del campionato. La partita la sblocca Nestorovski con una deviazione vincente alla mezzora di gioco, ma niente gol poiché il macedone è in fuorigioco sul cross di Ter Avest. L’Udinese si porta in vantaggio sei minuti dopo con un’incornata di Samir su corner di De Paul. Segue un fallo di mano di Troost Ekong che regala il rigore a Mancosu, che trasforma al 40’. Nella ripresa, con uno spettacolare uno-due tra Lapadula e Barak, la palla finisce in rete sotto la traversa per il gol partita (81’). All’88’ si presenta un’occasione che potrebbe trasformare le sorti del torneo: Lasagna ruba un pallone sulla trequarti, parte da solo verso Gabriel, ma invece di calciare in porta tenta un passaggio dove non c’è nessuno e spreca la chance di pareggiare. L’ultima opportunità è affidata a Falco, che va vicino al tris ma Musso devia sopra la traversa con la punta delle dita. I salentini vincono in rimonta e rimangono in corsa per la salvezza a -1 dal Genoa.

26 luglio 2020
Bologna – Lecce 3 – 2

I giallorossi salentini tornano a scendere in campo contro i felsinei, questa volta nella cornice del Renato Dall'Ara, alla ricerca dei punti indispensabili per tentare di agganciare la quartultima posizione del Genoa e centrare l'ambito obiettivo salvezza. La sfida si apre tuttavia nel peggiore dei modi per i ragazzi di Liverani, sotto di 2 gol ad appena 5 minuti dal fischio d'inizio: il Bologna, infatti, si porta subito in vantaggio con Palacio, per poi trovare rapidamente il gol del raddoppio con Soriano. Nonostante il pessimo avvio, il Lecce non si dà per vinto e nel corso del primo tempo riesce a tenere testa a tutti gli ulteriori attacchi della formazione di Mihajlovic. Poi, a pochi minuti dall'intervallo, Mancosu è abile nello sfruttare la confusione in area e nel sorprendere Skorupski con un gol di petto, che accorcia il vantaggio dei padroni di casa. Nella ripresa, i lupi salentini tornano a mostrare i muscoli, con Falco che al 66' segna con un tiro di sinistro su assist di Petriccione, riportando il risultato sulla parità per 2 a 2. A spegnere definitivamente le speranze del Lecce è però Barrow, che durante il terzo minuto di recupero della ripresa si impone al termine di una brillante azione dei felsinei, chiudendo così la gara con la vittoria dei padroni di casa per 3 a 2. I salentini restano così bloccati a quota 32 punti e ad ancora 4 lunghezze di distanza dal Genoa e dalla salvezza, a sole 2 giornate dalla fine del campionato.

22 luglio 2020
Lecce – Brescia 3 – 1

I salentini si aggiudicano lo spareggio delle ultime della classe al Via del Mare e condannano i lombardi alla Serie B con una doppietta di Lapadula e il sigillo di Saponara. Un 3-1 amaro per la formazione di Lopez, che retrocede automaticamente in cadetteria dopo un anno appena in Serie A. Il Lecce parte subito forte, al 13' Joronen ipnotizza Mancosu, ma non può respingere il colpo di testa successivo di Lapadula su punizione (22'). Le rondinelle reagiscono con Zmrhal che impegna Gabriel, ma il mancino del giocatore ceco viene deviato in corner. Al 32', Lapadula raddoppia: Joronen respinge su Mancosu, poi l'ex Genoa ribatte in rete per il 2-0. Nella ripresa, il Lecce è ingessato nella propria metà campo, sotto il pressing degli avversari: al 63', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Dessena approfitta della mischia in area e accorcia le distanze con un destro che vale il 2-1. La conclusione arriva al 70' con Saponara che finalizza di potenza un contropiede di Tachtsidis. Nel finale altre occasioni per Mateju, Barak e lo stesso Saponara, ma il risultato non cambia, vince il Lecce per 3-1, rondinelle aritmeticamente in Serie B.

19 luglio 2020
Genoa – Lecce 2 – 1

Lo stadio ligure Ferraris ospita un match di cruciale importanza, con una posta in gioco altissima: la permanenza in Serie A. Per i rossoblù i 3 punti sono fondamentali, soprattutto dopo l’ultimo risultato contro il Torino. I salentini sono a un solo punto di distanza, in terzultima posizione: anche per loro una vittoria significherebbe allontanare il rischio retrocessione. Il grifone parte all’attacco e al terzo minuto di gioco Pandev, servito da Masiello, avrebbe l’occasione per trovare subito il vantaggio, ma la conclusione è debole e Gabriel blocca senza problemi. Poco dopo i padroni di casa ci riprovano con l’assist di Pandev su Sanabria, che colpisce sul primo palo portandosi in vantaggio. Nel Lecce Barak si fa vedere al 19’, ma con il tiro mancino non riesce a fare centro. Dopo un episodio al 44’ che vede il numero 9 salentino colpito da Perin durante un salvataggio, l’arbitro chiede il Var e assegna il calcio di rigore ai giallorossi. Mancosi dal dischetto calcia troppo alto mancando l’occasione del pareggio, ma subito dopo il Lecce riparte più offensivo e al 60’ Mancosu crossa e firma l’1 – 1. Non ci sono altre azioni eclatanti fino all’81’, quando Pinamonti recupera palla servendola a Jagiello, che colpisce il palo. La palla rimbalza però sulla schiena di Gabriel ed entra ugualmente nello specchio. La partita finisce con un Genoa vittorioso per 2 a 1, una vittoria che probabilmente significherà la salvezza dalla retrocessione. Per il Lecce uno sfortunato autogol rende sempre più vicino il rischio di finire in Serie B.

15 luglio 2020
Lecce – Fiorentina 1 – 3

La Fiorentina si porta a casa il bottino al Via del Mare, realizzando un tris di gol nel primo tempo. Apre Chiesa, poi Pulgar sbaglia dal dischetto, Ghezzal e Cutrone triplicano. Shakhov autore del gol della bandiera nel finale. All’11’, Pulgar sbaglia un rigore, poi il Lecce si vede sfumare l’1-0 con Babacar che conclude di poco sul fondo. Il match si decide tutto in 40 minuti: i viola affondano i salentini con le reti di Chiesa, Ghezzal e Cutrone. Al fine primo tempo, i padroni di casa sono già sotto di tre. Il Lecce di Liverani non ha nemmeno il tempo di reagire, potrebbe rientrare nel match, ma Farias colpisce la traversa. Nella ripresa, la formazione gigliata si limita ad amministrare la partita, non senza occasioni per calare il poker: al 51’, Gabriel devia la conclusione di Lirola e al 60’ replica su Cutrone. Vlahovic sfiora il 4-0 nel finale, poi, a due minuti dal novantesimo, Shakhov mette a segno il gol della bandiera salentina. Una sconfitta ignobile per i giallorossi di Liverani: la salvezza rimane a -1, per il momento. Discorso differente per la Fiorentina, che compie un bel salto in ottica salvezza, portandosi a +10 proprio dai salentini.

7 luglio 2020
Cagliari – Lecce 0 – 0

Nuovo appuntamento importante per i lupi salentini, che dopo l’eccellente prova in casa contro le aquile, tornano a scendere in campo presso la Sardegna Arena determinati a proseguire nel solco tracciato durante lo scorso turno, alla ricerca dei necessari punti salvezza. Liverani schiera in campo Saponara, Falco e Babacar per l’attacco, mentre a centro campo posiziona Mancosu con Petriccione e Barak. In avvio di partita, i giallorossi sembrano faticare a sostenere i ritmi di gioco dei padroni di casa; poi, al 22', arriva la prima grande occasione per il Lecce: Saponara tira in porta, Cragno respinge e Babacar sferra un colpo potente, centrando tuttavia la traversa a porta libera. Gli ospiti continuano a sferrare attacchi decisivi nei successivi minuti di gioco, mettendo a dura prova il portiere rossoblu, che tuttavia risponde colpo su colpo senza farsi cogliere impreparato. Nella ripresa, il Lecce realizza con Saponara e poi con Mancosu, vedendosi tuttavia annullare entrambi i gol per fuorigioco. Le occasioni continuano a rincorrersi da ambo le parti, per un match che nonostante il clima rovente mantiene un buon ritmo fino agli ultimi minuti di gara: nonostante la buona prova della formazione salentini, la gara in casa del Cagliari termina con il risultato fermo sullo 0 a 0 ed un punto a testa. A fine giornata, il Lecce è ancora fermo in terzultima posizione, tuttavia ad un solo punto di distanza dal Genoa.

7 luglio 2020
Lecce – Lazio 2 – 1

Prova brillante dei lupi salentini nella gara allo Stadio Via Del Mare della 31a giornata di campionato, con un inaspettato exploit contro la Lazio seconda classificata. Nonostante i pronostici a favore delle aquile, forti di ben 17 vittorie nel totale dei 29 precedenti condivisi dalle due squadre in Serie A, il Lecce conquista una preziosa vittoria per 2 a 1, segnando un’ulteriore, pesante battuta d’arresto nella corsa allo Scudetto dei biancocelesti e, soprattutto, guadagnando 3 punti classifica utili ad allontanarsi, almeno momentaneamente, dalla zona retrocessione. Il match è caratterizzato da un avvio quasi frenetico, con la Lazio che sfiora il gol del vantaggio dopo appena 2 minuti dal fischio di inizio con Caicedo e il Lecce che realizza con Mancosu, salvo poi vedersi annullare il gol per via del tocco di mano del salentino verificato tramite VAR. Passano pochi secondi e le aquile tornano a dire la loro, ancora una volta con Caicedo, che sfrutta la respinta di Gabriel su tiro di Parolo per insaccare la rete dell’1 a 0. La gara procede con ritmi sorprendentemente alti: se i biancocelesti creano diverse occasioni, i giallorossi non si lasciano cogliere impreparati, rispondendo colpo su colpo. Al 30', poi, arriva il punto del pareggio: Babacar sfrutta un cross perfetto di Falco per rifilare un colpo di testa imparabile, che spiazza Strakosha e porta il risultato sull’1 a 1. L’occasione sorpasso per il Lecce arriva nel corso del recupero, quando il direttore di gara assegna alla squadra un calcio di rigore: a tirare è Mancosu, che tuttavia sbaglia clamorosamente superando la traversa. All’inizio della ripresa, i padroni di casa riescono però a rifarsi con Lucioni, che segna di testa su calcio d’angolo di Saponara. L’emozionante gare prosegue senza esclusione di colpi, con una Lazio propositiva, ma incapace della necessaria precisione e sempre più nervosa (come dimostrato dall’espulsione di Patric per morso al braccio di Donati). Lecce – Lazio si conclude così con la vittoria dei padroni di casa.< /p>

4 luglio 2020
Sassuolo - Lecce 4 – 2

È un Lecce tenace quello che va in scena contro il Sassuolo, ma ancora una volta troppo perforabile in difesa. La squadra di Liverani è molto sbilanciata in avanti, eppure non riesce a segnare quasi mai oltre le 2 reti. Per contro risultati con 4 reti di passivo sono ormai diventati un’abitudine in Salento, e il Lecce non ha punti da ben 6 giornate. Anche contro il Sassuolo la resistenza è stata strenua. Prima Lucioni ha risposto al vantaggio di Caputo, poi il rigore di Mancosu (che non ne sbaglia uno da 4 stagioni) ha pareggiato quello di Berardi. Il problema è che alla fine la squadra è calata, la linea di difesa è arretrata troppo e Boga e Muldur hanno trovato troppa semplicità nel siglare i gol vittoria. I salentini restano comunque in corsa per la salvezza, ma al momento sembrano organizzati peggio delle dirette concorrenti.

1 luglio 2020
Lecce – Sampdoria 1 – 2

Nella cornice dello Stadio Via del Mare, Lecce e Sampdoria hanno disputato il match valido per la 29esima giornata di Serie A 2019/2020. I blucerchiati battono i pugliesi in una partita che si decide dal dischetto: tre tiri dal dischetto ad opera di Ramirez, doppietta per il blucerchiato e Mancosu per il momentaneo 1-1.

Il match è molto teso tra le fue fazioni, specialmente per la delicata posizione di entrambe le squadre in classifica. C'è molto equilibrio, i reparti difensivi sono entrambi molto attenti, poi un errore del leccese Tachtsidis mette le basi per il primo penalty. Nella ripresa, i salentini riescono solamente a pareggiare, ma momentaneamente, poi seguono ben altri due rigori, il primo per un'entrata scomposta di Thorsby su Saponara, il secondo, al 75', con Paz che sgambetta Depaoli e commette un fallo netto. Amaro e deludente il risultato per gli uomini di Liverani, che vedono la strada della salvezza farsi sempre più ripida.

26 giugno 2020
Juventus – Lecce 4 – 0

Mancosu fa sponda per Shakhov che di esterno arma il destro di Rispoli. Palla fuori, ed è l’occasione migliore per il Lecce in tutta la gara. Da quel momento in poi una moltitudine di errori, il più grave al 32’ quando Lucioni si addormenta prima di ricevere il pallone, Bentancur gliela ruba e il difensore è costretto al fallo. Ultimo uomo e l’arbitro detta l’espulsione. Con il Lecce in 10 comincia l’agonia salentina. Prima la sblocca Dybala al 53’, con un altro gol da cineteca. Poi raddoppia Cristiano Ronaldo che al 62’ realizza un rigore che egli stesso si era procurato. Sarà sempre il portoghese, in eccellente stato di forma, a servire Higuain per il 3 a 0 che si materializza all’83’. Infine chiude i giochi de Light all’85’ su colpo di testa. Una punizione tutto sommato dura per il Lecce. I salentini possono ancora sperare di salvarsi, ma resta l’eterno problema di una difesa davvero troppo permeabile.

22 giugno 2020
Lecce – Milan 1 – 4

Questo Lecce ha tanto cuore ma una difesa davvero di burro, così anche contro un Milan non irresistibile arrivano l’ennesima pesante sconfitta. La squadra di mister Liverani scende in campo timida, giustificata dal rientro dopo oltre 2 mesi di stop. Subisce l’offensiva milanista e prende gol al 26’ da Castillejo. A quel punto il Milan spegne la luce e il Lecce ha modo di rientrare in partita: Lapadula spreca, la var annulla un gol a Meccariello, meglio Babacar che entra nella ripresa e si procura un rigore che Mancosu realizza al 54’. La difesa pero’ è davvero troppo blanda e così un minuto dopo i salentini vanno incontro alla goleada: Bonaventura al 55’, Rebic al 57’, Leao al 71’.

Nulla è perduto e il Lecce potrebbe ancora salvarsi a scapito di una delle due genovesi, ma servirà sicuramente una fase di copertura più attenta.

1 marzo 2020
Lecce – Atalanta 2 - 7

Match esaltante ma dal risultato finale pesante per i padroni di casa quello che va in scena presso lo stadio Via del Mare di Lecce nel corso della 26esima giornata di campionato. Il primo tempo si apre con un gioco vivace e un apparente situazione di equilibrio tra le due squadre, poi, al 17’, l’autogol del giallorosso Donati consegna agli avversari il punto del vantaggio. A stretto giro arriva la rete del raddoppio per gli ospiti, che al 22’ si portano sullo 0 a 2 con Zapata. Voglia di riscatto per i lupi di Fabio Liverani, che con Saponara accorciano le distanze al 29’, per poi trovare il gol del pareggio con Donati al 39’. Il primo tempo si chiude con un risultato parziale di 2 a 2, ma nella ripresa la compagine guidata da Gian Piero Gasperini travolge letteralmente gli avversari: al gol di Ilicic realizzato al 47’, seguono la doppietta di Zapata che porta i suoi in vantaggio per 2 a 5. Ma la goleada dell’Atalanta non si ferma qui: a pochi minuti dal triplice fischio dell’arbitro ci pensano Muriel e Malinovskyi a chiudere l’incontro con un netto 2 a 7.

A fine giornata, niente di fatto per il Lecce che rimane fermo in fondo alla classifica con 25 punti.