Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Risultati Lazio

Tutti i risultati della Lazio in massima serie, con resoconti dei singoli match, punteggio finale delle partite, autori delle reti, eventi salienti delle gare e tanto altro ancora: in questa sezione di SNAI, trovi raccolte la sintesi di tutta la stagione dei biancocelesti, raccontata giornata per giornata.

Così, potrai rimanere sempre aggiornato sull'esito delle ultime sfide che hanno visto protagoniste le aquile, ma anche ricostruire in modo semplice e veloce tutto il percorso in campionato del club nella stagione attualmente in corso. Scopri quali formazioni hanno messo in difficoltà il club capitolino negli incontri di andata, il livello della performance offerta dalla squadra nella precedente giornata, i prossimi titolari e il nome di diffidati, squalificati e infortunati. Affina i tuoi pronostici: con SNAI, mettere a segno giocate vincenti sull'esito dei big match della Serie A è semplice, veloce e divertente!

26 maggio 2024
Lazio - Sassuolo 1 - 1

Nell'ultima giornata di Serie A, Lazio e Sassuolo si sfidano in una partita che si conclude con un pareggio per 1-1. Il primo tempo non è particolarmente vivace, ma la Lazio ha registrato una grande occasione. Gila si improvvisa rifinitore e serve una palla perfetta per Hysaj, che però colpisce goffamente Cragno. Il Sassuolo cerca di chiudere gli spazi e ripartire in contropiede, ma senza creare veri pericoli. Al 30', la formazione capitolina ha la più ghiotta occasione del primo tempo: Cragno, ancora protagonista, interviene su Kamada, che si era inserito bene cercando di finalizzare un triangolo con Pellegrini e Rovella. Al 60', Zaccagni sblocca il risultato con una punizione, grazie anche a un errore di Cragno che manca l'intervento sul tiro dell'ex Verona. La Lazio sembra avere la partita in pugno, ma subito dopo arriva la doccia fredda: al 65', Viti segna per il Sassuolo sugli sviluppi di un calcio piazzato, approfittando di un errore di Romagnoli, che di testa serve involontariamente l'avversario. Tudor decide di giocarsi la carta dei pesi massimi, inserendo Immobile nel finale, che sfiora il gol a 10 minuti dalla fine. Anche i cambi del Sassuolo si rivelano pericolosi: Laurienté entra bene e quasi sorprende la Lazio in contropiede. Il match si chiude con il risultato di 1-1.

19 maggio 2024
Inter - Lazio 1 - 1

Un'amara delusione per la Lazio, impegnata nella lotta per il sesto posto con la Roma, mentre l'Inter è riuscita a evitare la sconfitta proprio prima di festeggiare lo scudetto. Subito dopo al Meazza, il capitano Lautaro Martinez ha sollevato la coppa del Tricolore, seguito dal concerto di Ligabue e Tananai. L'Inter ha mostrato ancora una volta il proprio strapotere tecnico e tattico, girando con il motore un po' meno tirato del solito, ma anche la volontà di fare gol sempre e comunque, lottando su ogni pallone vagante in attacco e in difesa, come ha dimostrato l'intervento di Pavard su Castellanos lanciato a rete. Prima del gol di Kamada al 32', infatti, Dimarco ha ingaggiato un duello a distanza con Provedel esaltando riflessi e colpo di reni del portiere biancoceleste, bravo anche su Barella nella ripresa e salvato dal palo sul colpo di testa di Martinez dopo un'ora di gioco. La giocata giusta per l'Inter però è arrivata solo a due minuti dalla fine con Dumfries che, pescato in area da palla inattiva con Sanchez, ha insaccato di testa la rete del pareggio che ha dato il "la" alla festa nerazzurra con la coppa e il concertone. Per la Lazio di Tudor, il punto ottenuto complica i piani: con la contemporanea vittoria della Roma, il sesto posto è ormai compromesso e ora la squadra è costretta a lottare con la Fiorentina per il settimo posto.

12 maggio 2024
Lazio - Empoli 2 - 0

Quarta vittoria consecutiva per la squadra di Tudor, che sta volta è riuscita ad avere la meglio sull'Empoli tra le porte dell'Olimpico. Il primo tempo vede entrambe le formazioni giocare a ritmi alti e intensi, creando numerose occasioni per passare in vantaggio. Sono i padroni di casa a sbloccare il punteggio al 45+3', grazie ad un angolo battuto da Zaccagni verso il centro dell'area, che trova Patric pronto a sfruttare un errore difensivo avversario per spingere la sfera in rete. Gli uomini di Nicola hanno avuto molte opportunità di segnare, dovute specialmente ad incomprensioni tra i difensori biancocelesti, come il tentativo di Bastoni al ventesimo che sfiora di pochissimo la traversa di Mandas. Nella ripresa, i padroni di casa sono ancora più agguerriti nel mantenere un certo distacco dalla formazione toscana, con chance interessanti da parte di Vecino e una grande prestazione del portiere casalingo tra i pali. Al minuto 89, l'Empoli deve abbandonare l'idea di un recupero finale dopo il raddoppio firmato da Vecino: Pedro riceve palla e serve in orizzontale l'inserimento dell'argentino in area, al quale basta poco per incrociare la sfera di destro in porta. La Lazio vola così a quota 59, proseguendo la sua corsa per la prossima Champions League.

4 maggio 2024
Monza - Lazio 2 - 2

I brianzoli del Monza frenano la corsa alla Champion della squadra di Tudor, interrotta dopo tre vittorie consecutive e impossibilitata a superare la Dea in classifica. La Lazio rimane così al settimo posto e a tre lunghezze di distacco dalla quinta posizione occupata dalla Roma. I padroni di casa ottengono, invece, il secondo pareggio di fila, portandosi a quota 45 ma senza riuscire ad agganciare il Toro al decimo posto. La formazione biancoceleste si è trovata in vantaggio per due volte, ma in entrambe il Monza è stato in grado di azzerare le distanze pareggiando. Partono forte proprio i biancorossi, sfiorando il gol con Djuric nei primi istanti del match, ma sono gli ospiti a sbloccare per primi il risultato: cross di Kamada al centro dell'area, accolto alla perfezione da Immobile che senza pensarci deposita il pallone in porta. I brianzoli reagiscono con i tentativi di testa realizzati da Carboni e Bondo, entrambi senza successo. Nella ripresa, il Monza continua a spingere con un'azione individuale di Colpani, ma alla fine trova il pareggio grazie a Djuric al 73' che ha sfruttato molto bene un colpo di testa di Pessina, inizialmente respinto da Mandas, per avventarsi sul rimpallo e trovare il gol. Dieci minuti più tardi, un errore madornale di Donati nel passaggio del pallone a Akpa Akrpo, consente a Vecino di segnare il secondo vantaggio laziale. Nonostante la chiusura in difesa dei biancocelesti, i padroni di casa sono riusciti ad azzera nuovamente i conti nei minuti di recupero, con un'incornata di Djuric su cross di Pessina.

27 aprile 2024
Lazio - Verona 1 - 0

È l'Olimpico di Roma ad ospitare il match di ritorno tra Lazio e Verona, valido per la 34esima giornata di Serie A. I blucelesti arrivano da due successi consecutivi e puntano alle zone europee, mentre i gialloblu sono alla ricerca di punti preziosi per la permanenza in massima serie. Il primo tempo si gioca a ritmi discreti ma con poche occasioni pericolose nelle aree piccole di entrambe le metà campo. Al minuto 19 i padroni di casa tentato un sorpasso nel punteggio parziale, con un piattone di Isaksen verso il secondo palo su calcio d'angolo battuto da Luis Alberto, ma Montipò si fa trovare pronto a deviare con il piede. Quindici minuti dopo è il turno dell'Hellas, che prova una sponda per Swiderski da solo davanti alla porta sguarnita, ma incapace di depositare il pallone in rete. A tre minuti dalla ripresa, Felipe Anderson aggancia un corner preciso dal compagno e fa partire un missile destro che, però, si stampa sulla traversa ospite. Dal sessantesimo in poi, la formazione di Tudor si sposta in zona offensiva e aumenta il ritmo di gioco, con spunti interessanti di Patric, Kamada e Guendouzi, tutti terminati fuori dalla porta o respinti dalla difesa veneta. Il risultato viene finalmente sbloccato da Zaccagni al minuto 72, bravo a triangolare in area di rigore con Luis Alberto e a sconfiggere Montipo sul primo palo. L'Hellas rischia tutto negli ultimi minuti per provare a conquistare il pareggio, ma il muro biancoceleste non glielo permette. Al triplice fischio finale, l'esito è fermo sull'1-0 a favore della Lazio che si intasca i 3 punti preziosi.

19 aprile 2024
Genoa - Lazio 0 - 1

La Lazio di Tudor continua a collezionare successi, cercando di uscire dal periodo buio durato fino a qualche giornata fa. Questa volta le vittime sono state i liguri del Genoa, che non sono riusciti a sfondare la porta biancoceleste durante i 94 minuti di gioco. I padroni di casa tentano subito un sorpasso al 13', con un cross alto di Strootman diretto verso Gudmundsson, poi accolto da Retegui in area, che non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Gli ospiti rispondono con uno spunto di Felipe Anderson al 27', ma il suo tiro sfiora di poco il palo ed esce fuori. Il primo tempo si conclude a reti inviolate, con poche emozioni e ritmi di gioco piuttosto bassi. Nella ripresa, tenta Luis Alberto con un contropiede in solitaria, prova ad infilare il destro sul secondo palo ma viene respinto dal tuffo di Martinez che devia in angolo. Al minuto 67, i capitolini riescono a sbloccare il punteggio in loro favore: imbucata verticale di Felipe per Kamada che scarica verso Luis Alberto in posizione migliore, il quale sfrutta la scia liberata da Vecino e imbuca il pallone in rete. Da questo momento in poi, la Lazio punta sulla strategia di chiusura difensiva per non rischiare di perdere il vantaggio. Al triplice fischio, i 3 punti vengono assegnati agli uomini di Tudor che scavalcano la Dea al sesto posto in classifica, sperando in un miracolo di fine stagione per agguantare la zona Champions.

12 aprile 2024
Lazio - Salernitana 4 - 1

Poker eccezionale quello sferrato dalla Lazio di Tudor, contro i granata della Salernitana tra le porte dell'Olimpico di Roma. Un risultato che riporta in carreggiata i biancocelesti e alza il morale dei tifosi. I padroni di casa sbloccano subito il punteggio, grazie al missile di Felipe Anderson che rimbalza sul secondo palo e si deposita in rete. Sette minuti dopo, al 14', ci pensa Matias Vecino a raddoppiare il vantaggio sugli sviluppi di un corner: tentativo di Luis Alberto che sbatte sul braccio di Gyomber, ma ancora prima del fischio di rigore, Vecino si avventa sul pallone e lo devia in porta. I granata reagiscono prontamente, dimezzando il distacco con l'incornata di Tchaouna al 16esimo. Le emozioni del primo tempo non si fermano qui, perché a dieci minuti dalla pausa ci pensa la doppietta personale di Felipe Anderson a firmare il tris biancoceleste: un calcio al volo che si stampa nell'incrocio dei pali di Costil. La seconda frazione è ricca di occasioni create dagli ospiti, tutte respinte dal muro difensivo casalingo. Al minuto 87, Isaksen mette fine al match siglando il poker biancoceleste: un destro potente che si infila nell'angolino basso della porta granata. L'esito di 4 a 1 fa tornare il sorriso alla Lazio, che sale al settimo posto continuando la scalata verso le posizioni europee d'interesse.

6 aprile 2024
Roma - Lazio 1 - 0

Il 31esimo turno di Serie A ospita il 183esimo derby più atteso della stagione, quello tra Roma e Lazio all'Olimpico. Il match si apre con il tentativo di Paredes al terzo minuto, con una conclusione dalla lunga distanza che finisce di poco sopra la traversa. Poi ci prova Immobile dopo quattro minuti, servito da Isaksen in contropiede, ma finisce per stampare il pallone sul primo palo e poi fuori dalla rete. I giallorossi provano a costruire con il tridente Angeligno-El Shaarawy-Celik, ma il muro difensivo laziale chiude ogni possibilità di entrata. Al 24' assistiamo ad una doppia chance di Pellegrini, prima deviato da Mandas e poi interrotto per un tocco di mano di El Shaarawy. Il punteggio viene sbloccato dalla Roma al minuto 42, quando un corner diventa un ottimo spunto per Mancini, che da sottoporta spedisce la sfera in rete con una testata. Le squadre vanno in spogliatoio con un risultato parziale che premia i giallorossi casalinghi. Nella ripresa, Castellanos tenta una reazione con un lancio dalla distanza, ma Svilar spegne con facilità. A questo punto, la Roma si chiude in difesa per mantenere il prezioso vantaggio, mentre la Lazio cerca di imbucarsi in qualche spiraglio, ma senza successo. Al triplice fischio, l'esito rimane di 1-0 per la Roma che festeggia i 3 punti e la vittoria del derby.

30 marzo 2024
Lazio - Juventus 1 - 0

I biancocelesti della Lazio registrano un'altra preziosa vittoria in ottica zona europea, questa volta contro la Juventus di Allegri all'Olimpico. Il primo squillo del match arriva con il tentativo di Kamada al quarto minuto, che calcia dalla lunga distanza ma colpisce male il pallone e lo spedisce sul fondo. Poi ci prova Castellanos con una doppia chance tra il 17' e il 20', ma in entrambi i casi trova solo una respinta reattiva della difesa avversaria. Al 41', un ottimo spunto della Juventus parte dalla sinistra fino all'area di rigore, con Rabiot che serve centralmente per Chiesa pronto a calciare, poi bloccato dalle mani di Mandas. Il primo tempo si conclude a reti inviolate, intenso ma senza troppe occasioni interessanti da nessuna delle due parti. La ripresa vede subito un duplice tentativo della formazione bianconera, con Iling Junior che serve Cambiaso al volo, respinto dal portiere casalingo. La palla finisce sul limite dell'area dove viene agganciata da Locatelli, che tenta una conclusione ma viene nuovamente respinto dalla difesa biancoceleste. Al 73', Marusic spreca una ghiotta occasione: Immobile sale verso l'area piccola ospite, poi ripiega su Marusic in posizione migliore che colpisce al volo il pallone, e alla fine ci pensa Bremer a chiudere in corner. Il risultato rimane ghiacciato fino al terzo minuto di recupero finale, quando Guendouzi serve un prezioso pallone in mezzo, dove arriva Marusic di testa che sigla la vittoria della Lazio. Questo esito di 1-0 assegna 3 punti ai capitolini, che ora salgono all'ottavo posto a pari punti con il Toro a quota 44.

16 marzo 2024
Frosinone - Lazio 2 - 3

Il Benito Stirpe è il palcoscenico dello scontro tra Frosinone e Lazio, valido per la 29esima giornata di massima serie. I capitolini hanno bisogno di un successo per spezzare la striscia negativa che va avanti da 5 giornate, mentre i ciociari sono alla ricerca di punti fondamentali per uscire dalla zona retrocessione. Sono i padroni di casa a passare in vantaggio per primi, grazie ad un'incornata di Lirola al 13' che supera Mandas tra i pali. La Lazio risponde dopo una ventina di minuti, con il pareggio firmato dal tiro di prima intenzione di Zaccagni al 38'. Un primo tempo molto acceso, che ha tenuto gli spettatori con il fiato sospeso. Nella ripresa, è il neo entrato Castellanos a conquistare un sorpasso per la sua formazione: un colpo di testa letale su punizione battuta da Luis Alberto. Pochi minuti dopo, arriva la doppietta personale di El Taty, valida come tris biancoceleste: sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Casale tenta una girata poi deviata da un difensore ciociaro, ma Castellanos si fa trovare pronto ad insaccare la sfera con un tap in. Al settantesimo, i gialloblu casalinghi accorciano le distanze con un corner di Gelli, che permette a Cheddira di battere Mandas da distanza ravvicinata. Il Frosinone cerca il pareggio finale, ma la Lazio si chiude in difesa per non far passare nessun tentativo. Al triplice fischio finale, il punteggio è 2-3 a favore dei capitolini, che finalmente registrano un risultato positivo dopo tanto tempo.

11 marzo 2024
Lazio - Udinese 1 - 2

Quarta sconfitta consecutiva per la Lazio di Sarri, che non riesce a superare questo periodo negativo, facendosi sovrastare dall'Udinese sul campo dell'Olimpico. Il primo quarto d'ora di gioco è interamente dominato dai biancocelesti, con un palo colpito da Zaccagni e un ottimo spunto di Luis Alberto. Al 28' ci prova Felipe Anderson servendo un ottimo pallone per Zaccagni che, però, da posizione defilata non riesce a dare la giusta traiettoria e la palla supera la traversa. Le squadre tornano in spogliatoio per la pausa con il risultato fermo sullo 0-0. La ripresa si apre subito con il vantaggio bianconero conquistato da Lucca: cross in mezzo di Thauvin per Lucca, che stoppa e calcia di prima intenzione sconfiggendo Provedel. Passano soli due minuti e i capitolini reagiscono, trovando il pareggio grazie ad uno spunto di Zaccagni: vola via sulla sinistra, mette un cross preciso per Giannetti che cambia la traiettoria della sfera, facendola finire nella porta di Okoli. L'Udinese si mostra in grande forma e, al 51', conquista nuovamente un sorpasso: difesa del possesso palla da parte di Lovric, che passa a Thauvin in area e serve Zarraga davanti alla porta, pronto ad infilare il pallone nell'angolino della rete casalinga. Un botta e risposta molto interessante che, purtroppo per i padroni di casa, finisce per premiare la formazione dell'Udinese. L'esito di 1-2 concede 3 punti ai bianconeri che escono dalla zona rossa, mentre la Lazio perde una grande chance e si allontana ancor di più dalle zone europee.

1 marzo 2024
Lazio - Milan 0 - 1

Big match all'Olimpico per questa 27esima giornata di campionato, dove Lazio e Milan si scontrano per accaparrarsi i 3 punti fondamentali. I biancocelesti stanno attraversando un periodo altalenante, con due successi e due sconfitte registrati nelle ultime quattro gare disputate. Il Diavolo, invece, non totalizza una vittoria dall'11 febbraio con l'1-0 contro il Napoli. Il primo tempo si conclude a reti inviolate con le squadre che, per questi 45 minuti, preferiscono concedersi del tempo per studiarsi a vicenda. Sono, infatti, poche le occasioni pericolose create dalle parti, mentre non sono mancati momenti di tensione sul prato verde: ad inizio match la Lazio protesta per un intervento brusco di Maignan su Castellanos, chiedendo la concessione di un penalty. L'arbitro non è d'accordo con la loro richiesta e, dopo aver consultato il VAR, conferma la sua decisione. La ripresa di apre con il doppio giallo per Pellegrini dopo aver strattonato Pulisic, tentando di fermare il gioco per soccorrere il compagno a terra. I padroni di casa continuano in inferiorità numerica, accusando molto il pressing rossonero nella loro metà campo. Il risultato viene sbloccato al minuto 88, quando sulla ribattuta di Provedel si presenta Okafor pronto a sfondare la porta biancoceleste. Nel finale di questa sfida, si accendono gli animi dei giocatori in campo, con vari cartellini rossi per qualche parola di troppo e comportamenti aggressivi; vengono espulsi Marusic e Guendouzi e la Lazio torna in spogliatoio a mani vuote.

26 febbraio 2024
Fiorentina - Lazio 2 - 1

Giornata 26 di Serie A 2023/24 che regala un big match anche nel serale di lunedì. Lazio e Fiorentina sono due squadre che puntano alla qualificazione in zona coppe europee, una gara ricca di emozioni e di gol. La prima metà della partita si è svolta sotto il dominio della Fiorentina, che ha colpito tre volte la traversa. Tuttavia, è la Lazio a portarsi in vantaggio prima dell'intervallo, sfruttando l'unica occasione creata nel primo tempo con Luis Alberto. Un colpo devastante per i viola, che subiscono il gol degli ospiti proprio al 45': una bella azione tutta di prima dei ragazzi di Sarri, con Luis Alberto freddo nello stop e tiro di fronte a Terracciano.

La Fiorentina conquista la vittoria in una partita svolta tutta in rimonta contro la Lazio, nonostante un dominio nel primo tempo che si è concluso con un gol di svantaggio segnato da Luis Alberto. Nella seconda metà della partita, i Viola hanno prima pareggiato grazie a Kayode, autore della sua prima rete in Serie A. Successivamente, hanno sprecato un importante calcio di rigore con Nico Gonzalez, colpendo addirittura il quarto palo del match. Tuttavia, la squadra di Italiano non si è scoraggiata e ha trovato il gol del vantaggio e della vittoria con Bonaventura, che ha siglato un tap-in vincente dopo la parata di Provedel su Beltran. La Lazio ha offerto una prestazione opaca, lottando contro il gioco della Fiorentina e creando pochi pericoli per Terracciano, a parte il gol di Luis Alberto.

18 febbraio 2024
Lazio - Bologna 1 - 2

Gara decisiva in zona qualificazione alle coppe europee quella che si gioca alla 25a giornata di Serie A tra Lazio e Bologna. Entrambe sognano un posto in Champions, una vittoria in questo match potrebbe spostare gli equilibri in modo netto. Il primo tempo all'Olimpico tra Lazio e Bologna è stato estremamente coinvolgente. Le due squadre si sono fronteggiate apertamente, senza risparmiarsi e creando numerose opportunità pericolose. La Lazio ha preso il comando con una brillante combinazione tra Immobile e Isaksen, che ha favorito quest'ultimo per la conclusione vincente, portando il punteggio temporaneo a 1-0. Il Bologna ha risposto con una reazione contenuta, mentre i padroni di casa hanno sfiorato il raddoppio, ma alla fine è arrivato il pareggio. Un errore fatale nella costruzione del gioco da parte di Provedel ha consentito a El Azzouzi di segnare il gol del pareggio, sfruttando l'occasione. In questo modo si è conclusa la prima metà della partita.

L'Olimpico è stato teatro di una partita entusiasmante e piena di colpi di scena. Dopo una prima metà equilibrata, conclusa con un pareggio 1-1 grazie ai gol di Isaksen ed El Azzouzi, caratterizzati da audacia e intraprendenza, il secondo tempo ha visto una partita più improntata alla tattica. Si è sviluppata una vera e propria sfida a scacchi, che alla fine è stata vinta da Thiago Motta, soprattutto con il gol di Zirkzee al 79'. Nel finale, la Lazio non è riuscita a creare gravi preoccupazioni per un Bologna che si trova in piena corsa per la zona Champions.

10 febbraio 2024
Cagliari - Lazio 1 - 3

Le squadre sono scese in campo sotto la direzione di Di Bello, con i padroni di casa vestiti in rosso e blu, mentre gli ospiti indossano la maglia celeste abbinata a pantaloncini bianchi. La Lazio si trova in vantaggio all'intervallo grazie a un autogol di Deiola, causato da un'azione di Isaksen. Gli ospiti hanno creato pericoli anche con Immobile e Luis Alberto. Nel recupero, il Cagliari ha messo alla prova Provedel con un tentativo di Lapadula. Le squadre sono ora nei rispettivi spogliatoi, con Ranieri e Sarri che valutano le strategie da adottare in vista della ripresa.

La Lazio riconquista la vittoria espugnando lo stadio del Cagliari: l'apertura del punteggio è firmata dall'autorete di Deiola, Immobile raddoppia portandosi incredibilmente a quota 200 gol in Serie A, Gaetano riporta in gioco il Cagliari, e Felipe Anderson mette il punto esclamativo. I biancocelesti raggiungono quota 37 punti, avvicinandosi alla zona Champions, mentre i rossoblù rimangono penultimi con 18 punti. Nel prossimo turno, la Lazio affronterà il Bologna e l'Udinese sfiderà il Cagliari. Con questo risultato la Lazio torna a vincere riportandosi in ottava posizione con 37 punti all'attivo. Resta invece fermo a 18 punti in zona retrocessione il Cagliari di Ranieri.

4 febbraio 2024
Atalanta - Lazio 3 - 1

Big match di giornata destinato a lasciare il segno sul percorso in campionato delle due squadre. I nerazzurri hanno l'opportunità di allungare su una diretta concorrente per difendere il piazzamento in Champions League. La Lazio deve invece provare a vincere per infilarsi in zona coppe europee e non abbandonare del tutto il sogno di qualificazione alla massima competizione continentale. L'Atalanta si porta in vantaggio di due reti nel secondo tempo. Pasalic firma il vantaggio per i bergamaschi con un preciso tiro a giro sotto porta, mentre verso la fine della partita, un fallo di mano commesso da Marusic porta a un calcio di rigore trasformato da De Ketelaere. Nel frattempo, la Lazio mostra poca incisività in fase offensiva.

L'Atalanta trionfa nello scontro di Champions League, guidando gran parte della partita con un gioco che mette in difficoltà una Lazio in grado di dire la sua solo nei minuti finali di gara, senza però riuscire a ribaltare la situazione. I gol per i bergamaschi arrivano con Pasalic, autore del vantaggio, seguito da una doppietta di un De Ketelaere particolarmente ispirato. I biancocelesti accorciano le distanze grazie a un rigore trasformato da Immobile. L'Atalanta rafforza la sua posizione al quarto posto, estendendo il vantaggio a 39 punti, con un margine di +3 rispetto al quinto posto occupato ora dal Bologna. Nel contempo, la Lazio mantiene i suoi 34 punti, trovandosi in posizione di parità con la Fiorentina.

28 gennaio 2024
Lazio - Napoli 0 - 0

Big match di giornata che potrebbe spostare molto in classifica per la qualificazione in zona Champions League. In questa 22a giornata di campionato i biancocelesti vanno in contro al pareggio contro una squadra tra le più ostiche della lista. La partita, contro ogni aspettativa, non regala gol, termina in pareggio dopo 90 minuti di gioco molto intensi. Nel primo tempo le occasioni più interessanti sono tutte della Lazio che si spinge in fase offensiva con Isaksen, Luis Alberto e Castellanos. Le squadre tornano negli spogliatoi sullo score di 0 a 0 rimandando ogni decisione alla seconda metà di gara. Molto deluso Mazzarri dalla prestazione della propria squadra, deve accontentarsi di uscire dai primi 45 minuti senza aver subito alcun danno.

Nel secondo tempo la situazione non cambia di molto, entrambe le fasi di costruzione delle due rose risultano molto sterili. Cataldi si rende pericoloso al minuto 65: Luis Alberto serve in orizzontale il capitano, il giocatore controlla con il destro e calcia di sinistro sfiorando il palo. Altra bella occasione per la squadra di casa al minuto 75: Isaksen si spinge sulla fascia destra, prende il fondo e serve Catellanos che prova a girare di tacco, bravo Ostigard a salvare nei pressi della linea. Al termine del secondo tempo il bilancio è sempre di 0 a 0. Pareggio che consegna un solo punto per squadra, il Napoli sale a quota 32 in nona posizione, la Lazio si porta a 34 in sesta posizione.

22 febbraio 2024
Lazio - Torino 1 - 0

Il primo tempo presenta variazioni nei ritmi, con il Torino che dimostra una maggiore creatività rispetto alla Lazio, soprattutto lungo le corsie laterali. Dopo soli 4 minuti, Bellanova conduce un uno-due sulla destra, successivamente crossa al centro dove Sanabria, con un destro di prima intenzione, colpisce il palo. Nella fase centrale della prima frazione di gioco, sembra che la Lazio prenda il controllo della situazione, ma verso la fine è nuovamente il team di Juric a esercitare pressione, avvicinandosi più volte alla rete del vantaggio. Finora, nelle manovre offensive della Lazio, sembra mancare un tocco di creatività. Con un giro palla relativamente lento, la squadra fatica a trovare varchi nella difesa granata. Al contrario, il team di Juric si sta comportando in modo eccellente, sfruttando efficacemente le corsie laterali per raggiungere frequentemente la fascia, creando così buone opportunità per il tridente offensivo.

Il Torino inizia in modo molto positivo la partita e per i primi 50 minuti crea diverse opportunità da gol, limitando quasi del tutto le occasioni per la Lazio. Tuttavia, i biancocelesti riescono a sbloccare il risultato al quinto minuto della seconda metà del match. Luis Alberto esegue un preciso passaggio diagonale dalla zona trequarti all'area, dove Guendouzi trasforma sotto le braccia di Milinkovic-Savic. Poco dopo arriva il secondo gol: Guendouzi, dalla fascia destra, serve Luis Alberto al limite dell'area, il quale mette a disposizione per Cataldi. Con un preciso tiro di destro, Cataldi colloca la palla nell'angolo basso di destra; il pallone tocca il palo interno e finisce in rete. La Lazio termina la partita in dieci uomini a causa della doppia ammonizione di Gila, ma il Torino non riesce a trovare la via per segnare.

14 gennaio 2024
Lazio - Lecce 1 - 0

Gara molto importante per i biancocelesti che riescono a portarsi a poche misure dalla zona Champions League. Una vittoria cinica ma importantissima contro i pugliesi, 1 a 0 che gli consente di rimettere in piedi il terribile avvio di stagione. Nel corso del primo tempo non sono molte le conclusioni a rete offerte dalle due squadre, da sottolineare solo l'occasione del Lecce al minuto 33: Almqvist scappa via sulla sinistra e mette in mezzo un pallone perfetto: Oudin liscia di mancino all'altezza del dischetto, ma la palla arriva a Kaba, il giocatore stoppa, si sistema la sfera e calcia sul primo palo, ma Provedel para facendosi trovare pronto. Le squadre tornano quindi negli spogliatoi sul risultato di 0 a 0, tutto da rifare nel secondo tempo.

Dopo essere rientrate dallo spogliatoio, le due squadre provano ad avere un approccio più offensivo alla partita. Al minuto 58 arriva la rete del vantaggio di Felipe Anderson: sugli sviluppi di una rimessa laterale, Rovella ricava in area verso Luis Alberto, il numero 10 serve Felipe Anderson di prima, il giocatore non può sbagliare dai 10 metri e, di destro, spinge sotto la traversa sbloccando finalmente la partita. I biancocelesti riescono a difendere il risultato fino alla fine della gara portando a casa una vittoria importantissima per il proprio percorso in campionato. Non bastano le buone occasioni del Lecce per cambiare le sorti dell'incontro. Con questo successo la Lazio si porta a quota 33 punti in quinta posizione, il Lecce resta fermo a 21 punti tredicesima posizione.

7 gennaio 2024
Udinese - Lazio 1 - 2

La partita della 19a giornata di campionato tra Udinese e Lazio si gioca allo Stadio Bluenergy Stadium di Udine, una partita importante per entrambe le squadre, ma molto difficile per i padroni di casa. La gara entra nel vivo dopo soli 12 minuti di gioco con il gol di Pellegrini: punizione vincente del terzino biancoceleste che batte Okoye sul suo palo con un bel sinistro che non lascia scampo all'estremo difensore. La gara si dimostra molto fallosa, vengono estratti ben quattro cartellini nel corso del primo tempo: giallo per Payero, Masina, Lovric e Ferreiro. Durante la prima metà di partita tutto termina sullo score di 0 a 1 per gli uomini di Sarri, l'Udinese intende provare a recuperare nel corso del secondo tempo.

Nei secondi 45 minuti di gioco arriva prima il pareggio dei bianconeri con la rete di Walace al minuto 59: punizione di Lovric che viene sporcata da Walace, la sfera supera Provedel e ristabilisce la parità a 31 minuti dalla fine della sfida. A questo punto la Lazio è obbligata a spingersi nuovamente in attacco per provare a vincere la partita, riesce a raggiungere il suo scopo al minuto 76: Vecino si inserisce in area di rigore dopo aver visto la bella palla in mezzo servita da Felipe Anderson, l'ex Inter davanti ad Okoye non si fa trovare impreparato e firma il gol del definitivo vantaggio biancazzurro che consente ai capitolini di riportarsi in zona coppe europee dopo un avvio di campionato poco convincente. Con questo risultato l'Udinese resta ferma a quota 17 punti in sedicesima posizione, la Lazio sale invece a 30 punti portandosi in settima posizione, sorpassando i cugini a romanisti.

30 dicembre 2023
Lazio - Frosinone 3 - 1

La partita è rimasta in stallo senza riuscire a raggiungere conclusioni decisive in rete, nonostante un ritmo sostenuto. Nonostante gli sforzi di Zaccagni, la Lazio ha cercato di creare pericoli senza però dimostrare efficacia nell'attacco. Anche il Frosinone ha mostrato qualche segno di presenza, ma non è mai riuscito a trovare la porta avversaria. Nessuna delle due squadre riesce a trovare la rete del vantaggio nella prima frazione di gioco. Una gara fino a questo momento molto equilibrata che non sembra voler decretare un vincitore per questo turno. Le formazioni rimandano ogni decisione alla seconda frazione di gioco.

Il primo tempo è stato vivace, ma non sono stati registrati tiri in porta. Nella seconda metà del match, il Frosinone si porta in vantaggio grazie a un rigore trasformato da Soulè. Tuttavia, la Lazio ribalta la situazione in soli 120 secondi con le reti di Castellanos e Isaksen. Nel finale, Patric chiude il punteggio. La prima rete arriva al minuto 58 con Soulé: calcio di rigore trasformato perfettamente, palla da una parte e portiere dall'altra. La Lazio a questo punto si lancia in fase offensiva pareggiando i conti al minuto 70 con Castellanos: Isaksen scodella in area e il giocatore anticipa il marcatore e colpisce di testa, la palla finisce sotto la traversa di Turati. I biancocelesti passano in vantaggio con il secondo gol di Isaksen che dal limite controlla e serve Isaksen che con un tiro ad incrociare batte Turati. La partita viene chiusa da Patric che raccoglie la palla messa da Zaccagni e calcia in rete sotto porta. La partita termina per 3 a 1 e assegna i tre punti alla squadra capitolina. Con questo successo i ragazzi di Sarri salgono a quota 27 in nona posizione.

22 dicembre 2023
Empoli - Lazio 0 - 2

Gara molto importante per la Lazio, i biancocelesti sanno di poter recuperare misure importanti sulle dirette concorrenti in caso di vittoria: tanti big match che potrebbero consentirle di avvicinare la zona coppe europee. Gli uomini di Sarri affrontano l'Empoli, squadra alla ricerca di misure per confermarsi in zona coppe europee. La gara si mette subito in discesa per i capitolini, vanno a segno al minuto 9 con Guendouzi: Luis Alberto dialoga con Zaccagni, Luperto salva sulla linea, ma Guendouzi calcia di sinistro spingendo la palla in rete. Sul risultato di 0 a 1, l'Empoli prova a recuperare con delle buone occasioni nate dai piedi di Grassi e Maldini, ma il risultato rimane lo stesso. Le formazioni tornano negli spogliatoi consapevoli che tutto verrà deciso nel secondo tempo.

Dopo un avvio di frazione molto equilibrato, la Lazio riesce a raddoppiare il proprio vantaggio andando in rete con Zaccagni al minuto 67: ripartenza di Guendouzi, Caprile riesce a respingere la sfera, ma non può fare nulla sulla battuta a rete dell'attaccante che mette in ghiaccio la partita. Nei minuti di gioco rimanenti i biancocelesti difendono il risultato concedendo pochissimi spazi all'Empoli, la gara termina con una vittoria dei capitolini. Questo successo gli consente di salire a quota 24 in nona posizione, l'Empoli resta invece fermo a 12 in penultima posizione, ancora tutto da decidere per i toscani.

17 dicembre 2023
Lazio - Inter 0 - 2

Uno degli incontri più importanti della giornata, senza dubbio la sfida più attesa di questo sedicesimo turno di Serie A. La Lazio accoglie l'Inter in casa in un match cruciale per tentare di migliorare la propria posizione in classifica. I biancocelesti cercano soluzioni per risalire la graduatoria, ma l'Inter si presenta come avversario particolarmente ostico per i capitolini. Nei primi momenti della partita, le due squadre si analizzano reciprocamente, cercando spazi nell'area di rigore avversaria. Solo nei minuti finali del primo tempo si registra il cambio di punteggio grazie a Lautaro Martínez: a seguito di un errato retropassaggio di Marusic verso Provedel, Lautaro sfrutta l'involontario assist e, dribblando il portiere avversario, segna senza troppe difficoltà. Con questo grave errore della difesa laziale, l'Inter si porta in vantaggio per 0-1 al termine del primo tempo.

Nel secondo tempo, i nerazzurri riescono a consolidare ulteriormente il loro vantaggio dimostrando un completo controllo della situazione. Al minuto 66, Marcus Thuram segna il secondo gol: Barella cerca di servire Lautaro, ma il passaggio viene intercettato da Gila. Il pallone ritorna al centrocampista, che aspetta l'arrivo di Thuram, il quale, controllando il pallone, conclude con un tiro preciso di sinistro, raddoppiando il vantaggio. Oltre al risultato negativo, la Lazio deve anche fare i conti con l'espulsione di Lazzari al minuto 86: una frase di troppo nei confronti dell'arbitro gli costa l'allontanamento dal campo. La Lazio si trova quindi in inferiorità numerica nei minuti finali. La partita si conclude con un'altra sconfitta per la Lazio, che mostra sempre più difficoltà nel trovare l'equilibrio. Il risultato finale è 0-2, con la Lazio che sale a 21 punti e si posiziona all'undicesimo posto, mentre l'Inter raggiunge i 41 punti in testa alla classifica.

9 dicembre 2023
Verona - Lazio 1 - 1

La sfida tra Verona e Lazio della 15a giornata di campionato porta all'ennesima frenata dei biancocelesti. La Lazio nel primo tempo fa la partita, riesce anche a portarsi in vantaggio al minuto 23 con la rete di Zaccagni, un gol meravigliose dell'attaccante: splendido spunto di Felipe Anderson che serve il compagno al centro, l'esterno conclude con un colpo di tacco che devia la palla in porta battendo Montipò. Il vantaggio mette la partita in discesa per la Lazio che ora deve solo difendere il risultato fino a fine gara. Il primo tempo si conclude su una situazione favorevole alla squadra ospite, i giocatori tornano negli spogliatoi per recuperare le energie in vista di un secondo tempo molto combattuto.

Durante la seconda frazione di gioco è il Verona ad avere la meglio. I mastini sembrano essere decisamente più in partita rispetto a quanto visto in precedenza, tentano di recuperare il risultato spingendosi in fase offensiva. Dopo numerosi tentativi, riescono a riportare la situazione in equilibrio con la rete di Henry al minuto 70: bel cross di Ngonge, intervento di Provedel che allontana in malo modo, la palla diventa giocabile per Suslov che serve l'attaccante, bravo il giocatore a siglare la rete dell'1 a 1 che riapre la partita a qualsiasi epilogo. Nei minuti finali di gara, la squadra di Sarri prova a riportarsi in vantaggio. Nonostante l'inferiorità numerica del Verona dovuta all'espulsione di Duda al minuto 77, la Lazio non riesce a rendersi pericolosa in attacco. I capitolini si devono accontentare del pareggio, la sfida termina per 1 a 1 e assegna un punto per parte. Con questo risultato la Lazio sale a 21 punti in decima posizione, il Verona si porta a ridosso della zona salvezza con 11 punti in diciottesima posizione, pari merito con l'Empoli, prima delle squadre fuori dall'area rossa della classifica.

2 dicembre 2023
Lazio - Cagliari 1 - 0

La Lazio deve tornare alla vittoria per non lasciare troppo vantaggio alle squadre in zona Champions League. I biancocelesti affrontano in casa il Cagliari, una partita gestibile per i capitolini che hanno il giusto temperamento per portare a casa una vittoria importantissima per le sorti del proprio andamento in classifica. La gara si sblocca al minuto 8 con la rete di Pedro: Lazzari scatta sulla fascia e ruba la sfera a Hatzidiakos, serve poi Pedro che entra in area e batte Scuffet. La partita è subito in salita per i sardi, lo diventa ancora di più quando, al minuto 27, arriva l'espulsione di Makoumbou per il fallo su Guendouzi, cartellino rosso che lascia la formazione ospite in dieci uomini. Il primo tempo termina così, una situazione disastrata del Cagliari che deve provare a fare gol nel secondo tempo nonostante l'inferiorità numerica.

Nel corso della seconda frazione di gioco non arrivano molte occasioni da gol da parte delle due squadre: il Cagliari fa fatica in fase di costruzione per la inferiore qualità della rosa e per l'inferiorità numerica, la Lazio invece non è interessata a lanciarsi in attacco, preferisce difendere il risultato di vantaggio e attendere il termine della partita. La sfida procede con un equilibrio che entusiasma poco i tifosi presenti, Provedel viene impegnato solo nei minuti di recupero del secondo tempo: miracolo del portiere della Lazio su un colpo di testa di Pavoletti, un intervento che vale la vittoria della Lazio. Con questo successo i biancocelesti tornano negli spogliatoi consci di aver raggiunto quota 20 e la nona posizione, il Cagliari resta in penultima posizione con 10 misure.

25 novembre 2023
Salernitana - Lazio 2 - 1

La sfida tra Salernitana e Lazio della 13a giornata, contro ogni aspettativa, costa una brutta sorpresa per i biancocelesti. Arriva una sconfitta inaspettata e molto pesante per il proprio piazzamento in classifica, i granata vincono per 2 a 1 portando a casa tre punti importantissimi per il proprio bilancio stagionale. Nel corso del primo tempo arriva la traversa colpita da Bohinen al minuto 24, il giocatore sventale di destro per il numero 8 che con un grande mancino stampa la palla sulla traversa. La Lazio risponde prima con una bella conclusione a rete di Felipe Anderson al minuto 27, poi con il gol realizzato da Ciro Immobile al minuto 43: si presenta sul dischetto dell'area di rigore dopo il fallo di Gyomber sullo stesso attaccante, trasforma con un bel destro ad incrociare che spiazza l'estremo difensore avversario. La prima frazione termina quindi per 0 a 1.

La situazione viene stravolta completamente nel secondo tempo con la doppia rete messa a segno da Grigoris Kastanos al minuto 55: pareggio dei granata, cross di Daniliuc, Candreva anticipa di testa sul primo palo e gira, Provedel respinge male lasciando la palla a Kastanos che imbuca in rete per il pareggio. Sul risultato di 1 a 1 la Salernitana non si accontenta e trova il gol del sorpasso al minuto 66: Antonio Candreva inventa un eurogol: punizione a due con tocco di Kastanos, l'attaccante libera un gran tiro dai 30 metri, Provedel non può nulla, il tiro finisce dritto sotto la traversa. La partita termina quindi con una clamorosa vittoria della Salernitana. Con questo risultato i campani salgono a 8 punti, ma restano in ultima posizione a pari merito con il Verona. La Lazio resta invece ferma a 17 punti in undicesima posizione.

12 novembre 2023
Lazio - Roma 0 - 0

Gara senza troppe soddisfazioni per i tifosi presenti. Sia Lazio che Roma sanno che vincere in questa occasione gli permetterebbe di approfittare degli errori delle concorrenti in classifica e avvicinarsi a passi da gigante alla zona Champions League. La gara si rivela molto statica, si gioca tutta a centrocampo e con pochissime iniziative in fase offensiva per entrambe le squadre. La prima azione della partita è della Roma, Lukaku colpisce di testa il cross messo in mezzo da Cristante, la palla finisce alta sopra la traversa. Pochi minuti più tardi Cristante si vede annullare un gol per off-side, giusta decisione dell'arbitro. La Lazio si rende invece pericolosa con il calcio di punizione di Luis Alberto seguito dal colpo di testa di Romagnoli, grande intervento di Rui Patricio che salva il risultato.

Nel secondo tempo la partita non cambia di molto. La Lazio fa più fatica in fase di costruzione, è la Roma che sembra avere in mano il pallino del gioco. La sfida prosegue con tentativi sempre più rari da entrambe le squadre fino a terminare in pareggio per 0 a 0. Nessuna delle due parti riesce a prevalere sull'altra. Le due squadre si portano a casa un punto per parte: la Lazio sale a quota 17 punti in decima posizione, la Roma si porta a quota 18 in settima posizione.

3 novembre 2023
Bologna - Lazio 1 - 0

Gara molto equilibrata quella che va in scena al Renato dall'Ara tra Bologna e Lazio in questa 11a giornata di campionato. Il Renato dall'Ara regala un pubblico degno delle grandi occasioni, i tifosi rossoblu sanno che quest'anno potrebbe essere l'occasione giusta per festeggiare un raggiungimento importante. Al minuto 5 Castellanos colpisce la traversa scuotendo subito tutti i tifosi. In realtà, il primo tempo si dimostra molto lento con pochi spunti e privo di gol messi a segno. Le due squadre si temono e cercano di non lasciare spazio alla formazioni avversaria. La Lazio sembra essere particolarmente in difficoltà in fase di costruzione di gioco, le due parti rimandano ogni discorso decisivo al secondo tempo. Il risultato finale al termine del primo tempo è di 0 a 0, i giocatori finiscono negli spogliatoi sapendo di dover decidere tutto nella seconda frazione di gioco.

Lo score cambia ad inizio secondo tempo con la rete di Lewis Ferguson al minuto 47: partenza incredibile dei rossoblu con Saelemaekers che trova lo spazio per servire Zirkzee, il giocatore controlla la sfera, cerca lo spazio per la conclusione, ma alla fine decide di servire Ferguson, lo scozzese, sulla linea del fuorigioco, entra in area e supera Provedel mettendo la sfera in rete. La partita si innervosisce e l'arbitro è costretto ad estrarre il cartellino giallo in più di una occasione per placare gli animi. La Lazio non riesce ad andare in gol nemmeno nei minuti finali di gara, i tre punti vanno al Bologna che sale quindi a 18 punti in sesta posizione, la Lazio resta ferma a 16 scendendo in decima posizione.

30 ottobre 2023
Lazio - Fiorentina 1 - 0

Il match si è concluso con la vittoria per 1-0 della squadra biancoceleste, permettendole di raggiungere 16 punti e la settima posizione in classifica. L'incontro ha visto subito i padroni di casa mettersi in mostra, con Luis Alberto che ha tentato un tiro a rete dopo un passaggio in profondità di Castellanos, ma il pallone è finito fuori. La Fiorentina ha avuto un brivido al 14º minuto quando Bonaventura ha lanciato Beltran verso la porta, ma il gol è stato annullato dal VAR per un tocco di braccio dell'attaccante argentino. Il primo tempo si è concluso senza reti, con entrambe le squadre che sono rientrate negli spogliatoi sul punteggio di 0-0.

Nel secondo tempo, la partita è rimasta in equilibrio per gran parte della frazione di gioco, ma si è decisa negli ultimi minuti della sfida, quando la Lazio ha messo a segno un gol su calcio di rigore al minuto 90'+5'. Ciro Immobile è l'autore del penalty trasformato. Il rigore è stato assegnato dopo che Milenkovic aveva toccato il pallone con il braccio su un colpo di testa di Vecino, una decisione presa senza esitazione dall'arbitro. La partita si è conclusa 1-0, consentendo alla Lazio di continuare a sperare in un posto nelle competizioni europee.

21 ottobre 2023
Sassuolo - Lazio 0 - 2

La Lazio vola in trasferta a Sassuolo per battersi contro una squadra che da sempre risulta molto ostica da Gestire. Il Sassuolo di Dionisi intende dare del filo da torcere alla formazione di Sarri al MAPEI Stadium, ma non riesce nel suo intendo perdendo in modo netto per 0 a 2. La prima rete dei biancocelesti arriva al minuto 28 con Felipe Anderson: Luis Alberto strappa la palla a Ruan, Castellanos smista per il brasiliano che supera senza troppi problemi Consigli depositando in rete. Il gol consente alla Lazio di mettere in discesa la partita. La gara sembra chiudersi già a fine primo tempo con la seconda rete di giornata, questa volta il nome è quello di Luis Alberto: cross di Felipe Anderson, Boloca non riesce a liberare, lo spagnolo batte Consigli con un pallone meraviglioso che consente ai biancocelesti di andare negli spogliatoi con il giusto spirito.

Nel secondo tempo il Sassuolo non riesce a trovare lo spunto vincente per rientrare in partita, è ancora la Lazio a fare la partita con le occasioni di Vecino e Felipe Anderson. Da segnalare però l'occasione dei neroverdi con Thorstvedt in area: dopo un rinvio di Anderson, con un bel mancino impegna Provedel. La Lazio al minuto 89 ha l'impressione di aver raggiunto lo 0 a 3 con l'autogol di Thorstvedt, Consigli rimedia, il portiere con il piede anticipa anche Romagnoli, ma non c'è nulla da fare. La partita finisce quindi con lo stesso score del primo tempo, uno 0 a 2 che assegna i tre punti ai capitolini. Ora la Lazio è a 13 punti in nona posizione, il Sassuolo resta fermo a quota 10 in tredicesima posizione.

8 ottobre 2023
Lazio - Atalanta 3 - 2

Big match fondamentale per la zona coppe europee quello tra Lazio e Atalanta. La partita si sblocca al minuto 5 con l'autorete di Charles De Ketelaere: da calcio d'angolo a rientrare verso la porta di Luis Alberto, il pallone sbuca sul secondo palo e sbatte sul corpo del belga finendo in rete per l'1 a 0 della Lazio. I biancocelesti riescono a raddoppiare il vantaggio al minuto 11 con Valerntìn Castellanos: splendida azione dei biancocelesti che escono dalla difesa con un passaggio incrociato che arriva a Zaccagni grazie al velo di Luis Alberto. Il numero 20 ricambia il gioco per Felipe Anderson che controlla e crossa in mezzo trovando Castellanos per la deviazione in porta. L'Atalanta prova a tornare in gara al minuto 33 con la rete di Ederson: cross dalla sinistra di Ruggeri e colpo di testa del brasiliano che batte Provedel e riapre la gara.

Saed Kolasinac al minuto 63 realizzare il gol del pareggio per l'Atalanta: il corner viene battuto corto da Ruggeri per Koopmeiners, il giocatore crossa per il bosniaco che con un colpo di testa spedisce alle spalle di Provedel. La partita viene decisa in via definitiva dalla rete di Matìas Vecino al minuto 84: Marusic crossa sul secondo palo per Castellanos che fa la sponda per il centrocampista bravo a battere Musso a pochi metri dalla porta avversaria. Termina così sul 3 a 2, tre punti ottenuti dalla Lazio che gli consentono di salire in tredicesima posizione a 10 punti, l'Atalanta invece sale a 13 punti in sesta posizione.

30 settembre 2023
Milan - Lazio 2 - 0

Il testa a testa tra Milan e Lazio rappresenta il primo big match di giornata che si gioca venerdì 30 settembre alle ore 18:00. I rossoneri giocano una sfida importante per confermarsi sugli stessi ritmi dei cugini interisti, la Lazio invece deve recuperare misure per tornare in zona Champions League quanto prima possibile e provare almeno a ripetere la stagione dello scorso anno. La prima frazione di gioco si rivela molto equilibrata con azioni interessanti create da entrambe le parti del campo. La prima è di Felipe Anderson al minuto 13: bella ripartenza della Lazio con Zaccagni che serve il brasiliano, tenta la conclusione a rete, ma la palla colpisce la rete esterna. La risposta più importante del Milan arriva con Giroud sotto porta, il francese calcia di destro su assist di Musah, bravo Provedel che riesce ad allontanare il pericolo. Il primo tempo termina 0 a 0.

Nel corso del secondo tempo la partita si sblocca al minuto 60 con Pulisic: Leao viene servito in profondità sulla sinistra mettendo una bella palla morbida in area, Pulisic dal dischetto dell'area di rigore calcia al volo e batte Provedel portando la propria squadra in vantaggio per 1 a 0. Non è finita qui, i rossoneri riescono a raddoppiare e a chiudere la gara con il gol di Okafor al minuto 88: Leao sulla sinistra va in allungo su Casale superandolo, mettendo la palla al centro per Okafor che spinge in rete a porta vuota per il definitivo 2 a 0 che assegna i tre punti ai diavoli. In questo modo, il Milan sale a quota 18 punti in seconda posizione, la Lazio resta ferma a 7 punti in quindicesima posizione.

27 settembre 2023
Lazio - Torino 2 - 0

La gara tra Lazio e Torino mette in contrapposizione due formazioni impegnate nella parte bassa della classifica. I biancocelesti ospitano all'Olimpico di Roma i granata per una sfida che li obbliga a fare risultato pieno per riprendere la corsa verso la zona coppe europee. I biancocelesti riescono a vincere portando a casa i tre punti con un 2 a 0 secco che convince i tifosi. Per tutto il primo tempo le due parti non riescono a trovare la rete del vantaggio, restano ferme sullo 0 a 0 andando alla ricerca dello spazio necessario per trovare lo spazio e provare ad andare in gol, ma entrambe le parti sono brave a tenere serrate le righe per non lasciare spazio agli avversari. I giocatori tornano negli spogliatoi con un nulla di fatto che rimanda tutto al secondo tempo.

Nel corso del secondo tempo la situazione si sblocca con il gol di Vecino al minuto 56: la rete sblocca il match a favore dei biancocelesti, iniziativa che parte da Rovella, il giocatore alza lo sguardo e legge il taglio di Vecino che si fa trovare pronto per il tocco di testa che batte Savic, Lazio in vantaggio. Il risultato diventa ancora più rassicurante alla fine del secondo tempo con il gol messo a segno da Zaccagni al minuto 75, una combinazione vincente di ottimi gesti tecnici da parte dei giocatori della Lazio: Anderson temporeggia con la sfera tra i piedi, poi calcia dal limite dell'area e trova un corridoio per Zaccagni che batte Milinkovic-Savic nel faccia a faccia, un piattone che supera l'estremo difensore avversario. La Lazio allunga le distanze mettendo in ghiaccio il risultato. La gara termina così 2 a 0 e assegna i tre punti agli uomini di Sarri che ora sono a 7 punti in undicesima posizione.

23 settembre 2023
Lazio - Monza 1 - 1

Il testa a testa tra Lazio e Monza in questa 5a giornata di campionato si rivela più complesso di quanto previsto. La Lazio parte bene, ma fatica nella concretizzazione delle sue azioni contro un buon Monza. La situazione si sblocca al minuto 12 con il gol di Ciro Immobile che calcia il rigore assegnato dall'arbitro per il fallo di Ciurria su Zaccagni, il bomber biancoceleste torna al gol fissando l'1 a 0. Nonostante la partenza shock, il Monza non si lascia intimorire dalla squadra di Sarri e risponde al minuto 36 andando in gol con Gagliardini: cross di Ciurria rasoterra che si infila in area, contrasto tra Kyriakopoulos e Patric, il pallone viene raccolto dal centrocampista ex-Inter che insacca a pochi metri dalla porta avversaria. Il primo tempo si conclude così sullo score di 1 a 1.

Ad inizio secondo tempo la Lazio prova subito a riportarsi avanti, colpisce il palo con Immobile che riceve la sfera in area da Cataldi, il giocatore calcia verso la porta: Di Gregorio sfiora deviando la palla sul palo, la porta è salva. Il Monza risponde con una buona occasione al minuto 72: Colpani tenta una conclusione angolata ma non insidiosa, Provedel salva difendendo la propria porta. Alla fine della seconda frazione di gioco la partita termina per 1 a 1. Un solo punto per parte che accontenta il Monza, ma non la Lazio di Sarri ancora ferma a 4 punti in classifica, restano sopra i biancorossi con 5 punti. Una gara che mette a dura prova l'umore dei tifosi biancocelesti, sempre più scoraggiati dalle performance della propria squadra in questo avvio di campionato.

16 settembre 2023
Juventus - Lazio 3 - 1

Testa a testa molto importante per due pretendenti al titolo. Lazio e Juventus giocano una partita importante per stabilire le gerarchie della parte alta del ranking. Le due formazioni si incrociano per i tre punti: la Lazio di Sarri vola a Torino per una gara complessa che li obbliga a fare punti per sbloccare la classifica. I bianconeri partono in modo egregio trovando il gol dopo soli 10 minuti di gioco con Dusan Vlahovic: bel traversone di Locatelli, Vlahovic, in area di destro, calcia di prima intenzione e batte Provedel. Pochi minuti più tardi, al minuto 26, Chiesa trova anche il gol del raddoppio con un tiro sul primo palo che batte nuovamente il portiere laziale. L'azione parte dai piedi di Miretti, un'incursione di McKennie consente all'esterno italiano di calciare in porta e firmare il 2 a 0.

Nel secondo tempo Luis Alberto da l'impressione ai tifosi biancocelesti di poter recuperare la partita con una rete importante: Kamada vince un contrasto con Cambiaso, Luis Alberto dal limite dell'area con un buon destro a giro batte Szczesny e sigla il 2 a 1. La gioia dei tifosi laziali dura solo tre minuti di gioco, al minuto 67 del secondo tempo Vlahovic trova il raddoppio a seguito di un lancio a campanile di McKennie, il serbo controlla la sfera dal limite dell'area e con un bel destro batte ancora una volta Provedel mettendo a segno la rete del 3 a 1. La Lazio non riesce a reagire ulteriormente, la sfida termina con una meritata vittoria della squadra bianconera che vola a 10 punti in classifica in seconda posizione, la Lazio resta ferma a 3 punti in quindicesima posizione.

2 settembre 2023
Napoli - Lazio 1 - 2

Allo Stadio Diego Armando Maradona va in scena uno dei più importanti big match della Serie A. Il Napoli di Garcia ospita la Lazio di Sarri, una sfida equilibrata che regala un esito inaspettato per tutti i tifosi. Il Napoli parte bene, subito una bella occasione da gol dopo tre minuti di gioco con Kvaratskhelia: entra in area e tira di destro, la palla viene deviata e termina di poco fuori. La prima rete arriva con Luis Alberto, alla prima occasione per i biancoazzurri: siamo al minuto 30, il centrocampista spagnolo con un colpo di tacco a pochi passi dalla porta spinge in rete sfruttando al meglio l'assist di Felipe Anderson. Nonostante la partenza della Lazio, il Napoli riesce subito a pareggiare i conti al minuto 32: l'autore del gol è Zielinski, il polacco inventa una conclusione dal limite dell'area che trova la deviazione di Romagnoli in porta. Il primo tempo finisce sull'1 a 1 lasciando tutto in sospeso in vista del secondo tempo.

Durante la seconda frazione di gioco, proprio quando il Napoli sembrava aver preso il sopravvento, arriva il secondo gol della Lazio con Kamada: l'azione parte da uno spunto interessante di Felipe Anderson, Luis Alberto lascia scorrere la palla con un velo, Kamada entra in area e con un bel mancino batte Meret. Il risultato di 1 a 2 mette la partita in discesa per gli uomini di Sarri, a cui non resta che difendere il risultato fino a fine gara. La Lazio di Sarri ha anche l'impressione dell'1 a 3 con il gol annullato a Guendouzi al minuto 73, ma l'azione viene annullata per il fuorigioco di Zaccagni. Inutili i tentativi del Napoli, la retroguardia avversaria riesce a neutralizzare ogni spunto. La partita termina per 1 a 2 e consegna la vittoria alla Lazio. Ora i biancocelesti sono a quota 3, il Napoli resta fermo a 6 punti.

20 agosto 2023
Lazio - Genoa 0 - 1

Continua la trafila di sconfitte per la Lazio. La squadra di Sarri va incontro ad una nuova cocente sconfitta contro il Genoa. I biancocelesti non sembrano ancora riusciti a rimediare all'addio di Milinkovic-Savic e stanno perdendo presa sul campionato. La Lazio ha bisogno di una vittoria per provare a risollevare la propria sorte, ma la buona prestazione del Genoa non gli consente di staccarsi da quota 0 punti. La partita si sblocca già nel corso del primo tempo con la rete di Retegui al minuto 16: Gudmundsson scappa alle spalle della difesa avversaria sulla sinistra, crossa in mezzo, dove Romagnoli allontana di testa verso il limite dell'area. La palla arriva a Frendrup che stoppa e calcia di destro: Provedel allontana con i pugni, ma Retegui arriva tempestivamente per raccogliere la palla e spingere in porta per il vantaggio dei rossoblu. Il giocatore della nazionale mette a segno il gol che vale i tre punti. Le squadre tornano negli spogliatoi sullo 0 a 1.

Nel secondo tempo, la Lazio prova a ridurre il gap con la squadra avversaria spingendosi in fase offensiva, ma manca in fase di costruzione di gioco. Castellanos si fa trovare pronto su diverse occasioni, ma non riesce a trovare l'azione giusta per battere il portiere avversario e chiudere in vantaggio. La partita finisce in un nulla di fatto per i capitolini, arriva la seconda sconfitta di fila, il Genoa si avvicina alla zona salvezza con un risultato insperato alla vigilia. Lo 0 a 1 consegna la vittoria alla squadra di Alberto Gilardino che sale a quota 3 punti.

20 agosto 2023
Lecce - Lazio 2 - 1

La Lazio torna a giocare per il campionato di Serie A 2023/24, i biancocelesti vogliono provare a ripetere la buona stagione dello scorso anno e confermarsi in zona Champions League. In generale i tifosi non sono molto soddisfatti del mercato della squadra capitolina, specialmente per la partenza di Milinkovic-Savic, una pedina importante per il gioco di Sarri. La Lazio vola in trasferta per affrontare il Lecce, squadra che punta alla zona salvezza. Sulla carta i biancocelesti sono i favoriti, non a caso sono proprio loro a portarsi in vantaggio nel corso del primo tempo: al minuto 26 Ciro Immobile raccoglie la sfera servita da Luis Alberto e batte il portiere nell'uno contro uno assicurando il vantaggio ai propri compagni. Il Lecce nel primo tempo prova a reagire con giocate molto interessanti di Strefezza, ma i pugliesi per il gol devono attendere il secondo tempo. Le formazioni tornano nello spogliatoio sullo score di 0 a 1.

Nel secondo tempo il Lecce va a caccia di gol per riaprire la partita, inizialmente fa fatica a trovare lo spunto giusto, ma riesce a pareggiare i conti al minuto 85: bel gol di Pontus Almqvist, Gallo trova il colpo di esterno dal limite dell'area, conclusione che termina a fil di palo e batte Provedel. Clamorosamente, la Lazio abbassa la guardia concedendo ulteriori occasioni al Lecce, i pugliesi ottengono il gol vittoria al minuto 87, solo due minuti dopo il pareggio con la rete di Di Francesco: mischia in area, l'esterno sorprende tutti con una bella girata e batte Provedel per la seconda volta regalando una memorabile vittoria al Lecce. I tre punti avvicinano sin da subito i giallorossi alla salvezza, la Lazio resta ferma in fondo alla classifica. Un brutto colpo per la squadra di Sarri che dovrà provare a rialzare la testa durante il prossimo appuntamento.

3 giugno 2023
Empoli - Lazio 0 - 2

La Lazio va a caccia della vittoria in quest'ultima giornata di Serie A per conquistare il secondo posto in classifica. Dall'altra parte c'è un Empoli che non è investito da preoccupazioni, dal momento che ha raggiunto la salvezza matematica da tre giornate e si trova in 14esima posizione. Passa la Lazio, che conferma ancora una volta la qualità di gioco mostrata quest'anno con una gara dominata dall'inizio alla fine, e conquista così il secondo posto alle spalle del Napoli campione d'Italia. Si parte subito a ritmi alti con una gran giocata di Milinkovic, bravo a verticalizzare per Pedro che però non riesce ad addomesticare il pallone. Al minuto 17 si propone Cacace con un destro potente al volo dal limite dell'area, ma c'è Immobile pronto a immolarsi e deviare in calcio d'angolo. Hysaj trova una grande giocata poco prima dell'intervallo, riuscendo a eludere la marcatura di Cambiaghi il quale poi commette un fallo che vale la punizione dai 25 metri. Poco prima dell'intervallo Milinkovic mette una buona palla per Immobile, che davanti al portiere cerca il tocco sotto, deviato da Vicario. All'inizio della ripresa la Lazio passa avanti: corner di Luis Alberto, traversone al centro dove c'è la testa di Romagnoli, pronto a freddare Vicario. La Lazio resta in controllo e nel recupero trova il gol del definitivo 2-0, con Immobile che dal limite serve orizzontalmente Luis Alberto, bravo a scaricare in rete di prima intenzione. Finisce così, 2-0 per la Lazio ufficialmente seconda in questa Serie A 2022/23.

28 maggio 2023
Lazio - Cremonese 3 - 2

Partita più complessa del previsto per la Lazio di Sarri. La Cremonese riesce a mettere i biancocelesti in difficoltà nel corso del secondo tempo nonostante l'enorme differenza di punti in classifica. I biancocelesti vanno in vantaggio al minuto 4 con Hysaj: Immobile trova lo spazio per il passaggio filtrante a servire il terzino che è bravo a raccogliere la sfera e a depositarla alle spalle di Ferrari, una rete importante che spiazza Sarr e da il via alla giornata in discesa per gli uomini di Sarri. Prima della fine della frazione di gioco Milinkovic-Savic riesce a portare la Lazio sul 2 a 0 raccogliendo il cross di Pedro dalla destra, tocca e spinge la sfera in rete. Nonostante i tentativi dei lombardi, il primo tempo si chiude sullo score di 2 a 0, un risultato che premia la creazione offensiva dei capitolini. La situazione resta stabile anche ad inizio secondo tempo. La superiorità della Lazio si interrompe al minuto 54 quando arriva il primo gol della Cremonese: Galdames raccoglie la palla servita da Valeri e calcia sul secondo palo battendo Provedel. Solo pochi minuti necessari per ottenere il pareggio: siamo al minuto 58, cross in mezzo di Ciofani, Lazzari devia la palla che carambola in porta, un autogol pesantissimo che mette in difficoltà l'armata di Sarri. La Lazio è costretta ad esporsi nuovamente, la rete della vittoria arriva quando tutto sembra destinato a finire in pareggio: al minuto 89 Milinkovic-Savic colpisce di testa la palla servida da corner e sigla la doppietta personale chiudendo la partita sul 3 a 2.

21 maggio 2023
Udinese - Lazio 0 - 1

La sfida della Lazio contro l'Udinese si è rivelata più difficile del previsto, con una buona prestazione da parte dei bianconeri. Nel primo tempo, entrambe le parti hanno faticato a creare occasioni, fattore che ha portato la prima frazione a terminare con un pareggio. Nel secondo tempo, Silvestri si è distinto con grandi parate per salvare la porta dell'Udinese, ma alla fine è stato il rigore di Immobile a decidere la partita. L'attaccante laziale ha spiazzato Silvestri dal dischetto, dopo un fallo subito da Masina in area di rigore. La Lazio si è galvanizzata sfiorando il raddoppio con un tiro di testa di Romagnoli che ha colpito il palo. In questa fase, l'Udinese ha subito la pressione della squadra capitolina. I biancocelesti hanno mostrato tutte le loro qualità difensive. Alla fine, la Lazio ha vinto per 1-0 guadagnando tre punti importanti per la qualificazione alla Champions League. Ora alla squadra non resta che cercare di ottenere altri tre punti nelle prossime due partite per consolidare il proprio piazzamento nella prestigiosa competizione europea. La partita è stata molto importante per la Lazio, che ha dimostrato di saper soffrire e di avere carattere. Al contrario, l'Udinese ha giocato una buona partita ma non è riuscita a creare abbastanza occasioni da gol. Silvestri è stato l'uomo chiave per gli ospiti, ma alla fine non è riuscito a evitare la sconfitta.

12 maggio 2023
Lazio - Lecce 2 - 2

La Lazio fatica contro il Lecce e in pieno recupero agguanta un pareggio sofferto contro un ottimo Lecce. Si comincia al minuto 7 con una buona occasione da gol per Oudin, che calcia da fuori area e spedisce il pallone a lato di pochissimo. La Lazio reagisce, i ritmi si alzano e si gioca molto sul piano fisico, saranno tante le ammonizioni a fine partita. Al minuto 21 il Lecce ha l'opportunità di indirizzare la gara a proprio favore: Blin viene atterrato in area piccola da Hysaj, l'arbitro assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri, però, Strefezza si lascia ipnotizzare e allarga troppo il tiro, si riparte dallo 0-0. La Lazio alza il proprio baricentro e al 34' trova la chiave per passare in vantaggio: Immobile raccoglie il passaggio filtrante di Luis Alberto, controlla il pallone e infila Falcone per l'1-0. Gli ospiti non si perdono d'animo e pareggiano nell'ultima azione del primo tempo con il mancino vincente di Oudin su assist di Gendrey. Nella ripresa il Lecce si scatena in avanti e sorpassa al 51' ancora con Oudin, questa volta l'assist è di Strefezza. Per la Lazio ci prova Immobile in un paio di circostanze, ma Falcone è attento. Al 96' il Lecce aspetta il triplice fischio per festeggiare la vittoria, ma la festa viene rovinata dall'inzuccata vincente di Milinkovic-Savic che regala il pareggio alla Lazio.

6 maggio 2023
Milan - Lazio 2 - 0

Il Lazio arriva a questa importante sfida contro il Milan con l'obiettivo di tenere stretto il secondo posto e mantenere le dovute distanze con le inseguitrici, tra le quali figura proprio il Milan. Ma i biancocelesti rimangono a bocca asciutta al termine di questa giornata numero 34, è infatti il Milan a conquistare i tre punti, tornando anche momentaneamente al quarto posto in classifica. La prima vera occasione del match è all'ottavo minuto, la Lazio perde palla a centrocampo e Giroud ne approfitta per lanciare in profondità Leao, che entra in area, carica il sinistro ma viene murato dal portiere in uscita. Poco dopo Leao abbandona il campo per infortunio, è la nota stonata di questa giornata per Pioli. Il Milan insiste e al 17' va in vantaggio con Bennacer, bravo a sfruttare una palla persa dagli avversari per avviare una bella azione personale, ottiene l'uno-due con Giroud per poi concludere di mancino verso la porta, è 1-0. Al 29' i rossoneri raddoppiano grazie a un'iniziativa di Theo Hernandez che dopo aver saltato due avversari si inventa una conclusione imparabile per l'estremo difensore. Nella ripresa è il Milan che continua a tenere il pallino del gioco, collezionando diverse palle gol, ma nessuna va a segno. Restano decisive le due reti firmate nel primo tempo, passa il Milan.

3 maggio 2023
Lazio - Sassuolo 2 - 0

La sfida tra Lazio e Sassuolo, disputatasi il 3 maggio 2023, regala ai biancocelesti l'opportunità di allungare significativamente sulle inseguitrici e garantirsi un posto tra le grandi d'Europa per la stagione successiva. Ad una partenza positiva, tuttavia, non segue l'auspicato prosieguo, con Ciro Immobile che vede annullarsi dal VAR la rete del possibile vantaggio, sosta vana. Il gol del meritato primato porta dunque la firma di Felipe Anderson, al 14': il brasiliano raccoglie l'Assist di Marcos Antonio e deposita alle spalle di Consigli. Il primo tempo si chiude con il successo della Lazio per uno a zero.

La seconda frazione appare radicalmente mutata, coi neroverdi maggiormente proiettati in avanti nel tentativo di agguantare il pari e non lasciarsi sfuggire l'opportunità di proseguire il cammino europeo. Una traversa colpita da Defrel vanifica le ambizioni di rimonta, senza però scoraggiarle. Nel momento in cui i padroni di casa sembrano vacillare, è ancora la Lazio a propiziare il raddoppio: contropiede ispirato, Felipe Anderson serve Zaccagni, abile ad offrire al croato Basic l'istantanea possibilità di insaccare. La contesa si conclude pertanto sul punteggio di due reti ad una in favore dei biancocelesti. La formazione di Sarri prosegue solitaria il cammino verso la Champions, secondo posto a sei lunghezze dal rischio di Europa League e sessantaquattro punti all'attivo. Il Sassuolo resta fermo a quarantatré, dodicesima posizione insufficiente per rimediare ad una stagione al di sotto delle aspettative, sebbene lontana dai pericoli di retrocessione.

30 aprile 2023
Inter - Lazio 3 - 1

La Lazio esce perdente anche da questa trasfera al San Siro, nell'incontro con l'Inter di Inzaghi. Una sconfitta che non reca molti danni ai biancocelesti, ma che fa avanzare notevolmente la squadra neroazzurra. Le statistiche dimostrano come l'Inter abbia dominato la partita, im termini di possesso palla e tiri in porta. È la Lazio a battere il calcio d'inizio, ma è Brozovic il primo ad attaccare. Scatta per liberarsi dalla difesa e cerca una conclusione dal limite, ma il pallone incontra le mani di Provedei. Al 8' Immobile e poi Zaccagni tentano un sorpasso in termini di punteggio, ma un fuorigioco e un fallo non glielo permettono. Bel pallone per Mkhitaryan al 22', che scarica una cannonata verso il centro della porta, ma la conclusione viene bloccata immediatamente dal portiere. Al 26' l'Inter passa in vantaggio con un gol di Mkhitaryan dritto all'angolo sinistro della porta biancoceleste, ma pochi istanti dopo viene annullato per fuorigioco dopo un consulto del VAR. Anderson ne approfitta e sferra una cannonata nella rete neroazzurra, portando la sua squadra allo 0-1. Tentativo sfortunato per Mkhitaryan, con un pallone indirizzato sopra la traversa. Tre minuti dopo Barella calcia un rimbalzo che sorprende Provedei, ma incontra il palo sinistro. Intervento incredibile di Onana al 45+1': Immobile si libera dai difensori e cerca una conclusione nell'angolo destro della rete, ma il portiere respinge per un soffio anche questo tentativo. Nella ripresa, Dimarco crossa in area ma non ottiene quello che sperava e la palla viene agganciata da un difensore biancoceleste. Dimarco serve Barella con un cross mirato, ma il pallone termina largo a destra. Il pareggio arriva al 78' con un passaggio corto di Martinez verso Lukaku, che buca la porta nell'angolo sinistro cambiando il risultato in 1-1. L'Inter sfrutta un momento di stanchezza dei bianconeri e continua a puntare su un attacco ben deciso: all'83 Lukaku serve palla a Gosens, che la insacca facilmente tra i pali e porta la sua squadra in vantaggio di 2-1. I festeggiamenti dei neroazzurri non finiscono qui perché al 90' Martinez stravolge la partita e con un rimpallo fortunato riesce a terminare l'azione con 3-1 per l'Inter. I neroazzurri di Inzaghi arrivano a quota 57 e in piena zona Champions, mentre gli aquilotti restano a quota 61 in seconda posizione.

22 aprile 2023
Lazio - Torino 0 - 1

La Lazio di Sarri subisce la prima sconfitta dopo sei vittorie consecutive, proprio nel campo del suo Olimpico. È il Torino di Juric a festeggiare durante questa 31a giornata di Serie A. Già al primo minuto di gioco Zaccagni cerca una conclusione, ma il suo colpo di testa va a finire contro il palo sinistro. Al 13' risponde in contrattacco il Torino, con Radonjic che riesce a mettere in area un bellissimo pallone ma finisce tra i piedi dei difensori avversari. Milinkovic prende possesso palla e tenta un tiro dalla distanza, ma viene prontamente respinto da Provedei. Al 43' il Torino passa in vantaggio con un gol fortunato di Ivan Llic, posizionato centralmente rasoterra. La Lazio ora deve tentare di tutto per recuperare lo svantaggio attuale di 0-1.

Nel secondo tempo, i biancocelesti cambiano strategia e iniziano a puntare sul pressing alto nella metà campo dei granata. Il Torino invece inizia a faticare nel raggiungere la porta avversaria. Zaccagni calcia un pallone diretto in rete ma non individua bene lo specchio e fa finire il pallone fuori sulla destra. Solo 4 minuti dopo tocca a Radonjic tentare un raddoppio, ma i riflessi del portiere fanno sfumare i suoi piani. Al 64' Luis Alberto sferra una cannonata dal limite, diretta al sette di sinistra, ma il tiro è facile da parare per il portiere del Torino. Al 77' si presenta un'occasione per i padroni di casa, ma la difesa del Toro riesce a chiudere ogni piccola apertura in area. Immobile prova con una rovesciata ma il pallone si perde al di fuori della porta. Niente da fare per la Lazio che termina questa partita con l'amaro in bocca, ma si tiene ancora stretta la sua seconda posizione. Il Torino raggiunge i viola della Fiorentina al nono posto con 42 punti.

14 aprile 2023
Spezia - Lazio 0 - 3

La Lazio torna a festeggiare la vittoria nella 30a giornata di campionato, questa volta contro lo Spezia e proprio tra le mura dell'Alberto Picco. I liguri hanno iniziato bene la partita, ma la forza e la resistenza dei giocatori laziali non gli ha dato scampo. Al 20' Immobile si lancia in area per agganciare un passaggio ed effettua un tiro rasoterra in mezzo ai pali, ma trova un Dragowski sempre sull'attenti. Zaccagni tenta un passaggio lungo ma non abbastanza potente per raggiungere gli altri compagni e viene bloccato da un difensore avversario. Un atterramento di Ampadu fa fischiare rigore da Irrati, che per scrupoli chiede consulto al VAR. Rigore confermato e battuto da Immobile al 36': pallone nell'angolo sinistro della porta; siamo 0-1 per la Lazio. Al 45+3' è mancato un soffio per raggiungere il raddoppio, ma il calcio di Luis Alberto non trova lo specchio. Nella seconda frazione di partita i ragazzi di Sarri raddoppiano il loro vantaggio, con Anderson che sfrutta bene un rimbalzo e sfonda la rete dello Spezia. La partita è al 52' e il risultato vede la Lazio in vantaggo di 0-2. Lo Spezia non sfrutta al meglio un'occasione che poteva riportarli in gioco: Ekdal conquista il possesso palla ma il tiro risulta troppo debole per sorpassare Provedei. Al 68' Milinkovic tenta una conclusione ma il pallone termina al di fuori sopra del rettangolo. Al 73' Agudelo decide di tentare un'azione, ma il suo missile finisce per oltrepassare la traversa. Poi un brutto fallo di Ampadu costringe Irrati ad assegnarli il rosso, dopo una precedente ammonizione, e lo espelle dal campo all'84'. Dopo soli 5 minuti, Antonio effettua un gioco individuale che sconfigge Dragowski e sfonda la rete, portando i biancocelesti al 0-3. Per lo Spezia era una partita difficile già in partenza e rimane a 26 punti, mentre la Lazio ha riconfermato la sua grandezza consolidando il secondo posto e l'accesso alla Champions.

8 aprile 2023
Lazio - Juventus 2 - 1

L'Olimpico ha assistito alla vittoria della Lazio in questo big match contro la Juventus. È la sesta vittoria su sette partite giocate per i biancocelesti, mentre i bianconeri interrompono la loro sfilza di successi consecutivi. La Lazio parte subito all'attacco con Luis Alberto che al quinto minuto, cerca già una conclusione sganciando un missile dalla distanza indirizzato sotto la traversa, ma viene respinto da Szczesny con un intervento dell'ultimo minuto. Al settimo minuto c'è la risposta dei bianconeri: Vlahovic lancia un cross su Rabiot, ma il suo colpo di testa esce larghissimo sulla destra della porta. Dopo poco, Immobile si fa spazio in area e sferra un gran colpo di testa, ma anche questo finisce sopra la traversa. Al 39' vediamo finalmente un'azione degna di nota dei biancocelesti, che gli permette di passare in vantaggio: Milinkovic stoppa un passaggio lungo e spedisce il pallone in rete, portando la sua squadra all'1-0. Solo pochi minuti dopo, l'esito del match si trasforma in pareggio, con un tiro glaciale di Rabiot al 42'.

Nella ripresa la Lazio non si abbatte, anzi si mostra ancora più agguerrita: Luis Alberto trova Zaccagni, si coordinano e quest'ultimo lancia un sasso nell'angolo destro della porta, raddoppiando il vantaggio a 2-1 per la Lazio. Al 62' Vlahovic cerca un recupero con un colpo di testa sul cross, ma il pallone supera nuovamente la traversa. Al 72' Rabiot ritenta il pareggio ma il suo missile viene bloccato da un difensore. Negli ultimi minuti dell'incontro subentra Chiesa, che all'84' posiziona un bel pallone per Fagioli, ma il suo tiro non si rivela abbastanza preciso e termina fuori dal campo. Al 90+3' c'è l'ultima occasione per il pareggio bianconero, ma il cross di Di Maria viene spazzato via dalla difesa biancoceleste. La Lazio si conferma vittoriosa anche in questa partita e arriva al secondo posto con 58 punti. La squadra di Allegri invece rimane ferma a 44 punti.

2 aprile 2023
Monza - Lazio 0 - 2

Sul campo del Brianteo la squadra di Sarri si conferma vittoriosa con due gol a zero, confermando la sua seconda posizione dietro al Napoli e la qualificazione per la Champions. Dopo la conquista del derby contro la Roma, i biancocelesti sono ancora più consapevoli della loro forza e lo dimostrano in questa trasferta contro i brianzoli. Nei primi minuti della partita vediamo il Monza scambiarsi passaggi lunghi e mantenere il possesso palla, ma al 13' Pedro sfrutta una grande occasione: raccoglie uno splendido passaggio e sferra un tiro precisissimo sul secondo palo, portando la Lazio in vantaggio di 0-1. Al 19' Sensi tenta una ripresa con un cross sulla fascia, ma trova solo il palo destro. Al 23' Luis Alberto coglie un rimbalzo e calcia al volo dal limite sorprendendo Di Gregorio, ma finisce per colpire il palo sinistro. Un'ottima parata di Provedei al 33' dopo un colpo di testa di Petagna diretto sotto la traversa. Nella ripresa la Lazio raddoppia il suo vantaggio con un gol magnifico di Milinkovic al 56'. Due minuti dopo Petagna ritenta una conclusione ma uno dei difensori avversari riesce a fare muro e spedisce la palla fuori dal campo. I giocatori brianzoli decidono di cambiare gioco e puntano la loro strategia su lanchi lunghi e rapidi. Ma questo non basta e al 73' sprecano un'altra opportunità di gol: Stefano Sensi mette un cros al centro dell'area, ma la difesa si fa trovare pronta. All'82 Mota prova un passaggio filtrante ma il pallone viene nuovamente intercettato. Nei minuti di recupero finali il Monza tenta il tutto per tutto con Gytkjaer, che colpisce la palla dopo un rimbalzo ma la spedisce oltre la traversa. La Lazio si aggiudica un'altra vittoria molto importante e torna a casa con quota 55 punti. I brianzoli invece rimangono in tredicesima posizione con 34 punti totali.

19 marzo 2023
Lazio - Roma 1 - 0

È della Lazio il derby previsto per la 27a giornata di campionato. Gli aquilotti portano a casa i 3 preziosi punti, che la aiutano a scavalcare i giallorossi in classifica e raggiungono l'Atalanta al terzo posto. Al 3' Zaccagni individua un compagno libero in area e prova a servirgli un passaggio rasoterra, ma la difesa giallorossa riesce ad intercettare il pallone. Al 5' Luis Alberto si impossessa della palla e tenta un tiro dalla distanza, che finisce per superare la traversa. Al 20' Anderson aggancia un passaggio netto e si ritrova da solo con il portiere, sgancia una cannonata sulla sinistra ma incontra un Rul Patricio pronto ad intervenire. La Lazio è agguerrita e sta puntando su una strategia difensiva basata sul contrattacco. Al 30' Zaccagni blocca un passaggio e spara un missile verso l'angolo destro della porta giallorossa. Buona occasione sventata da Patricio che devia il pallone all'ultimo. Al 32' Ibanez viene espulso dal campo dopo aver ricevuto già un'ammonizione, la partita per lui termina qui. In questo primo tempo, i giocatori biancocelesti continuano a dominare il possesso palla e tengono le redini della partita, scambiandosi il pallone con molta precisione per sfiancare gli avversari. Nella seconda frazione del match, la Roma mette in campo il tridente d'attacco: Zaniolo, Abraham e Belotti per riprendere in mano la partita. Al 53' Luis Alberto aggancia un ottimo passaggio e prova la conclusione, ma il suo tiro dalla media distanza viene respinto da Patricio. Al 63' un'ottima azione di Pedro viene sventata dall'intervento del portiere, che sembra essere l'unico a giocare in campo giallorosso. Finalmente al 65' vediamo un cambio nell'esito del match: Zaccagni riceve un bel passaggio e buca la rete con un tiro mirato all'angolo destro. Un grande lavoro di squadra che porta i biancocelesti a salire in vantaggio di 1-0. Al 67' terribile autogol di Casale nel tentativo di allontanare un traversone, ma dopo il consulto del VAR l'abritro annulla il gol per fuorigioco. La Lazio ha scavato un fosso che si era creata da sola. Al 77' Spinazzola tenta il pareggio ma il suo tiro viene prontamente parato da Provedei. All'85' Cancellieri cerca di raddoppiare il vantaggio ma i difensori giallorossi respingono il tentativo. Negli ultimi minuti di recupero la Roma continua a tentare invano un pareggio, mentre Marusic e Cristante ricevono un cartellino rosso per condotta antisportiva e proteste, dopo aver creato una mischia sul campo.

11 marzo 2023
Bologna - Lazio 0 - 0

Una gara a reti inviolate ma piena di azione quella che ha visto il Bologna scontrarsi con la Lazio al Dall'Ara. I biancocelesti hanno dimostrato nuovamente quanto sia potente la loro difesa, mentre il rossoblù hanno saputo tenere testa ad una delle squadre più forti del campionato. Al 15' si presenta una grande occasione per la Lazio: Pedro riesce a liberarsi del suo avversario e procede con il tiro, ma il pallone finisce fuori a sinistra di pochi centimetri. Al 29' vediamo un tentativo del Bologna con Ferguson che aggancia un cross con la testa ma il suo colpo finisce contro il palo destro. Al 35' Luis Alberto si imbatte in un faccia a faccia con il portiere, cerca la rete ma ci mette troppo tempo e il portiere intercetta il pallone. Al 45+2' Schouten tenta un tiro dall'area che però non riesce a sfuggire dalle mani di Provedei. Nella ripresa vediamo molti altri tentativi di gol, tutti terminati senza fortuna. Al 50' Zaccagni si impossessa di un passaggio corto in area e senza esitare sgancia un missile ma senza prende bene la mira e fa finire il pallone fuori a sinistra. Al 56' si verifica un'occasione d'oro, non sfruttata come si deve: Kyriakopoulos corre in area, raccoglie un cross e sferra un missile verso la porta avversaria, il tiro viene subito bloccato da un difensore biancoceleste con un intervento in scivolata. Al 71' Milinkovic tenta una conclusione vincente, ma mette troppa potenza nel passaggio e spedisce il pallone fuori dal rettangolo. Al 78' la Lazio ancora non si arrende e Vecino prova un tiro speranzoso, che però viene subito bloccato dal muro difensivo del Bologna. Una cannonata di Barrow all'83' sembrava finire in rete, ma esce per un soffio fuori sulla destra. Ultima occasione per il Bologna all'88' con un cross da fondo campo, intercettato da Posch che non riesce a prendere una mira adeguata e spreca la chance. Niente da fare per Lazio e Bologna che si lasciano con uno 0-0. Gli aquilotti non riescono a scavalcare l'Inter in classifica e aumentano il loro distacco con il Napoli. I rossoblù invece accorciano le distanze con l'Atalanta e consolidano le opportunità di accedere alla Conference League.

3 marzo 2023
Napoli - Lazio 0 - 1

In questa 25esima giornata di Serie A la Lazio festeggia una vittoria preziosissima contro l'avversario più ostico del campionato: il Napoli capolista, che sta dominando la stagione e ha praticamente messo lo scudetto in cassaforte. Fin dall'inizio della partita si percepisce che la Lazio è più in forma: tiene palla e crea le maggiori occasioni da gol, mentre dall'altra parte il Napoli appare poco fantasioso. La prima chance nasce da un calcio piazzato, Luis Alberto crossa per Vecino che tenta la girata di testa ma viene ostacolato da Di Lorenzo. I partenopei tirano per la prima volta nello specchio al minuto 16, si propone Zielinski la cui conclusione di mancino è troppo debole e viene bloccata a terra da Provedel. Pochi minuti dopo si vede ancora la Lazio con Milinkovic-Savic, che riceve palla da Hysaj e va al destro da dentro l'area, Kim dice no e sventa il pericolo. Al 30' grandi riflessi di Provedel che allunga con le dita un pallone pericoloso di Lozano, impedendo così a Osimhen di presentarsi solo davanti alla porta. Nel secondo tempo il Napoli si riaccende e la partita si fa più equilibrata. Al 51' Olivera avanza sulla sinistra e scarica per Osimhen, che cerca la porta ma trova la deviazione in corner. Per qualche momento la Lazio annaspa e non riesce più a uscire dalla propria metà campo, tuttavia al 67' la gara sorride ai biancocelesti: una bella azione di gruppo si risolve con la conclusione di Vecino da fuori area sulla quale Meret non può nulla. Il Napoli va al forcing in cerca del pari e al 79' mette i brividi con Osimhen che colpisce la traversa e Provedel che neutralizza il tap-in di Kim. Nel recupero è la Lazio a sfiorare il 2-0 con una traversa centrata da Milinkovic-Savic da calcio piazzato. Vince la Lazio, che conquista il secondo posto momentaneo.

27 febbraio 2023
Lazio - Sampdoria 1 - 0

La Lazio di Sarri ospita all'Olimpico di Roma la Sampdoria. La partita sulla carta vede favoriti i biancocelesti, ma per loro la sfida si rivela più ostica del previsto. Nel primo tempo la Lazio riesce a rendersi pericolosa in più di una occasione con Luis Alberto e Pedro, ma non riescono a sbloccare la situazione per tutto la prima frazione di gioco. Nel secondo tempo i blucerchiati tornano in campo con un atteggiamento molto più propenso alla fase offensiva, anche loro sfiorano il vantaggio con Gabbiadini, ma le porte sembrano essere stregate. La maledizione si rompe solo al minuto 80 di gioco, quando Luis Alberto trova lo spazio giusto per portare lo score sull'1 a 0: Felipe Anderson crossa dalla destra, Nuytinck tocca liberando lo spagnolo al limite dell'area di rigore, il giocatore è bravo a calciare di destro spingendo la palla sotto l'incrocio dei pali alla sinistra dell'estremo difensore avversario. La Sampdoria si lascia scappare il punto a pochi minuti dalla fine. La Lazio esce con i tre punti e sale a 45 punti in quarta posizione in attesa della conclusione del turno di Serie A. La Sampdoria invece si deve accontentare di rimanere in penultima posizione con soli 11 punti all'attivo.

19 febbraio 2023
Salernitana - Lazio 0 - 2

La Lazio va in trasferta per sfidare la Salernitana, una partita che la vede favorita, ma che è tutt'altro che scontata. La stagione della Salernitana fino a questo punto è stata molto buona, ma la motivazione della Lazio di andare in Champions League è troppo forte per essere fermata. Nel primo tempo i campani sono molto bravi a respingere ogni rischio, la squadra di Sarri non crea azioni interessanti e rischia in più di una occasione di subire gol con gli spunti di Bradaric e Bonazzoli. La partita prende subito una piega interessante, ma non regala gol per tutta la prima metà di gara. Le squadre tornano a riposo sullo score di 0 a 0. La situazione cambia soltanto nel secondo tempo, quando i biancocelesti riescono ad andare in rete al minuto 60 con Ciro Immobile: buco nella difesa campana che permette a Marusic di infilarsi e servire il bomber, Immobile non deve fare altro che spingere in rete per lo 0 a 1. Il gol riaccende gli animi in campo, la Lazio riesce a raddoppiare il vantaggio con il solito Immobile, bravo l'attaccante a guadagnarsi da solo un calcio di rigore e a trasformarlo spedendo la palla all'angolino. L'arbitro decide di assegnare l'occasione dagli 11 metri per un fallo a cascata di Sepe su Immobile. L'occasione consente alla Lazio di chiudere il match per 0 a 2, risultato giusto che consegna i tre punti a Sarri. Ora sono a 42 punti a poche misure dalla zona Champions League, la Salernitana resta ferma a 21 punti a ridosso dalla zona retrocessione.

11 febbraio 2023
Lazio - Atalanta 0 - 2

In questa 22esima giornata di Serie A gli occhi sono puntati su quanto accade all'Olimpico in occasione di Lazio - Atalanta, una sfida che può fornire qualche risposta in ottica Champions League. La prima fase del match è molto bilanciata, entrambe le squadre non hanno paura di proporsi nella metà campo avversaria. Al settimo minuto Provedel è chiamato alla parata da un tiro non troppo potente di Koopmeiners, pochi minuti dopo il portiere interviene anche sulla conclusione a botta sicura di Hateboer. Al 21' si registra un autentico miracolo di Provedel, che smanaccia sulla traversa un tiro di Lookman deviato da Romagnoli. Due minuti dopo è vantaggio Atalanta su un'azione avviata da Lookman, la risolve Zappacosta che manda il pallone all'incrocio dei pali. Nel secondo tempo i ritmi continuano a essere alti e non mancano i duelli soprattutto sul piano fisico. A inizio ripresa Immobile impegna Musso con il sinistro; dall'altra parte replica Hojlund con un'azione personale che si conclude con un tiro che centra in pieno Provedel in uscita. Siamo al 65' quando l'Atalanta trova il gol che archivia la partita sugli sviluppi di una ripartenza, Provedel non arriva sul cross rasoterra di Lookman e Hojlund appoggia in rete a porta vuota. Finisce 0-2, un risultato deludente per il club biancoceleste, alla quarta gara senza vittoria.

6 febbraio 2023
Verona - Lazio 1 - 1

Il match tra Verona e Lazio ha inizio con i mastini molto più decisi in fase offensiva. Le occasioni arrivano principalmente con Doig nel corso del primo quarto d'ora di gara, ma non riesce a trovare la rete del vantaggio. La situazione cambia radicalmente a fine primo tempo, quando i biancocelesti riescono a trovare la chance giusta di portarsi in vantaggio: al minuto 45 Pedro raccoglie la palla servita in mezzo, dopo un dai e vai con Cataldi, l'ex Chelsea si gira e calcia in porta sorprendendo Montipò, la sfera termina in rete e porta avanti i capitolini. Il primo tempo si conclude sullo 0 a 1, risultato utile ai ragazzi di Sarri che dovranno essere bravi a difendere il vantaggio.

Nel secondo tempo la situazione cambia radicalmente con il pareggio di Cyril Ngonge al minuto 51: bel calcio di punizione dall'esterno battuto perfettamente sul primo palo da Lazovic, il giocatore è bravo a chiudere in porta con un tap-in vincente. Risultato utile che i mastini riescono a difendere fino alla fine del match, inutili i tentativi della Lazio di riportarsi in vantaggio. La Lazio ottiene un solo punto e sale a quota 39 punti in quarta posizione, il Verona sale in modo importante verso la zona salvezza, ora è a 14 punti in diciottesima posizione.

29 gennaio 2023
Lazio - Fiorentina 1 - 1

Gara importante per la Lazio, ha l'occasione di allungare sulla Roma in classifica, ma deve riuscire ad imporsi su una buona Fiorentina. La 20a giornata di Serie A inizia nel migliore dei modi per i biancocelesti, riescono ad andare in gol dopo soli 8 minuti con Casale: Luis Alberto batte il calcio d'angolo, la palla resta vacante in area di rigore, Casale si lancia sulla sfera e dopo un rimpallo spinge la sfera dove il portiere non può arrivare, 1 a 0 Lazio. Il primo tempo non regala altre emozioni, le due squadre non sembrano volersi esporre troppo in fase offensiva. Tornano negli spogliatoi sullo score di 1 a 0. Nel secondo tempo la situazione cambia radicalmente dopo soli quattro minuti: Nico Gonzalez pareggia i conti al minuto 49, calcia dal limite dell'area di rigore dopo uno scambio con Bonaventura e infila Provedel alla sua destra. Interessanti i tentativi di Felipe Anderson al minuto 59 e Immobile al minuto 75, ma nessuno riesce a trovare il gol della vittoria. La gara termina in pareggio per 1 a 1, un punto a testa che rallenta entrambe le società. La Lazio sale a 38 punti in terza posizione, la Fiorentina invece sale a 24 punti in dodicesima posizione. Una occasione persa per allungare in cima alla classifica e involarsi in solitaria in zona Champions League. La Fiorentina invece è sempre più vicina alla salvezza matematica.

24 gennaio 2023
Lazio - Milan 4 - 0

L'ultima sfida della 19a giornata di Serie A 2022/23 mette in contrapposizione Lazio e Milan, due squadre in zona coppe europee che vogliono confermarsi in zona Champions League. Nonostante i rossoneri siano campioni d'Italia e favoriti per la vittoria del match, la Lazio riesce a portare a casa una vittoria importantissima per la propria classifica. La gara inizia con il primo gol dei biancocelesti al minuto 4: Milinkovic-Savic riesce ad andare in rete trasformando il cross di Zaccagni con una deviazione, bello il velo di Luis Alberto che con un movimento di corpo smarca il compagno. Zaccagni riesce a raddoppiare il vantaggio al minuto 38: Marusic calcia in porta colpendo il palo, l'attaccante si lancia sul pallone rubando il tempo a tutti, calcia in rete chiudendo il primo tempo sul 2 a 0. Nel secondo tempo la situazione si fa sempre più dura per gli ospiti quando Luis Alberto realizza il tris di giornata: lo spagnolo trasforma il calcio di rigore assegnato dall'arbitro per il fallo di Kalulu su Pedro. La sigla definitiva sul match è di Felipe Anderson, giocatore che si fa trovare pronto a spingere in rete l'assist di Luis Alberto, facile per lui spingere in rete. Il poker mette alle corde il Milan, la partita termina con una vittoria dei capitolini che ottengono i tre punti e salgono a 37 punti a pari merito con Inter e Roma. Il Milan resta fermo, poco sopra, a 38 punti in seconda posizione.

15 gennaio 2023
Sassuolo - Lazio 0 - 2

La Lazio non sta attraversando un buon momento visto l'unico punto raccolto nelle ultime tre giornate, l'inizio del 2023 non è stato incoraggiante. I biancocelesti sono chiamati a fare meglio e l'occasione propizia è la partita contro il Sassuolo, valida per la 18esima giornata di Serie A. La Lazio non brilla, ma riesce a portare a casa una vittoria preziosa. Sebbene il primo tempo sia privo di spettacolo e i laziali appaiano visibilmente in difficoltà dopo l'uscita di Immobile per infortunio, neanche i neroverdi riescono a costruire molto se non un paio di occasioni nel finale di frazione per Lauriente e Frattesi, che comunque non spaventano troppo la difesa avversaria. Nel recupero del primo tempo è un calcio di rigore a sbloccare il match, l'arbitro assegna il penalty alla Lazio dopo aver verificato al Var il fallo di mano di Toljan in area di rigore, Zaccagni va sul dischetto e segna. Nel secondo tempo la partita prosegue a ritmi bassi, il Sassuolo si rende davvero pericoloso in una sola circostanza, quando Frattesi stacca di testa sul corner di Berardi e spedisce il pallone di poco alto. La Lazio punta sulle ripartenze e, dopo un paio di occasioni per Felipe Anderson e Pedro, riesce a chiudere la partita al 94' con una bella azione in velocità finalizzata al meglio da Felipe Anderson.

08 gennaio 2023
Lazio - Empoli 2 - 2

I biancocelesti vogliono porre fine al periodo nero che stanno attraversando. Per farlo hanno bisogno di tornare alla vittoria contro l'Empoli in questa 17a giornata di campionato. Vincere significherebbe lanciarsi di nuovo verso la zona Champions League. Ad ogni modo, anche l'Empoli ha importanti motivazioni, ogni punto accaparrato rappresenta una speranza in più di poter chiudere il discorso salvezza in vista della fine di campionato. La gara si mette subito bene per i capitolini, trovano il vantaggio dopo soli due minuti di gioco con Felipe Anderson, i padroni di casa vanno in vantaggio sul corner di Luis Alberto, Anderson spizza di testa in porta e sorprende Vicario regalando il vantaggio ai suoi. Il vantaggio dura per tutto il primo tempo. Nel secondo tempo i ragazzi di Sarri riescono anche a trovare il raddoppio con il gol di Zaccagni al minuto 54: Felipe Anderson tira, la palla viene smorzata, il giocatore controlla la sfera e batte Vicario con un bel esterno che sigla il 2 a 0. La partita sembra finita, ma l'Empoli riesce a trovare lo scatto di orgoglio necessario a cambiare il corso degli eventi: al minuto 83 Caputo riesce a realizzare il gol che accorcia le distanze su contropiede di Cambiaghi che crossa in mezzo consentendo al bomber di spingere in porta. Dopo il gol del 2 a 1, i toscani tornano alla carica per il pareggio, incredibilmente riescono ad ottenerlo al minuto 90'+3': da corner Felipe Anderson allontana e dal limite dell'area Marin calcia di destro superando Provodel. Pareggio per 2 a 2 che consegna un punto per parte.

04 gennaio 2023
Lecce - Lazio 2 - 1

La Lazio scende in campo contro il Lecce per la 16esima giornata e durante il primo tempo dà del filo da torcere al Lecce. I salentini non riescono a difendersi al meglio e infatti vengono sopraffatti dalla superiorità dei biancocelesti che segnano al 14’: su assist di Casale, scatta e va a segno. Non ci saranno altre reti prima della fine del primo tempo che infatti si chiude con un risultato parziale di 1 a 0 per la Lazio. Si torna in campo per affrontare la seconda frazione di gioco. Il Lecce riparte più deciso e conquista la rete avversaria al 57’ con Strefezza che segna di tap-in e il portiere avversario non riesce a bloccare la palla. È ora 1 a 1 per le due squadre. I salentini non si fermano però e si prendono anche il vantaggio. È il 71’ quando Colombo riceve palla e si deve occupare solo di spingerla a rete. Azione riuscita per il Lecce che chiude i gol della giornata e si porta a casa la vittoria con un risultato finale di 2 a 1.

13 novembre 2022
Juventus - Lazio 3 - 0

Sfida molto dure da mandare giù per i ragazzi di Sarri che chiudono nel peggior modo possibile il campionato prima della pausa dei mondiali. La squadra scende in campo senza un gioco utile, ne approfitta le Juve che riesce a dominare il gioco per tutti i 90 minuti. Già nel primo tempo la squadra di Allegri si porta in vantaggio mettendo a segno l'1 a 0 con Moise Kean al minuto 43: Rabiot ruba palla a Milinkovic Savic, lancia per Kean che nota l'uscita dai pali di Provedel e lo supera con un bellissimo pallonetto che si deposita in rete. Il primo tempo termina quindi con il vantaggio dei bianconeri per 1 a 0. La faccenda si fa diversa nel corso del secondo tempo con una Juventus ancora più incisiva in fase offensiva. I bianconeri raddoppiano il vantaggio con la doppietta di Moise Kean: questa volta l'attaccante della nazionale italiana si fa trovare pronto per il tap-in vincente sulla respinta di Provedel al tiro di Kostic, la palla termina in rete e segna il 2 a 0. Nella parte finale di gara, precisamente al minuto 89, Arkadiusz Milik trova anche lo spunto giusto per chiudere definitivamente il match con il 3 a 0: i bianconeri prendono l'iniziativa con Chiesa che inventa un cross basso in area di rigore a servire il polacco, brava la punta a spingere la palla in rete con il giusto tempismo. Completamente inutili i tentativi biancocelesti di tornare in gara negli ultimi minuti di gioco con Felipe Anderson e Vecino, la sfida termina con un 3 a 0 che consegna i tre punti alla squadra di Torino. La Juventus sale in terza posizione con 31 punti complessivi, la Lazio resta ferma a 30 punti scendendo in quarta posizione.

10 novembre 2022
Lazio - Monza 1 - 0

Gara importante che dimostra l'importanza che ha la Lazio in questa stagione 2022/23 di Serie A. Nonostante l'assenza di Ciro Immobile, i biancocelesti riescono a trovare i tre punti necessari a raggiungere la seconda posizione con un totale di 30 punti. Battono il Monza, squadra in lotta per la salvezza che avrebbe strappato ben volentieri anche un solo punto contro i capitolini. Sarri nel primo tempo non riesce a creare le condizioni per creare molte occasioni di gol, i tifosi si devono accontentare di qualche spunto sterile che non porta a sviluppi pericolosi per la retroguardia lombarda. La storia cambia radicalmente nel corso del secondo tempo, quando arriva il primo gol del match da parte della Lazio: siamo al minuto 68 quando Marusic spedisce in area di rigore una palla indirizzata a Romero, il giocatore calcia e batte il portiere avversario fissando il risultato sull'1 a 0. Tanto basta ai biancocelesti per portarsi a casa la vittoria. Il Monza prova a rifarsi sotto con spunti utili, ma poco convincenti. La sfida termina sullo score di 1 a 0, consegnando i tre punti ai padroni di casa. Con questo successo la Lazio sale in seconda posizione con 30 punti. Il Monza invece non va oltre i 13 punti in quindicesima posizione.

06 novembre 2022
Roma - Lazio 0 - 1

La Lazio riesce a portare a casa tre punti importanti al termine di questo derby romano, i biancocelesti non possono contare su Immobile infortunato e su Milinkovic-Savic squalificato. Nonostante ciò, la vittoria arriva con il gol di Felipe Anderson al minuto 29: importantissimo il pressing di Pedro che riesce a farsi trovare pronto sull'errore in fase difensiva di Ibanez, raccoglie la sfera e serve il compagno che batte Rui Patricio nell'uno contro uno. Si tratta dell'unica azione nel corso del primo tempo da parte dei biancocelesti che riescono a chiudere la frazione di gioco in vantaggio. La Roma, fino a questo momento, si è fatta vedere in area di rigore avversaria solo con un paio di occasioni di Pellegrini che sfiora il palo e impegna Provedel. Tornano negli spogliatoi sullo 0 a 1. Nel secondo tempo Mourinho prova ad inserire forze fresche in attacco per tentare il recupero, ma si rivela tutto inutile. L'occasione più importante nel secondo tempo è la traversa colpita da Zaniolo con una azione in solitaria, la palla si stampa sul legno e si allontana dalla porta. I giallorossi non si dimostrano in grado di rimettere in piedi la partita, il difensivismo della squadra di Sarri è sufficiente per portare a casa i tre punti e la vittoria del derby romano. I biancocelesti salgono a quota 27 gol a pari merito con l'Atalanta, la Roma resta invece a 25 punti facendosi recuperare dalla Juventus.

30 ottobre 2022
Lazio - Salernitana 1 - 3

Gara importante per la Lazio che deve vincere se vuole difendere il piazzamento Champions raggiunto nelle scorse partite. La sfida ha inizio con una ottima partenza della Lazio che si rende pericolosa già dopo soli 8 minuti di gioco: Marusic e Zaccagni non trovano lo spunto giusto per chiudere in vantaggio la prima metà di gara. La prima rete per i biancocelesti arriva al minuto 41 con Zaccagni che si fa trovare pronto sul lancio lungo di Luis Alberto, l'attaccante della nazionale italiana non sbaglia nell'uno contro uno con il portiere avversario e chiude il primo tempo in vantaggio. Nel secondo tempo, la situazione cambia radicalmente con il gol di Candreva al minuto 51: il giocatore ex-Lazio si fa trovare pronto sul lancio di Mazzocchi, raccoglie la sfera e inventa un pallonetto irraggiungibile per il portiere avversario. Sul risultato di pareggio i granata prendono coraggio e riescono a portarsi avanti con il gol di Fazio al minuto 68: Candreva mette dentro un bel pallone e Fazio colpisce per Provedel regalando il vantaggio ai granata. La faccenda si fa ancora più nera per la Salernitna al minuto 76: Dia si fa trovare pronto sul cross in mezzo di Bradaric e insacca a porta vuota senza alcun ostacolo. La partita termina così sull'1 a 3, tre punti preziosi che fanno salire la Salernitana a quota 16 punti per la decima posizione.

23 ottobre 2022
Atalanta - Lazio 0 - 2

La Lazio ha tra le mani la possibilità di tentare la scalata alla classifica. In caso di vittoria contro l'Atalanta riuscirebbe di diritto a tornare in zona Champions League e a tentare l'assalto alla zona scudetto. Si tratta di un periodo molto buono per i biancocelesti che stanno dimostrando di vivere un buon momento di forma. La gara nella prima frazione di gioco riesce ad entrare nel vivo dopo soli 10 minuti di gioco con il gol di Zaccagni: Lazzari imbuca Pedro, lo spagnolo serve Zaccagni che deve solo spingere la sfera in porta per stabilire il primo vantaggio della partita. Nella restante parte del primo tempo l'Atalanta tenta di rientrare in gara, ma la retroguardia biancoceleste è brava a neutralizzare ogni tentativo della squadra di Gasperini. La situazione nel secondo tempo è molto simile a quella del primo. Ancora una volta la formazione di Sarri riesce a sorprendere la difesa nerazzurra firmando il gol del raddoppio al minuto 52: Felipe Anderson si fa trovare pronto su una bella ripartenza della Lazio: bel lancio per Marusic che prende palla e serve il compagno brasiliano, l'esterno d'attacco non deve fare altro che controllare la sfera di suola e scaricarla nell'angolino dove il portiere non può arrivare. In tutto il secondo tempo, la gara continua senza particolari spunti da parte delle due squadre, ha la meglio la Lazio che riesce a difendere il doppio vantaggio fino alla fine. Vengono assegnati tre punti ai biancocelesti che salgono così a quota 24 in terza posizione, l'Atalanta resta ferma a pari punti in quarta posizione.

16 ottobre 2022
Lazio - Udinese 0 - 0

All'Olimpico il pubblico assiste a una partita godibile, dinamica e a più riprese intensa, ma senza gol. Lazio e Udinese non si fanno male e chiudono il decimo turno di campionato con il punteggio di 0-0, restando così ancorate al terzo posto in classifica in attesa dei risultati di Milan e Roma. La prima occasione è dei laziali al 12': corner battuto da Cataldi, Romagnoli spizza sul secondo palo, attenti Udogie e Perez a ostacolare Immobile per consentire a Silvestri di bloccare il pallone. Un minuto dopo Samardzic raccoglie l'assist di Pereyra e vscarica un tiro in porta centrando in pieno la traversa. Salvataggio provvidenziale di Silvestri al 26', il portiere mette la gamba sulla conclusione di Felipe Anderson a due passi dalla porta. E ancora il portiere si distingue poco dopo con un intervento miracoloso, neutralizzando il colpo di testa di Milinkovic-Savic. La Lazio si ritrova un po' in difficoltà dopo l'uscita dal campo di Immobile per via di un problema muscolare. Poco dopo l'inizio della ripresa i padroni di casa rischiano su un colpo di testa di Udogie, per loro fortuna il pallone termina fuori. Occasione d'oro per Pereyra al 72', Provedel si distende a sventare il suo tiro incrociato. Cinque minuti prima della fine Deulofeu aggira la difesa laziale, incrocia il tiro e colpisce la traversa, la seconda della gara per l'Udinese. Non arrivano gol a sbloccare la partita nel finale, il match termina a porte inviolate.

10 ottobre 2022
Fiorentina - Lazio 0 - 4

La sfida tra Lazio e Fiorentina mette in contrapposizione due squadre paragonabile per quanto riguarda l'organico disponibile, restano anche due squadre in lotta per la stessa parte della classifica, la qualificazione in zona coppe europee. La sfida si mette subito bene per i biancocelesti che prendono il largo sin dai primi minuti del primo tempo, ad andare in rete è Vecino che mette a segno un gol sul calcio d'angolo battuto da Zaccagni colpendo di testa alle spalle della retroguardia avversaria. La Lazio riesce a raddoppiare pochi minuti più tardi con il gol di Zaccagni: parte tutto da una pennellata di Milinkovic-Savic che lo mette nelle condizioni di dover solo toccare in porta di testa, la spalla sorprende ancora una volta il portiere della Fiorentina. Il primo tempo si conclude quindi sullo score di 2 a 0. Nel secondo tempo la faccenda si fa ancora più dura per i padroni di casa che vedono rifilarsi il terzo gol del match al minuto 85 da Luis Alberto, inutile il gioco proposto nella prima parte della frazione, la gara è a senso unico. L'azione del gol parte da Pedro che serve Immobile, il bomber lascia il compito al fantasista azzurro di calciare in porta, la palla finisce in rete e serve il tris. Non è finita, manca ancora lo zampino del solito Ciro Immobile sulla gara: Luis Alberto trova lo spazio per un lancio millimetrico che serve Milinkovic-Savic, il serbo trova lo spazio per il capitano biancoceleste che chiude in porta firmando il poker. Ora la Lazio è terza in classifica con 20 punti.

2 ottobre 2022
Lazio - Spezia 4 - 0

La Lazio replica il risultato della scorsa giornata e rifila un sonoro 4-0 allo Spezia in questo lunch match valido per l'ottava giornata di Serie A. La gara sembra sorridere subito ai padroni di casa, che guadagnano un calcio di rigore che tuttavia non viene trasformato in gol da Immobile, la conclusione potente scarica il pallone alto. Lo Spezia prova a rispondere al settimo minuto, fuga di Nzola sulla destra, scarico al centro per Kiwior che calcia a botta sicura, ma c'è Lazzari a fare da scudo vicino la linea di porta. Al 12' è vantaggio Lazio su contropiede, Zaccagni giunge al limite dell'area e serve Felipe Anderson, che gli restituisce un ottimo pallone che Zaccagni deve solo depositare in rete. Il raddoppio non tarda ad arrivare, al 24' un pallone derivante da calcio di punizione arriva a Romagnoli che in girata può colpire al volo, la sfera rimbalza e poi si insacca alle spalle di Dragowski. La Lazio non è sazia e spinge ancora, dal canto loro gli ospiti faticano a stare dietro ai tanti scambi in velocità degli avversari. Al minuto 36 Milinkovic-Savic mette i brividi con una conclusione che si piazza sulla traversa. Nel secondo tempo la Lazio non si adagia sul vantaggio e anzi continua la ricerca del gol per archiviare la partita. Al 62' è 3-0 grazie alla rete di Milinkovic-Savic, servito da Zaccagni all'altezza del dischetto dove non può sbagliare. Nel recupero arriva anche la doppietta personale di Milinkovic, una bella azione personale al termine della quale mette fuori gioco Dragowski per il 4-0 definitivo.

18 settembre 2022
Cremonese - Lazio 0 - 4

Giornata da sogno per la Lazio di Sarri che affonda senza troppi problemi la squadra avversaria calando un poker pesantissimo. Il successo dei biancocelesti arriva dopo la brutta caduta in Europa League contro il Midtjlland per 5 a 1, un ottimo modo per riprendersi dopo la figuraccia in mondo visione. La Lazio va in rete al minuto 7 con Ciro Immobile, il bomber di Torre Annunziata si fa trovare pronto sull'eccellente passaggio di Milinkovic-Savic, salta Chiriches e batte Radu nell'uno contro uno con un bel sinistro irraggiungibile per il portiere avversario. Lo stesso Immobile trova il raddoppio nel corso del primo tempo, al minuto 21: trasforma perfettamente il calcio di rigore guadagnato per un tocco di mano di un difensore della Cremonese sul suo stesso tiro indirizzato in porta. Prima della fine della frazione di gioco la Lazio chiude i conti con Milinkovic-Savic al minuto 45'+2' su un incredibile tiro di Zaccagni dall'interno dell'area. Nel secondo tempo Immobile divora diverse occasioni per la tripletta personale. Tuttavia, il poker arriva lo stesso con il gol di Pedro: lo spagnolo, al minuto 79, raccoglie la palla servita da Immobile e conclude in porta non lasciando alcuno spazio a Radu. La sfida termina quindi per 0 a 4, tre punti meritati per i biancocelesti.

11 settembre 2022
Lazio - Verona 2 - 0

Gara importante per la Lazio, i biancocelesti devono riprendersi dopo la sconfitta subita nel corso della passata giornata contro il Napoli di Spalletti. Per riprenderci non c'è niente meglio di una vittoria netta. I ragazzi di Sarri scendono in campo in modo poco omogeneo, nel primo tempo non creano molte occasioni da rete pericolose, le principali sono di Immobile e Basic, entrambe neutralizzate dall'intervento di Montipò. La gara entra nel vivo solo nella seconda metà di gara con il gol di Ciro Immobile al minuto 68: l'attaccante si nasconde dietro ai difensori e aspetta il lancio in area di Milinkovic-Savic che lo libera davanti alla porta, Montipò questa volta non può nulla. La partita continua in equilibrio, la Lazio ha l'impressione del raddoppio al minuto 90'+1' ma l'arbitro annulla il gol di Cancellieri per off-side. Riescono nel loro intento solo quattro minuti più tardi con la rete di Luis Alberto, il centrocampista spagnolo si fa trovare pronto per chiudere la partita in extremis. La gara termina con un 2 a 0 che consente ai biancocelesti di raggiungere quota 11 e di salire momentaneamente in sesta posizione a poche misure di distanza dalla testa della classifica.

3 settembre 2022
Lazio - Napoli 1 - 2

La Lazio cade in casa propria e deve arrendersi al Napoli, che invece festeggia il raggiungimento del Milan in testa alla classifica. I biancocelesti sono passati avanti per primi ma poi non sono stati in grado di resistere alla rimonta. Il primo squillo è al quarto minuto con il gol di Zaccagni su suggerimento di Felipe Anderson, l'ex Verona scarica in rete un pallone angolato imprendibile per Meret. Al 14' si fa vedere Milinkovic Savic con un ottimo salvataggio sul tiro di prima di Zielinski. Occasione Napoli al minuto 34, Kvaratskhelia prova la conclusione dal limite dell'area ma c'è Provedel a bloccare. Subito dopo si propone ancora Kvaratskhelia con un tiro potente e la palla scheggia il palo. Azione insistita del Napoli che al 38' pareggia sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Zielinski, Min-Jae Kim mette in rete con un colpo di testa, Provedel allontana ma la palla aveva già superato la linea di porta. La seconda frazione si apre con un intervento miracoloso di Provedel sul colpo di testa di Zielinski sottoporta, subito dopo anche Osimhen colpisce il palo. Provedel si oppone alla diagonale insidiosa di Osimhen al 61', ma non ha scampo sull'azione successiva, quando Kvaratskhelia sfrutta il cross di Anguissa e scarica in rete di potenza. Il Napoli difende con cura il risultato fino al triplice fischio, quando può finalmente festeggiare i tre punti.

31 agosto 2022
Sampdoria - Lazio 1 - 1

Serata deludente per la Lazio, che dopo il trionfo casalingo contro l'Inter viene sconfitta in trasferta dalla Sampdoria. Un avversario che forse è stato sottovalutato, fatto sta che a Marassi non si è andati oltre il pareggio. La prima occasione è della squadra ospite: Luis Alberto serve Milinkovic-Savic, la palla arriva a Cataldi che scarica per Felipe Anderson, conclusione del brasiliano respinta in calcio d'angolo da Audero. La Lazio ci riprova al 14' con un destro di Felipe Anderson su suggerimento di Zaccagni ma il gol gli viene negato dagli ottimi riflessi del portiere. I biancocelesti passano avanti al 21', nasce tutto da una bella iniziativa di Milinkovic-Savic a servire Immobile con un colpo di tacco, il bomber laziale non può sbagliare a tu per tu con il portiere e sigla l'1-0. Poco dopo lo stesso Immobile sfiora il 2-0 colpendo il palo dopo che Audero aveva respinto il tiro di Zaccagni. La Sampdoria prova a farsi vedere nel finale di tempo con una conclusione incrociata di Quagliarella, Provedel risponde presente.

Nel secondo tempo la Lazio difende il risultato con ordine, ma commette l'errore di non chiudere la partita. La Samp ha una buona occasione al 62' con un'avanzata di Rincon palla al piede che si conclude con il tiro in porta, Provedel si tuffa e devia in corner. Ritmi blandi nel finale, ma proprio quando le speranze si affievoliscono ecco arrivare il gol del pari blucerchiato: pallone perso da Rincon a metà campo, si avventa Rincon che verticalizza per Gabbiadini che può calciare in porta, atterrito Provedel. Dopo un ultimo brivido sul colpo di testa di Milinkovic-Savic diretto in porta, fuori dal bersaglio di non troppo, il match termina con il risultato di 1-1.

26 agosto 2022
Lazio - Inter 3 - 1

Nel secondo match di anticipo del turno, la Lazio travolge l’Inter all’Olimpico imponendosi per 3-1. La gara inizia in modo molto equilibrato, ma intenso. L’Inter tiene il pallino del gioco, sfiora il 70% di possesso, ma senza concretizzare in porta. Immobile crea le prime occasioni per i padroni di casa, ci prova al 35’ ma Handanovic è abile a respingere. Cinque minuti dopo, Milinkovic pesca Felipe Anderson nel cuore dell’area di rigore, il brasiliano anticipa tutti e sorprende Handanovic per l’1-0. Nella ripresa, la Lazio in contropiede sfiora il 2-0 con un bolide di Immobile, ma il portiere nerazzurro gli nega il raddoppio. Il pressing degli ospiti viene premiato al 51’, quando, sugli sviluppi di una punizione, Lautaro anticipa la difesa avversaria e segna il pari, poi Dumfries si divora la chance per ribaltare il match, complice una grande parata di Provedel. Sarri decide di fare entrare in campo Pedro e Luis Alberto, una scelta vincente perché, verso la mezz'ora, i due spagnoli propiziano il 2-1: assist di Pedro al limite, bolide all’incrocio di Luis Alberto. Dieci minuti più tardi, è Pedro a rendersi protagonista del tris biancoceleste con un destro a giro sul secondo palo che mette in cassaforte la vittoria della Lazio.

20 agosto 2022
Torino - Lazio 0 - 0

Scontro di seconda giornata per Torino e Lazio che regalano ai tifosi un match scarico di emozioni dai ritmi di gioco poco incisivi. I piemontesi fanno un po’ meglio dei biancocelesti durante il primo tempo ma quello che manca è un pizzico in più di precisione per arrivare in porta. La Lazio invece sembra quasi assente e gioca i primi 45 minuti in maniera poco intensa. Durante la seconda metà del match invece, gli equilibri si ribaltano e la Lazio crea parecchie occasioni in cui il gol poteva essere reale. Al 65’ è scontro diretto tra i fratelli Milinkovic. Sergej ci prova per la Lazio ad andare a rete ma il fratello Vanja lo blocca. Seguono alcuni cambi tattici da parte di entrambi gli allenatori ma non saranno abbastanza per sbloccare la partita. Si chiude quindi sullo 0 a 0 Torino – Lazio.

14 agosto 2022
Lazio - Bologna 2 - 1

Lo Stadio Olimpico fa da sfondo alla prima di campionato che si gioca tra Lazio e Bologna. I biancocelesti sono da subito carichissimi e pressano gli avversari a tutto campo. Un’occasione per andare a rete arriva al 13’ per la Lazio con Immobile che si scontra in singolo con Skorupski ma poi non riesce a concludere. Anche il Bologna ci prova ma Provedel si fa trovare pronto e devia la palla. È al 38’ però che arriva il primo gol della giornata. A passare in vantaggio è il Bologna che conquista l’1 a 0 grazie ad Arnautovic. Provedel non riesce a bloccare stavolta. La Lazio appare un po’ in difficoltà in questi ultimi minuti del primo tempo che infatti si chiude sull’1 a 0 dei rossoblu. Il gol del pareggio è per la Lazio un regalo da parte degli avversari. De Silvestri infatti al 68’ viene colpito da Skorupski e non fa in tempo a spostarsi dalla traiettoria della palla mandandola nella rete della sua squadra. La Lazio approfitta del momento positivo e dopo 10 minuti realizza un’altra rete. Al 79’ è Immobile a raggiungere la porta avversaria firmando così il 2 a 1 per la Lazio. Il Bologna non ce la fa a recuperare. I Biancocelesti vincono la prima giornata con un punteggio di 2 a 1 contro i rossoblu.

21 maggio 2022
Lazio - Verona 3 - 3

Quinto posto per la Lazio: è questo il verdetto che arriva all'ultima giornata di campionato 2021/22. All'Olimpico la formazione di Sarri accoglie un Verona che si è reso protagonista di un'ottima stagione, mancando per poco il record di punti in Serie A. Ne risulta una gara molto divertente e combattuta, che si conclude con ben sei gol, tre per ciascuna squadra. L'avvio di gara è tutt'altro che positivo per i padroni di casa, che dopo poco più di un quarto d'ora sono in svantaggio di due gol. Apre le marcature Simeone, che sfrutta al meglio un cross di Lazovic e con un'incornata vincente sigla la rete dell'1-0. Poco dopo il Verona affonda di nuovo su contropiede, Lasagna si spinge in avanti e carica il sinistro, la palla finisce prima sul palo e poi in rete. La Lazio non ci sta e va al contrattacco con Felipe Anderson, che innesca Cabral che trova la rete dell'1-2, aiutato anche dalla deviazione di Sutalo. Al 29' è proprio Felipe Anderson a ripristinare la parità raccogliendo un pallone vagante in area e trafiggendo Berardi con il destro. Nel secondo tempo, dopo un tentativo di testa di Milinkovic-Savic che termina alto di poco, la Lazio effettua il sorpasso con il tap-in di Pedro, che si avventa sulla ribattuta di Berardi su Felipe Anderson. Ma i gialloblù non ci stanno e al 76' riacciuffano l'avversario: cross di Lazovic, Hongla ha la porta spalancata e può depositare in rete. All'83', sugli sviluppi di un corner, Acerbi colpisce di testa e Berardi devia il pallone sul palo. Il risultato finale è 3-3, con il quale Lazio e Verona chiudono il campionato rispettivamente con 64 e 53 punti.

16 maggio 2022
Juventus - Lazio 2 - 2

Partita fondamentale per i biancocelesti, raccogliere anche solo un punto significherebbe poter guadagnare matematicamente la qualificazione in Europa League, non un impresa semplice ma certamente fattibile considerando che ci sono ancora due partite da giocare. In questa occasione Sarri se la deve vedere con la sua ex squadra, la Juventus. I bianconeri dal canto loro non hanno molto da chiedere alla stagione: non possono ottenere matematicamente la terza posizione o mettere a rischio il loro posizionamento in Champions League. Non una situazione sfavorevole ai biancocelesti. I capitolini partono bene colpendo una traversa con Cataldi dopo soli cinque minuti di gioco: il centrocampista fraseggia con Zaccagni e libera un tiro che fa tremare il legno. A trovare per prima il gol è però la Juve che riesce a siglare l'1 a 0 con Vlahovic: l'attaccante serbo si fa trovare pronto ad insaccare sul secondo palo sul cross messo da Morata. Prima della fine della frazione di gioco i bianconeri riescono anche a raddoppiare il vantaggio con Morata: l'attaccante spagnolo si rende protagonista di un gran gol di potenza che non lascia scampo a Strakosha.

Nella seconda frazione di gioco la Lazio torna in campo con buoni propositi e riesce a rimettere lentamente in piedi la gara, a facilitarli c'è l'autogol di Alex Sandro al minuto 51: Cataldi batte il calcio d'angolo e Patric colpisce la sfera trovando la deviazione del brasiliano. Nel resto del secondo tempo i giocatori biancazzurri riescono a rendersi pericolosi in più di un'occasione, il gol per loro arriva però al minuto 90'+6' con Milinkovic-Savic, il centrocampista servo si fa trovare pronto per la ribattuta sul tiro di potente di Basic respinto malamente da Perin. La gara termina così sul 2 a 2, buon risultato per la Lazio che conquista così ufficialmente un posto in Europa League.

7 maggio 2022
Lazio - Sampdoria 2 - 0

Seconda vittoria consecutiva per la Lazio, che accoglie all'Olimpico la Sampdoria e la piega senza troppa difficoltà. Il primo tempo è piuttosto vivace, diverse le occasioni da gol che restituiscono una partita vivace e divertente. Felipe Anderson impegna Audero al 20' con una bella conclusione, Luis Alberto si inventa un tiro a giro che termina alto di pochissimo; la Sampdoria è meno incisiva in fase di finalizzazione e poco prima dell'intervallo cede, subendo gol. Punizione dal limite di Luis Alberto, la palla è propizia per Patric che con un colpo di testa gonfia la rete e firma il vantaggio biancoceleste. A inizio ripresa Strakosha deve distendersi in tuffo per opporsi al tiro velenoso di Sabiri, ma la partita la fa la Lazio, che non si accontenta dell'1-0. Al 59' arriva il raddoppio dei padroni di casa: bella azione personale di Lazzari, scarico per Luis Alberto che schiaccia il pallone in rete con un gran destro. Pochi i pericoli per la Lazio nel finale di gara, l'unico brivido è il palo colpito da Quagliarella, lasciato solo in area di rigore. Il triplice fischio dell'arbitro consegna la vittoria alla Lazio, che sale a quota 62 punti, a +3 dalla Roma.

30 aprile 2022
Spezia - Lazio 3 - 4

Ottima prova della Lazio, che soffre tanto ma alla fine conquista in extremis una grande vittoria che fa morale e classifica. Ora i biancocelesti salgono a quota 59 punti e possono superare, almeno momentaneamente, la Roma quinta. Mastica amaro lo Spezia, che per come si erano messe le cose avrebbe potuto fare qualcosa di più in questa gara rocambolesca. I ritmi sono alti fin dall'inizio e dopo 9 minuti un calcio di punizione di Verde è propizio per Amian, complice un'ingenuità di Strakosha. Gli ospiti non si scoraggiano e subito Basic impegna Provedel con un gran tiro, poi c'è il calcio di rigore per la Lazio a causa di un fallo di mano di Nikolau in area: dagli undici metri calcia Immobile, che non sbaglia e pareggia i conti. Tutto da rifare per le aquile, che non perdono tempo: un minuto dopo Agudelo si lancia verso la porta dopo aver rubato palla a Patric e batte Strakosha con un bel pallonetto. Nel secondo tempo Zaccagni sigla il nuovo pareggio della Lazio, Provedel la tocca ma non riesce a evitare il gol. Ma ancora una volta lo Spezia impiega pochissimo a tornare avanti, ci pensa Hristov sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Verde. I biancocelesti rispondono con Milinkovic, che con un tiro a incrociare a tu per tu con Provedel mette la firma sull'incontro. Nel finale la Lazio spinge e allo scoccare del 90', dopo un batti e ribatti, arriva un buon pallone ad Acerbi che mette a segno il gol della vittoria.

24 aprile 2022
Lazio - Milan 1 - 2

Gara fondamentale per il percorso della Lazio in Serie A. I biancocelesti hanno tra le mani la possibilità di vincere e portarsi in quinta posizione approfittando della doppia sconfitta di Roma e Fiorentina. Non un'impresa semplice sicuramente ma è fondamentale per la squadra di Sarri portarsi a casa i tre punti. I padroni di casa partono nel migliore dei modi con un gol importantissimo, dopo soli quattro minuti di gioco Immobile va in rete sfruttando l'ottima palla servita da Milinkovic-Savic, il Milan è sotto shock, dai rossoneri non arriverà niente per i dieci minuti successivi al gol. Tuttavia, sono proprio loro a fare la gara, buone le chance sotto porta di Hernandez e Tonali, nel primo tempo però non arrivano altri gol.

Nella seconda frazione di gioco il Milan continua a gestire il pallone e riesce anche a trovare il gol del pareggio con Giroud che si fa trovare pronto sull'imbucata di Leao e insacca in scivolata. Il risultato di 1 a 1 intimorisce molto la squadra di Sarri che sparisce completamente dal campo. I diavoli riescono a mettere in crisi gli avversari in più di una occasione con Ibrahimovic e con Giroud. Il terzo gol del match arriva però molto tardi, quando tutto sembrava ormai destinato a concludersi con un pareggio. A segnare è Tonali al minuto 90'+2': Rebic crossa in mezzo e la palla arriva ad Ibrahimovic che con intelligenza trova l'ex Brescia che spinge alle spalle di Strakosha. La partita termina quindi sull'1 a 2, risultato che consente al Milan di continuare a correre in cima alla classifica, resta invece ferma la Lazio che resta a -2 dalla zona Europa League.

16 aprile 2022
Lazio - Torino 1 - 1

Nella sfida tra Lazio e Torino sono tante le sorprese regalate dai giocatori, ancora più sorpredente il risultato finale di questa 33a giornata di Serie A. Il Torino non ha più niente da chiedere al campionato, i granata sono ormai lontani dalla zona rossa e, allo stesso tempo, non hanno grosse speranze di poter approdare in zona coppe europee. La gara parte subito con una sorpresa: è il Torino a condurre il gioco. Non a caso, la prima grande occasione è quelle di Bremer che colpisce il palo al minuto 28. I granata cingono d'assedio la Lazio. Nonostate l'ottimo avvio, il primo tempo si conclude comunque in parità sullo 0 a 0.

Nel secondo tempo lo score si sblocca, siamo al minuto 56 quando quando Pellegri, l'ex Milan, riesce ad incornare di testa sul corner battuto da Rodriguez e a portare i granata in vantaggio. Sul risultato di 0 a 1 i biancocelesti si svegliano e decidono di spingersi in attacco alla ricerca della parità. La prima azione della squadra di Sarri arriva con Milinkovic-Savic che sfiora la rete al minuto 77 con un colpo di testa su calcio d'angolo che obbliga Berisha ad una grande parata. La palla è momentaneamente messa in salvo. La rete della Lazio arriva nei minuti di recupero del secondo con il solito Ciro Immobile: il bomber laziale spinge in porta di testa la palla crossata da Milinkovic-Savic. La partita termina così in pareggio sull'1 a 1, un punto che rallenta la Lazio, perdono una occasione importante per guadagnare terreno sulle dirette concorrenti.

10 aprile 2022
Genoa - Lazio 1 - 4

Buona vittoria della Lazio in questa 32esima giornata di campionato, l'avversario di quest'oggi è il Genoa che non riesce a contenere la grinta biancoceleste. Eppure i padroni di casa partono bene: fanno girare palla, creano manovre avvolgenti, Ostigard e Arimi impegnano Strakosha in un paio di occasioni insidiose. Intorno alla mezz'ora si discute circa un presunto fallo di Acerbi che costerebbe il rigore, ma l'arbitro rivede l'azione al Var e fa riprendere il gioco. Al 31' la Lazio riesce a sfondare, merito di un guizzo di Marusic che si libera di Portanova, entra in area e mette fuori gioco Sirigu. In pieno recupero, Immobile raddoppia sfruttando al meglio il cross di Lazzari, gli ospiti vanno così negli spogliatoi sul punteggio di 0-2. Nella seconda frazione il Genoa fatica a ritrovare il brio e la concentrazione mostrati in avvio di gara. E così si lascia sorprendere ancora dalle incursioni della formazione biancoceleste. Al 63' è ancora il turno di Immobile, che va in doppietta ribadendo in rete una conclusione che Sirigu era riuscito inizialmente a respingere. Il Genoa trova il gol grazie a un'ingenuità di Patric, la cui deviazione trae in inganno il proprio stesso portiere. Nulla di preoccupante per la Lazio, però, che trova anche il quarto gol con un'altra azione di Immobile, aiutato da un pasticcio difensivo di Maksimovic. Finisce 1-4, la Lazio sale a 55 punti e risponde presente all'appello delle squadre in corsa per un posto in Europa.

2 aprile 2022
Lazio - Sassuolo 2 - 1

La Lazio ritrova la strada dopo lo scivolone nel derby e infila il Sassuolo per 2-1. All'Olimpico c'è tanta voglia di riscatto, il pubblico lo sente e incita i giocatori, che scendono in campo con grande determinazione. La maggior parte delle occasioni nella prima fase di gioco sono dei biancocelesti, che infatti passano in vantaggio dopo poco più di un quarto d'ora. Il protagonista dell'azione è Lazzari, che ruba una buona palla a centrocampo, avanza verso la porta, salta un avversario e con un tiro angolato sigla la rete dell'1-0. La Lazio insiste, si fa vedere anche Immobile con un colpo di testa insidioso, il pallone finisce alto di poco. Anche il Sassuolo si rende pericoloso poco prima dell'intervallo, con un tiro di Frattesi che colpisce il palo. Nella ripresa Immobile sbaglia clamorosamente un gol all'altezza della lunetta di rigore. Due minuti dopo, però, il gol del raddoppio arriva: punizione di Luis Alberto, a Milinkovic basta toccare sotto porta per indirizzare la palla in rete. Al 71' ci prova anche Luis Alberto, che sfiora il gol direttamente da calcio d'angolo, la palla colpisce il lato alto della traversa. Tardiva la risposta dei neroverdi, che accorciano le distanze al 94' con un bel gol di Traorè, ma inutile per ribaltare le sorti della gara.

20 marzo 2022
Roma - Lazio 3 - 0

Giornata amara della Lazio che pur avendo tra le mani l'occasione per guadagnare terreno su una diretta concorrente, i cugini delle Roma, si lascia travolgere dall'impeto giallorosso già nei primissimi minuti di gioco. I biancocelesti sono infatti a 49 punti, i giallorossi sono invece a 48 punti. La sfida è fondamentale per le sorti in zona coppe europee, chi vince conquista momentaneamente un posto in Conference League. La partita si fa difficilissima da subito per Sarri, Abraham trova il vantaggio in meno di un minuto: Pellegrini calcio un corner dritto sulla traversa difesa da Strakosha, la palla finisce tra le gambe dell'inglese che spinge in porta con un tocco facile. Il risultato di 1 a 0 sconvolge i piani laziali che sembrano in balia del gioco di Mourinho. Al minuto 22 la Roma ne approfitta per firmare il secondo gol: Karsdorp dalla fascia sinistra crea un cross tagliato in mezzo che finisce ad Abraham, la punta spinge la in rete a pochi metri dal target. L'incubo si fa sempre più oscuro per la Lazio, arriva il terzo gol, quello decisivo, al minuto 40: Pellegrini calcia un buon calcio di punizione che finisce sotto l'incrocio dei pali. Il primo tempo finisce così 3 a 0. Nella seconda frazione la partita si fa più equilibrata ma il match si addormenta, rare occasioni create dalle due formazioni. La più clamorosa arriva con il sempre presente Abraham che raccoglie una verticalizzazione di Cristante e si trova a faccia a faccia con Strakosha, l'inglese sbaglia e spinge la palla fuori. La gara finisce così con un pesantissimo 3 a 0 che lascerà indubbiamente un marchio sui derby romani e sulla stagione. Con questa vittoria la Lazio scivola fuori dalla zona coppe europee restando ferma a 49 punti, la Roma sale invece a 51 punti e raggiunge l'Atalanta.

14 marzo 2022
Lazio - Venezia 1 - 0

Partita fondamentale per il destino della Lazio in campionato. La squadra di Sarri si trova tra le mani la possibilità di scavalcare in un colpo solo sia Atalanta che Roma e di portarsi in posizione Europa League. Per farlo deve però prima vedersela con il Venezia, squadra che ha bisogno di punti per uscire dalla zona retrocessione. Gli arancioneroverdi si trovano tra le mani la possibilità di fare passi avanti enormi approfittando di un Cagliari a soli tre punti di distanza. Come da previsioni la gara è dominata dalla Lazio che però non trova molti spunti offensivi. Nel primo tempo è da segnalare solo un'occasione divorata da Felipe Andersen, l'esterno brasiliano raccoglie la palla servita da Immobile e nell'uno contro uno con il portiere sbagliato manda la palla fuori divorandosi il vantaggio. A rimediare alla situazione c'è il solito Ciro Immobile che, al minuto 58 del secondo tempo, mette a segno il gol del vantaggio trasformando dal dischetto il penalty per un'entrata da gioco pericoloso di Crnigoj. Il risultato di 1 a 0 sveglia gli animi dei veneti che sono costretti a spingersi in fase offensiva per rimediare alla situazione. Sarri ha però preparato perfettamente il match e la difesa riesce tranquillamente a neutralizzare ogni chance di pareggio della squadra avversaria. Niente da fare per il Venezia, la Lazio si porta a casa il risultato per 1 a 0, vittoria che li porta in quinta posizione a 49 punti, ora sono in zona Europa League. Il Venezia resta invece terzultimo con i suoi 22 punti, vede però ancora la possibilità di salvarsi grazie ad un Cagliari non troppo brillante.

5 marzo 2022
Cagliari - Lazio 0 - 3

Dopo il ko nel big match contro il Napoli del turno precedente, la Lazio ha voglia di riscatto. Non può sbagliare contro un avversario abbordabile come il Cagliari, che annaspa nella zona pericolosa della classifica. E non sbaglia: all'Unipol Domus termina 0-3, schiantati i padroni di casa la cui situazione si fa sempre più critica in chiave salvezza. La Lazio entra in campo con la voglia di chiuderla in tempi brevi, il primo avviso lo lancia Ciro Immobile con una conclusione che manda fuori il pallone di poco. Ma a sbloccare il match è un episodio: Altare allarga troppo il braccio su una conclusione di Luis Alberto, il contatto avviene in area di rigore e l'arbitro assegna il tiro dal dischetto. Va il solito Immobile, che non delude i tifosi e mette a segno la rete dell'1-0, nonchè il suo gol numero 143. Il Cagliari tenta di guadagnare terreno, ma la Lazio si chiude ed è pronta sulle ripartenze. Nel finale di primo tempo, un gran contropiede dei biancocelesti si chiude con la conclusione vincente di Luis Alberto, che manda a riposo i suoi con la tranquillità del doppio vantaggio. Nel secondo tempo il Cagliari non riesce a dare alla gara la giusta inversione di rotta e le principali occasioni sono ancora della Lazio, con Immobile che dopo un ennesimo contropiede va vicinissimo al vantaggio. Poco dopo, Felipe Anderson completa l'opera dei suoi con il gol che vale il tris e la chiusura definitiva dei giochi. I sardi hanno un buon atteggiamento, ma di fatto non si rendono mai realmente pericolosi. Finisce 0-3, la Lazio rialza la testa e si concede di sognare l'Europa.

27 febbraio 2022
Lazio - Napoli 1 - 2

La sfida tra Lazio e Napoli è il big match della 27a giornata. I biancocelesti hanno bisogno di una vittoria per rispondere alle incursioni della Roma in zona coppe europee, per farlo deve battere una delle squadre più forti del campionato. La squadra di Spalletti è infatti in lotta per lo scudetto, una vittoria li riporterebbe in vetta alla classifica a parimerito con il Milan. I partenopei partono molto meglio sfiorando il gol già al minuto 5 con Osimhen che trova la risposta di Strakosha. La Lazio non è da meno e risponde con Milinkovi-Savic e Immobile nel corso del primo tempo. Nei 45 minuti iniziali nessuna delle due squadre riesce a trasformare in gol, tornano negli spogliatoi sullo 0 a 0.

Nel secondo tempo gli ospiti trovano il primo gol della partita con Insigne, il capitano napoletano trova un ottimo tiro a giro dal limite dell'area che si infila alle spalle di Strakosha sbloccando la partita. Il risultato ora è di 0 a 1. La Lazio riesce a rimettere in piedi la gara solo nei minuti finali, precisamente al minuto 88, quando Padro si fa trovare pronto al limite dell'area per calciare il pallone messo da Luis Alberto. I biancocelesti ristabiliscono l'equilibrio, la loro gioia però non durerà molto. Dopo solo sei minuti, durante il recupero del secondo tempo, il Napoli riesce a rimettere la testa avanti con il gol di Fabian Ruiz, anche il centrocampista spagnolo trova il tiro a giro ad infilarsi all'angolino. Il Napoli vince per 2 a 1 e porta a casa tre punti fondamentali per raggiungere la vetta della classifica a 57 punti.

20 febbraio 2022
Udinese - Lazio 1 - 1

La Lazio si trova a dover rincorrere il posto in Champions League, le distanze non sono molte, ma deve vincere se vuole accorciare le distanze. Per farlo deve vedersela con un'ottima Udinese, i bianconeri sono in lotta per la permanenza in Serie A. Al momento sembrano essere sulla buona strada, ma devo continuare a raccogliere punti per avere la certezza matematica della salvezza. I friulani partono meglio trovando subito il gol con Deulofeu, lo spagnolo sfrutta la sponda in area di Perez per calciare e superare Strakosha. L'Udinese rischia di trovare anche il raddoppio con Makongo, ma il suo tiro terma di poco sul fondo. La Lazio entra in partita solo nei minuti finali del primo tempo, quando mette a segno il gol del pareggio con Felipe Anderson. L'attaccante brasiliano si fa trovare pronto sul secondo palo per spingere in porta la palla servita di Zaccagni.

Nel secondo tempo la partita riparte dallo score di pareggio per 1 a 1. I biancocelesti fanno decisamente meglio con le occasioni di Anderson, Cabral e Zaccagni. Nessuno di questi riesce a trovare il sorpasso. Nei minuti finali di gara l'Udinese fa tremare Sarri con la traversa colpita da Molina. Niente da fare, il risultato resta fisso sull'1 a 1 score poco convincente per entrambe. Le due formazioni non guadagnano ne perdono posizioni in classifica, solo un punto a testa ciascuna. L'Udinese raggiunge i 25 punti, la Lazio si stabilizza invece a 43 punti.

12 febbraio 2022
Lazio - Bologna 3 - 0

Stesso risultato del match contro la Fiorentina della settimana precedente: anche la 25esima giornata di Serie A si conclude con il 3 - 0 a favore della Lazio, che rialza la testa dopo l'eliminazione in Coppa Italia e porta a casa tre punti importanti per il campionato. Il primo episodio significativo della gara è al minuto 11, quando Soumaoro allarga troppo il braccio in area di rigore e l'arbitro assegna il penalty. Dagli undici metri va Immobile, che con un tiro angolato batte Skorupski, che pure aveva indovinato la traiettoria. Da parte sua, il Bologna appare decisamente poco convinto e mostra diverse incertezze in fase offensiva, senza riuscire a spingersi in avanti e lasciandosi comprimere nella propria metà campo. Al punto che per vedere un tentativo in porta dei rossoblù bisogna aspettare più di mezz'ora, mentre la Lazio continua a cercare l'avanzata verso la porta avversaria. Nel secondo tempo Mihajlović prova a dare qualità al gioco con l'inserimento di Kasius e Barrow, è proprio il primo a impegnare Strakosha con un tiro che viene deviato da Arnautovic. Ma al 53' i biancocelesti arrotondano il vantaggio con Zaccagni, che mette il pallone alle spalle di Skorupski su suggerimento di Luis Alberto. Dieci minuti dopo, la rete del poker: è ancora Zaccagni protagonista, che può insaccare in rete a pochi passi dalla porta dopo aver ricevuto l'assist di Lazzari. Nel finale di gara il Bologna non tenta una reazione d'orgoglio, e il match finisce 4-0. Un periodo decisamente no per i rossoblù, che non vincono dal 22 dicembre, un buon bottino per i biancocelesti che si portano a quota 42 punti.

5 febbraio 2022
Fiorentina - Lazio 0 - 3

C'era molta attesa per il match tra Lazio e Fiorentina, due squadre in piena corsa per l'Europa: questa gara aveva il sapore di uno scontro diretto, e sono stati i biancocelesti a superare la prova. Finisce 0-3 a Firenze, una vittoria schiacciante di mister Sarri. La partita non si anima dall'inizio, tutt'altro: bisogna aspettare oltre venti minuti prima di cominciare a vedere i primi tiri in porta. Ci prova Cabral di testa ma trova la respinta di Strakosha, Pedro non riesce a ribadire in rete un buon pallone per il tap-in vincente e Immobile è meno preciso del solito. Ma nella ripresa i numerosi tentativi della Lazio vanno a buon fine: al 52' un'imbucata di Zaccagni è propizia per Milinkovic, che riceve palla e non sbaglia davanti a Terracciano. La Fiorentina potrebbe riaprire i giochi al 64' su calcio di rigore, ma dopo una revisione al Var l'arbitro Orsato cambia idea e annulla l'assegnazione del penalty ai padroni di casa. E allora la squadra di Sarri ne approfitta per colpire ancora: al 70' un rinvio lunghissimo finisce direttamente a Immobile in avanti, che supera Nastasic e trafigge la porta di Terracciano. All'81' i conti sono definitivamente chiusi con l'autorete di Biraghi, che sulla linea spinge nella propria porta un pallone nel tentativo di deviare un tiro di Immobile. Al triplice fischio è festa in casa Lazio, dove si sorride per una vittoria che permette di agganciare la Roma al sesto posto in classifica.

22 gennaio 2022
Lazio - Atalanta 0 - 0

Per il sogno Europa servono punti, lo sanno bene Lazio e Atalanta. Ma in questa 23esima giornata di Serie A le due formazioni si bloccano reciprocamente e si devono accontentare di un punto a testa, peraltro senza segnare gol. La partita è estremamente equilibrata e a tratti anche spenta, nella prima mezz'ora di gioco non solo non si contano occasioni da gol, ma neanche si registrano tiri nello specchio della porta. Al 35' prova a farsi notare Scalvini, al suo esordio in Serie A, ma la sua conclusione viene respinta. Per la Lazio, invece, si segnala il tiro di Milinkovic Savic da fuori area che termina alto.

Nella seconda frazione di gioco la partita si anima, ed è in particolare la Lazio a proporsi e a trovare la palla gol più significativa del match: cross di Milinkovic, Zaccagni calcia a colpo sicuro ma il pallone finisce sul palo. Poco dopo l'Atalanta risponde con un tiro pericoloso di Miranchuk che termina fuori per un soffio. Le due squadre si mettono in difficoltà a vicenda e la partita finisce senza che nessuna delle due riesca a violare la porta dell'avversario.

15 gennaio 2022
Salernitana - Lazio 0 - 3

Partita facile per la Lazio, che si riprende dal ko contro l'Inter e torna a vincere. L'avversario di questa 22esima giornata di Serie A è la Salernitana, fanalino di coda del campionato e squadra messa in ginocchio dal Covid. Tutto va su per giù come previsto: i biancocelesti prendono in mano la partita, dominano il gioco e violano la porta avversaria ben tre volte, debole e incerta la reazione dei campani. Alla Lazio bastano pochi minuti per passare avanti: siamo al settimo minuto quando uno splendido colpo di tacco di Milinkovic-Savic serve Immobile che trafigge il portiere avversario. Pochi minuti dopo una rapida verticalizzazione dei biancocelesti mette di nuovo Immobile davanti alla porta, il numero 17 deve solo spingere la sfera in rete sul passaggio di Pedro. Nessun tiro in porta da parte dei campani nel primo tempo, la musica non cambia nel secondo in cui la Lazio chiude tutti i varchi e infine cala il tris: questa volta ci pensa il neoentrato Lazzari, che chiude in gol la ripartenza avviata da Felipe Anderson. All'Arechi finisce 3-0, soddisfatta la Lazio che oltre ai tre punti festeggia anche un successo personale di Immobile, che con le reti di oggi sorpassa Vlahovic e si siede sul trono dei capocannonieri di Serie A.

9 gennaio 2022
Inter - Lazio 2 - 1

Non basta la rete di Immobile per salvare Sarri: la Lazio perde a San Siro contro l'Inter capolista, che conferma la sua grande forma e allunga la striscia di successi. Il primo squillo è dell'Inter al 15', con Perisic che non sfrutta al meglio l'assist di Barella e spedisce la palla in alto. Al 17' una millimetrica posizione di fuorigioco di Lautaro, verificata al Var, nega il vantaggio ai nerazzurri. Sembra che sia solo una questione di tempo perchè l'Inter trovi il gol, e infatti questo arriva alla mezz'ora con il sinistro potente di Bastoni da fuori area. I biancocelesti reagiscono e vanno a prendersi il pareggio, complice un pasticcio difensivo nerazzurro: Cataldi lancia Immobile in profondità, Handanovic sbaglia l'uscita e il numero 17 sfonda la rete. Nel secondo tempo i ritmi non calano: al 62' una punizione di Sanchez impegna Strakosha, che deve intervenire nuovamente poco dopo per salvare su Dumfries, sul pallone vagante si avventa Perisic ma Luiz Felipe si oppone. Tuttavia, il forcing nerazzurro conduce al gol del 2-1 al 67': colpo di testa di Skriniar su cross di Bastoni, la palla colpisce prima la traversa e poi entra in rete. Negli ultimi venti minuti la squadra di Sarri ci prova, ma c'è poco da fare: l'Inter vince e torna in testa alla classifica, la Lazio rimane al sesto posto a -6 dalla Juventus.

6 gennaio 2022
Lazio - Empoli 3 - 3

Comincia in maniera esplosiva il 2022 della Lazio, che ospita l'Empoli in occasione della 20esima giornata di Serie A dando vita a una partita rocambolesca, che termina con un 3-3. Nel primo tempo l'Empoli sorprende tutti e trova il doppio vantaggio tra il 6' e l'8'. Il primo gol arriva su calcio di rigore, sul dischetto va Bajrami che spiazza Strakosha e porta in vantaggio i suoi. La seconda rete nasce da una grande azione dei toscani, Bajrami crossa sul primo palo, Luiz Felipe blocca Di Francesco ma arriva Zurkowski che batte il portiere. La Lazio non si perde d'animo e al 14' accorcia le distanze con Immobile, che anticipa tutti su un cross di Milinković-Savić e trafigge Vicario sul secondo palo. Il ritmo è altissimo, al 16' Acerbi effettua un grandissimo lavoro in copertura allontanando un pallone pericoloso dall'area piccola prima che Henderson possa intervenire, al 26' Vicario blocca un tiro di Immobile. I biancocelesti spingono, ma l'Empoli si difende con ordine e custodisce il vantaggio. I toscani vengono raggiunti al 66' da Milinković-Savić al volo su un cross di Anderson, l'Empoli non ci sta e al 75' ritrova il vantaggio con Di Francesco lasciato solo in area piccola. All'81' viene annullato un gol alla Lazio per un tocco di mano, mentre all'86' l'arbitro assegna il penalty ai padroni di casa: va Immobile, Vicario indovina la traiettoria e respinge il pallone. Azione insistita della Lazio, che al 93' aggancia il pari con Milinković-Savić che controlla una buona palla e batte Vicario. L'esito finale è 3-3, un risultato che soddisfa maggiormente Andreazzoli, mentre la squadra di Sarri interrompe la striscia di vittorie e lascia il campo con più di un rimpianto.

22 dicembre 2021
Venezia - Lazio 1 - 3

La Lazio replica il successo contro il Genoa e affonda il Venezia di Zanetti con un pesante 3-1, che consente ai biancocelesti di godersi la pausa natalizia: 31 i punti totali racimolati nel girone d'andata, ora è solo una la lunghezza di distanza da Roma e Fiorentina, entrambe fermate dai pareggi. Gli arancioneroverdi, invece, rimangono a quota 17 punti e comunque mantengono le distanze con la zona retrocessione. Nel primo tempo sembravano esserci buone possibilità per Zanetti, nonostante il gol immediato della Lazio: i suoi erano riusciti a pareggiare i conti, ma nella seconda frazione di gioco Acerbi e Luis Alberto hanno regalato il vantaggio definitivo alla squadra ospite. Al terzo minuto il Venezia si fa trovare impreparato su una percussione centrale di Pedro, che avanza palla al piede e stende Romero con il mancino: è 1-0 Lazio. La squadra di Sarri accarezza il raddoppio con Basic bloccato da un gran recupero di Caldara, ma al 30' arriva la rete che ripristina la parità: l'autore è Forte, al suo primo gol in serie A, buon lavoro di Aramu a calibrare un cross per il centravanti che di testa infila il pallone in rete. Ma il Venezia viene punito nuovamente durante i primi minuti del secondo tempo sugli sviluppi di un corner, Acerbi sfiora con la spalla e la mette in rete. A questo punto la squadra di Zanetti fatica a costruire, la Lazio amministra il gioco pur essendo meno brillante del solito. Al 95' una grande ripartenza biancoceleste è propizia per Luis Alberto che può andare al tiro e siglare la rete del 3-1 un attimo prima del triplice fischio dell'arbitro.

17 dicembre 2021
Lazio - Genoa 3 - 1

La Lazio si rialza e si va a prendere tre punti fondamentali in chiave Europa nell'anticipo della 18esima giornata di Serie A, archiviando la pratica con un comodo 3-1. L'avversario di questa settimana è il Genoa, che dopo la vittoria in Coppa Italia torna a perdere e subisce la quinta sconfitta nelle sei partite della gestione Shevchenko. Fin dai primi minuti sono i biancocelesti a condurre il gioco, con Pedro che mette i brividi all'8' con un gran tiro a giro che costringe Sirigu al tuffo per salvare la palla in corner. I rossoblù attendono nella propria metà campo e cercano di sfruttare le ripartenze, soprattutto con i movimenti di Pandev e Destro in avanti, la coppia a cui Sheva ha affidato le chiavi dell'attacco. Al 36' è vantaggio Lazio: eccellente recupero di Felipe Anderson su Vasquez, il brasiliano si insinua sulla sinistra e serve un buon assist a Pedro, che spedisce la sfera in rete senza difficoltà. Nella ripresa Shevchenko è obbligato a sostituire Vanheusden e Sturaro, al loro posto rispettivamente Biraschi e Hernani. Doppia sostituzione anche per la Lazio, con Basic e Hysaj che cedono il posto a Luis Alberto e Radu. Al 75' un calcio d'angolo assegnato alla Lazio è l'occasione propizia per il raddoppio: dalla bandierina crossa Luis Alberto sul primo palo, Acerbi svetta in area e spizza di testa per spingere la palla in rete. Chiude Zaccagni all'81', su un grande lancio al volo di Luis Alberto. Niente da fare per i rossoblù, che possono solo rendere meno pesante il passivo con un gol di Melegoni su contropiede. Finisce 3-1, all'Olimpico trionfano i padroni di casa che agganciano momentaneamente Roma e Juventus.

12 dicembre 2021
Sassuolo - Lazio 2 - 1

Altra giornata nera per la squadra di Sarri. L'allenatore toscano non sembra trovare ancora la sua dimensione sulla panchina biancoceleste, trova infatti un'altra frenata che lo allontana sempre di più dalla zona coppe europee. La partita inizia bene per la Lazio che trova subito un bel gol con Zaccagni al minuto 6: l'attaccante si fa trovare pronto sulla grande incursione sulla destra di Pedro che lo serve, deve solo metterla alle spalle di Consigli per lo 0 a 1. L'istantaneo vantaggio laziale non demoralizza i padroni di casa che da quel momento in poi dominano la partita in lungo ed in largo. Nel primo tempo la sfortuna ferma i neroverdi, colpiscono infatti un palo con Frattesi al minuto 25 e sfiorano il gol prima con la buona conclusione di Scamacca, poi con il tiro di Raspadori che termina sull'esterno della rete.

Il risultato cambia invece nel corso del secondo tempo con il gol di Berardi al minuto 63: Raspadori lo serve e lui controlla e calcia un pallone che entra a fil di palo, imparabile per Strakosha, 1 a 1. Solo altri sei minuti per trovare anche il sorpasso definitivo: Raspadori spinge in rete un buon pallone servito da Berardi, il giovane attaccante mette a segno il 2 a 1 che vale i tre punti per il Sassuolo. Una bella giornata per i ragazzi di Dionisi che riescono in questo modo a portarsi in dodicesima posizione con 23 punti. Solo 5 i punti che li tengono distanti dalla zona coppe europee. Continua invece l'incubo biancoceleste che accosta buoni risultati a sconfitte improvvise, restano fermi a 25 punti e si allontanano dalla zona qualificazione alle coppe internazionali.

05 dicembre 2021
Sampdoria - Lazio 1 - 3

I biancocelesti finalmente riescono ad uscire dal periodo buio con una buona prestazione contro i blucerchiati. La partita termina sul risultato di 1 a 3. Il primo gol arriva subito al minuto 7 con Milinkovic-Savic, il serbo si fa trovare pronto sull'assist servito da Zaccagni per calciare di sinistro a fil di palo e insaccare, il risultato è già sullo 0 a 1. Bastano altri dieci minuti ai laziali per raddoppiare con il solito Ciro Immobile: Zaccagni salta due uomini al limite dell'area e serve l'attaccante che calcia bucando la porta diesa da Audero. Il buon momento della squadra di Sarri si traduce con il tris al minuto 37, a segnare è sempre lui: Milinkovic-Savic serve un pallone a filo d'erba per la punta della nazionale italiana che riesce a girarsi per effettuare un tiro ad incrociare, battuto nuovamente Audero per lo 0 a 3. Nel secondo tempo la Sampdoria cerca di recuperare lo svantaggio, le occasioni sono diverse ma la rete arriva troppo tardi: al minuto 89 Gabbiadini riesce ad accorciare le distanze controllando un buon pallone in area servito da Ciervo, l'attaccante gira e infila la palla all'angolino. Nonostante il buon finale di gara dei liguri, la partita termina comunque sul risultato di 1 a 3 che consegna tre punti importantissimi alla Lazio ora ottava in classifica con 25 punti.

02 dicembre 2021
Lazio - Udinese 4 - 4

Altra giornata storta per i biancolesti che non riescono ad andare oltre il pareggio contro l'Udinese. La partita per Sarri si apre da subito nel peggiore dei modi con la doppietta di Beto ai minuti 17 e 32. Il portoghese nel primo gol si fa trovare pronto al colpo di testa sull'ottimo lancio di Jajalo, nel secondo invece tira fuori dal cilindro un'azione personale niente male, scarta in velocità sia Lazzari che Acerbi e supera Reina. Il risultato è quindi di 0 a 2. La Lazio non si perde d'animo e accorcia le distanze con Immobile al 34', l'attaccante si fa trovare pronto ad imbucare a porta vuota su assist di Anderson. Prima della fine del primo tempo c'è tempo anche per il quarto gol della gara con Molina che incrocia un ottimo tiro su assist di Deulofeu. Il secondo tempo vede le gerarchie ribaltarsi, la Lazio rientra in campo con il piglio giusto e si riporta in gara con la rete di Pedro al 51'. Pochi minuti per rimontare, al 56 agganciano il pareggio con una perla di Milinkovic-Savic e al 79 raggiungono il sorpasso con il gol di Acerbi. Proprio quando la partita sembrava destinata a chiudersi sul 4 a 3, arriva anche l'ottavo gol della partita con Arslan che libera un fantastico tiro a giro imparabile per Reina e chiude la partita sul 4 a 4. Un pareggio che fa storcere il naso a molti in casa Lazio, contenti invece i friulani che riescono a raggiungere quota 16.

28 novembre 2021
Napoli - Lazio 4 - 0

Lo stadio Diego Armando Maradona è stato il teatro di una sconfitta pesante per la Lazio, che torna a casa senza punti e si interroga su ciò che non ha funzionato. Al fischio finale dell'arbitro, Napoli-Lazio si è chiusa con un 4-0 sul quale c'è poco da discutere: sarà stata l'energia particolare che si respirava allo stadio in occasione della commemorazione di Maradona, ma il Napoli ha giocato una partita di altissimo livello e ha sbaragliato gli avversari. Passano in vantaggio quasi subito i partenopei, al 7' Reina è colto di sorpresa da un destro fulmineo di Zielinski: 1-0 per i padroni di casa. Bisogna aspettare solo pochi minuti per il raddoppio, che giunge per merito di un gol straordinario di Mertens: ripartenza del Napoli, Insigne va in avanti e scarica sul centravanti belga, che finta Patric e spinge il pallone in rete con un destro a giro. La squadra di Sarri cerca di recuperare, da segnalare la traversa di Acerbi che colpisce di testa a botta sicura un pallone nato da un corner. Sfumano le speranze biancocelesti, al 29' si distingue nuovamente Mertens con un'ottima conclusione sotto l'incrocio dei pali: è 3-0 Napoli. Nella ripresa la situazione non cambia molto: inizialmente la Lazio cerca di prendere le redini del gioco, ma è sempre più difficile insinuarsi nella metà campo avversaria e presto è il Napoli a riprendere il controllo. Arriva anche il quarto gol, che chiude definitivamente i conti: minuto 85, un tiro di potenza di Fabian Ruiz dal limite si inserisce nell'angolo della porta e il Napoli cala il poker. Il match si conclude con un 4-0 che rispecchia una gara in cui il Napoli ha dimostrato grande qualità e concentrazione, delusione per la Lazio che si ferma a quota 21 punti, validi per l'ottava posizione in classifica.

20 novembre 2021
Lazio - Juventus 0 - 2

Brutta giornata per i ragazzi di Sarri che si trovano a fronteggiare il gigante bianconero. Partita piuttosto statica con i biancocelesti che non si rendono pericolosi in fase offensiva per tutti i 90 minuti. Buona invece la tenuta della difesa juventina. La partita è segnata dal gol di Bonucci al minuto 23: un calcio di rigore assegnato ai bianconeri da Di Bello per un intervento in area di rigore di Cataldi su Morata. Il capitano della Juventus trasforma il primo penalty con un destro a battere Reina che aveva capito la direzione ma non la potenza. Prima della fine del primo tempo gli uomini di Allegri si rendono pericolosi anche con Morata, l'attaccante sfrutta un bel pallone messo da Cuadrado per toccare il pallone sul secondo palo di rovesciata, la sfera finisce però alta sopra la traversa. Il pirimo tempo si conclude quindi sul risultato di 0 a 1.

Il secondo tempo è la copia speculare del primo, a fare la partita sono sempre i bianconeri con Bonucci che si rende prima pericoloso al minuto 49 su calcio d'angolo, poi al minuto 83 trasformando il secondo penalty del match. Il capitano juventino spiazza Reina e firma la doppietta. Molte le polemiche sull'assegnazione del calcio di rigore: Kulusevski si inventa un bel lancio in profondità per Chiesa che salta Reina e Lazzari costringendoli ad atterrarlo. La partita termina quindi sul risultato di 0 a 2. Tre punti importanti per smuovere finalmente la classifica della Juventus che raggiunge quota 21 punti agganciando Fiorentina e Lazio.

7 novembre 2021
Lazio - Salernitana 3 - 0

Partita a senso unico quella tra i capitolini ed i campani. La squadra di Sarri non vuole perdere contatto con la zona Champions ed ha quindi bisogno di portarsi a casa i tre punti. La Salernitana vuole invece prendere le distanze dalla zona retrocessione. La partita si fa facile per i biancocelesti quando al minuto 31 Immobile trova il gol del vantaggio: Milinkovic-Savic piazza in area un bel cross che Pedro protegge ed indirizza verso l'attaccante che spedisce in rete con un colpo di testa. Il gol dell'1 a 0 è seguito a ruota dal gol del 2 a 0, la Lazio sfrutta il momento di confusione della Salernitana con Pedro: lo spagnolo ruba palla alla difesa avversaria e mette in porta con un buon destro sul palo lontano.

Nel secondo tempo i granata cercano di uscire allo scoperto con una buona azione di Ribery che entra in area avversaria palla al piede e calcia in diagonale, la palla sbatte contro il palo e torna in campo. A trovare il terzo gol della gara è però ancora la Lazio che segna con Luis Alberto, lo spagnolo controlla un lancio partito da Felipe Anderson e calcia un pallone che si insidia tra le gambe di Gyomber e finisce nell'angolino della porta. Il 3 a 0 per la Lazio chiude il match. Nonostante ciò la Salernitana si rende pericolosa nella ripresa con due legni. La Lazio raggiunge quota 21 punti e supera la Roma di Mourinho ferma a 19. La Salernitana resta invece ferma a 7 punti, penultima in classifica.

30 ottobre 2021
Atalanta – Lazio 2 - 2

Sfida importante al Gewiss Stadium di Bergamo per le aquile di Maurizio Sarri, che tornano a scendere in campo alla ricerca di preziosi punti classifica all’indomani del successo di misura riportato sulla Fiorentina. Nella sfida che apre la 11a giornata della Serie A 2021/22, le due squadre danno vita ad un testa a testa molto tattico ed equilibrato. Nel primo tempo, sono i padroni di casa a rivelarsi più propositivi, nonostante agli uomini di Gasperini sembri mancare la dovuta determinazione e incisività. A trovare il punto del vantaggio, al 18', è Pedro, che precisione e rapidità intercetta la palla ribattuta da Musso su tiro in porta di Immobile depositandola alle spalle del portiere nerazzurro. Nei minuti conclusivi del primo tempo, quindi, è Zapata ad approfittare in modo impeccabile del primo, vero errore difensivo degli avversari, bucando la difesa di Reina con un destro angolato. Il vivace match prosegue nella ripresa: al 74', ci pensa il capitano delle aquile Immobile a portare nuovamente in vantaggio i suoi, grazie all’assist su cross basso di Basic. Giunti ormai in pieno recupero del secondo tempo e con la vittoria dell’incontro ormai apparentemente in mano degli ospiti, i padroni di casa riescono a pareggiare in extremis, imponendosi con un destro a giro di De Roon a incrociare il passaggio di Demiral. Atalanta – Lazio si conclude così con un pareggio per 2 a 2 che consegna alle due formazioni un singolo punto classifica. Per la Lazio il turno si conclude con 18 punti, sufficienti per mantenersi stabile in 6a posizione.

27 ottobre 2021
Lazio – Fiorentina 1 – 0

Esce soddisfatta la Lazio da questa decima giornata di Serie A contro la Fiorentina di Italiano. I biancocelesti affondano per 1 a 0 i viola con un bel gol di Pedro. La partita non entusiasma, poche azioni salienti e molti scontri. Le statistiche indicano una concentrazione delle palle giocate a centrocampo. Solo un tiro in porta di Lazzari nel corso del primo tempo. L’esterno ci prova con un sinistro dalla distanza, Terracciano devia in calcio d’angolo senza troppi problemi. La partita entra nel vivo nel secondo tempo quando Pedro al minuto 52 sfrutta la giocata in combinazione di Immobile e Milinkovic Savic per trovare spazio e calciare. Lo spagnolo scarica un tiro potentissimo sotto la traversa, 1 a 0 Lazio. Italiano cerca di risollevare le sorti dei suoi con gli ingressi in ordine di Bonaventura, Odriozola, Callejon, Terzic e Benassi. Non basta però alla Fiorentina per acciuffare il pareggio, la partita termina così 1 a 0. Alla Lazio riesce il sorpasso sui fiorentini, ora la Champions è a sole due misure di distanza.

24 ottobre 2021
Verona – Lazio 4 - 1

Nuova, pesante disfatta per le aquile di Maurizio Sarri, che continuano ad essere protagoniste di una stagione dalle performance a dir poco altalenanti: dopo il brillante successo contro l’Inter del turno precedente, infatti, i biancocelesti crollano in casa del Verona nel corso della 9a giornata della Serie A 2021/22, subendo una dura sconfitta per 4 a 1. Mattatore assoluto del match andato in scena al Marcantonio Bentegodi è Giovanni Simeone, figlio del Diego Simeone ex centrocampista proprio con i biancocelesti. Nel primo tempo, la punta gialloblu trafigge Reina con una doppietta realizzata grazie ai preziosi assist di Caprari e di Veloso. Se nei primi minuti della ripresa gli ospiti riaprono i giochi con il gol siglato dal capitano Immobile, nella restante parte del secondo tempo gli scaligeri tornano a dominare sul campo da gioco, imponendosi ancora con Simeone, che conclude la partita con il primo poker della sua carriera. A fine turno, la Lazio deve arrendersi alla terza sconfitta subita nelle ultime 4 trasferte, restando ferma a quota 14 punti in classifica.

16 ottobre 2021
Lazio – Inter 3 - 1

Gara avvincente, ricca di gol, di spettacolo e di tensione all’Olimpico, dove i padroni di casa della Lazio scendono in campo contro l’Inter terza classificata nella sfida di andata dell’8a giornata della Serie A 2021/22. In avvio di gara, il contatto in area tra Barella e Hysaj al 10' si traduce in un calcio di rigore assegnato alla formazione meneghina: Perisic batte il tiro dal dischetto e trasforma spiazzando Reina. L’Inter passa così subito in vantaggio, ma nei minuti a seguire i biancocelesti contrattaccano rendendosi pericolosi con Basic e con Felipe Anderson. Se il primo tempo si conclude con i nerazzurri avanti per 0 a 1, nella ripresa il copione si ripete a parti invertite con il calcio di rigore assegnato alle aquile dopo il tocco di mano di Bastoni in area. Immobile calcia dagli 11 metri e supera Handanovic, pareggiando così i conti. In un accesissimo finale di gara, i padroni di casa tornano a dire la loro all’81', con Felipe Anderson che realizza in tap-in dopo la respinta di Handanovic, impegnato pochi minuti prima da Immobile. Gli animi in campo si scaldano e fioccano le ammonizioni (Milinkovic, Lautaro, Felipe Anderson, Dumfries e Correa nel giro di pochi minuti). Nel primo minuto di recupero, quindi, Milinkovic-Savic scrive la parola fine con un colpo di testa su assist di Luis Alberto che non lascia scampo al portiere nerazzurro. Negli ultimissimi secondi del match arriva il cartellino rosso per Luiz Felipe, punito per il suo eccesso nei festeggiamenti: la Lazio chiude il turno di campionato centrando un’importante vittoria per 3 a 1 sull’Inter.

3 ottobre 2021
Bologna – Lazio 3 - 0

Dopo il brillante successo nel derby capitolino, per la Lazio di Maurizio Sarri arriva il primo, vero passo falso di questa stagione 2021/22 della Serie A: nel match andato in scena al Renato Dall’Ara di Bologna nel corso della 7a giornata di campionato, i biancocelesti crollano letteralmente sotto i colpi dei padroni di casa, subendo una pesantissima sconfitta per 3 a 0. I felsinei sono protagonisti di un ottimo avvio di gara, che coglie in contropiede gli ospiti: tra il 14' e il 17', infatti, i rossoblu si portano in vantaggio per 2 a 0 con i gol messi a segno da una straordinaria coppi d’attacco formata da Theate e Barrow, che si scambiano assist e tiri in porta avendo la meglio su Reina. Le aquile provano a reagire a cavallo tra la fine del primo tempo e la ripresa, senza tuttavia riuscire a rendersi davvero pericolosi dalle parti di Skorupski. Anzi, al 68', è ancora una volta il Bologna a dire la sua, trovando anche la rete del 3 a 0 con un grande destro di Hickey a incrociare la palla servita da Barrow. Al triplice fischio, la Lazio è costretta ad arrendersi alla dura sconfitta: a fine turno, la squadra stazione in 6a posizione, ferma a 11 punti.

26 settembre 2021
Lazio – Roma 3 - 2

Grandissima attesa e, come da programma, spettacolo avvincente all’Olimpico, dove la 6a giornata di campionato vede i biancocelesti e i giallorossi sfidarsi nell’attesissimo derby capitolino del girone di andata. Il match si apre con un gioco intenso e dai ritmi sostenuti sin dai primissimi minuti di gara: ad appena 10 minuti dal fischio d’inizio, arrivano le prime emozioni forti, con il gol di testa siglato da Milinkovic-Savic su palla servita da Anderson. Passata in vantaggio, la Lazio continua a sferrare attacchi decisi e a mettere alle strette la difesa avversaria: così, al 19' arriva anche il punto del raddoppio, siglato da Pedro con un destro ad incrociare l’assist del capitano Immobile. Nonostante lo svantaggio, la Roma non arretra e al 41' finalmente riesce a dire la sua: Ibanez buca la difesa di Reina con un colpo di testa su cross di Veretout, accorciando la distanza con le aquile. L’acceso testa a testa tra i due club capitolini riprende con la stessa intensità nel secondo tempo: la Lazio torna ad allungare il proprio vantaggio con la marcatura messa a segno da Anderson al 63', ma le speranza della Roma si riaccendono pochi minuti più tardi, con il calcio di rigore assegnato dal direttore di gara. A battere dal dischetto è Veretout, che non tradisce le aspettative e trasforma senza esitazioni: gli ultimi minuti di gara trascorrono con un ritmo di gioco sempre più frenetico e con azioni sempre più aggressive, senza tuttavia riuscire a smuovere ulteriormente il risultato. Il Derby di Roma termina con la vittoria della Lazio per 3 a 2.

23 settembre 2021
Torino – Lazio 1 - 1

Devono accontentarsi di un semplice pareggio le aquile di Maurizio Sarri, il secondo consecutivo, per una stagione partita con il piede giusto, ma ora già alle prese con le prime incertezze. Nel primo tempo, le due squadre danno vita ad un match giocato soprattutto in difesa e segnato da un numero limitato di occasioni gol: a sfiorare il punto del vantaggio, in almeno un paio di occasioni, sono i padroni di casa, con Sanabria che prima manca di poco la porta biancoceleste e poi viene bloccato dalla pronta reazione di Reina. Nel secondo tempo, è l’ingresso in campo di Pjaca a sbloccare la situazione: al 76', l’attaccante granata intercetta con un colpo di testa preciso il cross del compagno di squadra Singo, scaraventando la palla alle spalle del portiere delle aquile. Quando la gara sembra ormai nelle mani del Toro, a pochi minuti dal triplice fischio arriva l’occasione d’oro per la Lazio: Djidji atterra Muriqui in area, consegnando agli ospiti un prezioso calcio di rigore. A battere il tiro dagli 1 metri è Immobile, che non tradisce le attese e supera senza difficoltà Milinkovic-Savic. Con il punto trovato in extremis, i biancocelesti concludono l’incontro al Grande Torino con un pareggio per 1 a 1, portando a casa un singolo punto classifica.

19 settembre 2021
Lazio – Cagliari 2 - 2

Primo pareggio per le aquile di Maurizio Sarri nella sfida in casa contro la formazione dei casteddu: a sorpresa, il Cagliari si rivela un avversario più ostico e determinato del previsto e la Lazio è costretta ad accontentarsi di un pareggio per 2 a 2. I padroni di casa sono protagonisti di un’ottima avvio, con Luis Alberto vicino alla rete del vantaggio dopo neanche 3 minuti dal fischio d’inizio; i rossoblu, però, rispondono colpo su colpo, rendendosi a loro volta pericolosi dalle parti di Reina, con Keita e con Nandez. Nei minuti finali del primo tempo, i biancocelesti sono autori di una raffica di tiri in porta che, infine, si concretizzano con il gol di Immobile: allo scoccare del 45', il capitano della Lazio insacca con un colpo di testa preciso a incrociare il cross di Milinkovic-Savic. Nei primissimi minuti della ripresa, i casteddu reagiscono: con una straordinaria giocata, Joao Pedro realizza su assist di Marin, pareggiando i conti. Il ritmo della partita cresce sempre più e al 62' arriva il grande colpo di scena, con Keita autore del punto del sorpasso, ancora una volta grazie ad una brillante azione di Joao Pedro e Luiz Felipe. A scrivere la parola fine in un match davvero ricco di emozioni è quindi Cataldi: giunti all’83', il giocatore sfrutta il tap-in del portiere biancoceleste sul colpo di testa di Milinkovic-Savic, siglando il punto del 2 a 2. Con il singolo punto conquistato nel corso di questo turno di campionato, la Lazio raggiunge quota 7.

12 settembre 2021
Milan – Lazio 2 - 0

Sfida importante al Giuseppe Meazza: i padroni di casa del Milan scendono in campo contro le aquile di Maurizio Sarri per una sfida che promette di regalare grande spettacolo. Dopo un avvio di partita relativamente a rilento, le due squadre scaldano i motori, dando vita ad occasioni pericolose che tuttavia non si concretizzano in alcun gol. A sbloccare la partita, giunti ormai a pochi minuti dalla conclusione del primo tempo, ci pensa Leao: grazie alla scambio con Rebic, l’attaccante sorprende Reina e mette a segno il gol dell’1 a 0 con un piatto potente. Di lì a poco, quindi, il fallo di Immobile ai danni di Kessié si traduce in calcio di rigore per i padroni di casa: a battere il tiro dal dischetto è proprio Kessié, che sorprende Reina centrando però in pieno la traversa. Dopo un primo tempo dalla conclusione molto caotica – e segnata da molte ammonizioni – la sfida riprende con la seconda frazione di gioco: al 66', i rossoneri tornano a dire la loro con un travolgente Ibrahimovic, impeccabile nell’intercettare l’assist di Rebic e nell’insaccare a porta vuota. Niente da fare per le aquile, che nei minuti finali della gara faticano a costruire azioni davvero convincenti. Il match si chiude così con una vittoria netta del Milan per 2 a 0, cui segue anche il cartellino rosso per Sarri, punito per le eccessive intemperanze nei minuti conclusivi della partita.

28 agosto 2021
Lazio – Spezia 6 - 1

Nuova ottima prova per le aquile di Maurizio Sarri, che nella giornata numero 2 della Serie A 2021/22 affrontano in casa gli aquilotti dello Spezia. Gli ospiti sono protagonisti di un’ottima partenza con Verde, che ad appena 4 minuti dal fischio d’inizio insacca a porta vuota sfruttando l’uscita di Reina, impegnato poco prima dal tiro in porta di Gyasi. La festa dei bianconeri dura però poco, perché pochi secondi più tardi arriva pronta la risposta dei padroni di casa, con Immobile che raccoglie l’assist di Pedro bucando la difesa dei portieri avversari. Ha così inizio la goleada biancoceleste: nel corso del primo tempo il capitano delle aquile torna a dire la sua al 15', con una conclusione perfetta dal limite dell’area, per poi trovare la tripletta personale in pieno recupero, con un colpo di testa dal secondo palo a intercettare il corner di Luis Alberto. Se la prima frazione di gioco si chiude con le aquile avanti per 3 a 1, nella ripresa i biancocelesti tornano a dire la loro con Andreson, che trafigge Zoet su rilancio di Reina, con Hysaj e, all’85', con Luis Alberto, autore di un tiro angolato su palla servita da Moro che si traduce nel gol del 6 a 1. La Lazio conclude così la prova all’Olimpico contro lo Spezia con un successo netto, che catapulta la squadra al primo posto in classifica grazie ai punti conquistati e alla differenza reti con le altre formazioni giunte a quota 6 punti.

21 agosto 2021
Empoli - Lazio 1 – 3

Luci e ombre per la nuova Lazio di Maurizio Sarri che esordisce in campionato contro l’Empoli, la squadra con cui il tecnico toscano aveva giocato la sua prima stagione in Serie A. La luce più luminosa, innanzitutto, è quella del risultato che ha visto la Lazio trionfare per 3 a 1. Le ombre però sono legate soprattutto alla difesa: infatti non solo l’Empoli è andata in vantaggio per prima nel match, ma avrebbe potuto segnare anche qualche rete in più mettendo a rischio la vittoria finale delle aquile. A sbloccare il risultato ci ha pensato Bandinelli che servito ottimamente da Bajrami ha chiuso l’azione con una precisa diagonale alle spalle di Reina. Nemmeno un minuto dopo però la Lazio aveva già trovato il pareggio con un colpo di testa di Milinkovic-Savic. Uno pari al 6’, dunque. La Lazio è passata in vantaggio al 31’ con un’ottima azione corale, probabilmente la migliore del match. A fare da rifinitore ci ha pensato Milinkovic-Savic che ha messo di fronte alla porta Lazzari abile nel battere a rete. Al 41’ la partita è stata virtualmente chiusa dal rigore di Immobile e conquistato grazie a un’ingenuità del portiere Vicario. Va quindi aggiunto che l’Empoli ha avuto due grandi chance nel secondo tempo: una salvata sulla linea da Lucas Leiva e la seconda con traversa pizzicata da Bajrami, per lui una buona prova. In generale arrivano tre punti importanti per la brigata di Sarri che però dovrà soprattutto registrare la difesa per non rischiare di subire molte reti nel corso della stagione.

23 maggio 2021
Sassuolo – Lazio 2 - 0

Tonfo per le aquile nella sfida contro il Sassuolo della 38a giornata della Serie A 2020/21, che chiude una stagione vissuta tra alti e bassi per la formazione guidata da Simone Inzaghi. I padroni di casa passano in vantaggio dopo soli 10 minuti di gara, con Kyriakopoulos autore di un gol di sinistro su assist di Berardi. Nel corso della ripresa, il doppio cartellino giallo dal difensore greco del Sassuolo porta alla sua espulsione. Nonostante la superiorità numerica, le aquile non riescono ad approfittare della situazione; al 78', anzi, arriva anche un calcio di rigore per i neroverdi, prontamente trasformato nel gol del 2 a 0 dal capitano Berardi. Al triplice fischio, i biancocelesti devono arrendersi ad una cocente sconfitta per 2 a 0. Nonostante la pessima prova offerta al Mapei Stadium, la Lazio conserva il suo 6o posto in classifica, con 21 vittorie, 5 pareggi e 12 sconfitte, per un totale di 68 punti, abbastanza per centrare l’obiettivo della qualificazione all’Europa League.

15 maggio 2021
Roma – Lazio 2 - 0

Nel derby capitolino tra Roma e Lazio valido per la 37esima giornata della Serie A, vince la Roma per la prima volta in questa stagione contro una big. Eppure, la Lazio ha chance per passare nel primo tempo, ma Fuzato nega la gioia a Luis Alberto, poi Milinkovic sbaglia il pallonetto davanti al portiere avversario. L’equilibrio lo spezza Mkhitaryan al 42’ sulla giocata di un ottimo Dzeko, poi Pedro chiude i giochi nella ripresa, finalizzando di sinitro un’azione personale. Nel secondo tempo, la Lazio appare stanca, rimane in dieci per il secondo giallo di Acerbi, si arrende e saluta ogni possibilità di Champions per la prossima stagione, mentre la Roma di Fonseca blinda il settimo posto che vale la Conference League.

12 maggio 2021
Lazio – Parma 1 - 0

Successo di misura per le aquile di Simone Inzaghi, che tornano a vincere dopo la dura sconfitta subita in casa della Fiorentina nel corso del precedente turno di campionato. La gara disputata all’Olimpico contro la formazione dei ducali nel turno numero 36 di questa stagione 2020/21 si rivela più combattuto del previsto: le due formazioni si danno battaglia per tutta la durata del match, dando vita ad un sfida dal ritmo mai troppo elevata, anche se segnata da qualche guizzo interessanti da entrambe le parti. Quando la partita sembra ormai destinata a concludersi con un pareggio per 0 a 0, in pieno recupero arriva il colpo di scena: approfittando di un rimpallo in area il capitano delle aquile Immobile realizza con un sinistro potente, trovando il gol del vantaggio e della vittoria per i suoi in extremis. Grazie ai punti conquistati con il successo sul Parma, la Lazio cementa il suo sesto posto in classifica, di fatto assicurandosi la partecipazione alla prossima edizione dell’Europa League e soffiando definitivamente il posto alla Roma.

8 maggio 2021
Fiorentina – Lazio 2 - 0

Brutta disfatta per i ragazzi di Simone Inzaghi, che crollano nella sfida serale all’Artemio Franchi contro la formazione viola: nel primo tempo della gara di ritorno contro la Fiorentina della 35a giornata di campionato, le aquile sono protagoniste di un buon avvio, che le vede creare occasioni pericolose dalle parti di Dragowski, senza tuttavia riuscire a trovare il gol del vantaggio, complici gli ottimi interventi del portiere dei gigliati. Al 32', i padroni di casa si portano in vantaggio con il gol di sinistro messo a segno da Vlahovic, che intercetta la palla servita da Biraghi scagliandola alle spalle di Reina con un sinistro potente. Nella ripresa, il ritmo di gioco cala, mentre da entrambe le parti si susseguono falli e cartellini gialli. Quando manca ormai solamente una manciata di secondi al triplice fischio, Vlahovic torna a dire la sua, firmando la rete del 2 a 0 per la Fiorentina con un bel colpo di testa su cross di Pulgar. Niente da fare per la Lazio, che non solo è costretta ad arrendersi alla sconfitta, ma negli ultimi minuti di gioco registra anche le ammonizioni di Cataldi, Akpa-Akpro e Pereira, che già ammonito viene espulso. Si allontana così il sogno Champions League per i biancocelesti, che restano fermi al 6o posto in classifica con 64 punti.

2 maggio 2021
Lazio – Genoa 4 - 3

Grande testa a testa e sfida ricca di gol e di emozioni allo Stadio Olimpico, dove Lazio – Genoa regala molti più colpi di scena del previsto. Nel primo tempo, i padroni di casa si portano in vantaggio dopo la prima mezz’ora di gioco grazie ad un’ottima prova di Correa, abile nello sfruttare il rimpallo di Radovanovic, che tenta inutilmente di allontanare la sfera. Negli ultimi minuti prima dell’intervallo, quindi, è lo stesso Radovanovic a rendersi autore di una trattenuta su Immobile che porta alla sua ammonizione e al calcio di rigore per le aquile: a battere il tiro dal dischetto è il capitano delle aquile, che trasforma con un’esecuzione perfetta, consegnando ai suoi il punto del raddoppio. Il match entra però nel vivo solamente nella ripresa: l’autogol di Marusic al 47' accorcia il vantaggio dei biancocelesti, ma negli istanti successivi Luis Alberto rimedia battendo Perin con un destro potente che si infila sotto all’incrocio dei pali. Al 56', i padroni di casa sembrano archiviare definitivamente la pratica con il poker firmato da Correa, che realizza la seconda rete del giorno sfruttando a dovere l’assist preciso di Luis Alberto. Con un grande colpo di scena, nei minuti finali di gioco il Grifone guadagna un calcio di rigore grazie al fallo di Cataldi su Badelj: Scamacca calcia dagli 11 metri e batte Reina; trascorrono pochi secondi e Shomurodov sorprende nuovamente il portiere delle aquile, con un’azione rapida in combinazione con Parolo che porta i suoi ad un solo punto dal pareggio. Nel concitato finale, gli ospiti cercano il gol del 4 a 4 con grande determinazione, senza però riuscire ad avere la meglio sugli avversari. La gara termina con la vittoria della Lazio, che si porta a quota 64 punti, sempre alle spalle del Napoli.

26 aprile 2021
Lazio – Milan 3 - 0

Successo netto delle aquile nel big match all’Olimpico disputato nel posticipo della 33a giornata della Seria A 2020/21: i padroni di casa si impongono con un travolgente 3 a 0, contro una formazione rossonera quasi inerme e protagonista di una conclusione di campionato molto al di sotto delle aspettative. I ragazzi di Simone Inzaghi dominano il match sia dalle prime battute, trovando la rete del vantaggio a neanche 2 minuti di distanza dal fischio d’inizio: a siglare il gol dell’1 a 0 per i biancocelesti è Correa, impeccabile nell’intercettare il prezioso assist di Immobile e nello scagliare la palla in porta con un sinistro preciso. Se nel primo tempo il Milan cerca il pareggio resistendo agli attacchi dei padroni di casa, nei primi minuti della ripresa Correa torna ancora una volta a dire la sua: il centrocampista trova la doppietta personale e il gol del 2 a 0 per la Lazio con un destro potente su palla servita da Luis Alberto. A chiudere definitivamente i conti di un match per molti versi apparso deciso sin dai primi minuti di gioco è quindi il capitano Immobile, che all’87' sigla la rete del 3 a 0 sfruttando a dovere il passaggio di Lazzari. Gol numero 18 dall’inizio della stagione per Immobile e, soprattutto, +3 punti per le aquile, che allungano così il vantaggio sui giallorossi in classifica cementando le chance di qualificazioni all’Europa League.

22 aprile 2021
Napoli – Lazio 5 - 2

Sfida ricca di gol e di emozioni al Diego Armando Maradona, dove per la sfida del posticipo della 32a giornata della Serie A 2020/21, le aquile scendono in campo contro i padroni di casa del Napoli. La gara si apre con il fallo in area di Milinkovic-Savic ai danni di Manolas, che si traduce subito in un calcio di rigore per gli azzurri: a battere è il capitano Insigne, che trafigge Reina senza esitazioni, consegnando ai suoi la rete del vantaggio. A stretto giro, quindi, i partenopei tornano a dire la loro con Politano, abile nell’intercettare il passaggio di Mertens e nel bucare ancora una volta la difesa del portiere biancoceleste dopo aver superato Fares. La Lazio ci prova con Correa, che si rende pericoloso centrando in pieno un palo, ma ad inizio ripresa, ancora una volta, il Napoli trova il gol con Insigne, che realizza la doppietta personale e porta il risultato sul 3 a 0. La cavalcata dei partenopei prosegue e al 65' è la volta di Mertens, che sigla un bel gol con un tiro di prima intenzione su assist di Zielinski, beffando Reina. Le aquile non si danno per vinte e di lì a poco trovano la prima rete del giorno con Immobile, che accorcia le distanza con un bella conclusione da distanza ravvicinata. In un secondo tempo dal ritmo sempre più serrato, la Lazio sigla il secondo gol con Milinkovic-Savic; all’80', però, Osimhen archivia definitivamente la pratica: con un destro violentissimo il giocatore scaglia in porta il pallone servito da Lozano, chiudendo il match contro i biancocelesti sul 5 a 2. I ragazzi di Simone Inzaghi sono così costretti a capitolare sotto i colpi di un Napoli molto agguerrito, tornando a casa con 0 punti.

18 aprile 2021
Lazio – Benevento 5 - 3

Gara appassionante, ricca di gol e di occasioni da ambo le parti per la sfida Lazio – Benevento andata in scena all’Olimpico nella 31a giornata della Serie A 2020/21. Le aquile sfiorano il punto del vantaggio dopo appena 4 minuti dal fischio d’inizio, con il palo centrato in piano da Immobile su colpo di testa; al 10', a regalare il punto del vantaggio agli avversari ci pensa il giallorosso Depaoli, l’ultimo a toccare la palla nel corso di un contrasto con Immobile di fronte alla porta del Benevento. Trascorrono appena 10 minuti e il capitano della Lazio sigla la rete del raddoppio per i suoi, bucando con freddezza la difesa di Montipò su assist di Milinkovic. La goleada dei biancocelesti non si arresta e al 37' Correa trasforma il calcio di rigore guadagnato pochi minuti prima al termine del contatto con Montipò, trasformando senza esitazioni il tiro dagli 11 metri. I sanniti, però, non si arrendono, e ad una manciata di secondi dalla conclusione del primo tempo accorciano il vantaggio dei padroni di casa con una grande gol di Sau, che realizza con un tiro a giro che spiazza Reina. La vibrante gara prosegue nella ripresa, che si apre ancora una volta con un passo falso degli stregoni: Montipò devia con il piede il tiro in porta di Correa, facendo finire la palla nella propria porta. Con le aquile avanti per 4 a 1, la situazione degli ospiti si fa sempre più disperata. Al 55', arriva il secondo calcio di rigore per la Lazio: a battere è Immobile, che incontra però la pronta reazione di Montipò, abile nell’intuire l’angolo del tiro e nel bloccare la palla. Al 63', il Benevento torna a dire la sua con Viola, che a sua volta trasforma il calci di rigore trovato da Ionita, trattenuto in area da Marusic. Seguono un gol annullato per Lapadula e altre occasioni importanti per il Benevento, che culminano con il gol siglato da Glik con colpo di testa su calcio d’angolo di Viola. A chiudere definitivamente i giochi, nei secondi finali della lunga ripresa, è Immobile, che conclude l’azione in contropiede avviata da Parolo depositando la palla alle spalle di Montipò e consegnando ai suoi una vittoria netta per 5 a 3.

11 aprile 2021
Verona – Lazio 0 - 1

Vittoria di misura e giunta solamente in extremis per le aquile nella gara che le vede scendere in campo al Marcantonio Bentegodi contro i padroni di casa del Verona. Come da attese, il confronto con gli scaligeri si rivela una prova non semplice per i ragazzi di Simone Inzaghi: nel primo tempo, i biancocelesti sfiorano il punto del vantaggio al 23', con Immobile ad intercettare il colpo di testa di Caicedo, per un tiro che colpisce però in pieno il palo della porta avversaria. A seguire, sono Milinkovic-Savic e Lazovic a rendersi pericolosi: il primo tempo, però, si conclude con il risultato ancora fermo sul pareggio a reti inviolate. La ripresa si apre con la rete siglata da Caicedo, che viene tuttavia subito annullata per il fallo commesso ai danni di Magnani. Il vivace testa a testa tra le due formazioni prosegue fino all’ultimo minuto di gara, senza scossoni particolari. Poi, in pieno recupero, arriva il colpo di scena: Milinkovic-Savic beffa Silvestri sfruttando alla perfezione il servizio dalla trequarti di Radu, trovando così la rete del vantaggio, e della vittoria, per le aquile ad una manciata di secondi dal triplice fischio. La Lazio chiude la giornata numero 30 della Serie A 2020/21 portandosi a quota 55 punti e mantenendo dunque aperta la corsa alla Champions League.

3 aprile 2021
Lazio – Spezia 2 - 1

Gara interessante e dal finale ricco di colpi di scena per Lazio – Spezia, che si tiene nella cornice dello Stadio Olimpico nel corso della 29a giornata della Serie A 2020/21. Nel primo tempo, le due squadre danno vita ad un testa a testa piuttosto equilibrato, con le aquile subito pericolose con una conclusione di Correa da centro area e con lo Spezia vicino al punto del vantaggio con Piccoli e poi con Gyasi. Nonostante le buone occasioni costruite da entrambe le formazioni, il primo tempo si conclude con il risultato fermo sul pareggio a reti inviolate. Nei primi minuti della ripresa, però, i biancocelesti passano all’attacco con Lazzari, che supera Zoet con un destro freddo e preciso su assist di Correa. La risposta dei bianconeri arriva solamente al 73': intercettando con tempismo perfetto il cross di Gyasi, Verde si rende protagonista di una spettacolare gol in rovesciata, riportando il risultato sull1 a 1. Nel rocambolesco finale del match Lazio – Spezia, il fallo per tocco di braccio di Marchizza si traduce in un calcio di rigore assegnato alla Lazio. All’89', Caicedo batte e trasforma il tiro dal dischetto portando il risultato sul 2 a 2 finale. Nel corso del recupero, la situazione in campo di fa sempre più tesa e iniziano a fioccare i cartellini: nel giro di pochi minuti, vengono ammoniti Inzaghi, Nzola, Agudelo e Correa, che giunto al secondo giallo del giorno viene espulso. Espulsione anche Lazzari, che riceve direttamente un cartellino rosso dopo la brutta reazione al fallo subito da parte di Lazzari.

21 marzo 2021
Udinese – Lazio 0 – 1

La Lazio vince il match in esterna contro l'Udinese, valido per la 28esima di Serie A. Il gol di Marusic al 37' decide la partita. In avvio di gara, gli ospiti provano la conclusione con Luis Alberto, murato da Musso, poi Immobile tenta sulla ribattuta, ma calcia fuori. Molina prova la conclusione dopo una rapida ripartenza, ma Patric salva in tuffo. Seguono altri tentativi di Immobile, di testa, e di Luis Alberto dalla distanza, ma senza fortuna. L'Udinese di difende, Reina neutralizza un tentativo di testa di Llorente, poi la Lazio passa: al 37', Luis Alberto libera Marusic in area, il montenegrino si accentra e la infila all'incrocio dei pali, poi Reina fa miracoli sul tentativo di pareggio di Stryger Larsen. Il secondo tempo vede l'Udinese cercare il pari con De Paul che centra il palo e Nestorovski in scivolata su cross di De Paul, ma la palla si spegne sul fondo. Altri due tentativi di Immobile, il primo trova le gambe di Musso, il secondo non va oltre il palo. Luis Alberto ci prova sul corner successivo, Musso blocca. Calcio di punizione dal limite, De Paul colpisce la traversa, sul recupero serve Okaka che spreca di testa. L'assedio finale dell'Udinese non sortisce alcun risultato. Inzaghi a quota 49, a -1 dalla Roma.

12 marzo 2021
Lazio – Crotone 3 – 2

La Lazio di Simone Inzaghi batte il Crotone per 3-2 e rimane in corsa per la Champions. La Lazio riprende la sua marcia europea non senza sofferenze, contro un Crotone che lo ha messo in serie difficoltà non concedendo spazi, anzi, rimontando per ben due volte lo svantaggio. Una partita in salita per i capitolini, che provano con tutte le forze a riversarsi in attacco, ma più volte impattano contro l'ottima difesa dei calabresi. Il primo tempo vede le due squadre rispondersi a vicenda: Simy accorcia dopo il vantaggio iniziale di Milinkovic-Savic, poi Luis Alberto si ritrova con un corridoio centrale da sfruttare per beffare Cordaz nell'angolino basso (39'). Al 50', il Crotone riacciuffa il pari con un rigore di Simy accordato dopo un fallo di Fares su Messias. Si riaccende la Lazio, Immobile conclude troppo alto, mentre Luis Alberto e Correa trovano l'opposizione dei calabresi. Reina salva la Lazio con una respinta su un'incursione di Rispoli. Lazio a testa bassa completamente riversato in avanti, poi, all'84', ci pensa Caicedo a fulminare Cordaz realizzando il suo settimo gol in campionato. Il fischio finale si traduce in un sospiro di sollievo per la Lazio, che ritrova tre punti dopo due giornate a secco.

6 marzo 2021
Juventus – Lazio 3 – 1

La Lazio perde contro la Juve la partita valida per la 26esima di Serie A. I bianconeri vincono di misura per 3-1, nonostante i biancocelesti abbiano giocato meglio, almeno in avvio di gara. La Lazio si porta in vantaggio al quarto d’ora con un gol di Correa, molto bravo a sfruttare un errore di Kulusevski. La formazione ospite insiste con Milinkovic e Luis Alberto, ma Szczesny è attento. Sul fronte opposto Chiesa protesta per un tocco di mano di Hoedt in area che l’arbitro non giudica falloso. Ci prova Morata con un colpo di testa, ma è Rabiot a centrare il pareggio con un gran tiro sul primo palo che batte Reina al 39’. I ritmi sono altissimi nella ripresa, Reina deve intervenire su un’altra conclusione di Chiesa, poi Milinkovic-Savic trova l’opposizione della traversa con Szczesny battuto. Il match viene deciso da Alvaro Morata, che centra due reti in tre minuti: sinistro vincente su assist di Chiesa (57’) e calcio di rigore concesso per un contatto in area tra Ramsey e Milinkovic-Savic (60’). Immobile cerca di riaprirla nel finale, ma i suoi tentativi, come quelli di Fares e Correa, non producono risultati. Vince la Juventus.

27 febbraio 2021
Bologna – Lazio 2 – 0

Il Bologna vince la sfida della 24esima di Serie A contro la Lazio. Immobile sbaglia un rigore e Inzaghi cade, mentre Mihajlovic si porta a casa la vittoria. La Lazio rimane al sesto posto in classifica, rallentando la sua corsa al posto in Champions. Il Bologna ci crede e conquista tre punti importantissimi. La gara si apre con un calcio di rigore assegnato alla Lazio e sbagliato da Immobile, che si fa parare da Skorupski. Al 19', Mbaye si inserisce su una respinta di Reina e la sblocca, poi Barrow impegna il portiere biancoceleste dalla distanza. La sfida è in favore dei padroni di casa i quali, nella ripresa, raddoppiano con lo stupendo gol di Sansone (64'). La Lazio crea poco, sbatte sull'attenta difesa del Bologna e nemmeno l'entrata in campo di Muriqi e Caicedo hanno cambiato il volto alla partita. Per la Lazio settimana da dimenticare.

20 febbraio 2021
Lazio – Sampdoria 1 – 0

La Lazio batte la Samp per 1-0 grazie al gol dello spagnolo Luis Alberto. Il match della ventitreesima giornata di Serie A si conclude con la vittoria della Lazio, che ora si trova a quota 43, a pari punti con l'Atalanta. La Sampdoria ci prova, pressa specialmente nel finale, ma non trova il pari. In avvio di gara è subito Lazio con Luis Alberto che, dopo 24 minuti, azzecca il tiro e spiazza Audero segnando l'1-0. L'occasione per il raddoppio è sui piedi di Immobile che calcia alto, poi un altro tiro di Immobile impatta sui guanti di Audero. Quagliarella si attiva in casa Samp, ma senza grandi opportunità, almeno non nel primo tempo. Nel secondo tempo, Quagliarella potrebbe accorciare di testa su cross di Augello, poi anche Jankto avrebbe una ghiotta chance, ma calcia fuori a porta vuota. Quattro sostituzioni per Inzaghi: Muriqi cerca il bis, ma si divora la chance su cross di Marusic. Nel finale, la Sampdoria assedia l'area biancoceleste, ma senza creare pericoli dalle parti di Reina, anzi, è Milinkovic-Savic a sprecare un'occasione in contropiede nel recupero.

14 febbraio 2021
Inter – Lazio 3 – 1

L'Inter supera per 3-1 la Lazio e sorpassa i rossoneri in cima alla classifica. Prova incredibile di Lukaku, autore di una doppietta e della rete numero 300 in carriera. Il belga realizza anche l'assist per il definitivo tris di Lautaro Martinez. Inutile la rete di Escalante per i biancocelesti. Al 22', Hoedt commette un ingenuo fallo in area su Lautaro Martinez, l'arbitro assegna il rigore che Lukaku trasforma spiazzando Reina. La Lazio, reduce da sei vittorie consecutive, fa il suo gioco, ma deve fare i contri con Skriniar. A pochi istanti dal'intervallo, la palla colpisce Lazzari, poi involontariamente finisce su Lukaku che, cinico, beffa Reina (rete numero 300 del giocatore belga). Nella ripresa, una punizione dal limite di Milinkovic colpisce Escalante e la deviazione batte Handanovic. Dopo appena tre minuti, Lukaku semina in contropiede Parolo, serve Lautaro Martinez che deve solamente spingere in rete. 3-1: primo ko in campionato nel 2021 per la Lazio.

07 febbraio 2021
Lazio – Cagliari 1 – 0

Una rete del solito Immobile è sufficiente alla Lazio per vincere la partita contro il Cagliari valida per la 21esima giornata di Serie A. Determinante il gol del bomber della Lazio Immobile, che consente ai suoi di agganciare la Roma al quarto posto in classifica a pari punti. Cagliari al settimo ko consecutivo nelle ultime otto di campionato. Poche emozioni nel primo tempo, la Lazio domina, pressa, ma il Cagliari regge. Lazzari ci prova al 13', mentre, sul fronte opposto, ci prova Rugani di testa. Luis Alberto e Immobile ci provano prima dell'intervallo, ma trovano la respinta di Cragno. Nella ripresa, il Cagliari avrebbe la chance di segnare con Marin da solo contro Reina, ma il tiro è alto. Risponde Immobile con un mancino che trova la respinta di Cragno, poi è sempre Ciro Immobile a trovare la conclusione vincente su sponda di Milinkovic-Savic. Pavoletti fa un tentativo in area ma senza successo, poi Di Francesco passa alla difesa a quattro con Cerri e Gaston Pereiro. È proprio quest'ultimo ad avere l'opportunità per il pari, ma il sinistro in area è alto per una deviazione di Reina. Partita conclusa, la Lazio sorride.

31 gennaio 2021
Atalanta – Lazio 1 – 3

Dopo la disfatta in Coppa, la Lazio di Inzaghi si impone sull'Atalanta per 3-1 al Gewiss Stadium. Marusic porta in vantaggio i biancocelesti dopo 3 minuti dall'inizio della partita. Il raddoppio lo firma Correa in avvio di ripresa, poi il guizzo di Pasalic riapre i giochi al 79'. Muriqi chiude il match all'82'. Un Successo meritato per la Lazio di Inzaghi, che concretizza di più dell'Atalanta e mostra una grande forza difensiva. I bergamaschi vanno in difficoltà, privati anche di Gosens e Hateboer, la Lazio ne approfitta e centra il vantaggio al primo tentativo con una conclusione dalla distanza di Marusic (3'). La Dea non reagisce, la Lazio invece ci prova con Milinkovic Savic che trova il palo. Gasp fa un tentativo con Zapata, ma senza fortuna. Nella ripresa, l'Atalanta insiste ma è la Lazio a passare di nuovo: tiro di Reina, sponda di Immobile che serve Correa che spiazza Gollini. La Dea accusa il colpo, prova a difendersi ma si espone alle ripartenze dei capitolini. Gol annullato a Immobile per fuorigioco, poi lo stesso bomber della Lazio spreca una buona chance. Al 79', l'Atalanta alza la testa e va a segno con Pasalic su suggerimento di Muriel. Girandola di cambi, poi, all'82', Muriqi cala il tris biancoceleste su assist al bacio di Pereira. Quinta vittoria di fila per la Lazio, che supera i bergamaschi in classifica e sale al quinto posto in corsa per la Champions League.

24 gennaio 2021
Lazio – Sassuolo 2 – 1

Tornano ancora una volta a vincere le aquile, chiudendo positivamente il girone di andata della stagione 2020/21, nonostante un match tutt’altro che facile contro la formazione neroverde. La gara si apre in salita per i padroni di casa: dopo appena 6 minuti di gioco, i ragazzi di Roberto De Zerbi si portano in vantaggio con Djuricic che piazza la palla al centro per Caputo, impeccabile nel battere Reina con un tiro rasoterra precisissimo. Al 25', però, i biancocelesti riportano il risultato sulla parità, con Milinkovic-Savic che, solo davanti a Consigli, batte il portiere neroverde con un colpo di testa a intercettare il corner di Correa. Se il primo tempo si conclude con il risultato fermo sull’1 a 1, nella ripresa arriva il gol della vittoria, con un grande Immobile che conclude l’azione personale avviata da Marusic depositando la palla nella porta neroverde con una conclusione rasoterra. Così, le aquile possono festeggiare un’importante vittoria sugli emiliani, che portano la squadra a quota 34 punti, ovvero a pari punti con il Napoli attualmente sesto classificato.

15 gennaio 2021
Lazio – Roma 3 – 0

La Lazio si aggiudica il derby della Capitale numero 153 battendo la Roma per 3-0. Un successo importante per gli uomini di Inzaghi, che si portano a -3 dalla formazione di Fonseca in classifica. Due reti nei primi 23 minuti di gioco, firmate da Immobile e Luis Alberto, hanno portato la Lazio sul doppio vantaggio, poi una delizia di Luis Alberto decreta il 3-0. Pronti via, Immobile impegna subito Pau Lopez in una parata, poi un destro di Mancini mette paura alla Lazio, ma Reina controlla anche sul seguente tentativo di Dzeko. Al 14', la Lazio si porta avanti: Lazzari per Immobile che anticipa Smalling e batte Pau Lopez per l'1-0. Al 23', Luis Alberto raddoppia, mandando la Roma in totale confusione. Nella ripresa è sempre la Lazio ad amministrare con Lazzari che serve Immobile che, però, non centra la porta. Pau Lopez fa miracoli prima su Immobile, poi su Milinkovic, ma non può nulla sul destro da fuori di Luis Alberto che, al 67', firma la doppietta personale e il 3-0 definitivo. Dopo una girandola di cambi, Reina salva prima sul tentativo di Dzeko da distanza ravvicinata, poi sulla giocata di Pedro. La Lazio gestisce senza problemi il rimanente tempo di gioco, Luis Alberto cerca la tripletta, ma il risultato non cambia.

10 gennaio 2021
Parma – Lazio 0 – 2

La Lazio di Simone Inzaghi acciuffa la seconda vittoria di fila e si impone sul Parma del D'Aversa bis con un netto 2-0 nella sfida valida per la 17esima giornata di Serie A 2020/21. La Lazio parte forte, ma la difesa emiliana regge ed è Sohm a tentare la conclusione, che termina alta. Al 26', un super Reina neutralizza un gol di testa di Cornelius che sembrava fatto. Alla mezz'ora, è Sepe a fare miracoli su Caicedo. Nel finale del primo tempo, la Lazio ci prova con un pericoloso colpo di testa di Caicedo che, da buona posizione, non trova la porta. Il gol dei biancocelesti arriva al 55', quando Lazzari recupera palla, serve Luis Alberto che la piazza in rete con il destro. La Lazio controlla, il Parma fatica ad attaccare. Altra chance per gli ospiti con Immobile per Luis Alberto, il quale calcia sul fondo da solo davanti a Sepe. D'Aversa inserisce Inglese nella speranza di accorciare, ma al 67' la partita si chiude: Immobile per Milinkovic che scavalca Sepe e Caicedo deve solo appoggiarla in rete per il 2-0. La Lazio amministra e porta a casa tre punti preziosi.

06 gennaio 2021
Lazio – Fiorentina 2 – 1

Nel match casalingo contro la Fiorentina, la Lazio riesce a trovare tre punti, ma non senza soffrire nel finale. La prima vittoria del 2021 per la squadra di Inzaghi arriva grazie ai gol di Caicedo e Immobile, al quinto centro nelle ultime cinque uscite contro la squadra viola. Il primo gol arriva a inizio gara con il destro di Caicedo (6'), il secondo a porta vuota sugli sviluppi di un corner: errore del portiere della Fiorentina che non trattiene e raddoppio di Immobile (75'). Inutile il gol di Vlahovic dal dischetto per la squadra di Prandelli (88'). Nel secondo tempo, la Lazio sembra quasi accontentarsi del gol del vantaggio, poi riesce a raddoppiare per un errore di Dragowski. Per la Lazio, quella sulla Fiorentina è una vittoria che pesa, specialmente a poco più di una settimana dal derby, mentre la Fiorentina si ritrova a soli quattro punti dalla zona retrocessione.

3 gennaio 2021
Genoa – Lazio 1 – 1

Genoa e Lazio si dividono il bottino nella sfida al Marassi valida per il quindicesimo turno di Serie A. Ad Inzaghi non basta il solito Immobile, micidiale dal dischetto ma poco incisivo durante la gara ai fini dei tre punti. Merito del tecnico rossoblù che cambia la sorte del match attuando dei cambi nell'intervallo e trovando il pareggio con Destro su assist del neo entrato Shomurodov. Primo tempo di stampo biancoceleste: al 10', un intervento di Zapata al limite su Miliknovic-Savic vale il calcio di rigore che Immobile dal dischetto non sbaglia. Il Genoa reagisce, ma Destro si fa bloccare dai difensori avversari. Nel finale di frazione, la conclusione di Pjaca viene murata da Reina. Per la Lazio un errore clamoroso di Immobile, che sbaglia la misura del tiro da ottima posizione, pregiudica il risultato in modo inevitabile. I cambi attuati da Ballardini nell'intervallo si rivelano vincenti per il Genoa. Nella ripresa, Shomurodov supera Radu con un dribbling, serve Destro che batte Reina per l'1-1. Lo stesso Shomurodov sfiora il raddoppio poco dopo, poi le squadre si allungano, Lazzari sbaglia in contropiede e si divora la chance da solo davanti a Perin. Il Genoa gestisce il pareggio e acciuffa un punto fondamentale per la classifica.

23 dicembre 2020
Milan – Lazio 3 – 2

Niente da fare per le aquile, che dopo il segnale positivo della vittoria per 2 a 0 contro i partenopei tornano a registrare una battuta d’arresto, superato per 3 a 2 dai rossoneri nella sfida di andata al Meazza della 14a giornata di campionato. La gara si apre con un Milan agguerrito e propositivo in attacco, che dopo appena 10 minuti di gioco trova la rete del vantaggio con un abile Rebic, che preciso intercetta il cross a centro area di Calhanoglu e, con un colpo di testa, supera Reina fiondando la palla in porta. Trascorrono pochi minuti e il direttore di gara fischia un calcio di rigore per i padroni di casa: a battere è proprio Calhanoglu, che non sbaglia, trovando così il punto del raddoppio per i suoi. La prima occasione davvero importante per i biancocelesti arriva a metà del primo tempo, quando le parti si invertono e a battere un tiro dal dischetto sono le aquile. A calciare è Immobile, che tuttavia si lascia ipnotizzare da Donnarumma e non riesce a superare la difesa dell’estremo difensore meneghino; la palla respinta, però, viene prontamente intercettata da Luis Alberto, che con un colpo di testa sigla il primo gol per la Lazio. Nella ripresa, l’avvincente testa a testa riprende vivace: al 59', Donnarumma si fa perdonare l’errore del primo tempo trovando la rete del pareggio con un tiro di sinistro su palla servita da Milinkovic-Savic. A pochi secondi sal triplice fischio, però, è Hernandez a decidere le sorti del match: il rossonero colpisce di testa il cross di Calhaoglu è, ancora una volta, supera un inerme Reina. Il Milan si aggiudica così la vittoria per 3 a 2.

20 dicembre 2020
Lazio – Napoli 2 – 0

Tornano finalmente a conquistare una vittoria le aquile di Simone Inzaghi, alle prese con un momento difficile già da diversi turni e in cerca del momento del riscatto in questa 13a giornata della Serie A 2020/21. I padroni di casa dominano il match sin dalle prime battute, approfittando delle tante incertezze di una formazione partenopea sempre più in affanno. Dopo appena 9 minuti di gioco, il capitano Immobile sigla il gol dell’1 a 0 con un colpo di testa preciso sul cross perfetto di Marusic dalla fascia sinistra. Nella ripresa, il copione non cambia, con una Lazio propositiva, anche se priva della dovuta determinazione nel cercare la conclusione, e un Napoli in estrema difficoltà, tanto nel reparto difensivo quanto in quello offensivo. Al 56' è Luis Alberto a realizzare il gol del raddoppio per le aquile, con un tiro a giro che spiazza Ospina e consegna la gara nelle mani dei biancocelesti. Grazie alla vittoria per 2 a 0 sul Napoli, la Lazio sale a quota 21 punti, raggiungendo l’Atalanta.

15 dicembre 2020
Benevento – Lazio 1 – 1

Una partita scoppiettante tra le formazioni dei due fratelli Inzaghi nella dodicesima giornata di Serie A. A cinque minuti dall'inizio del match, i campani sfiorano il vantaggio sugli sviluppi di un corner, prima con Lapadula, poi con Glik che scaldano i guanti di Reina. Al 18', occasione per la Lazio con Luis Alberto per Correa, che a pochi passi da Montipò non aggancia. Poco dopo, la conclusione di Luis Alberto fa tremare il Benevento. È solo il preludio al gol dei biancocelesti: al 25', cross di Milinkovic-Savic e grande gesto al volo di Immobile che porta in vantaggio i suoi. Allo scadere del primo tempo, la risposta del Benevento arriva con il sinistro al volo di Schiattarella per la rete dell'1-1. Nella ripresa, le due squadre appaiono stanche, la Lazio ci prova con Milinkovic-Savic ma senza fortuna, poi con il tentativo di testa del centrocampista serbo che spara alto. Il Benevento sfiora il vantaggio sul finale: contropiede di Iago Falque, pallone a Di Serio e destro pericoloso, sul quale interviene Reina. Espulso nel finale l'autore del gol Schiattarella per un intervento duro su Correa. Al Vigorito finisce 1-1.

12 dicembre 2020
Lazio – Verona 1 – 2

Vince il Verona la sfida contro la Lazio disputata allo stadio Olimpico di Roma in occasione dell'undicesima giornata di Serie A. Sorpasso del Verona sulla Lazio anche in classifica. La formazione di casa fatica e deve incassare la seconda sconfitta di fila tra le mura amiche. L'Hellas parte in assetto offensivo, anche se la prima chance della giornata è per Immobile, ma la sua conclusione viene neutralizzata dalla difesa avversaria. Subito un'altra occasione per il bomber partenopeo della Lazio, ma il destro a incrociare termina fuori. Al 45', Lazzari trova una sfortunata deviazione nella propria porta, nel tentativo di respingere la conclusione di Dimarco. Nel recupero, il Verona ci prova con Zaccagni, ma Reina nega in uscita. Il pareggio dei padroni di casa arriva al 56', quando Caicedo conclude con un mancino chirurgico che si piazza nell'angolino. Il Verona incassa, ma resiste, poi sfrutta un errore di Radu per tornare in vantaggio: Tameze scavalca il portiere sul passaggio sbagliato di Radu e segna a porta vuota. Negli ultimi minuti, Silvestri fa miracoli sui tentativi di Fares e Milinkovic-Savic. Ultima chance della serata per la Lazio con Andreas Pereira, ma Silvestri è abile a difendere il vantaggio gialloblù.

5 dicembre 2020
Spezia – Lazio 1 – 2

Lazio-Spezia valida per la decima giornata di Serie A termina 2-1 per la Lazio con reti di Immobile e Milinkovic-Savic, entrambe realizzate nella prima frazione di gara. Dopo l'intervallo, Nzola accorcia le distanze per lo Spezia, che mette in fila anche una serie sfortunata di legni. La squadra di casa gioca bene a inizio partita, va vicino al vantaggio dopo tre minuti di gioco, ma Reina devia sul palo la potente conclusione di Estevez. Al 15', un brutto errore di Maggiore regala l'occasione agli ospiti: Milinkovic lancia Immobile che realizza un tunnel vincente tra le gambe di Provedel. Al 33', su punizione acciuffata da Immobile, Milinkovic mette il timbro al raddoppio. Nella ripresa, lo Spezia prova a non affondare sotto il pressing degli avversari, poi accorcia le distanze con Nzola al 64'. Nel finale di gara, gli ospiti difendendono il vantaggio, lo Spezia tiene palla ma non trova spazio per inserirsi. Nei minuti di recupero c'è tempo per il tris di gol biancoceleste, ma la rete di Pereira viene invalidata per fuorigioco.

29 novembre 2020
Lazio – Udinese 1 – 3

I biancocelesti tornano a scendere in campo all’Olimpico contro i friulani, dopo aver collezionato prove positive nella precedente giornata di campionato, con la vittoria contro il Crotone, e in Champions League, con il successo sullo Zenit. Nel match della 9a giornata di campionato, però, le aquile sembrano scontare la fatica dei precedenti appuntamenti, dando vita ad una performance nettamente sottotono: nella prima frazione di gioco, a dominare in campo sono i bianconeri di Luca Gotti, peraltro assente dalla panchina, che non solo si distinguono per compattezza e determinazione, ma anche rendendosi protagonisti delle uniche vere azioni del primo tempo. Al 18', gli ospiti si portano in vantaggio grazie ad una splendida azione di Pereyra, che serve una perfetta palla gol al compagno di squadra Arslan, abile ad infilare il pallone nell’angolino basso della porta biancoceleste. L’Udinese continua a creare ottime occasioni e al terzo minuto di recupero del primo tempo arriva anche il gol del 2 a 0, questa volta con la firma di Pussetto, servito da un orizzontale di De Paul. La ripresa si apre con un giro di sostituzioni per la Lazio, ma l’ingresso di Marusic, Leiva e Akpa Akpro al posto di Fares, Cataldi e Parolo non basta ad invertire le sorti delle sfortunato match: al 71', sono ancora una volta i friulani a segnare, con un potente tiro di destro di Forestieri. Pochi minuti più tardi, arriva la prima vera occasione del giorno per i padroni di casa, con Musso che atterra Immobile in area, guadagnandosi un’ammonizione e consegnando alle aquile un calcio di rigore. Immobile tiro dal dischetto e trasforma, ma la rete realizzata dal capitano biancoceleste non basta a invertire le sorti della gara, che si conclude con la vittoria dell’Udinese per 3 a 1.

21 novembre 2020
Crotone – Lazio 0 – 2

Le aquile di Simone Inzaghi scendono in campo contro i Pitagorici di Giovanni Stroppa, nonostante le forti piogge che nelle prime ore del mattino investono la città di Crotone, causando numerosi allagamenti e compromettendo le condizioni del campo. La sfida, che si svolge sotto la pioggia, è in parte rallentata proprio dal terreno pesante e dalle difficoltà dei giocatori e della palla nei movimenti. Come da attese, i biancocelesti si impongono senza troppe difficoltà, portandosi in vantaggio al 21' con un brillante gol di testa realizzato dal capitano Immobile (tornato nelle fila della Lazio dopo lo stop legato alla positività al Coronavirus), abile nell’intercettare il cross di Parolo. Nella ripresa, quindi, gli ospiti trovano anche la rete del raddoppio, questa volta siglata da Correa su assist di Immobile. Buona prova anche per gli squali, che nel primo tempo sfiorano di pochissimo il gol con il palo centrato da Simy e che nella ripresa continuano a tenere testa agli attacchi della Lazio. Al termine del turno, la Lazio si porta a quota 14 punti e in 8a posizione, alle spalle di Napoli e Inter.

8 novembre 2020
Lazio – Juventus 1 – 1

Epilogo a favore della formazione di casa all'Olimpico, con Caicedo che riacciuffa i bianconeri al 95', in risposta al vantaggio iniziale di Ronaldo. La Lazio deve fare a meno di Immobile, Strakosha e Lucas Leiva a causa del caos tamponi. La Juventus passa al quarto d'ora, quando Cuadrado, ispirato da Bentacur, dribbla Luis Alberto e Fares, poi serve Ronaldo in mezzo all'area piccola per il gol dell'1-0, il settimo in stagione per CR7. I padroni di casa avrebbero l'occasione per pareggiare i conti cinque minuti dopo, ma Muriqi non ci arriva. È sempre Cristiano Ronaldo a sfiorare il raddoppio per gli ospiti poco prima dell'intervallo, ma il tiro del bomber portoghese colpisce l'incrocio dei pali. Nella ripresa, la Juve cerca il raddoppio con Rabiot, ma Reina si oppone con una parata esemplare. All'81', Szczesny nega la gioia del pareggio a Marusic, poi, in pieno recupero (95'), Caicedo accorcia le distanze segnando la rete del definitivo 1-1. La squadra di Pirlo manca l'aggancio al Sassuolo in classifica, la Lazio sorpassa Sampdoria e Cagliari.

1° novembre 2020
Torino – Lazio 3 – 4

Tante le emozioni e i colpi di scena nella sfida del sesto turno di Serie A tra Lazio e Torino. Sette i gol realizzati complessivamente, con un poker biancazzurro che vale alla Lazio la vittoria e la svolta stagionale. Serata amara per il Torino, che sperava di portare a casa la prima vittoria stagionale contro la squadra di Simone Inzaghi, ma si è visto superare negli ultimi istanti del match. La partita si fa calda sin dai primi minuti, con la formazione ospite che si porta in vantaggio al 16' grazie a Pereira che sfrutta l'assit perfetto di Patric. I padroni di casa reagiscono e ribaltano il risultato in dieci minuti, con Bremer che va a segno di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo e Belotti che trasforma un penalty assegnato per fallo di Pereira. Torino in vantaggio all'intervallo. Nella ripresa, la musica cambia, la Lazio amministra il gioco e, al 49', Correa si procura un calcio di punizione dal limite che Milinkovic-Savic trasforma in gol beffando Sirigu. Inzaghi si gioca la carta Immobile, poi Verdi colpisce il legno per i granata. Sul 2-2, una distrazione di Hoedt favorisce Lukic che aggira Reina e segna il 3-2. Nei minuti di recupero, il difensore granata Nkoulou commette fallo di mano e il Var convalida il penalty che Immobile trasforma dagli 11 metri per il 3-3. I ritmi calano, il Toro concede troppo e la Lazio cala il poker con Caidedo nel minuto finale del match. Finisce 3-4 all'Olimpico di Torino, la Lazio risale in classifica, il Toro sprofonda.

24 ottobre 2020
Lazio – Bologna 2 – 1

Pur soffrendo la Lazio riassapora la vittoria in campionato vincendo 2 a 1 contro il Bologna. I biancocelesti ritrovano entusiasmo e compattezza e tornano a far vedere la squadra che tanto bene aveva fatto nella scorsa stagione. La partita non inizia bene visto che il gol di Svanberg gela l’Olimpico al 13’, ma l’arbitro annulla per un fallo che ha innescato l’azione. Per vedere la partita sbloccarsi bisogna aspettare il 54’ con Luis Alberto, migliore tra i suoi, che porta palla sulla tre quarti e una volta in area scarica in porta un destro preciso. Non paga la Lazio continua ad attaccare, sprecando una buona occasione con Akpa Akpro. Poi al 76’ arriva il sigillo del suo uomo migliore, Ciro Immobile che insacca di testa su cross acrobatico, in rovesciata, di Fares. Il Bologna, che nonostante la sconfitta ha disputato una buona gara, trova la rete che accorcia le distanze con De Silvestri al 91’, gol dell’ex che però non fa male alla Lazio. Le aquile hanno solo 7 punti in classifica e molto terreno da recuperare, ma riuscire ad avere una continuità di risultati è essenziale per la squadra di Inzaghi al fine di ritrovare lo spirito di una rosa tra le più forti in Serie A.

17 ottobre 2020
Sampdoria – Lazio 3 – 0

Che sta succedendo alla Lazio? L’involuzione della squadra di Simone Inzaghi comincia a essere davvero preoccupante. Al 33’ Quagliarella, 200 partite con la Samp in A, sblocca il match su cross di Augello. Su quella fascia l’esterno è lasciato davvero troppo solo. Proprio dal suo sinistro scocca il tiro del 2 a 0 al 41’. Qualche timido segnale di Lazio a fine primo tempo, poi nient’altro. La squadra di Ranieri difende bene, ma i biancocelesti sprecano molto. Il problema è che in difesa sbandano a ogni sortita della Samp e il 3 a 0 lo mette Damsgaard al 74’. Lazio troppo brutta per essere vera, potrebbe addirittura subire il 4 a 0 a causa di Keita, ma Strakosha si supera. Finisce così una partita in cui le aquile non sono mai riuscite a entrare nel gioco, purtroppo 4 punti in 4 gare sono davvero pochi e a Roma cominciano a chiedersi se non sia cominciato il primo anno di forte declino della gestione Inzaghi. D’altronde con questo tecnico la Lazio non aveva mai cominciato così male in campionato.

4 ottobre 2020
Lazio – Inter 1 – 1

Gara appassionanti nella cornice dello Stadio Olimpico per le aquile di Simone Inzaghi, che scendono in campo contro l’Inter di Conte per uno dei primi big match della stagione. In apertura di gara, la corazzata nerazzurra e la formazione biancoceleste danno vita ad un testa a testa giocata quasi ad armi pari, nonostante i padroni di casa siano alle prese con diverse assenze importanti causa infortuni e indisposizioni. Quando il primo tempo sembra destinato a concludersi con il risultato fermo sul pareggio a reti inviolate, al 30' Lautaro Martinez sfrutta la palla servita da Perisic per battere Strakosha con un potente tiro di sinistro, che consegna all’Inter il punto dell’1 a 0. Nel secondo tempo, le aquile tornano in campo animate da una fortissima determinazione, che al 55' si traduce nella rete del pareggio: autore della marcatura è Milinkovic-Savic, che salta e colpisce di testa il cross di Acerbi, buttando il pallone alle spalle di Handanovic. La tensione in campo cresce con il passare dei minuti, con entrambi gli schieramenti alla ricerca della rete della vittoria: i cartellini gialli fioccano da ambo le parti e, sebbene non del tutto giustificate, arrivano anche le espulsioni per Immobile e per Sensi. Lazio – Inter si conclude così con entrambe le squadre sotto di un giocatore e con il risultato fermo sul pareggio per 1 a 1. La Lazio si aggiudica un punto, portandosi a quota 4.

30 settembre 2020
Lazio – Atalanta 1 – 4

Un'inarrestabile Atalanta espugna l'Olimpico di Roma contro la Lazio, infliggendo alla formazione capitolina 4 gol per il risultato finale di 4-1. Dopo 10 minuti di gara, Hateboer crossa al centro di testa, Radu trova la palla, deviazione sulla quale si inserisce Gosens che la insacca dall'interno dell'area di rigore. La Dea cavalca l'onda del vantaggio e trova il raddoppio verso la mezz'ora, con Hateboer che, servito da Gosens e lasciato indisturbato, scaglia un tiro piatto che buca la rete di Strakosha. Risponde poco dopo Immobile per i padroni di casa, ma il suo tiro trova la traversa. L'Atalanta regge botta e, al 41', cala il tris: rinvio sbagliato di Patric, Gomez ne approfitta, raccoglie la palla, perde tempo e la infila in rete con un preciso trasversale. Nel secondo tempo della gara, la Lazio impegna anima e corpo nell'attacco e trova il gol con Caicedo che batte Sportiello in scivolata. Poco dopo, il bomber partenopeo della Lazio temporeggia e spreca una grande occasione, poi è il dilagare dell'Atalanta con Gomez che la insacca di sinistro all'incrocio dei pali. Il gol dell'argentino chiude definitivamente i giochi, la Dea continua ad amministrare nel finale con Muriel che sfiora anche il quinto centro della serata. L'Atalanta sale a quota 6, la Lazio rimane a 3 punti.

26 settembre 2020
Cagliari – Lazio 0 – 2

Considerato che la prima partita della Lazio è stata posticipata a fine mese questa col Cagliari rappresenta il debutto in campionato. Gli uomini di Inzaghi si sono presentati subito in una forma piuttosto convincente, con meccanismi di gioco rodati e i giocatori migliori piuttosto in forma. Il risultato finale è di due a zero, maturato grazie a due ottime galoppate di Marusic che sulla fascia sinistra ha sempre messo in difficoltà i diretti avversari. Gol al 4’ per Lazzari, poi al 74’ per Immobile. In mezzo un unico grande rischio capitato sui piedi di Simeone, poi una partita dominata da inizio alla fine, con un buon Milinkovic-Savic a centrocampo e una prestazione già di buon livello da parte del bomber Immobile. Tuttavia la panchina laziale appare leggermente corta, pertanto è presto per definire quali possono essere le reali potenzialità di questa squadra.

1° agosto 2020
Napoli – Lazio 3 – 1

La serata di Napoli – Lazio non è solamente l'ultima di campionato, ma è anche la serata del record di Immobile che, oltre a vincere la Scarpa d'oro e il titolo di capocannoniere, ha eguagliato anche il record di 36 marcature in un campionato detenuto da Gonzalo Higuain. I padroni di casa rischiano subito grosso, ma il gol di Correa viene annullato per un fallo di Milinkovic che sporca l'azione. Gli uomini di Gattuso si portano in vantaggio appena ne hanno l'opportunità: al 9', Fabian Ruiz la infina nell'angolino destro di Strakosha aiutato da una deviazione di Luiz Felipe. Poco prima della mezzora gli ospiti reagiscono: Immobile viene lanciato da Marusic e la infila in rete. Sul finire del primo tempo, il Napoli avrebbe la possibilità di portarsi in vantaggio con Mario Rui ma il tiro esce di poco. Al 52', gli azzurri ottengono un calcio di rigore per fallo di Parolo su Mertens. Dal dischetto va il capitano del Napoli che batte Strakhosca. Correa reagisce per i biancocelesti, ma centra il palo sulla conclusione. Dopo svariate occasioni su entrambi i fronti, al 68', dopo un brutto fallo di Luiz Felipe su Lozano, si va vicino alla rissa, poi le panchine intervengono a sedare gli animi. I partenopei si mantengono saldi al controllo del match, poi, nel recupero, trovano il tris con Politano che conclude un'azione avviata da Di Lorenzo e portata avanti da Mertens. Insigne out per infortunio all'adduttore, a rischio la partita con il Barcellona.

29 luglio 2020
Lazio – Brescia 2 – 0

Con un gol per tempo, la Lazio si impone sul già retrocesso Brescia per 2-0. La sfida la decidono Correa nel primo tempo e Immobile nel finale, regalando alla Lazio la terza vittoria consecutiva. La squadra di Inzaghi riaggancia l'Atalanta a 78 punti, sul terzo gradino del podio, a -1 dall'Inter: l'aquila si giocherà il possibile sorpasso a Napoli, con un occhio puntato sul risultato del testa a testa tra i nerazzurri di Conte e i nerazzurri di Gasperini. Nel match contro le rondinelle, ci prova subito il bomber capocannoniere Immobile, ma è Correa a segnare dopo neanche 20 minuti di gioco, poi Luis Alberto e Immobile impegnano Andrenacci. A dieci minuti dalla fine, il bomber biancoceleste spreca un’occasione ghiotta, poi, nell’azione successiva, non sbaglia e segna il gol numero 35 in Serie A.

26 luglio 2020
Verona – Lazio 1 – 5

Le aquile scendono in campo al Marcantonio Bentegodi, determinati a proseguire nella scia positiva delle ultime giornate di campionato e ad agganciare l'Atalanta in classifica. In avvio di partita, il testa a testa tra le due formazioni appare equilibrato, con gli scaligeri che creano la prima vera occasione gol della partita al 26', con Veloso che calcia un destro potente dai 20 metri di distanza, bloccato in extremis da Strakosha. 10 minuti più tardi, arriva il rigore per i padroni di casa, con Zaccagni che atterra Luis Felipe in area: a battere è Amrabat, che non sbaglia e consegna ai suoi la rete del vantaggio. Durante il recupero, è ancora una volta un tiro dal dischetto a riportare il risultato sulla parità: Lazovic commette fallo in area su Immobile; il capito dei biancocelesti batte e trasforma il rigore, chiudendo così il primo tempo sull'1 a 1. Dopo un avvio equilibrato nei primi 45 minuti di gioco e un paio di occasioni interessanti per i mastini ad inizio ripresa, la Lazio passa a dominare il match, portandosi in vantaggio con Milinkovic-Savic al 56', che segna su calcio di punizione, per poi guadagnare il punto del 3 a 1 con Correa, solamente pochi minuti più tardi. Lazovic torna a sfiorare il gol, ma gli sforzi degli scaligeri servono a poco: all'83' è ancora una volta Immobile a siglare la rete del 4 a 1, con un potente destro da posizione angolata, contro il quale Radunovic non può nulla. Ed è proprio il portiere del Verona, a recupero inoltrato, a commettere fallo sul capitano delle aquile, guadagnandosi il cartellino giallo e consegnando alla Lazio il secondo rigore della giornata. A battere è sempre Immobile, che trasforma anche il secondo tiro dal dischetto del match chiudendo la partita sul 5 a 1 e guadagnando una tripletta personale.

23 luglio 2020
Lazio – Cagliari 2 – 1

Dopo la sconfitta allo Juventus Stadium la Lazio ritrova i tre punti e il sorriso. Confermata l’impressione che i biancocelesti stiano tornando nella loro forma migliore, peccato che sia troppo tardi per le ambizioni scudetto. In ogni caso servono i punti per conquistare la matematica qualificazione in Champions League, e la Lazio li va a conquistare senza troppo indugi. Va detto però che sulla strada delle aquile si pone un Cagliari rappresentato nella quasi sua interezza da Cragno, portiere in uno stato di grazia eccezionale. Dovesse dare continuità a queste prestazioni il 26enne si troverebbe presto nel giro della nazionale. 3 parate su Lazzari, una su Luis Alberto, un’altra (più miracolo che parata) su Immobile. I suoi capiscono che è il momento di fare anche loro il proprio mestiere e così il Cagliari si porta in vantaggio a fine primo tempo con Simeone, tiro deviato e beffardo. La Lazio però stavolta non ci sta e reagisce in modo veemente. Pronti, via, al 47’ Milinkovic-Savic scarica un esterno destro dalla distanza che è quasi un missile su cui Cragno non può davvero nulla. Poi al 60’ raddoppio di Immobile servito bene nello spazio e preciso nel metterla in diagonale. Un Cagliari poco arrembante non fa paura nella mezz’ora finale, dove c’è solo spazio per qualche altra parata di Cragno e per i rimpianti di una Lazio che si è ritrovata troppo tardi.

20 luglio 2020
Juventus – Lazio 2 – 1

Le aquile sono arrivate a questo appuntamento scariche, demotivate da una lunga serie di risultati infruttuosi che ne hanno fatto una delle squadre più in difficoltà dall’inizio di ripresa del campionato dopo il lockdown. Un mese fa Lazio e Juventus erano ancora una al fianco dell’altra, separate al massimo da uno o due punti, un distacco che avrebbe reso questa 34esima giornata di campionato la domenica della sfida scudetto. Invece la Lazio vi si è presentata con ben 8 punti di distacco dalla vetta, che dopo questa partita sono diventati 11. Rispetto al match non si può dire che i biancocelesti non abbiano onorato il campo, in verità fino al primo gol sono stati piuttosto sfortunati. Hanno colpito un palo con Immobile, poi hanno concesso un rigore per un fallo di mano di Bastos in area. In realtà il difensore si trovava proprio sulla linea, inoltre il pallone gli è stato scagliato addosso con violenza. L’arbitro ha fischiato penalty e CR7 l’ha messa dentro. Ciò che però segna la distanza tra questa Lazio e quella pre-Covid è la reazione. I capitolini sono caduti letteralmente in depressione, dormienti hanno subito subito il colpo del KO. Passaggio sbagliato di Leiva, contropiede di Dybala, assist per Ronaldo che raddoppia con facilità. A quel punto la scossa prova a darla Immobile, se non altro per essersi visto superato in classifica marcatori. Insegue un pallone in area, Bonucci se lo ritrova alle spalle e lo colpisce maldestramente. Rigore e segnatura di Immobile, siamo all’83’. Ultimo brivido lo regala Milinkovic Savic con una punizione che testa l’attenzione di Szczesny. Finisce così, la Lazio ora ha il solo compito di concludere degnamente questa stagione tornando a vincere come sa.

15 luglio 2020
Udinese – Lazio – 0 – 0

La Lazio, proveniente da tre insuccessi consecutivi, si mostra stanza e poco lucida nella trasferta a Udine. Il match termina 0-0 contro i friulani, i biancocelesti cedono il posto i classifica all’Atalanta. Bene il primo tempo dei capitolini, che però calano il ritmo nella ripresa concedendo troppo campo all'Udinese fino al palo di De Paul nel finale. Gli undici di Inzaghi dominano il gioco creando almeno cinque occasioni da gol con Lazzaro e Immobile, ma senza successo. Al 24', pericolo autorete per De Maio nel tentativo di deviare una pericolosa punizione di Luis Alberto. I padroni di casa tirano fuori la testa con De Paul e Lasagna, poi al 29’ sfiorano il vantaggio con Becao in area ma Strakosha respinge. In avvio di ripresa, gli ospiti sono in netto calo e l’Udinese ci prova: bravissimo Strakosha che realizza due parate incredibili in meno di dieci minuti respingendo sia Lasagna, solo davanti al portiere, sia De Paul. Nel finale di gara, la formazione di Inzaghi si spegne definitivamente, poi De Paul colpisce il palo esterno nell'ultima azione del match.

12 luglio 2020
Lazio – Sassuolo 1 – 2

Niente da fare per la Lazio, la cui serie negativa procede senza tregua: nel match casalingo contro il Sassuolo, le aquile tornano a perdere per la terza giornata consecutiva, vedendo così tramontare in maniera definitiva il sogno Scudetto, che sembrava a portata di mano fino a pochi giorni prima. Nel match disputato all’Olimpico, i padroni di casa danno vita ad un buon primo tempo, tenendo testa ad un agguerrito Sassuolo e portandosi in vantaggio al 33', con la marcatura siglata da Luis Alberto. Nella ripresa però gli equilibri in campo sembrano mutare: la formazione dei neroverdi si fa audace e sferra attacchi pericolosi, fino a trovare la rete del pareggio, con Raspadori che supera la difesa di Strakosha su assist di Caputo. Quando la gara sembra destinata a concludersi sull’1 a 1 arriva l’ulteriore colpo di scena: a pochi secondi dalla conclusione del match, Caputo realizza di testa su palla servita da Ferrari, consegnando ai suoi il punto del 2 a 1 e infliggendo una nuova sconfitta ai biancocelesti. Per la Lazio, la giornata si chiude con il sorpasso in classifica ad opera dell’Inter: il club meneghino, a pari punti con le aquile (68), conquista infatti la seconda posizione in virtù della migliore differenza reti.

7 luglio 2020
Lecce – Lazio 2 – 1

Nuova, pesante disfatta per le aquile di Simone Inzaghi, che nella 31a giornata di campionato scendono in campo allo Stadio Via del Mare contro il Lecce penultimo classificato: nonostante tutti i pronostici a favore delle aquile, capaci di conquistare la vittoria di ben 17 dei 29 precedenti complessivi condivisi con i lupi salentini, il club capitolino torna a rendersi protagonista di un match dove la squadra sembra mancare di focus e precisione; tante le conclusioni dei biancocelesti e numerose le occasioni create dall’attacco, ma anche forte il nervosismo presenti in campo e le disattenzioni rivelatesi fatali. La gara parte in modo più che positivo per la Lazio: dopo appena 2 minuti dal fischio di inizio, le aquile sfiorano il gol del vantaggio con Caicedo; a stretto giro, però, il Lecce realizza con Mancosu, salvo poi vedere annullato il proprio gol per un tocco di braccio del salentino. Al 5', Caicedo torna a sferrare il suo attacco, questa volta superando con successo la difesa di Gabriel. I padroni di casa non si danno per vinti e, al 30', trovano la rete del pareggio grazie a Babacar, che sorprende Strakosha con un colpo di testa potente e preciso, sfruttando alla perfezione il cross di Falco. Nel corso del recupero, i lupi salentini sfiorano il punto del sorpasso, con Mancosu che sbaglia il calcio di rigore assegnato dal direttore di gara lanciando la palla ben oltre la traversa. All’inizio della ripresa, però, la formazione guidata da Liverani sfrutta la brillante occasione del calcio d’angolo battuto da Saponara per andare in gol con Lucioni, che pure non lascia scampo a Strakosha con un abile colpo di testa. Niente da fare nei minuti successivi per le aquile: il nervosismo cresce nelle fila dei biancocelesti con l’avvicinarsi della conclusione del match, fino a culminare con l’espulsione di Patric durante il recupero del secondo tempo, colpevole di un morso al braccio di Donati. La partita in casa del Lecce si conclude così con la vittoria degli avversari per 2 a 1.

4 luglio 2020
Lazio – Milan 0 – 3

È in casa propria, all’Olimpico di Roma, che il sogno della Lazio finisce. O almeno questo è ciò che dice la classifica con le aquile biancocelesti a meno 7 dalla Juventus. È stato un ottimo campionato ma ora i bianconeri hanno messo la freccia. Il problema oltre ai punti sono le prestazioni, contro il Milan si è vista una squadra molle, poco volitiva, orfana del suo bomber. Sin dal principio il Milan ha spinto di più: al 23’ va in gol Calhanoglu che tira forte dal limite con palla leggermente deviata. Al 34’ un cross di Hernandez trova la mano di Radu, rigore: segna Ibra con freddezza, anche se il portiere rischia di pararla. Il secondo tempo poi è un assolo dei diavoli. Rebic segna al 59’, ma i gol potrebbero essere almeno altri due. Segno che in questa partita non c’è stata davvero storia.

30 giugno 2020
Torino – Lazio 1 – 2

Seconda vittoria in rimonta per la Lazio che dimostra due cose: di non essere ancora tornata nello stato di forma precedente alla pandemia, ma di essere mentalmente carica e determinata a vincere. È proprio questa volontà ad aver spostato l’inerzia di un match che si era messo nettamente a favore del Torino. Infatti al 5’ minuto una mischia in area produce un fallo di mano di Immobile e quindi rigore, Belotti trasforma e sigla il personale 12esimo centro stagionale. Ma non basta, la Lazio ha tutto il primo tempo per riorganizzarsi, già potrebbe pareggiare con Immobile che però è impreciso. Alla terza occasione però la punta bianco celeste non sbaglia e al 48’ si porta 29 reti in classifica marcatori. A questo punto serve vincerla e così la Lazio si riversa in attacco con veemenza. Alla fine a farcela è Parolo che tira in mezzo alla mischia e una serie di deviazioni spiazza Sirigu, trafitto al 72’. La Lazio si riporta a – 4 dalla Juve, il Torino ha bisogno di ritrovare vittorie e continuità.

27 giugno 2020
Lazio - Fiorentina 2 – 1

All’Olimpico la Lazio cerca di non perdere ulteriore terreno sulla Juventus, mentre la Fiorentina è alla ricerca di punti per migliorare la propria classifica. Il match comincia subito in modo piuttosto equilibrato con diverse occasioni da una parte e dall’altra. A sbloccarla però ci pensa Franck Ribery che supera due avversari con un dribling secco e scarica in porta un destro potente e preciso. Una rete meravigliosa realizzata al 25’, la Lazio rivive gli spettri di Bergamo e di una nuova sconfitta. I biancocelesti provano a riversarsi in avanti nel tentativo di chiudere il primo tempo sul pari, ma è ancora la viola a rischiare seriamente il raddoppio con Ghezzal. A questo punto le aquile hanno un moto d’orgoglio e rimettono in piedi il match. Ci riesce con Immobile che pareggia su rigore al 67’, anche se il penalty viene giudicato molto dubbio. Nei minuti finali infine la Lazio si aggiudica anche la vittoria con un preciso destro da fuori di Luis Alberto all’83’.

24 giugno 2020
Atalanta – Lazio 3 – 2

Nella 27esima giornata di campionato, le aquile tornano a scendere in campo contro gli orobici, alla ricerca di punti classifica determinanti per accorciare la distanza con la Juventus capolista. La sfida ospitata dal Gewiss Stadium di Bergamo si apre con un colpo di fortuna per la formazione di Simone Inzaghi, che ad appena 5 minuti dal fischio di inizio passa in vantaggio grazie all’errore commesso da De Roon, che deposita il pallone nella propria porta. La Lazio è rapida nello sfruttare il momento di smarrimento dei padroni di casa e all’11' trova il gol del raddoppio, grazie ad un tiro di destro di Milinkovic-Savic, che intercetta la palla di Luis Alberto senza lasciare scampo al portiere Gollini. I nerazzurri non si danno per vinti: le occasioni si rincorrono da entrambe le parti, fino a quando, al 38', la squadra di Gian Piero Gasperini accorcia la distanza con Gosens, che realizza di testa. Il match si decide nella ripresa: l’Atalanta torna in campo con un ritrovato focus e sferra attacchi serrati: al 66', gli orobici riportano il risultato sulla parità, con il 2 a 2 siglato da Malinovskiy su assist di De Roon. A 10 minuti dalla conclusione della sfida, per la Lazio arriva la cocente disfatta: Palomino segna di testa sorprendendo Strakosha e consegnando ai suoi il gol della vittoria per 3 a 2.

Al termine della 27esima giornata, la Lazio è ferma in seconda posizione, con 4 punti di stanza dalla Juventus e 4 di vantaggio sull’Inter.

29 febbraio 2020
Lazio – Bologna 2 – 0

Il match di ritorno contro i Felsinei, giocato presso lo Stadio Olimpico, regala ai biancocelesti la diciannovesima vittoria in campionato, sul totale dei 26 match disputati: la formazione guidata da Filippo Inzaghi travolge gli avversari già nei primi 45 minuti di gioco, portandosi in vantaggio al 18’ con la rete siglata da Louis Alberto, per poi trovare il gol del raddoppio pochi minuti più tardi, al 21’, questa volta grazie all’intervento di Correa. Niente da fare per il club rossoblu, pure capace di mettere in difficoltà le aquile nella gara di andata (terminata con un pareggio per 2 a 2).

La vittoria conquistata contro il Bologna per 2 a 0 nella 26esima giornata catapulta la Lazio in testa alla classifica della Serie A, sebbene con un match di vantaggio rispetto a Juventus e Inter.