Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Fiorentina

Gli ultimi risultati della Fiorentina in campionato, completi di resoconto dei match disputati dai viola nel corso delle ultime giornate di campionato: in questa sezione di SNAI.it, trovi informazioni complete sull’esito delle sfide che vedono protagonista il club dei gigliati, con punteggi, autori dei gol e movimenti in classifica della formazione di Firenze.

Grazie a SNAI, puoi mantenerti sempre aggiornato sugli sviluppi del campionato di Serie A per la Fiorentina, trovando, giornata dopo giornata, una comoda sintesi dell’intera stagione della squadra. In più, studiando l’andamento dei viola nel corso dell’annata e il livello della loro performance, puoi raccogliere dati utili per affinare i tuoi pronostici e sfidare la sorte mettendo a segno giocate sull’esito dei prossimi appuntamenti della Serie A.

23 maggio 2024
Cagliari - Fiorentina 2 - 3

La Fiorentina sconfigge il Cagliari durante l'anticipo dell'ultima giornata di massima serie, assicurandosi almeno l'ottavo posto e una qualificazione per la prossima stagione europea. Al 20', Belotti prova a sfruttare una grande occasione su cross di Biraghi, ma il portiere rossoblu compie un miracolo e salva la sfera. Tra il 27' e il 29', i padroni di casa sfiorano il vantaggio per ben tre volte: prima Deiola di testa su corner, poi Luvumbo fermato da Terracciano, e alla fine di nuovo Deiola che costringe il portiere viola a impegnarsi in un altro intervento miracoloso. Dopo una lunga pressione da parte del Cagliari, la formazione viola colpisce improvvisamente: Bonaventura viene marcato in modo debole da Augello, che gli lascia sfondare la rete avversaria con un sinistro sotto l'incrocio. Nei minuti prima della pausa, Lapadula azzera le distanze ma il suo gol viene prontamente annullato per posizione offside dell'attaccante casalingo. Nel secondo tempo, il Cagliari si spinge in avanti cercando il pareggio e al 58’ ci va vicino: Deiola colpisce di testa su un calcio piazzato di Viola, ma manca di poco. Al quarto tentativo, Deiola finalmente segna su assist di Prati; il gol viene inizialmente annullato per fuorigioco, ma il Var lo convalida per l'1-1. La partita sembra finire in pareggio, ma all'85’ il subentrato Mutandwa segna un gol spettacolare alla sua quinta presenza in Serie A. L'Unipol Domus esulta, ma è un'illusione. Gonzalez pareggia all'89’ e, all'ultimo minuto, il Var richiama l'arbitro per un contatto in area tra Di Pardo e Beltran. Il direttore di gara assegna il rigore, che Arthur realizza con freddezza, fissando il risultato sul 3-2 per la Fiorentina. Un finale degno di una partita incredibilmente spettacolare.

17 maggio 2024
Fiorentina - Napoli 2 - 2

Viola e partenopei si incontrano al Franchi per disputare la penultima giornata di campionato, fondamentale per delineare i posizionamenti finali di questa stagione. I primi a passare in vantaggio sono gli azzurri ospiti, dopo solo otto minuti dal fischio iniziale. I meriti vanno all'incornata potente di Rrahamani su corner chirurgico di Politano. La prima frazione continua con sempre maggiore intensità: al 40' i padroni di casa trovano il pareggio con la rete di Biraghi su calcio di punizione, per poi sorpassare gli avversari due minuti dopo grazie al tiro angolato di Nzola. Le squadre vanno in spogliatoio con un risultato parziale di 2-1 in favore della formazione di Italiano. La ripresa si apre con la rimonta partenopea al minuto 57: un calcio di punizione spettacolare sganciato da Kvaratskhelia, che scavalca la barriera difensiva e batte Terracciano in mezzo ai pali. Dopo aver siglato il prezioso 2-2, il Napoli colpisce anche un palo con il mancino di Politano, ma per il restante tempo i viola optano sulla chiusura della squadra nella propria metà campo, in modo da evitare qualsiasi possibilità di sorpasso. Questo pareggio concede un punto a testa alle parti, con il Napoli di Calzona che raggiunge il decimo posto, mentre la Fiorentina rimane ferma all'ottavo.

13 maggio 2024
Fiorentina - Monza 2 - 1

Nella terzultima giornata di Serie A, la Fiorentina accoglie i brianzoli del Monza nel suo Franchi. La Viola ha raggiunto la qualificazione per la prossima Conference League, grazie al nono posto conquistato in classifica, ma prosegue con determinazione e tenacia nel concludere questa stagione a testa alta. Il risultato del match viene sbloccato dopo nove minuti di gioco, dal lancio profondo di Dany Mota che termina sui piedi di Djuric, il quale sconfigge Martinez Quarta in uno scontro aereo e deposita la sfera in rete di testa. Le emozioni del primo tempo però non si fermano qui, perché al 32' Nico Gonzalez firma il prezioso pareggio: un cross di Barak verso il secondo palo viene intercettato dalla testa del numero 10 casalingo, che con precisione sfonda la porta biancorossa. Partita movimentata per questi primi 45 minuti, dove per primi partono meglio gli ospiti ma i padroni di casa si rifanno subito dopo. La seconda frazione è caratterizzata da ritmi di gioco più lenti e minori occasioni pericolose da parte di entrambe le formazioni. L'unico squillo è al minuto 78, quando Arthur sigla la vittoria della sua squadra con un destro nell'angolino basso di Di Gregorio. Con questo successo, la Fiorentina supera il Napoli e vola all'ottavo posto; in caso di vittoria contro i partenopei nel prossimo turno, sarà garantita la partecipazione viola alla Conference.

5 maggio 2024
Verona - Fiorentina 2 - 1

Il Bentegodi di Verona accoglie la Fiorentina per disputare il match di ritorno valido per la 35esima giornata di campionato. Si tratta di una sfida fondamentale per l'Hellas che, dopo il successo del Sassuolo sull'Inter, è ancora più a rischio retrocessione. Dall'altra parte, la Viola sogna ancora una qualificazione per le posizioni europee, mentre prosegue la corsa per il titolo della Conference League. A sbloccare il risultato sono i padroni di casa al tredicesimo minuto di gioco: un penalty ottenuto per un atterramento di Christensen su Noslin e trasformato dal capitano gialloblu nella rete del primo vantaggio. La formazione di Italiano risponde pochi minuti dopo con il palo di Castrovilli e con la verticalizzazione di Ikone che viene spenta dall'intervento di Montipò. A tre minuti dalla pausa, gli ospiti trovano finalmente il prezioso pareggio grazie al sinistro vincente di Castrovilli, che fulmina il portiere casalingo tra i pali. Nel secondo tempo le squadre tornano in campo con più determinazione e tenacia per portarsi a casa i 3 punti in palio. Al minuto 59, l'Hellas si fa avanti con un cross di Lazovic respinto da Milenkovic, ma poi accolto da Noslin che infila la sfera in rete. È con questo risultato di 2-1 che si conclude la partita, assegnano i 3 punti al Verona mentre la Viola rimane a mani vuote.

28 aprile 2024
Fiorentina - Sassuolo 5 - 1

Dopo essere stata eliminata dalla Coppa Italia nella semifinale di ritorno contro la Dea, la Fiorentina deve ora puntare al riscatto immediato in campionato. È Sottil a sbloccare la situazione al 17' con un preciso tiro destro dopo un pressing alto di Arthur. Il Sassuolo fatica un po' a reagire, rischiando di subire un ulteriore gol in più momenti, con Parisi che colpisce la traversa e con Ikoné e Barak fermati da Consigli. Nel secondo tempo, la partita viene decisa in soli 12 minuti: Martinez Quarta raddoppia di testa per i viola al 54' su assist di Arthur, mentre Thorstvedt accorcia le distanze al 57' con un destro glaciale sul primo palo. Poi un minuto dopo, Nico Gonzalez mette a segno il terzo gol sempre di testa, riportando i suoi subito in vantaggio. Dopo questi minuti di frenesia e confusione, la formazione ospite perde lucidità e quella di casa ne approfitta per sfondare la porta neroverde con le reti di Barak al 62' e di Nico Gonzalez al 66'. Nel finale, nonostante qualche occasione per il Sassuolo, la Fiorentina gestisce il gioco e conclude il match con un risultato finale netto di 5-1. Per il Sassuolo, i problemi persistono con soli 10 punti ottenuti nel 2024 e la retrocessione che sembra sempre più imminente. D'altra parte, la vittoria rilancia i viola nella corsa europea, portando gli uomini di Italiano a 50 punti, gli stessi del Napoli nonostante una partita in meno da giocare contro l'Atalanta.

21 aprile 2024
Salernitana - Fiorentina 0 - 2

Durante la 33esima giornata di massima serie, gli uomini di Italiano tornano finalmente alla vittoria, sconfiggendo la Salernitana sul campo dell'Arechi di Salerno. Nel primo tempo non assistiamo a molte occasioni interessanti, ma la formazione che prevale dal punto di vista del territorio è sicuramente quella viola. L'unico squillo rilevante è quello di Ikone al 42': Barak prende palla in area e serve Ranieri che tenta una conclusione, respinta da Pirola, ma è qui che arriva Ikone pronto a calciare dai dieci metri sfiorando la porta casalinga. Nella ripresa, i toscani si fanno vedere con una verticalizzazione di Barak per Kouame, che supera il muro difensivo campano ma davanti al portiere non riesce a trovare lo specchio della porta. Ottima reattività di Ochoa, che sventa il vantaggio avversario per il momento. Il risultato viene sbloccato solo all'ottantesimo, proprio dalla rete di Kouame: cross di Ranieri sul secondo palo per il numero 99, che si smarca e manda la palla dritta in porta con una testata. Se fino ad ora i granata avevano qualche possibilità di trovare il pareggio, al quinto minuto di recupero la partita si dichiara conclusa con il raddoppio di Ikone: una respinta di Ochoa diventa un ottimo servizio per il numero 38, che deve solo spingere la sfera oltre la linea. La Fiorentina trova i 3 punti che tanto cercava nelle scorse giornate, salendo al nono posto, mentre la Salernitana rimane in zona rossa dopo 12 sconfitte nelle ultime 15 gare.

15 aprile 2024
Fiorentina - Genoa 1 - 1

Ancora nessuna vittoria per la squadra di Italiano, che non riesce ad andare oltre il pareggio contro il Genoa nella 32esima giornata di Serie A. Il primo squillo viola arriva dopo soli 4 minuti di gioco, con un tentativo di Belotti su cross di Sottil, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 18' assistiamo ad un altro spunto dei padroni di casa, questa volta partito da Bonaventura che appoggia per Beltran, ma il missile dell'argentino sfiora la porta ospite di pochissimo. Quattro minuti dopo, i rossoblu si fanno vedere con Martinez Quarta che si libera dalle marcature e tenta una conclusione nella porta casalinga, difesa alla perfezione da Terracciano. A cinque minuti dall'intervallo, un atterramento di Parisi ai danni di Ekuban, porta il direttore di gara ad assegnare un penalty al Genoa, trasformato con facilità da Gudmundsson nel primo vantaggio della partita. Il secondo tempo si apre con la risposta immediata della Fiorentina: al 54' un cross morbido di Bonaventura finisce su Ikone, che sconfigge Martin e incorna la palla nella rete ospite. Al settantesimo viene concesso un secondo rigore alla squadra ligure, per una trattenuta di Kayode su Retegui, ma il check VAR non mostra alcun fallo e il penalty viene revocato poco dopo. Le ultime chance sfruttate dalle formazioni non risultano vincenti per sbloccare il risultato, terminando l'incontro con l'esito di 1-1 e un punto a testa.

7 aprile 2024
Juventus - Fiorentina 1 - 0

Seconda sconfitta consecutiva per la Fiorentina, questa volta nella trasferta all'Allianz Stadium contro la Juventus. L'avvio di gara si mostra subito molto movimentato, con i bianconeri che vanno in rete al sesto minuto di gioco grazie a McKennie, ma la posizione offside dell'americano non consente il vantaggio. Pochi minuti più tardi, i padroni di casa sfondano nuovamente la porta viola con una traversa di Gatti, accolta da Vlahovic e trasformata in rete. Anche qui, però, il fuorigioco di Bremer mantiene il risultato sullo 0-0. È al minuto 21 che la Juventus riesce a sbloccare definitivamente il punteggio: sugli sviluppi di un corner, Bremer si libera dalle marcature e incorna la sfera, poi deviata in porta da Gatti. A pochi minuti dalla pausa, viene annullato anche un gol di Vlahovic che avrebbe raddoppiato il vantaggio casalingo. La Fiorentina va in spogliatoio con la consapevolezza di non essersi mostrata in campo e la necessità di aumentare i ritmi di gioco, per tenere testa ad una delle big del campionato. Al minuto 74, i viola sfiorano il prezioso pareggio con un tiro a giro di Gonzalez dal limite dell'area, ma Szczesny devia la traiettoria del pallone e lo manda sopra la traversa. Niente da fare per la squadra di Italiano, che non riesce a contrastare la qualità tecnica della Juventus e accumula un altro risultato negativo nel suo palmarès stagionale.

30 marzo 2024
Fiorentina - Milan 1 - 2

La trentesima giornata di campionato vede Fiorentina e Milan affrontarsi tra le porte del Franchi, con l'obiettivo di accumulare più punti possibili per scalare i gradini in classifica. Il primo tempo si conclude a reti inviolate ma con molte occasioni interessanti create da entrambe le squadre. Al 33' ci prova Leao con un piattone ravvicinato che, però, trova solo i pugni di Terracciano. Poi fa un tentativo Belotti, liberato in area da Ikone, ma Maignan non gli permette di trovare lo specchio della porta. È nella ripresa che il risultato si sblocca e gli animi si fanno più caldi. Al 47' il Diavolo passa in vantaggio grazie alla rete di Loftus-Cheek, agevolata dall'uscita di Milenkovic nel tentativo di anticipare il tiro. Tre minuti dopo, i viola azzerano le distanze con un sinistro rasoterra di Duncan che Maignan non vede arrivare. Il Milan, però, ha chiaro il traguardo del secondo posto in classifica e, al minuto 53, ottiene un secondo vantaggio prezioso: accelerazione centrale di Leao che supera Terracciano in velocità e deposita la sfera nella porta ospite sguarnita. Al 64', i padroni di casa premono per trovare un ulteriore pareggio, con la conclusione chirurgica di Belotti, ma il portiere rossonero si fa trovare reattivo. Il triplice fischio del direttore di gara mette fine a questa partita così combattuta, terminata con il risultato di 1-2 in favore del Diavolo, che torna a casa con 3 punti in più mentre la Fiorentina esce a mani vuote.

2 giugno 2024
Atalanta - Fiorentina 2 - 3

La Viola di Italiano conquista la vittoria nel recupero contro l'Atalanta, battendola 3-2 al Gewiss Stadium, grazie ai due gol di Belotti e alla magnifica rete di Nico Gonzalez. Questo trionfo porta la Fiorentina a sessanta punti in classifica, garantendole così un posto nella Conference League anche per la prossima stagione. Succede tutto nel primo tempo: cinque gol e tante emozioni. Al sesto minuto, gli ospiti passano in vantaggio grazie all'incornata in tuffo di Belotti, su cross di Castrovilli dalla trequarti. Altri sei minuti dopo, i padroni di casa trovano il pareggio con un cucchiaio clamoroso sganciato da Lookman a pochi passi dalla porta. Il botta e risposta continua, con il secondo sorpasso viola al minuto 19: passaggio filtrante di Biraghi, accolto da Nico Gonzalez che insacca nella porta di Carnesecchi con una perfetta rovesciata. Al 32' altro pareggio, questa volta firmato da Scalvini, bravo a concludere di potenza dal limite dell'area sorprendendo Martinelli sul secondo palo. Nei minuti di recupero prima della pausa, la doppietta di Andrea Belotti sigla il 2-3 finale del match: un po' di confusione in area permette al Gallo di ribattere un tentativo sporco di Beltran, sfondando la rete casalinga. La ripresa è ancora ricca di movimento e occasioni interessanti, ma priva di ulteriori gol.

10 marzo 2024
Fiorentina - Roma 2 - 2

Un grande botta e risposta quello nella gara al Franchi tra Fiorentina e Roma, valida per il 28esimo turno di Serie A. Il primo tempo si conclude con la formazione casalinga in vantaggio grazie a Ranieri: sugli sviluppi di un corner calciato da Biraghi al minuto 18, Gonzalez devia la palla di testa verso il primo palo e sconfigge Svilar tra i pali. Al 35' i toscani sfiorano il raddoppio con Sottil, bravo ad accogliere la sponda di Belotti, ma finisce solo per sfiorare l'incrocio dei pali mandando la sfera fuori dal campo. Nella ripresa grandi meriti vanno a Terracciano, che è stato in grado di respingere un tentativo molto potente sganciato da Cristante davanti alla porta. Dopo ulteriori occasioni create ma sprecate dalla Roma, al minuto 58 arriva il pareggio giallorosso firmato da Aouar: cross morbido di Dybala che viene accolto alla perfezione dal numero 22, pronto ad incornare la palla a dua passi dalla rete. Passano 11 minuti e la Fiorentina ritorna in vantaggio, questa volta grazie a Madragora che si è fatto strada all'interno dell'area piccola, per poi stoppare di petto una sponda di Belotti, superando le mani di Svilar senza troppe fatiche. Per la maggior parte del tempo rimanente, i viola si sono chiusi in difesa così da evitare l'ennesimo pareggio che avrebbe impedito i festeggiamenti casalinghi. Ma al quinto minuto di recupero, è Llorente a far sfumare le speranze dei padroni di casa, azzerando le distanze con un destro magnifico nell'incrocio sul palo opposto a Terracciano. Un punto a testa per le parti: la Roma va a 48 punti in classifica, mentre la Fiorentina a -1 dal Napoli al settimo posto.

2 marzo 2024
Torino - Fiorentina 0 - 0

L'Olimpico di Torino è pronto ad accogliere i granata casalinghi e i viola della Fiorentina, nel loro scontro di ritorno valido per la 27esima giornata di massima serie. La formazione di Juric si presenta al decimo posto in classifica con 36 punti e dopo una sconfitta subita contro la Roma. Dall'altra parte, la squadra di Italiano arriva in piemonte con un risultato positivo alle spalle (il 2-1 contro la Lazio) e un discreto settimo posto. Il primo tempo si chiude dopo 10 minuti di recupero e poche emozioni registrate da entrambe le parti. Al minuto 18, Zapata tenta un sorpasso casalingo con un destro di prima intenzione che, però, termina per un soffio sopra la traversa. Al 25' c'è il primo squillo per i viola ospiti: un traversone preciso di Biraghi rimbalza su Gonzalez in area, che prova una conclusione, ma anche questa termina di poco sul fondo. Altra chance per il Toro al 31esimo minuto, questa volta con un a tu per tu tra Sanabria e Terracciano, ma poi Ranieri finisce per contrastare il centroavanti appena prima di sganciare il tiro. A cinque minuti dalla pausa, viene annullato un gol di Zapata per un fallo dell'attaccante su Milenkovic durante l'azione offensiva. Nella ripresa la situazione non cambia: le squadre mostrano buone tattiche sia in avanti che indietro, e per questo non riescono a sbloccare il risultato. Al 62' ci prova Bonaventura con un missile verso l'incrocio dei pali, neutralizzato dalla prontezza e reattività di Savic. Il match si conclude, quindi, a reti inviolate regalando un punto a testa alle due formazioni.

26 febbraio 2024
Fiorentina - Lazio 2 - 1

La ventiseiesima giornata della Serie A 2023/24 ha offerto uno spettacolo di grande risonanza nel match serale di lunedì, presentando un big match tra Lazio e Fiorentina, entrambe determinate a qualificarsi per le competizioni europee. La partita è stata caratterizzata da emozioni e gol fin dal primo fischio. Nella prima metà del confronto, la Fiorentina ha dettato i ritmi, colpendo per ben tre volte la traversa. Nonostante il dominio viola, è stata la Lazio a spezzare l'equilibrio nel punteggio prima della pausa, capitalizzando l'unica occasione creata nel primo tempo con una precisione letale di Luis Alberto. Il gol del numero 10 biancoceleste, arrivato al 45', ha rappresentato un colpo devastante per la squadra di casa, che si è trovata a chiudere il primo tempo in svantaggio dopo una brillante azione tutta di prima orchestrata dai ragazzi di Sarri, con Luis Alberto freddo nello stop e tiro di fronte a Terracciano.

Nella ripresa, la Fiorentina ha compiuto una notevole rimonta contro la Lazio. Kayode ha prima pareggiato i conti, siglando la sua prima rete in Serie A. Nonostante lo spreco di un calcio di rigore da parte di Nico Gonzalez, che ha colpito il quarto palo del match, la squadra di Italiano ha mantenuto la determinazione. La svolta è arrivata con il gol del vantaggio e della vittoria, realizzato da Bonaventura con un preciso tap-in dopo la parata di Provedel su Beltran.

18 febbraio 2024
Empoli - Fiorentina 1 - 1

Derby regionale tra Empoli e Fiorentina che consente alle due squadre di andare alla caccia di misure per avvicinare la zona coppe europee nel caso della Fiorentina e allontanare la zona rossa della classifica per l'Empoli. La gara è molto equilibrata, la sbloccano per primi i viola al minuto 29 con la rete di Lucas Beltràn: i padroni di casa sono in dieci uomini per infortunio di Grassi, Mandragora serve l'attaccante che incrocia trovando il varco per battere Caprile. La prima frazione di gioco si conclude con la Fiorentina in vantaggio di un gol. In precedenza, la formazione di Italiano era stata vicina al vantaggio con un tiro respinto da Caprile su Faraoni, mentre al 42' Martinez Quarta ha sfiorato il raddoppio colpendo un palo di testa su calcio di punizione eseguito da Biraghi. L'Empoli, d'altra parte, non è mai risultato davvero minaccioso verso Terracciano, a eccezione di una rapida azione di Cambiaghi che però non è riuscito a trovare il giusto appoggio per Cerri.

L'Empoli continua la sua serie positiva con il quinto risultato utile consecutivo da quando Nicola ha assunto la guida della squadra. Questo successo consente alla squadra di guadagnare un margine di due punti rispetto al terzultimo posto, attualmente occupato da Hellas Verona e Sassuolo. Nel frattempo, la Fiorentina attraversa un periodo complicato, non riuscendo a superare momentaneamente la Roma ma raggiungendola a quota 38 punti. Tuttavia, si trova a sette punti di distanza dalla quarta posizione.

11 febbraio 2024
Fiorentina - Frosinone 5 - 1

Assoluta supremazia da parte dei padroni di casa, i quali, oltre a segnare tre gol, hanno anche colpito il palo con Beltran e generato almeno altre tre chiare opportunità da rete. Il Frosinone si è aggrappato alle iniziative individuali del sempre presente Soulé, ma neppure lo straordinario argentino è riuscito a capovolgere la situazione, soprattutto se si considerano le disparità tra le due squadre durante questa prima frazione di gioco. Il signor Italiano sicuramente troverà soddisfacente l'atteggiamento della sua squadra, la Fiorentina; quindi, è improbabile che effettui modifiche durante la pausa. La situazione è ben diversa per Di Francesco, dato che il suo Frosinone è stato nettamente superato sia dal punto di vista tattico che tecnico. Sarà interessante vedere se ci saranno delle modifiche nella formazione giallazzurra.

Grande gioia allo stadio Franchi, sia per la netta vittoria che per il conseguimento di tre punti fondamentali nella corsa verso la qualificazione europea. Con questo trionfo, la Fiorentina raggiunge quota 37 punti, temporaneamente distanziandosi di soli due punti dalla zona Champions (dove l'Atalanta si trova a 39, ma con una partita in meno da disputare). Per il Frosinone, invece, si registra la tredicesima sconfitta in questa stagione di Serie A, con il persistere dell'incubo in trasferta: 12 partite, nessuna vittoria, tre pareggi e nove sconfitte.

2 febbraio 2024
Lecce - Fiorentina 3 - 2

I viola partono con grande determinazione, mettendo sotto pressione i padroni di casa fin dai primi istanti, costringendoli a difendersi nella propria metà campo. Nonostante ciò, al minuto 11, è il Lecce a sfiorare il vantaggio con un tiro che colpisce la traversa. Tuttavia, è Oudin a rompere l'equilibrio nel punteggio con un preciso calcio di punizione. Nonostante il dominio territoriale, la squadra di Italiano non riesce a trasformare la sua superiorità in occasioni concrete, non registrando alcun tiro in porta nei primi 45 minuti di gioco.

Il match tra Lecce e Fiorentina al Via del Mare è stato ricco di eventi. Il primo tempo è stato leggermente meno incisivo, ma è stato sbloccato dall'opportunismo di Oudin al 11'. Nella ripresa, Italiano ha cercato una soluzione più offensiva, specialmente dopo l'assenza di tiri in porta nei primi 45 minuti. Mandragora, appena subentrato, ha pareggiato il punteggio, e successivamente Beltran ha capitalizzato su un errore del portiere Falcone in fase di costruzione cambiando radicalmente la storia della partita. Una volta giunti al 90', il Lecce ha ribaltato il risultato da 1-2 a 3-2 in pochi minuti, con la rete finale di Dorgu, il suo primo in questa stagione. Per concludere la sorprendente rimonta, il Via del Mare è esploso di gioia, con tutti i giocatori e l'allenatore sotto la curva a festeggiare.

28 gennaio 2024
Fiorentina - Inter 0 - 1

La partita è stata scarsa di reti, ma ha comunque raggiunto gli obiettivi dell'Inter. La squadra nerazzurra, allenata da Inzaghi, ha ottenuto una nuova vittoria nella sfida in trasferta contro la Fiorentina, guadagnando altri tre punti. L'unico gol della partita è arrivato dopo appena 14 minuti, grazie a Lautaro Martinez: su un calcio d'angolo di Asslani sul primo palo, l'argentino ha colpito di testa battendo Terracciano. Nonostante la partenza positiva per gli ospiti, la partita è rimasta incerta per quanto riguarda lo sviluppo del gioco, e non sono stati segnati altri gol per il resto del match.

Nel secondo tempo, nonostante l'atteggiamento offensivo di entrambe le squadre, nessuna rete è riuscita a modificare ulteriormente il punteggio. Un momento cruciale è stato il calcio di rigore assegnato alla Fiorentina al minuto 75: dopo una verifica VAR per un possibile fallo di Sommer su Nzola in area di rigore, l'arbitro ha concesso il rigore ai viola. Tuttavia, Sommer è stato abile nel parare il tiro dal dischetto, compiendo una grande parata che ha preservato il risultato. Il triplice fischio finale al Franchi ha sancito una vittoria importante e combattuta per l'Inter, che ha chiuso la partita con un punteggio di 0-1. Questo successo ha portato i nerazzurri a 54 punti, posizionandoli in testa alla classifica, mentre la Fiorentina è rimasta ferma a 34 punti, occupando la quinta posizione.

14 febbraio 2024
Bologna - Fiorentina 2 - 0

Nella ventunesima giornata di campionato, al Dall'Ara, la squadra allenata da Thiago Motta, il Bologna, ospita la Fiorentina guidata da Italiano. Si tratta di un derby dell'Appennino che coinvolge due squadre in lotta per un posto nelle competizioni europee. Il Bologna, con 39 punti, si conferma come una delle sorprese più significative della stagione, mentre la Fiorentina conta 37 punti, ritornando alla vittoria nell'ultima partita dopo tre sconfitte consecutive.

Il Bologna va al riposo in vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Orsolini, che segna su punizione. Tuttavia, un gol successivo dell'esterno, sempre su punizione, viene annullato da Chiffi e dal VAR a causa di un fuorigioco di Posch. La Fiorentina, nel frattempo, ha difficoltà in attacco, subendo frequenti incursioni dagli esterni della squadra di casa. Il Bologna vince il confronto europeo, portando il proprio punteggio a 42 e raggiungendo l'Atalanta al quarto posto in classifica. Orsolini e Odgaard segnano rispettivamente nel primo tempo e alla fine della partita, mentre durante il match il Bologna crea numerose occasioni, a differenza della Fiorentina che ne ha poche. Orsolini vede anche annullato un gol su punizione a causa di un fuorigioco di Posch, decisione presa dal VAR e confermata da Chiffi.

14 gennaio 2024
Fiorentina - Udinese 2 - 2

Gara molto soddisfacente per i friulani e piena di amarezza per i toscani. In questa 20a giornata di campionato arriva un pareggio che frena ancora una volta l'avanzata dei viola. La partita termina per 2 a 2, tanti gol e divertimento offerto al pubblico presente all'Artemio Franchi di Firenze. La prima rete della partita arriva al minuto 10 con Lovric: ripartenza dell'Udinese, Lucca tiene palla e serve il giocatore che in velocità, entra in area e di sinistro calcia in diagonale bucando la porta di Terracciano. Contro ogni aspettativa, i bianconeri si portano in vantaggio per primi. Il primo tempo si chiude sullo score di 0 a 1, la Fiorentina è costretta a cercare la rimonta nella seconda metà di partita.

Al rientro dagli spogliatoi, i viola riescono a pareggiare i conti al minuto 55 con Beltran: cross di Faraoni dalla destra, l'attaccante stacca di testa e spinge la sfera alla destra di Okoye infilandosi in porta. L'Udinese non molla la speranza di portarsi a casa una vittoria, riesce a rinnovare il sorpasso al minuto 73 con Florian Thauvin: azione di Lovric che crossa teso in area, il giocatore francese arriva per primo sulla sfera e calcia dall'angolo battendo ancora una volta Terracciano. L'ultima rete della partita viene messa a segno dalla Fiorentina, arriva al minuto 87 con Nzola: rigore calciato alla sinistra di Okoye che resta paralizzato consentendo alla Fiorentina di portare a casa un punto. Fondamentale la decisione dell'arbitro che, seguendo la segnalazione del VAR, analizza il tocco di mano in area di rigore di Ferreira. La gara termina per 2 a 2 assegna un solo punto per parte: il Fiorentina sale quindi a quota 34 punti rimanendo in quarta posizione, l'Udinese sale a 18 punti in sedicesima posizione.

6 gennaio 2024
Sassuolo - Fiorentina 1 - 0

La sfida tra Sassuolo e Fiorentina della 19a giornata di campionato regala grandi sorprese agli amanti del grande calcio italiano. I viola vanno alla ricerca della vittoria per la difesa del piazzamento in Champions League, un raggiungimento importantissima che richiede un successo. Tuttavia, i piani non vanno come aveva previsto Italiano, già ad inizio partita il Sassuolo riesce a portarsi in vantaggio con un gol di Pinamonti al minuto 9 di gioco: Pedersen raccoglie la palla servita dal basso a sinistra da Henrique, l'attaccante alle spalle di Terracciano spinge in rete e porta in vantaggio la formazione di Dionisi. Nella parte restante del primo tempo il Sassuolo sfiora anche il raddoppio con il gol annullato sul tiro di Toljan deviato da Berardi, ma l'arbitro assegna il fuorigioco. Le formazioni tornano negli spogliatoi sul risultato di 1 a 0, i toscani devono tentare la rimonta nella parte restante di gara.

Nel secondo tempo la Fiorentina non riesce a rimediare allo svantaggio nonostante le occasioni da gol create, i viola divorano anche un calcio di rigore assegnato dall'arbitro per un tocco di mano di Ferrari in area di rigore, Bonaventura sbaglia dagli undici metri. Dopo questo episodio, la prestazione della Fiorentina cala e lascia spazio alla fase difensiva del Sassuolo deciso a portarsi a casa il risultato. La gara termina sullo stesso score visto nel primo tempo consegnando i tre punti ai neroverdi. In questo modo, la Fiorentina resta ferma a quota a 33 punti in quarta posizione, il Sassuolo sale a 19 punti in quattordicesima posizione.

30 dicembre 2023
Fiorentina - Torino 1 - 0

Il Torino, inizialmente molto intraprendente, non riesce a sfruttare le opportunità create da Zapata e Lazaro. Verso la fine, la Fiorentina reagisce e si avvicina al vantaggio con Ikoné, il cui tiro viene respinto da Milinkovic-Savic dopo un passaggio errato di Tameze. La partita è stata caratterizzata da un'intensa battaglia fisica, con frequenti interruzioni causate dai fischietti di La Penna. Entrambe le squadre sono chiamate a essere più incisive in attacco nel secondo tempo per conquistare i tre punti.

Il match al Franchi vede la Fiorentina conquistare la vittoria grazie al gol di testa di Ranieri al minuto 83, con assist di Kayode, catapultando la squadra in zona Champions in attesa degli altri incontri della 18ª giornata. Dopo un primo tempo con poche emozioni, ma con il Torino più propositivo, la Fiorentina riesce a prendere il controllo del gioco. Nonostante crei solo l'occasione del gol, la squadra riesce a ribaltare il risultato a proprio favore. Gli uomini di Juric, invece, non riescono a opporsi e subiscono la seconda sconfitta nelle ultime tre trasferte, rischiando ora di perdere il treno che li porterebbe in Europa. Con questo risultato finale la Fiorentina sale a quota 33 punti in quarta posizione ottenendo la posizione valida per la zona Champions League. Il Torino resta fermo a 24 punti in decima posizione.

22 dicembre 2023
Monza - Fiorentina 0 - 1

Il confronto tra Monza e Fiorentina nella diciassettesima giornata di campionato vede contrapposte due squadre posizionate in aree differenti della classifica. I viola riescono a prendere il controllo della partita fin da subito con la rete di Beltran al minuto 7: un grave errore di Di Gregorio nel tentativo di respingere la palla la consegna a Beltran, il quale devia in rete, cambiando in modo decisivo l'andamento del match. Da questo momento in avanti, la gara si presenta in discesa per la Fiorentina, che deve solamente difendere il vantaggio conquistato. Nel primo tempo, si registra un'altra occasione interessante per la Fiorentina, ma un errore significativo di Ikoné impedisce il raddoppio: al minuto 8, il giocatore francese parte in contropiede, supera Di Gregorio, ma nel tentativo di dribblare anche d'Ambrosio, tira addosso a quest'ultimo, sprecando un'opportunità d'oro per chiudere immediatamente la partita. Il primo tempo si conclude con il vantaggio dei toscani.

Nella seconda frazione di gioco, non si verificano molte occasioni in grado di modificare il risultato; la Fiorentina si dimostra molto abile nel non concedere spazi al Monza, portando a casa una vittoria significativa che le permette di aspirare anche alla qualificazione in Champions League. La partita si conclude con lo stesso punteggio visto nel primo tempo, 0-1 a favore degli uomini di Italiano. Questa vittoria porta la Fiorentina a quota 30 punti, posizionandola al quinto posto, mentre il Monza rimane fermo a 21 punti, scivolando all'undicesima posizione. I biancorossi dovranno cercare di accumulare altri punti se vogliono garantirsi la permanenza in Serie A.

17 dicembre 2023
Fiorentina - Verona 1 - 0

Gara molto più equilibrata del previsto quella che va in scena il 17 dicembre tra Fiorentina e Verona. I viola portano a casa la vittoria con un 1 a 0 che gli consente di continuare a sognare la zona coppe europee. La partita entra nel vivo già al minuto 2 di gioco: l'arbitro assegna un fallo per il contatto in area tra Terracciano e Folorunsho, il penalty viene tirato da Djuric, ma Terracciano salva la propria porta e il risultato. Il Verona continua nella sua sfortuna con il palo colpito al minuto 8. Alla Fiorentina viene invece annullato il gol al minuto 18: punizione di Biraghi, controllo di Nzola che piazza di sinistro alle spalle di Montipò. Il primo tempo termina in pareggio per 0 a 0.

Nel secondo tempo la Fiorentina riesce a portarsi in vantaggio nell'ultimo quarto d'ora di gioco: Ikone mette la sfera in area, Hien liscia il rinvio e Beltran scarica di destro sotto la traversa firmando l'1 a 0 che finalmente sblocca la partita. Nei minuti finali i mastini provano a tornare in gara, ma il gioco per i ragazzi di Italiano è ormai fatto. Tutto finisce con il successo dei viola per 1 a 0, una partita importantissima che gli consente di salire a 27 punti in sesta posizione, il Verona resta invece fermo a 11 punti in diciannovesima posizione. Una giornata molto importante che segna sorpassi decisivi in zona coppe europee, il campionato si sta facendo sempre più competitivo turno dopo turno.

11 dicembre 2023
Roma - Fiorentina 1 - 1

La 15a giornata di campionato porta con se un big match di tutto rispetto per la zona qualificazione alle coppe europee. I riflettori sono puntati su Roma e Fiorentina. I giallorossi ospitano i viola per una gara che potrebbe spostare molto in zona qualificazione in Champions League ed Europa League. La gara entra nel vivo dopo soli cinque minuti di gioco con il gol di Lukaku: tutto inizia da Cristante che serve Dybala con un passaggio filtrante, l'argentino crea un cross d'esterno e Romelu Lukaku si lancia in torsione, viene battuto Terracciano. Il vantaggio della Roma mette in discesa la partita, ma la Fiorentina è brava a non lasciare ulteriore spazio alla squadra avversaria. Il primo tempo termina così per 1 a 0, interessanti iniziative da parte della Roma che sfiora il raddoppio con Zalewski al minuto 14, ma che deve accontentarsi della situazione.

Nel secondo tempo la partita cambia completamente a seguito dell'espulsione di Zalewski, il terzino giallorosso riceve il secondo cartellino giallo al minuto 64 della partita a seguito di un intervento in ritardo e lascia la sua squadra in dieci uomini. Al minuto 66 Martinez Quarta approfitta della situazione per riportare in parità il risultato: bella azione di Kouamé che dall'out di sinistra legge il taglio di Quarta e lo premia con un preciso traversone su cui il centrale svetta concludendo in rete. Tutto torna in parità all'Olimpico a metà della seconda frazione di gioco. La situazione si fa ancora più brutta per la Roma nel corso del secondo tempo a seguito dell'espulsione di Lukaku al minuto 87. La Roma si ritrova a difendere un pareggio per tre minuti di gioco più dieci minuti di recupero, riesce perfettamente nel suo intento nonostante i soli nove uomini in campo. La partita termina quindi per 1 a 1. Con questo risultato la Roma sale a 25 punti rimanendo in quarta posizione a pari merito con il Bologna, la Fiorentina sale a 24 portandosi in settima posizione.

3 dicembre 2023
Fiorentina - Salernitana 3 - 0

La sfida tra Fiorentina e Salernitana si gioca il 3 dicembre presso l'Artemio Franchi di Firenze. I viola riescono a portare a casa la vittoria senza troppi problemi, una vittoria netta dei toscani per 3 a 0 che gli consente di continuare a sognare un posto valido per la qualificazione in zona coppe europee. La partita si sblocca dopo solo 6 minuti di gioco: Lucas Beltran trasforma il calcio di rigore assegnato dall'arbitro per un fallo di Fazio su Arthur. La gara si mette in discesa per la formazione di Italiano. Al minuto 17 la Fiorentina pareggia i conti con Sottil: grande azione dell'esterno viola che punta in area sul sinistro, rientra e inventa un grande tiro a giro: la palla colpisce la traversa ed entra in rete. Il primo tempo termina quindi sul 2 a 0, una gara che sembra essere totalmente in discesa per i padroni di casa per via dell'assenteismo totale della Salernitana.

Nel corso del secondo tempo i viola non smettono più di segnare. Arriva la rete di Jack Bonaventura al minuto 56: bella azione dei viola, Duncan recupera palla e serve Sottil che taglia in area per Bonaventura, bravo a spingere in rete a porta vuota. Con questo gol la partita è chiusa, la Fiorentina difende il vantaggio fino a fine gara chiudendo a 23 punti in sesta posizione, è ufficialmente in zona Europa League. La Salernitana resta invece bloccata sul fondo della classifica con 8 punti totalizzati in quattordici partite, i campani devono cambiare marcia al più presto per non andare incontro ad una retrocessione che partita dopo partita sembra essere sempre più inevitabile.

12 novembre 2023
Milan - Fiorentina 1 - 0

La sfida tra Milan e Fiorentina si caratterizza per la scarsità di reti, tuttavia, è sufficiente per confermare la posizione dei rossoneri tra le prime della classifica. Il Milan conquista la vittoria in modo intelligente, minimo sforzo massima resa, con un punteggio di 1-0 sufficiente per raggiungere il proprio obiettivo. Nel corso del primo tempo, la Fiorentina crea opportunità interessanti, soprattutto al minuto 40, quando Nico Gonzalez sfiora la rete e impaurisce i tifosi del Milan, per loro fortuna la palla esce di poco fuori. La situazione assume tratti completamente diversi dopo solo pochi minuti di gioco, viene assegnato un calcio di rigore al Milan al minuto 45'+1': Theo Hernandez viene lanciato in area, Parisi lo atterra, e Di Bello senza esitazioni assegna il penalty. Il francese si presenta sul dischetto e trasforma l'occasione senza intoppi, portando il punteggio sull'1 a 0 prima dell'intervallo.

Nel secondo tempo, la Fiorentina cerca di riportarsi in parità con diverse occasioni pericolose. Al minuto 62, i viola colpiscono il palo con un tiro di Nico Gonzalez, il cui tentativo dalla destra viene deviato appena a sufficienza da Tomori per colpire il legno. Nel frattempo, il Milan sembra spento e poco motivato sotto porta, ma ciò è sufficiente per assicurarsi la vittoria. La partita si conclude con un punteggio di 1-0, consegnando i tre punti ai rossoneri. Grazie a queste misure, il Milan sale a quota 26 in terza posizione, mentre la Fiorentina rimane ferma a 20 punti al settimo posto, vedendo allontanarsi la zona delle coppe europee.

12 novembre 2023
Fiorentina - Bologna 2 - 1

Gara molto importante per le sorti della metà classifica e per la qualificazione in Conference League. La Fiorentina ospita il Bologna per una gara molto equilibrata. Nel primo tempo i toscani riescono a portarsi avanti dopo solo 17 minuti di gioco con Bonaventura: Nzola riceve palla in area, controlla la sfera e serve Bonaventura che calciando di prima spinge la palla sotto l'incrocio, nulla da fare per Skorupski. I ragazzi di Italiano partono benissimo e sfiorano il raddoppio in più occasioni, ma la risposta del Bologna è puntuale. Al minuto 33, Zirkzee calcia un penalty nato dal tocco di mano di Parisi, il giocatore belga non perdona e supera Terracciano. Il primo tempo termina sul risultato di 1 a 1, tutto da rifare nel secondo tempo.

All'inizio della seconda frazione di gioco Gonzalez mette a segno la seconda rete del turno al minuto 48, Skorupski rimane immobile, la palla è angolata e inarrivabile. Il risultato non frena lo spirito dei toscani che continuano a spingersi all'attacco. Sfiorano il quarto gol della partita con una bella palla di Kouame che serve Gonzalez davanti al portiere, ma il giocatore sbaglia nell'uno contro uno. La partita termina così per 2 a 1 consegnando i tre punti alla formazione di casa: i viola salgono a 20 punti in sesta posizione, il Bologna resta fermo a 18 punti in ottava posizione.

5 novembre 2023
Fiorentina - Juventus 0 - 1

Altra brutta frenata per la Fiorentina di Italiano. Dopo la sconfitta con la Lazio della scorsa giornata, arriva la sconfitta con la Juventus. La Juventus ha bisogno di punti per rimanere in zona qualificazione in Champions League e per continuare ad inseguire lo scudetto, la Fiorentina invece cerca le misure necessarie per rimanere almeno in zona Conference League. La partita si mette subito male per i viola, la Juventus va in rete al minuto 10 con Miretti: al primo affondo dei bianconeri il centrocampista riesce subito a mettere la firma, parte tutto con una palla messa in mezzo da Kostic, Martinez Quarta buca l'intervento e si fa anticipare da Miretti che infila Terracciano. Nella restante parte del primo tempo nessuna delle squadre riesce ad andare nuovamente in rete. Vanno negli spogliatoi sullo 0 a 1.

Nel corso del secondo tempo la situazione non cambia di molto. Le azioni in fase offensiva più importanti arrivano dalla Juventus che pone al centro dell'attenzione le giocate di Chiesa, Vlahovic e Kean. I tre giocatori non riescono però a raddoppiare il vantaggio. L'unica occasione interessante della Fiorentina si concretizza con Nico Gonzalez nel finale di gara, ma, ancora una volta, la retroguardia bianconera è perfetta nel neutralizzare ogni iniziativa avversaria. La partita termina quindi sullo stesso punteggio del primo tempo, uno 0 a 1 che consegna tre misure alla Juventus. Il club piemontese sale a quota 26 punti in seconda posizione mantenendosi alle spalle dell'Inter capolista. La Fiorentina resta ferma a 17 punti in ottava posizione ed esce momentaneamente dalla zona coppe europee.

30 ottobre 2023
Lazio - Fiorentina 1 - 0

Partita dura per i viola di Italiano, la sfida termina sul risultato di 1 a 0 per i biancocelesti, tre punti che consentono alla formazione capitolina di salire a 16 punti in settima posizione. I padroni di casa si fanno subito notare con Luis Alberto, Castellanos si muove in profondità, rientra alla ricerca dell'assist per il numero 10 che si lancia sulla sfera vagante e calcia di prima intenzione mandando il pallone sull'esterno della rete. La Fiorentina ha l'impressione del gol al minuto 14: Bonaventura verticalizza per Beltran, il giocatore si infila tra i due centrali, salta Provedel e deposita in porta, il VAR richiama l'attenzione dell'arbitro e fa annullare per il tocco di braccio del centravanti argentino. Il primo tempo non regala gol, le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0 a 0.

Nel secondo tempo la sfida resta in stallo per grossa parte del tempo, la situazione si sblocca solo nel corso degli ultimi minuti di gioco quando la Lazio va in rete con Ciro Immobile al minuto 90'+5': il capitano della Lazio non sbaglia l'occasione su calcio di rigore e spiazza Terracciano. Fondamentale la decisione dell'arbitro di assegnare il penalty alla squadra di casa per il tocco con il braccio di Milenkovic sul colpo di testa di Vecino, Marcenare non ha dubbi e assegna il penalty. La sfida termina per 1 a 0 e consenta alla Lazio di continuare a sognare un posto in zona coppe europee.

23 ottobre 2023
Fiorentina - Empoli 0 - 2

Derby toscano quello tra Fiorentina ed Empoli per questa 9a giornata di Serie A 2023/24. Contro ogni pronostico a dominare la partita è l'Empoli di Andreazzoli, gli azzurri vincono con un secco 0 a 2 che non lascia spazio ad interpretazioni. La prima rete è di bomber Caputo al minuto 21: taglio in profondità di Grassi che sorprende la difesa viola, il giocatore viene servito da Walukiewicz sulla destra e serve Caputo che con uno scavetto batte Terracciano per lo 0 a 1. Il vantaggio dell'Empoli solleva l'umore della squadra che sembra rinascere. Il primo tempo termina quindi con il vantaggio degli ospiti.

Nel secondo tempo la partita si sviluppa secondo logiche molto simili, l'Empoli continua a spingersi in fase offensiva riuscendo a trovare lo spazio anche per la seconda rete di giornata con Gyasi al minuto 81: Martinez Quarta perde palla in difesa lasciando spazio a Cambiaghi, il giocatore si libera di Fazzini con un tunnel, crossa al centro per il compagno che di destro spinge in rete chiudendo virtualmente la partita. A questo punto la faccenda si fa molto difficile per i ragazzi di Italiano. La gara termina così sullo 0 a 2 assegnando i tre punti agli azzurri, una vittoria meritata che gli consente di allontanarsi dalla zona rossa della classifica. Con questo successo l'Empoli sale a 7 punti portandosi a +1 sulla terzultima. La Fiorentina resta ferma a 17 punti in quinta posizione.

8 ottobre 2023
Napoli - Fiorentina 1 - 3

Il testa a testa tra Napoli e Fiorentina si gioca allo Stadio Diego Armando Maradona. La sfida mette in luce alcune difficoltà dei partenopei che ancora non hanno trovato continuità in stagione. La gara si sblocca subito al minuto 7 con il gol di Brekalo: bella proiezione offensiva di Quarta che spinge sul palo l'assist di Bonaventura, sulla palla vacante Brekalo si fa trovare pronto e calcia in rete per il vantaggio viola. Nonostante la partenza scioccante, nel primo tempo il Napoli riesce a pareggiare i conti con il calcio di rigore trasformato da Osimhen: Terracciano capisce la direzione, ma non arriva sulla sfera. Fondamentale il penalty assegnato dall'arbitro per l'uscita in ritardo di Terracciano sul nigeriano in area di rigore.

Nel secondo tempo, già al minuto 93, la Fiorentina riesce a tornare in vantaggio con Bonaventura: Duncan prova a infilarsi in area di rigore, un rimpallo restituisce la sfera al centrocampista ex-Milan che di piatto sorprende Meret. L'1 a 2 spinge il Napoli in fase offensiva, la Fiorentina ne approfitta per chiudere la gara al minuto 90'+3' con Nico Gonzalez: Bonaventura gestisce la ripartenza, Parisi centra basso per la zampata del compagno che chiude la gara sull'1 a 3. Con questo score i toscani salgono in quarta posizione con 17 punti, il Napoli resta invece fermo a 14 punti in quinta posizione.

2 ottobre 2023
Fiorentina - Cagliari 3 - 0

Per la 7a giornata di campionato la Fiorentina affronta il Cagliari, una gara importante che gli consentirebbe di avvicinarsi in modo importante alla zona coppe europee in caso di vittoria. La gara inizia subito bene per i toscani, si portano in vantaggio al minuto 3 con Nico Gonzalez: bella punizione dalla destra, Milenkovic fa da sponda mandando il pallone al centro dell'area, Radunovic sbaglia tutto nell'uscita, con un'indecisione che costa caro, Gonzalez è a pochi metri e lo batte con un tiro rasoterra. Nel corso del primo tempo arriva anche il raddoppio viola, questa volta grazie ad un autorete di Alberto Dossena: brutto errore in disimpegno del Cagliari che con Kayode non imprendibile sulla fascia destra, entra in area e libera un grande tiro che trova la deviazione di Dossena. Alla fine del primo tempo le squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di 2 a 0.

Nel secondo tempo l'andamento di gara è molto simile a quello visto nella prima frazione di gioco. Arriva il terzo gol della Fiorentina con M'Bala Nzola: lancio di Mandragora, Nzola gestisce Wieteska e batte Radunovic con un pallonetto meravigliose che chiude definitivamente la partita con un 3 a 0 secco. Una vittoria molto interessante che consente ai padroni di casa di portarsi a quota 14 punti a pari merito con il Napoli e la Juventus in zona Champions League. Il Cagliari resta invece in ultima posizione con soli due punti all'attivo.

28 settembre 2023
Frosinone - Fiorentina 1 - 1

La sfida tra Frosinone e Fiorentina della 6a giornata di campionato mette in contrapposizione due formazioni impegnate per la metà della classifica. I gialloblu puntano ad un posto salvezza, i viola invece sperano di poter accelerare per raggiungere la zona coppe europee. La partita è molto equilibrata e vede andare in vantaggio per prima la Fiorentina al minuto 19 con Nico Gonzalez: colpo di testa del giocatore argentino che buca il portiere Turati facendosi trovare pronto a raccogliere l'assist di Duncan. Nel corso del primo tempo non arrivano altri gol, i toscani sembrano avere un buon controllo sul risultato per tutti i 45 minuti di gioco. Tornano negli spogliatoi sulla situazione di vantaggio per i viola.

Nel secondo tempo il Frosinone riesce a trovare buone proposte offensive che mettono in difficoltà i ragazzi di Italiano. Nonostante le occasioni dei viola con Milenkovic, la rete a fine partita la mette a segno il Frosinone che riesce ad ottenere il pareggio cercato con Soulè: al minuto 70 Caso inventa un bel cross che viene deviato dalla destra, Soulè si avventa sulla sfera correndo sul secondo palo e battendo Terracciano con un colpo di testa su cui il portiere non può nulla. Termina tutto sull'1 a 1, un pareggio che assegna un solo punto per parte, il Frosinone sale a 9 punti in ottava posizione, la Fiorentina sale a quota 11 in settima posizione.

24 settembre 2023
Udinese - Fiorentina 0 - 2

Il testa a testa tra Udinese e Fiorentina segna un appuntamento importante per la metà della classifica di Serie A. Nonostante sulla carta possa sembrare una gara equilibrata, i toscani riescono a portarsi a casa i tre punti senza troppi problemi, una vittoria per 0 a 2 che non lascia troppi dubbi sulla partita. Ad inizio gara le due parti si studiano alla ricerca del varco giusto per tentare la giocata, il primo gol impiega ben 32 minuti ad arrivare, a realizzarlo è Martinez Quarta, il giocatore si inserisce perfettamente sul lancio di Bonaventura e batte Silvestri con un destro all'angolino. I viola si portano in vantaggio sullo 0 a 1 che gli consente di difendere il risultato. Il primo tempo non regala altre emozioni, le squadre tornano negli spogliatoi sulla situazione di vantaggio per i toscani.

Nel secondo tempo l'Udinese prova a farsi avanti con un cross basso di Ebosele che dalla destra serve Kamara, il giocatore arriva al tiro, ma non riesce a impensierire Terracciano che blocca a terra. L'Udinese sfiora il pareggio anche al minuto 72 con Lovric e al minuto 65 con Lucca. Alla fine a spuntarla è la Fiorentina che riesce ad andare in rete al minuto 90'+2' con Bonaventura, assist e gol per il giocatore: Duncan crossa in area, la palla viene toccata da Bijol e da Kristensen, Bonaventura infila Silvestri di destro e chiude la partita con uno 0 a 2 meritatissimo. La Fiorentina porta a casa tre punti che gli consentono di portarsi in quinta posizione con 10 punti, l'Udinese resta ferma a 3 punti in diciottesima posizione, una partenza che preoccupa i tifosi friulani.

17 settembre 2023
Fiorentina - Atalanta 3 - 2

La sfida tra Fiorentina e Atalanta è una delle più interessanti di questo quarto turno di Serie A 2023/24. La Fiorentina ospita in casa la formazione guidata da Gasperini per un match che potrebbe spostare molto negli equilibri della zona coppe europee. La gara ha inzio con il gol di Koopmeiners al minuto 20: l'olandese raccoglie la sfera fuori area e calcia di sinistro spedendo la sfera in rete, nulla da fare per il portiere avversario. Il vantaggio dei nerazzurri dura circa 15 minuti, fino a quando Bonaventura si esibisce in un gol importante per il pareggio: stop e controllo seguito da tiro in porta, tanto basta alla Fiorentina per fissare l'1 a 1. Completamente a sorpresa i toscani riescono a passare in vantaggio al minuto 45 con il gol di Martinez Quarta: cross di Duncan in area, perfetto colpo di testa del difensore argentino che sorprende Carnesecchi e porta in vantaggio la Fiorentina.

Ad inzio secondo tempo l'Atalanta ristabilisce l'equilibrio in campo con il gol di Lookman al minuto 53: il giocatore accelera e va verso la porta calciando sul primo palo, la sfera finisce alle spalle del portiere e segna il 2 a 2. Il pareggio consente alla formazioni di Gasperini di sperare nella vittoria nel finale di gara, ma a spuntarla è la Fiorentina con Kouamè al minuto 76: bella azione partita da Beltran che, dopo aver saltato due avversari, serve Brekalo, la palla finisce a Kouamé che è velocissimo ad andare in spaccata per segnare il terzo gol. La partita termina quindi sul 3 a 2 e consegna la vittoria agli uomini di Italiano che salgono così in settima posizione con un totale di 7 punti, l'Atalanta resta ferma a quota 6 in nona posizione.

3 settembre 2023
Inter - Fiorentina 4 - 0

Gara a senso unico quella che va in scena al Meazza di Milano tra Inter e Fiorentina. I padroni di casa annientano l'armata di Italiano con un pesantissimo 4 a 0 che non fa certamente piacere ai tifosi toscani. La gara è a senso unico, si sblocca al minuto 23 con la rete di Thuram, Dimarco scippa la palla ad Arthur in zona trequarti, si alla a sinistra e pennella un bel cross al centro dove Thuram anticipa Biraghi e infila in rete. Il vantaggio dell'Inter per 1 a 0 spinge la Fiorentina ad uscire dalla propria metà campo e a lasciare spazi importanti agli avversari. Il primo tempo termina con un successo dell'Inter, la Fiorentina spera di poter rimettere in piedi la gara nella seconda frazione di gioco.

Ad inizio del secondo tempo, l'Inter raddoppia il vantaggio con Lautaro Martinez, il giocatore argentino sfrutta una ripartenza magistrale dei nerazzurri con Bastoni, serve Thuram: il numero 10 non perdona infilando la palla alle spalle del portiere avversario. Sul 2 a 0 la partita è al sicuro, ma gli uomini di Inzaghi continua a spingere ad oltranza. Al minuto 58 arriva il terzo gol dell'Inter con Calhanoglu: il numero 20 la piazza sul palo di destra non lasciando scampo a CHristensen, la palla è irraggiungibile. L'ultima rete del match è messa a segno dal solito Lautaro Martìnez che, al minuto 73, raccoglie il cross messo in area da Cuadrado e impatta di prima intenzione per infilarla sotto la traversa, doppietta dell'argentino che cala il poker. La partita termina quindi per 4 a 0 consentendo all'Inter di continuare la sua corsa verso il titolo. Con questi tre punti i nerazzurri si portano a 9 punti in prima posizione. La Fiorentina resta ferma a 4 punti in ottava posizione.

27 agosto 2023
Fiorentina - Lecce 2 - 2

La sfida tra Fiorentina e Lecce del 27 agosto 2023 mette in contrapposizione due squadre lanciate verso la conquista di un posto per la salvezza. La Fiorentina alla vigilia sembrava essere la favorita per la vittoria, ma la sfida termina con un nulla di fatto per i toscani. Già al terzo minuto di gioco vanno in rete con Nico Gonzalez al minuto 3: Duncan batte il corner e Nico Gonzalez svetta in area battendo Falcone. Il vantaggio dei toscani raddoppia pochi minuti più tardi con Duncan: ottimo scambio tra Beltran e Arthur, cross teso che il giocatore ex-Inter deve solo spingere in rete di testa. Il primo tempo termina sullo score di 2 a 1 a favore degli uomini di Italiano e lascia ben sperare i tifosi che sperano di portare a casa i tre punti.

Dopo la partenza scattante nel primo tempo, i viola non riescono a ripetersi nel secondo tempo e lasciano molto spazio alla squadra avversaria. Il Lecce è bravo ad approfittarne innescando diverse occasioni in fase offensiva. Quella più interessante è senza dubbio quella del minuto 76 con Krstovic: bel traversone di Banda, Krstovic incorna alle spalle di Christensen e fissa lo score sul 2 a 2 lasciando di stucco i tifosi viola presenti. La partita continua sugli stessi ritmi visti nel primo tempo, la Fiorentina prova a tornare in partita e nel finale di gara sfiora anche il vantaggio, ma non arriva l'occasione giusta in grado di cambiare radicalmente il risultato finale. la partita termina quindi in pareggio per 2 a 2, performance strabiliante del Lecce che riesce a strappare un punto alla forte formazione di Italiano. Un punto per parte che consente gli consente di muoversi, ma che non gli permette di mantenersi tra le prime del ranking.

19 agosto 2023
Genoa - Fiorentina 1 - 4

Ritorna il campionato di Serie A con la sue edizione 2023/24 e con lei arrivano tante squadre storiche del calcio italiano riemerse dalla Serie B, una di queste è il Genoa. I rossoblu ospitano in casa la Fiorentina, club che intende migliorare il proprio piazzamento rispetto alla passata stagione. La partita non si prospetta semplice per i rossoblu: il grande calcio espresso dagli uomini di Italiano è in grado di mettere in difficoltà qualsiasi contendente. I toscani mettono subito le cose in chiaro nei primi minuti di gioco con il gol di Biraghi al minuto 5: il capitano viola, dopo aver raccolto la palla servita da Nzola, converge e batte Martinez con un tiro all'incrocio. I viola prendono fiducia e riescono a raddoppiare il vantaggio pochi minuti dopo con Bonaventura al minuto 11: tiro di Gonzalez da fuori area, Martinez riesce nel miracolo che devia sul palo, ma Bonaventura è più rapido di tutti a ribadire in rete per lo 0 a 2. Prima della fine della frazione di gioco arriva il tris toscano con Nico Gonzalez: bello stacco di testa su corner, cala il sipario sulla partita, la Fiorentina ha già in tasca i tre punti. La partita prende una piega ancora più terribile per il Genoa nel secondo tempo, arriva il quarto gol della Fiorentina con Mandragora al minuto 56: bella palla di Bonaventura che consente l'inserimento del compagno, non gli resta che battere di testa Martinez per il poker. L'unica reazione del Genoa arriva al minuto 58 con Biraschi: sugli sviluppi di un corner Frendrup mette il pallone di testa per il compagno che batte il portiere avversario con un azione da centravanti puro.

2 giugno 2023
Sassuolo - Fiorentina 1 - 3

La Fiorentina chiude la stagione 2022/23 con una vittoria preziosa, che vale l'ottavo posto e soprattutto è incoraggiante in vista della finale di Conference League del 7 maggio. Il Sassuolo, invece, non ha più alcun obiettivo da raggiungere e la sua stagione termina con un 13esimo posto. La prima occasione è dopo dieci minuti di gioco: Duncan crossa dalla sinistra, Cabral impatta di testa ma colpisce il palo esterno. Ancora Cabral cerca il gol poco più tardi con un tiro velenoso dai 25 metri, ma c'è Russo pronto a neutralizzare il tentativo in corner. Prima dell'intervallo Pinamonti si gira di prima sull'assist di Ferrari, ma il palo gli nega il gol. A inizio ripresa il punteggio si sblocca, il portiere neroverde sbaglia una respinta e Cabral può facilmente depositare in rete. La situazione torna in parità al 71' con il rigore trasformato da Berardi, concesso da Cabral per un fallo di mano in area. Otto minuti dopo, però, Saponara allunga con una bella conclusione dal limite sugli sviluppi di una straordinaria iniziativa personale. Per di più, i neroverdi restano in dieci per la doppia ammonizione a Ruan, mentre gli ospiti dilagano con la terza rete siglata dal colpo di testa di Nico Gonzalez su assist di Saponara sul secondo palo. Pochi minuti prima della fine, il Sassuolo rimane addirittura in nove per il rosso diretto a Rogerio, reo di aver detto qualche parola di troppo all'arbitro.

27 maggio 2023
Fiorentina - Roma 2 - 1

Penultima giornata di Serie A, la Fiorentina incontra la Roma e, sebbene sia proiettata verso la finale di Conference, riesce comunque a mantenere la concentrazione e a vincere. D'altronde, la stessa Roma ha una finale ancora più vicina, quella di mercoledì prossimo contro il Siviglia per il titolo di Europa League, e forse si è risparmiata di più. Entrambe le squadre si presentano all'incontro prediligendo un ampio turnover. La prima occasione è dei viola, ma la punizione di Mandragora impatta sulla barriera che manda in corner. Ma non è il preludio di un match equilibrato, perchè nel primo tempo la partita la fa solo la Roma. I giallorossi passano avanti alla prima occasione utile: Belotti scatta sul filo del fuorigioco, mette al centro per Solbakken, deviazione di testa del norvegese per El Shaarawy che sottoporta non può fallire. I padroni di casa rischiano di nuovo al 26': ci prova Wijnaldum ma la palla sbatte sul portiere in uscita e arriva a Solbakken che impatta di prima, ma Martinez Quarta salva sulla linea. Di nuovo Solbakken ci prova al 36' con un tiro sul primo palo che viene deviato in corner. Nella ripresa la Roma abbassa l'intensità del gioco, subendo l'attacco avversario ma resistendo, perlomeno fino agli ultimi cinque minuti. I viola, infatti, effettuano la rimonta proprio nel finale: Jovic devia sottoporta un pallone facile che pareggia i conti, poi lo segue Ikone per il gol del sorpasso viola che manda in visibilio il Franchi.

21 maggio 2023
Torino - Fiorentina 1 - 1

Il 21 maggio 2023 si è tenuta una partita tra Torino e Fiorentina che avrebbe potuto avere un impatto significativo sulla metà della classifica. I granata e i viola si sono affrontati a poche partite dalla fine del campionato in una gara molto equilibrata che ha visto entrambe le squadre impegnate per tutti i 90 minuti. Nel primo tempo, il risultato è rimasto fermo sullo 0-0, il che ha mantenuto le due società in gioco per la seconda metà della partita. Le occasioni da rete sono state poche e non hanno permesso a entrambe le squadre di rompere l'equilibrio. Le squadre sono rientrate negli spogliatoi per recuperare le energie in vista di un secondo tempo che si prevedeva più movimentato.

Nella ripresa, la Fiorentina è riuscita a trovare subito il gol al minuto 48, con Jovic che ha spinto la palla in rete dopo un cross di Kouamé: il lancio sulla destra è stato seguito da un cross in mezzo dove Jovic si è liberato della marcatura di Schuurs per segnare di testa e spiazzare Milinkovic-Savic sul palo lontano. Per gran parte del secondo tempo, i toscani sono rimasti in vantaggio sull'1-0, ma la stanchezza accumulata durante le partite europee si è fatta sentire negli ultimi minuti di gioco. Il Torino ha saputo approfittare del calo di prestazione degli avversari e al minuto 66 ha pareggiato grazie al gol di Sanabria. Buongiorno ha creato l'azione, superando Mandragora e crossando rasoterra per trovare il compagno, che con un tiro di sinistro ha anticipato Igor e battuto Cerofolini.

14 maggio 2023
Fiorentina - Udinese 2 - 0

La partita tra Fiorentina e Udinese, valida per la 35esima giornata di campionato, si è rivelata molto interessante. Entrambe le squadre si trovano a metà classifica e cercano di ottenere punti per migliorare la propria posizione. I viola sono riusciti a fare la differenza sin dai primi minuti di gioco con il gol di Castrovilli al minuto 7, grazie ad un cross di Venuti e ad un tiro di sinistro del centrocampista, la conclusione spiazza Silvestri. La Fiorentina rischia di raddoppiare il vantaggio con il palo di Brekalo, ma sfortunatamente la palla è finita sul legno.

Nel secondo tempo, la Fiorentina ha continuato a dominare il gioco e ha ottenuto la vittoria con la rete di Bonaventura, su assist di Castrovilli. Il centrocampista è avanzato fino al limite dell'area di rigore e ha calciato di sinistro, la palla è poi stata spostata sul destro superando due uomini e terminando in rete. L'Udinese non riesce a mettere mai in pericolo la porta avversaria, partita termina sul risultato di 2 a 0. Con questa vittoria, la Fiorentina raggiunge quota 49 punti e si posiziona all'ottavo posto in classifica, mentre l'Udinese rimane ferma a 46 punti e si posiziona al dodicesimo posto. Una giornata da dimenticare per i ragazzi di Sottil, devono provare a rialzare la testa prima della fine della stagione per chiudere bene l'anno e ripartire con la giusta mentalità per la prossima edizione di Serie A.

7 maggio 2023
Napoli - Fiorentina 1 - 0

Il match tra Napoli e Fiorentina, valido per la trentaquattresima giornata del campionato di Serie A 2022-2023, si è giocato al Maradona di Napoli. I padroni di casa, già campioni d'Italia, sono scesi in campo con l'obiettivo di festeggiare insieme ai propri tifosi, mentre la Fiorentina di Italiano ha il compito di vincere per tenere accesa la possibilità di qualificazione alle coppe europee. Il primo tempo è stato molto equilibrato, con la Fiorentina che ha avuto le prime occasioni da gol grazie a Jovic, ma il Napoli non è riuscito a creare molto in fase offensiva. Il primo tempo si è concluso sullo 0-0, senza assegnare punti a nessuna delle due squadre.

Il secondo tempo si è aperto con un penalty assegnato al Napoli per un fallo di Amrabat su Lobotka. Osimhen manca l'occasione su calcio di rigore sprecando l'opportunità di portare in vantaggio la sua squadra. Tuttavia, è bravo il Napoli a non darsi per vinto e trovare il gol al 74° minuto grazie ad un altro penalty trasformato da Osimhen. Il nigeriano questa volta batte il portiere avversario e sigla l'1-0. La Fiorentina cerca di reagire, ma il Napoli difende bene e chiude la partita con un'altra vittoria. Con questa vittoria, il Napoli ha raggiunto quota 83 punti in classifica, mentre la Fiorentina è rimasta ferma a 46 punti, ancora lontana dalla zona coppe europee. In generale, la partita è stata molto combattuta, con entrambe le squadre che hanno cercato di ottenere i tre punti. Il Napoli ha dimostrato di avere una grande forza mentale e di essere una squadra completa, capace di vincere anche quando non gioca al meglio. La Fiorentina, invece, dovrà cercare di recuperare punti nelle prossime partite per sperare nella qualificazione alle coppe europee.

3 maggio 2023
Salernitana - Fiorentina 3 - 3

Giornata numero 33 di Serie A, all'Arechi va in scena il match fra Salernitana e Fiorentina. I granata hanno bisogno di raccogliere punti preziosi per allontanare la zona retrocessione, e ci provano contro una Fiorentina che al momento attuale non nutre particolari ambizioni, trovandosi all'ottavo posto in classifica. Ne risulta una partita avvincente che si risolve con tre gol per parte e quindi un punto a testa per le due formazioni. La prima fase della partita vede il maggiore possesso palla da parte della Fiorentina, ma i viola subiscono gol al loro primo errore: minuto 10, Dia sfrutta una ripartenza per puntare la porta e dopo aver superato Igor mette la sfera alle spalle di Terracciano. Per l'attaccante è il tredicesimo gol in Serie A, successo che lo qualifica come il miglior attaccante della storia in Serie A del club granata. La Fiorentina non resta a guardare e replica con un colpo di testa di Gonzalez a finalizzare l'assist di Dodò. Nel secondo tempo i ritmi non calano, Dia affonda un altro colpo sugli sviluppi di una ripartenza, ma anche questa volta i viola rispondono. Ci pensa il neoentrato Bonaventura, che costruisce l'azione da cui nasce la rete del 2-2 di Ikonè. I viola vanno alla ricerca del sorpasso, ci prova Igor ma il suo colpo di testa da ottima posizione trova la respinta di Ochoa. Allora i granata passano di nuovo in vantaggio a nove minuti dalla fine, grazie a un penalty trasformato da Dia. Per la terza volta la Fiorentina risponde portando il punteggio sul definitivo 3-3 con la punizione vincente di Biraghi.

30 aprile 2023
Fiorentina - Sampdoria 5 - 0

L'Artemio Franchi è il teatro dello scontro tra Fiorentina e Sampdoria, che deve mettercela tutta se non vuole retrocedere in Serie B la prossima stagione. L'allenatore Italiano questa volta punta su un turnover, con una formazione che comprende ben sei giocatori diversi rispetto all'ultima partita giocata. Cerofolini in porta al posto di Terracciano, Ranieri in difesa, Duncan come centrocampista e un tridente d'attacco di Gonzalez, Castrovilli e Sottil. Inizia il match e vediamo subito una Fiorentina agguerrita e una Samp spaesata nel trovare punti d'attacco. Al minuto 36 occasione sprecata da Castrovilli che colpisce il pallone dopo un rimpallo, ma viene bloccato con difficoltà da Ravaglia. Tre minuti dopo ci riprova Biraghi che indirizza la palla in area verso Jovic, ma il pallone esce fuori dal rettangolo. È dai minuti di recupero del primo tempo in poi che la partita si fa movimentata. Al 45+2' Castrovilli mostra a tutti la sua forza con una cannonata che finisce dritta in rete, dopo aver colpito il palo sinistro. L'assist di Cristiano Biraghi merita comunque grandi riconoscimenti. Viene fischiata la fine della prima frazione di gioco e l'esito è di 1-0 per i viola. Al minuto 62, Jovic fa girare la palla verso Dodo e calcia un tiro che riesce a superare anche una deviazione iniziale, finendo in porta alle spalle di Ravaglia. I viola raddoppiano il vantaggio sui blucerchiati con 2-0, ma non finisce qui. Dopo soli 4 minuti, Duncan raccoglie un passaggio di Jovic che trova facilmente gol, impedendo al portiere di intercettare la palla. Si passa subito al 3-0 per i viola, che non soddisfatti continuano a tartassare la difesa avversaria. Al 76' i ragazzi di Italiano trovano il 4-0 con un'ottima azione di Kouame, che dopo essersi liberato dai difensori fa partire un missile dritto in porta. Al minuto 88, Terzic aggancia un pallone vagante nell'area e riesce a superare il portiere con un tiro nella parte destra della rete, dichiarando un esito di 5-0 per la Fiorentina. Non c'è stato niente da fare per la Samp, che sembra non aver giocato per niente durante questo incontro, allontanandosi sempre di più dalla zona della salvezza.

23 aprile 2023
Monza - Fiorentina 3 - 2

Una sorprendente rimonta del Monza al Brianteo scandisce la sconfitta della Fiorentina. Un gioco inaspettato quello dei biancorossi che sono partiti con uno svantaggio importante, ma hanno ripreso in mano la partita. Un corner battuto all'ottavo minuto trova Cristian Kouame nel posto giusto, che con un colpo di testa segna il primo gol di questa partita. I tifosi del viola non finiscono di festeggiare perché al 13' arriva il raddoppio di Saponara, che aggancia un passaggio preciso e spedisce il pallone in mezzo ai pali. Dopo nemmeno un quarto d'ora la Fiorentina ha già conquistato lo 0-2. Una grande chance sprecata da Caldarola precede l'azione che permette al Monza di diminuire il distacco: Biraghi cerca di spazzare via la palla dopo un cross in area, ma finisce per spedirla dritta nella sua rete. Questo sfortunato autogol al 26' determina l'1-2 tra Monza e Fiorentina. L'arbitro non fa in tempo a fischiare l'intervallo che i biancorossi riescono a trovare il pareggio tanto atteso: al 43' Dany Mota aggancia un cross in area e sconfigge il portiere con un tiro centrale, portando la squadra al 2-2. Le sorprese non finiscono qui, perché al 45+2' Pessina si fa trovare pronto per il cross e gira il pallone in porta. I festeggiamenti del Monza vengono interroti per un consulto del VAR, dovuto ad un sospetto tocco di mano. I dubbi vengono confermati e il gol annullato. L'arbitro fischia la ripresa della partita e pochi minuti dopo viene assegnato un rigore ai biancorossi, causato da un atterramento di Amrabat su Mota. È Matteo Pessina a posizionare la palla sulla sfera e a segnare un fantastico gol nell'angolo destro della rete. Il Monza passa sorprendentemente in vantaggio di 3-2 al minuto 59. Tra i tanti tentativi sfortunati dei viola vediamo Castrovilli al 75', che aggancia un passaggio pessimo e prova un tiro rasoterra centrale. Di Gregorio pur essendo fuori posizione, riesce ad impedire il pareggio con tuffo. Un'altra parata straordinaria del portiere biancorosso al 90+4', permette al Monza di terminare la partita con 3-2. I viola tornano a casa senza punti, fermi a 42, e i biancorossi superano il Sassuolo dopo la sconfitta con la Salernitana.

17 aprile 2023
Fiorentina - Atalanta

Una gara giocata a livelli molto alti, quella tra Fiorentina e Atalanta tra le porte dell'Artemio Franchi. Il primo tempo è soprattutto dalla parte dei viola, dove si sono mostrati pericolosi con una sfilza di tiri da fuori l'area che per un soffio non hanno portato a nessun gol. All'undicesimo minuto Cabral fa partite un missile verso la parte sinistra della porta avversaria, ma trova una splendita parata di Sportiello. Tre minuti dopo assistiamo ad un'altra azione dei viola, questa volta di Ikone che punta tutto su un tiro dalla distanza calcialo alla perfezione, ma indirizzato fuori dalla porta per pochissimi centimetri. Al 37' è l'Atalanta che ci sorpende, passando da una tattica principalmente difensiva ad un attacco ben definito: Maehle vince un contrasto contro Ederson, smarca un altro avversario e senza esitazioni calcia in rete. La Dea passa in vantaggio di 0-1 e l'esultazione si diffonde nel campo e sugli spalti. Prima del fischio di fine primo tempo, l'Atalanta tenta il raddoppio con una bella palla di Koopmeiners, prontamente bloccata dai difensori viola. Nella seconda frazione del match, subentra Mandragora con un cross nell'area avversaria, ma la difesa bergamasca devia il pallone. Al minuto 51, Castrovilli si prepara a tirare ma esce largo sulla sinistra; proprio in quest'azione l'arbitro richiede un VAR per presunto tocco di mano di Toloi. Il consulto conferma il tocco e concede un rigore alla Fiorentina. Cabral posiziona il pallone sulla sfera e dopo una breve rincorsa calcia un bellissimo gol nell'angolo sinistro della porta. L'esito si trasforma in un pareggio al 56', ma il match è ancora lungo. Al settantesimo minuto Koopmeiners smarca un avversario, lancia un traversone che incontra la testa di Hojlund, ma sbaglia a prendere le misure. Al fine partita, un cross di Koopmeiners permette ad Ederson di inserirsi facilmente in area, ma il suo colpo di testa manda il pallone verso la tribuna. La partita si conclude con 1-1 tra i viola e la Dea, con i bergamaschi fermi a 49 punti e i toscani a quota 42.

8 aprile 2023
Fiorentina - Spezia 1 - 1

Gli spettatori dell'Artemio Franchi hanno assistito ad una partita molto movimentata tra Fiorentina e Spezia, conclusa con un pareggio finale che mette fine alla sfilza di vittorie consecutive viola. Nel primo tempo i giocatori dello Spezia focalizzano il loro gioco su passaggi brevi e su un movimento continuato del pallone, aspettando un'apertura nella difesa avversaria. All'undicesimo minuto, Amian riesce a superare con facilità alcuni contrasti e prende la mira, ma Terraciano ferma subito un'azione che si poteva rivelare svantaggiosa per i viola. Al 16' parte in attacco la Fiorentina con una scivolata di Lucas Martinez Quarta che riesce a prendere possesso del pallone, ma Dionisi fischia subito fallo. Per ora è presente un grande equilibrio in campo: lo Spezia tiene testa ai viola ma non riesce a creare occasioni da gol. Al minuto 25 la Fiorentina finalmente passa in vantaggio di 1-0, grazie ad un cross bloccato da Wisniewski che spedisce la palla direttamente in rete. I viola sono riusciti a sfruttare un momento per loro favorevole, mettendo lo Spezia con le spalle al muro. Ma solo sette minuti dopo il gol dei viola, lo Spezia trova il pareggio: Nzola si lancia sul pallone, supera la marcatura troppo debole di Igor, aggira Terracciano e calcia un tiro a porta vuota che dichiara l'1-1 tra le due squadre. La Fiorentina tenta una risposta rapida con Cabral che effettua una rovesciata in area di rigore, ma finisce per colpire la traversa. Nei restati minuti del primo tempo vediamo un paio di ammonizioni e un altro tentativo viola di passare in vantaggio, ma viene bloccato immediatamente dai difensori dello Spezia che respingono il pallone fuori dal campo. La partita riprende e i padroni di casa utilizzano la stessa tattica di prima, con tempi di gioco lenti che non recano danni allo Spezia. Al 61' i viola ricominciano ad attaccare con Brekalo che sfrutta un passaggio fortuito in area e spara una cannonata sulla sinistra, ma incontra solo il palo. Al 90+1' lo Spezia spreca una grande occasione per tornare a casa con la vittoria in mano grazie una parata finale di Terracciano, e l'esito si ferma sul punteggio di 1-1. I viola vanno a quota 41 punti in ottava posizione, mentre lo Spezia guadagna un solo punto e rimane al quart'ultimo posto.

1 aprile 2023
Inter - Fiorentina 0 - 1

A San Siro si disputa l'incontro tra Inter e Fiorentina, in questa ventottesima giornata di campionato. Una partita che non vede troppi sbilanciamenti in termini di statistiche, ma che determina un'altra vittoria consecutiva per i viola. La Fiorentina parte agguerrita già dal primo minuto di gioco, quando Ikone lancia una fucilata diretta in porta avversaria, bloccata immediatamente da un difensore neroazzurro. Al quattordicesimo minuto, ci riprovano con Castrovilli che cerca di sfruttare un'ottima occasione dalla media distanza, ma il suo tiro viene intercettato da Onana con un grande intervento. Al 18' arriva la prima vera opportunità per l'inter, con Acerbi che raccoglie un passaggio dal calcio d'angolo e tenta una rapida conclusione, terminata sopra la traversa. Solo 3 minuti dopo, Mkhitaryan lascia sul posto i due difensori e rimane da solo con il portiere, che riesce ad impedire il vantaggio neroazzurro. Occasione per la Fiorentina al 39' con Ikone posizionato egregiamente in area, che però non riesce ad agganciare un ottimo passaggio. Un primo tempo caratterizzato da un bel ritmo di gioco e da vari tentativi neroazzurri sfumati all'ultimo. Al 53' abbiamo una svolta decisiva nella partita: arriva un rimbalzo a Bonaventura che con grande prontezza colpisce il pallone di testa, lasciando il portiere inerme. L'azione si conclude con i viola che sorpassano l'Inter e un esito momentaneo di 0-1. I neroazzurri non ci stanno e al 59' cercano il pareggio: punizione di Brozovic sulla barriera che si traduce in un tentativo volante di Barella, ma il centrocampista finisce per colpire il palo. Nel finale l'Inter ha eseguito un arrembaggio senza successo, giocandosi il tutto per tutto con un tridente d'attacco: Lukaku, Lautaro e Dzeko. La difesa viola però ha retto il colpo e protegge l'esito finale di 0-1 per loro. I vincitori vanno a quota 40 punti, ad un passo dalla Juventus. L'Inter di Inzaghi invece rimane al terzo posto con 50 punti.

19 marzo 2023
Fiorentina - Lecce 1 - 0

Un'altra conquista per la Fiorentina che si aggiudica il suo settimo successo consecutivo, tra Serie A e Conference, e determina la quarta sconfitta per i salentini giallorossi. Nella prima frazione di partita le squadre hanno giocato ad alta intensità, con scontri ripetuti. Stando alle statistiche di possesso palla e tiri eseguiti, i viola comunque si dimostrano più concentrati e precisi in campo. Al 18' Saponara cerca un primo vantaggio sui salentini ma spreca un'ottima occasione: una fantastica azione individuale si conclude con il pallone sotto la traversa che però viene prontamente bloccato da Falcone. Al minuto 27, i viola festeggiano un autogol di Antonino Gallo che, nel tentativo di respingere un cross in area, indirizza il pallone alle spalle del portiere. Siamo 1-0 per i viola, ma la partita è ancora tutta da giocare. Nella seconda metà del match, il Lecce ha creato una buona opportunità al 48': una palla magistrale di Strefezza raggiunge Di Francesco dentro l'area, ma un grande intervento di Terracciano respinge il tiro. Sei minuti dopo, Gonzalez viene atterrato in area di rigore dal capitano salentino ma l'arbitro non ha intenzione di fischiare, dopo la conferma del VAR. Al minuto 57, Amrabat crossa sulla destra verso Kouamè spedendo il pallone fuori dal campo. Dopo soli 3 minuti, Strefezza tenta un colpo di testa ma il suo tiro risulta debole e facilmente parabile dal portiere viola. Dal 70' in poi, entrambe le squadre iniziano ad effettuare svariate sostituzioni per mischiare le carte in tavola. Durante i minuti di recupero, Bonaventura riceve un passaggio centrale da Ikone che prova un potente tiro dal limite dell'area. Falcone, però, riesce a respingerlo con un fantastico intervento. L'arbitro Abisso fischia la fine dell'incontro, che porta la Fiorentina a quota 37 punti, mentre il Lecce rimane a 27.

12 marzo 2023
Cremonese - Fiorentina 0 - 2

Al Giovanni Zini è tutto pronto per il match tra i padroni di casa e i viola della Fiorentina. Sono proprio questi ultimi ad aver ottenuto una vittoria decisiva, la terza consecutiva nel campionato. Grazie a questo risultato si sono posizionati all'undicesimo posto con 34 punti, superando il Monza che ha pareggiato con il Verona. La prestazione della squadra di Italiano è molto promettente anche in vista della semifinale di Coppa Italia, prevista tra il 5 e il 25 aprile contro la Cremonese. D'altra parte, i grigiorossi hanno dimostrato ancora una volta di essere poco incisivi. Hanno creato tante occasioni, sempre sprecate per mancanza di precisione e fiducia in se stessi. I ragazzi di Ballardini sono rimasti in ultima posizione con soli 12 punti, la metà dello Spezia che si trova al quart'ultimo posto. Viene fischiato l'inizio della partita e al minuto 27 Mandragora si fa subito notare: arriva su un pallone vagante all'interno dell'area e oltrepassa il portiere con un tiro mirato all'angolo destro della porta. Il punteggio ora è di 0-1 per la Fiorentina. Al 41' Galdames cerca il pareggio su punizione, calciando un cross in mezzo che però risulta troppo semplice da intercettare per la difesa viola. All'inizio della seconda frazione della partita, un'altra grande azione porta i viola a raddoppiare il vantaggio, con Cabral che accoglie un passaggio intelligente da Mandragora e insacca il pallone al centro. Siamo al 50' e l'esito del match per ora è 0-2. Un altro tentativo della Cremonese con Ciofani, che colpisce di testa il pallone nell'area ma non riesce a calibrare bene il tiro che finisce sopra la traversa. A venti minuti dalla fine, ci riprova Okereke con un calcio molto potente verso l'angolino di destra che incontra subito le mani di Sirigu, sventando le intenzioni del grigiorosso. Il resto dell'incontro vede una grande difesa da parte di entrambe le squadre, ma un attacco più efficace della Fiorentina.

4 marzo 2023
Fiorentina - Milan 2 - 1

25esima giornata di Serie A, la Fiorentina deve affrontare un avversario ostico per conquistare punti preziosi per l'Europa: al Franchi si presenta infatti il Milan di Pioli. Ma la compagine viola ce la fa e porta a termine la gara con un meritato 2-1, interrompendo la striscia di vittorie del Milan. Dopo una prima fase in cui le due squadre si prendono le misure a vicenda, la Fiorentina alza il ritmo e schiaccia l'avversario nella propria metà campo. Al decimo minuto Ikonè entra in area ma viene chiuso perfettamente da Thiaw, poco dopo Thiaw commette fallo su Cabral al limite dell'area e rimedia un giallo, sul calcio di punizione che segue Maignan respinge coi pugni la conclusione a giro di Bonaventura. Ancora Maignan deve scomodarsi tra il 19' e il 20' su due tentativi di Nico Gonzalez. Al 26' la Fiorentina mette i brividi con Bonaventura che cerca la rete dall'altezza del dischetto, Tomori respinge il pallone sulla linea di porta. Sull'altro fronte, Terracciano deve intervenire soltanto su Giroud al 32' e nel finale di tempo su Rebic. Nessun cambio nell'intervallo, si riparte subito con grande intensità e in avvio di secondo tempo la Fiorentina conquista un calcio di rigore a causa di un fallo di Tomori su Ikonè, Nico Gonzalez trasforma senza difficoltà. Il Milan ora aggredisce di più e raccoglie qualche buona occasione da gol con Giroud (51'), Rebic (55') e Theo Hernandez (58'). Poi però riprende il forcing viola e all'87' arriva il gol vittoria messo a segno dal neoentrato Jovic sul cross di Dodo. Il gol di Theo Hernandez nel recupero ha il solo effetto di accorciare le distanze.

27 febbraio 2023
Verona - Fiorentina 0 - 3

Grande partita quella tra Verona e Fiorentina. I viola vanno in trasferta per affrontare i mastini in una gara sicuramente pesante per le sorti della zona retrocessione. Il Verona è in terzultima posizione e ha bisogno di risalire la classifica per uscire dalla zona rossa, la Fiorentina invece punta a quota 30 punti per assicurarsi la salvezza a fine campionato. La gara inizia nel migliore dei modi per i toscani, riescono a portarsi in vantaggio con Antonin Barak al minuto 12, grande discesa sulla fascia di Ikoné che entra in area e serve l'ex Verona, Barak controlla e spedisce sotto la traversa. Prima della fine del primo tempo Arthur Cabral va a raddoppiare il risultato facendosi trovare pronto sul corner di Mandragora, il numero 9 spedisce in rete per il raddoppio della Fiorentina.

Nel secondo tempo la partita mantiene gli stessi ritmi visti nel primo. Al minuto 89 Cristiano Biraghi inventa una occasione incredibile su calcio di punizione, calcia dalla metà campo e sorprende Montipò con un tiro che vale lo 0 a 3. La partita si chiude con una vittoria meritatissima dei viola. A fine gara la Fiorentina porta a casa i tre punti salendo a quota 28 punti in dodicesima posizione. Il Verona resta fermo in terzultima posizione con un totale di 17 punti.

19 febbraio 2023
Fiorentina - Empoli 1 - 1

La gara tra Fiorentina ed Empoli si rivela decisiva per la zona salvezza. Il derby toscano mette in contrapposizione due squadre in una situazione di classifica molto simile: entrambe hanno un buon vantaggio sull'area rossa della classifica, ma devono mettere da parte diversi punti per assicurarsi la permanenza in Serie A. La prima rete della gara è dell'Empoli. Gli azzurri vanno in rete al minuto 28 con Nicolò Cambiaghi: Amrabat perde palla, Baldanzi la recupera e serve Caputo e libera il compagno, bravo Cambiaghi a spedire in porta firmando lo 0 a 1. Il primo tempo vede protagonista la squadra ospite che sfiora il raddoppio alla fine del primo tempo: Caputo si fa trovare pronto su un cross in area di rigore, la palla termina in rete, ma il VAR annulla tutto per posizione irregolare dell'attaccante. Il primo tempo termina sullo 0 a 1.

Nel secondo tempo Bandinelli salva sulla linea: corner di Mandragora che trova il colpo di testa di Martinez Quarta, nulla da fare per il capitano dell'Empoli. Poco prima della fine del secondo tempo, Arthur Cabral riesce a pareggiare i conti: Dodo va sulla destra e crossa in mezzo, la palla termina sulla traversa e torna in area di rigore dove l'attaccante ribatte in rete pareggiando i conti. Nulla da fare per il portiere avversario. Il tardo minutaggio non consente all'Empoli di riportarsi in vantaggio. Un punto per parte che porta la Fiorentina a quota 25 punti in quattordicesima posizione, l'Empoli sale a 28 punti in dodicesima posizione. Quota 30 punti non è poi così lontana per entrambe le parti.

12 febbraio 2023
Juventus - Fiorentina 1 - 0

La sfida entra nel vivo già nel primo tempo. Il faccia a faccia tra Juventus e Fiorentina è un grande classico del calcio italiano, anche questa volta regala emozioni importanti. La situazione parte con un equilibrio solido nei primi minuti di gioco. Per vedere del movimento bisogna attendere il minuto 34, quando Di Maria inventa un lancio lungo per Rabiot che sbuca alle spalle della retroguardia avversaria, controlla e spinge in porta con un colpo di testa. La Fiorentina non riesce a creare azioni da gol importanti per recuperare il risultato nel corso dei primi 45 minuti di gioco. Il primo tempo termina con il sostanziale vantaggio dei bianconeri per 1 a 0. Vittoria cinica ma sufficiente a raggiungere l'obiettivo.

Nel secondo tempo la situazione non cambia di molto. Parte meglio la Juventus che rischia il raddoppio al minuto 59: Kostic trova lo spazio per un assist in profondità per Vlahovic, il serbo controlla e batte Terracciano nell'uno contro uno. La rete non è convalidata dall'assistente di gara per via di un fuorigioco del bomber juventino. Situazione molto simile si ripete a fine gara, quando il VAR annulla un gol alla Fiorentina per fuorigioco: prima della rete di Castrovilli, Ranieri è in off-side. Proprio per questo motivo la sfida termina sull'1 a 0 visto nel corso del primo tempo e consente ai ragazzi di Allegri di portarsi avanti di tre punti, ora sono a 29 punti in nona posizione, la Fiorentina resta ferma a 24 in quattordicesima.

5 febbraio 2023
Fiorentina - Bologna 1 - 2

La Fiorentina ospita in casa il Bologna, squadra a poche misure di distanza in classifica. La 21a giornata di campionato vede un Bologna molto in forma che riesce a portarsi quasi subito in vantaggio al minuto 14, Pairetto assegna il calcio di rigore per i rossoblu per il tocco di mano di Barak in area di rigore: Orsolini si presenta sul dischetto del calcio di rigore trasformando l'occasione, Terracciano non può nulla. A pochi minuti da inizio partita la squadra ospite è in vantaggio per 0 a 1. La Fiorentina riesce a pareggiare i conti pochi minuti più tardi, al minuto 19: Skorupski allontana malamente la sfera con i pugni, Gonzalez calcia in porta e Saponara si fa trovare pronto a deviare la palla in rete, la partita torna in parità sullo score di 1 a 1.

Nel secondo tempo la gara si fa molto timorosa per entrambe le squadre, specialmente dopo il terzo ed ultimo gol del match ad inizio secondo tempo. Posch riesce a riconsegnare il vantaggio ai rossoblu andando in rete al minuto 47: Orsolini batte il calcio d'angolo, Posch si fa trovare pronto a spedire in rete di testa, Terracciano non può nulla sulla palla messa in mezzo. Il risultato di 1 a 2 consente al Bologna di portare a casa tre punti importantissimi in ottica salvezza, ora sono a quota 29, a poche misure dalla salvezza matematica. La Fiorentina invece resta ferma a 24 punti in dodicesima posizione.

29 gennaio 2023
Lazio - Fiorentina 1 - 1

La Fiorentina va in trasferta a Roma per affrontare la Lazio. La partita non è sicuramente delle più semplici, ma è una ottima occasione per raccogliere gli ultimi punti necessari per raggiungere la salvezza matematica. All'inizio di questa 20esima giornata di campionato, la Lazio riesce a trovare subito il gol del vantaggio al minuto 8: Luis Alberto si appresta a calciare il corner, spedisce in mezzo dove Casale si avventa sulla palla vacante e spinge in porta dove il portiere non può arrivare. La gara si mette in discesa per i biancocelesti, ma non riescono a trovare la rete del raddoppio che possa assicurare la vittoria ai padroni di casa. La situazione cambia radicalmente nel corso del secondo tempo con il cambio di marcia della Fiorentina. I toscani riescono a mettere a segno la rete del pareggio con Nico Gonzalez al minuto 49: il giocatore raccoglie la sfera si avvicina all'area di rigore e, dopo un fraseggio con Bonaventura, calcia in porta non lasciando scampo a Provedel alla sua destra. La partita, una volta fissata sul pareggio, obbliga i biancocelesti a spingersi in fase offensiva alla ricerca del gol della vittoria. Interessanti le occasioni di Felipe Anderson al minuto 49 e di Immobile al minuto 75, la partita però termina in parità consegnando un solo punto per parte. La Lazio sale in terza posizione con 38 punti, la Fiorentina invece sale a 24 punti in dodicesima posizione.

21 gennaio 2023
Fiorentina - Torino 0 - 1

Nell'anticipo dell'ultima giornata del girone di andata della Serie A, la Fiorentina incappa nella seconda sconfitta consecutiva, questa volta per mano del Torino. Dopo una prima fase di gioco piuttosto equilibrata, il Toro comincia a guadagnare campo e al 12' viene annullato un gol a Seck, che scarica il sinistro sotto la traversa ma è in posizione di offside, tutto da rifare. Ancora Seck si propone al 22' con un mancino potente, la sfera si schianta sulla traversa. Pochi minuti più tardi, Singo scarica una conclusione violenta dai 20 metri, Terracciano si oppone e Vlasic si divora il gol, fallendo il tap-in a botta sicura. Per quanto riguarda la formazione viola, il primo vero pericolo arriva intorno alla mezz'ora, Milinkovic-Savic viene impegnato da una conclusione di Kouame in girata, l'estremo difensore tocca il pallone e lo allunga oltre il palo. Poco dopo, però, il forcing del Torino dà i suoi frutti: assist di Vojvoda, Miranchuk si inventa un sinistro perfetto diretto all'incrocio e firma il vantaggio ospite. Nel secondo tempo i granata si chiudono in difesa del risultato e la Fiorentina non riesce a essere concreta in fase finalizzativa. Il match si addormenta, al punto che il primo vero brivido è all'82' con un grande intervento difensivo di Venuti sulla linea di porta sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Allo scoccare del 90' i padroni di casa sfiorano il gol del pari, Milinkovic esce su Kouame, la sfera arriva a Jovic che viene però anticipato da Buongiorno a porta vuota. Nulla da fare, la vittoria va al Torino, Fiorentina ferma a 23 punti.

15 gennaio 2023
Roma - Fiorentina 2 - 0

Partita importante per i giallorossi che ospitano in casa i viola per un classico del calcio di Serie A. La sfida sembra tutt'altro che scontata nonostante i ragazzi di Mourinho sembrino essere i favoriti. La situazione per la Fiorentina si fa subito nera nel primo tempo, quando Dodo riceve il doppio giallo ai minuti 4 e 24. Il giocatore lascia in inferiorità la propria squadra mettendo in difficoltà l'allenatore. Non a caso, pochi minuti più tardi, al 40', arriva la rete del vantaggio dei giallorossi: un perfetto scambio tra Dybala e Abraham, l'inglese fa sponda di petto per l'argentino che calcia al volo e sorprende Terracciano. Il primo tempo si chiude sul risultato di 1 a 0 senza troppi rischi per la squadra di casa. Nel secondo tempo la partita si fa ancora più ostica per i toscani, il match è ancora dominato dalla Roma che crea occasioni con Abraham e Dybala. Proprio la coppia trova la rete del raddoppio al minuto 82: Cristante inventa un lancio lungo sulla fascia per Abraham, l'inglese scatta e tiene la palla tra i piedi per servire Dybala nel mezzo, il campione del mondo deve solo spingere in porta per chiudere i conti in via definitiva e fissare il risultato sul 2 a 0. La Roma vince senza troppi problemi e senza rischiare molto. La Fiorentina resta ferma a 23 punti in decima posizione, le speranze di poter fare un salto in zona Conference League non sono ancora svanite. La Roma invece si porta a 34 punti a pari merito con Atalanta e Lazio per l'Europa League.

07 gennaio 2023
Fiorentina - Sassuolo 2 - 1

Uno dei match di 17esima giornata vede protagoniste Fiorentina e Sassuolo. I neroverdi ci provano da subito a passare in vantaggio. Al 18’ infatti arriva il tentativo di Frattesi che tenta un tiro per arrivare alla porta ma il portiere avversario devia la palla che quindi non entra. Ancora per il Sassuolo si fa avanti Pinamonti ma Terracciano si fa trovare pronto e il tentativo non va a buon fine. La Fiorentina invece non trova ancora l’incisività necessaria per rendersi pericolosa e quindi il risultato rimane ancora bloccato sullo 0 a 0 alla fine del primo tempo. Le due formazioni sono ora pronte ad affrontare la ripresa che andrà sfruttata al meglio per poter portare a casa la vittoria. Al 48’ arriva il primo gol. A segnare è Saponara per la Fiorentina: il giocatore riceve palla, si gira e la mette direttamente dentro. È vantaggio per i toscani. Il Sassuolo però non si scoraggia anzi, non passa molto prima di veder arrivare la rete del pareggio. Berardi trasforma il rigore assegnato ai neroverdi e al 57’ porta al pareggio la squadra. Da entrambe le squadre arrivano dei tentativi per andare al gol ma nessuna delle due formazioni va a segno. Sul finale di partita però la Fiorentina conquista un altro gol passando così di nuovo in vantaggio grazie a Gonzalez. Il giocatore chiude i gol della giornata siglando anche la vittoria dei toscani per 2 a 1.

04 gennaio 2023
Fiorentina - Monza 1 - 1

Fiorentina e Monza sono protagoniste in 16esima giornata di Serie A. I Viola giocano con incisività durante tutto il primo tempo e si fanno avanti per cercare il gol. Biraghi ci prova al 13’ ma prende il palo avversario. A mettere dentro la palla però per la Fiorentina è Cabral che al 19’ va a segno nonostante la posizione non perfetta. Il Monza non si lascia intimidire però e vuole recuperare il punteggio. Al 28’ ci prova Colpani in scivolata a volare in porta ma il tiro non va. Il risultato parziale è quindi di 1 a 0 per la Fiorentina alla fine della prima frazione di gioco. Il Monza ritorna in campo in maniera molto più incisiva ma il primo tentativo al 57’ con Petagna non va a buon fine. Al 61’ però c’è Carlos Augusto a prendersi il pareggio per i Brianzoli e sarà l’ultimo gol della giornata. Il match infatti termina con il pareggio di 1 a 1 per le due squadre.

13 novembre 2022
Milan - Fiorentina 2 - 1

Fiorentina di buon livello ma molto sfortunata in questa quindicesima giornata di campionato. Vincere significherebbe fare passi importanti verso la zona coppe europee, ma l'occasione non è delle più semplici: dall'altra parte del campo c'è il Milan campione d'Italia. La gara ha inizio con i rossoneri particolarmente in forma, trovano il gol dopo solo due minuti di gioco: Giroud fa da sponda e consente l'inserimento in area di Leao, l'attaccante calcia con il piattone e spinge la palla in rete consegnando il vantaggio ai rossoneri. La soddisfazione del Milan dura fino alla metà del primo tempo, quando la Fiorentina trova il gol del pareggio con la rete di Barak, il talento ex-Verona che trova la girata giusta sulla palla servita da Ikonè, la deviazione di Thiaw si rivela fondamentale e porta al pareggio. Il primo tempo si conclude sull'1 a 1 e non vede vinti o vincitori. Nel secondo tempo la situazione è altrettanto equilibrata, il Milan prova a creare qualche spunto offensivo in più rispetto agli avversari, ma faticano a trovare l'occasione da rete giusta. Per sbloccare di nuovo il risultato bisogna aspettare i minuti di recupero del secondo tempo, al 90'+1' la Fiorentina regala la vittoria agli avversari con l'autogol di Milenkovic: Vranckx crossa in mezzo, Terracciano sbaglia l'uscita a causa del contrasto tra Rebic e Milenkovic, quest'ultimo ha la peggio mettendo dentro la palla. Il Milan vince in extremis e mantiene la seconda posizione in solitaria con 33 punti, la Fiorentina perde in modo immeritato rimanendo ferma a 19 punti in quindicesima posizione.

09 novembre 2022
Fiorentina - Salernitana 2 - 1

Torna in campo la Fiorentina che si ritrova ad affrontare uno dei club più in forma del campionato. I viola devono vincere per tentare di avvicinarsi alla zona coppe europee, la Salernitana deve invece sperare di poter conquistare punti per allontanarsi dalla zona retrocessione e chiudere il discorso salvezza quanto prima possibile. La Fiorentina riesce a trovare il gol del vantaggio già al minuto 15 con la rete firmata da Giacomo Bonaventura: battono una rimessa laterale che finisce al centrocampista, Ikonè riceve la palla, Bonaventura va in profondità centralmente dove riceve nuovamente la palla, con un sinistro fulmina Sepe e porta in vantaggio la formazione di casa. Sul risultato di 1 a 0 le due squadre vanno nello spogliatoio. La situazione subisce un piccolo shock ad inizio secondo tempo, quando Salernitana riesce a rimettere in piedi la partita andando in rete con Dia al minuto 55: Maggiore serve Dia che, posizionato sulla trequarti, serve Piatek per dare vita ad un uno-due micidiale, Dia prende la mira e supera Terracciano con un tiro di sinistro. I viola continuano ad andare in rete anche nella seconda metà di gara riportando la squadra in vantaggio al minuto 81: bomber Jovic riesce ad scattare sulla linea del fuorigioco andando in contro a Sepe e concludendo in porta di destro. Inizialmente Sepe decide di annullare il gol, ma viene poi richiamato dal VAR per la regolarità della posizione del serbo, i toscani vincono e portano a casa i tre punti.

06 novembre 2022
Sampdoria - Fiorentina 0 - 2

Gara importante per la Fiorentina, per loro è l'occasione perfetta per riprendere a correre in classifica verso la zona coppe europee, non possono mancare la vittoria in questo appuntamento contro la Sampdoria. La partita dei viola si mette subito in discesa dopo soli quattro minuti di gioco, quando Bonaventura riesce a trasformare in rete una bella palla servita da Ikonè. Tutto nasce da una grande giocata di Kouamè, il giocatore parte da centrocampo palla al piede, serve Ikonè sulla fascia, quest'ultimo serve Dodò che a sua volta crossa basso verso il centro dell'area di rigore dove Bonaventura si fa trovare pronto per la conclusione. Bravo il giocatore ad anticipare Villar e a battere Audero. La Sampdoria prova a tornare in partita con diverse occasioni interessanti tentate da Caputo, ma il gol non arriva. Per vedere la seconda rete di giornata bisogna attendere il minuto 58 del secondo tempo: bel calcio d'angolo battuto da Biraghi sul primo palo, Soriano allunga di testa e la palla termina a Milenkovic che schiaccia con un bello stacco. Il vantaggio della Fiorentina si fa consistente, siamo sullo 0 a 2, quanto basta per giocare in difesa e proteggere il vantaggio ottenuto. Nessuna delle due parti riesce a trovare la terza rete di giornata, la Fiorentina vince e sale a quota 16 punti in undicesima posizione agganciando il Bologna, la Sampdoria resta ferma in penultima posizione con soli 6 punti.

30 ottobre 2022
Spezia - Fiorentina 1 - 2

La Fiorentina deve affrontare lo Spezia fuori casa per tentare quel salto di qualità che la possa portare a combattere per un posto nelle coppe europee. Nonostante il divario tecnico tra i due club, la gara si dimostra più equilibrata del previsto, con uno Spezia capace di rendersi pericoloso solo a tratti. La partita inizia nel migliore dei modi per la Fiorentina, i viola vanno in rete al minuto 14 con il gol di Milenkovic: Biraghi batte il calcio d'angolo e il difensore batte di testa Dragowski portando in vantaggio la sua squadra. Per quanto la partita sembri essere in discesa per gli ospiti, torna tutto in equilibrio al minuto 35 con il gol di Nzola: cross in area dalla sinistra, la palla termina sulla testa di Ekdal che serve Nzola, l'attaccante non sbaglia nell'uno contro uno con Terracciano. La situazione si fa ancora più ostica per i padroni di casa al minuto 82, quando Nikolaou viene espulso dall'arbitro per una brutta scivolata del giocatore su Cabral, gamba alta che non lascia scelte al direttore di gara. Al minuto 90 la situazione cambia ulteriormente con la terza ed ultima rete del match, Cabral riesce a chiudere la partita con un gol in extremis che vale tre punti: Ikone serve Kouame che serve in mezzo per Saponara, conclusione di sinistro che viene sventata da Dragoswki, Cabral è pronto al tap-in vincente. La Fiorentina sale a 13 punti in tredicesima posizione.

22 ottobre 2022
Fiorentina - Inter 3 - 4

Giornata amara per la Fiorentina, che viene beffata in extremis dopo una partita davvero emozionante caratterizzata da continui ribaltamenti di fronte. Prosegue il momento no della squadra di Italiano che sembra non saper più vincere, sono soltanto due le vittorie conquistate dall'inizio della stagione. All'Inter bastano due minuti per sbloccare la gara, Barella raccoglie l'assist di Lautaro e si ritrova a tu per tu con Terracciano, con un appoggio di esterno deposita in rete. Al quarto d'ora ecco il raddoppio, con Lautaro che recupera una buona palla a centrocampo e avanza fino a scaricare una diagonale dal limite che trova l'angolino della porta. La Fiorentina ha l'occasione di riaprire i giochi alla mezz'ora, quando l'arbitro assegna un calcio di rigore per un fallo di Dimarco su Bonaventura. Dagli undici metri va Cabral che fredda Onana, è 2-1. Subito dopo Terracciano si supera salvando in uscita bassa su Dimarco, si ripete a inizio ripresa neutralizzando il colpo di testa di Lautaro su corner di Dimarco. Al 60' si torna in parità grazie al tiro a giro di Ikonè, al 72' all'Inter viene assegnato un rigore per un fallo di Terracciano su Lautaro, il tiro dal dischetto viene trasformato in gol dallo stesso argentino. Ma c'è ancora spazio per le emozioni, allo scoccare del 90' la Fiorentina riaggancia l'avversario con un bel gol in Jovic in acrobazia. Infine, al quinto minuto di recupero, l'Inter si va a prendere il gol vittoria: cross di Barella, Venuti prova ad allontanare, il pallone sbatte su Mkhitaryan e dopo una carambola termina in rete.

17 ottobre 2022
Lecce - Fiorentina 1 - 1

La Fiorentina vuole tornare in corsa per la zona coppe europee dopo una prima parte di campionato tutt'altro che soddisfacente. Ha l'occasione di farlo contro il Lecce in questa decima giornata di campionato, la sfida richiederà tutta la loro attenzione. La partita si rivela più equilibrata del previsto, il Lecce è deciso a portarsi a casa qualche punto fiutando il periodo poco convincente dei viola. Partono meglio i giallorossi che nel primo tempo si rendono pericolosi in molte occasioni, l'insistenza offensiva dei pugliesi da i suoi frutti, al minuto 42 va in rete Ceesay che si fa trovare pronto sull'inserimento in area di rigore da parte di Gonzalez, deve solo andare in scivolata per spingere la palla in porta. Incredibile la giocata di Gonzalez che salta un giocatore avversario senza troppi problemi e serve il compagno con una palla al bacio. Per vedere la reazione della Fiorentina bisogna aspettare il secondo tempo, quando Kouamé si fa trovare pronto per lo stacco di testa su un'ottima palla servita da Cabral: il giocatore ivoriano colpisce perfettamente la palla messa con uno scavino dal compagno e realizza un palo-gol irraggiungibile per il portiere avversario. Nella parte restante del secondo tempo la Fiorentina si rende pericolosa con molte altre azioni nell'area di rigore avversaria. La palla però non ne vuole sapere di finire in rete, inutili le occasioni di Ikoné e Nico Gonzalez. Il match finisce così sul risultato di 1 a 1, un pareggio che porta i viola a 10 punti in tredicesima posizione.

10 ottobre 2022
Fiorentina - Lazio 0 - 4

Gara importante per la Lazio se vuole tenere il passo delle squadre nella parte alta della classifica. Situazione simile anche per la Fiorentina che ha davanti a se quella che potrebbe essere una diretta rivale per la conquista di un posto in zona coppe europee. La stagione per i viola non è partita nei migliori dei modi. Tuttavia, le motivazioni dei toscani non sembrano essere sufficienti a fermare la cavalcata biancoceleste. Lo score si sblocca a sfavore dei padroni di casa dopo soli 11 minuti di gioco con la rete messa a segno da Vecino: il gol dell'ex nasce da una bella palla messa in mezzo da Zaccagni, importante il colpo di testa dell'uruguagio che porta in vantaggio la sua squadra. La situazione per la Fiorentina si fa nera a seguito del secondo gol della formazione di Sarri: questa volta va in rete proprio Zaccagni colpendo di testa una palla servire in mezzo da Milinkovic-Savic. In questo modo, il primo tempo si conclude con la Lazio in vantaggio per 0 a 2. Nel secondo tempo la Fiorentina prova a tornare in gara con delle buone prestazioni in fase offensiva, non serve a nulla il loro sforzo: la Lazio travolge nuovamente i viola con il tris al minuto 85 da parte di Luis Alberto. L'incubo finisce solo nel corso dei minuti di recupero del secondo tempo con l'ultimo gol messo a segno dalla Lazio con Ciro Immobile al minuto 90'+1': bel lancio millimetrico di Luis Alberto per l'inserimento in area di Milinkovic-Savic, il serbo tocca di tacco e il bomber segna chiudendo in porta. La Lazio vince quindi per 0 a 4, ora è a 20 punti in terza posizione.

2 ottobre 2022
Atalanta - Fiorentina 1 - 0

Al Gewiss Stadium di Bergamo si affrontano Atalanta e Fiorentina per l'8a giornata di Serie A 2022/23. Una gara da cui ci si aspetta molto spettacolo visto il calcio offensivo proposto dalle due squadre. L'Atalanta deve continuare a vincere se vuole mantenere il suo posizionamento in testa alla classifica, allo stesso tempo, la Fiorentina ha bisogno di punti per tornare in corsa in zona coppe europee. I primi 20 minuti di gioco sono molto equilibrati e non mettono pepe nella partita. La prima vera occasione arriva con la Fiorentina che si fa avanti con una bella conclusione verso la porta di Saponara, Sportiello prova la presa ma non trattiene, Barak si lancia sulla sfera ma il portiere riesce ad anticiparlo salvando il risultato. Nel corso del primo tempo nessuna delle due parti riesce a portare dalla sua parte il risultato, si deciderà tutto nel corso dei secondi 45 minuti di gioco. Nel secondo tempo, l'Atalanta riesce a trovare la prima rete del match con Ademola Lookman al minuto 59: Muriel raccoglie la sfera servita da fallo laterale da Koopmeiners, dribbla due avversari e serve la sfera nel centro per l'ex giocatore del Leicester, Lookman spinge in rete e sblocca il risultato. Nella restante parte di gara la Fiorentina si spinge in fase offensiva ma non riesce a trovare il pareggio. L'occasione più interessante arriva al 90' con il rischio autogol di Demiral: bel traversone di Kouamé, il turco stacca per liberare di testa ma sfiora lo specchio della porta facendo tremare i propri tifosi. L'Atalanta riesce comunque a difendere il risultato portando a casa i tre punti che valgono quota 20.

18 settembre 2022
Fiorentina - Verona 2 - 0

La Fiorentina ospita il Verona per la 7a giornata di campionato, gara importante per le sorti della metà della classifica. Partono bene entrambe le squadre ma i viola sembrano avere qualcosa di più. Al minuto 13 arriva il primo gol della partità con Ikoné che raccoglie palla sulla destra e converge superando Montipò, i viola sono in vantaggio per 1 a 0 già ad inizio partita. La gara sembra molto equilibrata per la parte restante del match. Il primo tempo termina così con il vantaggio dei padroni di casa. Nel secondo tempo le occasioni si fanno sempre più rare, la Fiorentina sembra accontentarsi del risultato di vantaggio. La situazione cambia solo nel corso dei minuti finali di gara, esattamente al minuto 90 quando Nico Gonzalez infila in porta a pochi passi dall'obiettivo grazie all'ottima apertura di Duncan e all'eccellente cross basso di Mandragora. Sul risultato di 2 a 0 le speranze del Verona si azzerano, vince la Fiorentina con un risultato tondo e giusto: hanno espresso un buon calcio e portano a casa i tre punti che gli consentono di continuare a correre in cima alla classifica. Resta invece bloccato il Verona che non riesce a fermare l'avanzata dei ragazzi di Italiano, brutta sconfitta contro una diretta rivale della metà della classifica.

11 settembre 2022
Bologna - Fiorentina 2 - 1

Gara molto affascinante quella tra Bologna e Fiorentina, entrambe le squadre vanno a caccia dei tre punti per addrizzare la propria classifica. La Fiorentina vuole ripetere la stagione dello scorso anno e provare a conquistare un piazzamento in Europa, il Bologna cerca invece punti per rimettere in piedi un avvio di stagione pessimo. La gara si dimostra subito molto equilibrata, pochissime occasioni da entrambe le parti. Nessuna delle due squadre riesce a portare il risultato dalla propria parte nel corso del primo tempo, la frazione di gioco termina quindi sul risultato di 0 a 0. Partita fino a questo punto noiosa ma giusta. Nel secondo tempo cambia tutto, la Fiorentina riesce a portarsi in vantaggio con il gol di Lucas Martinez Quarta al minuto 54: il giocatore appoggia in rete di testa sull'assist di Saponara che su calcio d'angolo riceve la palla, dal limite dell'aria serve il compagno che è bravo a battere a rete. Il vantaggio viola dura soli cinque minuti, quanto basta a Musa Barrow per riportare in equilibrio il risultato: al minuto 59 Arnautovic lancia il compagno, che scatta verso la porta a tu per tu con Terracciano battendolo. Giunti sull'1 a 1 abbiamo davanti tutta un'altra partita, va in rete Arnautovic che raccoglie un assist rasoterra di Kasius e appoggia in rete firmando il vantaggio rossoblu. La sfida termina così sul 2 a 1 a favore dei padroni di casa che riescono in questo modo ad ottenere tre punti importanti e a valore a a quota 6 punti in 12esima posizione.

3 settembre 2022
Fiorentina - Juventus 1 - 1

La Fiorentina non centra ancora la vittoria che manca dalla prima giornata, quando i viola si imposero contro la Cremonese. A fermarla, questa volta, è la Juventus di Allegri. La sfida in programma al Franchi era tutt'altro che semplice, ma chi lascia il campo con il maggior numero di rimpianti è la compagine viola. Inizialmente l'impressione è che possa essere la Juve ad avere la meglio, i bianconeri passano infatti avanti dopo nove minuti: Di Maria scarica per Locatelli, che a sua volta passa a Cuadrado per aprire sulla destra, il colombiano tocca per Kostic che mette al centro dove Milik colpisce di pancia il pallone e sigla il gol dell'1-0. Ma a questo punto la Juventus si chiude e invece di cercare il secondo gol si preoccupa di opporsi alla reazione dell'avversario. Allora la Fiorentina sale e ci prova prima con Maleh e poi con Dodò, sventano il pericolo Bremer prima e Perin poi. La Juve si addormenta intorno alla mezz'ora e un calcio d'angolo a suo favore si trasforma in una ripartenza vincente per l'avversario: Sottil verticalizza per Kouamè, che si dirige verso la porta e batte Perin sul primo palo. Al minuto 43' l'arbitro assegna un calcio di rigore ai padroni di casa per un tocco di braccio di Paredes, ma Perin para il tiro di Jovic e salva la situazione. Nel secondo tempo si vede di più la Fiorentina, le maggiori occasioni sono per Jovic che spizza sul traversone di Biraghi e manda la palla fuori di poco, e per Amrabat nel finale alla cui conclusione si oppone Perin in tuffo. Ma il secondo tempo si conclude senza reti, 1-1 e un punto a testa per Juventus e Fiorentina.

31 agosto 2022
Udinese - Fiorentina 1 - 0

Delusione per la Fiorentina in questo quarto turno di campionato, la trasferta alla Dacia Arena non va come sperato. I viola avevano i favori del pronostico, ma non sono riusciti a rispondere come avrebbero dovuto al gol dei padroni di casa che di fatto ha deciso la partita. La prima occasione è per l'Udinese: Martinez Quarta a sbaglia a servire Igor e concede un pallone pericoloso agli avversari, che però non viene capitalizzato nè da Deulofeu nè da Beto. Al 17' la gara si sblocca, Deulofeu ruba palla a Venuti e passa a Beto in buona posizione, la punta insacca in rete senza difficoltà. Ora i bianconeri prendono campo e si riversano in avanti, prova ancora Beto con un gran destro mandato in angolo da Terracciano, poi Udogie a un passo dalla porta viene murato dall'uscita del portiere. Gran salvataggio di Silvestri su un corner viola, bravo a dire no al colpo di testa a botta sicura di Martinez Quarta, poi Saponara non indovina il tap-in. Gli ospiti soffrono il pressing avversario e faticano a trovare spazi. Nella ripresa l'Udinese concede l'amministrazione del gioco, ma fa attenzione a difendere il risultato sfruttando le verticalizzazioni improvvise. Tanto possesso e poche occasioni per la Fiorentina. L'evento più significativo del secondo tempo è la rete annullata a Success per fuorigioco. Il match termina 1-0, è la prima sconfitta stagionale per la Fiorentina.

28 agosto 2022
Fiorentina - Napoli 0 - 0

Al Franchi, in occasione della terza giornata di Serie A, la Fiorentina frena il Napoli sullo 0-0 e mette a referto il terzo 0-0 di fila (0-0 con l’Empoli e 0-0 nel ritorno in Olanda). Il primo tempo è avaro di occasioni e di emozioni, complice la stanchezza dei viola, reduci dall’impegno infrasettimanale in Conference League, e l’incapacità degli uomini di Spalletti di concretizzare a centrocampo. L’unico sussulto della prima frazione arriva allo scadere, quando i padroni di casa non ci capiscono più nulla e Osimhen deposita in rete a portiere battuto. Il fischio arbitrale annulla tutto per fuorigioco dell’attaccante partenopeo. Nella ripresa, Lozano sbaglia clamorosamente un tap-in da due passi che avrebbe consegnato la vittoria agli azzurri (51’). Il Napoli ci prova ancora nel finale con Raspadori, ma Gollini gli nega la gioia del vantaggio con una parata esemplare. Un punto a testa per Spalletti e Italiano nel big match della terza giornata.

21 agosto 2022
Empoli - Fiorentina 0 - 0

Derby toscano fra Empoli e Fiorentina, tante le aspettative come al solito: da una parte l'Empoli va alla ricerca del primo punto della stagione, dall'altra la Fiorentina intende confermare l'esordio positivo. La gara comincia con un guizzo, è il secondo minuto quando Gollini deve immolarsi in uscita bassa per opporsi a Lammers. Un piccolo brivido che tuttavia non dà inizio a un match movimentato, le due squadre mantengono ritmi bassi e si preoccupano per lo più di limitare i pericoli. Basti pensare che l'altra azione degna di nota del primo tempo si concretizza solo al minuto 38, con Vicario a salvare in angolo una conclusione di Ikonè. Nel recupero della prima frazione Destro ha l'occasione per sbloccarla, ma si divora letteralmente il gol sbagliando la zuccata sul cross di Parisi. A inizio secondo tempo Destro ha di nuovo un'ottima opportunità, ma colpisce male e non trova la porta. L'episodio che potrebbe dare una svolta alla partita si verifica al 66': espulsione di Luperto, l'arbitro torna sui suoi passi e dopo aver rivisto l'azione al Var cambia il cartellino giallo con il rosso. A dispetto della superiorità numerica, i viola arrancano e fanno circolare palla senza riuscire a capitalizzare. Allo scadere dei novanta minuti l'arbitro assegna ben dieci minuti recupero, proprio in questa fase Duncan ha un'ultima grande occasione, ma il suo sinistro potente è sporcato da Ismajli. Poco dopo si immola anche Vicario, chiamato a spingere sopra la traversa il tiro dalla distanza di Mandragora, sono le ultime scintille di un match destinato a concludersi a porte inviolate.

14 agosto 2022
Fiorentina - Cremonese 3 - 2

Partita emozionante al Franchi, dove si disputa una delle gare di esordio della stagione 2022/23 di Serie A. Fiorentina e Cremonese si danno battaglia in un match molto combattuto che si decide soltanto allo scoccare del 95'. Il gol del vantaggio arriva al minuto 16 con il piattone vincente di Bonaventura dal limite, gli ospiti non perdono tempo e pareggiano subito i conti con un gran colpo di testa di Okereke su cross di Ghiglione. La Fiorentina macina gioco e al 34' ritrova il vantaggio con Jovic a raccogliere un cross rasoterra per insaccare alle spalle di Radu e festeggiare la sua prima rete ufficiale in maglia viola. La Fiorentina potrebbe allungare al 38', quando un'uscita di Radu a vuoto favorisce Maleh che però non inquadra la porta. Al 43' viene espulso Escalante per un'uscita irregolare su Kouame, nonostante ciò i viola faticano a chiuderla nel secondo tempo. Al 56' è addirittura la Cremonese ad avere una buona occasione con un doppio tentativo di Zanimacchia, e al 68' la gara è riaperta dal gol di Bianchetti a ribadire in rete la smanacciata di Gollini sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il pareggio soddisfa sicuramente di più la Cremonese, che tuttavia al 95' si lascia beffare: una clamorosa papera di Radu regala ai viola la rete del vantaggio, il portiere blocca la sfera ma la porta con sè al di là della linea di porta, condannando i suoi a un'amarissima sconfitta.

21 maggio 2022
Fiorentina - Juventus 2 - 0

Una serata da ricordare per la Fiorentina, che chiude la stagione in bellezza vincendo contro la Juventus, ma soprattutto conquistando il grande obiettivo della stagione: tornare in Europa. È la squadra di casa a essere mossa dalle maggiori motivazioni, al Franchi arriva una Juventus già certa della qualificazione in Champions, che pecca di rilassatezza. La prestazione dei bianconeri è infatti piuttosto scialba, e la squadra si lascia sopraffare dagli avversari senza opporre troppa resistenza. La gara parte meglio per i viola, la prima occasione è offerta da una sponda di Nico Gonzalez per Bonaventura, che tenta dal limite il tiro che viene deviato in calcio d'angolo. Tuttavia, le palle gol non sono moltissime almeno fino a poco prima dell'intervallo, quando i padroni di casa sbloccano il match con Duncan, servito da Bonaventura a seguito di una mischia in area. Dall'altra parte sono pochissime le risposte, la coppia Dybala-Kean non mostra grande inventiva e la Juve fatica a trovare spazi. Al minuto 78 Pinsoglio si supera con un doppio intervento sul colpo di testa di Piatek e poi sulla palla ribattuta da Bonaventura, al quale nega il tap-in. Non arrivano cenni di vita da parte della Juventus, tant'è vero che nei minuti finali i tifosi viola cominciano già i festeggiamenti. E poco prima della fine, la partita viene chiusa dal calcio di rigore assegnato alla Fiorentina per un fallo di Bonucci su Torreira: Nico Gonzalez va al dischetto, segna e fa esplodere in festa il Franchi.

16 maggio 2022
Sampdoria - Fiorentina 4 - 1

La Fiorentina ha tra le mani la possibilità di volare in zona Europa League superando la Roma, deve vedersela con la Sampdoria e conquistare i tre punti se vuole ufficializzare il sorpasso. I blucerchiati sembrano anche essere un buon avversario considerando che il loro obiettivo è già stato raggiunto, la salvezza. Contro ogni aspettativa però la squadra ligure fa la partita della vita contro una Fiorentina non troppo in giornata. Già al minuto 16 i padroni di casa sono in vantaggio con il gol di Alex Ferrari che devia di petto il calcio di punizione di Candreva e spinge in rete. Al minuto 30 la Sampdoria riesce anche ad ottenere il raddoppio con Fabio Quagliarella che, servito da un assist su lancio lungo di Sabiri, batte Terracciano con un pallonetto delizioso. Le squadre vanno negli spogliatoi sullo score di 2 a 0.

Nel secondo tempo la gara sembra iniziare su ritmi più bassi, poche occasioni di gol create dalle due squadre. Negli ultimi 20 minuti di gara però accade di tutto. Al minuto 71 Thorsby riesce a firmare il 3 a 0 facendosi trovare pronto sulla palla servita da Candreva e spingendo in rete, giornata da incubo per il portiere viola che vede trasformarsi ogni occasione in un gol. L'incubo di Italiano non finisce quì, al minuto 83 i blucerchiati calano il poker con Sabiri che prende la palla di Caputo e spinge in rete. Ad un solo minuto dal termine della partita la Fiorentina trova il gol dell'orgoglio con Nico Gonzalez che trasforma il calcio di rigore assegnato dall'arbitro per un tocco di mano di Trimboli in area di rigore. Ai viola non basta il tempo per rimettere in piedi la partita, escono sconfitti con un pesantissimo 4 a 1 che non lascia adito ad troppe interpretazioni. Perdono un'occasione d'oro per dare una svolta alla propria stagione.

9 maggio 2022
Fiorentina - Roma 2 - 0

Gara da non sbagliare per i ragazzi di Italiano che in caso di mancata vittoria di allontanerebbero troppo dalla zona coppe europee, l'appuntamento però non è dei più semplici, dall'altra parte del campo c'è la Roma di Mourinho appena uscita dal successo in semifinale di Conference League, anch'essa impegnata nella lotta in zona coppe europee. La formazione di Mourinho parte favorita vista il buon periodo, tuttavia, il livello delle due squadre è molto simile, la gara è aperta ad ogni risultato. A sorpresa a condurre la gara sono i padroni di casa che dopo soli 5 minuti riescono a sbloccare lo score grazie al penalty trasformato da Gonzalez dopo aver subito lui stessi un fallo in area di rigore sul contatto con Karsdorp in area di rigore. La Roma è confusa e male organizzata in fase difensiva, ne approfittano i viola che al minuto 11 riescono a trovare il raddoppio con la rete di Bonaventura: l'ex Milan sfrutta un enorme buco difensivo della Roma per infilarsi in area di rigore e piazzare un gran tiro di piatto che non lascia scampo a Rui Patricio. Nel resto del primo tempo la Roma non trova spunti interessanti ma riesce ad avitare ulteriore danni. Le squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di 2 a 0.

Nel secondo tempo la Roma sembra trovare il giusto ritmo con i subentri di El Shaarawy e Zaniolo che danno una grossa mano ad Abraham, diverse le occasioni pericolose passate per i piedi dell'inglese e dell'italo-egiziano ma nessuno riesce a trovare il gol che possa riaprire la gara. Brava la Fiorentina a mettere in ghiaccio il risultato. La sfida vede una Fiorentina gestire benissimo la gara. Italiano si mette in tasca tre punti importantissimi che gli consentono di salire a 59 punti a parimerito con Roma e Atalanta. Il campionato per la zona coppe europee resta apertissimo con la Lazio che sembra favorita visti i tre punti di vantaggio sulle altre sfidanti per i posti Europa League e Conference League.

01 maggio 2022
Milan - Fiorentina 1 - 0

Giornata importante per Italiano e i suoi ragazzi, la Fiorentina ha tra le mani una gara tanto importante quanto difficile, la sua opponente è prima in classifica: il Milan di Pioli. Portarsi a casa una vittoria per i toscani significherebbe poter tenere almeno i ritmi delle rivali per la zona Europa League. Tuttavia, anche i rossoneri sono altamente motivati vista la rincorsa al titolo e alla necessità di vincere per mantenere la testa del campionato. La gara, come da previsioni, è molto equilibrata nel primo tempo con buone occasioni sia per i toscani che per i lombardi. Per la Fiorentina si fa avanti Saponara che impegna Maignan, per il Milan invece c'è il gol annullato a Messias per fuorigioco e le ottime iniziative di Kessié. Buoni i tentativi di entrambe le formazioni ma nessuno riesce a trovare il gol necessario a sbloccare il risultato. Il primo tempo si chiude quindi sullo 0 a 0, risultato di equilibrio giusto viste le prestazioni delle due squadre.

Nella seconda metà di gara parte meglio il Milan che sembra essere molto più solido in difesa ed esposto in fase offensiva, buone le occasioni di Kessié e Theo Hernandez ad inizio ripresa, per il gol però bisogna aspettare gli ultimi minuti di gara. Siamo al minuto 82, Terracciano, dopo aver proposta un'ottima prestazione, rilancia in avanti servendo erroneamente Leao, il campioncino del Milan approfitta dell'errore per avvicinarsi alla porta e calciare, il tiro è centrale ma sufficiente a sorprendere un colpevole Terracciano. Il risultato si porta così sull'1 a 0. Negli ultimi dieci minuti la Fiorentina prova ad imbastire delle occasioni interessanti ma non riesce a riportare la gara in equilibrio. La partita termina quindi per 1 a 0, tre punti importantissimi per il Milan che tiene il ruolo di capolista. La Fiorentina perde quota invece in chiave coppe europee: Roma e Lazio si allontanano, l'Atalanta invece riesce a pareggiare i conti in classifica.

27 aprile 2022
Fiorentina - Udinese 0 - 4

Dopo la sconfitta contro la Salernitana nell'ultima giornata, i viola hanno bisogno di ripartire con una vittoria se vogliono creare seri problemi alla Roma e conquistare il quinto posto. Dall'altra parte del campo c'è però un'ottima Udinese che viene da diversi risultati utili consecutivi. Nonostante la posizione di favorita occupata dalla Fiorentina a condurre la gara è l'Udinese. La partita si rivela un vero incubo per i padroni di casa, solo nel primo tempo arriva due gol da parte dei bianconeri. Il primo ad andare in rete è Pablo Marì che scaglia in porta un sinistro violentissimo da posizione defilata, la sfera finisce sotto l'incrocio e impedisce a Terracciano di porre un freno. Nel finale del primo tempo, al minuto 36, arriva anche la seconda rete della gara per l'Udinese: ottimo contropiede che mettere Terracciano nelle condizioni di poter respingere, il portiere però non può nulla sulla ribattuta di Deulofeu. Il primo tempo si conclude così sullo score di 0 a 2, partita sempre più ostica per la squadra di Italiano.

Nel secondo tempo gli equilibri sembrano essere ristabiliti, la Fiorentina riesce a neutralizzare i tentativi degli avversari e nessuno trova il gol fino ai minuti di recupero. Ad andare in rete, anche questa volta, è l'Udinese. I bianconeri si fanno vedere con Walace che sfrutta un buon contropiede fatto partire da Pussetto per battere il portiere nell'uno contro uno. L'incubo della Fiorentina non finisce quì, siamo al 90'+5' quando Udogie cala il poker definitivo sfruttando un'altra ripartenza: Makengo scarica per il rimorchio e Udogie spinge in rete. La Fiorentina esce a pezzi da una partita che da sogno si è trasformato in un incubo. Restano fermi a quota 56 a -2 dalla Roma e dalla zona Europa League, non si prospetta un finale di stagione facile per loro.

24 aprile 2022
Salernitana - Fiorentina 2 - 1

Dopo tre vittorie, alla Fiorentina tocca fermarsi: nessun punto portato a casa al termine della 34esima giornata di Serie A. Sicuramente qualche rimpianto c'è, anche perchè l'avversario non era dei più temibili: la Salernitana è ultima in classifica, in piena lotta per scongiurare la retrocessione. Ma forse è stata proprio questa condizione particolare il motore che ha decretato il successo del club granata, chiamato a dare il tutto per tutto per salvarsi. Il primo avvertimento arriva dopo tre minuti di gioco, ci prova Verdi ma la sua conclusione tocca solo la parte esterna della rete. Al 9' è gol Salernitana su calcio d'angolo: sulla bandierina va Bohinen a pescare Djuric in area, che impatta di testa e e buca la porta di Terracciano. Sull'altro fronte si fa vedere Nico Gonzalez che si tuffa sul traversone di Biraghi, ma manca la porta. Le due squadre vanno a riposo sul punteggio di 1-0, un risultato giusto in relazione a ciò che si è visto in campo: la Salernitana ha mostrato maggiore fame di successo e nel secondo tempo intende difendere il risultato. La vittoria è messa a rischio dal pareggio viola che arriva al 64': suggerimento di Odriozola per Saponara, che da centro area ha un buon controllo ed esplode il destro vincente nella porta di Sepe. I padroni di casa non si perdono d'animo e al minuto 79 ripassano avanti, ad effettuare il sorpasso è Bonazzoli su cross di Ruggeri. È il gol con cui la Salernitana blinda il risultato, archiviando una vittoria che consente di sperare ancora nella salvezza. La Fiorentina, invece, rimane a quota 56 punti, a -2 dalla Roma.

16 aprile 2022
Fiorentina - Venezia 1 - 0

Partita importante per entrambe le squadre. La Fiorentina va a caccia di punti per potersi inserire in zona Europa League: la Roma dovrà affrontare il durissimo Napoli, la Lazio ha invece pareggiato con il Torino. Dall'altra parte del campo però c'è il Venezia, squadra in zona retrocessione che ha disperato bisogno di fare punti se vuole sperare di rimanere in Serie A. Come da previsione la Fiorentina detta legge in lungo ed in largo per tutto il primo tempo. Già ad inizio gara arriva il palo per la squadra di Italiano che mette in crisi la difesa arancioneroverde: bello scambio al minuto 17 tra Ikone e Torreira, solo il legno salva il portiere. Le buone azioni dei viola anticipano quello che sarà il risultato finale di gara: al minuto 30 Torreira sblocca il risultato: Biraghi calcia la punizione la palla scavalca Maenpaa e Igor riesce a rimetterla in mezzo dalla linea di fondo, Torreira insacca sottoporta. La prima frazione di chiude quindi sull'1 a 0.

Nel secondo tempo la Fiorentina decide di abbassare i ritmi di gioco e ci riesce molto bene, le azioni da entrambe le parti si azzerano e i portieri non sono mai chiamati all'intervento. La gara termina così con una vittoria dei viole che mettono in tasca i tre punti e volano a quota 56, agganciando la Lazio e portandosi a soli 2 punti dalla zona Europa League.

10 aprile 2022
Napoli - Fiorentina 2 - 3

La Fiorentina non si arrende e punta con coraggio all'obiettivo del quinto posto in classifica, che significa Europa League. Il risultato di questa 32esima giornata di campionato lascia ben sperare: la formazione viola è riuscita a sconfiggere il Napoli, una squadra in prima linea per la corsa allo scudetto. Una partita sofferta e combattuta, in cui la Fiorentina ha giocato con tenacia e alla fine è stata premiata. Nella prima fase del gioco è il Napoli ad affacciarsi in avanti con più convinzione. Osimhen sfiora il gol con un colpo di testa che esce fuori di pochissimo, poi gliene viene annullato uno per posizione di offside. Tuttavia, è la Fiorentina a passare in vantaggio poco prima della mezz'ora, a seguito di un'azione in velocità al termine della quale il pallone arriva a Nico Gonzalez, che schiaccia la sfera sotto la traversa. Ma le vere emozioni arrivano nel secondo tempo, quando si assiste a un duello che lascia con il fiato sospeso fino all'ultimo. Al 58' Mertens ripristina il pari con un tiro vincente su suggerimento di Osimhen. Al 66' i viola replicano con il gol di Ikone su cross di Nico Gonzalez. Il Napoli pareggia di nuovo i conti con Lozano, che però è in posizione irregolare e quindi si vede annullare il gol. Non sbaglia invece Cabral, che scappa da Lobotka e mette fuori gioco Ospina con un gran tiro a giro. Non demorde il Napoli, Insigne ci prova con il suo classico tiro a giro ma manca la porta, poi Osimhen la riapre sei minuti prima della fine con un gol su suggerimento di Mario Rui. Ma negli ultimi minuti la Fiorentina riesce a custodire il risultato e alla fine porta a casa la vittoria.

3 aprile 2022
Fiorentina - Empoli 1 - 0

Ottima prova della Fiorentina, che nella 31esima giornata di Serie A si aggiudica il derby dell'Arno. Si tratta del quarto risultato utile consecutivo, che permette di continuare a guardare all'Europa. Al Franchi viene ospitato l'Empoli. La prima frazione di gioco regala poche emozioni, in generale sono i padroni di casa a gestire il gioco e far girare palla. Il primo squillo è di Gomez che sforna una conclusione di mancino abbastanza debole, si fanno vedere anche Torreira e Milenkovic con dei colpi di testa che non trovano lo specchio della porta. Di Francesco trova la rete in rovesciata, ma l'arbitro fischia un fallo precedente di Pinamonti su Terracciano e annulla tutto. Nella ripresa viene annullato un altro gol a Cabral per una posizione di fuorigioco di Saponara, si alza il nervosismo sugli spalti del Franchi. Al 57' l'Empoli perde Luperto per espulsione e per tutto il resto della gara accusa l'inferiorità numerica. Subito dopo l'espulsione, l'episodio che cambia la partita: su calcio di punizione Biraghi pennella un cross perfetto per Nico Gonzalez, che impatta di testa e sfonda la rete. La fase finale della gara è a tinte viola, sono i vani i tentativi di rimonta degli ospiti: al triplice fischio dell'arbitro l'esito è 1-0.

19 marzo 2022
Inter - Fiorentina 1 - 1

Alla Fiorentina servono punti per avvicinare l'Europa, e si presenta a San Siro con tutta l'intenzione di conquistarli. Trova però una squadra che non a caso sta lottando per lo scudetto, altrettanto determinata a scovare un successo. E così finisce che le due formazioni si bloccano reciprocamente, chiudendo la partita con un pareggio che non accontenta nessuno. Parte forte la Fiorentina con due tentativi con Nico Gonzalez e Saponara, Handanovic dimostra subito di essere dentro la partita e sventa il pericolo in entrambe le occasioni. L'Inter, dopo una prima fase di studio dell'avversario, si propone in avanti nella seconda metà del primo tempo. Insidioso il destro di Dzeko al 37', ma Terracciano interviene in uscita bassa. Poco prima dell'intervallo l'arbitro annulla un gol ai nerazzurri per la posizione di fuorigioco di Mertens, il primo tempo termina a reti inviolate. Nella seconda frazione subito l'Inter si rende pericolosa con una doppia occasione che coinvolge prima Vidal, il cui tiro viene respinto da Terracciano, e poi Barella, che sulla ribattuta spara alto. Al 50' la gara volge a favore della Fiorentina, l'autore del gol è Torreira su suggerimento di Nico Gonzalez. I nerazzurri non ci stanno e dopo cinque minuti rispondono con Dumfries, che con un colpo di testa su cross di Perisic mette il pallone alle spalle di Terracciano. Tante emozioni nella fase finale della gara, Sanchez si divora un gol con Milenkovic che devia in corner il suo tiro a botta sicura, mentre in pieno recupero Handanovic deve tuffarsi in uscita bassa per togliere il pallone a Ikone.

13 marzo 2022
Fiorentina - Bologna 1 - 0

Gran risultato per la Fiorentina, che con questa vittoria raggiunge per un giorno la Lazio al settimo posto (i biancocelesti allungheranno nuovamente nella partita del giorno successivo). L'avversario di questa 29esima giornata di Serie A è il Bologna, che è apparso scarico in questa gara, ed è stato anche penalizzato dall'inferiorità numerica per l'intero secondo tempo. I brividi cominciano al primo pallone, in un batter d'occhio Soriano si ritrova faccia a faccia con Terracciano e schiaccia il pallone sulla traversa. Ma la Fiorentina è all'erta e nell'arco del primo tempo dirige il gioco, si propone in avanti e in più di una circostanza costringe Skorupski a dei salvataggi. Poco prima dell'intervallo si verifica l'evento che più di tutti influenza il corso della partita: Bonifazi, già ammonito, commette un altro fallo da cartellino giallo e deve lasciare il campo. Nella ripresa i viola vanno vicini al gol con Torreira, che da 20 metri esplode un tiro che colpisce il legno, e in generale hanno in mano le redini del gioco. A venti minuti dalla fine, il gol: sponda di Castrovilli su cross di Biraghi, Torreira è lì e spinge la sfera in rete a due passi dalla porta. Non succede nient'altro che sia degno di nota, il Bologna nel secondo tempo sparisce completamente: al triplice fischio è 1-0 Fiorentina.

06 marzo 2022
Fiorentina - Verona 1 - 1

Partita tremendamente equilibrata quella tra Fiorentina e Verona. Le due squadre non a caso vivono una situazione di classifica molto simile, sono a metà del ranking e non gli resta altro che puntare alla zona coppa europee. La Fiorentina sembra avere qualche chance in più di raggiungere il suo obiettivo, tuttavia, una vittoria del Verona potrebbe ribaltare la situazione. Il primo gol della partita lo mettono a segno proprio i viola con Krzysztof Piatek, il giocatore approfitta di un tiro di Ikoné deviato da Ilic per sorprendere il portiere avversario e portare la propria squadra in vantaggio. La gioia dei toscani dura però pochi minuti, già al minuto 20 infatti il Verona rimette la partita in equilibrio con il gol di Gianluca Caprari: l'attaccante italiano trasforma il penalty assegnato dall'arbitro per un fallo di Milenkovic su Lasagna, il difensore voleva calciare via la palla, ma nel farlo stende l'avversario e gli regala l'occasione più importante della gara. Dopo il gol il Verona rinasce e spinge in fase offensiva mettendo il portire viole in difficoltà con Faraoni.

Nel secondo tempo il Verona continua a rendersi pericoloso con incursioni continue, la Fiorentina sembra riprendersi solo negli ultimi minuti di gioco. Anche loro però non riescono a portarsi a casa i tre punti nonostante le azioni create da Biraghi e da Torreira. La sfida termina sull'1 a 1, score che non blocca la corsa verso la zona coppe europee delle due squadre ma che gli impedisce di guadagnare terreno su una diretta concorrente in classifica.

26 febbraio 2022
Sassuolo - Fiorentina 2 - 1

Una partita emozionante, che si decide allo scoccare del minuto 94. La 27esima giornata di Serie A si è conclusa in un'amara sconfitta per la Fiorentina, beffata un attimo prima del triplice fischio dell'arbitro. La prima grande occasione del match è al 17', con Castrovilli che da fuori area mira all'incrocio dei pali, ma la sua conclusione termina fuori di poco. Due minuti dopo è gol Sassuolo grazie a un guizzo di Traore che si libera di Odriozola e con il piatto deposita la palla in rete per l'1-0 dei suoi. Traore prova a ripetersi poco dopo sul cross di Lopez, ma la sua conclusione si stampa sulla traversa. I viola cominciano a riorganizzarsi e poco prima dell'intervallo ci prova Ikone, la sua conclusione viene però respinta dalla retroguardia neroverde.

La Fiorentina vuole pareggiare e nella ripresa scende in campo con più determinazione. I viola vengono premiati nel finale, quando una scivolata di Cabral a centro area si conclude con il gol del pari. Ma l'entusiasmo dura poco, perchè in pieno recupero il Sassuolo torna avanti: passaggio di Berardi per Defrel, che si imbuca in area e colpisce la palla in rete. Finisce 2-1 per i padroni di casa, che possono staccare il Torino e raggiungere i 36 punti, mentre la Fiorentina rimane a quota 42.

20 febbraio 2022
Fiorentina - Atalanta 1 - 0

Blitz della Fiorentina al Franchi, dove accoglie l'Atalanta di Gasperini e la piega costringendola al primo ko esterno in campionato. Nel match valido per la 26esima giornata di Serie A, i viola hanno esibito una prova di forza e, nonostante qualche rischio, hanno portato a casa i tre punti. Una partita decisamente combattuta, che ha fatto anche molto discutere. Nel primo tempo nessuna delle due squadre riesce a sbloccarla, anche se ci sono state diverse occasioni. Al 20' Musso viene impegnato da Nico Gonzalez con un colpo di testa insidioso, mentre al 33' Koopmeiners a tu per tu con Dragoswki gli calcia addosso. La partita è molto equilibrata e le due formazioni giocano soprattutto di fisico, ne risulta un palleggio frammentato che si articola principalmente sui calci da fermo.

Nel secondo tempo i viola mettono la testa in avanti al minuto 56: Piatek viene servito sulla destra da Nico Gonzalez, si trova davanti a Musso e non sbaglia, è 1-0. Ma l'episodio decisivo si verifica al 62': Malinovskyi trova il gol con un tiro dal limite dell'area, ma Doveri annulla tutto per il fuorigioco iniziale di Hateboer. Gasperini va su tutte le furie con l'arbitro, che non ricontrolla l'azione al Var, e il tecnico nerazzurro viene allontanato dal campo per proteste. L'Atalanta ci prova fino all'ultimo e al 91' Demiral colpisce di testa un buon pallone, che però termina alto sopra la traversa. Con questo successo la Fiorentina scavalca la Roma in classifica e si porta momentaneamente al settimo posto a -1 dalla Lazio.

14 febbraio 2022
Spezia - Fiorentina 1 - 2

La Fiorentina di Italiano ha la possibilità di tornare in corsa per la zona coppe europee approfittando delle frenate di Roma, Atalanta e Juventus. Per farlo deve vedersela però con lo Spezia, squadra in lotta per il mantenimento della categoria che ha bisogno di racimolare gli ultimi punti per avere la salvezza matematica in mano. La gara si fa subito interessante nei primi 15 minuti con il calcio di rigore assegnato alla Fiorentina per il fallo di Reca su Nico Gonzalez, l'arbitro non ha dubbi. A battere il penalty c'è il neo-acquisto viola, Piatek. L'attaccante però sbaglia dal dischetto scheggiando il palo. Il polacco non si lascia intimorire dalla situazione e nei minuti finali del primo tempo riesce a siglare il vantaggio spingendo in porta l'assist servito da Maleh.

Lo Spezia trova modo di rispondere solo nel corso del secondo tempo, lo fa con il gol di Agudelo. L'argentino al minuto 74' è bravo ad approfittare dell'errore difensivo di Amrabat per involarsi verso la porta e bucare la rete di Terracciano. Sul risultato di 1 a 1 la partita sembra ormai finita, i viola però hanno un ultimo scatto di orgoglio e nei minuti finali di gara, precisamente al 89', riescono a riportarsi in vantaggio con Amrabat. Il giocatore marocchino si fa perdonare l'errore sul gol dello Spezia scagliando in porta un missile imprendibile per Provedel. La gara termina quindi sull'1 a 2, tre punti decisivi per i Viola che si portano a 39 punti in ottava posizione.

5 febbraio 2022
Fiorentina - Lazio 0 - 3

Duro colpo della Fiorentina, che in un match che ha tutta l'aria di essere uno scontro Champions è costretta a capitolare in casa propria. Vince la Lazio a Firenze, e anche in modo abbastanza inequivocabile: l'esito finale della gara è 3-0 a favore dei biancocelesti. Eppure, all'inizio del primo tempo la gara sembra piuttosto equilibrata, tant'è vero che per i primi venti minuti nessuna delle due formazioni si affaccia nella metà campo avversaria. Cabral ci prova di testa ma Strakosha si oppone, Immobile è impreciso in più di una occasione e Pedro manca il tap-in vincente per la chiusura del portiere viola.

Nella ripresa la Lazio si fa avanti con Milinkovic su suggerimento di Zaccagni, non può nulla Terracciano e i biancocelesti passano avanti per 1-0. La Fiorentina avrebbe l'occasione di ripristinare il pari su calcio di rigore, ma Orsato annulla il penalty dopo aver rivisto l'azione al Var. Al 70' si sblocca anche Immobile su una palla che arriva da un rinvio lunghissimo, la raccoglie e la trasforma in gol con un tiro di piatto. Nulla da fare per i viola, che all'81' vengono anche beffati dall'autorete di Biraghi che tocca per ultimo la palla sul tiro di Immobile. Finisce 0-3 al Franchi, il campionato viola dell'era post-Vlahovic non si avvia nel migliore dei modi.

23 gennaio 2021
Cagliari - Fiorentina 1 - 1

La Fiorentina arriva a Cagliari sperando di replicare il successo della scorsa settimana, quando ha battuto per 6-0 una squadra della zona rossa della classifica. Ma il Cagliari è in un buon momento e ha tutta l'intenzione di scalare la classifica per raggiungere l'agognata salvezza: finisce 1-1 tra le due formazioni, un punto a testa che soddisfa di più i sardi. Il Cagliari, vittorioso in due delle ultime tre partite di campionato, avvia bene la partita e viene incoraggiato anche dal rigore sbagliato della Fiorentina: al 7' l'arbitro concede ai viola il tiro dal dischetto per un fallo di Bellanova su Odriozola, ma Radunovic respinge con il piede e mantiene lo 0-0. Joao Pedro colpisce un palo, Bonaventura spreca un assist di Piatek, Marin colpisce una traversa: insomma, le occasioni non mancano di certo, ma il primo tempo si conclude a reti in bianco. Al 47' il Cagliari passa in vantaggio con Joao Pedro, che riceve da calcio d'angolo e batte Terracciano con un colpo di testa. I padroni di casa potrebbero arrotondare il vantaggio con un calcio di rigore a loro favore, ma Terracciano imita Radunovic e dice no a Joao Pedro. I viola non demordono e al 75' pareggiano i conti con Sottil in seguito a un contropiede. Al triplice fischio dell'arbitro l'esito è un 1-1 che riflette una partita abbastanza equilibrata, che porta la squadra di Italiano a quota 36 punti.

17 gennaio 2021
Fiorentina - Genoa 6 - 0

Dopo la dolorosa sconfitta a Torino, la Fiorentina si rialza ed esibisce una prova di forza contro il Genoa penultimo classifica. Al Franchi l'esito del match tra viola e rossoblù, valido per la 22esima giornata di Serie A 2021/2022, è un 6-0 che lascia poco spazio a considerazioni: la Fiorentina ha ampiamente meritato il successo, avendo sottomesso gli avversari dall'inizio alla fine. Il primo squillo è al minuto 10, quando l'arbitro assegna un penalty ai padroni di casa ma Vlahovic sbaglia dal dischetto, spedendo il pallone tra le braccia di Sirigu. Ma il rigore sbagliato non spegne la grinta dei viola, semmai la carica, e pochi minuti dopo si realizza il gol dell'1-0: Gonzalez verticalizza, tocca per Vlahovic che scarica in porta ma Sirigu respinge, ci pensa però Odriozola a ribadire in rete. Al 35' la Fiorentina raddoppia con un inserimento di Bonaventura, che raccoglie il cross di Torreira e batte Sirigu schiacciando la sfera in rete con la testa. Poco prima dell'intervallo è il turno di Biraghi, che trasforma un calcio di punizione in un bellissimo gol.

Nel secondo tempo il match è ancora senza storia, non arrivano sprazzi di vitalità da parte del Genoa, che fatica tremendamente a uscire dalla propria metà campo. Si diverte la Fiorentina, che continua ad accumulare reti. Ne segna una Vlahovic, che sfrutta al meglio un lancio in profondità di Bonaventura e supera Sirigu con un pallonetto. Al 69' Biraghi replica la punizione del primo tempo e anche stavolta non sbaglia, regalando ai suoi il 5-0. C'è spazio anche per Torreira, che al 77' arrotonda ulteriormente il vantaggio con un colpo di testa su cross di Ikone. Al triplice fischio le due squadre vengono mandate negli spogliatoi, una con tre punti in tasca, l'altra con zero. Una buona giornata per Italiano, che tocca quota 35 punti e prosegue la sua corsa per l'Europa.

10 gennaio 2021
Torino - Fiorentina 4 - 0

Momento no per la Fiorentina, che dopo gli ultimi due pareggi contro Sassuolo e Verona inaugura il 2022 con una brutta sconfitta contro il Torino. La sosta natalizia è stata più lunga per i viola, che non sono scesi in campo il 6 gennaio contro l'Udinese causa Covid, ciò nonostante le energie sembrano scarseggiare contro un Toro travolgente. Pur dovendo riconoscere ai granata il merito della vittoria, sorprende la prestazione della Fiorentina che sembra un'altra squadra rispetto al gruppo compatto e disinvolto della prima parte del campionato. Il Toro vince 4-0, un poker apparecchiato in pochi minuti che non lascia scampo ai viola, la cui reazione tarda ad arrivare e, in ogni caso, non è abbastanza forte per avviare la rimonta. Il Torino va in vantaggio al 19' con Singo, che colpisce di testa su suggerimento di Vojovoda e schiaccia la sfera in rete. Pochi minuti dopo inaugura la serata Brekalo, uno dei protagonisti dell'incontro, che raccoglie palla da Lukic in seguito a un rimpallo e firma il gol del 2-0. Al 30' è ancora Brekalo a lasciare il segno, colpevole Callejon che lo serve involontariamente e lo mette in condizione di siglare a porta vuota il terzo gol dell'incontro. Dopo la ripresa, il Toro chiude definitivamente i conti al 58' con Sanabria su assist di Mandragora, il paraguaiano salta Terracciano e infila in rete a porta sguarnita. La Fiorentina può solo sfiorare il 4-1 al 71', con il colpo di testa di Gonzalez, ma Gemello si fa trovare pronto. Il match termina 4-0, il Toro aggancia Sassuolo ed Empoli a quota 28 punti mentre l'undici di Italiano rimane a -6 dal quinto posto occupato dalla Juventus.

22 dicembre 2021
Verona - Fiorentina 1 - 1

La Fiorentina chiude il girone d'andata con un pareggio che riflette una partita giocata con minore aggressività rispetto al solito. I viola arrivano stanchi a questa 19esima giornata, ed è significativo il fatto che fino all'81' rischiavano di perdere il match. I primi campanelli d'allarme da parte del Verona arrivano al minuto 13, quando un tiro-cross di Faraoni sfiora il palo, e in generale nei primi minuti di gioco sono i padroni di casa a condurre il gioco. La pressione dei gialloblù sfocia nel gol dell'1-0 al 17': la Fiorentina perde un pallone, Caprari tocca per Lasagna che spedisce la palla in rete. Al 32' i viola si rendono pericolosi con un tiro di Bonaventura prontamente respinto da Sutalo, un minuto dopo Igor scivola e regala un pallone insidioso a Simeone, che spreca incredibilmente l'occasione del raddoppio. Nel secondo tempo cominciano a scarseggiare le energie del Verona, che abbassa il ritmo e viene punita all'81': Vlahovic appoggia per Terzic, che va al cross e trova l'inserimento in tuffo di Castrovilli a siglare l'1-1. Confusione per gli scaligeri, due minuti dopo rischiano anche la rimonta con Duncan che colpisce male da posizione molto ravvicinata e si divora il gol. Finisce 1-1 al Bentegodi, Verona e Fiorentina si dividono la posta in palio: i viola non rispondono al successo della Juventus, che adesso è a +2.

19 dicembre 2021
Fiorentina - Sassuolo 2 - 2

I viola devono vincere se vogliono osare l'approdo in zona Europa League, devono però vedersela con il Sassuolo di Dionisi, una squadra che propone da sempre un buon calcio e che potrebbe mettergli il bastone tra le ruote. I primi a portarsi in vantaggio infatti sono proprio i neroverdi con il gran gol di Scamacca, l'attaccante romano raccoglie l'assist di Frattesi e scatena un tiro potentissimo dal limite dell'area di rigore, Terracciano non può nulla, 0 a 1. Il buon momento degli ospiti continua anche nei minuti successivi con il raddoppio firmato da Frattesi: su contropiede, Raspadori serve il compagno che fulmina il portiere avversario con un tiro imparabile, siamo già 0 a 2 al minuto 37.

Nella seconda metà di gara arriva la reazione dei padroni di casa. Il primo a trovare il gol è il solito Dusan Vlahovic, il bomber trova uno spiraglio nella difesa del Sassuolo, Torreira lo vede e lo serve con un ottimo filtrante, l'attaccante buca la porta di Consigli e porta il risultato sull'1 a 2. La Fiorentina ora è in crescita, dopo soli 10 minuti riesce a trovare anche il pareggio con Torreira, il centrocampista spinge in rete di tap-in una palla mal gestita in respinta da Toljan. La gara termina quindi sul risultato di 2 a 2, un pareggio che fa contenti i padroni di casa, vista la pessima partenza, ma che li vede comunque perdere terreno nei confronti di Roma, Juventus e Lazio.

10 dicembre 2021
Fiorentina - Salernitana 4 - 0

Grande risultato per la Fiorentina, che batte senza troppa difficoltà la Salernitana ultima in classifica. Reduci dal successo contro il Bologna, i viola guadagnano un'altra vittoria che le permette di consolidare il quinto posto in classifica, a +3 sulla Juventus e a solo -4 dall'Atalanta. Nella prima fase della partita disputata al Franchi la Fiorentina non ha mostrato grandi sprazzi di vitalità, ma lentamente ha studiato l'avversario e lo ha colpito al momento giusto. Dopo l'occasione di Vlahovic uscita di pochissimo sul primo palo, al 31esimo i padroni di casa la sbloccano con un gol di Bonaventura da fuori area, che mette a segno l'1-0. Timida la risposta dei campani, che ci provano con le incursioni di Ribery e Simy, ma non producono conclusioni realmente in grado di impensierire la retroguardia viola. Nella seconda frazione di gioco la Fiorentina gioca per chiuderla, e al 51esimo trova il raddoppio su un errore del reparto difensivo avversario che permette a Vlahovic di avanzare e segnare il raddoppio. Adesso la Salernitana va in affanno e subisce sul finale, incassando altri due gol: il primo è propiziato da una grande giocata di Sottil che serve la doppietta a Vlahovic, il secondo è un tap-in di Maleh che cala il poker viola. Nulla da fare per i campani, sempre più soli in fondo alla classifica, festeggia la Fiorentina che inizia a sognare in grande.

5 dicembre 2021
Bologna - Fiorentina 2 - 3

Bella giornata per i viola di Italiano che riescono finalmente ad agganciare l'Europa con una bella vittoria per 2 a 3 contro il Bologna di Mihajlovic. La gara parte con ritmi più lenti rispetto alle aspettative, le due squadre si temono e non vogliono essere i primi ad esporsi, sanno che una sconfitta significherebbe perdere un treno importante per la qualificazione in zona coppe europee. La partita entra nel vivo solo al minuto 33 con il primo gol della gara, a segnare è Maleh con il gol dello 0 a 1: Gonzalez piazza un ottimo assist deviato di testa dal centrocampista. Il gol squote gli animi nel Bologna, i rossoblu reagiscono in un batter d'occhio, al minuto 42 arriva il pareggio con Barrow: il gambiano colpisce al volo un buon pallone servito da Svanberg. Ad inizio secondo tempo arriva il nuovo gol del vantaggio di Biraghi: un ottimo calcio di punizione che passa sopra la barriera e si infila lì dove Skorupski non può arrivare. La situazione galvanizza gli uomini di Italiano che continuano a rendersi pericolosi nell'area di rigore avversaria. Al minuto 65 Irrati fischia un contatto irregolare in area di rigore: Gonzalez viene atterrato da Skorupski, il calcio di rigore verrà battuto e trasformato da Vlahovic, il bomber serbo mette a segno l'1 a 3. La grinta di Mihajlovic si riflette nella sua squadra, i rossoblu trovano infatti il gol che accorcia le distanze al minuto 83 con Hickey: Orsolini allarga verso sinistra e lo scozzese calcia dal limite dell'area un tiro irraggiungibile per Terracciano. Termina così la partita sul risultato di 2 a 3, la Fiorentina si porta in sesta posizione con 27 punti, il Bologna resta invece fermo con 24 punti in nona posizione.

30 novembre 2021
Fiorentina - Sampdoria 3 - 1

Grande giornata per i viola che riescono a portarsi a casa tre punti d'oro per la classifica. La vittoria contro i blucerchiati gli permette di entrare in zona coppe europee dopo moltissimi anni di attesa. La partita si apre subito in modo frizzante con un calcio di punizione potente calciato da Biraghi al minuto 6, la palla finisce però alta. Il primo gol arriva invece dalla Sampdoria con Gabbiadini che sfrutta un buon cross di Candreva per sorprendere Terracciano di testa, firma così lo 0 a 1. La gioia dei liguri dura però pochi minuti, già al minuto 23 Callejon si fa trovare pronto su cross di Sottil e con il piattone infila Audero sul secondo palo, è di nuovo parità tra le due formazioni. Vlahovic lavora bene e trova anche il gol del vantaggio al minuto 32, quando, su cross di Bonaventura, colpisce di testa un pallone non semplicissimo e insacca per il 2 a 1. La Sampdoria crolla e a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco subisce anche il 3 a 1 con Sottil che sfrutta una deviazione sul tiro insidioso di Bonventura per ribadire in porta da pochi passi. Nel secondo tempo l'andazzo di gara è simile, la Fiorentina sfiora il gol in più occasioni rischiando la goleada ma il destino gli dice di no. Termina quindi così sul 3 a 1 il match tra Fiorentina e Sampdoria, i viola si impongono senza problemi e si portano a casa tre punti che gli permettono di continuare a sognare.

27 novembre 2021
Empoli - Fiorentina 2 -1

Il derby fra Empoli e Fiorentina si è concluso con una cocente sconfitta per i viola, che dopo aver dominato gran parte dell'incontro vengono beffati all'ultimo. La squadra di Italiano paga il fatto di non essere riuscita a sbloccare presto la partita e non averla chiusa una volta ottenuto il vantaggio. Al Castellani scende in campo una Fiorentina convinta e consapevole, in grado di amministrare il gioco e chiudere i varchi alla squadra avversaria, che infatti fatica ad avanzare. Numerose le occasioni per i viola, che gestiscono bene anche il diluvio che si abbatte sul campo, ma la prima frazione di gioco termina senza che sia stata siglata neanche una rete, che sembra comunque solo rimandata. Nella ripresa, infatti, il gol arriva: minuto 57, cross rasoterra di Callejon per Vlahovic che insacca in scivolata ed è vantaggio viola. Si rafforza il dominio dei ragazzi di Italiano, che concedono molto poco agli avversari. Tuttavia, quel poco basta a ribaltare il match in modo clamoroso: siamo al minuto 87 quando Terracciano sbaglia totalmente un'uscita e non riesce ad allontanare un pallone, che rotola sui piedi di Bandinelli che non ci pensa due volte e segna a porta sguarnita. Sarebbe già un pessimo pareggio per la Fiorentina, ma all'89' arriva il sorprendente raddoppio dell'Empoli, a partire da una ripartenza in cui Bajrami mette al centro, Pinamonti anticipa Odriozola e buca la porta di Terracciano: incredibile sorpasso dei ragazzi di Andreazzoli, che al 90'+6 festeggiano la vittoria.

20 novembre 2021
Fiorentina - Milan 4 - 3

La Fiorentina si ritrova ad affrontare una squadra ostica, il Milan di Pioli è infatti in vetta alla classifica e non ha intenzione di arrestare la propria corsa. La partita si fa frizzante al minuto 5 quando il direttore Guida decide di annullare un gol dei rossoneri con Ibrahimovic su un gran lancio di Hernandez, è fuorigioco secondo l'arbitro, risultato fermo sullo 0 a 0. La buona partenza rossonera non è sufficiente per evitare il primo gol dei viola al minuto 15: Duncan, libero su una palla non trattenuta da Tatarusanu, firma l'1 a 0. I primi in campionato si trovano clamorosamente a dover inseguire a pochi minuti dall'avvio di gara. Nel recupero del primo tempo la Fiorentina trova anche il 2 a 0 con Saponara: Vlahovic lo libera con un passaggio ed il centrocampista mette un tiro a giro sotto il palo lungo, il portiere non può nulla.

Giornata da incubo per il Milan, anche nella seconda frazione è caratterizzata da una Fiorentina a trazione offensiva. Al minuto 60 arriva il gol del 3 a 0 firmato da Vlahovic: l'attaccante dribbla Tatarusanu e scarica di potenza in porta. La grinta rossonera riapre la gara con un 1-2 di Ibrahimovic nei soli sette minuti successivi. Al 62' lo svedese fa sua una palla persa da Bonaventura in difesa per calciare un'ottimo palla a giro, 3 a 1. Al minuto 67, un bel cross per la punta gli si poggia sui piedi, Ibrahimovic insacca a pochi metri dalla porta e firma il 3 a 2. Proprio quando i ragazzi di Pioli sembrano aver preso confidenza con il match, i viola calano il poker con il solito Vlahovic: un tiro ad incrociare dal limite dell'area si infila nella la porta avversaria e porta il risultato sul 4 a 2 al minuto 85. Nei minuti finale di gioco c'è spazio anche per l'ultima sorpresa: autogol di Venuti che non controlla un pallone rimbalzato sulla traversa dopo lo stacco di testa di Ibrahimovic. La partita finisce quindi sul 4 a 3. La Fiorentina vola in settima posizione a parimerito con la Lazio sesta. Il Milan perde un treno importante che gli avrebbe permesso di allungare sul Napoli, rimane comunque saldo in cima alla classifica.

6 novembre 2021
Juventus - Fiorentina 1 - 0

Partita equilibrata e con poche azioni da entrambe le parti quella tra Juventus e Fiorentina. Nonostante il buon calcio espresso da Italiano nel corso del campionato, non sono molte le occasioni create dai viola. Solo un tiro importa per loro nei 90 minuti. Leggermente meglio i bianconeri che si affacciano tre volte in area di rigore nel corso del match. Nel primo tempo è da segnalare l'occasione di Saponara al minuto 33: Odriozola dribla due calciatore juventini per poi andare sul fondo e servire palla a Saponara che calcia al volo, la sua conclusione finisce però sopra la traversa. La Juventus non riesce ad innescare Chiesa e Dybala, la Fiorentina sembra invece gestire meglio il pallone.

Il secondo tempo si apre invece con una buona Juve che si rende pericolosa al minuto 76 con la traversa colpita da Chiesa: l'attaccante della nazionale italiana realizza un ottimo uno-due con Locatelli e calcia di rimbalzo colpendo il legno. Il risultato rimane quindi ancora fermo sullo 0 a 0. A fare la differenza sono gli ultimi 15 minuti di gioco. Al minuto 81 Cuadrado si libera e crossa trovando Morata pronto ad infilare in rete, l'assistente segnala però la posizione di fuorigioco. Il gol viene quindi annullato dall'arbitro Sozza. La rete della vittoria arriva solo nei minuti di recupero con Cuadrado: il colombiano riceve un ottimo pallone, salta Biraghi e imbuca la sfera sul primo palo. La partita termina quindi sul risultato di 1 a 0, la Juventus riesce finalmente sbloccare la sua classifica e si porta a quota 18 punti agganciando la stessa Fiorentina. I ragazzi di Italiano avranno sicuramente qualcosa da rimpiangere vista la buona gestione palla.

31 ottobre 2021
Fiorentina – Spezia 3 - 0

Per l’11a giornata della Serie A 2021/22, la formazione viola è impegnata in casa contro lo schieramento degli aquilotti. Nella sfida disputata all’Artemio Franchi di Firenze, gli ospiti sono protagonisti di un buon avvio, che li vede subito in pressing nella metà campo dei padroni di casa. Nei minuti a seguire, però, i padroni di casa riescono a ribaltare la situazione e a dare vita a molte azioni interessanti, senza però rendersi mai davvero pericolosi. A pochi minuti dalla conclusione della prima frazione di gioco, però, Gyasi è autore di un tocco di mano in area: dopo il controllo VAR, il direttore di gara assegna così un calcio di rigore ai gigliati; a battere è Vlahovic, che spiazza Provedel con la sua estrema freddezza e con un sinistro preciso, trovando il punto dell’1 a 0 per i suoi. Nella ripresa, quindi, è ancora una volta il serbo a dire la sua, trovando la doppietta personale su assist di Odriozola. A coronare la giornata eccezionale dell’attaccante viola, quindi, è il punto del 3 a 0, che arriva al 74': grazie al passaggio preciso di Callejon, il giocatore realizza la tripletta bucando ancora una volta la difesa di Provedel. Il match termina così con la vittoria dei padroni di casa con un netto 3 a 0. Grazie ai punti conquistati con il successo sullo Spezia, la Fiorentina chiude l’11o turno della Serie A 2021/22 portandosi al 7o posto in classifica, con un totale di 18 punti.

27 ottobre 2021
Lazio - Fiorentina 1 – 0

Non una buona giornata per la Fiorentina allo Stadio Olimpico di Roma contro la Lazio. Nonostante il buon equilibrio in campo in termini di possesso palla, i viola non riescono a trovare il gol e si piegano contro gli uomini di Sarri. Partita lenta, giocata principalmente a centrocampo nel corso del primo tempo. Poche azioni create da entrambi le parti. Solo un tiro in porta della Lazio al minuto 43 con Lazzari, Terracciano però ci mette i guanti e salva momentaneamente il risultato. Nel secondo tempo gli uomini di Italiano si spingono di più in fase offensiva con gli innesti di Callejon, Odriozola, Terzic e Benassi, non trovano però il gol. Decide quindi il gol di Pedro al minuto 52. Lo spagnolo approfitta dell’ottima combinazione di Milinkovic Savic e Immobile per liberarsi e scaricare violentemente sotto la traversa. Terracciano questa volta non può nulla. A vincere è la Lazio in una partita con pochi picchi e molti scontri di gioco. Alla Lazio riesce il sorpasso sulla Fiorentina che gli consente di arrivare a soli due punti dall’area Champions.

24 ottobre 2021
Fiorentina – Cagliari 3 - 0

Torna a festeggiare un successo netto la Fiorentina, che dopo il brutto scivolone in casa del Venezia nel precedente turno di campionato e la sconfitta contro i partenopei si impone con un netto 3 a 0 sui casteddu, in una sfida praticamente decisa già dai primi minuti di gioco. Nel primo tempo, i viola vedono arrivare un calcio di rigore al 20' dopo il fallo in area di Baldé; a battere il tiro dal dischetto è Biraghi, che senza esitazioni trasforma, portando i suo in vantaggio. A pochi minuti dalla fine del primo tempo, quindi, Saponara serve una perfetta palla gol per Gonzalez, che non si fa trovare impreparato e insacca di sinistro, trafiggendo Cragno. Nei primi minuti della ripresa, quindi, è la volta di Vlahovic: la punta viola si impone con un tiro di punizione che oltrepassa la barriera difensiva e buca la difesa del portiere dei casteddu, portando il risultato sul 3 a 0 finale. Grazie alla brillante vittoria sul Cagliari della 9a giornata di campionato la Fiorentina si porta quota 15 punti in classifica, ovvero a parità di punteggio con la Juventus e l’Atalanta.

18 ottobre 2021
Venezia – Fiorentina 1 - 0

Niente da fare per gli uomini di Vincenzo Italiano nel match del posticipo contro il Venezia disputato al Pierluigi Penzo nella serata di lunedì 18 ottobre 2021: i viola devono arrendersi alla sconfitta per mano dei padroni di casa, che riescono a strappare una vittoria di misura per 1 a 0. Buona la partenza degli ospiti nel primo tempo, con Bonaventura vicinissimo al gol del vantaggio al 22' ma bloccato dal pronto intervento del portiere arancioneroverde Romero. Al 36', a sbloccare il risultato ci pensa Aramu, che supera Terracciano sfruttando a dovere l’assist di Henry e consegnando ai suoi il punto dell’1 a 0. Nella ripresa, segnata da ritmi di gioco in deciso calo rispetto al primo tempo, gli ospiti tentano invano di riportare il risultato sulla parità. Al 77', però, arriva il secondo cartellino giallo e la conseguente espulsione della punta Sottil, che costringe i viola a proseguire la partita in 10. La Fiorentina torna a rendersi pericolosa in pieno recupero con il tiro in porta di Vlahovic e con il colpo di testa di Biraghi, senza tuttavia riuscire in alcun modo a spostare il risultato. Al triplice fischio del direttore di gara, la vittoria dell’incontro va ai lagunari. Bilancio pesante a fine turno per i viola, che perdono diverse posizioni in classifica arretrando fino al 9o posto.

3 ottobre 2021
Fiorentina – Napoli 1 - 2

Niente da fare per i viola di Vincenzo Italiano, che tornano a scontrarsi contro una della formazioni più competitive di questa stagione 2021/22 della Serie A nel corso della 7a giornata di campionato, chiudendo la sfida con il Napoli con una sconfitta per 1 a 2. Nel primo tempo, i gigliati si rendono autori del gol che apre le danze al 28', con Martinez Quarta autore della rete dell’1 a 0 per i suoi con un destro chirurgico a intercettare il passaggio di Vlahovic. Pochi minuti più tardi, però, è lo stesso Martinez Quarta a consegnare ai partenopei un calcio di rigore commettendo fallo in area: a battere il tiro dal dischetto è Insigne, che tuttavia spreca la preziosa occasione fallendo il tiro. Al 38', a rimediare all’errore del compagno di squadra è Lozano, che buca la difesa di Dragowski riportando il risultato sulla parità. A decidere il match, nei primi minuti della ripresa, è Rrahamani: con un colpo di testa preciso il giocare scaraventa il cross di Zielinski alle spalle del portiere viola, consegnando ai suoi la rete della vittoria per 1 a 2. A fine turno la Fiorentina stazione al 5o posto in classifica, ferma a quota 12 punti.

26 settembre 2021
Udinese – Fiorentina 0 - 1

Appuntamento in casa dei friulani per i viola, che nella 6a giornata della Serie A 2021/22 affrontano l’Udinese nella cornice della Dacia Arena. Nel primo tempo, le due squadre danno vita ad una gara dai ritmi non particolarmente intensi, segnata da poche azioni incisive e da ancor meno occasioni gol. A sbloccare il risultato, a 16 minuti dal fischio d’inizio, è il calcio di rigore assegnato ai viola dal direttore di gara dopo il contatto in area tra Bonaventura e Walace e il controllo VAR. A battere il tiro dal dischetto è Vlahovic, che con la consueta freddezza sorprende Silvestri con un tiro centrale potente. Nella ripresa i bianconeri cercando di recuperare e di mettere a segno il punto del pareggio con i tiri in porta di Beto e di Deulofeu, senza tuttavia riuscire a smuovere il risultato. Così, al triplice fischio la Fiorentina festeggia una vittoria di misura per 0 a 1, centrando la vittoria numero 4 di questa stagione e portandosi a quota 12 punti, a pari merito con la Roma 4a classificata.

21 settembre 2021
Fiorentina – Inter 1 - 3

Sfida complessa per i viola di Vincenzo Italiano, che nel corso del 5o turno della Serie A 2021/22 scendono in campo all’Artemio Franchi per fronteggiare l’Inter. I padroni di casa sono protagonisti di una partenza molto positiva, che li vede sfiorare il gol del vantaggio a neanche 2 minuti di distanza dal fischio d’inizio, con Gonzalez autore di un tiro in porta bloccato dal pronto intervento di Handanovic. Uno schieramento viola particolarmente agguerrito continua a sferrare attacchi per tutta la parte iniziale della prima frazione di gioco, fino a trovare il punto dell’1 a 0 al 23': Gonzalez si porta in area superando Skriniar e, quindi, serve Sottil, che ormai a pochi passi dalla porta insacca superando il portiere nerazzurro. I padroni di casa chiudono il primo tempo avanti per 1 a 0, ma nella ripresa l’Inter passa la contrattacco: al 52', Darmian pareggia i conti battendo Dragowski con un diagonale preciso su assist di Barella; a stretto giro, quindi, arriva anche la rete del sorpasso, questa volta con un colpo di testa di Dzeko, che intercetta il corner di Calhanoglu schiacciando la palla in porta con potenza. I viola provano a riportare il risultato sulla parità ma invano: nei minuti finali di gara, Gagliardini serve una perfetta palla gol per Perisic, che si limita ad accompagnarla in porta. Al triplice fischio del direttore di gara, i viola sono costretti ad arrendersi alla sconfitta per 1 a 3.

18 settembre 2021
Genoa – Fiorentina 1 - 2

Appuntamento al Luigi Ferraris per i viola nella corso del turno di campionato numero 4 di questa stagione 2021/22 della Serie A. Tra i pali della formazione dei gigliati torna Dragowski, dopo lo stop dovuto all’infortunio, mentre Venuti e Milenkovic sostituiscono Odrionzola e Martinez Quarta in difesa e Pulgar e Castrovilli Torreira e Duncan a centrocampo. In un avvio di gara segnato dalla forte pioggia, gli ospiti non lasciano praticamente alcuno spazio ai padroni di casa. I ragazzi di Vincenzo Italiano sfiorano il punto del vantaggio al 17' con Biraghi, mentre il Grifone prova a rispondere con Destro al 25'. Nonostante qualche buona occasione da ambo le parti, le ottime performance di Sirigu e di Dragowski mantengono il risultato fermo sullo 0 a 0. Nella ripresa, però, i viola si impongono al 60' con Saponara, che sigla il punto dello 0 a 1 trafiggendo il portiere rossoblu con un missile sul secondo palo. Giunti nei minuti finali del match, quindi, arriva anche il gol del raddoppio, con Sirigu che prima respinge il tiro in porta di Biraghi, ma poi deve arrendersi al colpo rasoterra di Bonaventura, preciso nell’intercettare l’assist di Saponara. In un rocambolesco finale, al termine del lungo recupero arriva un calcio di rigore per i padroni di casa, assegnato dopo il fallo di Igor ai danni di Badelj. A calciare il tiro dal dischetto è il capitano Criscito, che con fredda precisione trasforma il rigore. Nonostante il punto giunto in extremis per il Genoa è ormai troppo tardi: la Fiorentina conquista un altro successo per 1 a 2, portandosi a quota 9 punti e salendo in 5a posizione.

11 settembre 2021
Atalanta – Fiorentina 1 - 2

Grande successo per i ragazzi di Vincenzo Italiano, che espugnano il Gewiss Stadium imponendosi nel difficile match in casa degli orobici e conquistando 3 importanti punti classifica. Già in avvio di gara i viola mostrano tutta la loro determinazione, con Vlahovic a cercare la porta avversaria su lancio lungo di Biraghi dopo appena 7 minuti dal fischio d’inizio. La risposta dei nerazzurri arriva veloce, con Djimsiti che sembra trovare il punto del vantaggio, salvo vedere annullare il suo per fuorigioco. Al 30', un intervento scomposto di Maehle in area si traduce in tocco di mano e in un rigore per i viola: Vlahovic batte il tiro dal dischetto e con fredda precisione spiazza Sportiello, portando i suoi in vantaggio. Nei primi minuti della ripresa, il copione si ripete: il direttore di gara fischia ancora una volta un calcio di rigore a favore dei gigliati, per intervento falloso di Djimsiti su Bonaventura. Vlahovic trasforma anche il secondo tiro dagli 11 metri, allungando il vantaggio degli ospiti. I ragazzi di Gian Piero Gasperini non si danno per vinti e nei minuti successivi tentano la rimonta: l’occasiona arriva al 65', con Callejon che commette fallo su Gosens in area, portando al terzo calcio di rigore del match. Zapata sorprende Terracciano trovando la prima rete del giorno per i suoi e riaprendo così la partita. Nel concitato finale di partita, le due squadre si danno battaglia senza esclusioni di colpi: nonostante la raffica di occasioni create dai nerazzurri, però, i viola riescono a proteggere il risultato e a chiudere la sfida con una vittoria per 1 a 2. Grazie al +3 di questo 3o turno di campionato, la Fiorentina sale ad un totale di 6 punti.

28 agosto 2021
Fiorentina – Torino 2 - 1

Sfida contro i granata di Ivan Juric per la Fiorentina di Vincenzo Italiano nel match del secondo turno di campionato della Serie A 2021/22: entrambe le formazioni scendono in campo alla ricerca di un riscatto, dopo le sconfitte subite nel corso della prima giornata. I viola sono protagonisti di un buon avvio, ma nel corso del primo tempo è il Torino a guadagnare terreno, riuscendo a bloccare sul nascere tutte le azioni pericolose dei padroni di casa. Al 41', Castrovilli si porta al limite dell’area granata e serve con un assist preciso Gonzalez; l’attaccante mancino tira di sinistro, superando Milinkovic-Savic anche grazie alla leggera deviazione di Djidji: i padroni di casa si portano così in vantaggio a pochi minuti dalla conclusione del primo tempo. A metà del secondo tempo, quindi, arriva anche il gol del raddoppio per i viola: al 69', Bonaventura crossa a centro area e Vlahovic intercetta la palla con un colpo di testa, tornando a bucare la difesa del portiere granata e portando il risultato sul 2 a 0. A poco vale il tentativo di riaprire i giochi degli ospiti all’89': Verdi realizza con un diagonale sinistro di prima intenzione sfruttando a dovere la palla servita da Lukic; il match si conclude però con la vittoria dei viola, che festeggiano il primo successo stagionale per 2 a 1, portandosi a quota 3 punti.

22 agosto 2021
Roma – Fiorentina 3 – 1

È da diverso tempo che la Fiorentina viene chiamata a giocare contro una squadra di prima fascia alla prima giornata di campionato, e che sovente la viola subisca una sconfitta. Purtroppo è stato così anche questa volta e contro una galvanizzata Roma di José Mourinho, squadra forte e piazza caldissima. Giocare all’Olimpico non sarà la cosa più semplice quest’anno, considerata la bolgia messa su dai tifosi che finalmente possono tornare allo stadio seppur in maniera contingentata. Il primo episodio che indirizza il match è quello che vede Dragowski intervenire da ultimo uomo su Abraham e guadagnare il rosso diretto. L’attaccante è stato autore di un‘ottima prova che momentaneamente ha confutato i dubbi sulle sue capacità. Al 26’, proprio grazie a un assist di Abraham, Mkhitaryan si ritrova solo davanti alla porta e non deve far altro che mettere alle spalle del portiere. Poi le squadre tornano di nuovo in parità numerica: al 52’ Zaniolo, tornato in campo dopo un lunghissimo infortunio, si fa prendere dalla voglia di tornare subito protagonista e atterra ingenuamente un avversario buscando il secondo giallo. Otto minuti dopo l’espulsione Milenkovic sigla il pari per la Fiorentina, ma è solo una breve parentesi. Al 64’ infatti Veretout, servito ancora da Abraham, realizza il 2 a 1. Al 79’ invece un’azione caparbia di Shomurodov porta di nuovo Veretout in ottima posizione, il francese si conferma freddo realizzatore. Finisce 3 a 1 per una Roma non perfetta ma molto volitiva, la Fiorentina può consolarsi con una prestazione discreta che forse avrebbe meritato un passivo meno importante.

22 maggio 2021
Crotone – Fiorentina 0 - 0

Sfida in casa del Crotone per il match dell’anticipo della 38 a e ultima giornata di campionato: i viola di Giuseppe Iachini scendono in campo all’Ezio Scida alla ricerca di una vittoria che potrebbe permettere alla squadra, già certa della salvezza, di chiudere nel segno positivo la stagione. La gara, però, si rivela segnata da un ritmo di gioco blando, con poche occasioni create dai due schieramenti e un numero limitato di tiri in porta e azioni pericolose dalle parti dei due estremi difensori. Nella prima frazione di gioco, i padroni di casa ci provano con Messias e Djidji, ma la pronta reazione del portiere viola Terracciano salvo in entrambi i casi la situazione. Dopo una ripresa che scorre seguendo lo stesso copione dei primi 45 minuti di gara, al triplice fischio Crotone – Fiorentina si conclude con il risultato fermo sullo 0 a 0. Per i viola, la stagione si chiude con un bilancio relativamente positivo: la squadra conquista un totale di 9 vittorie, 13 pareggi e 16 sconfitte, assestandosi così al 13o posto in classifica con 40 punti.

16 maggio 2021
Fiorentina – Napoli 0 - 2

Nella penultima giornata della Serie A, la Fiorentina perde in casa contro il Napoli per 0-2. Il Napoli ha giocato con più qualità, mentre i viola sono scarichi e fanno poco a parte qualche azione in contropiede di Vlahovic e un ottimo Terraciano. La Fiorentina non è riuscita a cancellare il 6-0 dell’andata, ha retto nel primo tempo, ma, nella ripresa, il Napoli si è imposto e ha chiuso il match. Ormai salvi, i viola passano in vantaggio con Vlahovic di testa al 12’, ma il gol è annullato per fuorigioco del serbo. Nella ripresa, per una trattenuta di Milenkovic in area su Rrahmani, l’arbitro viene chiamato al Var e concede il calcio di rigore che Insigne si fa parare da Terracciano, poi si fa perdonare e la infila sulla ribattuta al 56’. Dopo un palo colpito sempre da Insigne, il Napoli raddoppia: Zielinski calcia e la conclusione viene deviata in porta da uno sfortunato Venuti (67’). Iachini prova ad accorciare con Eysseric, Igor, Kouamè e l’ex Callejon, ma la partita non cambia, la Fiorentina fatica a reagire e il Napoli vince.

12 maggio 2021
Cagliari – Fiorentina 0 - 0

Poche emozioni e un solo punto conquistato per i ragazzi di Giuseppe Iachini al termine della sfida della 36a giornata della Serie A 2020/21, in casa del Cagliari: tanto nella prima, quanto nella seconda frazione di gioco i due schieramenti danno vita ad una sfida caratterizzata da un ritmo di gioco blando; poche le occasioni create da entrambe le parti e ancora meno i tiri in porta, per una sfida disputata con le due squadre arroccate in posizione di difesa. Al termine di 90 minuti di gara sorprendentemente piatti, Cagliari – Fiorentina termina con il risultato fermo sullo 0 a 0. Per i viola, si registrano le ammonizioni di Pulgar e di Caceres. Il singolo punto conquistato dal club dei gigliati al termine del turno numero 36 del campionato è sufficiente a garantire alla squadra la conquista della salvezza matematica e, dunque, la partecipazione al campionato di Serie A 2021/22.

8 maggio 2021
Fiorentina – Lazio 2 - 0

Ancora una grande prova per la formazione viola, che chiude la giornata numero 35 della Serie A 2020/21 con una vittoria netta sulla Lazio conquistata all’Artemio Franchi, compiendo così un passo deciso verso la conquista dell’obiettivo salvezza. Nel primo tempo, le due squadre sono protagoniste di un accesso testa a testa, con le aquile capaci di creare occasioni pericolose a più riprese, senza tuttavia riuscire ad avere la meglio sui padroni di casa. Al 32', infatti, sono i ragazzi di Giuseppe Iachini a trovare il punto del vantaggio, imponendosi con un grande Vlahovic, che realizza di sinistro su palla servita da Biraghi. Nel secondo tempo, i ritmi di gioco calano, soprattutto da parte della formazione biancoceleste, nonostante in campo si susseguano i falli e le ammonizioni. Al termine di una ripresa segnata da pochi colpi di scena, i padroni di casa tornano però a dire la loro, ancora una volta con Vlahovic, che con un colpo di testa preciso su cross di Pulgar buca nuovamente la difesa di Reina, chiudendo il match sul 2 a 0 per la Fiorentina. Nei minuti finali di gioco, la Lazio tenta il tutto per tutto, ottenendo però solamente i cartellini gialli di Pereira, Akpa-Akpro e Pereira, che alla seconda ammonizione del giorno viene espulso. Festeggiano così i viola, ormai tecnicamente ad un passo dalla salvezza.

2 maggio 2021
Bologna – Fiorentina 3 - 3

Grande testa a testa al Renato Dall’Ara, per una sfida che, come da previsioni, vede la formazione dei felsinei e quella dei gigliati fronteggiarsi ad armi para, con un continuo botta e risposta che termina infine sul pareggio per 3 a 3, consegnando a ciascuna squadra 1 punto classifica. Nel primo tempo, sono i viola a trovare per primi il punto del vantaggio, con Vlahovic come di consueto impeccabile nel trasformare con freddezza e precisione il tiro dal dischetto assegnato pochi istanti prima dal direttore di gara. Al 31', arriva la risposta dei rossoblu, con Palacio a siglare il primo dei 3 gol che lo renderanno uno dei grandi protagonisti della partita, con un destro potente su assist di Vignato. Se il primo tempo termina con il risultato fermo sull’1 a 1, nella ripresa le due squadre tornano a darsi battaglia: i ragazzi di Giuseppe Iachini tornano ad imporsi con un bel gol di sinistro di Bonaventura, assistito da Venuti; poi, in un rapido scambio di fronti, Palacio sigla di testa il punto del 2 a 2, ma Vlahovic risponde immediatamente, siglando il 3 a 2 con una palla servita da Pulgar. A chiudere definitivamente i conti, negli ultimi minuti di gioco, è ancora una volta Palacio, che trova così la tripletta personale, sempre in coppia con Vignato, chiudendo l’avvincente match sul 3 a 3. Al termine della 34a giornata di campionato, Fiorentina sempre stabile in quattordicesima posizione, con 35 punti.

25 aprile 2021
Fiorentina – Juventus 1 - 1

Ancora una buona prova per la formazione viola nella sfida della 33a giornata della Serie A 2020/21 contro la Juventus. Nel primo tempo, i padroni di casi si rendono pericolosi con Milenkovic al 19', che cerca il gol con un tiro di collo da fuori area bloccato da Szczesny; a stretto giro, quindi, è la volta di Pulgar, che centra in pieno il palo con un tiro dai 25 metri di distanza. La Fiorentina continua a sferrare attacchi, tornando all’assalto anche con Vlahovic. Al 28', dopo la mischia in area che vede Rabiot e Caceres contendersi la palla, arriva il calcio di rigore per i padroni di casa, assegnato per il fallo di mano del francese. A battere il tiro dal dischetto è Vlahovic, che con fredda precisione batte Szczesny, consegnando ai suoi il punto del vantaggio. Dopo un grande primo tempo dei viola, nei primissimi minuti della ripresa i bianconeri pareggiano i conti con Morata, autore di un grande tiro-cross a giro su assist di Cuadrado che non lascia scampo a Dragowski. Diverse le occasioni da ambo le parti nel secondo tempo, con Pulgar, Chiellini e Ronaldo tutti vicini al gol della vittoria. Al triplice fischio, Fiorentina – Juventus termina con un sorprendente pareggio per 1 a 1, consegnando a ciascuna formazione un punto classifica.

20 aprile 2021
Verona – Fiorentina 1 - 2

Testa a testa equilibrato al Marcantonio Bentegodi, dove i viola sono protagonisti di un’ottima prova, che li vede strappare una vittoria tutto fuorché scontata in casa degli scaligeri. I padroni di casa aprono la partita con un gioco aggressivo, che li vede subito rendersi pericolosi con la coppia d’attacco Bessa – Lasagna. Al 12', gli ospiti rispondono con Vlahovic, autore di un colpo di testa su punizione battuta da Pulgar che supera solamente di poco la traversa. Se i mastini tornano all’attacco con Lasagna, prima autore di un tiro in porta smorzato da Dragowski e poi di un calcio d’angolo che piazza un pallone perfetto per Venuti. A pochi minuti dall’intervallo, però, il direttore di gara fischio un calcio di rigore per la Fiorentina, dopo il fallo in area di Barak ai danni di Bonaventura. Vlahovic batte e trasforma senza esitazioni, nonostante l’abilità di Silvestri nell’intuire la direzione del tiro. Nella ripresa, Faraoni sembra trovare il gol del pareggio, ma la rete viene annullata per fuorigioco. Al 65', arriva il punto del raddoppio per la Fiorentina, con Caceres a siglare la rete del 2 a 0 sugli sviluppi di un calcio di punizione di Biraghi. Salcedo prova a riaprire la partita al 72', imponendosi con un colpo di testa sul palo lontano sfruttando il cross di Faraoni. Nonostante gli sforzi dei mastini, però, il match si conclude con la vittoria dei viola, che si impongono per 2 a 1, portandosi a quota 33 punti in classifica.

17 aprile 2021
Sassuolo – Fiorentina 3 - 1

Sfida complicata per la formazione viola, che nella 31a giornata della Serie A 2020/21 torna a scendere in campo contro il Sassuolo per il match dell’anticipo al Mapei Stadium. Nel primo tempo, i ragazzi di Giuseppe Iachini trovano il punto del vantaggio al 31' con Bonaventura, che sfrutta a dovere la palla servita da Ribery per bucare la porta avversaria sotto al sette, con un tiro potente contro il quale Consigli non può nulla. La Fiorentina chiude così il primo tempo in vantaggio per 1 0; nella ripresa, però, il fallo di Dragowski ai danni di Berardi consegna ai padroni di casa un prezioso calcio di rigore. A battere il tiro dal dischetto è proprio il capitano neroverde, che senza esitazioni trasforma, piazzando la palla precisamente sotto all’incrocio dei pali. Trovato il pareggio, trascorrono solamente pochi minuti e per il Sassuolo arriva il secondo calcio di rigore: questa volta, a provocarlo è un fallo di Pezzellai danni di Raspadori: il copione visto pochi istanti prima torna a ripetersi, con Berardi capace di spiazzare ancora una volta Dragowski, puntando allo stesso angolo del tiro precedente, ma questa volta con un colpo rasoterra. A scrivere la parola fine in un match dominato quasi completamente dai neroverdi, almeno nella ripresa, è Maxime Lopez: al 75', il giocatore francese realizza con un diagonale preciso, piazzando la palla sul secondo palo e chiudendo la sfida con il risultato finale di 3 a 1. La Fiorentina resta così ferma a quota 30 punti, perdendo una posizione in classifica dopo il sorpasso da parte del Torino.

11 aprile 2021
Fiorentina - Atalanta 2 - 3

Conclusa la trentesima giornata di Serie A, non è ancora troppo pericolosa la posizione occupata dai viola in classifica, al sedicesimo posto prima di Torino, Cagliari, Parma e Crotone, ma di certo la sconfitta contro l’Atalanta non aiuta nella corsa alla salvezza, rendendo di fatto obbligatorio collezionare punti almeno contro Sassuolo e Verona. Nel match giocato in casa contro i bergamaschi, la Fiorentina appare latitante per tutto il primo tempo, durante il quale subisce la doppietta di Zapata. Alla ripresa, in soli 9 minuti, Vlahovic segna due volte, ma un rigore di Ilicic ristabilisce la supremazia nerazzurra. Per la Dea, la vittoria sancisce il sorpasso del Napoli al quarto posto in classifica, ad un solo punto dalla Juve e a 2 dal Milan.

3 aprile 2021
Genoa – Fiorentina 1 - 1

La 29a giornata della Serie A 2020/21 vede la formazione viola impegnata in casa del Grifone, per un match che si preannuncia molto equilibrato. La gara si apre con l’ammonizione di Strootman, che riceve il cartellino giallo per un’entrata fallosa ai danni di Pulgar. Il giocatore, già diffidato, viene così ufficialmente squalificato per il prossimo turno di campionato. A sbloccare la gara, al 13', è Destro, che realizza sfruttando a dovere l’ottimo assist di Scamacca, che piazza la palla a centro area. La risposta dei ragazzi di Giuseppe Iachini, però, non si fa attendere: al 23', Vlahovic si impone con un diagonale sinistro su passaggio di Castrovilli, lasciando di stucco Perin. Se il primo tempo si conclude con il risultato fermo sulla parità, il testa a testa tra le due formazioni riprende dopo l’intervallo, che si apre con l’espulsione di Ribery: l’intervento falloso con piede a Martello su Zappacosta si traduce in un cartellino rosso, che costringe i viola a proseguire il match in 10. Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti riescono a tenere testa ai padroni di casa, andando anzi vicini al gol del sorpasso con il colpo di testa di Bonaventura al 66'. Dopo una fase finale della partita priva di emozioni particolari, Genoa – Fiorentina si conclude con un pareggio per 1 a 1, che consegna a ciascun club un singolo punto classifica.

21 marzo 2021
Fiorentina – Milan 2 – 3

La Fiorentina perde al Franchi contro il Milan in occasione del 28esimo turno di Serie A. Apre le danze Ibrahimovic al nono minuto, i ragazzi di Prandelli pareggiano al minuto 17 con Pulgar, poi raddoppiano con Ribery a inizio secondo tempo. Il Milan mette in atto una super rimonta, il 2 a 2 lo segna Brahim Diaz con un tap-in, poi Calhanoglu chiude i giochi con una bellissima conclusione al 72'. Botta e risposta tra le due formazioni in avvio di gara, poi Kjaer lancia in profondità per Ibra, il bomber svedese raccoglie la palla e batte Dragowski. I padroni di casa rispondono con Pulgar, che batte Donnarumma su punizione e accorcia, mentre Pezzella centra l'incrocio dei pali. Il Milan si fa vedere con Ibrahimovic che, solo davanti al portiere viola, centra la traversa. Al 51', Ribery firma il 2-1 con il mancino, il Milan è in difficoltà, ma ci prova con Kjaer su angolo: il danese impatta per caso la palla con la schiena, serve Brahim Diaz che pareggia con il sinistro. Il Milan si risveglia, attacca con più insistenza, Tomori riceve palla, Kessié serve Calhanoglu calcia e batte Terracciano (72'), in campo al posto di Dragowski nella ripresa. Ci prova la Fiorentina nel finale, ma il Milan blinda la propria metà campo e mette in cassaforte una vittoria importante. C'è grande delusione in casa della Fiorentina, che dopo un'ottima gara rimane a secco di punti.

13 marzo 2021
Benevento – Fiorentina 1 – 4

La Fiorentina si aggiudica lo spareggio salvezza contro il Benevento valido per la 27esima giornata di Serie A. Il traino dei viola è Vlahovic, autore di tre reti nel primo tempo. Nella ripresa Ionita accorcia di testa, poi Eysseric cala il poker. Con questa vittoria, la Fiorentina stacca il Benevento in graduatoria e si porta fuori dalla zona scottante. Vlahovic indirizza la sfida sin dai primi minuti, con un gol all'8' ispirato da Ribery. Al 26', Montipò respinge la testata di Caceres, ma Vlahovic si inserisce sulla ribattuta e ribadisce in rete realizzando la sua doppietta. Il Benevento si fa vedere non prima della mezz'ora, quando Gaich si libera in area, ma Dragowski neutralizza la conclusione. Nel recupero della prima frazione, un incontenibile Vlahovic controlla il pallone su un rilancio di Dragowski e, da 25 metri, la insacca all'incrocio dei pali con un bolide. Inzaghi prova a inserire Insigne, il Benevento alza la testa e riesce ad accorciare con Ionita, poi va vicino al bis con Gaich che, però, non trova il bersaglio. Terminato l'assedio giallorosso, la Fiorentina trova un'altra ripartenza sempre con Ribery, che serve Eysseric che, in pallonetto, supera la difesa campana e batte Montipò. I viola di Prandelli si portano a 29 punti.

07 marzo 2021
Fiorentina – Parma 3 – 3

Nella sfida al Franchi valida per la 26esima di Serie A, Fiorentina e Parma pareggiano per 3-3. Il pareggio arriva nei minuti di recupeor con un autogol di Iacoponi che infila maldestramente la palla nella propria porta dopo un cross di Pezzella. La partita è particolare sin dai primi minuti, il Parma è più attivo dei padroni di casa nella prima frazione, tuttavia chiude il primo tempo sotto per 2-1. La sblocca la formazione di casa con una testata di Quarta al 28', su angolo di Pulgar. Quattro minuti dopo, gli ospiti pareggiano su penalty concesso per tocco di mano di Pulgar e trasformato da Kucka. La Fiorentina approfitta di una fragilità difensiva del Parma per allungare: colpo di testa di Pezzella, Sepe sbaglia a controllare e Milenkovic la infila da due passi. i tentativi di Gervinho e Bani si rivelano sterili, il Parma non riesce a concretizzare le azioni offensive, Kurtic è impreciso, mentre un super Dragowski neutralizza il tentativo di Karamoh. Dopo i cambi arriva il pareggio del Parma: cross di Mihaila che trova Kurtic in area, stop e gol. Il gol galvanizza gli emiliani che ripetono il copione al 45’, con un contropiede orchestrato da Man e rifinito da Inglese, neo entrato, con un assist per Mihaila (90’). La sfida sembra decisa, ma, al 94’, l'autogol di Iacoponi vale un 3 a 3 che davvero non serve a nessuno.

03 marzo 2021
Fiorentina – Roma 1 – 2

La Fiorentina perde al Franchi contro la Roma, nel match valido per la 25esima di Serie A. Protagonista della serata è Leonardo Spinazzola, autore della rete del vantaggio giallorosso ma anche di un'autorete. A decidere la vittoria dei capitolini è Amadou Diawara al 90'. La partita è ingessata nei primi 45 minuti, la Roma attacca in modo impreciso, la Fiorentina affida a Ribery i primi guizzi offensivi: il francese ha creato l'unico pericolo per la porta di Lopez che ha respinto una conclusione forte ma centrale di Vlahovic. Pellegrini risponde per gli ospiti mettendo in pensiero Dragowski con un rasoterra in diagonale da 25 metri. Al 48', con una splendida verticalizzazione di Mancini, Spinazzola soprende Dragowski sul primo palo con un destro volante in girata. Dieci minuti dopo, Spinazzola gira maldestramente nella propria porta un cross teso di Biraghi. La Roma costruisce, Mayoral spreca a tu per tu con Dragowski, poi Fonseca inserisce Karsdorp per Peres e la formazione ospite acciuffa tre punti all'88': il difensore olandese perca Diawara che beffa la retroguardia viola e la infila da due passi. L'arbitro annulla il gol per fuorigioco di Karsdorp, poi il Var ha convalidato il gol della Roma e il risultato non è cambiato.

28 febbraio 2021
Udinese - Fiorentina 1 – 0

Nessuna delle due tra Udinese e Fiorentina se la passa benissimo ed entrambe hanno bisogno di punti per tenersi più alto possibile in classifica. In questa sfida infatti si decide anche quale delle due salirà nella migliore posizione. Nel primo tempo l’Udinese alcune buona azioni per cercare di sbloccare il risultato, ma la Fiorentina fa buona guardia e gioca di rimessa. È sopratutto sugli errori in ripartenza dei bianconeri che i viola riescono ad arrivare dalle parti di Musso. Nella ripresa però l’Udinese è più ordinata e attacca con maggior convinzione. La Fiorentina spreca con Vlahovic e i bianconeri ne approfittano nel finale con Nestorovski che all’86’ finalmente riesce a sbloccare il risultato. Il perfetto colpo di testa dell’attaccante ex Palermo viene favorito dall’ottimo cross di De Paul. La Fiorentina così accusa l’undicesima sconfitta stagionale.

19 febbraio 2021
Fiorentina – Spezia 3 – 0

Nella gara di anticipo della 23esima giornata di Serie A, la Fiorentina torna a vincere battendo lo Spezia con un sonoro 3-0 al Franchi. Il successo dei viola vale il sorpasso in classifica del club spezzino. Prandelli, che deve fare a meno di Ribery, vince la sfida contro lo Spezia anche grazie alle sostituzioni, azzeccate, avvenute a partita in corso. Anche Italiano, che fa i conti con le varie assenze, conferma il tridente con Gyasi e gli ex viola Agudelo e Saponara. Dopo 8 minuti, Marchizza si infortuna, segue il tentativo di Ricci, ma non inquadra. Prima dell'intervallo, Bonaventura viene sostituito da Castrovilli, cambio che si rivela vincente: al 51', Castrovilli serve l'assist per il tap-in di Vlahovic. È sempre il numero 10 viola a trovare la deviazione vincente sul cross di Biraghi dieci minuti dopo. All'82', Eysseric deve solo correggere in rete il tocco di Vlahovic per il 3-0 definitivo.Vince la Fiorentina che mette il turbo in classifica, superando proprio lo Spezia oltre a Udinese, Benevento e Bologna.

14 febbraio 2021
Sampdoria – Fiorentina 2 – 1

Nel match a Marassi tra Samp e Fiorentina, i viola dimostrano di avere qualità e idee chiare, ma i tre punti se li aggiudica la Sampdoria di Claudio Ranieri. Finisce 2-1 per la Samp al Ferraris, ma la Fiorentina avrebbe meritato almeno un pareggio. A decretare la vittoria dei blucerchiati è il solito Quagliarella, entrato in campo nella ripresa. I padroni di casa passano alla mezz'ora, quando Keita entra sul primo palo e segna il vantaggio, che dura poco poiché, sei minuti dopo, su punizione di Pulgar respinta da Audero, Vlahovic si infila in mezzo di testa e batte Audero per il pari. Nella ripresa, la Fiorentina sembra trovare la quadratura, Martinez centra un palo di testa, poi Keità si fa pericoloso nelle ripartenze. Bonaventura sfiora il vantaggio con una conclusione al volo, poi Castrovilli ci prova ma la palla termina alta. Quagliarella e Candreva entrano in campo e, in pochi minuti, creano la chance del vantaggio: Quagliarella batte Dragowski con un potente destro a incrociare. La Fiorentina crea almeno due occasioni per il pareggio: Malcuit scarica verso Biraghi, che riesce a trovare l'angolo giusto, ma Colley salva sulla linea di porta, poi Milenkovic spreca di testa prendendo la mira, ma la palla esce. La Samp difende il vantaggio fino alla fine e acciuffa una vittoria che vale quota 30 punti in classifica. La Fiorentina rimane a 22.

05 febbraio 2021
Fiorentina – Inter 0 – 2

Nell'anticipo della 21esima giornata di Serie A, l'Inter batte la Fiorentina per 2-0. I viola di Prandelli vengono battuti in casa dove non perdevano da 6 giornate. Milenkovic e Castrovilli assenti per squalifica, poi Prandelli perde anche Ribery e Caceres in corso di gioco. A inizio partita, Dragowski si supera su Barella, ma alla mezz'ora non può nulla sul grande destro a giro di Barella, su assist di Sanchez. Reazione viola di Bonaventura, il cui tiro viene deviato da Handanovic sulla traversa, poi ci prova ancora Biraghi con un tap-in che Handanovic para. Al 52' arriva il gol del doppio vantaggio con Perisic, confezionato da uno splendido Hakimi. L'Inter va vicino al tris sempre con Perisic, poi con Gagliardini, ma entrambi i tentativi vengono neutralizzati da Dragowski. Lautaro, neoentrato, sfiora il tris, poi Skriniar fa lo stesso di testa. Vince l'Inter che ha costruito tante occasioni da gol.

29 gennaio 2021
Torino – Fiorentina 1 – 1

Nella prima di ritorno della Serie A 2020/21, i viola non vanno oltre l'1-1 contro il Torino. Una partita pazza quella tra Torino e Fiorentina allo stadio Grande Torino: la Fiorentina conquista un punto importante nonostante la doppia inferiorità numerica dovuta alle espulsioni di Milenkovic e Castrovilli. Le marcature vengono aperte da Ribery nel secondo tempo del match, poi, nel finale, Belotti pareggia i conti e interrompe la scia di sette partite senza reti. La squadra di Nicola non è riuscita a conquistare la prima vittoria casalinga. Le occasioni sono tante su entrambi i fronti, Vlahovic colpisce un palo per i viola, mentre i granata fanno il pieno di traverse. Tanti i palloni messi in area dalla Fiorentina nel primo tempo, poi Zaza fa tremare i gigliati con un sinistro che si infrange sulla traversa. Vlahovic si vede annullare un gol nella ripresa, poi Castrovilli viene espulso. Quando sembra mettersi bene per il Torino, Ribery porta in vantaggio i suoi al 67'. Al 71', un duello tra Milenkovic e Belotti si conclude con un cartellino rosso per il difensore viola e un giallo per l'attaccante granata. Fiorentina in 9 uomini. Al'88', cross dalla sinistra di Verdi con Belotti che da due passi mette dentro in spaccata per l'1-1 finale.

23 gennaio 2021
Fiorentina – Crotone 2 – 1

La Fiorentina di Cesare Prandelli vince sul Crotone grazie a un ispirato Castrovilli e un Ribery in piena forma. Nella serata al Franchi, i viola si portano in vantaggio dopo venti minuti con il primo gol in maglia viola di Bonaventura, che la infila in rete con una prodezza da fuori area. Tutto scaturisce dal solito inarrestabile Castrovilli che va via a Djidji e prova l'insaccata, poi la respinta di Reca è corta e la sfera arriva all'ex Milan: stop di petto e Cordaz è battuto. La Fiorentina non accenna a ridurre il ritmo, e alla mezz'ora arriva il raddoppio di Vlahovic. Decisivo ancora una volta è Castrovilli, che se ne va sulla trequarti e serve Ribery, il quale confeziona un perfetto assist che l'attaccante serbo colpisce di piatto. Il Crotone continua a soffrire il gioco della Fiorentina, che si vede annullare il tris a causa di un tocco di mano in area di Pezzella. Stroppa manda in campo Benali al posto di Vulic e il Crotone accorcia: al 66', Simy è abile a insaccarla di testa. La Fiorentina soffre ma regge, poi protesta per un penalty non concesso per un presunto fallo su Ribery in area. I viola tornano a vincere e raggiungono il 12esimo posto. Crisi invece per il Crotone, che rimane in ultima posizione.

17 gennaio 2021
Napoli – Fiorentina 6 - 0

Mega disfatta in esterna per la Fiorentina, che si fa segnare ben 6 gol dal Napoli nel diciottesimo appuntamento di Serie A. Apre le marcature partenopee Insigne, che segna dopo 5 minuti di gioco, poi gli azzurri realizzano tre gol in meno di dieci minuti: Demme al 36', Lozano al 38' e Zielinski al 45'. I viola impiegano troppo tempo per ripartire e riorganizzarsi, concedono spazio ai padroni di casa e i tentativi di Biraghi non sortiscono l'effetto sperato: traversa sul primo tentativo con deviazione di Demme e palo subito dopo. Nel mezzo, Ospina neutralizza un tentativo di Ribery. Il Napoli continua a gestire il netto vantaggio e, nella ripresa, allunga ulteriormente le distanze prima con un penalty di Insigne al 72' e il sigillo di Politano in contropiede che decreta il 6-0. La Fiorentina si è resa pericolosa e in grado di creare tante chance quante quelle del Napoli, ma affonda e rimane a quota 18 punti.

10 gennaio 2021
Fiorentina – Cagliari 1 – 0

Torna a festeggiare una vittoria importante la Fiorentina, che si impone di misura sugli avversari del Cagliari per 1 a 0, chiudendo positivamente la 17a giornata della Serie A 2020/21. Nel vivace match, caratterizzato da un immediato testa a testa delle due formazioni, i rossoblu sfiorano il punto del vantaggio nel primo tempo, con il calcio di rigore assegnato alla formazione sarda dal direttore di gara: a battere il tiro dagli 11 metri è Joao Pedro, che tuttavia non riesce a superare la pronta difesa del portiere viola Dragowski, vedendo sfumare le chance dell’1 a 0. Il risultato rimane bloccato sul pareggio a porte bianche per buona parte della sfida; poi, al 72', ci pensa Vlahovic a sbloccare il risultato, bucando la porta rossoblu con un sinistro potente su palla servita da Callejon. Niente da fare nei minuti finali della partita, con il Cagliari che tenta invano il recupero. La Fiorentina si aggiudica un nuovo successo e vola a quota 18 punti, raggiungendo la 12a posizione in classifica.

06 gennaio 2021
Lazio – Fiorentina 2 – 1

Nel match della sedicesima giornata di Serie A, Lazio e Fiorentina si affrontano allo Stadio Olimpico. I viola di Prandelli vanno sotto per mano di Caicedo, poi non riescono a reagire se non dopo aver subito il 2-0. Al primo affondo i biancocelesti passano: Luis Alberto scarica su Acerbi, sul cross di inserisce Lazzari che, di testa, serve Caicedo per il gol del vantaggio (6'). La Lazio raddoppia subito con Immobile, gol annullato per fuorigioco. La Fiorentina ci prova, ma non trova sbocchi: Vlahovic impegna Strakosha, Castrovilli ci prova con un colpo di tacco, ma senza successo. Nella seconda frazione, la Lazio trova il raddoppio per un errore del portiere della Fiorentina: sugli sviluppi di un corner, Dragowski non trattiene, Immobile si inserisce e la insacca. Nei 15 minuti finali, la Fiorentina sfiora il gol con Vlahovic e Castrovilli, poi lo trova con Vlahovic dagli 11 metri (penalty accordato per fallo di Hoedt sullo stesso Vlahovic). Un'altra sconfitta per Prandelli, a soli quattro punti sopra la zona retrocessione. La Lazio acciuffa una vittoria importante e sale a quota 25 punti.

03 gennaio 2021
Fiorentina – Bologna 0 – 0

Finisce a reti inviolate la sfida disputata al Franchi tra Fiorentina e Bologna. Poche occasioni, ma la gara si è rivelata lo stesso combattuta, soprattutto nel secondo tempo. Un punto importante per entrambe le squadre, che muovono la propria classifica. La prima occasione è per i padroni di casa, che ci provano con Ribery, deviazione di De Silvestri e palla sul palo. Il Bologna reagisce con Orsolini che batte Dragowski e mette in rete, ma c'è fuorigioco. Palacio ci prova, ma Dragowski è bravo a opporsi e a dire di no. Il primo tempo si conclude sullo 0-0. La ripresa vede subito una chance per i viola, con Ribery che serve Borja Valero, ma la palla accarezza il palo e va sul fondo. Al 76' ci prova Barrow, ma la palla finisce in fallo laterale. La Fiorentina ci prova ripetutamente, ma la difesa del Bologna resiste fino alla fine. In pieno recupero, ghiotta occasione per Castrovilli che manda la palla a lato incrociando con il destro. Finisce 0-0 tra Fiorentina e Bologna.

22 dicembre 2020
Juventus – Fiorentina 0 – 3

Allo Stadium, in occasione del quattordicesimo turno di Serie A, la squadra di Cesare Prandelli guadagna tre punti preziosissimi e interrompe la corsa della Juventus verso la vetta della classifica. La Juve va sotto al terzo minuto del match: rete di Vlahovic che salta De Ligt per poi battere Szczesny in uscita. Al 17', l'espulsione di Cuadrado rende la partita in salita per gli uomini di Pirlo. Nella ripresa, la Juve cerca il gol, pressa, ma sono i viola di Prandelli a trovare il raddoppio con uno sfortunato autogol di Alex Sandro (76'). La Fiorentina si galvanizza, accelera nel finale e trova il tris con un altro ex, Caceres, su l'ennesimo cross di Biraghi (81'). La Fiorentina sale a quota 14.

19 dicembre 2020
Fiorentina – Verona 1 – 1

I viola di Cesare Prandelli sono ancora alla ricerca di una vittoria e dei punti necessari per allontanarsi dalla zona retrocessione nel corso di questa 13a giornata della Serie A 2020/21, che vede la squadra impegnata in casa contro il Verona. Il match è segnato però da una partenza in salita per i gigliati: dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, Barreca commette un fallo in area ai danni di Salcedo, regalando così ai mastini un calcio di rigore. A battere è Veloso, che impeccabile supera Dragowski portando il Verona in vantaggio. Trascorrono solamente pochi minuti e il copione torna a ripetersi, anche se questa volta a parti invertite: Gunter atterra Vlahovic in area di rigore; l’attaccante batte il tiro dal dischetto e trasforma, riportando il risultato sull’1 a 1. Il primo tempo e la ripresa trascorrono senza grandi emozioni, con entrambe le squadre poco propositive e incapaci di costruire occasioni davvero interessanti. Gli unici a rendersi pericolosi sono Lazovic e Milenkovic, senza comunque riuscire ad incidere sul risultato finale. Così, Fiorentina – Verona si conclude con il punteggio fermo sull’1 a 1.

16 dicembre 2020
Fiorentina – Sassuolo 1 – 1

Fiorentina e Sassuolo pareggiano 1-1 nella sfida valevole per la dodicesima giornata di Serie A. La squadra di Roberto De Zerbi va in vantaggio con Traoré, poi i gigliati di Prandelli trovano il pari con un calcio di rigore di Vlahovic accordato per fallo di Locatelli ai danni di Ribery. Traoré la sblocca al 13' su assist di Berardi, supera Milenkovic e la insacca a tu per tu con Dragowski. La reazione dei viola arriva al 35': Locatelli ferma Ribery in area di rigore e commette fallo: Vlahovic spiazza Consigli dagli 11 metri ristabilendo l'equilibrio. Nella ripresa, la sfida si accende e le due formazioni si affrontano a viso aperto: Obiang sfiora il gol al 54', poi Consigli salva su Castrovilli. Dopo una girandola di cambi, nel finale della gara, Ribery ha la chance della vittoria ma la conclusione del francese non supera la traversa.

13 dicembre 2020
Atalanta – Fiorentina 3 – 0

L'Atalanta di mister Gasp batte la Fiorentina nell'incontro valido per l'undicesima giornata di campionato con un tris di reti firmato Gosens, Malinovskyi e Toloi. I padroni di casa si rendono subito offensivi, Zapata fa fare gli straordinari a Dragowski con un'incornata. Le occasioni da gol sono tante, tutte create dall'Atalanta, che passa al 44' con Gosens al termine di un'azione iniziata da Zapata. La Fiorentina cerca di opporsi, ma l'Atalanta appare insaziabile: Malinovskiy da 20 metri spiazza Dragowski per il 2-0. I viola incassano, poi, pochi minuti dopo, subiscono anche il terzo gol firmato Toloi su assist di Djimsiti (63'). Nel finale, Barreca impegna Gollini, ma il risultato non si schioda. Un finale degno di un match a tinte nerazzurre.

7 dicembre 2020
Fiorentina – Genoa 1 – 1

Fiorentina e Genoa si spartiscono il bottino nella sfida valida per la decima di Serie A 2020/2021. 1-1 il risultato definitivo, con la formazione di casa che rimonta nel finale grazie a Milenkovic che acciuffa il pari dopo il gol del vantaggio iniziale di Pjaca. Bonaventura si vede annullare un gol al Var. Il primo tempo del match è quasi soporifero, mentre la ripresa è esaltante e ricca di opportunità da gol. Al 17', è il Genoa ad avere la prima chance della serata con Scamacca, il quale serve Sturaro il cui tiro viene deviato da Dragowski. Al 30', Castrovilli pesca Ribéry, ma il tiro del francese è impreciso. Sul fronte opposto, Scamacca manca un'ottima occasione di testa. Dopo un primo tempo deludente, nella ripresa arriva la beffa: Borja Valero perde palla a centrocampo e Pjaca sorprende Dragowski. Confusione viola, Dragowski salva su Destro, poi, dopo circa 8 minuti di recupero, Milenkovic acciuffa il pari. Primo punto per Prandelli che consente alla Fiorentina di interrompere la scia negativa di sconfitte (2).

29 novembre 2020
Milan – Fiorentina 2 – 0

Nuova disfatta per i viola di Cesare Prandelli, che nella 9a giornata della Serie A 2020/2021 scendo in campo al Giuseppe Meazza per sfidare il Milan capolista, alla ricerca della prima vittoria della stagione in trasferta, sebbene invano. Nel primo tempo, i rossoneri dominano il campo, rispondendo senza troppe difficoltà ai timidi tentativi di attacco della formazione gigliata, pure protagonista di una buona partenza. Al 17', i padroni di casa trovano il gol del vantaggio grazie al capitano Romagnoli, autore di un gol su colpo di testa anche grazie al prezioso assist di Kessie. Pochi minuti più tardi, la formazione viola crea l’unica vera occasione della partita, con Ribery che serve una perfetta palla gol a Vlahovic, autore di un potente tiro di destro che, intercettato solo in parte da Donnarumma, centra il palo. Al 27', è quindi la volta di Kessie, che batte un calcio di rigore per il Milan, assegnato dopo il fallo in area di Pezzella su Saelemaekers. L’ivoriano trasforma il tiro dal dischetto, consegnando ai suoi la rete del 2 a 0. Nella ripresa, la gara si dipana senza ulteriori colpi di scena, con un Milan impegnato nel difendere il risultato e una Fiorentina incapace di rendersi davvero pericolosa per gli avversari. La partita si conclude così con la vittoria dei meneghini per 2 a 0. La Fiorentina resta così ferma a quota 8 punti, a solo 3 lunghezze di distanza dalla zona retrocessione.

22 novembre 2020
Fiorentina – Benevento 0 – 1

Disfatta casalinga per la Fiorentina contro il Benevento nella sfida valida per l'ottava giornata di Serie A, la prima con Cesare Prandelli sulla panchina viola. Un match da dimenticare per la formazione di Firenze, che oltre alla sconfitta deve fare i contri con l'infortunio di Ribery, costretto a uscire dal campo durante la partita. I padroni di casa partono meglio a inizio gara, prendono possesso della metà campo avversaria, ma i campani sono molto abili a chiudere gli spazi. La prima e unica conclusione dei gigliati nel primo tempo è un sinistro di Biraghi che termina alto. In più occasioni, Ribery si trova in una situazione favorevole nell'uno contro uno, ma fatica a saltare gli avversari. Nel primo tempo non succede nulla di particolarmente emozionante, poi Ribery deve abbandonare il campo prima dell'intervallo per problemi muscolari. Al 7' della ripresa, gli undici di Inzaghi passano con un rasoterra vincente del nuovo entrato Insigne, che recupera una palla controllata male da Biraghi su rilancio di Dragowski. 1-0 per gli Stregoni. Il Benevento si galvanizza e continua ad attaccare, Moncini tenta la conclusione ma viene ribattuto da Pezzella, poi, al 34', un altro errore di Biraghi permette a Insigne di calciare, ma il sinistro dell'attaccante giallorosso termina largo. Punizione di Lapadula, Dragowski devia in angolo, poi la Fiorentina costruisce l'unica azione degna di nota della serata: tocco al bacio del nuovo entrato Borja Valero per Vlahovic, ma il tacco del serbo viene respinto da Montipò. L'arbitro assegna sei minuti di recupero, durante i quali Lapadula spara alto in contropiede. Il Benevento espugna il Franchi per 1-0.

7 novembre 2020
Parma – Fiorentina 0 – 0

Termina a reti inviolate la gara tra Fiorentina e Parma valevole per il settimo turno di Serie A. Di Ribery e Kouamé i tentativi per la formazione viola, mentre Gervinho non trova fortuna sulle ripartenze. Nella ripresa, Sepe neutralizza il tentativo di Biraghi, poi ancora chance per Gervinho, ma senza successo. Vano anche il tentativo di Pezzella in ripartenza. Ribery ci prova inserendosi alle spalle della difesa parmense, dribbla gli avversari ma calcia troppo centrale. Kouamé spara alto subito dopo. Le due squadre non riescono a costruire azioni offensive: ci provano Amrabat, Kucka, Bruno Alves e Lirola, ma il risultato non cambia. Al Tardini finisce 0-0 tra Parma e Fiorentina.

01 novembre 2020
Roma – Fiorentina 2 – 0

Tre punti per la squadra di Fonseca che batte la Fiorentina nella gara valida per il sesto turno di Serie A. Una rete per tempo e una vittoria giallorossa che nega il sorpasso alla formazione di Iachini e permette alla Roma di agganciare Inter e Napoli a quota 11. A inizio partita è Castrovilli a rendersi offensivo in più occasioni, ma il risultato lo sblocca Spinazzola al 12', quando batte Dragowski favorito dalla posizione imprecisa della coppia Milenkovic-Martinez. Dzeko sfiora il raddoppio di ginocchio, poi Pedro fa lo stesso con un sinistro che termina di poco a lato. Altro tentativo di Dzeko, questa volta murato da un'eccezionale parata di Dragowski, che continua a dare sfoggio delle sue abilità neutralizzando anche Karsdorp e Mkhitaryan. Iachini tenta dei cambi per trovare il pareggio, ma il raddoppio dei padroni di casa non tarda ad arrivare: al 70', Dzeko serve Mkhitaryan che lancia Pedro verso la porta che segna il 2-0. Nei minuti finali viene espulso Martinez per un brutto fallo su Dzeko. Sfuma il sorpasso in classifica per la Fiorentina che, in trasferta, sembra faticare non poco.

25 ottobre 2020
Fiorentina – Udinese 3 – 2

Un Castrovilli sbocciato definitivamente dona 3 punti alla sua Fiorentina. Per lui 2 gol e un assist che servono a domare un Udinese in forma e particolarmente combattiva. Le marcature si aprono all’ 11’ con Castrovilli che realizza servito ottimamente da Biraghi, dopo la costruzione di una grande azione sull’asse Bonaventura-Callejon. Il numero 10 dei viola mette poi un pallone liftato per Milenkovic che di testa mette il 2 a 0. in chiusura di primo tempo Okaka segna il 2 a 1, anche lui di testa. La Fiorentina però continua a costruire e oggi schiera in campo un calciatore davvero incontenibile: servito ancora da Biraghi il bomber Castrovilli controlla e mette dentro un bel destro a giro. Sul finale ancora Okaka fa valere i suoi centimetri e segna, ancora di testa, il gol del definitivo 3 a 2. Sono 3 punti d’oro per la Fiorentina che si piazza al decimo posto, realizza la seconda vittoria in campionato e comincia a vedersi di nuovo coperta sulla fascia destra dove Callejon ha il duro compito di non far rimpiangere l’addio di Federico Chiesa.

18 ottobre 2020
Spezia – Fiorentina 2 – 2

La Fiorentina va a Cesena per giocare contro lo Spezia, l’idea è quella di approfittare di una partita relativamente abbordabile per riprendersi da due ko consecutivi. Il piano comincia subito piuttosto bene con Pezzella che gira in porta di testa un cross di Biraghi. 1 a 0 al secondo minuto. Nemmeno il tempo di esultare che la viola raddoppia: Lirola mette dal fondo e Biraghi insacca di precisione. Nemmeno 5 minuti e lo Spezia è sotto di due. Ma al 39’ Verde sfrutta l’errore di Caceres, che buca una chiusura clamorosa, e l’esterno si trova libero davanti al portiere. Nel secondo tempo è ancora lo Spezia che attacca. Farias prima divora il pareggio, poi lo realizza al 75’ con un preciso diagonale. Al 93’ Nzola avrebbe l’incredibile opportunità del 3 a 2, ma l’attaccante spreca clamorosamente. Una Fiorentina quindi graziata dagli avversari, poco consistente a dispetto di una rosa preziosa che avrebbe i numeri per fare benissimo in campionato. C’è tanto lavoro da fare per Iachini.

2 ottobre 2020
Fiorentina – Sampdoria 1 – 2

Prova sottotono per i viola di Giuseppe Iachini che nel match dell’anticipo della 3a di campionato disputato all’Artemio Franchi contro la Samp non riescono ad incidere, finendo con l’essere superati da una formazione blucerchiata alla sua prima vittoria stagionale. Il apertura di partita, i viola dimostrano una buona dose di determinazione, incalzando gli avversari e costringendoli nella loro metà campo; a partire dal 20', però, la Samp sembra sbloccarsi, con un attacco capace di prendere in mano il match e dar vita a molte occasioni pericolose. Il gol del vantaggio per gli ospiti arriva a pochi minuti dalla conclusione del primo tempo, con Quagliarella che batte un tiro dal dischetto – su fallo di Ceccherini in area – superando la difesa di Dragowski. Nella ripresa, i gigliati centrano, quasi fortunosamente, il gol del pareggio con Vlahovic, autore di un tiro di sinistro su assist di Milenkovic. A chiudere la gara ci pensa però Verre, che all’83' sigla la marcatura della vittoria per gli ospiti, con uno spettacolare tiro a cucchiaio. Negli ultimi secondo di gioco, Chiesa trova una conclusione pericolosissima, ma c’entra in pieno il palo. Fiorentina – Sampdoria si conclude così con la vittoria della formazione di Claudio Ranieri.

26 settembre 2020
Inter – Fiorentina 4 – 3

Definizione di partita pazza: Inter – Fiorentina 4 a 3. Tutto comincia al 3’ quando un cross dalla tre quarti trova spiazzata la difesa interista, Bonaventura e Kouame scambiano e quest’ultimo porta in vantaggio i suoi. Koume potrebbe addirittura raddoppia a metà del primo tempo grazie a un assist di un fenomenale Ribery, peccato che sprechi malamente. Gol sbagliato gol subito, a fine primo tempo Lautaro castiga i viola con un destro preciso dal limite. Al 52’ è ancora lui a provocare il sorpasso dell’Inter con l’aiuto dell’autogol di Ceccherini. Poi Ribery si mette a inventare calcio come un professore in mezzo al campo. Prima Castrovilli al 57’, poi Chiesa al 63’, entrambi serviti dal francese. Conte però non ci sta e fa entrare in 10 minuti Sensi, Hakimi, Vidal, Nainggolan e Sanchez. Nel frattempo Iachini tira fuori Chiesa e Ribery. Accade l’irreparabile: gol di Lukaku all’87’ e di D’Ambrosio all’89’. La Fiorentina perde pur giocando bene, forse meglio. C’è da essere speranzosi, accettando che certe squadre hanno una rosa ancora molto superiore.

2 agosto 2020
Spal – Fiorentina 1 – 3

La Fiorentina vince a Ferrara per 3-1, in occasione della sfida valida per la trentottesima e ultima di Serie A. Entrambe le formazioni hanno poco da chiedere in questi ultimi 90 minuti: i padroni di casa sono già retrocessi in Serie B, mentre i viola sono comodi a metà classifica. In avvio di gara, i padroni di casa vanno subito sotto dopo una traversa di Fares da 20 metri: assist al bacio di Chiesa per Duncan che sorprende Thiam sul primo palo per l'1-0. Dieci minuti dopo, gli spallini pareggianocon una giocata di Valoti che serve D'Alessandro in mezzo che, di piatto, non sbaglia e accorcia. Il secondo tempo inizia con più occasioni per i gigliati: Pulgar ci prova, seguono i tentativi di Agudelo e Vlahovic, ma la formazione di Iachini non trova il gol. La gara sembra destinata a terminare il parità, le squadre rallentano, complice anche il grande calco, poi, all'89', i viola sorpassano gli spallini con Kouamé che stacca sul primo palo da calcio d'angolo. Al 93', sono sempre i viola a ottenere un penalty che Pulgar non ha problemi a trasformare.

29 luglio 2020
Fiorentina – Bologna 4 – 0

Poker di reti per la formazione gigliata, che vince la sfida casalinga contro il Bologna prendendo in mano le redini della gara sin da subito, anche se gli ospiti sono i primi a rendersi pericolosi nella prima parte della gara. Dominguez ci prova al volo, ma Terraciano respinge in angolo, poi Sansone sfiora il gol e, alla mezzora, il Bologna continua a costruire occasioni con Barrow che sfonda, mette in mezzo per Dominguez che spara alto sopra la traversa. Il secondo tempo è un Chiesa show: l’attaccante viola segna due gol in 7 minuti, prima con una conclusione deviata da Medel, poi raccogliendo una palla su una ribattuta del portiere rossoblu. Mihajlovic rivoluziona il centrocampo, poi, al 74’, arriva il tris ad opera di Milenkovic che controlla e scarica bruciando Skorupski. Il gol spazza via le ultime resistenze del Bologna che si arrende ai gigliati, poi Chiesa trova il tempo di centrare il suo terzo gol con un tiro a giro.

26 luglio 2020
Roma – Fiorentina 2 – 1

Appuntamento allo Stadio Olimpico contro i giallorossi per i viola di Iachini, che forti dei 43 punti conquistati fino a questo momento scendono in campo consapevoli di aver già ampiamente centrato l’obiettivo della salvezza. Nel primo tempo le due squadre danno vita ad un buon testa a testa, con occasioni interessanti da entrambe le parti, con un Kouame pericoloso e un Mancini che sfiora il gol al 42'. A pochi minuti dall’intervallo, Lirola commette fallo su Bruno Peres consegnando ai padroni di casa un calcio di rigore. A battere dal dischetto è Veretout, che spiazza senza difficoltà Terracciano consegnando ai suoi il punto del vantaggio. Nella ripresa, i viola trovano il pareggio al 54', con una brillante prova di Milenkovic, che realizza di testa sfruttando la distrazione di Diawara e beffando Pau Lopez. Il colpo di scena arriva nel finale: all’85', il direttore di gara fischia ancora una volta un rigore per la Roma, questa volta per intervento falloso di Terracciano su Dzeko. A battere è nuovamente Veretout, che trasforma anche questo tiro dal dischetto, portando il risultato finale sul 2 a 1 in favore del club capitolino.

22 luglio 2020
Inter – Fiorentina 0 – 0

Pareggio a reti bianche per Inter e Fiorentina nella 16esima di ritorno di Serie A, disputata a San Siro. Per i nerazzurri, la partita la fanno i pali centrati da Lukaku e Alexis Sanchez. In avvio di partita Lukaku impegna subito Terraciano, ma il portiere blocca e nega al belga la chance di portare in vantaggio i suoi diverse volte. Lukako ritenta su cross di Eriksen, questa volta supera il portiere gigliato, ma il vantaggio sfuma sul palo. Verso la fine del primo tempo, Dalbert para una conclusione di Ashley Young deviandola in angolo. Dopo l'intervallo, gol di Candreva annullato per fuorigioco e secondo palo per la squadra di Conte con un rasoterra di Sanchez. I viola ci provano in contropiede con Ribery per Castrovilli, ma il tiro del centrocampista gigliato è troppo debole. Al 79', su un tiro di Lirola è bravissimo Handanovic a respingere con una grande parata. Nonostante i cinque minuti di recupero previsti, il match non si sblocca e termina 0-0.

19 luglio 2020
Fiorentina – Torino 2 – 0

Ennesima prestazione da dimenticare per il Toro di Longo, che mette in fila la diciannovesima sconfitta. La Fiorentina dimostra la sua superiorità indiscussa contro i granata, che invece devono dimenticare un'intera stagione di disastri. La partita, disputata a Firenze in occasione del 34esimo turno di campionato, termina 2-0, con i viola che si portano subito in vantaggio su una conclusione di Kouame che viene appoggiata in rete da Lyanco. I granata sono in balia del solito Ribery, l'attaccante francese si rende offensivo in ogni azione che costruisce. Belotti avrebbe l'occasione di accorciare le distanze per la formazione granata, ma il suo tiro si infrange contro il palo. Al 75', sempre sugli sviluppi di un'azione firmata Ribery, Cutrone punisce il Toro con il gol del raddoppio. I gigliati festeggiano il 2-0 e la salvezza aritmetica, mentre il Toro dovrà dimenticare l'ennesimo numero da vergogna.

15 luglio 2020
Lecce – Fiorentina 1 – 3

Prova eccellente per i gigliati allo Stadio Via del Mare nella 33a giornata della Serie A 2019/2020: i ragazzi di Iachini scendono in campo con un piglio determinato e aggressivo, pronti a chiudere la pratica con i lupi salentini già nei primi minuti di gioco e a guadagnare i punti utili a cementare la propria salvezza. Rispetto alla formazione vista contro il Verona, i viola defono rinunciare alla presenza di Dragowski, sostituito in porta da Terracciano, mentre in mediana torna Duncan a prendere il posto di Castrovilli. Attacco con Cutrone, ai cui lati vengono schierati Chiesa e Ribery. In avvio di partita, la Fiorentina mostra subito i denti, mettendo alle strette i padroni di casa e passando in vantaggio dopo appena 6 minuti dal fischio d’inizio: Cutrone sfrutta l’errore di Rispoli per portarsi in area, quindi serva una palla gol a Chiesa che con un potente tiro di destro supera Gabriel e consegna ai suoi il punto dell’1 a 0. All’11’, i viola sfiorano il raddoppio con il tiro dal dischetto battuto da Pulgar, che tuttavia non riesce a sorprendere il portiere salentino. Il Lecce cerca di sfruttare la ritrovata fiducia per passare all’attacco, ma invano. Sul finire del primo tempo, gli ospiti tornano a realizzare, prima con Ghezzal e, in rapida successione, anche con Cutrone, portando così i gigliati in vantaggio per 3 reti a 0. La ripresa scorre senza grandi colpi di scena, con una Fiorentina più interessata a proteggere il risultato che a creare un’ulteriore occasioni e un Lecce in profondo affanno. All’88’, arriva il gol della bandiera per i padroni di casa, con Shakhov abile nello sfruttare il cross dal fondo di Vera per bucare la difesa di Terracciano. Il match Lecce – Fiorentina si conclude sul 3 a 1 a favore degli ospiti: la vittoria consegna al club viola un +3 che cementa la posizione in classifica della squadra, per una salvezza ormai assolutamente certa.

12 luglio 2020
Fiorentina – Verona 1 – 1

Nuovo match all’Artemio Franchi per i viola, che dopo il pareggio domestico contro il Cagliari tornano a scendere in campo con gli scaligeri: per la Fiorentina, ferma a metà classifica con 35 punti, l’obiettivo è quello di consolidare l’obiettivo salvezza, mentre gli avversari, reduci dalla buona prova contro l’Inter, continuano ad inseguire il sogno Europa League dall’alto dei loro 43 punti. Iachini deve rinunciare alla presenza in campo dello squalificato Duncan e sceglie di schierare un tridente d’attacco formato da Sottil, Kouame e Ribery, lasciando Chiesa in panchina. Gli ospiti trovano il gol del vantaggio al 18', con l’ottima prova di Faraoni, che supera la difesa di Dragowski con un destro al volo in mezza rovesciata, consegnando al Verona la rete dell’1 a 0. Gli scaligeri mantengono con successo il loro vantaggio per l’intera durata del match, pregustando la vittoria in casa dei viola; poi, durante il sesto minuto di recupero del secondo tempo, arriva il colpo di scena, con Cutrone che segna un gol in extremis su assist di Chiesa portando il risultato finale sull’1 a 1. A fine giornata, la Fiorentina si aggiudica un punto, mantenendosi così a +7 sul Lecce terzultimo classificato.

8 luglio 2020
Fiorentina – Cagliari 0 – 0

Sfida domestica contro il Cagliari per i viola di Iachini nella 31a giornata di campionato: la formazione dei gigliati deve rinunciare a Pezzella, che sconta un turno di squalifica, mentre in attacco, schierati sin dal primo minuto, ci sono Vlahovic, Ribery e Chiesa. La Fiorentina è alla ricerca dei punti classifica necessari per cementare la salvezza, raggiungendo la soglia psicologica dei 40 punti. In avvio di partita, sono i casteddu a dimostrarsi più propositivi: la squadra di Zenga sfiora il gol del vantaggio a pochi secondi dal fischio d'inizio, con Nainggolan che tenta un tiro dal limite mancando la porta viola di poco. Al 6', Simeone supera la difesa di Dragowski, ma il suo gol viene annullato per fuorigioco. Nella parte finale del primo tempo, Fiorentina più attiva in attacco, con Duncan che c'entra il palo rossoblu e poi con Ribery autore di una conclusione perfetta, bloccata con maestria da Cragno. Nella ripresa, è ancora una volta il Cagliari a dominare i primi minuti di gioco, questa volta con Nandez, che in appena 60 secondi per ben 2 volte minaccia la porta viola e, per ben due volte, trova la pronta reazione di Dragowski e salvare la situazione. Il match si conclude senza colpi di scena particolari, salvo la buona prova di Kouame, che torna in campo dopo una lunga assenza per infortunio, compiendo il suo debutto ufficiale con la maglia viola. Fiorentina – Cagliari termina con un pareggio a reti inviolate, che consegna comunque alla squadra di Iachini il punto utile per raggiungere quota 40.

5 luglio 2020
Parma – Fiorentina 1 – 2

La decidono i rigori, ben 3 in una gara che non è mancata di riservare emozioni. La Fiorentina ha meritato di vincere in virtù di un maggior numero di occasioni a proprio favore. Ma sarebbe potuto arrivare anche un pareggio. I viola possono dirsi felici di essersi allontanati dai pantani della zona retrocessione, ma certo non soddisfatti di come sta andando questa stagione. A Parma l’inizio è buono, Venuti prende una traversa al 12’, poi rigore per la viola al 19’. Lo tira Erick Pulgar che segna. Poco dopo c’è un fallo di mano dubbio di un difensore ducale su colpo di testa di Pezzella, la var assegna un altro rigore. Sempre Pulgar, sempre gol, 2 a 0 per la Fiorentina al 31’. Al rientro delle formazioni in campo dopo il primo tempo l’arbitro Abisso fischia subito rigore per il Parma, che Kucka realizza al 49’. A questo punto fioccano occasioni da una parte e dall’altra: una punizione di Bruno Alves al 57’, Cutrone e Castrovilli intorno al 70’, Sottil praticamente sul finale. Ma il match rimane sul 2 a 1, la Fiorentina ora è a 5 punti di distanza proprio dal Parma.

1 luglio 2020
Fiorentina – Sassuolo 1 – 3

Nella decima giornata di ritorno del campionato di Serie A, i viola volano a picco disputando una partita da dimenticare tra distrazioni e un pizzico di sfortuna. Tra confusione e un palo fatale, la formazione gigliata affonda in classifica, a soli sei punti dalla terzultima classificata, il Lecce.

Il Sassuolo si dimostra nettamente superiore in campo, veloce e fatale sulle ripartenze. La squadra di Iachini è chiaramente sfortunata, Pezzella colpisce il secondo palo, ma commette molti errori che influenzano fortemente l'esito del match. Nulla da salvare in una serata del tutto storta per la squadra gigliata, ad eccezione di Ribéry, che tenta di innescare i suoi compagni con i suoi assist, ma senza alcun successo e capitan Pezzella che ci prova in tutti i modi. Unica ma debole consolazione è la prima rete di Cutrone in campionato con la maglia viola.

27 giugno 2020
Lazio – Fiorentina 2 – 1

È una partita amara quest’ultima contro la Lazio, e non solo per il fatto che la Fiorentina esce di nuovo sconfitta dal campo. Il motivo principale è anche l’unica gioia del sabato, il gol di Ribery. Un gioiello, un gol raro, che fa pensare a che stagione sarebbe stata se il francese non si fosse infortunato. Poi una traversa di Ghezzal e varie opportunità sprecate che dimostrano come alla viola sia sempre mancata la giusta freddezza. E infine, in vantaggio per 1 a 0, il rigore concesso per fallo del portiere su Caicedo, in realtà simulazione: una beffa, aggravata dal var. La Fiorentina così si è sciolta e ha finito per subire anche un altro gol, stavolta realizzato da Luis Alberto all’83’. Arriva così una nuova sconfitta, l’ennesima, per la Fiorentina. Stavolta fa ancora più male al morale.

22 giugno 2020
Fiorentina – Brescia 1 – 1

Sfida in casa contro le rondinelle del Brescia per i viola, alla ricerca di una vittoria domestica da ben 9 giornate. Il match contro la Leonessa disputato all’Artemio Franchi segna la ripresa ufficiale del campionato di Serie A, dopo la lunga sospensione delle gare causata dall’emergenza COVID-19.

La sfida, caratterizzata da ritmi crescenti e da una buona prova di entrambe le formazioni, prende il via al 17', quando gli ospiti si portano in vantaggio grazie al calcio di rigore battuto da Donnarumma, che spiazza Dragowski consegnando ai suoi il punto dell’1 a 0. La risposta della Fiorentina non tarda però ad arrivare: al 29', Pezzella rifila un brillante gol di testa su assist di Pulgar a Joronen, riportando il risultato sulla parità.

Nel secondo tempo, sono soprattutto i viola a creare occasioni spingendosi in area con Chiesa, Vlahovic, Lirola e Pezzella, senza tuttavia riuscire a realizzare ulteriori reti. Il match si conclude così sull’1 a 1.

8 marzo 2020
Udinese – Fiorentina 0 – 0

Il match dell’8 marzo 2020 tra Udinese e Fiorentina si gioca presso la Dacia Arena di Udine, senza la presenza del pubblico, in osservanza delle misure di sicurezza adottate per contrastare la diffusione del Coronavirus. La sfida vede la compagine bianconera e quella viola tornare a scendere in campo dopo uno stop di 15 giorni: i ritmi della gara si rivelano particolarmente lenti sin dai primi minuti di gioco, nonostante alcune buone occasioni per l’Udinese, con Mandragora e Okaka che sfiorano la rete del vantaggio. Sul finire del primo tempo, la Fiorentina sembra finalmente riuscire a passare in attacco, con i tiri in porta di Duncan e Milenkovic, che tuttavia c’entra il palo della porta bianconera. La ripresa scorre senza emozioni particolari e così, al triplice fischio dell’arbitro, il match termina sul pareggio per 0 a 0.

La Fiorentina conclude la 26esima giornata di campionato conquistando un singolo punto, raggiungendo quota 30 e rimanendo stabile al tredicesimo posto.