Logo SNAI

 

Sport

Non puoi giocare più di 10 esiti per avenimento

Pronostici Mondiali Qatar 2022

Per la prima volta nella storia il Qatar ospita il campionato mondiale di calcio, che si giocherà nei mesi di novembre e dicembre e non in estate. Una scelta, questa, dovuta al caldo asfissiante del Qatar nei mesi di luglio e agosto, che avrebbe provocato disagi sia al pubblico che ai giocatori. Le aspettative nei confronti della prestigiosa competizione sono davvero alte: sono anni che il paese si prepara ad accogliere il più importante torneo calcistico del mondo ed è quasi tutto pronto per un'edizione che si prospetta entusiasmante.

Stadi di ultima generazione, immersi in veri e propri complessi dedicati al calcio comprensivi di esercizi commerciali di qualsiasi genere, il tutto nel bel mezzo del suggestivo paesaggio del Qatar. Molti di questi stadi sono stati progettati in modo tale da poter essere smantellati, almeno parzialmente, al termine dei Mondiali: una dimostrazione di come concetti come riuso e sostenibilità stiano entrando a far parte anche delle politiche delle più importanti competizioni sportive.

Chi vincerà l'edizione 2022 del campionato mondiale? Al momento molte squadre stanno ancora disputando le qualificazioni, ma non è mai troppo presto per affacciarsi ai pronostici. L'unico club qualificato in partenza è ovviamente il Qatar, in quanto appartenente al paese che ospita la manifestazione. Per il resto, sono i turni di qualificazione a determinare le altre squadre partecipanti. A marzo 2022 la Russia è stata esclusa dalla competizione a seguito del conflitto in Ucraina: la nazionale avrebbe dovuto disputare i playoff a fine mese, ma la FIFA è stata irremovibile e per i russi la corsa verso il Mondiale è terminata.

Le squadre che hanno già ottenuto la qualificazione ai Mondiali sono, oltre al Qatar: Germania, Danimarca, Brasile, Francia, Belgio, Croazia, Spagna, Serbia, Inghilterra, Svizzera, Paesi Bassi, Argentina, Iran, Corea del Sud.

Tra queste sono già presenti alcune delle squadre storicamente più forti, che sono state protagoniste indiscusse della competizione nelle ultime edizioni. Ci riferiamo in primo luogo ai campioni in carica della Francia, tra i favoriti del Mondiale. I francesi hanno trionfato nei Mondiali di Russia 2018, battendo il Belgio in semifinale e piegando la Croazia nella finalissima. I Blues hanno vinto così la seconda Coppa del Mondo della loro storia, vent'anni dopo la prima volta.

Molte le aspettative anche nei confronti della Germania, che pure nell'edizione 2018 è stata eliminata al primo turno, ma vinse il Mondiale nel 2014. È già qualificata anche la Spagna, che dominò il torneo nel 2010 con le prodezze di Iniesta in finale contro l'Olanda e che tutt'oggi vanta una rosa giovane, ricca e completa.

Per quanto riguarda l'Italia, gli azzurri si sono piazzati secondi nel girone di qualificazione e hanno affrontato la Macedonia del Nord nello spareggio decisivo per accedere ai Mondiali. La Figc ha scelto come sede della partita lo stadio Renzo Barbera di Palermo. Ci sono due precedenti che coinvolgono Italia e Macedonia del Nord. La prima partita risale a ottobre 2016, quando l'Italia vinse 3-2 a Skopje. La seconda si svolse un anno dopo allo Stadio Olimpico Grande Torino e terminò 1-1. Considerata la forma dell'Italia, reduce dalla straordinaria vittoria di Euro2020, i pronostici erano tutti a favore degli azzurri e invece, incredibilmente, la nostra nazionale è stata condannata da un gol al 92esimo della Macedonia del Nord. Una disfatta senza precedenti nella storia, l'Italia salta così il secondo Mondiale di fila.

Tra le squadre extraeuropee non si può non temere il Brasile, un paese che da sempre vede nascere grandissimi talenti del calcio, come il fortissimo Neymar. D'altronde, sono i risultati stessi a parlare: il Brasile è l'unica nazionale ad aver partecipato a tutti i campionati mondiali e ed è arrivata nei primi tre posti più di otto volte. È abbastanza inevitabile, quindi, che figuri tra le favorite del torneo.

Se questo sport straordinario ti appassiona, puoi cominciare fin da subito a fare i tuoi pronostici sui Mondiali 2022 e cercare di individuare in anticipo la nazionale che si aggiudicherà il trofeo nell'attesissima finale.

Con SNAI tutti hanno la possibilità di dire la propria sui risultati delle singole partite e sui marcatori della competizione, visionando le quote regolarmente aggiornate dai nostri esperti bookmakers. Per iniziare a giocare è sufficiente creare e attivare un account personale seguendo la procedura, e da quel momento sarà possibile piazzare le proprie scommesse anche da smartphone o tablet, scaricando l'app dedicata.

La manifestazione che ha monopolizzato l'estate 2018 degli appassionati di calcio è stata quella dei campionati mondiali che si sono tenuti in terra russa tra giugno e luglio 2018.

La competizione, inaugurata il 14 giugno 2018, ha visto la partecipazione di 32 squadre, smistate in 8 gironi da 4 compagini l'una.

Le nazionali che hanno partecipato alla manifestazione russa hanno ottenuto il pass per il torneo nel corso delle gare di qualificazione delle singole confederazioni.

La nazionale russa ha avuto il posto assicurato per i Mondiali giocati in casa, ma le altre compagini hanno dovuto darsi battaglia per conquistarsi questa prestigiosa opportunità. Dall'America del Sud arrivano Brasile, Argentina, Colombia, Uruguay e Perù, che ha vinto lo spareggio intercontinentale contro la Nuova Zelanda: dall'America centrale e settentrionale ci sono state Panama, Messico e Costa Rica. Nei combattutissimi gironi europei hanno ottenuto la qualificazione Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Inghilterra, Belgio, Polonia, Croazia, Svizzera, Islanda, Serbia, Danimarca e Svezia. Le nazionali africane sono state invece Marocco, Tunisia, Egitto, Nigeria e Senegal, mentre quelle asiatiche Giappone, Corea del Sud, Iran e Arabia Saudita. L'unica rappresentante del continente oceanico è stata l'Australia.

Le squadre favorite per la vittoria finale erano diverse, a partire dai campioni uscenti della Germania, che trionfarono nel 2014, infliggendo in semifinale un pesante 7-1 ai padroni di casa brasiliani. I tedeschi hanno però sorpreso in questa edizione del Mondiale, venendo eliminati nel primo turno. Un'altra grande favorita era la Spagna, che dominò il torneo del 2010 in Sudafrica con le magie di Andres Iniesta in finale contro l'Olanda, che regalò il trofeo ai suoi tifosi. Anche gli spagnoli, però, non sono andati molto avanti, ci ha pensato la Russia a eliminarli dalla competizione agli ottavi di finale.