Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Serie A 1 giornata

In questa sezione del sito di SNAI puoi accedere a tutti i risultati delle sfide della prima giornata di Serie A 2021/2022. Oltre ai risultati puoi consultare i dati statistici e gli esiti degli scontri diretti per avere un supporto concreto per i tuoi pronostici sulle scommesse di Serie A. Consulta gli albi con gli esiti sportivi e scoprirai uno strumento prezioso al servizio dei tuoi pronostici.

  • Frosinone – Napoli 1-3
  • Empoli – Verona 0-1
  • Genoa – Fiorentina 1-4
  • Inter – Monza 2-0
  • Sassuolo – Atalanta 0-2
  • Roma – Salernitana 2-2
  • Lecce – Lazio 2-1
  • Udinese – Juventus 0-3
  • Torino – Cagliari 0-0
  • Bologna – Milan 0-2

La Serie A torna a far emozionare gli appassionati di calcio con le sfide tra le squadre più blasonate nel panorama italiano. Si comincia a giocare nella giornata di sabato, che vede diversi match interessanti. Particolare curiosità c’era attorno all’esordio del Frosinone in massima serie, chiamato ad affrontare nientemeno che i campioni d’Italia in carica del Napoli. Inizialmente sembra quasi che possa accadere l’incredibile: il Frosinone passa in vantaggio grazie a un calcio di rigore trasformato da Harroui, ma è solo un’illusione, perché i partenopei rimettono subito le cose in chiaro e chiudono il match con un 3-1 sul quale ci sono le firme di Politano e Osimhen in doppietta. Successo esterno del Verona, che batte di misura l’Empoli grazie al gol segnato al minuto 75: calcio d’angolo battuto da Duda, Caprile sbaglia l’uscita e favorisce l’intervento di Bonazzoli, che deve solo deviare in rete. Da lì il Verona mantiene il controllo e nel finale sfiora anche il raddoppio di nuovo con Bonazzoli, l’esito finale resta 1-0. La Fiorentina espugna Marassi e mette ko il Genoa con il punteggio di 4-1. Si comincia dopo soli cinque minuti di gioco, Biraghi raccoglie il suggerimento di Nzola e gonfia la porta di Martinez con un tiro all’incrocio. Sei minuti più tardi la formazione viola trova il raddoppio: Gonzalez conclude all’improvviso da fuori area, Martinez si oppone e devia sul palo, Bonaventura si avventa sul pallone e ribadisce in rete. Prima dell’intervallo la Fiorentina cala il tris con il gol di testa di Nico Gonzalez sul corner di Biraghi. Nella ripresa arriva anche il quarto gol, Mandragora si inserisce su un cross delizioso di Bonaventura e con un’inzuccata batte Martinez per la quarta volta. Al Genoa riesce soltanto il gol della bandiera, Biraschi mette a sedere Terracciano sugli sviluppi di un corner respinto. L’Inter si impone sul Monza, merito soprattutto dell’operato di un grande Lautaro Martinez. L’argentino apre le danze all’ottavo minuto, siglando il vantaggio a pochi passi dalla porta su assist di Dumfries. Dall’altra parte, i brianzoli provano a creare grattacapi alla difesa avversaria con Caprari e Colpani, ma invano. Nel secondo tempo Lautaro firma la doppietta al minuto 76, insaccando a porta vuota un suggerimento rasoterra di Arnautovic.

Nella giornata di domenica l’Atalanta ha la meglio sul Sassuolo. Nel primo tempo l’occasione migliore per la Dea è un colpo di testa di Zapata, che Maxime Lopez salva sulla linea di porta, mentre dall’altra parte la formazione neroverde si propone con il tiro di Matheus Henrique, deviato in angolo da Musso. Nella ripresa De Keteleare colpisce una traversa e poco dopo mette la firma sul vantaggio nerazzurro, staccando da calcio d’angolo, quando Consigli agguanta il pallone questo ha già superato la linea di porta. Nel recupero l’Atalanta chiude la partita con il gol di Zortea su assist di Adopo. Per la Roma, invece, l’esordio non è esaltante, dato che non va oltre il pareggio contro la Salernitana. Belotti apre le danze con un bel gol su assist di Llorente, ottima iniziativa tecnica da parte del Gallo. Gli amaranto pareggiano i conti poco dopo la mezz’ora, Candreva dialoga con Fazio e poi scarica un gran tiro sotto la traversa. Lo stesso Candreva mette la firma sul sorpasso in apertura di ripresa, riceve palla da Bradaric e con il mancino deposita il pallone all’incrocio dei pali. La Roma non si rassegna e avvia il forcing per recuperare, ci riesce: all’82’ pareggia grazie al gol di Belotti in torsione sull’angolo di Paredes. Il Lecce affronta la Lazio al Via del Mare e riesce a trionfare per 2-1. La Lazio chiude il primo tempo in vantaggio grazie alla rete di Immobile, ma a partire dall’85’ i salentini rimontano in pochi minuti con i gol di Almqvist e Di Francesco. La Juventus schiaccia l’Udinese alla Dacia Arena, un 3-0 che lascia poco spazio a considerazioni. Chiesa la sblocca subito con un gol dal limite dopo due minuti, poi lo seguono Vlahovic e Rabiot, nessuna difficoltà per la Vecchia Signora.

Infine, i due posticipi del lunedì hanno visto fronteggiarsi Torino e Cagliari e Bologna e Milan. I primi non vanno oltre lo 0-0, a dispetto delle diverse occasioni da gol, nel secondo caso invece è il Milan a vincere con il punteggio di 2-0, a segno Giroud e Pulisic.

  • Sampdoria – Atalanta 0 - 2
  • Milan – Udinese 4 - 2
  • Monza – Torino 1 - 2
  • Lecce – Inter 1 - 2
  • Fiorentina – Cremonese 3 - 2
  • Lazio – Bologna 2 - 1
  • Spezia – Empoli 1 – 0
  • Salernitana – Roma 0 - 1
  • Verona – Napoli 2 - 5
  • Juventus – Sassuolo 3 - 0

Ricomincia la stagione del campionato di Serie A con alcune squadre che iniziano nel migliore dei modi e altre che probabilmente si aspettavano un inizio di campionato più promettente. Le big della Serie A confermano i loro risultati positivi ma anche le altre squadre cercano di prendersi le loro soddisfazioni, soprattutto le neo arrivate: Lecce, Cremonese e Monza.

Partiamo proprio dalle promosse dalla Serie B la scorsa stagione. Il Lecce si fa valere contro l’Inter e riesce a realizzare anche una rete a fronte però delle due messe a segno dai nerazzurri. I salentini cavano comunque dal buco una sconfitta ma concludono la giornata consapevoli di aver fatto tutto il possibile per ostacolare i nerazzurri. A segnare per il Lecce è Ceesay mentre per l’Inter sono Lukaku e Dumfries. Stessa sorte anche per il Monza che chiude il match contro il Torino sempre con un risultato di 1 a 2. La squadra, affronta il suo esordio in Serie A con grinta. I piemontesi però dominano la partita e nonostante l’atteggiamento incalzante del Monza, realizzano due reti firmate Mirancuk e Sanabria. Il Monza riesce comunque a portare a casa un gol durante il recupero di fine partita grazie a Dany Mota. Diverso il punteggio invece per la Cremonese che gioca in casa della Fiorentina. I viola vincono il match per 3 a 2 ma la Cremonese non gli rende vita facile. A segnare per i grigiorossi sono Okereke e Bianchetti mentre le reti della Fiorentina sono di Bonaventura, Jovic e Mandragora.

Vediamo invece che risultati hanno ottenuto da questa prima giornata le big della Serie A. Il Milan gioca in casa contro l’Udinese che riesce a portare a casa due gol. I rossoneri però ne realizzano ben 4 e quindi i friulani, nonostante il grande impegno non ce la fanno a portare a casa la vittoria. La squadra di Sottil parte carica e realizza il primo gol dopo soli due minuti dal fischio di inizio che però non basta per intimidire l’avversaria. Per il Milan segnano Hernandez su rigore, Rebic per due volte e poi Diaz. Per l’Udinese invece sono Bacao e Masina a ridurre la distanza di punteggio dall’avversaria. La Juventus scende in campo contro il Sassuolo e inizia alla grande il campionato con una vittoria di 3 a 0. A consolidare il vantaggio già ottenuto grazie al gol di Di Maria, è il Rigore di Vlahovic. Il giocatore poi si ripete al 51’ facendo raggiungere ai bianconeri il risultato di 3 gol a 0. Una cascata di gol invece per il Napoli che chiude la partita contro il Verona con una vittoria di 5 a 2. Fino al 55’ è un botta e risposta di reti tra le due squadre ma poi il Napoli prende il sopravvento e ne approfitta per accumulare altri punti. I due gol del Verona sono di Lasagna e Henry mentre per il Napoli segnano Kvaratskhelia, Osimhen, Zielinski, Lobotka e Politano. Per quanto riguarda invece la Lazio e la Roma, i biancocelesti affrontano il Bologna mentre i giallorossi giocano contro la Salernitana. Il Bologna coglie la grande occasione del rigore per andare a segno. Arnautovic trasforma il tiro in un punto però la squadra regala poi un autorete agli avversari con De Silvestri. La situazione è di pareggio ma Immobile sblocca il punteggio e regala la vittoria alla squadra. Il match si chiude quindi con un risultato di 2 a 1 per la Lazio. Un successo anche per la Roma che vince per 1 a 0 contro la Salernitana. Il gol di Cristante è l’unico della partita ed è anche quello che decide le sorti del match.

Si continua con Sampdoria e Atalanta che si affrontano in casa dei Blucerchiati. Purtroppo però la Samp non riesce a conquistare nessun punto e per la squadra il match si chiude con una sconfitta di 2 a 0 a favore dell’Atalanta. Per la Dea segnano Toloi e Lookman. Infine, non meno importanti, sono Spezia e Empoli che chiudono la prima di campionato con la vittoria dello Spezia. A segnare per i Liguri è Nzola.

  • Sampdoria – Milan 0 - 1
  • Cagliari – Spezia 2 - 2
  • Napoli – Venezia 2 - 0
  • Roma – Fiorentina 3 - 1
  • Bologna – Salernitana 3 - 2
  • Udinese – Juventus 2 - 2
  • Empoli – Lazio 1 – 3
  • Torino – Atalanta 1 - 2
  • Inter – Genoa 4 - 0
  • Verona – Sassuolo 2 - 3

È stata una prima giornata con i fuochi d’artificio quella della stagione 21/22 di Serie A. 36 gol fatti e anche qualche sorpresa nei risultati che di certo non poteva mancare. A farne le spese, tra le big, è stata la Juventus che tra tutte le squadre di alta fascia è stata l’unica a non conquistare i 3 punti in questa prima giornata di campionato. A fermare i bianconeri ci ha pensato l’Udinese che in realtà ha avuto il semplice merito di restare in partita per tutti i 90 minuti, e saper approfittare dei gravi errori commessi dal portiere Szczesny. Non capita spesso di raccontare due veri e propri orrori di un estremo difensore della Juventus, ma è questo il caso visto che in entrambi i gol dei friulani c’è il chiarissimo aiuto del polacco. La Juventus può almeno gioire della buona prestazione di Paulo Dybala, un gol e un assist per lui, che nella prima mezz’ora è risultato totale padrone del gioco.

Come abbiamo detto vincono tutte le altre in gara, a partire dai campioni d’Italia dell’Inter che travolgono con un bel poker il Genoa. I rossoblu non sono ben disposti in campo e hanno un atteggiamento tattico decisamente troppo attendista. Nonostante l’Inter abbia dovuto procedere ad addii dolorosi questa estate (Lukaku, Hakimi su tutti) ha scoperto comunque di avere ancora una potenza d’attacco totalizzante. I nerazzurri hanno banchettato nella retroguardia del grifone andando in rete con Skriniar, Calhanoglu, Vidal e Dzeko. Ai gol dei pilastri della squadra si sommano quindi quelli dei nuovi arrivati, un match che conferma la forza della rosa a disposizione di Inzaghi. Fatica un po’ di più il Milan che riesce a imporsi solo 1 a 0 contro una buona Sampdoria. I blucerchiati difendono bene e confermano la compattezza che li ha contraddistinti nel biennio firmato da Ranieri, tuttavia il Milan riesce comunque a imporsi con una rete firmata dal nuovo numero 10 Brahim Diaz.

A questi nastri di partenza sembra che anche le capitoline siano arrivate in un ottimo stato di forma. La prima a essere scesa in campo è stata la nuova Lazio di mister Sarri, che in realtà conferma molti degli uomini della gestione Inzaghi. I biancocelesti incassano subito gol dall’Empoli confermando l’antico vizietto delle squadre di Sarri, devastanti in attacco ma troppo penetrabili nella retroguardia. L’offensiva biancoceleste d’altronde ci mette poco a rimettere le cose a posto e così grazie ai gol di Milonkovic-Savic, Lazzari e Immobile la partita torna a volgere in favore delle aquile già a fine primo tempo. Preme però sottolineare la buona prova dell’Empoli che tra le neopromosse per il momento è sembrata la squadra con più possibilità di raggiungere un’eventuale salvezza. La Roma invece era attesa da un’altra toscana, ovvero la Fiorentina di Vincenzo Italiano. Il lavoro dell’ex tecnico dello Spezia sembra già cominciare a emergere e infatti la sau squadra si produce in una prestazione positiva. Tuttavia la Roma di Mourinho sembra aver cominciato in quinta questa stagione e ha travolto gli avversari con il risultato di 3 a 1. Particolarmente positiva è stata la prova del neoacquisto Abraham che ha già dimostrato di essere un attaccante giovane ma già pronto per la Serie A.

Tra le vincenti di questa prima giornata di Serie A ci sono anche Napoli, Sassuolo, Bologna e Atalanta. I partenopei vincono in casa contro il Venezia in una partita semplice ma resa complessa dagli stessi azzurri. Al 23’ infatti va fuori Osimhen per espulsione, all’ora di gioco il capitano Insigne sbaglia un rigore. Nonostante tutto questo il Napoli riesce comunque a vincere due a zero dimostrando un chiarissimo mismatch con la squadre avversaria. Il Sassuolo batte 3 a 2 il Verona in trasferta, producendosi in una prestazione davvero di grande rilievo. Nonostante l’addio di Locatelli e di mister De Zerbi i neroverdi costruiscono gioco e segnano gran bei gol. Positiva comunque anche la prestazione del Verona. Vittoria in rimonta del Bologna sulla Salernitana, 3 punti anche per l’Atalanta contro il Torino conquistati proprio all’ultimo minuto. Segnaliamo infine il pareggio del Cagliari in casa con lo Spezia per 2 a 2.

  • Fiorentina – Torino 1 - 0
  • Verona – Roma 0 - 0
  • Parma – Napoli 0 - 2
  • Genoa – Crotone 4 - 1
  • Sassuolo – Cagliari 1 - 1
  • Juventus – Sampdoria 3 - 0
  • Milan – Bologna 2 - 0

Tornano i tanto attesi match di Serie A 2020/2021, con i ko, le goleade e le sorprese che caratterizzano la massima serie italiana di calcio. Tieniti aggiornato sui fatti più avvincenti che popolano le giornate della Serie A 2020/2021.

Il campionato di Serie A 2020/2021 si è ufficialmente aperto il 19 settembre e terminerà tra 11 giorni per via degli impegni che hanno coinvolto Inter, Atalanta e Spezia fino a pochi giorni fa. Le squadre neopromosse sono Benevento, Crotone e Spezia, che hanno preso il posto delle retrocesse Spal, Brescia e Lecce. Per lo Spezia, l'edizione 2020/2021 è la prima in massima serie dopo 114 anni di storia.

Un avvio di campionato avaro di gol: una sola rete nel match inaugurale tra Fiorentina e Torino, mentre il secondo incontro tra Verona e Roma si è concluso a reti inviolate, complice l'evidente stanchezza in campo che ha portato alla difficoltà di costruire delle trame offensive efficaci. Unico punto per la formazione viola centrato da Castrovilli al termine di una partita in cui il vero protagonista è stato Sirigu, estremo difensore granata, che ha evitato con le sue prodezze il vantaggio della Fiorentina fino al 78', quando Chiesa si libera di Ansaldi e serve Castrovilli che non sbaglia. Sirigu a parte, il Torino appare approssimativo e poco offensivo.

Verona - Roma, un incontro in cui i veri protagonisti sono stati i pali delle porte. Nessun gol centrato nella partita tra scaligeri e capitolini, complice un equilibrio nel gioco. Al termine del match, la conta riguarda i pali e le traverse centrati dalle due formazioni, specialmente nel finale, quando Dimarco centra prima il palo poi la traversa. Un esordio privo di gol per Hellas e Roma.

Si prosegue con Parma - Napoli, che termina in favore dei partenopei grazie a Mertens che la sblocca al 63' e Insigne che pone il suo sigillo al 77'. Inizio amaro per il Parma di Liverani, che esce a testa alta per l'impegno profuso nel voler recuperare il risultato fino alla fine.

Festeggia invece il Genoa di Maran nel match di esordio del neopromosso Crotone, imponendosi sul club calabrese per 4-1. In meno di 10 minuti, Destro e Pandev dettano legge, poi accorcia il Crotone con Riviere (28'), ma 6 minuti dopo ci pensa Zappacosta a ristabilire le dovute distanze. Controllo del Genoa anche nella ripresa, sebbene i ritmi siano più bassi: al 68', Pjaca, appena entrato in campo, mette la firma sul poker genoano (75'). Il Crotone cerca di reagire, ma il risultato non cambia e per la formazione di Stroppa si preannuncia un cammino in slaita verso l'obiettivo primario, ossia la salvezza.

1 a 1 tra Sassuolo e Cagliari, dopo un tempo ciascuno di dominio. Il Sassuolo parte più positivo, ma senza finalizzare. Il Cagliari ottiene il vantaggio per primo con Simeone al 77', ma la formazione emiliana risponde dopo 10 minuti con una punizione superlativa di Bourabia e il risultato torna in equilibrio. Un punto a testa in questa prima di campionato, prestazioni interessanti per entrambi i club.

Ultimo match della serata tra Juventus e Sampdoria. La Samp tenta di rendere difficile l'avvio di torneo per i bianconeri, ma non ci riesce e affonda sotto un sonoro tris di gol. Superiorità juventina indiscussa, con la prima rete siglata da Kulusewski al 13', nel tentativo di riprendere un calcio mancato di Cristiano Ronaldo. Nella ripresa arriva il raddoppio bianconero dopo tre tentativi sprecati da CR7: Bonucci fa centro nell'area piccola con un tap in. A pochi minuti dalla fine, Cristiano Ronaldo la chiude con un diagonale rasoterra su servizio di Ramsey. Esordio liscio di Pirlo in panchina, mentre la Sampdoria deve rimandare a occasioni più favorevoli.

Il posticipo del primo turno di campionato di Serie A ha visto Milan e Bologna sfidarsi nella cornice del Meazza di Milano. I rossoneri vincono di misura per 2-0 con una doppietta di Zlatan Ibrahimovic. Dopo il successo in Europa, il Milan si impone anche in casa sul Bologna, con un gioco degno del grande calcio. É sempre lo svedese a trascinare la squadra di Pioli in una sfida non scontata, in cui la differenza l'ha fatta la qualità della formazione rossonera. Il Bologna di Mihajlovic si presenta ben disposto in campo e determinato, ma disattento in difesa e troppo debole in attacco, crea pensieri al Milan solamente nel finale della ripresa con i tentativi di Skov Olsen e Sansone vanificati da Donnarumma e la traversa di Santander. Il Milan festeggia il suo esordio nella Serie A 2020/21 acciuffando con merito i primi tre punti.